MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Sabato 10 dicembre a Villa Folìas DUETS – dal folk americano… al Trio Lescano! di e con Susanna Canessa e Monica Doglione

locandina-duets-al-folias
Sabato 10 dicembre 2016, ore 20,30, a Villa Folìas (Via Cesina delle Brecce, 22 Melizzano), Musica in Villa presenta DUETS – dal folk fmericano… al Trio Lescano! di e con Susanna Canessa (voce e chitarra) e Monica Doglione (voce), con la  partecipazione di Luca Guida (percussioni).

Un viaggio musicale dal folk americano al Trio Lescano, passando per il Quartetto Cetra e perfino per i classici della canzone napoletana, in un intreccio di generi e stili diversi che si mescolano e si “contaminano” a vicenda…
Tutto questo è Duets!


Seguirà una gustosa cena con la Cucina di Folìas

Per Info costi e prenotazione obbligatoria:
Villa Folìas:

Cell.: +39 347 0870781
Mail: info@villafolias.com

Susanna Canessa:
https://susannacanessa.wordpress.com/about/prenota/

Vai all’Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/1801236806794319/

Villa Folìas: Via Cesina delle Brecce, 22 Melizzano (BN)
visita il Sito  http://www.villafolias.com/
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/villafolias/

Duets: la nostra pagina Facebook: https://www.facebook.com/duetscanessadoglione/

Saranno disponibili alcune copie a metà prezzo del Cd Nefeli acquistabili dopo il Concerto.
________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

8 dicembre, 2016 Posted by | Agenda Eventi, Campania, Cantanti, Concerti, Country music, Folk music, Italia, Monica Doglione, Musica, Napoli, Regioni, Susanna Canessa | , , , | Lascia un commento

Sabato 10 e domenica 11 dicembre due appuntamenti con le attività della IAAM

logo-iaam
La IAAM “Italian Association for Arts and Music” propone, per il prossimo fine settimana, due interessanti appuntamenti, il primo si terrà sabato 10 dicembre, alle ore 10.30, presso l’Arciconfraternita di S. Maria della Mercede e S. Alfonso de’ Liguori (via S. Sebastiano 1), nell’ambito di “Musicascolto”… Bach eseguito alla viola e al violino, mentre il secondo avrà luogo domenica 11 dicembre, dalle 9.30 alle 11.30, sempre presso l’Arciconfraternita di S. Maria della Mercede e S. Alfonso de’ Liguori  e consisterà in un laboratorio musicale per ragazzi dai 6 ai 10 anni dal titolo “Le stagioni nella musica e nelle altre arti: L’inverno”, con prenotazione obbligatoria.

Per info
info@iaam.it
www.iaam.it

Prenotazione obbligatoria ai seguenti recapiti:
Tel.: 081/19528647
cell.: 345/4317836

Programma 10 dicembre

J. F. Mazas: Duetto op.38 n. 3
Anonymus: Duetto n. 1
viola, Claudia Iorio
violino, Ludovica Grisolia

Mozart: Dai 12 Duets
n.7 Adagio, n.8 Allegro, n. 9 Minuetto
viola, Claudia Iorio
violino, Chiara De Sio Cesari

Ingresso libero
________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

8 dicembre, 2016 Posted by | Agenda Eventi, Associazione IAAM, Associazioni Musicali, Campania, Concerti, Italia, Musica, Musica da camera, Napoli, Regioni | , , , , , | Lascia un commento

Martedì 6 dicembre due appuntamenti con Patrizia Bovi nell’ambito della collaborazione tra il Conservatorio di San Pietro a Majella e la Associazione Alessandro Scarlatti

Logo Associazione Scarlatti + Logo Conservatorio
Nell’ambito della collaborazione tra il Conservatorio di San Pietro a Majella e la Associazione Alessandro Scarlatti, Patrizia Bovi, fondatrice del celebre gruppo di musica antica Micrologus terrà, martedì 6 dicembre, alle ore 16, presso la Sala Spontini del Conservatorio di Napoli, una Masterclass rivolta agli studenti del Dipartimento di musica antica sul tema “Studio e interpretazione della musica medievale e rinascimentale tra fonti scritte e oralità”.

Alle ore 17, nella Sala Martucci del Conservatorio, nell’ambito del ciclo divulgativo “Parliamo di musica” della Associazione Alessandro Scarlatti, Dinko Fabris intervisterà Patrizia Bovi sui temi del concerto “Tre fedi un solo Dio: Musiche dalle tradizioni cristiana, ebraica e islamica”, – che si terrà il giorno successivo nel Teatro di Corte alle ore 21 – sulla sua concezione della musica antica nell’ambito della attività del gruppo Micrologus, e sulla sua attività di interprete/ricercatrice.

L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti

Per informazioni:
www.associazionescarlatti.it
info@associazionescarlatti.it
Infoline: 081 406011

Info Conservatorio:
www.sanpietroamajella.it
081 5644411

________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

5 dicembre, 2016 Posted by | Agenda Eventi, Associazione "A. Scarlatti", Associazioni Musicali, Campania, Conservatori di Musica, Conservatorio "S.Pietro a Majella", Italia, Musica, Musica classica, Napoli, Regioni | , , , , , | Lascia un commento

Mercoledì 7 dicembre la stagione dell’Associazione Alessandro Scarlatti propone “Tre Fedi un solo Dio”

logo-associazione-alessandro-scarlatti-2016-2017
Mercoledì 7 dicembre 2016, alle ore 21, nel Teatro di Corte di Palazzo Reale, per la Associazione Alessandro Scarlatti un significativo appuntamento che unisce la tradizione musicale e vocale delle tre grandi religioni monoteiste: Patrizia Bovi ha invitato Fadia Tomb El-Hage e Françoise Atlan per esplorare la musica mistica dell’Islam, la musica della chiesa maronita d’Oriente e la tradizione ebraica sefardita.
Una serata ispirata alla spiritualità e al dialogo interreligioso, dove l’eternità del sacro incontra la tragica attualità dei nostri giorni: un canto di speranza, un inno alla convivenza pacifica, all’insegna della musica che unisce.
Perchédice Patrizia Boviin questo momento è particolarmente significativo che lo facciano le donne.”
Più la tradizione è antica, più i modi, musicali ma anche lessicali, sono simili” – ci dice ancora Patrizia Bovi, fondatrice del celebre gruppo Micrologus ed ideatrice del progetto.
Al suo fianco oltre a Fadia Tomb El-Hage, una delle poche cantanti in grado di fondere le tecniche vocali mediorientali con quelle occidentali, e a Françoise Atlan, che ha radici giudaico-berbere, anche gli strumentisti Peppe Frana all’oud e al liuto, e Gabriele Miracle alle percussioni e dulcimer alle percussioni e dulcimer.

Ideato a conclusione delle due mostre sulle Tre Religioni del Libro («Religions of the Book») e su I luoghi di pellegrinaggio («Sacred Places, Sacred Books») tenutesi al Muziekcentrum di Anversa, il programma crea un intenso crocevia musicale fra Ebraismo, Cristianesimo e Islam.
Alcuni canti nel programma vengono dalla tradizione sufi; i canti della tradizione ebraica vengono dal Cantico dei Cantici ma anche da repertori dalle regioni balcaniche e dal Marocco, dove gli ebrei avevano trovato rifugio dopo la diaspora del 1492.
I canti cristiani sono, invece, preghiere e inni alla Vergine Maria della mistica Ildegarda di Bingen, oltre ad alcuni brani di tradizione orale come lo Stabat Mater di Calenzana (Corsica) e il canto di passione delle donne di Ischitella (Puglia).

Costo del biglietto
Intero: 15 Euro
Ridotto giovani ( under 30): 10 Euro
Last minute: 3 Euro (under 25) in vendita un’ora prima del concerto.

Infoline
081 406011
www.associazionescarlatti.it
info@associazionescarlatti.it

_________________________________________________________

Mercoledì 7 dicembre 2016
Teatro di Corte di Palazzo Reale – ore 21.00

Tre Fedi un solo Dio – Musiche delle tradizioni Ebraica, Cristiana e Islamica

Programma

Ayyuhal Nas: Canto Sufi modo Hijaz

Dodi Yarad:
Cantico dei Cantici
Salmo del Re David (tradizione ebraica)

Hildegard von Bingen (1098-11749): Ave generosa, Inno per la Vergine Maria

Kyrie eleyson (Canto maronita in lingua araba)

Virginem egregie, dal Codice Las Huelgas (XIII sec.)

Adonai be Kol Shofar, Canto liturgico in ebraico della tradizione Judaico provenzale

Sawmo, Canto siriaco ortodosso

Ex agone sanguinis: Strumentale dal Codice Las Huelgas (XIII sec.)

Ave de li superni caeli, Lauda mariana del XV sec.

Jam nubes dissolvitur dal Codex Las huelgas (Anonimo)

Tala’a a’alaynal badru (Canto Soufi)

Cum mucha lecenzia, Canto di nozze ispano giudaico (Balcani)

Zavil saz semao Strumentale dalla tradizione Ottomana-Turca

Ay Madre, Canto di nozze ispano giudaico (Marocco )

Stabat mater, Tradizionale di Calenzana (Corsica)

Ya Khaliqual akwani: Canto tradizionale sacro maronita

Lu giovedi sante, Canto tradizionale femminile per il Giovedì Santo di Ischitella (Puglia)

Abo Dkochto, Canto maronita in aramaico

No la puso su madre, musica Sefardita

Amano morio, Aramaico siriaco

In quella sera del giovedì santo, tradizionale italiano

Françoise Atlan
Si esibisce regolarmente nelle maggiori sale da concerto di tutto il mondo (Carnegie Hall di New York, Royal Albert Hall di Londra, Théâtre de la Monnaie di Bruxelles, Library of Congress di Washington), come al Festival Internazionale del Messico e al Festival di Musiche Sacre a Fez in Marocco, e le sue numerose incisioni discografiche hanno ricevuto il plauso unanime dalla critica internazionale (Diapason d’Or, Choc du Monde de la Musique, FFFF Télérama, Académie Charles Cros ecc.). L’espressività vocale di Françoise Altan, il suo stile e la sua tecnica sono qualità di una grande rarità, e le sue radici giudaico-berbere hanno stimolato la sua passione per il patrimonio vocale del Mediterraneo, in modo particolare per le tradizioni giudaico-spagnole e quelle giudaico- arabe.
Si è diplomata in musicologia, pianoforte e musica da camera sia all’Università che al Conservatorio di Aix-en-Provence, e per il canto è stata allieva di Andréa Guiot, indimenticata interprete del ruolo di Micaela accanto alla Carmen di Maria Callas. Per i suoi studi sulle tradizioni musicali e poetiche della città di Fez ha ricevuto il Premio Villa Medici «Fuori le mura», e continua a tenere masterclasses di canto a Ginevra, Montreal, Bruxelles e Basilea.
Dal 2009 le è stata affidata la direzione artistica del «Festival des Andalousies Atlantiques» a Essaouira in Marocco.
Di recente si è esibita al Théâtre de la Ville di Parigi, al Festival Radio France di Montpellier e al Festival d’Art lyrique di Aix-en-Provence, mentre in primavera ha
partecipato alla prima esecuzione di un nuovo lavoro di Kiya Tabassian per voce e
orchestra, sotto la direzione di Kent Nagano alla guida dell’Orchestra Sinfonica di
Montreal.
Le sue ultime incisioni discografiche, entrambe insieme agli strumentisti greci dell’ensemble En Chordais, sono state dedicate al patrimonio sefardita: Romanze del
Marocco settentrionale e Kantigas dell’antico impero ottomano.

Patrizia Bovi
Nata ad Assisi e avvicinatasi precocemente allo studio della musica, si iscrive al Conservatorio Morlacchi di Perugia dove studia canto lirico, proseguendo gli studi sotto la guida di Sergio Pezzetti.
Si occupa parallelamente di musica medievale e rinascimentale, seguendo seminari sulla vocalità antica, ed è interprete di autori del Cinque/Seicento come Monteverdi e Sigismondo d’India.
Nel 1984, insieme ad Adolfo Broegg, Goffredo degli Esposti e Gabriele Russo, fonda l’Ensemble Micrologus, gruppo che lavora sulla ricerca e l’interpretazione della musica medievale, con il quale presenta il suo lavoro di interprete e ricercatrice in oltre 60 produzioni, 27 cd, concerti e spettacoli in Italia e all’estero.
Nel 1990 entra a far parte del Quartetto Giovanna Marini, e da allora partecipa a tutte le sue creazioni e tournée.
Dal 2001 al 2003 è in residenza alla Fondation Royaumont (Parigi) per la realizzazione di un progetto di ricerca, insegnamento e produzione su Adam de la Halle (in collaborazione con l’Università della Sorbona, l’Università di Saint-Denis e
l’Università Federico II di Napoli) che ha portato al primo allestimento moderno del «Jeu de Robin et Marion» di Adam de la Halle, nella versione integrale in lingua originale (regia di J.F. Dusigne).
Lo spettacolo è stato rappresentato nel 2003 in Francia, Spagna e Italia.
Nel 2004 è stata artista in residenza, insieme a Micrologus, al Festival delle Fiandre ad Anversa («Laus Polyphoniae»), dove ha progettato e diretto lo spettacolo «Festa
Fiorentina… per contar di frottole», con la regia di Maurizio Schmidt.
La produzione è stata rappresentata ai Festival di Brezice, Estivoce (Corsica) ed Arezzo («I grandi appuntamenti della musica»), nonché al Festival di Musica Antica di Bruges.
Nel 2006 è stata invitata dalla violinista Chiara Banchini a cantare ottave epiche per la sua incisione discografica di Sonate di Tartini, musiche che hanno eseguito in concerto in Francia ed in Italia.
Nel 2007 il coreografo belga/marocchino Sidi Larbi Cherkaoui l’ha invitata a curare la direzione musicale del suo nuovo spettacolo «Myth», con un repertorio interamente medievale, co-prodotto dal Toneelhuis di Anversa, dal Théâtre de la Ville di Parigi, dal Sadler’s Wells Theatre di Londra, dal Teatro di Ottawa e dalla Fondazione Musica per Roma, lo spettacolo è stato rappresentato da Micrologus in tutte le capitali europee, in Canada e negli Stati Uniti.
Tra il 2010 e il 2012 si è esibita con La Cappella della Pietà dei Turchini, diretta da
Antonio Florio, con dei progetti intorno allo Stabat Mater e a «Tenebre».
Dal 2010, con una nuova produzione dei coreografi Sidi Larbi Cherkaoui e Damien Jalet, è in tournée in tutto il mondo con «Babel», componendo ed eseguendo musiche per i progetti «4D» di Cherkaoui e «Play» di Cherkaoui e Shivalingappa.
Nel 2012 ha partecipato al programma «Isole di Beltà» dell’Ensemble La Fenice, direttore Jean Tubéry.
Nel 2011 ha fondato il «Medusa Project», dedicato all’esecuzione di repertori meno frequentati, tra cui «Lucrezia la figlia del papa Borgia» e «Justiniane or l’aer veneziano» su Leonardo Giustinian, mentre ha presentato musiche veneziane quattrocentesche al Festival «Oude Musiek» (Utrecht, 2011) e «Laus Polyphoniae» (Anversa, 2012).
Dal 2014 dirige il progetto «Carnivalesque» per i trent’anni dell’Ensemble Micrologus, la cui incisione discografica ricevette il Diapason d’or nel mese di novembre.
Ad un convegno sulla monodia organizzato dalla Schola Cantorum di Basilea ha illustrato le sue ultime ricerche sui cantori quattrocenteschi e sul canto epico narrativo tra il Trecento e il Seicento.
Sta ultimando un dottorato di ricerca sui repertori del Quattrocento italiano all’Università di Leiden.
Dopo aver messo a punto un metodo d’insegnamento relativo al canto medievale in rapporto anche alla musica di tradizione orale, sta lavorando, in collaborazione con diverse istituzioni europee tra cui la Fondation Royaumont, ad un progetto internazionale sull’insegnamento della musica medievale.
Tiene regolarmente seminari e masterclass in Italia presso il Centro Studi Europeo di Musica Medievale «Adolfo Broegg», mentre all’estero è spesso invitata come membro della giuria per prestigiosi concorsi europei.
Al suo attivo oltre 40 registrazioni con Opus111, Sony, Harmonia Mundi, Stradivarius, Zig Zag Territoires, Alpha, Micrologus.
Nel 2008 è stata insignita dell’onorificenza Chevalier des Arts et des Lettres dal Ministro della Cultura francese.

Fadia Tomb El-Hage
Libanese di nascita, è una delle rare antanti che può vantare una preparazione vocale nelle tecniche sia orientali che occidentali, che alterna nella sua carriera artistica. Negli anni dell’adolescenza è stata voce solista in diverse produzione dei Rahbani Brothers; successivamente ha compiuto gli studi presso il Conservatorio di Monaco di Baviera, ottenendo il diploma in canto lirico e specializzandosi in musica antica. Con le due sorelle ha fondato il trio vocale “TriOrient” dedicandosi alla diffusione del repertorio di canti popolari libanesi sia sacri che profani, alla tradizione mediorientale (antico folklore, mouashahat ) sia a cappella che con accompagnamento strumentale.
Il suo repertorio spazia dalla musica medievale alla contemporanea.
Si è esibita nelle più importanti sala da concerto tra cui la Filarmonica di Berlino, di Brema e di Colonia, il Lincoln Center, la Royal Opera House e l’Opera de Il Cairo; inoltre partecipa regolarmente in festival internazionali in Medioriente.
Dal 1990 è voce solista dell’Ensemble Sarband, uno dei gruppi più rinomati nel campo della musica medievale diretta dal musicologo tedesco Vladimir Ivanoff.
Con l’Ensemble Sarband ha partecipato agli spettacoli del progetto “Origin” del celebre coreografo Sidi Larbi Cherkaoui, e con il gruppo vocale corso A Filetta ha realizzato la produzione “Puz/zle”: entrambi gli spettacoli sono stati rappresentati in più di ottanta teatri in Europa, Medioriente, America del Nord e Brasile.
Dal 2000 sono stati numerosi i compositori ispirati dalla sua voce in opere in arabo, latino, siriaco, tedesco e francese.
È in preparazione un suo progetto di un CD dedicato alla musica libanese in cui riunisce più di 20 compositori.
La sua vasta produzione discografica spazia dalla musica classica alla world music.

Giuseppe Frana
Nasce a Salerno il 19/10/1986
Appassionatosi in giovane età al rock d’oltreoceano e oltremanica, diventa presto l’incubo dei migliori insegnanti di chitarra elettrica del circondario.
Ventenne viene folgorato dall’interesse per le musiche modali extraeuropee attraverso la musica di Ross Daly e intraprende lo studio dell’oud turco e di altri cordofoni a plettro durante frequenti viaggi in Grecia e in Turchia, dove frequenta alcuni tra i più rinomati maestri: Yurdal Tokcan, Omer Erdogdular, Murat Aydemir, Daud Khan Sadozai, Ross Daly stesso.
Dall’incontro con i membri dell’Ensemble Micrologus scaturisce l’interesse per la musica del medioevo europeo e per il liuto a plettro, di cui diventa presto uno dei più apprezzati solisti e insegnanti.
Dal 2013 studia liuto medievale presso la Schola Cantorum Basilensis sotto la guida di Crawford Young, inaugurando la sua prima esperienza di studio musicale accademico.
È laureato con lode in filosofia presso l’Istituto Universitario “L’Orientale” di Napoli.
Collabora stabilmente con molteplici artisti e progetti musicali nell’ambito della musica antica, orientale ed extracolta tra cui ricordiamo: Ensemble Micrologus, Ensemble Calixtinus, Ensemble Exquier, La Contraclau, Cantsiléna, Ensemble Bahar, Ross Daly, Radiodervish, Vinicio Capossela, svolgendo una florida attività concertistica nei più prestigiosi festival italiani ed internazionali.

Gabriele Miracle
Diplomato in strumenti a percussione al Conservatorio di Perugia con il massimo dei voti, si dedica da subito alla musica antica collaborando con l’Ensemble Micrologus nella realizzazione di registrazioni discografiche e spettacoli in Italia all’estero, prendendo parte a progetti con artisti quali Lina Sastri, Giovanna Marini, Daniele Sepe, Banco del Mutuo Soccorso.
Nel corso degli anni viene chiamato a curare la parte ritmica come esecutore e arrangiatore per diversi solisti e gruppi: i Turchini di Toni Florio, Concerto Romano di Alessandro Quarta, Angelo Branduardi, Private Musicke di Pierre Pitzl, Magdalena Kozena, La Pifarescha, Soqquadro Italiano, i Barocchisti di Diego Fasolis, Cecilia Bartoli, Medusa di Patrizia Bovi, I Bassifondi di Simone Vallerotonda.
Da sempre interessato anche alla composizione e all’arrangiamento, ha la possibilità di sperimentare in questi campi prendendo parte a progetti di teatro e di danza: scrive con Lilli Greco e Lucio Gregoretti le musiche per la “Vedova scaltra” con la regia di Lina Wertmüller, cura gli arrangiamenti musicali dello spettacolo “Giona” di Domenico Castaldo.
Dal 2007 collabora con il coreografo belga-marocchino Sidi Larbi Cherkaoui nella realizzazione degli spettacoli “Myth” (2007), “Babel” (2010) vincitore dell’Olivier Award come miglior coreografia dell’anno, “Play”(2010) in collaborazione con la danzatrice indiana Shantala Shivalingappa e “4D”(2013) partecipando alle tournée mondiali di ognuno di questi.
Compone in collaborazione col gruppo franco-israeliano Winter Family le musiche per le coreografie “Les Meduses” e “Yama” del coreografo belga Damien Jalet.
Nel 2012 pubblica il suo primo progetto solista “Miracle – L’argento e la magia” prodotto da Lilli Greco.
Nel 2015 compone le musiche dello spettacolo “Dionysos” di Antonella Arnese –Compagnia Dansehabile di Ginevra.

________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

4 dicembre, 2016 Posted by | Agenda Eventi, Associazione "A. Scarlatti", Associazioni Musicali, Campania, Cantanti, Concerti, Italia, Musica, Napoli, Regioni | , , , , , , | Lascia un commento

Concerti a Napoli dal 5 all’11 dicembre 2016

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Pietro Platania (1828-1907)

Pietro Platania (1828 – 1907)

Questi gli appuntamenti previsti dal 5 all’11 dicembre 2016:

Martedì 6 dicembre, alle ore 17.00, nella Sala Martucci del Conservatorio, per il ciclo “Parliamo di Musica”, organizzato dall’Associazione Alessandro Scarlatti, incontro con Patrizia Bovi dal titolo “Tre fedi in un solo Dio. Musica della tradizione cristiana, ebraica, islamica”

Ingresso libero
_________________________________________________________

Martedì 6 dicembre, alle ore 18.00 (Turno B), al Teatro di San Carlo, per la stagione lirica 2016-2017, ultima replica di “Otello”, opera in tre atti di Gioachino Rossini su libretto di Francesco Berio Salsa

Direttore: Gabriele Ferro
Regia: Amos Gitai
Regista collaboratore: Mariano Bauduin
Scene: Dante Ferretti
Costumi: Gabriella Pescucci
Light Designer: Vincenzo Raponi
Assistente alla regia: Jean Kalman
Assistente alle scene: Massimo Razzi
Assistente ai costumi: Concetta Iannelli

Personaggi ed interpreti

Otello: John Osborn
Desdemona: Nino Machaidze
Rodrigo: Dmitry Korchak
Jago: Francisco Brito
Emilia: Gaia Petrone
Elmiro: Mirco Palazzi
Il Doge: Nicola Pamio
Il gondoliere / Lucio: Enrico Iviglia

Orchestra e Coro del Teatro di San Carlo

Costo del biglietto

Intero
da 110 a 35 Euro
Palco Reale: 400 Euro

CRAL ed Enti convenzionati, Gruppi dalle 10 alle 20 persone
da 86 a 32 Euro
Palco Reale: 270 Euro

Gruppi oltre 20 persone
Da 81 a 30 Euro
Palco Reale: 255 Euro

Programmi di Membership
Da 76 a 28 Euro
Palco Reale: 240 Euro

Giovani under 30 / Anziani over 65*
Ultime due file di platea: 30 Euro
Palchi laterali: 25 Euro

*con reddito minimo come da circolare INPS n.1 del 9 gennaio 2015 e/o titolari di Social Card
_________________________________________________________

Martedì 6 dicembre, alle ore 18.00, presso il Teatro di Corte di Palazzo Reale, nell’ambito della rassegna “Le passioni di Carlo”, concerto dal titolo “Rosa d’argiento, rosa d’ammore” con Marina Bruno & La Dirindina, e la partecipazione straordinaria di Peppe Barra

Ingresso libero fino ad esaurimento posti
_________________________________________________________

Martedì 6 dicembre, alle ore 21.00, presso il Centro Culturale Domus Ars (via Santa Chiara 10c), per il Festival Barocco Sicut Sagittae, concerto dell’Ensemble Barocco di Napoli, formato da Tommaso Rossi (traversiere), Giuseppe Carotenuto (violino barocco), Rosario Di Meglio (viola barocca) e Marco Vitali (violoncello barocco)

In programma quartetti per flauto e archi di autori napoletani

Per informazioni
infoeventi@domusars.it
0813425603

_________________________________________________________

Mercoledì 7 dicembre, alle ore 20.30, nella Chiesa Evangelica Luterana (v. Carlo Poerio, 5), per i “Concerti di autunno”, recital del Coro Femminile Luterano, diretto da Carlo Forni

Ingresso libero
_________________________________________________________

Mercoledì 7 dicembre, alle ore 21.00, al Teatro di Corte di Palazzo Reale, per la stagione 2016-2017 dell’Associazione Alessandro Scarlatti, concerto dal titolo “Tre fedi un solo Dio”, con la partecipazione di Patrizia Bovi (soprano), Françoise Atlan (voce e percussioni), Fadia Tomb El-Hage (canto), Giuseppe Frana (oud e liuto), Gabriele Miracle (percussioni).

In programma musiche della tradizione cristiana, ebraica e islamica

Programma

Ayyuhal Nas: Canto Sufi modo Hijaz

Dodi Yarad:
Cantico dei Cantici
Salmo del Re David
(tradizione ebraica)

Hildegard von Bingen: Ave generosa, Inno per la Vergine Maria

Kyrie eleyson, Canto maronita in lingua araba

Virginem egregie, dal Codice Las Huelgas (XIII sec.)

Adonai be Kol Shofar, Canto liturgico in ebraico della tradizione Judaico provenzale

Sawmo, Canto siriaco ortodosso

Ex agone sanguinis: Strumentale dal Codice Las Huelgas (XIII sec.)

Ave de li superni caeli, Lauda mariana del XV sec.

Jam nubes dissolvitur dal Codex Las Huelgas (Anonimo)

Tala’a a’alaynal badru (Canto Sufi)

Cum mucha lecenzia, Canto di nozze ispano giudaico (Balcani)

Zavil saz semao, Strumentale dalla tradizione Ottomana-Turca

Ay Madre, Canto di nozze ispano giudaico (Marocco )

Stabat mater, Tradizionale di Calenzana (Corsica)

Ya Khaliqual akwani: Canto tradizionale sacro maronita

Lu giovedi sante, Canto tradizionale femminile per il Giovedì Santo di Ischitella (Puglia)

Abo Dkochto, Canto maronita in aramaico

No la puso su madre, musica Sefardita

Amano morio, Aramaico siriaco

In quella sera del giovedì santo, tradizionale italiano

Costo del biglietto
Intero: 15 Euro
Ridotto giovani (under 30): 10 Euro
Last minute: 3 Euro (under 25) in vendita un’ora prima del concerto

_________________________________________________________

Giovedì 8 dicembre, alle ore 11.30, nel Salone delle Feste del Museo di Capodimonte, nell’ambito della rassegna “Le passioni di Carlo”, concerto dell’Ensemble La Villa Barocca, formato da Anna Khazanova (mezzosoprano), Anna Kuchina (clavicembalo), Gioacchino De Padova (basse de viole), Claudio Mastrangelo (basse de viole) e Giuseppe Petrella (tiorba).

In programma musiche di Monteverdi, Kapsberger, Storace, Sances, Corelli, Duphly, Morel, Campra, Marais.

Costo del biglietto: 4 Euro
_________________________________________________________

Giovedì 8 dicembre, alle ore 11.30, presso il Centro Culturale Domus Ars (via Santa Chiara 10c), per il Festival Barocco Sicut Sagittae, incontro di presentazione del volume di Dinko Fabris “Partenope da Sirena a Regina. Il mito musicale di Napoli” (Cafagna editore) con interventi dell’antropologa Elisabetta Moro e del musicologo Paolo Pinamonti e la partecipazione degli allievi avanzati del Master di musica antica del Conservatorio di Napoli, diretto da Antonio Florio.

Per informazioni
infoeventi@domusars.it
0813425603

_________________________________________________________

Giovedì 8 dicembre, alle ore 18.00, presso il Centro Culturale Domus Ars (via Santa Chiara 10c), per il Festival Barocco Sicut Sagittae, prodotto da Il Canto di Virgilio, concerto di Pino De Vittorio & Laboratorio ‘600 dal titolo “Il Canto del Sud” con Pino De Vittorio (voce), Fabio Accurso (liuto), Flora Papadopoulos (arpa) e Franco Pavan (tiorba e direzione)

Per informazioni
infoeventi@domusars.it
0813425603

_________________________________________________________

Venerdì 9 dicembre, alle ore 20.30, presso il Museum Shop (largo Corpo di Napoli, 3), nell’ambito di Convivio Armonico di Area Arte concerto di Pina Cipriani dal titolo “Quanno nascette Ninno ed altre storie”, con la partecipazione di Egidio Mastrominico (violino), Marco Gesualdi (chitarra), Giacomo Pedicini (basso), e “I Zampognari di Luzzano”

In programma musiche di S. Alfonso Maria de’ Liguori e della tradizione natalizia

Costo del biglietto: 10 Euro
_________________________________________________________

Venerdì 9 dicembre, alle ore 20.30, nella chiesa dei SS. Marcellino e Festo (Largo San Marcellino), per l’Autunno Musicale della Nuova Orchestra Scarlatti, concerto del duo formato da Tommaso Rossi (flauto dolce e traverso) e Ciro Longobardi (pianoforte)

In programma musiche di Scelsi, Bach, Bellino, Van Eyck, Marchettini, Solbiati, Debussy, Poulenc

Costo del biglietto:
Intero:12 Euro
Ridotto soci AMI Scarlatti: 10 Euro

_________________________________________________________

Sabato 10 dicembre, alle ore 10.30, presso l’Arciconfraternita di S. Maria della Mercede e S. Alfonso de’ Liguori (via S. Sebastiano 1), la IAAM presenta MusicAscolto…..Duettando tra viola e violino

Ingresso libero
_________________________________________________________

Sabato 10 dicembre, alle ore 17.30, nel Salone delle Feste del Museo di Capodimonte, per la rassegna “Le passioni di Carlo”, concerto del clavicembalista Enrico Baiano

In programma musiche di Bach

Costo del biglietto: 4 Euro
_________________________________________________________

Sabato 10 dicembre, alle ore 19.00, presso il Santuario di S. Maria della Stella (via Stella, 25), concerto dal titolo “Stella di Natale”, con la partecipazione di Emanuela De Rosa (soprano), Adriano Alfonso Pappalardo (flauto) e Fabio Espasiano (organo)

In programma celebri carole natalizie

Ingresso libero
_________________________________________________________

Sabato 10 dicembre, alle ore 20.30 (Turno S / P), al Teatro di San Carlo, per la stagione sinfonica 2016-2017, recital del tenore John Osborn, accompagnato al pianoforte da Beatrice Benzi, con la partecipazione del soprano Lynette Tapia

Programma

Gaetano Donizetti, da “L’elisir d’amore”
“Caro elisir… Esulti pur la barbara”
“Una furtiva lagrima”
“Prendi per me sei libero”

Vincenzo Bellini, da “La Sonnambula”
“Son geloso del zefiro errante”

Gaetano Donizetti, da “Lucia di Lammermoor”
“Lucia perdona… Sulla tomba… Verranno a te…”

Giacomo Puccini, da “La Bohème”
“Che gelida manina”
“Si, mi chiamano Mimi”
“O soave fanciulla”

Charles Gounod, da “Romeo et Juliette”
“Ah! je veux vivre”
“Ah! lève-toi soleil”
“Va, je t’ai pardonné… Nuit d’hyménée”

Costo del biglietto

Tariffa VIII (Recital e Musica da Camera)
da 45 a 25 Euro
Palco Reale: 150 Euro

Tariffa XI (Giovani under 30 / Anziani over 65 *)
Ultime due file di platea: 20 Euro
Palchi laterali: 15 Euro

Tariffa XVII (CRAL ed Enti convenzionati, Gruppi dalle 10 alle 20 persone)
da 41 a 23 Euro
Palco Reale: 135 Euro

Tariffa XVIII Gruppi (oltre 20 persone)
Da 38 a 21 Euro
Palco Reale: 128 Euro

Tariffa XIX Programmi di Membership
Da 36 a 20 Euro
Palco reale: 120 Euro

*con reddito minimo come da circolare INPS n.1 del 9 gennaio 2015 e/o titolari di Social Card
_________________________________________________________

Domenica 11 dicembre, dalle ore 9.30, presso l’ Arciconfraternita di S. Maria della Mercede e S. Alfonso de’ Liguori (via S. Sebastiano 1-Napoli), la IAAM “Italian Association for Arts and Music” presenta il laboratorio per bambini dai 6 ai 10 anni dal titolo “Le stagioni nella musica e nelle altre arti: L’Inverno”

Prenotazione obbligatoria ai seguenti recapiti:
Tel.: 081/19528647
cell.: 345/4317836

Per info
info@iaam.it
www.iaam.it

_________________________________________________________

Domenica 11 dicembre, alle ore 11.00, presso il Centro Culturale Domus Ars (via Santa Chiara 10c), per la stagione dell’Associazione Musica Libera, concerto della Corale Giubileo, diretta da Filomena Scala, con la partecipazione di Mimmo Napolitano (pianoforte), Giancarlo Cascino (contrabbasso) e Luca Guida (percussioni)

In programma “A little Jazz Mass” di Bob Chilcott e canzoni natalizie

Costo del biglietto: 12 Euro
Ingresso gratuito per i soci dell’Associazione

_________________________________________________________

Domenica 11 dicembre, alle ore 11.30, al Teatro Bellini (via Conte di Ruvo, 14), per la stagione musicale 2016-2017, organizzata dall’Associazione Napolinova, concerto dell’Orchestra Giovanile Napolinova, diretta da Mariano Patti con la partecipazione di Andrea Oliva (flauto) e Augusta Giraldi (arpa)

Programma

W. A. Mozart: Concerto per flauto e arpa in do maggiore, K. 299

S. Prokofiev: Sinfonia n. 1 op. 25 in re maggiore “Sinfonia classica”

Costo del biglietto
Intero: 15 Euro
Ridotto: 8 Euro

Per info e prenotazioni: botteghino@teatrobellini.it
_________________________________________________________

Domenica 11 dicembre, alle ore 11.30, nel Salone delle Feste del Museo di Capodimonte, nell’ambito della rassegna “Le passioni di Carlo”, concerto della Nuova Orchestra Scarlatti, diretta da Gaetano Russo” dal titolo “La Musica al tempo del Re a Napoli e in Europa”.

Costo del biglietto: 4 Euro
_________________________________________________________

Domenica 11 dicembre, alle ore 18.00 (Fuori abbonamento), al Teatro di San Carlo, per la stagione sinfonica 2016-2017, concerto dell’Orchestra del Teatro di San Carlo, diretta da Juraj Valcuha

Programma

A. Webern: Passacaglia op. 1 per orchestra

G. Mahler: Sinfonia n. 5 in do diesis minore

Costo del biglietto

Tariffa VI (Concerti sinfonici Weekend)
da 65 a 30 Euro
Palco Reale: 210 Euro

Tariffa XI (Giovani under 30 / Anziani over 65 *)
Ultime due file di platea: 20 Euro
Palchi laterali: 15 Euro

Tariffa XVII (CRAL ed Enti convenzionati, Gruppi dalle 10 alle 20 persone)
da 59 a 27 Euro
Palco Reale: 189 Euro

Tariffa XVIII Gruppi (oltre 20 persone)
Da 55 a 26 Euro
Palco Reale: 179 Euro

Tariffa XIX Programmi di Membership
Da 52 a 24 Euro
Palco reale: 168 Euro

*con reddito minimo come da circolare INPS n.1 del 9 gennaio 2015 e/o titolari di Social Card
_________________________________________________________

Domenica 11 dicembre, alle ore 19.30, nella chiesa dell’ Immacolata al Vomero (piazza Immacolata), per la X edizione della rassegna “Sette secoli di musica sacra per organo a Napoli – Vespri d’organo”, organizzata dall’Associazione Trabaci, concerto del Coro Polifonico “Beata Virgo Maria”, diretto da Elena Scala, dei mezzosoprani Rosa Montano e Tina Bonetti, del violinista Egidio Mastrominico e degli organisti Cinzia Martone, Nataliya Apolenskaya e Mauro Castaldo

Programma

F. Durante: Vergin tutt’amor (coro)

M. Corrette: Sonata I per violino e organo

Tradizione gregoriana: Regina Caeli (coro)

G. Aichinger: Regina Caeli (coro)

J. S. Bach: Pastorale in fa maggiore BWV 590 (organo)

Josquin des Pres: Ave vera virginitas (coro)

Canto tradizionale: O Sanctissima (coro)

C. Franck: Panis Angelicus (mezzosoprano e organo)

F. P. Tosti: Preghiera “Ridonami la calma” (mezzosoprano e organo)

G. Becchimanzi: Ave Maria (coro)

Z. Kodály: Stabat Mater (coro)

G. Paisiello: Tantum Ergo (mezzosoprano e organo)

Tradizione francescana: Saluto alla Vergine (coro)

G. F. Haendel: Laudate dominum (coro)

Ingresso libero
________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

4 dicembre, 2016 Posted by | Agenda Eventi, Associazione "A. Scarlatti", Associazione IAAM, Associazione Trabaci, Associazioni Musicali, Campania, Chiesa Luterana, Concerti, Conservatori di Musica, Conservatorio "S.Pietro a Majella", Italia, Musica, Musica classica, Musica corale, Musica da camera, musica sinfonica, Napoli, Prima del concerto, Regioni, Sala Martucci, Sale da concerto | , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Sabato 3 e domenica 4 dicembre due appuntamenti con le attività della IAAM

logo-iaam
La IAAM “Italian Association for Arts and Music” propone, per il fine settimana, due appuntamenti, il primo si terrà sabato 3 dicembre, alle ore 10.30, presso l’Arciconfraternita di S. Maria della Mercede e S. Alfonso de’ Liguori (via S. Sebastiano 1 – Napoli), nell’ambito di “Musicascolto”… Bach eseguito alla viola e al violino, mentre il secondo avrà luogo domenica 4 dicembre, dalle 9.30 alle 11.30, sempre presso l’ Arciconfraternita di S. Maria della Mercede e S. Alfonso de’ Liguori e consisterà in un laboratorio di scrittura musicale creativa, con prenotazione obbligatoria (entro venerdì 2 dicembre, alle ore 19.00). per ragazzi dagli 11 anni in poi.

Per info
info@iaam.it
www.iaam.it

Prenotazione obbligatoria ai seguenti recapiti
Tel.: 081/19528647
cell.: 345/4317836

Programma 3 dicembre

J. S. Bach: Partita n. 3 per violino solo
Preludio, Gavotte en Rondeau: violino, Marilena Di Martino
Loure, Bourée: violino, Chiara De Sio Cesari
Giga: violino, Ludovica Ambroselli

J. S. Bach: Partita n. 2 per violino solo
Allemanda: violino, Ludovica Ambroselli

J. S. Bach: Suite n. 1 per viola
Preludio: viola, Claudia Iorio

Ingresso libero
________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

1 dicembre, 2016 Posted by | Agenda Eventi, Campania, Concerti, Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Napoli, Regioni | , , , , , , , | Lascia un commento

Concerti a Napoli dal 28 novembre al 4 dicembre 2016

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Teodoro Cottrau (1827-1879)

Teodoro Cottrau (1827-1879)

Questi gli appuntamenti previsti dal 28 novembre al 4 dicembre 2016:

Mercoledì 30 novembre, alle ore 20.30 (Turno A), con repliche giovedì 1 dicembre, alle ore 20.00 (Turno M Opera), venerdì 2 dicembre, alle ore 20.00 (Turno C / D), sabato 3 dicembre, alle ore 20.00 (Fuori Abbonamento) e domenica 4 dicembre, ore 17.00 (Turno F), al Teatro di San Carlo, per l’inaugurazione della stagione lirica 2016-2017, allestimento di “Otello”, opera in tre atti di Gioachino Rossini su libretto di Francesco Berio Salsa

Direttore: Gabriele Ferro
Regia: Amos Gitai
Regista collaboratore: Mariano Bauduin
Scene: Dante Ferretti
Costumi: Gabriella Pescucci
Light Designer: Vincenzo Raponi
Assistente alla regia: Jean Kalman
Assistente alle scene: Massimo Razzi
Assistente ai costumi: Concetta Iannelli

Personaggi ed interpreti

Otello: John Osborn (30 novembre, 2 e 4 dicembre) / Sergey Romanovsky (1 e 3 dicembre)
Desdemona: Nino Machaidze (30 novembre, 2 e 4 dicembre) / Carmen Romeu (1 e 3 dicembre)
Rodrigo: Dmitry Korchak (30 novembre, 2 e 4 dicembre) / Giorgio Misseri (1 e 3 dicembre)
Jago: Juan Francisco Gatell (30 novembre, 2, 3 e 4 dicembre) / Francisco Brito (1 dicembre)
Emilia: Gaia Petrone
Elmiro: Mirco Palazzi
Il Doge: Nicola Pamio
Il gondoliere / Lucio: Enrico Iviglia

Orchestra e Coro del Teatro di San Carlo

Costo del biglietto

Turno A (Tariffa I)

Intero
da 800 a 110 Euro
Palco Reale: 800 Euro

CRAL ed Enti convenzionati, Gruppi dalle 10 alle 20 persone
da 450 a 99 Euro
Palco Reale:720 Euro

Gruppi oltre 20 persone
Da 425 a 94 Euro
Palco Reale: 680 Euro

Programmi di Membership
Da 400 a 88 Euro
Palco Reale: 640 Euro

Weekend (Tariffa III)

Intero
da 110 a 35 Euro
Palco Reale: 400 Euro

CRAL ed Enti convenzionati, Gruppi dalle 10 alle 20 persone
da 450 a 99 Euro
Palco Reale: 360 Euro

Gruppi oltre 20 persone
Da 94 a 30 Euro
Palco Reale: 340 Euro

Programmi di Membership
Da 88 a 28 Euro
Palco Reale: 320 Euro

Giovani under 30 / Anziani over 65 *
Ultime due file di platea: 30 Euro
Palchi laterali: 25 Euro

Giorni Feriali (Tariffa IV)

Intero
da 110 a 35 Euro
Palco Reale: 400 Euro

CRAL ed Enti convenzionati, Gruppi dalle 10 alle 20 persone
da 86 a 32 Euro
Palco Reale: 270 Euro

Gruppi oltre 20 persone
Da 81 a 30 Euro
Palco Reale: 255 Euro

Programmi di Membership
Da 76 a 28 Euro
Palco Reale: 240 Euro

Giovani under 30 / Anziani over 65 *
Ultime due file di platea: 30 Euro
Palchi laterali: 25 Euro

*con reddito minimo come da circolare INPS n.1 del 9 gennaio 2015 e/o titolari di Social Card
_________________________________________________________

Mercoledì 30 novembre, alle ore 20.30, nella Chiesa Evangelica Luterana (v. Carlo Poerio, 5), per i “Concerti di autunno”, recital del duo formato da Ginevra Petrucci (flauto) e Michelangelo Carbonara (pianoforte)

Programma

D. Fontanesi: Sonata

R. Schumann: Sonata in re minore op.105

J. Radzynski: Sonatina

Richard Strauss: Sonata op.18

Ingresso libero
_________________________________________________________

Mercoledì 30 novembre, alle ore 21.00, al Teatro di Corte di Palazzo Reale, per la stagione 2016-2017 dell’Associazione Alessandro Scarlatti, concerto del Quartetto di Venezia, formato da Andrea Vio e Alberto Battiston (violini), Giancarlo Di Vacri (viola), Angelo Zanin (violoncello)

Programma

O. Respighi: Quartetto dorico

F. Vacchi: Movimento di quartetto

A. Bazzini: Quartetto n.3 in mi bemolle maggiore op. 76

Costo del biglietto
Intero: 15 Euro
Ridotto giovani (under 30): 10 Euro
Last minute: 3 Euro (under 25) in vendita un’ora prima del concerto

_________________________________________________________

Giovedì 1 dicembre, alle ore 18.00, con replica venerdì 2 dicembre, alle ore 10.30, al Conservatorio di San Pietro a Majella “Prova d’Orchestra” con il maestro Riccardo Muti

Ingresso libero fino ad esaurimento posti
_________________________________________________________

Giovedì 1 dicembre, alle ore 19.00, nella Chiesa di S. Maria della Rotonda (v. Undici Fiori del Melarancio – adiacenze fermata metro Montedonzelli), in occasione della “Giornata mondiale per la lotta contro l’AIDS”, nell’ambito della X edizione della rassegna “Sette secoli di musica sacra per organo a Napoli – Vespri d’organo”, organizzata dall’Associazione Trabaci, XIX Concerto Avas – Onlus, con la partecipazione degli organisti Roberta Schmid e Mauro Castaldo, del soprano Leona Pelešková e del contralto Daniela del Monaco

Programma

Daniela del Monaco, contralto
Roberta Schmid, organo

“Adeste fideles”: Spirituals, inni e brani natalizi da tutto il mondo (contralto e organo)

E. Gigout: Toccata in si minore (organo solo)

P. Ayres: Exite fideles (organo solo)

Leona Pelešková, soprano
Mauro Castaldo, organo

J. S. Bach
Pastorale in fa maggiore BWV 590 (per organo)
“Schafe können sicher weiden”, dalla Cantata BWV 208

A. Dvořák
Preludio in si bemolle maggiore (per organo)
Biblische lieder n. 3, n. 4 e n. 10

S. Wesley: Aria (per organo)

N. Brodszky: “I’ll walk with God”

S. Wesley: Gavotta (per organo)

R. Rodgers: “Climb ev’ry mountain”

R. Wagner: da “Tannhäuser”
Coro dei Pellegrini (per organo)
“Gebet der Elisabeth”

Ingresso libero
_________________________________________________________

Giovedì 1 dicembre, alle ore 20.00, presso il Circolo Canottieri Napoli (via Molosiglio 1), per la stagione concertistica della Fondazione Franco Michele Napolitano, concerto dal titolo “Omaggio a Napoli” con la partecipazione di Gianni Conte (voce), Mariano Rigillo e Cicci Rossini (voci recitanti) e Maria Sbeglia (pianoforte).
Presentazione del prof. Massimo Lo Iacono

Costo del biglietto: 10 Euro
_________________________________________________________

Venerdì 2 dicembre, alle ore 17.30, al Teatro Diana (via Luca Giordano, 64), concerto inaugurale della stagione dell’Ancem 2016/2017 dal titolo “Il Sorriso in Musica”, con la partecipazione dell’Orchestra da Camera “Accademia di Santa Sofia”

In programma musiche di Mozart e Rossini

Ingresso libero
_________________________________________________________

Venerdì 2 dicembre, alle ore 18.00, presso la Sala Chopin (Piazza Carità 6), in occasione dell’inaugurazione della mostra del liutaio Mario Vorraro, concerto del cantautore Carlo Faiello, accompagnato dalla paranza di Somma Vesuviana.

Ingresso libero
_________________________________________________________

Sabato 3 dicembre, alle ore 18.15, nella chiesa della SS. Resurrezione a Chiaia (via Chiaia, 152), per l’inaugurazione della III edizione di “Natale in Musica a Chiaia”, rassegna organizzata dall’Associazione Napolinova, recital del “Lambiase Viti Guitar Duo”

In programma musiche di Rossini, Granados, Albéniz, De Falla

Ingresso libero
_________________________________________________________

Sabato 3 dicembre, alle ore 20.30, nella chiesa di Santa Caterina da Siena (via S. Caterina da Siena, 38), per la stagione della Fondazione Pietà de’ Turchini, concerto dal titolo “La Napoli barocca della Natività” con la partecipazione del soprano Francesca Aspromonte, della violinista Monica Toth e dei Talenti Vulcanici diretti al clavicembalo da Stefano Demicheli

Programma

A. Ragazzi: Sonata a 4 XII op. 1 in sol maggiore “Pastorale Apparizione”

G. Maraucci: Cantata pastorale per soprano con strumenti

F. Manfredini: Concerto grosso Pastorale per il Santissimo Natale op.3 No. 12

A. Scarlatti: Cantata pastorale per la nascita di Nostro Signore “Oh di Betlemme altera poverta?” per soprano, due violini, viola e basso continuo

Alfonso Maria de’ Liguori: Quando nascette Ninno – versione per soprano e archi (arrangiamento di Alessandro Quarta)

Costo del biglietto

Intero: 10 Euro
Ridotto (under 30 /over 60, Soci Fai, Feltrinelli e ArteCard): 7 Euro

_________________________________________________________

Domenica 4 dicembre, alle ore 10.30, con repliche alle ore 11.30 e alle ore 12.30, al Museo Diocesano (Largo Donnaregina), Tableaux vivants dall’opera di Michelangelo Merisi, accompagnati dalle musiche di Mozart, Vivaldi, Bach e Sibelius

Costo del biglietto (cumulativo con la visita al Museo Diocesano)
Intero: 10 Euro
Ridotto gruppi: 8 Euro
Ridotto giovani: 6 Euro (dai 7 ai 18 anni)
Gratis fino a 6 anni

Info e prenotazioni: 081 5571365
_________________________________________________________

Domenica 4 dicembre, alle ore 19.00, nella chiesa dei SS. Marcellino e Festo (Largo San Marcellino), per l’Autunno Musicale della Nuova Orchestra Scarlatti, concerto di Naomi Rivieccio (soprano), Luana Grieco (contralto), Francesco Cuccia (tenore), Filippo Morace (basso), accompagnati al pianoforte da Maria Rosato e Giuseppe Squitieri

Programma

J. Brahms: Lieder per voci e pianoforte a quattro mani

Costo del biglietto:
Intero:12 Euro
Ridotto soci AMI Scarlatti: 10 Euro

_________________________________________________________

Domenica 4 dicembre, alle ore 21.00, presso il Centro Culturale Domus Ars (via Santa Chiara 10c), concerto inaugurale del Festival Barocco “Sicut Sagittae”, dal titolo “Cantar Lontano – Lagrime mie – Gioie e dolori nella cantata da camera tra Italia e Germania” con la partecipazione di Francesca Lombardi Mazzulli (soprano) e Marco Mencoboni (clavicembalo).

Per informazioni
infoeventi@domusars.it
0813425603

________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

27 novembre, 2016 Posted by | Agenda Eventi, Associazione "A. Scarlatti", Associazione Trabaci, Associazioni Musicali, Campania, Chiesa Luterana, Conservatori di Musica, Conservatorio "S.Pietro a Majella", Direttori d'orchestra, Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Musica Lirica, Napoli, Regioni, Riccardo Muti, Teatri, Teatro Diana, Teatro San Carlo | , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Mercoledì 30 novembre la stagione dell’Associazione Alessandro Scarlatti ospita il Quartetto di Venezia

logo-associazione-alessandro-scarlatti-2016-2017
Mercoledì 30 novembre, alle ore 21 nel Teatro di Corte di Palazzo Reale il Quartetto di Venezia propone il secondo appuntamento dedicato dalla Associazione Alessandro Scarlatti alle opere di autori italiani che si sono cimentati nella composizione di quartetti per archi.
Questa rassegna ha lo scopo di mettere in luce il problematico rapporto dei compositori italiani con il modello mitteleuropeo con cui devono confrontarsi e vuole rispondere alla domanda: il quartetto d’archi in Italia è davvero “una pianta fuori clima”, per riprendere il titolo della pubblicazione del musicologo Ennio Speranza sull’argomento?

Nel programma della serata opere di Antonio Bazzini e Ottorino Respighi, esponenti della cosiddetta “Generazione dell’Ottanta” cui va riconosciuto il merito di aver brillantemente coniugato la ricezione delle contemporanee esperienze europee con la riscoperta dell’antica civiltà strumentale italiana.
Fabio Vacchi, autore contemporaneo esponente di una esigenza di rinnovato rapporto col pubblico, si inserisce con il suo Movimento di Quartetto «dimostrando, con tenerezza ed energia, che è ancora possibile scrivere una musica capace di parlare al cuore» (Jean-Jacques Nattiez).

Rigore analitico e passione sono i caratteri distintivi del Quartetto di Venezia, ereditati da due scuole fondamentali dell’interpretazione quartettistica: quella del Quartetto Italiano sotto la guida di Piero Farulli e la Scuola Mitteleuropea del Quartetto Végh, tramite i numerosi incontri con Sándor Végh e Paul Szabo.
Con un repertorio particolarmente ampio che comprende opere di rara esecuzione, il Quartetto di Venezia è stato insignito dell’Alto Riconoscimento dell’allora Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi, in occasione dei vent’anni di attività, e ha ricevuto una targa di rappresentanza dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in occasione del trentennale dalla fondazione. “Credo che ben pochi quartetti, in Italia e non solo, siano arrivati a quest’importante traguardo – commenta il primo violino Andrea Vioanzi, non un traguardo ma una tappa… 30 anni di quartetto significano moltissimo: una scelta di vita che ci ha fatto girare un po’ tutto il mondo, conoscere tantissime personalità del mondo musicale e non. Soprattutto, è stata un’avventura che ci ha riempito la vita in modo assoluto.”

Costo del biglietto
Intero: 15 Euro
Ridotto giovani ( under 30): 10 Euro
Last minute: 3 Euro (under 25) in vendita un’ora prima del concerto.

Infoline
081 406011
www.associazionescarlatti.it
info@associazionescarlatti.it

_________________________________________________________

Mercoledì 30 novembre 2016
Teatro di Corte di Palazzo Reale – ore 21.00

Programma

Ottorino Respighi (1879 – 1936): Quartetto dorico

Fabio Vacchi (1949): Movimento di quartetto

Antonio Bazzini (1818 – 1897): Quartetto n.3 in mi bemolle maggiore op. 76

Quartetto di Venezia
Andrea Vio, violino
Alberto Battiston, violino
Giancarlo Di Vacri, viola
Angelo Zanin, violoncello

Quartetto di Venezia
quartetto-di-venezia-2Della loro vocazione ai vertici più ardui del camerismo è testimone Bruno Giuranna: “E’ un complesso che spicca con risalto nel pur vario e vasto panorama musicale europeo. La perfetta padronanza tecnica e la forza delle interpretazioni, caratterizzate dalla spinta verso un valore assoluto propria dei veri interpreti, pongono il “Quartetto di Venezia” ai vertici della categoria e fra i pochissimi degni di coprire il ruolo dei grandi Quartetti del passato”.
Sfogliando il volume delle testimonianze critiche, l’elogio più bello sembra quello formulato sul “Los Angeles Times” da Daniel Cariaga: “questo quartetto è più che affascinante, è sincero e concreto”.
Rigore analitico e passione sono i caratteri distintivi dell’ensemble veneziano, qualità ereditate da due scuole fondamentali dell’interpretazione quartettistica: quella del “Quartetto Italiano” sotto la guida del M° Piero Farulli e la Scuola Mitteleuropea del “Quartetto Vegh”, tramite i numerosi incontri avuti con Sandor Vegh e Paul Szabo.
Il “Quartetto di Venezia” ha suonato in alcuni tra i maggiori Festivals Internazionali in Italia e nel mondo tra cui la National Gallery a Washington, Palazzo delle Nazioni Unite a New York, Sala Unesco a Parigi, IUC a Roma, Serate Musicali di Milano, Kissinger Sommer, Ossiach/Villach, Klangbogen Vienna, Palau de la Musica Barcellona, Tivoli Copenhagen, Societè Philarmonique a Bruxelles.
E’ stato recentemente invitato dal CIDIM per una lunga tournée in Sud America: Argentina, Brasile e Uruguay. Ha avuto l’onore di suonare per Sua Santità Papa Giovanni Paolo II e per il Presidente della Repubblica Italiana.
Il repertorio del “Quartetto di Venezia” è estremamente ricco ed include, oltre al repertorio più noto, opere raramente eseguite come i quartetti di G. F. Malipiero (“Premio della Critica Italiana” quale migliore incisione cameristica).
La vasta produzione discografica include 19 CD per la Dynamic, Fonit Cetra, Unicef, Aura, Koch. Ultima produzione è l’uscita dell’integrale dei sei quartetti di Luigi Cherubini, registrati per la DECCA in tre cd. Numerose sono anche le registrazioni radiofoniche e televisive per la RAI & RAI International, Bayerischer Rundfunk, New York Times (WQXR), ORF1, Schweizer DRS2, Suisse Romande, Radio Clasica Espanola, MBC Sudcoreana.
Spinto dal piacere del suonare assieme, l’ensemble ha collaborato con artisti di fama mondiale tra i quali Bruno Giuranna, “Quartetto Borodin”, “Quartetto Prazak”, Piero Farulli, Paul Szabo, Oscar Ghiglia, Danilo Rossi, Dieter Flury (1° Flauto dei Wiener Philarmoniker), Pietro De Maria, Alberto Nosè.
In occasione del 25° anniversario, il “Quartetto di Venezia” ha ricevuto l’alto riconoscimento del Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano.
Dall’agosto 2010 Giancarlo Di Vacri è la nuova viola del quartetto e sostituisce, dopo più di 25 anni di attività, Luca Morassutti.
________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

26 novembre, 2016 Posted by | Agenda Eventi, Associazione "A. Scarlatti", Associazioni Musicali, Campania, Concerti, Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Napoli, Prima del concerto, Regioni | , , , , , , , , , | Lascia un commento

Giovedì 1 dicembre allo Spazio Kromìa inaugurazione di “1 .”, prima personale napoletana del duo fotografico Latododici (Chiara Arturo e Cristina Cusani)

Courtesy Kromia e l'Artista

Courtesy Kromia e l’Artista

Kromìa è lieta di presentare “1 .”, la prima personale napoletana del duo fotografico Latododici (Chiara Arturo e Cristina Cusani).

In mostra, centoventi opere di piccolo formato incorniciate in una frame/installazione: un primo possibile punto che non chiuda, ma apra prospettive, sul primo anno del progetto di ricerca delle due giovani ma consapevoli artiste, unificato e sostanziato dalla convergenza di dimensioni (formato quadrato di dodici centimetri per lato), atmosfere estetiche ed emotive (distesi cromatismi e armonioso sentire), modalità operative (scatti essenziali da cellulare) e formalizzazione finale (curati packaging di qualità artigianale in materiali naturali).
Completano la mostra, oltre ad alcuni esempi dei diversi packaging finali delle opere, un pieghevole a fisarmonica con una serie inedita del duo su Napoli e un libro rilegato a mano con la totalità delle opere realizzate finora da Latododici.

La vita, d’un balzo
(nota critica di Diana Gianquitto)

La sostenibile profondità dell’essere.

Lieve non è necessariamente superficie. Ma, etimologicamente, è agile, rapido. Capace di saltare al di là, oltrepassare – nell’antica consapevolezza della sua radice sanscrita lagh – in un sol balzo leggero il feticismo cerebrale in cui troppo tristemente l’Occidente spesso, onanisticamente, si consola dalla sua paura di sentire.

Levità, non superficialità, sono le gocce di visione di Latododici: porzioni di tempo e di mondo, angoli di percezione rubati da cellulare, da uno sguardo di tecnologia ormai così intima e quotidiana da aver dimenticato da tanto vanaglorie futuristiche, per posarsi confidenziale e tenera come bruma sul mondo, impalpabile, discreta, e lasciarlo poi un po’ più personale di come lo si era trovato.

Recuperando autenticità e immediatezza, le apparizioni ottiche di Chiara Arturo e Cristina Cusani sono sintesi, appunti o, meglio, intuizioni pregne di potenzialità. Potenzialità, più che per futuri sviluppi progettuali, per aperture percettive. Non incompiuti abbozzi, ma nuclei energetici. Intuizioni bergsoniane o aristoteliche, modo di arrivare alle cose direttamente, senza passare attraverso una pedante o diacronica analisi. Partendo induttivamente dal basso di ogni giorno e ogni respiro, dalle myricae che sbocciano ogni istante negli occhi e nel cuore.

Naturalmente, per saperle cogliere e restituire senza farle sfiorire in banalità né appesantirle in leziosità, sono richieste sensibilità e cultura visiva, nonché consapevolezza e padronanza del linguaggio e dell’uso del mezzo, per quanto semplice. Le stesse che, nonostante la giovane età, nutrono la ricerca di entrambe le artiste, ciascuna nella sua unicità, pur nel raggiungimento di un sapore legante, quell’inconfondibile atmosfera rarefatta e serena che rende le loro opere immediatamente riconoscibili in forza, come nelle loro parole, “più che di un punto di vista, di un mood comune”.

Non vi verrà svelato da chi deriva l’uno o l’altro scatto, ma sarà solo pretesto per perdersi maggiormente nel sortilegio di un’eufonia riuscita il citarvi il vissuto del paesaggio di Chiara (inteso come frutto combinato di filtro personale, memoria e realtà), la sua ricerca sulla percezione e la sua sensibilità alla facies epidermica della foto (resa quasi bidimensionale pattern informale da un appiattimento luministico), il suo intimismo zen capace di cogliere l’attimo semplice, così come l’introspezione impavida di Cristina, la sua istintiva abilità nella metafora e nell’assonanza concettuale, la sua sperimentazione non virtuosistica ma profondamente metalinguistica tra analogico e digitale, il suo monocromo a colori addolcente la policromia in transizioni graduali e in un unificante effetto abbagliato. La componente relazionale processuale e operativa, insita nella volontà di essere duo e di incontrarsi in specifici momenti laboratoriali di scelta e di dialogo comuni, è spia del resto di un’attitude relazionale e integrante decisamente più ampia, di un olismo connaturato che si manifesta non solo nella sintonia corpo-anima, universale-particolare, quotidiano-esistenziale che pervade ogni scatto di Latododici, ma anche nella cura non feticistica ma amorevolmente sinestetica che incarna ogni loro opera in un oggetto-packaging artigianale in materiali naturali da accarezzare con tatto e sguardo, e non da ultimo nella tensione di incontro col fruitore che anima l’idea di promuovere una fruizione allargata e democratica della loro arte. Che ciascuno possa avere di essa non un feticcio, ma un oggetto-souvenir, memoria di un piccolo sogno più che di un gran viaggio pindarico, ma di un sogno da poter ripetere ogni giorno, in un’altra dimensione.

Ogni giorno, come il primo. Il primo del presente. Ed ecco quindi 1 .: non mettere un punto_dove finisce l’ora, ma fare un punto_finora. Abbracciando, non rinchiudendo, la caleidoscopica molteplicità delle centoventi opere a oggi nate in una cornice/installazione che come frame/gestalt permetta l’autocoscienza, consenta di imbibirsi nel midollo dell’esperienza di ricerca appena fatta rivedendovisi come in uno specchio, rendendola a sua volta nuovo elemento, modulo, mattoncino costruttivo, microcosmo per nuovi macrocosmi.

Del resto, di lievi, impalpabili, agili e incessantemente mobili atomi, da Democrito in poi, è composto in ogni sua profondità il mondo. Così come, da Dante in poi, “al vento nelle foglie lievi / si perdea la sentenza di Sibilla”.

Info:
08119569381
3315746966
info@kromia.net
www.kromia.net

Orari di apertura (verificare via telefono):
lun/merc/ven 10.30-13.30 e 16.30-19.30
mar/giov/sab 10.30-13.30

______________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

22 novembre, 2016 Posted by | Arte, Fotografia | , , , , | Lascia un commento

Domenica 27 novembre l’Associazione “I Cavalieri della Tavola Balorda” ospita “Tre in Uno” con Riccardo, Brunello e Susanna Canessa

Locandina Tre in Uno
Domenica 27 novembre 2016, alle ore 19.30, presso l’Associazione “I Cavalieri della Tavola Balorda” (via S. Maria 202c – Quarto), spettacolo dal titolo “Tre in Uno”, con  Riccardo Canessa (voce), Brunello Canessa (chitarra e voce) e Susanna Canessa (chitarra, voce e violoncello).

A coronamento della serata la cena de I Cavalieri.
Contributo associativo: 20 Euro a persona.

Sede Associazione I Cavalieri della Tavola Balorda
via S. Maria 202c Quarto (Na)

Per info e prenotazioni
tel.: nn. 3478075002 – 3371114477.
I posti sono limitati. Affrettatevi con le prenotazioni

Tre in Uno

“Tre fratelli. Tre storie uguali e diverse. Tre artisti che declinano la musica ciascuno a suo modo.
Un cognome: sia paterno (Canessa) che materno (Carloni), che somma musica e teatro che, in qualche modo, avrebbe potuto essere un’eredità schiacciante tale da fuggirla. Invece no.
Perché a modo loro, ciascuno indipendentemente dall’altro, si è riallacciato alla passione familiare:Riccardo ha focalizzato la sua versatilità nella regia dell’opera e nella narrazione/affabulazione delle opere liriche, Brunello ha espresso il suo talento con la composizione, l’interpretazione e il grande repertorio della canzone e Susanna, con studi musicali classici e il suo violoncello, ha affrontato, in centinaia di repliche, le interpretazioni sinfoniche più tradizionali ma è anche con la chitarra, una raffinata folk-singer.
All’improvviso tutti e tre, dopo essersi “riconosciuti” artisti e interpreti, “ ciascuno nella sua strada” hanno deciso di allungare il passo. Anche di cambiarlo!
Nasce con questo spirito e con il coraggio della qualità, il prossimo 4 novembre a Villa di Donato una nuova realtà, in un’ipotesi di creatività e lungimiranza, lo spettacolo dei “Tre in Uno” e cioè Riccardo, Brunello e Susanna Canessa, pronti sul palco a sorprendere nel dare ancora una volta,- ma questa volta INSIEME-, il meglio di quanto hanno sempre fatto”
(©2016 Giuliana Gargiulo)

Evento Facebook: clicca qui
________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

22 novembre, 2016 Posted by | Agenda Eventi, Campania, Cantanti, Italia, Musica, Napoli, Regioni, Registi, Riccardo Canessa, Susanna Canessa | , , | Lascia un commento