MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Concerti a Napoli dal 18 al 24 ottobre 2021

Luigi Capotorti (1767-1842)

Questi gli appuntamenti previsti nella settimana dal 18 al 24 ottobre 2021:

Martedì 19 ottobre, alle ore 20.00 (Turno C / D), al Teatro di San Carlo, per la stagione lirica 2020-2021, ultima replica de La Bohème, opera in quattro quadri di Giacomo Puccini su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica

Direttore: Juraj Valčuha
Regia: Emma Dante
Scene: Carmine Maringola
Costumi: Vanessa Sannino
Luci: Cristian Zucaro

Personaggi ed interpreti

Mimì: Selene Zanetti
Musetta: Benedetta Torre
Rodolfo: Stephen Costello
Marcello: Andrzej Filończyk
Schaunard: Pietro Di Bianco
Colline: Alessandro Spina
Benoît / Alcindoro: Matteo Peirone
Parpignol: Daniele Lettieri
Venditore ambulante: Mario Thomas
Sergente dei doganieri: Sergio Valentino
Doganiere: Giacomo Mercaldo

Attori: Samuel Salamone, Yannick Lomboto, Davide Celona, Daniele Savarino, Roberto Galbo, Angelica Dipace

Orchestra e Coro del Teatro di San Carlo
con la partecipazione del Coro di Voci Bianche del Teatro di San Carlo

Maestro del Coro: José Luis Basso
Maestro del Coro di Voci Bianche: Stefania Rinaldi

Costo del biglietto

Intero
Palco Reale: 400 Euro
Poltronissima Oro: 150 Euro
Altri posti: da 130 a 40 Euro

CRAL ed Enti convenzionati, Gruppi dalle 10 alle 20 persone
Palco Reale: 360 Euro
Poltronissima Oro: 135 Euro
Altri posti: da 130 a 36 Euro

Gruppi oltre 20 persone
Palco Reale: 340 Euro
Poltronissima Oro: 128 Euro
Altri posti: da 111 a 34 Euro

Giovani under 30
Poltrona ultime file: 30 Euro
Palchi laterali: 25 Euro

Posto di solo ascolto: 20 Euro

Link acquisti on line (vari prezzi):
https://shop.vivaticket.com/it/sell/?cmd=prices&pcode=8508223&tcode=vt0001012

______________________________________________________________

Mercoledì 20 ottobre, alle ore 20.30, nella Chiesa Anglicana (via San Pasquale a Chiaia, 15), la XXV Edizione de “I Concerti d’autunno” della Chiesa Evangelica Luterana propone il duo formato da Antonio Graziano (sassofoni) ed Ezio Testa (fisarmonica)

In programma musiche di Iturralde, Piazzolla, Semyonov, Galliano, Graziano

Ingresso libero

E’ indispensabile essere muniti di Green pass e mascherina

______________________________________________________________

Giovedì 21 ottobre, alle ore 19.30, nella Sala Scarlatti del Conservatorio, nell’ambito della rassegna “Caruso 100”, spettacolo dal titolo “Caro Enrico… Lina Cavalieri racconta Caruso”, tratto dal volume Ridi pagliaccio! di Francesco Canessa, con la regia di Riccardo Canessa.

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti con prenotazione obbligatoria scrivendo a eventi@sanpietroamajella.cloud

Accesso consentito solo ai possessori di green pass

______________________________________________________________

Giovedì 21 ottobre, alle ore 20.30, al Teatro delle Palme (via Vetriera, 12), per la serata inaugurale della Stagione dell’ Associazione Alessandro Scarlatti, concerto dell’ Orchestra di Padova e del Veneto, diretta da Marco Angius con la partecipazione di Anna Tifu (violino)

Programma

G. Mahler: Adagietto per archi

A. Zambon: Un guardare senza confini

M. Richter: Vivaldi recomposed

Costo del biglietto
Platea: 25 Euro (28 Euro in prevendita)
Galleria: 20 Euro (22.40 Euro in prevendita)
Ridotto under 25 anni: 12 Euro

Prevendita: https://azzurroservice.vivaticket.it/index.php?nvpg[sell]&cmd=prices&pcode=8845984&tcode=vt0006526

______________________________________________________________

Venerdì 22 ottobre, alle ore 18.00, nella Sala Scarlatti del Conservatorio, la rassegna “I concerti del Conservatorio” propone “Pilato”, tratto da “Il Maestro e Margherita di Bulgakov, con la partecipazione di Gennaro Piccirillo (voce recitante) e Patrizio Marrone (pianoforte)

In programma musiche di Mozart e Marrone

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti con prenotazione obbligatoria scrivendo a eventi@sanpietroamajella.cloud

Accesso consentito solo ai possessori di green pass

______________________________________________________________

Venerdì 22 ottobre, alle ore 19.15, nella Basilica di San Francesco di Paola (piazza Plebiscito), per la rassegna “Convivio Armonico”, organizzato dalla Associazione Area Arte, concerto dell’Ensemble “Le Musiche da Camera” con strumenti d’epoca, formato da Francesco Divito (soprano), Rosa Montano (mezzosoprano), Egidio Mastrominico (violino barocco di concerto), Giuseppe Copia (chitarra barocca e arciliuto), Leonardo Massa (violoncello barocco), Debora Capitanio (clavicembalo)

In programma musiche di Monteverdi, Sances, Falconiero, Strozzi, Matteis, Dowland, Purcell, Playford, Balthazar

Costo del biglietto: 1 Euro

Prenotazioni e accesso
Nel rispetto delle normative la disponibilità dei posti è limitata ed è necessaria la prenotazione inoltrando una mail ad associazioneareaarte@libero.it
Si riceverà una mail di conferma della prenotazione che è personale non cedibile e dovrà essere esibita all’ingresso cartacea o su smartphone.
In caso di impedimento si raccomanda di disdire la prenotazione.

Concerti in sicurezza
L’ingresso e la partecipazione ai concerti seguono le normative vigenti in materia di Covid-19 in vigore (distanziamento – sanificazione e mascherine rilevamento della temperatura corporea e Green Pass).

______________________________________________________________

Venerdì 22 ottobre, alle ore 20, nella Sala Scarlatti del Conservatorio, nell’ambito della rassegna “Caruso 100”, proiezione del film “My Cousin”, girato da Caruso nel 1918 e proposto, per l’occasione, nella versione restaurata in 4K dalla Cineteca di Bologna (in collaborazione con il MoMA di New York) e con il commento musicale ideato da Daniele Furlati (pianoforte), François Laurent (chitarra) e Guido Sodo (voce e mandolino).
A seguire sarà proiettato il documentario “Enrico Caruso – The Greatest Singer in the World” di Giuliana Muscio.

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti con prenotazione obbligatoria scrivendo a eventi@sanpietroamajella.cloud

Accesso consentito solo ai possessori di green pass

______________________________________________________________

Domenica 24 ottobre, alle ore 19.15, nella chiesa dell’Immacolata al Vomero (piazza Immacolata), per la rassegna “Convivio Armonico”, organizzato dalla Associazione Area Arte, concerto dell’organista Giovanni Picciafoco

In programma musiche di Bach, Fiorentino

Costo del biglietto: 1 Euro

Prenotazioni e accesso
Nel rispetto delle normative la disponibilità dei posti è limitata ed è necessaria la prenotazione inoltrando una mail ad associazioneareaarte@libero.it
Si riceverà una mail di conferma della prenotazione che è personale non cedibile e dovrà essere esibita all’ingresso cartacea o su smartphone.
In caso di impedimento si raccomanda di disdire la prenotazione.

Concerti in sicurezza
L’ingresso e la partecipazione ai concerti seguono le normative vigenti in materia di Covid-19 in vigore (distanziamento – sanificazione e mascherine rilevamento della temperatura corporea e Green Pass).

______________________________________________________________

17 ottobre, 2021 Posted by | Agenda Eventi, Associazione "A. Scarlatti", Associazioni Musicali, Chiesa Luterana, Concerti, Conservatori di Musica, Conservatorio "S.Pietro a Majella", Francesco Canessa, Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Musica Lirica, Napoli, Regioni, Registi, Riccardo Canessa, Teatri, Teatro San Carlo | , , , , , , , | Lascia un commento

Sabato 16 ottobre la Bibliomediateca Ethos e Nomos ospita la presentazione del libro di Roberto Albin “Pulcinella contro il fantasma del Castello di Roccacavolo”

La Valle del Tempo edizioni presenterà sabato 16 ottobre 2021, alle ore 17.00, presso la Bibliomediateca Ethos e Nomos (via Bernini 50, scala b, Napoli) il libro Pulcinella contro il fantasma del Castello di Roccacavolo di Roberto Albin.
Introduce e modera Barbara Abatino.
Intervengono con l’Autore Maria Maddalena Erman, Franco Lista, Sergio Zazzera.
Seguirà spettacolo di burattini.

Pulcinella contro il Fantasma del Castello di Roccacavolo è una commediola portata nelle piazze e in teatro.
Rappresenta una sorta di traccia o canovaccio, da cui prendere spunto per poi dare ampio sfogo alla fantasia.

 

 

Roberto Albin è nato a Napoli il 14 ottobre 1969.
Attore e musicista cinematografico, televisivo, teatrale, radiofonico.
Albin ha ricoperto ruoli importanti al fianco di attori quali Alessandro Gassman, Franco Nero, Gabriele Lavia, Anna Galiena e Leo Gullotta.
È stato uno dei protagonisti più apprezzati della mini serie Anni ‘50 (nel ruolo di Eduardo Cocozza) diretta da Carlo Vanzina.
In teatro ha lavorato con Anna Mazzamauro, Nello Mascia, Luciana Turina, Stefano Masciarelli, Luigi De Filippo, nella Compagnia Attori e Tecnici di Roma.
È stato diretto dai registi Mario Martone e Gabriele Lavia.

11 ottobre, 2021 Posted by | Agenda Eventi, Attori e attrici, Campania, Italia, Libri, Napoli, Regioni | , , , , , | Lascia un commento

Anacapri, Venerdì 6 agosto, presentazione del libro di Massimo Cerrotta presso la Mediateca “Mario Cacace” a cura della Cooperativa “La Sciuscella di Anacapri”. Intervento musicale di Susanna Canessa e Monica Doglione.

Venerdì 6 agosto 2021, ore 19,00

La sciuscella
di Anacapri

presso

Mediateca “Mario Cacace”
Anacapri

Presentazione del libro di
MASSIMO CERROTTA
“Rodolfo D. Una storia persa e ritrovata”

Saranno presenti
Mon. VINCENZO DE GREGORIO
Abate della Cappella di San Gennaro
ALFREDO DE DOMINICIS
Casa editrice Editoriale Scientifica
MONICA DE VARGAS MACHUCA
Presidente Coop. La Sciuscella di Anacapri

Intervento musicale
SUSANNA CANESSA, voce e chitarra
MONICA DOGLIONE, voce

L’accesso agli ospiti avverrà nel rispetto delle norme anti-covid
Green pass obbligatorio
Ingresso libero – Prenotazione obbligatoria

4 agosto, 2021 Posted by | Agenda Eventi, Anacapri, Arte, Campania, Cultura, Cultura, Folk music, Italia, Letteratura, Libri, Monica Doglione, Musica, Napoli, Regioni, Susanna Canessa | , , , , , | Lascia un commento

Giovedì 21 maggio il format “Segmenti & Sequenze”, curato da Villa di Donato, presenta “A proposito di George Sand” di e con Adriana Carli

Con lo pseudonimo di George Sand, Amantine Aurore Lucile Dupin è stata fra le autrici più prolifiche della storia della letteratura.
Scrittrice e drammaturga, partecipò attivamente alla vita politica del suo paese, la Francia, ed è ricordata per il suo spiccato anticonformismo e passionalità: fu infatti amante dello scrittore Alfred de Musset ed ebbe una relazione con il musicista Fryedryk Chopin.
A George Sand è dedicato lo spettacolo di e con Adriana Carli, narrato attraverso parole, video, musica e fotografie nella diretta streaming sulla pagina Facebook di Villa di Donato (https://www.facebook.com/villadidonato/)giovedì 21 maggio 2020, alle ore 19, nell’ambito del nuovo format “Segmenti & Sequenze”.

Donne non comuni hanno attirato la mia attenzione di autrice e attrice – dice la Carli – Questa volta con George Sand mi sono trovata di fronte ad una donna moderna […]interessata alla politica, che si opponeva alla dipendenza dall’uomo e si batteva per una parità sociale delle donne, che viveva in modo libero, ed inoltre era una raffinata scrittrice”.
Accompagnata al piano da Rosario Ruggiero, l’attrice e regista napoletana presenta un testo che molto trae degli stesso scritti della Sand.

“Segmenti&Sequenze”, rassegna di contenuti on-line, racconta in una formula del tutto insolita fatta di interventi, clip video e fotogallery esclusive leattività di teatro, musica e incontri che in versione rigorosamente “Live” hanno animato in quattro anni gli spazi di Villa di Donato.
La rassegna si prefigge un compito importante: definire il sentiero di una narrazione dell’esperienza di spettacolo live che è cruciale, in un momento in cui i sipari sono calati e gli strumenti musicali muti.
Consapevoli che non esiste un modo di supplire allo spettacolo dal vivo, che pone al centro il contatto e l’esperienza condivisa, fisica ed emotiva, di pubblico e attore, ma anche consci che un modello di vita che vede al centro la fruizione del prodotto culturale come essenziale per l’essere umano è oggi, nel turbine di costrizioni e ansie da Emergenza Coronavirus, a repentaglio.

Villa di Donato
Press e accrediti:
Chiara Reale per Villa di Donato
0039/3805899435
chiara.reale81@gmail.com

19 Maggio, 2020 Posted by | Agenda Eventi, Campania, Italia, Letteratura, Musica, Napoli, Regioni, Teatro | , , , , , | Lascia un commento

Giovedì 12 marzo alla libreria Raffaello Books & Coffee presentazione del libro di Ciro Pinto “La casa di Posillipo”

“La casa di Posillipo” (Ed. Tralerighelibri) di Ciro Pinto è un romanzo straordinario, di quelli che non solo leggi voracemente, ma che ti coinvolgono emotivamente, allertando i sensi e regalandoti qualche volta l’illusione di aver vissuto anche tu quell’esperienza, come una sorta di déjà vu.

C’è una casa a Posillipo, costruita nel 1920 dalla famiglia Costabile, pronta ad essere messa in vendita dall’ultimo discendente, Amedeo, giunto appositamente da Londra.
Ma si può vendere il proprio passato, spezzare senza rimpianti le proprie radici? Operazione difficile, quando la memoria ripercorre quasi cento anni di Storia e di storie.
Amedeo dovrà fare questo viaggio a ritroso nel tempo prima di prendere la decisione giusta.
Ambientata a Napoli, la storia coinvolge più generazioni di una famiglia borghese, i Costabile.
Il fil rouge è una casa, amata, sofferta, assurta a simbolo del desiderio di pace, intorno alla quale, dal 1920, anno della sua costruzione, ad oggi si avvicendano numerosi personaggi, ciascuno con le proprie peculiarità, i cui vissuti s’intrecciano con la successione di momenti storici importanti e ricostruiti minuziosamente dall’autore.

La lunga storia, pur variando nei punti di vista narrativi, con un “andirivieni saltellante” nel tempo, è narrata con una penna elegante che in modo fluido avvolge e consente ai lettori di ogni età identificazioni e proiezioni.
Abbracciando un arco di tempo di cento anni, ciascuno può rivivere ricordi, sapori, odori ed episodi della propria città, e per chi non è napoletano provare il desiderio di conoscerla e scoprirne anfratti storici e artistici.

L’intreccio è intrigante e complesso con descrizioni, azioni, dialoghi che si avvalgono di una semantica ricercata, personale, originale e semplice nello stesso tempo.

Il libro sarà presentato giovedì 12 marzo, alle ore 18.00, presso la libreria Raffaello Books & Coffee a Napoli in via Kerbaker, 35.
L’autore converserà con Enza D’Esculapio e Daniela Vellani, le letture saranno a cura di Luigi Iacuzio.

Ciro Pinto
Nato a Napoli, classe 1953, è stato un manager in campo finanziario.
Dal 2011 si dedica alla narrativa.
Per i suoi romanzi ha ricevuto numerosi riconoscimenti.
In particolare ha vinto: il Premio Graffiti Camuni 2014, il Premio Nabokov 2014, il Festival Giallo Garda 2017.
Con il suo ultimo romanzo: Senza dolore, pubblicato in questi giorni con Laurana Editore, ha vinto il Premio Nebbia Gialla 2019.
Ha scritto diversi racconti e poesie che hanno vinto premi e sono pubblicati in antologie e in e-book http://www.ciropinto.com

3 marzo, 2020 Posted by | Agenda Eventi, Campania, Italia, Letteratura, Letteratura contemporanea, Libri, Napoli, Regioni | , , , , , | Lascia un commento

Mercoledì 3 luglio al Mondadori Bookstore del Vomero presentazione del libro di Ciro Pinto “La casa di Posillipo”


C’è una casa, a Posillipo, costruita nel 1920 dalla famiglia Costabile, pronta ad essere messa in vendita dall’ultimo discendente, Amedeo, giunto appositamente da Londra. Ma si può vendere il proprio passato, spezzare senza rimpianti le proprie lontane radici? Operazione difficile, quando la memoria ripercorre quasi cento anni di Storia e di storie, prima di prendere la decisione che appare la migliore.

La citazione si trova sulla quarta di copertina di “La casa di Posillipo” di Ciro Pinto, romanzo uscito recentemente con la casa editrice Tralerighelibri che sarà presentato mercoledì 3 luglio, alle ore 18.30, presso la libreria Mondadori Bookstore a Napoli in piazza Vanvitelli, 10.
Assieme all’autore interverranno la moderatrice Paola Laudadio e Daniela Vellani.
Le letture saranno a cura di Ciro Grano.

Ambientato a Napoli, la storia ruota intorno alla “casa di Posillipo” e si estende in un arco di tempo lungo, dal 1920, anno della costruzione della casa, fino ad oggi, con una ricostruzione certosina dei momenti storici importanti che attraversano in modo trasversale le diverse generazioni della famiglia Costabile.
Si tratta di una sorta di saga che consente ai lettori di diverse età di immedesimarsi e di rivivere ricordi, sapori, odori ed episodi della propria città, sollecitando altresì la curiosità in chi non è napoletano di conoscere la città con i suoi aneddoti e luoghi storici e il desiderio di venirla a conoscere.
L’intreccio è intrigante e complesso con descrizioni, azioni, dialoghi che si avvalgono di una bella penna fluida e raffinata caratterizzata da un lessico ricercato, originale e semplice.
Non mancano espressioni non virgolettate tratte dal vernacolo napoletano che ormai fanno parte del patrimonio linguistico universale.
La tecnica narrativa, inoltre, è particolare: non solo sono presenti numerosi flashback, ma anche abili cambiamenti di punti di vista, di narrazione interna ed esterna e di salti cronologici e di “mise en abîme”, ovvero racconti nel racconto, che invece di allentare l’attenzione del lettore, lo rendono più avvincente.

Ciro Pinto è nato a Napoli nel 1953.
E’ stato un manager in campo finanziario.
Oltre ai diversi viaggi in Italia dovuti alla sua professione, ha vissuto anche alcuni anni a Firenze e a Bologna.
Dal 2011, dopo aver concluso la sua attività lavorativa, si dedica alla scrittura.
Per i suoi romanzi ha ricevuto diversi riconoscimenti.
Tra i più importanti ricordiamo il primo posto al premio Nabokov 2014, la finale al Premio Carver 2016, il primo Premio al Festival Giallo Garda 2017.
Ha scritto anche diversi racconti e poesie che hanno vinto premi e sono inseriti nelle Antologie e in e-book.

http://www.ciropinto.com

29 giugno, 2019 Posted by | Agenda Eventi, Campania, Italia, Libri, Napoli, Regioni | , , , , , | 1 commento

Martedì 21 maggio al Conservatorio di Avellino, la Rassegna “Parole di Musica” si chiude con la presentazione del libro di Francesco Canessa “C’eravamo tanto odiate” (Callas e Tebaldi eterne rivali)


Martedì 21 maggio, alle ore 15.00, nella Sala Mazzotta del Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino, l’ultimo appuntamento con la Rassegna “Parole di Musica” (Novità editoriali nel mondo musicale e musicologico), Progetto del Dipartimento di Musicologia coordinato dal prof. Antonio Caroccia, propone la presentazione del libro di Francesco Canessa “C’eravamo tanto odiate” (Callas e Tebaldi eterne rivali), Edizioni La Conchiglia
Ne parlerà con l’autore: Tiziana Grande
Letture di Riccardo Canessa

Maria Callas e Renata Tebaldi: la rivalità tra le due maggiori cantanti d’opera del secondo dopoguerra non fu un fenomeno fine a se stesso, ma un sostanziale contributo a quel “miracolo nel miracolo” che portò l’Italia delle Arti e della Cultura al recupero nel mondo della sua immagine finita tra le macerie della guerra.
Erano 21 le nazioni che puntavano contro di noi l’indice accusatore dall’altra parte del tavolo della pace, ancora aperto a Parigi nel febbraio del 1947.
Ma già ad ottobre dell’anno precedente la musica aveva pacificato gli animi dei cittadini d’Inghilterra, capofila dei paesi vincitori, con il San Carlo di Napoli trasferito al gran completo a Londra – solisti, orchestra, coro, tecnici – per riaprire la Royal Opera House Covent Garden dalle mura illese, ma decimata nelle sue forze-lavoro.
Vi si tenne una intera stagione d’opera, con 9 titoli tutti italiani e 45 rappresentazioni sold out.
Poi vi arrivò anche La Scala, mentre il San Carlo a Parigi celebrava l’anniversario verdiano con al centro della Compagnia la sua primadonna: Renata Tebaldi.

18 Maggio, 2019 Posted by | Agenda Eventi, Avellino, Campania, Canto, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Francesco Canessa, Italia, Libri, Musica, Musica Lirica, Regioni, Registi, Riccardo Canessa, Scrittori | , , , , , , | Lascia un commento

Giovedì 31 gennaio cerimonia di premiazione della XXII edizione del premio letterario Emily Dickinson


Giovedì 31 gennaio 2019, alle ore 16.30, si terrà la cerimonia conclusiva della XXII Edizione del premio Letterario Internazionale Emily Dickinson, promosso dall’Associazione Culturale Emily Dickinson.
Il luogo della premiazione è presso la sala consiliare “Silvia Ruotolo” della V Municipalità Vomero – Arenella (via Morghen n. 84 – Napoli).

Il Premio si articola in sei sezioni: libri editi ed inediti di narrativa, poesie, saggi.
Riconoscimenti speciali, poi, in seno alla cerimonia conclusiva di premiazione, verranno assegnati a personalità del panorama culturale e dell’informazione dell’Italia meridionale, che si sono distinte per doti umane, per coerenza, per attaccamento alle memorie del proprio paese.

La giuria risulta costituita dalla Presidente Prof.ssa Carmela Politi Cenere, dalla Prof.ssa Luisa Gregory, dall’Avv. Carmine Monti, dall’Ing. Ruggiero Cenere e da iscritti all’Associazione.

La Presidente e Fondatrice
Prof.ssa Carmela Politi Cenere
Scrittrice e giornalista pubblicista

10 gennaio, 2019 Posted by | Agenda Eventi, Campania, Italia, Letteratura, Letteratura contemporanea, Napoli, Regioni, Scrittori | , , , , , , | Lascia un commento

Venerdì 21 dicembre 2018, giornata dedicata a Titina De Filippo

In occasione della Cerimonia di intitolazione di Via Titina De Filippo

L’Assessorato alla Cultura e al Turismo in collaborazione con l’Assessorato alla Toponomastica, la Società Napoletana di Storia Patria, il Teatro stabile di Napoli – Teatro Nazionale e C.O.R. promuove

Venerdì 21 dicembre 2018

Giornata dedicata a Titina De Filippo

ore 10.00

Via Nuovo Teatro San Ferdinando/piazza Eduardo De Filippo

Il Sindaco Luigi de Magistris, alla presenza dell’Assessore alla Cultura e al Turismo Nino Daniele e dell’Assessore alla Toponomastica Alessandra Clemente, intitolerà l’attuale via Nuovo Teatro San Ferdinando a Titina De Filippo.

Mappa Via T. De Filippo.jpeg

La cerimonia che avrà inizio con lo scoprimento della targa si terrà all’altezza del civico 37. Interverranno alla cerimonia il Presidente della IV Municipalità Giampiero Perrella e gli eredi di Titina.

Nel corso della mattinata, nel foyer del Teatro San Ferdinando, Lara Sansone leggerà alcune pagine di “Attori si Nasce” di Francesco Canessa e “la preghiera alla Vergine” recitata da Titina inFilumena Marturano”.

Agli ospiti verrà offerto il dolce dedicato a Titina dai maestri pasticcieri Marco e Vincenzo Napolitano. Un dolce al limone, aspro come il carattere di molti personaggi interpretati da Titina, decorato con un fiore di magnolia che Eduardo paragonava alle “bianche e pure mani di Titina”.

***********

ore 16.00

Maschio Angioino, Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria – Maschio Angioino

PRESENTAZIONE DEL FONDO CARLONI

(ARCHIVIO DI TITINA DE FILIPPO)

Claudio Novelli, curatore del Fondo (Storie di vita e di teatro nell’archivio di Titina De Filippo) Giuseppina Scognamiglio, docente di Letteratura Teatrale Italiana presso l’Università Federico II° (La porporina d’oro di Titina) Modera il professor Nicola de Blasi. Segue: “La musica nelle parole” le poesie di Titina musicate da Brunello Canessa (chitarra e voce) con l’autore, Ingrid Sansone (voce recitante), Marco Gesualdi (chitarra), Francesco de Laurentiis (violino).

Archivio Titina Locandina.jpg

***********

Per tutta la giornata sarà possibile vista la mostra I De Filippo – Il mestiere in scena, in corso a Castel dell’Ovo fino al 24 marzo 2019, eccezionalmente fino alle ore 21.00 usufruendo dell’offerta promozionale di due ingressi al costo di uno.

La mostra monumentale “i De Filippo, il mestiere in scena”, in anteprima mondiale a Napoli, invade per cinque mesi, dal 28 ottobre 2018 al 24 marzo 2019, le storiche sale dell’intero Castel dell’Ovo. Fortemente voluta dalla famiglia De Filippo e promossa dal Comune di Napoli (Assessorato alla Cultura e al Turismo) con al fianco le principali istituzioni di riferimento, l’esposizione è a cura di Carolina Rosi, Tommaso De Filippo e Alessandro Nicosia, Presidente di C.O.R. a cui si deve anche la produzione e si propone come un dialogo continuo tra i De Filippo ed il pubblico, nel rispetto del quale questa grande famiglia ha sempre lavorato e donato ogni giorno il suo mestiere, la sua arte. Perché come scriveva Eduardo: “Puoi fare teatro se tu sei teatro perché il teatro nasce dal teatro…l’albero è uno, e i frutti sono pochi”.

Attraverso materiale inedito, lettere, foto, video, oggetti e centinaia di costumi, locandine, manifesti, copioni manoscritti e dattiloscritti, conservati in archivi privati, in istituti e soprattutto nel fondo degli eredi Eduardo De Filippo, partendo dal capostipite Scarpetta, incontreremo Eduardo anche nei film, nelle sue poesie, nelle sue canzoni… vivremo la sua forza, il suo rigore, la considerazione per il teatro e per il pubblico che lo portarono a non fermarsi nemmeno quando la vita fu terribilmente dura con lui.

Ritroveremo Luca, la sua lezione di umiltà nel seguire gli insegnamenti di Eduardo per poi diventare attore a tutto tondo, proiettato in una dimensione europea nell’arte della recita, della pausa e della controscena, senza mai dimenticare la lezione della tradizione da cui parte e che esplora con la sua Compagnia, con incursioni nel teatro di suo padre messo in scena negli anni, fino alle regie di un altro gran

Per maggiori informazioni: www.comune.napoli.it

17 dicembre, 2018 Posted by | Agenda Eventi, Arte, Attori e attrici, Campania, Cultura, Francesco Canessa, Italia, Letteratura, Libri, Musica, Napoli, Teatro | , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Venerdì 9 novembre “Il Cimarosa in Villa” chiude con il melologo Enoch Arden di Richard Strauss su testo di Alfred Tennyson


Venerdì 9 novembre 2018, alle ore 20.30, a Villa di Donato (piazza S. Eframo Vecchio – Napoli), la rassegna “Il Cimarosa in Villa” propone Enoch Arden, op. 38, Melologo di Richard Strauss su testo di Alfred Tennyson, con Susanna Canessa (violoncello), Antonio Gomena (pianoforte) e Leona Pelešková (voce recitante)

Traduzione italiana e adattamento di Bruno Cagli
Versione per violoncello, pianoforte e voce recitante del M° Gaetano Panariello

Seguirà cena
posto unico + cena: 25 Euro

Prenotazione obbligatoria – numero di posti limitato

Per prenotazioni: prenotazioni@key-lab.net

Info e Contatti:
Villa di Donato – Piazza S. Eframo Vecchio, 80137, Napoli
info@villadidonato.it
www.villadidonato.it
https://www.facebook.com/villadidonato/?fref=ts
Instagram: Villa di Donato

Press e accrediti:
Chiara Reale per Villa di Donato
0039/3805899435
chiara.reale81@gmail.com

Il poema inglese di Tennyson, pubblicato nel 1864, venne poi tradotto da Strodtmann per volere di R. Strauss che così diede vita al suo melologo con lui stesso al pianoforte ed il suo amico Possart, attore e suo protetto, come voce recitante.
L’esordio fu un autentico successo tanto che segnò l’inizio di una serie di opere teatrali sullo stesso soggetto.
La versione “unica” per violoncello, pianoforte e voce recitante del M° G. Panariello, realizzata nel 2008, ha avuto il suo debutto, con altri artisti insieme alla Canessa, nello stesso anno per l’Associazione “Alessandro Scarlatti” di Napoli, replicata poi nel 2009 per la Rassegna “MozArt Box” presso la “Sala Cinese” della Reggia di Portici.
A riguardo il giornalista prof. Massimo Lo Iacono scrisse su “Il Roma”: L’aggiunta del violoncello è il frutto di un intervento delicatissimo di Gaetano Panariello, sapiente nell’inserire un elemento nuovo, timbrico innanzi tutto, nella perfezione della costruzione di Richard Strauss, e squisito nell’ampliare, variare appena la partitura originaria.

Oggi viene riproposta questa versione come ultimo appuntamento della Rassegna “Il Cimarosa in Villa” con il giovane talento del Conservatorio D. Cimarosa di Avellino Antonio Gomena, la voce recitante è affidata alla cantante lirica Leona Peleskova e il violoncello a Susanna Canessa, curatrice della Rassegna.

Il racconto è denso di emozioni, una sorta di “dramma del mare” quasi Ibseniano. Momenti lieti come l’amicizia di tre fanciulli, l’amore tra Enoch ed Annie e le nozze tra i due, ma anche l’amore nascosto di Philip, i tragici eventi come il terribile naufragio di Enoch su un’isola deserta ed il ritorno in patria (quasi come Ulisse) dopo lunghi anni per ritrovare la sua amata che credendolo morto aveva sposato Philip che intanto le aveva dichiarato il suo amore.
Infine il lasciarsi morire in mare senza mai rivelarsi a lei per non turbare la sua ritrovata felicità.

6 novembre, 2018 Posted by | Agenda Eventi, Campania, Concerti, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Letteratura, Musica, Musica classica, Napoli, Regioni, Susanna Canessa, Violoncellisti | , , , , , , , , , | Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: