MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Sabato 15 settembre riparte a Palazzo Zevallos Stigliano la rassegna “E’ aperto a tutti quanti” in collaborazione con il Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino


Anche quest’anno il Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino è presente al ciclo di concerti “E’ aperto a tutti quanti – Musica a pranzo a Palazzo Zevallos” in collaborazione con Intesa Sanpaolo.
La rassegna prevede 25 concerti, dal 15 settembre al 23 dicembre, tutti i mercoledì, dalle 13.30 alle 14.30, e tutti i sabati, dalle 13.00 alle 14.00.
Oltre 100 studenti del “Cimarosa” saranno protagonisti e si alterneranno nel Salone delle Gallerie d’Italia (v. Toledo, 185 – Napoli), con programmi che prevedono concerti solistici per pianoforte, chitarra, fisarmonica, e concerti in duo e trio per flauto, clarinetto, sassofono, chitarra, violino, violoncello e pianoforte, pianoforte a 4 mani.
Tre sono gli appuntamenti dedicati al canto con due concerti di repertorio operistico e uno dal titolo “Sinergie tra corde” che prevede un repertorio cameristico per canto e chitarra.
Inoltre alla rassegna parteciperanno ensemble: “Flautomania Young”, coordinato da Salvatore Lombardi, Cimarosa Percussion Ensemble diretto da Gian Luca
Saveri, Ensemble dell’orchestra del Conservatorio Cimarosa, diretto da Giuseppe Camerlingo con un concerto dal titolo “Intrecci barocchi”.
Quest’anno la programmazione propone anche il Jazz con due concerti: il primo, “Italian caleidoscope”, protagonisti gli studenti dei corsi di Jazz coordinati da Giuseppe Di Capua, con la partecipazione di Marina Bruno e Gianfranco Campagnoli, l’altro “Jazz quartet” a cura del dipartimento di Musica Jazz del “Cimarosa” coordinato da Aldo Farias.
La rassegna mette in campo anche gli studenti più giovani del Conservatorio: il concerto inaugurale del 15 settembre è dell’Orchestra giovanile del Conservatorio “Cimarosa”, coordinata da Patrizia Maggio e Simone Basso, diretta da Roberto Maggio con un programma che prevede tre giovani solisti (Alessandro De Feo, violoncello, Giuseppe Grimaldi, contrabbasso, Michele Santaniello, pianoforte); il 15 dicembre il Coro di Voci bianche dei Cimarosini affiancato dal Coro di Voci bianche del Teatro di San Carlo di Napoli e diretto da Stefania Rinaldi.
L’ultimo appuntamento è fissato per domenica 23 dicembre con un Concerto straordinario di Natale a cura della Scuola di Composizione di Giacomo Vitale del “Cimarosa” con un programma dedicato a Napoli dal titolo “Napul’è”

Annunci

9 settembre, 2018 Posted by | Agenda Eventi, Campania, Concerti, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Musica, Musica classica, Musica corale, Musica da camera, Musica Jazz, Musica Lirica, Napoli, Regioni | , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Dal 14 al 17 marzo il Conservatorio di Avellino “Domenico Cimarosa” ospita la masterclass del mezzosoprano Dora Kutschi

Layout 1
Dal 14 al 17 marzo il Conservatorio di Avellino “Domenico Cimarosa” ospiterà, per una masterclass dedicata agli studenti dell’istituto, il mezzosoprano Dora Kutschi.
Docente di canto presso il Conservatorio di Feldkirch in Austria, la cantante, originaria della Bulgaria, è stata vincitrice di diversi concorsi internazionali di canto e si è esibita nella sua carriera di interprete nei migliori teatri europei, partecipando anche a numerosi festival di musica vocale.
Gli allievi delle classi di canto del Cimarosa potranno perfezionare la loro preparazione partecipando a questo appuntamento e arricchendo, nel contempo, le loro esperienze musicali.
L’iniziativa si inserisce nel programma di mobilità dell’Erasmus, coordinato dal M° Roberto Maggio.
“I nostri studenti hanno, grazie al programma Erasmus e alle convenzioni con altre realtà formative europee ed extraeuropeedichiara il M° Maggio presentando l’appuntamentola possibilità di confrontarsi continuamente con il panorama culturale e musicale che il mondo offre loro. Il programma di mobilità degli studenti vede attualmente due tirocini di stagisti attivati nel nostro istituto, mentre altrettanti nostri studenti svolgono tirocini in Polonia e a Manchester, in Inghilterra. Grazie alle relazioni internazionali che il nostro istituto ha avuto la possibilità di curare, prossimamente saranno nostri graditi ospiti due docenti americani per un concerto al Cimarosa”.

Per informazioni sulle prenotazioni alla masterclass, gratuita, si consiglia di contattare l’Ufficio Relazioni Internazionali del Conservatorio.


Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino
Eleonora Davide
Relazioni interne e rapporti con la stampa
Tel. 333-717.94.79 –
relazioni.interne@conservatoriocimarosa.org

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

10 marzo, 2016 Posted by | Agenda Eventi, Avellino, Campania, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Musica, Musica classica, Musica Lirica, Regioni | , | Lascia un commento

Venerdì 9 ottobre il maestro Roberto De Simone al Conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino

Roberto De Simone
Venerdì 9 ottobre, alle ore 17, per la rassegna letteraria “Parole di Musica, novità editoriali nel mondo musicale e musicologico”, progetto del corso di Discipline storiche critiche e analitiche della musica, col coordinamento scientifico del professor Antonio Caroccia, il regista teatrale, compositore e musicologo Roberto De Simone sarà ospite d’onore del Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino con il suo ultimo lavoro “Cinque voci per Gesualdo – Travestimento in musica e teatro di un mito d’amore, morte e magia” edito nel 2013 da Einaudi, omaggio al grande musicista Carlo Gesualdo, principe dei musici, che nel tardo Rinascimento innovò le strutture della composizione musicale aprendo strade che solo la musica moderna avrebbe poi battuto.
Il lavoro del Maestro De Simone si sofferma sulla eclettica figura del principe di Venosa, dedicando al principe-musico, conosciuto per i suoi madrigali e per l’assassinio della moglie Maria D’Avalos e del suo amante Fabrizio Carafa, avvenuto nell’ottobre del 1590, una riflessione profonda.
Un periodo storico particolare, sotto l’aspetto sia musicale che politico, quello in cui si svolgono gli eventi narrati da De Simone, che il Maestro riesce a presentare in modo suggestivo ed efficace in tutta la sua ricchezza e il suo orrore.

«E’ con vero piacere che diamo il benvenuto ad un Maestro della Musica e del Teatro come Roberto De Simone che con il suo ultimo volume renderà omaggio in modo originale ed avvincente alla figura del principe Carlo Gesualdo – sottolinea il presidente del “Cimarosa” Luca CiprianoProseguiamo con questa fortunata formula che coniuga la didattica e l’approfondimento con incontri di grande richiamo in grado di arricchire ulteriormente il percorso formativo per gli alunni del Conservatorio irpino».

«Sono estremamente lieto di accogliere il Maestro De Simone di cui ammiro il genio e la grande esperienza per questa serata letteraria che certamente non mancherà di lasciare un segno nella formazione degli allievi del Cimarosa» afferma il direttore del Conservatorio “Cimarosa” Carmine Santaniello

Ad accogliere il Maestro De Simone, ci saranno il presidente del Conservatorio “Cimarosa” Luca Cipriano, il direttore Carmine Santaniello e la professoressa Francesca Galluccio.
L’intervento musicale che accompagnerà l’incontro sarà, invece, curato da Roberto Maggio e Rosario Totaro.
In programma musiche di Pomponio Nenna, Fabrizio Dentice e, ovviamente, Carlo Gesualdo eseguite da Rosario Totaro e Alessandro Caro (Tenori), Giuseppina Perna (Soprano), Daniela Salvo (Mezzosoprano), Antonella Trombetta (Contralto) ed Emanuele Di Vito (Basso).
Alla presentazione parteciperanno anche gli allievi del corso di secondo livello di Discipline storiche, critiche ed analitiche della musica, Domenico Prebenna, Paola Genovese, Eleonora Davide, Luca Sellitto e Pietro Sgueglia che, insieme alla professoressa Galluccio, hanno approfondito l’argomento del libro di De Simone.

Conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino
Eleonora Davide
Relazioni interne e rapporti con la stampa

______________________________________________________

Roberto De Simone
Roberto De Simone, allievo modello del Conservatorio San Pietro a Maiella di Napoli, affianca all’attività concertistica e a quella di compositore e musicologo lo studio dell’espressività popolare, dedicandosi poi completamente a questo argomento.
Con la Nuova Compagnia di Canto Popolare, di cui determina la nascita divenendone poi animatore, fonda le basi per un nuovo modo di fare teatro.
Riproponendo il patrimonio culturale teatrale e musicale della tradizione campana, le dà unità strutturale, costruendo basi di scrittura ed elaborazione metrica, frutto di una intensa ricerca.
Del 1974 è la rilettura de La Cantata dei Pastori di Andrea Petrucci e del 1976 La gatta Cenerentola, che determina il grande successo di De Simone.
A questa seguono molte altre opere teatrali di successo, ma De Simone interviene anche come regista di opere liriche rappresentate nei maggiori teatri mondiali.
Tra queste opere di Mozart, Verdi, Rossini, Pergolesi.
Molte le sue pubblicazioni sull’argomento.
Negli anni ’70 insegna all’Accademia delle Belle Arti di Napoli e tra il 1981 e il 1987 è direttore artistico del Teatro San Carlo di Napoli poi dirige il Conservatorio San Pietro a Majella.
Numerosi sono i riconoscimenti tributati al maestro da prestigiosi istituti nazionali ed esteri.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

8 ottobre, 2015 Posted by | Agenda Eventi, Avellino, Campania, Concerti, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Libri, Musica, Musica classica, Musica da camera, Regioni | , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Sabato 8 agosto al Castello di Bisaccia serata finale della quarta edizione del Concorso di Composizione Gramatio Metallo

Castello di Bisaccia
Sabato 8 agosto, alle ore 20, presso il Castello di Bisaccia (AV), avrà luogo la serata finale della quarta edizione del Concorso di Composizione Gramatio Metallo.
Organizzato dall’omonimo centro studi in collaborazione con il Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino, il premio è stato istituito nel 2010 e intitolato alla figura del musicista e sacerdote bisaccese vissuto nel XVI secolo, noto per le sue composizioni polifoniche e per le Villanelle alla napoletana.

I finalisti selezionati per il premio finale sono: Alessio Manega (Veneto), Marcello Rivelli (Molise), Giuseppe Codella (Campania).

La serata prevede l’esecuzione delle partiture a cura dell’Ensemble Cimarosa del Conservatorio composta da Pierfrancesco Borrelli al pianoforte, Patrizia Maggio al violino, Rosanna Cimmino alla viola, Vincenzo Di Somma al violoncello, Roberto Maggio al flauto, Raffaele Covino al clarinetto.

Al termine del concerto la commissione deciderà l’ordine dei vincitori con l’assegnazione dei premi in denaro previsti.
La commissione è composta da Ivo Nilsson, compositore svedese, Fausto Sebastiani compositore romano e docente al Conservatorio di Frosinone, Gianvincenzo Cresta, compositore irpino e docente al Cimarosa di Avellino e un rappresentante del Centro Studi Gramatio Metallo.

“Questo concorso – ha dichiarato Crestaè un’azione concreta a favore dei giovani che credono nella musica, una maniera per sostenere il loro desiderio di creatività. Ciò che possiamo fare è trasmettere agli studenti tutto ciò che sappiamo e affiancarli nella scoperta di una identità compositiva. La scrittura non è mai un atto soltanto tecnico, ma è un cammino durante il quale la riflessione deve accompagnarsi alla sincerità, senza scorciatoie e con fatica”.

Queste le parole del presidente del Centro studi Gramatio Metallo, dott. Nino Macina: “Ringrazio gli amici del Centro studi che si sono prodigati con impegno e passione per la riuscita di questa quarta edizione del concorso. Quest’anno abbiamo lavorato molto per la crescita del territorio attraverso l’organizzazione di sette eventi musicali, questo concorso vuole essere il coronamento di un percorso. A tal proposito intendo ringraziare l’amministrazione comunale di Bisaccia e il Conservatorio Cimarosa di Avellino, in particolare il direttore Carmine Santaniello, per il sostegno che ci ha fornito”.

Altrettanto soddisfatto per la collaborazione che il Conservatorio ha instaurato con il Centro Studi il direttore Carmine Santaniello: “La vita del musicista è irta di imprevisti e difficoltà e l’esperienza si costruisce sulle opportunità che vengono offerte ai giovani. Questa occasione costituisce perciò un banco di prova importante per mettere in luce le competenze acquisite e sono sicuro che rimarrà una tappa importante della loro carriera”.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

6 agosto, 2015 Posted by | Agenda Eventi, Avellino, Campania, Compositori, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Musica, Musica classica, Regioni | , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il Conservatorio di Avellino ospite all’Università di Winchester

Cimarosa a Winchester
Il Conservatorio Cimarosa è stato ospite all’Università britannica di Winchester per la settimana di studi sulla pedagogia corale e strumentale, che aveva come oggetto gli autori italiani e inglesi del Rinascimento.
Roberto Maggio, responsabile delle relazioni internazionali dell’Istituto, ha commentato con toni decisamente positivi l’esperienza che ha permesso ad alcuni allievi del Cimarosa di prendere parte a una lezione-concerto con la docente Amanda Smallbone.
La lezione, incentrata sui rapporti tra le composizioni degli autori in esame e sul rapporto tra Chiesa anglicana e musicisti, è stata di grande interesse per i partecipanti che hanno cantato poi i vespri nella cattedrale di Winchester, tempio della musica corale inglese, vincendo il primo scetticismo dei religiosi verso il coro italiano.
“Anche se la musica sacra italiana è molto apprezzata nel Regno Unito, in quella cattedrale mai nessun coro e nessun direttore italiano avevano avuto accesso, ma gli apprezzamenti sull’esecuzione hanno mostrato il loro compiacimento e ciò ci ha reso molto felici”.
Ad accompagnare il Maestro Maggio, gli allievi Giuseppina Perna, Maria Scala (soprani); Antonia Trombetta (contralto); Domenico Prebenna (tenore) ed Emanuele Di Vito (basso).
Due i repertori proposti: uno madrigalistico e uno corale di autori italiani ed inglesi.
Per Domenico Prebenna “E’ stata un’esperienza emozionante: cantare in cattedrale con i loro rituali in un’atmosfera di solennità che traspariva da ogni gesto, dopo la processione che ci ha portati in cantoria, ci ha dato modo di confrontarci davvero con lo spirito di quella nazione più di quanto sia possibile osservando il loro quotidiano. E abbiamo avuto modo anche di confrontare i nostri con i loro metodi di insegnamento, portando anche nella pratica la nostra personale esperienza di studio. Poi abbiamo avuto tanti complimenti e questo ci dà forza per continuare i nostri studi cercando di rendere sempre di più”.
Oltre alla lezione-concerto, il pianista Costantino Catena, docente del Cimarosa, di cui è recentemente uscito il CD “Richard Strauss and The Piano” (edizioni Camerata Tokyo), ha tenuto un concerto nella cappella quattrocentesca del Campus Universitario su musiche di Richard Strauss, di cui quest’anno ricorre l’anniversario dalla nascita, e una Masterclass pianistica.

Comunicato a cura dell’Ufficio Stampa del Conservatorio di Avellino
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

27 novembre, 2014 Posted by | Avellino, Campania, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Musica, Musica classica, Regioni | , , , , , , , | 1 commento

Martedì 21 ottobre il Conservatorio di Avellino chiude le celebrazioni in onore di Giovanni Sgambati

Giovanni Sgambati
Martedì 21 ottobre, dalle ore 14.00, presso il Conservatorio Cimarosa di Avellino, ultimo appuntamento della rassegna Giovanni Sgambati “Fulcro di un corollario di musicisti italiani illustri”.
Il progetto, ideato e curato dal M° Maria Pia Cellerino, si è articolato con una serie di appuntamenti (tre nel maggio scorso e due nel mese di ottobre) ed è stato realizzato grazie alla sinergia di tutte le forze del Conservatorio di Avellino, Ha inteso rendere omaggio all’Italia prendendo spunto dalle celebrazioni rivolte a Giovanni Sgambati (1841-1914) in occasione della ricorrenza della sua dipartita, avvenuta nel 1914.
Tra le diverse manifestazioni nazionali in ricordo di questo grande pianista e compositore, allievo prediletto di Franz Liszt, caposcuola del pianismo della sua città e fondatore del Liceo Romano di Santa Cecilia, questo percorso ha voluto proporre, oltre ai brani pianistici del musicista, anche opere di altri grandi autori italiani.
Il corollario di compositori nazionali ha ricordato una buona parte di musicisti le cui scelte hanno determinato svolte importanti in ambito compositivo e ha proposto lavori che sono diventati un classico nell’ambito della Letteratura Musicale.

L’entusiasmo dei giovani esecutori che animeranno i Concerti di ogni appuntamento sottolinea, ancora una volta, quanto la Musica funga da collante disinteressato tra i giovani studenti della nostra Istituzione.

La giornata del 21 ottobre inizierà alle ore 14.00, nell’ Aula 41 con la relazione della professoressa Francesca Menchelli – Buttini su “Forme e drammaturgia nel Matrimonio segreto di Domenico Cimarosa” – Sonate IX-XIII-XIV (rev. Vincenzo Vitale), al pianoforte Loris Ortolano.
A seguire, in Auditorium, ore 16.00, il Concerto degli allievi proporrà brani di B. Mazzotta, G. Sgambati, A. Casella, A. Gilardino, G. Martucci, A. Longo.
Collaborano le classi di: Canto, con il M° Enrico Turco; di Pianoforte con i maestri Stefania Bertucci, Maria Pia Cellerino, Enrico Massa, Cinzia Matarazzo; di Flauto, con il M° Roberto Maggio e di Chitarra con il M° Lucio Matarazzo.

Comunicato a cura dell’Ufficio Stampa del Conservatorio di Avellino

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

18 ottobre, 2014 Posted by | Agenda Eventi, Avellino, Campania, Concerti, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Regioni | , , , , , , , , , | Lascia un commento

Sabato 22 e domenica 23 marzo il Conservatorio di Avellino incontra l’Università di Arti e Musica di Aichi (Giappone)

Logo Conservatorio Avellino
Un’altra occasione avvicina il Conservatorio di Avellino a realtà lontane.
L’appuntamento con il Giappone ci viene proposto sabato 22 marzo, alle ore 19, presso la Chiesa del Carmine ad Avellino, e domenica 23 marzo, alle ore 19.30, presso la Chiesa di Sant’Anna al Porto, a Salerno, con due serate dedicata a una delle figure più significative del Cinquecento letterario italiano: Torquato Tasso.
A proporne la lettura in chiave musicale sarà il professor Ruki Mizuno, nostro ospite con alcuni suoi allievi per portare una testimonianza del lavoro che da anni svolge insegnando lingua e letteratura italiana all’Università di Arti e Musica di Aichi, Giappone.
“Mizuno è uno dei più importanti dantisti a livello mondiale e fu proprio con Dante che iniziò la collaborazione tra il Cimarosa e l’Ateneo Giapponese alcuni anni fa – ci ha spiegato il maestro Roberto Maggio, responsabile dei rapporti internazionali dell’Istituto avellinese, che ha curato l’organizzazione dell’evento – collaborazione che intendiamo portare avanti nel segno dell’apertura e della pubblicità del nostro istituto a livello internazionale, così come sta avvenendo in altre direzioni, con gli Stati Uniti, la Tunisia e ad Oriente con la Cina. L’opportunità offerta agli studenti che partecipano a queste iniziative offre loro, oltre a un’esperienza musicale, anche la possibilità di conoscere il territorio, il paesaggio, gli usi, il cibo”.
Il professor Mizuno sarà accompagnato, nella presentazione del tema delle serate, dal titolo Torquato Tasso: La musicalità del Verso, dal professor Paologiovanni Maione, docente di Storia della Musica del Cimarosa.
Il programma musicale insisterà sulla particolare forma narrativa delle opere, dove alla voce narrante fuori campo – del mezzosoprano Daniela Salvo – ne “Il combattimento di Tancredi e Clorinda” musicato da Claudio Monteverdi, si alternano gli interventi dei protagonisti – il soprano Giuseppina Perna che interpreterà Clorinda e il tenore giapponese Keiichiro Nagao nella parte di Tancredi.
Poi proseguirà con “La foresta incantata” di Francesco Geminiani, in cui la parola sarà data alla musica eseguita dall’Ensemble Strumentale del Conservatorio Cimarosa, costituita da: Roberto Maggio (flauto), Piero Calzolari, Patrizia Maggio (violini), Simone Basso (viola), Danilo Squitieri (violoncello), Giuseppe Diego Nocito (contrabbasso) e Pierfrancesco Borrelli (clavicembalo).
Andando avanti, ascolteremo un madrigale di Carlo Gesualdo – “Moro, lasso al mio duol”, eseguito dall’Ensemble Vocale del Conservatorio di Musica di Avellino, formata da: Maria Scala e Giuseppina Perna (soprani), Daniela Salvo (mezzosoprano), Keiichiro Nagao (tenore) ed Emanuele Di Vito (basso).
In conclusione “Ecco mormorar l’onde” di Claudio Monteverdi sarà cantato dal Coro Laeti Cantores, diretto da Roberto Maggio con la partecipazione degli allievi dell’Università giapponese: Nanami Sato, Miharu Kawakoshi e Misaki Ozawa (soprani), Yui Tanaka (mezzosoprano) e il già citato Keiichiro Nagao.
Molto apprezzata la collaborazione del Comune di Avellino, che ospiterà l’incontro-concerto nella Chiesa del Carmine e della Pro Loco di Avellino, presieduta da Romeo D’Adamo, che provvederà all’ospitalità, così come dell’Associazione Laeti Cantores di Salerno, dell’Auser Orientale di Salerno e del Ristorante Blob di Avellino.
Durante la serata sarà presentata anche la Masterclass di clarinetto sugli autori contemporanei, che sarà tenuta da Romualdo Barone, musicista diplomato ad Avellino che ora vive in Giappone e collabora con il professor Mizuno.
Nella Masterclass il maestro sarà accompagnato dalla pianista Maria Scala.

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

20 marzo, 2014 Posted by | Agenda Eventi, Avellino, Campania, Concerti, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Letteratura, Musica, Musica classica, Musica da camera | , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il Conservatorio di Avellino porta due allieve negli States

Carpenito-Salvo
Dopo la presentazione dell’accordo siglato tra il Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino e la Scuola di Musica della Missouri University (USA) è giunto il momento di rendere operativo l’accordo.
Il 14 febbraio due allieve del Cimarosa andranno negli Stati Uniti accompagnate da alcuni docenti.
Ricordiamo che l’accordo tra le due istituzioni prevede: la collaborazione artistica; la promozione dello scambio professionale tra studiosi e studenti; il sostegno reciproco nella ricerca; l’insegnamento e lo studio con scambio di studenti e docenti, senza l’obbligo della certificazione linguistica.
Ad inaugurare il programma di scambi internazionali saranno i mezzosoprani Antonella Carpenito, allieva del M° Enrico Turco, e Daniela Salvo, allieva del M° Susanna Anselmi, che hanno svolto un lodevole percorso di studi presso il Cimarosa.
Le due cantanti saranno accompagnate dai maestri Roberto Maggio (responsabile dei rapporti internazionali del Conservatorio), Enrico Baiano e Patrizia Maggio.
Gli appuntamenti previsti per la loro permanenza presso l’Università americana comprendono un concerto intitolato “Baroque Italiano” che si terrà il 21 febbraio presso la First Baptist Church of Columbia; un concerto dedicato alle musiche di Purcell e Draghi, che si terrà il 22 febbraio e in cui le due soliste eseguiranno arie dalle opere dei compositori, e una Masterclass in canto tenuta da un docente dell’Università.
Per Roberto Maggio (flauto), Enrico Baiano (clavicembalo) e Patrizia Maggio (violino) l’impegno, oltre che concertistico, sarà didattico; terranno, infatti, ognuno una Masterclass inerente il proprio strumento e rivolta agli studenti della Missouri University.
“È necessario – ci tiene a sottolineare Roberto Maggio – considerare l’importanza dell’opportunità offerta alle nostre studentesse. Perché prima di tutto la vita nel campus universitario amplia la quotidiana esperienza di scambio che i nostri allievi già vivono al Cimarosa, grazie anche alle numerose iniziative che vengono proposte anche dagli stessi studenti. D’altra parte è importante anche per il valore di un’esperienza internazionale, legata a un istituzione universitaria di eccellenza mondiale. In considerazione della realtà americana, dove vengono promosse le qualità artistiche indipendentemente dal curriculum di studi, assume maggiore valore un viaggio come questo, soprattutto perché le due cantanti ancora seguono un percorso di studi”.
Già ci sono richieste da parte di altri allievi del Cimarosa – riferisce Maggio – per partecipare al prossimo viaggio, per il quale sono previste permanenze più lunghe.
I titoli acquisiti all’estero dagli allievi possono essere tranquillamente spesi in termini di competenze acquisite, ma in sé queste occasioni costituiscono anche delle aperture verso nuovi orizzonti professionali.

Uffcio Stampa
3935837525

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

6 febbraio, 2014 Posted by | Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Musica classica, Musica da camera | , , , , , , , | Lascia un commento

Il Conservatorio Cimarosa di Avellino a sostegno della cultura italiana nel mondo

Logo Conservatorio AvellinoSaranno a Vienna il 27 settembre prossimo i docenti del Conservatorio di Avellino per dare un sostegno concreto alle attività dell’Istituto Italiano di Cultura, con una serata dal titolo Vienna e Napoli: contaminazioni musicali tra ‘700 e ‘800.
Il concerto, che verrà eseguito dai maestri Roberto Maggio (flauto), Stefano Magliaro (chitarra) e Rosario Totaro (tenore) si articolerà intorno al rapporto culturale che nei secoli è perdurato tra le due città e in programma ci sono opere di illustri compositori, ma anche composizioni contemporanee di docenti e allievi del Conservatorio di Avellino: quindi il trio presenterà brani di Mauro Giuliani, Domenico Cimarosa, Giacomo G. Ferrari, Claudio Perugini, Barbara Magnoni e Maria Scala.
Il professor Paologiovanni Maione relazionerà sui rapporti musicali che, durante la dominazione austroungarica prima e borbonica dopo, il regno di Napoli ebbe con Vienna.
“Gli intensi rapporti epistolari tra Maria Teresa di Borbone, trasferitasi a Vienna dopo il matrimonio con l’Arciduca Francesco d’Austria, e la corte di Napoli – ci spiega il professor Maionegiocarono un ruolo importante nella comunicazione delle novità musicali e alcune pagine del “Flauto magico” di Mozart furono addirittura eseguite in contemporanea a Napoli e a Vienna nel 1791, annullando lo spazio e i tempi di attesa propri della trasmissione in altri campi”.

Il sostegno dimostrato dal Conservatorio nei confronti di un’istituzione culturale quale l’Istituto Italiano di Cultura testimonia una precisa volontà di continuare il rapporto che nel tempo, come sarà messo in luce durante l’incontro, è stato sempre vivace, improntato allo scambio di esperienze musicali di alto livello, ieri come oggi.
L’Istituto Italiano di Cultura ha sedi nelle principali città dei cinque continenti.
Luogo d’incontro ideale e di dialogo per gli intellettuali, artisti e altri rappresentanti del mondo della cultura, l’Istituto non è solo una vetrina per l’Italia, ma promotore di iniziative di cooperazione, in particolare volte alla promozione interculturale sulla base dei principi di democrazia, di dialogo e di solidarietà internazionale.

Per info
Ufficio Stampa
3935837525

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

15 settembre, 2013 Posted by | Agenda Eventi, Austria, Avellino, Campania, Concerti, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Regioni | , , , , , , , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: