MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Martedi 30 maggio al Conservatorio di Avellino la III edizione di “Corollario Italiano” ospita il maestro Dario Candela


Martedì 30 maggio, a partire dalle ore 20.00, presso l’Auditorium “Vincenzo Vitale” del Conservatorio di Avellino, nell’ambito della III edizione del progetto “Corollario Italiano”, a cura della professoressa Maria Pia Cellerino, serata dal titolo “Due epoche, un unico strumento”.
In programma la presentazione della registrazione integrale delle 88 sonate di Domenico Cimarosa (divise in due cd della Dynamic), alla quale parteciperanno il pianista Dario Candela, che ha inciso l’integrale, la professoressa Cellerino ed il maestro Enrico Baiano, seguita da un concerto di Dario Candela rivolto ad alcune delle Sonate cimarosiane e alle quattro ballate di Chopin.

L’ingresso è libero
________________________________________________________

28 Mag, 2017 Posted by | Agenda Eventi, Avellino, Campania, Concerti, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Regioni | , , , , , , | Lascia un commento

Mercoledì 4 maggio al Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino prosegue il ciclo di incontri “Corollario Italiano”

Locandina Corollario Italiano
Presso il Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino, per il ciclo di incontri Corollario Italiano, mercoledì 4 maggio la professoressa Gabriella Della Sala, nell’Aula 41, alle ore 11.00 terrà una conferenza dal titolo “Patetismo e drammaticità nelle Sonate di Muzio Clementi”.
Nel corso dell’intervento saranno eseguiti i seguenti brani di Muzio Clementi: op. 34 n. 2 in sol minore, 1° tempo: Largo- Allegro con fuoco e op. 50 n. 3 in sol minore, 1° tempo: Largo patetico e sostenuto- Allegro ma con espressione.
Al pianoforte, Gerardo Ceparano.
La rassegna, organizzata dal M° Maria Pia Cellerino coinvolge il corso di Discipline storiche critiche e analitiche della musica e le classi di canto e di strumenti in un corale omaggio ai compositori italiani.

Alle ore 15.30 avrà invece luogo il concerto degli allievi con il seguente programma:

Giovanni Battista Pergolesi: da La serva padrona “Stizzoso mio stizzoso”
Soprano: Fiorenza Barsanti
Pianoforte: Riccardo Fortino

Rino Faggella: Le prigioni dell’anima
Chitarra: Roberto De Marinis

Giuseppe Verdi: da La Traviata: “Addio al passato”
Soprano: Sonia Baussano
Pianoforte: Carlo Martiniello

Muzio Clementi: dal Gradus ad Parnassum: Studio n. 32
Pianoforte: Mario Carbone

Giacomo Puccini: dalle Arie da camera: “A te”
Tenore: Francesco Doto
Pianoforte: Carlo Martiniello

Giacomo Puccini – da La Bohème: “Quando men vo”
Soprano: Sonia Baussano
Piaoforte: Carlo Martiniello

Giulio Regondi: Studio
Mario Castelnuovo-Tedesco: Francisco Goya y Lucientes, pintor
Chitarra: Roberto De Marinis

Francesco Paolo Tosti: Marechiaro su testo di Salvatore Di Giacomo
Tenore: Wang Luchen
Pianoforte: Antonio Grasso

Francesco Paolo Tosti: “L’alba separa dalla luce l’ombra”
Tenore: Zhang Dakai
Pianoforte: Antonio Coiana

Ferdinando Carulli : Duos Nocturnes per chitarra e pianoforte su un Tema di Rossini op. 189
Chitarra: Fabio Varchetta
Pianoforte: Riccardo Fortino

Alfredo Casella: Toccata op. 6
Pianoforte: Sara Salzano

Adone Zecchi: Recitativo ed Aria
Saxofono: Angela Del Prete
Pianoforte: Remo Mazzeo (M° Maria Teresa Russo)

Nino Rota: 5 Pezzi facili per flauto e pianoforte
Flauto: Sara Brandi
Pianoforte: Antonella Censullo (3)

Franco Mannino: Terza Sonata per pianoforte op. 115 (1975)
Allegro – Adagio – Allegro
Pianoforte: Alessia Manco (3)

In collaborazione con le Classi di
Pianoforte: M° Adriana Aprea (1), M° Maria Pia Cellerino (2), M° Cinzia Matarazzo (3) Demetrio Trotta (4)
Canto: M° Paola Francesca Natale (5) , Pasquale Tizzani (6)
Chitarra: M° Lucio Matarazzo.
Flauto: M° Roberto Maggio
Musica da camera: M° Pierfrancesco Borrelli (7)
Saxofono: Giovanna Pazienza
Pratica del repertorio vocale e collaborazione al pianoforte: M° Ilario Nicotra (8)
Pratica del repertorio vocale e collaborazione al pianoforte: M° Cinzia Salvetti (9)
Classe di Composizione: M° Giacomo Vitale (10)

Ufficio Stampa
Conservatorio “Domenico Cimarosa” Avellino
via Circumvallazione, 156
Eleonora Davide
(+39)333.7179479

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

3 Mag, 2016 Posted by | Agenda Eventi, Avellino, Campania, Concerti, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Musica Lirica, Regioni | , , , | Lascia un commento

CARTA CANTA, Le collezioni della biblioteca del Conservatorio di Avellino Incontro di studio, mostra bibliografica e concerto

carta canta_conservatorio cimarosa(1)

CARTA CANTA

Le collezioni della biblioteca del Conservatorio di Avellino Incontro di studio, mostra bibliografica e concerto

Mercoledì 28 ottobre 2015 ore 15:00,
Biblioteca del Conservatorio “D. Cimarosa di Avellino” (via Circumvallazione, 156 – Avellino)

L’incontro, organizzato da Tiziana Grande e Marina Marino, illustrerà alcune delle principali collezioni di manoscritti, stampe musicali e dischi della biblioteca.

La biblioteca del Conservatorio di Avellino, seppur di recente istituzione, ha ricevuto per donazione alcune collezioni appartenute a musicisti professionisti e dilettanti del XX secolo che meritano di essere valorizzate per le musiche rare e in alcuni casi inedite che conservano. L’incontro di studio di oggi approfondirà, in particolare, tre donazioni di musiche a stampa e manoscritte che coprono un arco cronologico che va dal 1899 al 1945: la donazione Dell’Angelo, la donazione Procida e la donazione Castelli. L’incontro sarà anche l’occasione per presentare al pubblico una quarta importante donazione ricevuta dalla Biblioteca del Conservatorio di Avellino, la collezione Italia Carloni, costituita da un’imponente raccolta di dischi, programmi di sala, libretti d’opera, libri d’argomento teatrale e di numerosi nastri, audiocassette, videocassette, spesso registrate dal vivo, che rappresentano un’importante testimonianza della vita teatrale italiana della seconda metà del Novecento.

All’incontro di studio e alla piccola mostra bibliografica allestita per l’occasione, seguirà un concerto di musiche tratte dalle stesse collezioni, che vede la partecipazione di docenti e studenti del Conservatorio sotto il coordinamento artistico della prof. Maria Pia Cellerino.

A tutti i colleghi e gli studenti che hanno contribuito alla realizzazione della manifestazione va il nostro sentito ringraziamento.

                                                                                                                       Tiziana Grande e Marina Marino

 

Seguirà, in Aula 41, un CONCERTO di musiche tratte dalle stesse collezioni a cura di Maria Pia Cellerino e con la partecipazione di docenti e studenti del Conservatorio .

 

Programma

G.Sartori “ IL canto degli Angeli” (serenata)

Mario Bacci   “Furlana”     (Danza caratteristica)
Mandolini:      Amedeo Angellotti e Claudio Caliendo
Alla Chitarra: Giuseppe Vaselli

Mario Castelnuovo Tedesco Caprichos de Goya op. 195, n. 12 “No Hubo Remedio”
Chitarra: Giacomo Monteleone

Chopin Notturno op. 9 n. 2 – trascrizione di Jac. Grit per Sax in Mib, violoncello, vibrafono e pianoforte.
Saxofono in Mib: Gianfranco Brundo
Violoncello: Roberta Di Giacomo
Vibrafono: Maurizio Maggiore
Pianoforte: Maria Pia Cellerino

Mario Castelnuovo Tedesco Caprichos de Goya op. 195, n. 13 “Quien mas rendido?”
Chitarra: Carmine Picariello

Bruno Mazzotta “Dialoghi” per pianoforte (1973)
Nervoso-Notturno-Agitato-Calmo e affettuoso-Funebre-Allegro-Sereno
Pianoforte: Elisabetta Furio

Alessandro Biagini   “Menuet d’autrefois”
Violino I: Mario Dell’Angelo
Violino II: Antonio Salerno
Violoncello: Susanna Canessa
Contrabbasso: Giuseppe Grimaldi
Pianoforte: Maria Pia Cellerino

Sebastiano Aldrovandi   “Gioia fugace”   (polka)
Mandolini: Amedeo Angellotti e Claudio Caliendo
Chitarra: Giuseppe Vaselli

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

26 ottobre, 2015 Posted by | Agenda Eventi, Art, Arte, Avellino, Campania, Compositori, Concerti, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Cultura, Cultura, Music, Musica, Musica classica, Musica da camera, Musica Lirica, musica sinfonica, Opera, Prima del concerto | , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il pianista Luigi Gagliardi si esibisce nella storica Sala Pergolesi

Foto Max Cerrito

Foto Max Cerrito

Nella Sala Pergolesi del Palazzo Carafa di Maddaloni, in collaborazione con il Centro Italiano di Musica da Camera, si è recentemente tenuto il concerto di Luigi Gagliardi, classe 1989, che rientrava nell’ambito dei premi assegnati all’artista in qualità di vincitore assoluto dell’edizione 2015 del Concorso Pianistico Europeo “Don Enrico Smaldone” di Angri (Sa).
L’artista ha proposto un programma molto vario, iniziato con Tango di Igor Stravinskij, scritto nel 1940 dall’autore russo, per motivi di natura prettamente economica in quanto, spostatosi da poco negli USA, aveva serie difficoltà finanziarie.
Il successivo Impromptu, op 66 n. 2, da Three Impromptus for piano (1991) dell’ucraino Nikolai Kapustin, metteva invece in evidenza un compositore tuttora vivente, che spesso ama conciliare nei suoi lavori classica e jazz.
Era poi la volta di un altro musicista russo, Sergej Rachmaninov, con il Momento Musicale op. 16 n. 3, tratto dai Sei Momenti Musicali, op. 16 (1896), mentre la prima parte si chiudeva con i Three Preludes for piano dello statunitense George Gershwin, che originariamente dovevano comprendere ben 24 pezzi brevi e vennero eseguiti in “prima” assoluta dal compositore in persona a New York nel 1926.
Dopo un breve intervallo, è toccato al Bolero, op. 19, brano di Fryderyk Chopin non molto conosciuto, completato nel 1833 e pubblicato l’anno seguente con dedica alla Contessa Émilie de Flahaut.
Il recital si chiudeva nel segno di Franz Liszt con la Ballata n. 2 in si minore e la Rapsodia Ungherese n. 11 in la minore.
La prima venne composta da Liszt nel 1853, durante la sua permanenza a Weimar, dove ricopriva il ruolo di Maestro di Cappella e contiene richiami al mito classico di Ero e Leandro, mentre la seconda appartiene ad un gruppo di 19 brani, basati su temi popolari magiari, concepiti fra il 1846 ed il 1853.
Per quanto riguarda l’interprete, Luigi Gagliardi si è dimostrato un bravo pianista che, pur affrontando con uguale impegno l’intero programma, mostrava di prediligere i brani più vicini alle sonorità jazzistiche, come quelli di Kapustin e di Gershwin.
Pubblico attento e partecipe, per una serata molto raccolta, aperta dalla presentazione della professoressa Maria Pia Cellerino, Direttore Artistico dell’Associazione Culturale e Musicale “Euterpe” di Angri (Sa), che organizza il concorso “Don Enrico Smaldone”, dove ha prevalso un’atmosfera di salotto d’altri tempi, grazie ad un luogo storico le cui pareti sono impregnate di musica.
Appuntamento, quindi, al prossimo anno, con una lodevole iniziativa che metterà sicuramente in evidenza qualche altro giovane talento.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

11 luglio, 2015 Posted by | Associazione Culturale e Musicale “Euterpe” di Angri, Associazioni Musicali, Campania, Centro italiano di musica da camera, Concorsi pianistici, Concorso Pianistico Europeo “Don Enrico Smaldone”, Italia, Musica, Musica da camera, Napoli, Regioni | , , , , , , , , , | Lascia un commento

Martedì 21 ottobre il Conservatorio di Avellino chiude le celebrazioni in onore di Giovanni Sgambati

Giovanni Sgambati
Martedì 21 ottobre, dalle ore 14.00, presso il Conservatorio Cimarosa di Avellino, ultimo appuntamento della rassegna Giovanni Sgambati “Fulcro di un corollario di musicisti italiani illustri”.
Il progetto, ideato e curato dal M° Maria Pia Cellerino, si è articolato con una serie di appuntamenti (tre nel maggio scorso e due nel mese di ottobre) ed è stato realizzato grazie alla sinergia di tutte le forze del Conservatorio di Avellino, Ha inteso rendere omaggio all’Italia prendendo spunto dalle celebrazioni rivolte a Giovanni Sgambati (1841-1914) in occasione della ricorrenza della sua dipartita, avvenuta nel 1914.
Tra le diverse manifestazioni nazionali in ricordo di questo grande pianista e compositore, allievo prediletto di Franz Liszt, caposcuola del pianismo della sua città e fondatore del Liceo Romano di Santa Cecilia, questo percorso ha voluto proporre, oltre ai brani pianistici del musicista, anche opere di altri grandi autori italiani.
Il corollario di compositori nazionali ha ricordato una buona parte di musicisti le cui scelte hanno determinato svolte importanti in ambito compositivo e ha proposto lavori che sono diventati un classico nell’ambito della Letteratura Musicale.

L’entusiasmo dei giovani esecutori che animeranno i Concerti di ogni appuntamento sottolinea, ancora una volta, quanto la Musica funga da collante disinteressato tra i giovani studenti della nostra Istituzione.

La giornata del 21 ottobre inizierà alle ore 14.00, nell’ Aula 41 con la relazione della professoressa Francesca Menchelli – Buttini su “Forme e drammaturgia nel Matrimonio segreto di Domenico Cimarosa” – Sonate IX-XIII-XIV (rev. Vincenzo Vitale), al pianoforte Loris Ortolano.
A seguire, in Auditorium, ore 16.00, il Concerto degli allievi proporrà brani di B. Mazzotta, G. Sgambati, A. Casella, A. Gilardino, G. Martucci, A. Longo.
Collaborano le classi di: Canto, con il M° Enrico Turco; di Pianoforte con i maestri Stefania Bertucci, Maria Pia Cellerino, Enrico Massa, Cinzia Matarazzo; di Flauto, con il M° Roberto Maggio e di Chitarra con il M° Lucio Matarazzo.

Comunicato a cura dell’Ufficio Stampa del Conservatorio di Avellino

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

18 ottobre, 2014 Posted by | Agenda Eventi, Avellino, Campania, Concerti, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Regioni | , , , , , , , , , | Lascia un commento

A Palazzo Carafa una pianista giovanissima, brava e molto determinata

Foto Max Cerrito

Foto Max Cerrito

Nella Sala Pergolesi di Palazzo Carafa di Maddaloni a Napoli, si è tenuto il concerto premio della beneventana Erminia Catalano, recente vincitrice , insieme ad Antonio Sensale, della categoria E (fino a 14 anni) della V edizione del Concorso Pianistico Europeo “Don Enrico Smaldone”.
La giovanissima interprete ha proposto un programma di ampio respiro, partendo dalla Toccata n. 4 in re minore BWV 913, scritta da Bach presumibilmente durante la sua permanenza a Weimar (1708-1717).
A seguire la Sonata in mi minore Hob. XVI: 47, dalla raccolta di sette sonate composte da Haydn fra il 1765 ed il 1772.
E’ stata poi la volta di Consolation n. 3 in re bemolle maggiore di Liszt, da Six penseés poétiques S. 172, risalente al periodo 1849-1850, la cui fonte di ispirazione letteraria fu l’omonimo libro di poesie del francese Sainte-Beuve, mentre musicalmente vennero prese come riferimento le “Romanze senza parole” di Mendelssohn.
Chiusura con l’ucraino Isaac Berkovich (1902-1972) e le sue Variazioni su un tema di Paganini, basate sul Capriccio n. 24.
Per quanto riguarda l’interprete, Erminia Catalano ha evidenziato una notevole versatilità, che le permette di spaziare con buona padronanza da Bach al Novecento, abbinando alla spiccata sensibilità e ad suono nitido, doti di elevato virtuosismo, il tutto sorretto da una determinazione senza fine.
Ricordiamo ancora che il concerto è stato preceduto da una breve presentazione della professoressa Maria Pia Cellerino, in qualità di direttrice artistica dell’Associazione Culturale e Musicale “Euterpe” di Angri (Sa) e organizzatrice del Concorso Pianistico Europeo “Don Enrico Smaldone”, e da un intervento del maestro Dario Candela, fondatore del Centro Italiano di Musica da Camera, che ha sede a Palazzo Carafa.
In conclusione una serata che ha dato modo ad una pianista giovanissima di farsi conoscere ed apprezzare, grazie ad un concerto che va considerato come ulteriore tappa verso una prestigiosa carriera.

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

21 giugno, 2014 Posted by | Associazione Culturale e Musicale “Euterpe” di Angri, Associazioni Musicali, Campania, Centro italiano di musica da camera, Concorsi pianistici, Concorso Pianistico Europeo “Don Enrico Smaldone”, Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Napoli, Regioni | , , , , , , , , | Lascia un commento

Da lunedì 19 maggio quattro eventi al Conservatorio di Avellino

Logo Conservatorio Avellino
Una settimana ricca di eventi al Conservatorio Cimarosa di Avellino quella che si apre il 19 maggio.
Lunedì prossimo alle 16.00, infatti, potremo assistere alla seconda parte della manifestazione musicale “Giovanni Sgambati (1841-1914) – fulcro di un corollario di musicisti italiani illustri”, dedicata al centenario della morte del pianista e compositore allievo prediletto di Franz Liszt e fondatore del Liceo Romano di Santa Cecilia.
In programma musiche di Giuseppe Verdi, Angelo Gilardino, Domenico Cimarosa, Alessandro e Domenico Scarlatti, Gaetano Donizetti, Giorgio Rizzi, Giuseppe Selmi e Nino Rota con la partecipazione delle classi di canto (M° Chiara Angella e M° Susanna Anselmi), di pianoforte (M° Maria Pia Cellerino, M° Maria Libera Cerchia e M° Carmelina Tufano), di chitarra (M° Lucio Matarazzo), di violoncello (M° Silvano Maria Fusco), di flauto (M° Salvatore Rella), di clarinetto (M° Antonio Napolitano) e del Gruppo di Musica Antica, diretto dal M° Vincenzo Corrado e dal M° Pierfrancesco Borrelli.
L’organizzatrice della manifestazione, il M°Maria Pia Cellerino, ha annunciato che obiettivo dell’evento, che prende spunto dalla ricorrenza di Sgambati, è quello di far conoscere l’influenza dei musicisti italiani sulla musica europea, in previsione del semestre di presidenza italiana del Consiglio Europeo che partirà da luglio. “Perché non sottolineare il contributo che la nostra bistrattata Italia ha donato all’Europa e al mondo intero, in campo musicale? Questa opportunità ci darà la possibilità di essere riconosciuti, ancora una volta, come popolo creativo e sarà sicuramente di stimolo per rilanciare l’Arte e la Cultura del nostro Paese”.
Queste le parole con cui la docente del Conservatorio ha presentato il programma dedicato ai diversi compositori italiani.
Durante gli appuntamenti in cui si articolerà la manifestazione, il M° Cellerino illustrerà anche la provenienza regionale dei diversi autori in programma.

Missouri University Wind EnsembleMa già giovedì 22 maggio il Conservatorio sarà protagonista di un evento cittadino: la Wind University Ensemble della Missouri University, diretta da Brad Snow, si esibirà in Auditorium dalle 19.30 proponendo un entusiasmante programma.
L’occasione creata in virtù degli accordi bilaterali siglati tra i due atenei proporrà l’ascolto di: The Star Spangled Banner; Inno Nazionale; Il canto degli italiani; Suite of Old American Dances di Robert Russell Bennett; Cuban Overture di George Gershwin; Paquena Czarda for Alto Saxophone and Band di Pedro Iturralde; Missouri Shindig di Owen Reed; Avellino di Carmine Santaniello; Nessun Dorma di Giacomo Puccini; Funiculì Funiculà Rhapsody di Luigi Denza e The Stars and Stripes Forever di John Philip Sousa.
Ad affiancare la formazione americana sul palco anche il Quartetto di Ottoni guidato dal M° Giovanni Aiezza, composto da: Giuliano Cerbarano, Mauro Verrillo e Gennaro Cibelli (tromboni) e Giuseppe Petrillo (tuba).

Venerdì 23 gli appuntamenti sono due.
In occasione delle celebrazioni per il duecentesimo anniversario della nascita di Adolphe Sax, con il patrocinio dell’Ambasciata del Belgio, dalle 10.00 il Conservatorio sarà sede di un’esposizione e di un workshop curati da Attilio Berni.
Analisi storiche, organologiche, musiche, storie ed incredibili strumenti, racconteranno le vicende di uno dei personaggi più geniali della storia della musica e le metamorfosi della sua invenzione: il saxofono.

Il pomeriggio, a partire dalle 16.00, sarà nuovamente dedicato alla manifestazione di celebrazione di Sgambati, con l’ultimo concerto che vedrà la partecipazione delle classi di canto (M° Enrico Turco), di chitarra (M° Lucio Matarazzo), di flauto (M° Antonio Castaldo) e di pianoforte (M° Floriana Alberico, M° Maria Pia Cellerino, M° Lucio Grimaldi, M° Enrico Massa e M° Carmela Palumbo su brani di Domenico Cimarosa, Domenico Scarlatti, Mario Castelnuovo-Tedesco, Giuseppe S. Mercadante, Muzio Clementi, Nino Rota, Mauro Giuliani, Giovanni Sgambati e Giuseppe Martucci.

Per info
Ufficio stampa
3935837525

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

17 Mag, 2014 Posted by | Agenda Eventi, Avellino, Campania, Concerti, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Musica, Musica classica, Regioni | , , , | Lascia un commento

Settimana ricca di eventi al Conservatorio di Avellino

Logo Conservatorio Avellino
Una settimana ricca di occasioni per incontrare la buona musica al Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino, che inizia martedì 15 ottobre, alle ore 19.30, con il secondo concerto della mini rassegna “Caleidoscopio musicale” dal titolo “Immagini vocali e Musica simmetrica di un percorso ben delineato”, curato da Maria Pia Cellerino ed eseguito dagli allievi delle classi di pianoforte dei maestri Cellerino, Grimaldi, La Pegna e Ondato, di flauto dei maestri R. Maggio, Rella e Lombardi e di chitarra del maestro Matarazzo.
Ancora, venerdì 18 ottobre alle ore 19.00 con “Omaggio a Boccherini” proseguirà la rassegna “Autunno in musica-I concerti di Ottobre” inaugurata con successo il 4 ottobre scorso con il Recital pianistico di Antonio Di Palma.
“I quintetti di Boccherini, che andremo a presentare – spiega il chitarrista Lucio Matarazzorappresentano una delle poche composizioni musicali veramente importanti in campo chitarristico. Qui la chitarra non è solista ma, in ambito concertante, ricopre una posizione di tutto rispetto, senza rimanere nell’ombra”.
Un boccone imperdibile per gli amanti dello strumento.
A questo c’è da aggiungere che i Quintetti di Boccherini hanno riscosso molto successo anche in ambito discografico.
“Si tratta di una vera e propria spezia” commenta Stefano Magliaro. “Il maestro eseguirà il concerto utilizzando una chitarra “Luis Panormo” originale costruita nel 1840 che”– ci spiega ancora Magliaro – “ha delle sonorità davvero interessanti, proprie del tempo in cui queste pagine furono composte”.

L’appuntamento vedrà esibirsi sul palco dell’Auditorium del Cimarosa alle chitarre: Stefano Magliaro, che eseguirà il Quintetto in mi maggiore (G446); Gianluigi Giglio con il Quintetto in Sol maggiore (G450); Aligi Alibrandi con il Quintetto in mi minore (G451) e Lucio Matarazzo con il Quintetto in Re maggiore (G448-Fandango).
Ai violini avremo Mario Dell’Angelo e Antonio Salerno; alla viola Simone Basso; al violoncello Danilo Squitieri.

“La possibilità di lavorare intorno a progetti come questo, pensati e realizzati per essere presentati al pubblico avellinese, con il preciso intento di costruire una simbiosi armonica tra il territorio e la produzione artistica del Conservatorio – afferma il maestro Matarazzonasce dalla visione ad ampio spettro sia territoriale che temporale del direttore Carmine Santaniello, che ha a cuore la sua città e l’istituto per il quale si è sempre impegnato con passione. Ciò è di sprone, per tutti noi che esercitiamo in queste mura il piacere quotidiano di insegnare la musica, a pensare e realizzare occasioni di incontro con i cittadini, ma anche con i giovani che vivono di musica”.

Per info:
Ufficio Stampa: 3935837525

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

14 ottobre, 2013 Posted by | Agenda Eventi, Avellino, Campania, Chitarristi, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera | , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Martedì 15 ottobre al Conservatorio di Avellino seconda parte di “Immagini vocali e Musica simmetrica di un percorso ben delineato” a cura di Maria Pia Cellerino

foto (5)“Immagini vocali e Musica simmetrica di un percorso ben delineato” è l’intrigante titolo della seconda parte della rassegna a cura del M° Maria Pia Cellerino.
Durante questo secondo appuntamento “come nei caleidoscopi formati da due specchi la cui forma dell’immagine risultante all’occhio dell’osservatore ricorda un fiore a sei petali, così le ricorrenze musicali del 2012 (nostro ipotetico caleidoscopio)spiega il M° Cellerinopossono consentirci di visualizzare un fiore musicale con altrettanti petali rappresentati da sei grandi compositori: C. Debussy, A. Honegger, J. Ibert, J. Massenet, S. Thalberg, J. Wieniawski”.
Così martedì 15 ottobre, alle 19.30, l’auditorium del Conservatorio di Avellino ospiterà il concerto che sarà eseguito dagli allievi delle classi di pianoforte dei maestri Cellerino, Grimaldi, La Pegna e Ondato, di flauto dei maestri R. Maggio, Rella e Lombardi e di chitarra del maestro Matarazzo.

La prima serata della mini rassegna analizzò, lo scorso 20 settembre, lo spirito dell’opera di Debussy, attraverso gli interventi di Maria Pia Cellerino e le brillanti performance dei bravi musicisti, allievi del Conservatorio, permettendo al pubblico di assaporare con più consapevolezza il repertorio presentato e di comprendere il senso del tema proposto.

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

11 ottobre, 2013 Posted by | Agenda Eventi, Avellino, Campania, Concerti, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Pianisti | , , , , , , | Lascia un commento

Venerdì 20 settembre il Conservatorio di Avellino dedica una serata a Debussy

Claude_DebussyVenerdì 20 settembre, alle 19.30, l’Auditorium del Conservatorio Cimarosa ospiterà un concerto dal titolo enigmatico “Immagine caleidoscopica di un numero arabo 2012 e le sue immagini riflesse”.
Saranno eseguite dagli allievi dell’Istituto, arie di Claude Debussy che verranno proposte sia in francese che in italiano per facilitarne la comprensione.
Il grande pianista, vissuto tra la fine dell’Ottocento e l’inizio della prima guerra mondiale, è considerato uno dei più importanti compositori francesi, protagonista dell’impressionismo musicale insieme a Ravel.
La serata, che si annuncia interessante per il tema proposto e per come è strutturata, è stata organizzata da Maria Pia Cellerino, docente del Conservatorio, in collaborazione con le classi di pianoforte dei maestri Floriana Alberico, Lucio Grimaldi e Cinzia Matarazzo.
Oltre a brani pianistici tratti dai Preludi di Debussy, saranno eseguiti due dei “Cinq Poèmes de Charles Baudelaire” e le Deux Romances de Paul Bourget, “Les Cloches” e “L’ame évaporée,” e altri brani per pianoforte, come “La plus que lente” e “Première arabesque”.
Si chiuderà con la famosa Suite per pianoforte: “Pour le Piano”.
Anche alcuni allievi dell’Istituto “Imbriani” di Avellino, parteciperanno allo spettacolo declamando in francese le poesie in programma, che un’allieva del Maestro Cellerino reciterà in italiano.

L’ingresso è libero

Per info
Ufficio Stampa
3935837525

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

18 settembre, 2013 Posted by | Avellino, Campania, Concerti, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Regioni | , , , , , | Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: