MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Il Conservatorio “D. Cimarosa”di Avellino inaugura la nuova Aula Magna

Ieri giovedì 11 febbraio 2021, alle ore 11:00 si è tenuta la conferenza stampa per l’inaugurazione della nuova Aula Magna del Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino. L’evento, aperto alla stampa, ha visto la partecipazione del Prefetto Paola Spena, accolta dal presidente Luca Cipriano e dal direttore Maria Gabriella Della Sala.

L’opera, che nasce dal progetto di riconversione della vecchia palestra per rispondere alle esigenze sia degli alunni sia del personale docente, si estende su una superficie di oltre 230 metri quadrati. Il progetto, realizzato dall’architetto Eusebio Trivelli, ha trasformato la palestra in un piccolo auditorium con 100 posti a sedere.

Per la realizzazione della nuova Aula Magna, dotata anche di un palcoscenico per le prove strumentali, è stata necessaria la rimodulazione della sala, tenendo conto della riverberazione e della risonanza dell’ambiente. Gli interventi, infatti, hanno previsto la presenza di superfici riflettenti e diffondenti (compreso il soffitto e la pavimentazione, quest’ultima realizzata con materiali rinforzati con una doppia griglia in fibra di vetro), tali da garantire un adeguato bilanciamento e time delay, per evitare possibili distorsioni del suono.

La nuova sala della musica, va ad aggiungersi all’Auditorium del Conservatorio “Domenico Cimarosa”, riaperto al pubblico nel 2016 e intitolato a Vincenzo Vitale fondatore e primo direttore dell’Istituzione musicale avellinese. «Nonostante la pandemia siamo orgogliosi di inaugurare la nuova Aula Magna. Si tratta di un altro fiore all’occhiello del Conservatorio di Avellino, tra i più grandi d’Italia, sempre di più punto di riferimento culturale sul piano provinciale e regionale», dichiarano il presidente Luca Cipriano e il Direttore Maria Gabriella Della Sala.

Guarda i video dell’evento sulla pagina Facebook del Conservatorio Cimarosa

12 febbraio, 2021 Posted by | Agenda Eventi, Art, Arte, Campania, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Cultura, Ensemble da camera, Folk music, Italia, Music, Musica, Musica classica, Musica corale, Musica da camera, Musica Jazz, Musica Lirica, musica sinfonica, Napoli, Regioni, Sale da concerto | , , , , | Lascia un commento

Il 28 giugno il pianista Paolo Restani ospite de “I Martedì dell’Arte” al Teatro di Corte del Palazzo Reale di Napoli

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Martedì 28 giugno, alle ore 18.45, presso il Teatro di Corte del Palazzo Reale di Napoli, nell’ambito della Rassegna “I Martedì dell’ Arte” promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali l’ Accademia Musicale Napoletana presenta l’ Incontro-Recital con il pianista Paolo Restani.
Tra l’esecuzione di un brano lisztiano (Klavierstücke, Studi Trascendentali e la Rapsodia Spagnola) e l’altro, in una sorta di talk show, il presidente Massimo Fargnoli intratterrà il pubblico insieme a Restani, illustrando la genesi e gli sviluppi dell’immensa Scuola Pianistica Napoletana.
L’ultimo prodigioso allievo di Vincenzo Vitale sigillerà col suo straordinario talento uno scrigno dal quale negli ultimi mesi l’Accademia Musicale Napoletana, fondata da Alfredo Casella nel 1933 e titolare del Concorso Pianistico Internazionale a lui intitolato, ha estratto con gioiosa dedizione illustri personalità legate alla Scuola Pianistica Napoletana, grazie anche alla collaborazione della Steinway & Sons attraverso la Ditta Alberto Napolitano di Piazza Carità ed il contributo della Cariparma Crèdit Agricole.

Affermato da tempo sul piano internazionale, Paolo Restani a 17 anni era in grado di suonare perfettamente gli Studi Trascendentali di Liszt, circostanza che gli valse l’invito alle celebrazioni lisztiane del Rossini Opera Festival del 1986, da parte di Fargnoli che lo aveva già fatto debuttare a Napoli l’anno precedente la scomparsa del suo grande maestro.
Non è un caso che nel concerto celebrativo per i venti anni dalla sua morte al Ravenna Festival del 2004, un altro suo riconoscente e famosissimo allievo, Riccardo Muti, abbia scelto proprio Restani per l’esecuzione del 2° Concerto di Liszt con l’Orchestra Filarmonica della Scala.
Dopo aver realizzato gli altri incontri al Conservatorio di San Pietro a Majella la preziosa opportunità di ospitare tale evento in un altro prestigioso contesto è stata offerta dalla direttrice del Palazzo Reale dott.ssa Gina Carla Ascione che ha voluto inserirlo nella prestigiosa Rassegna “I Martedì dell’ Arte” con gli auspici del Soprintendente per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Napoli, architetto Stefano Gizzi.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

24 giugno, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Concerti, Musica, Musica classica, Napoli, Pianisti | , , , , , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: