MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Martedì 22 novembre si apre la 89ª edizione della Micat in Vertice dell’Accademia Musicale Chigiana

Critica Classica di Marco del Vaglio:

A Siena una parata di stelle e giovani talenti per la 89ª edizione della Micat in Vertice dell’Accademia Musicale Chigiana.
Una formula ormai collaudata, quella proposta dalla prestigiosa istituzione musicale senese, che per il cartellone invernale – uno tra i più longevi del panorama nazionale – porterà a Siena artisti acclamati in ambito internazionale e alcuni tra i suoi migliori allievi, giovani ma già affermati protagonisti della scena musicale.
L’Accademia ha una lunga storia piena di nomi illustri e di stupendi professionisti, ma non sente certo il peso dei suoi 89 anni: ai corsi di perfezionamento della stagione estiva appena trascorsa si sono iscritti studenti provenienti da una cinquantina di Paesi diversi. Ecco perché nei principali cartelloni musicali internazionali è facile individuare musicisti che sono stati allievi chigiani.
“Talenti chigiani 2011”, la speciale rassegna di due appuntamenti all’interno del cartellone della Micat, è solo una selezione tra i tanti giovani di sicuro talento, e già in carriera, che avrebbero meritato di esibirsi.
Il fitto calendario di quindici appuntamenti prenderà il via, come da tradizione, il 22 novembre in occasione della festa di Santa Cecilia, per poi concludersi in aprile, e proporrà un repertorio che spazia dal periodo barocco a quello contemporaneo, offrendo un ampio panorama della storia della musica che potrà, così, soddisfare le diverse preferenze del pubblico.
Protagonisti della giornata inaugurale saranno l’Orchestra da Camera di Mantova diretta da Corrado Rovaris, con i solisti Gemma Bertagnolli (soprano) e Carlo Allemano (tenore), a cui saranno affidati gli interventi musicali eseguiti durante la celebrazione della S. Messa in onore di Santa Cecilia (martedì 22 novembre, ore 18, Chiesa della SS. Annunziata a Siena).
L’Orchestra da Camera di Mantova diretta da Rovaris e i due solisti saranno poi sul palco del Teatro dei Rinnovati (ore 21), con il coro da camera Ricercare Ensemble e Romano Adami maestro del coro, per il gran concerto che aprirà l’ 89ª Micat in Vertice.
In programma pagine di Händel e Mozart.
Il 2 dicembre al Teatro dei Rozzi si esibirà la grande pianista Lilya Zilberstein, già presente alla Chigiana nei mesi estivi come docente del corso di perfezionamento in pianoforte, con un programma all’insegna di Schumann e Beethoven.
Il 9 dicembre, nella sede storica di Palazzo Chigi Saracini, primo appuntamento con i “Talenti Chigiani 2011”: Daniel Palmizio, allievo del corso di viola di Bruno Giuranna, e Giovanni Punzi, allievo del corso di clarinetto di Alessandro Carbonare, con Monaldo Braconi al pianoforte, si cimenteranno in musiche di Mozart, Brahms e Schumann.
Il Teatro dei Rozzi ospiterà il 16 dicembre l’atteso concerto di Natale: il coro a cappella The Tallis Scholars diretto da Peter Phillips offrirà un programma all’insegna della musica sacra, con brani di Sweelinck, Taverner, Gabrieli, Monteverdi, Pärt, Praetorius, White, Morales, Britten e Palestrina.
Trascorsa la pausa natalizia, la stagione chigiana riprenderà il 13 gennaio: pagine di Brahms, Schumann, Ligeti, Liszt e Bartók per il recital pianistico che Andrea Lucchesini terrà al Teatro dei Rozzi.
Il 20 gennaio, a Palazzo Chigi Saracini, il Trio di Parma (archi e pianoforte) proporrà un programma basato su musiche di Dvořák e Beethoven.
Renderà omaggio a Claude Debussy, nel centocinquantesimo anniversario della nascita, il duo pianistico formato da Bruno Canino e Antonio Ballista, protagonista del concerto del 27 gennaio al Teatro dei Rozzi; mentre il 3 febbraio, Palazzo Chigi Saracini ospiterà il chitarrista Manuel Barrueco, impegnato in brani di J. S. Bach, Scarlatti, Sierra e Albéniz.
Mozart, Schubert e Čajkovskij sono gli autori scelti dal Quartetto Ebène (archi) per l’appuntamento del 10 febbraio al Teatro dei Rozzi, dove, invece, il 24 febbraio si esibisce il Coro del Maggio Musicale Fiorentino diretto da Piero Monti, per una serata dedicata ai Carmina Burana di Orff.
Il 2 marzo secondo appuntamento con i “Talenti Chigiani 2011”: Kyoko Yonemoto, allieva del corso di violino di Boris Belkin, con Hibiki Tamura al pianoforte, si cimenterà con le tre Sonate per violino e pianoforte di Brahms.
Apoteosi e follia, con pagine di Corelli, Couperin, C. P. E. Bach e Vivaldi, è la serata che Europa Galante e il suo direttore Fabio Biondi proporranno il 9 marzo al Teatro dei Rozzi, sul cui palco saliranno il 16 marzo, Marie Elisabeth Hecker al violoncello e Louis Lortie al pianoforte, con un programma basato su brani di Poulenc, Miaskovsky, Janaček e Chopin.
Il 30 marzo al Teatro dei Rozzi appuntamento con la monumentale Messa in si minore di J. S. Bach, che vedrà protagonisti lo Junges Stüttgarter Bach Ensemble diretto da Helmuth Rilling, già ospite nelle passate stagioni e che, durante la sua formazione artistica, ha frequentato il corso di organo dell’Accademia Chigiana come allievo e come assistente di Fernando Germani.
La chiusura della stagione, il 13 aprile a Palazzo Chigi Saracini, è affidata al Quartetto Jerusalem (archi), in un programma con musiche di Beethoven, Brahms e Šostakovič.

Per informazioni rivolgersi all’Accademia Musicale Chigiana
tel. 0577 22091
www.chigiana.it
.

Prezzo dei biglietti

Teatro dei Rozzi e Teatro dei Rinnovati
Primi posti (Platea e Palchi centrali di I e II ordine) € 25
Secondi posti (Palchi laterali di I e II ordine) € 21
Ingresso € 18
Ingresso ridotto* € 8

Palazzo Chigi Saracini
Primi posti € 25
Ingresso € 18
Ingresso ridotto* € 8

Per i concerti “Talenti Chigiani” (9 dicembre 2011 e 2 marzo 2012): posto non numerato € 15 intero / € 8 ridotto*

* Le riduzioni sono riservate agli studenti, ai giovani sotto i 26 anni ed alle persone di età superiore ai 65 anni.

Prevendita e vendita biglietti
I biglietti delle singole manifestazioni saranno in vendita il giorno precedente al concerto dalle ore 16 alle ore 18,30 presso la biglietteria del Palazzo Chigi Saracini.
Il giorno del concerto la vendita proseguirà presso le rispettive sedi (Teatro dei Rozzi e Teatro dei Rinnovati: dalle ore 16 – Palazzo Chigi Saracini: dalle ore 20).

Acquisto online
I biglietti di tutti i concerti in programma possono essere acquistati sul sito http://www.chigiana.it dal 14 novembre fino a due giorni prima del concerto con una maggiorazione (+ € 1 diritto di prevendita) sul costo del biglietto, utilizzando carte di credito dei circuiti Visa, Mastercard.

Prenotazioni (tel. 333.9385543)
È possibile prenotare a partire dal 14 novembre, il lunedì ed il martedì dalle ore 9,30 alle ore 12,30 al numero telefonico 333.9385543.
La prenotazione dovrà essere confermata con l’invio a mezzo fax (0577288124) della ricevuta del pagamento del relativo importo, che potrà essere effettuato a mezzo versamento sul c/c postale 14032536 o versamento sul c/c della Banca Monte dei Paschi di Siena (codice IBAN IT 82 F 01030 14209 000000089547), intestati alla Fondazione Accademia Musicale Chigiana onlus (via di Città, 89 – 53100 Siena).
È consentito prenotare un numero massimo di 4 biglietti a concerto.

Ritiro biglietti
I biglietti acquistati on-line o prenotati telefonicamente potranno essere ritirati il giorno precedente al concerto presso la biglietteria di Palazzo Chigi Saracini e il giorno del concerto presso le rispettive sedi, nell’orario indicato per la vendita.

Prezzo degli abbonamenti

Abbonamento A
I 10 concerti al Teatro dei Rinnovati e al Teatro dei Rozzi
Primi posti (Platea e Palchi centrali di I e II ordine) € 190
Secondi posti (Palchi laterali di I e II ordine) € 160
Ingresso € 140
Ingresso ridotto* € 60

* Le riduzioni sono riservate agli studenti, ai giovani sotto i 26 anni ed alle persone di età superiore ai 65 anni.

Abbonamento B
I 5 concerti a Palazzo Chigi Saracini
Primi posti € 85
Ingresso € 65
Ingresso ridotto* € 30

* Le riduzioni sono riservate agli studenti, ai giovani sotto i 26 anni ed alle persone di età superiore ai 65 anni.

Gli abbonamenti disponibili, dopo la prelazione degli abbonati alla stagione precedente, saranno messi in vendita presso la biglietteria del Palazzo Chigi Saracini giovedì 10 e venerdì 11 novembre dalle ore 11 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore18,30.

Abbonamento promozionale (Riservato agli studenti e ai giovani sotto i 26 anni)
L’abbonamento promozionale comprende i cinque concerti a Palazzo Chigi Saracini.
Ingresso € 30
I tesserini di abbonamento promozionale saranno in vendita presso la biglietteria del Palazzo Chigi Saracini (via di Città, 89) giovedì 10 e venerdì 11 novembre dalle ore 11 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 18,30.

Speciali convenzioni
Gli allievi dell’Istituto Superiore di Studi musicali “Rinaldo Franci”, gli studenti dell’Università per Stranieri e gli studenti della SIS, per speciale convenzione, hanno diritto all’acquisto dei biglietti ingressi di tutti i concerti della stagione MIV 2011-2012 al prezzo di € 4 ciascuno.

Eventuale cambiamento di posto
La Direzione si riserva la possibilità di effettuare spostamenti di alcuni posti in abbonamento per destinarli ad esigenze tecniche.

Smarrimento abbonamenti
La tessera di abbonamento non è duplicabile per ragioni fiscali.
In caso di smarrimento, l’abbonato dovrà presentare copia dell’avvenuta denuncia presso l’autorità competente per poter ritirare in biglietteria un titolo di ingresso sostitutivo.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi all’Accademia Musicale Chigiana (tel. 0577.220920 – 0577.220934 o, nelle ore di biglietteria, al numero 333.9385543).

Ufficio stampa Accademia Musicale Chigiana
Agenzia Freelance
tel. 0577 219228 – 272123
Sonia Corsi
cell. 335 1979765
Agnese Fanfani
cell. 335 1979385
e-mail: relazioni@chigiana.it o info@agfreelance.it

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

23 settembre, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Musica, Musica classica, Musica da camera | , , , , , , | Lascia un commento

Giovedì 18 agosto Accardo e Gli archi dell’Accademia Chigiana in concerto a Siena

Critica Classica di Marco del Vaglio:

A Siena grandi emozioni con il concerto di Salvatore Accardo violinista e direttore de Gli archi dell’Accademia Chigiana.
L’appuntamento, inserito nel cartellone della 80ª Estate Musicale Chigiana, è per giovedì 18 agosto alle ore 21.15 al Teatro dei Rinnovati.
Sul palco con il celeberrimo artista salirà l’ensemble formato da Laura Gorna primo violino di spalla, Chiara Morandi secondo violino di spalla, Cecilia Radic primo violoncello, Francesco Fiore prima viola, Ermanno Calzolari primo contrabbasso e dai più talentuosi allievi dei corsi di perfezionamento estivo tenuti all’Accademia Chigiana da Salvatore Accardo, Bruno Giuranna, Antonio Meneses e Franco Petracchi: al violino Francesca Dego, Caterina Demetz, Fabrizio Falasca, Jaram Kim, Lucia Luque, Liù Pelliciari, Mattia Sanguineti, Lena Yokoyama, Cecilia Ziano ed Edoardo Zosi, alla viola Amira Awajan, Daniel Palmizio e Giulia Ripani, al violoncello Thaddeus Andre, Paolo Bonomini e Ruth Bonuccelli, al contrabbasso Maurizio Costantini.
L’inedito ensemble proporrà un programma che si aprirà con alcune pagine per violino e orchestra di Kreisler: Liebesfreud, Liebesleid, Schön’ Rosmarin, Rondino su un tema di Beethoven e La gitana.
A seguire sarà la volta delle variazioni sulla canzone veneziana “Oh mamma, mamma cara” (Il Carnevale di Venezia) op. 10 per violino e orchestra e de La campanella, dal Concerto n. 2 in si minore op. 7 per violino e orchestra di Paganini e in chiusura la Serenata in do maggiore op. 48 per archi di Čajkovskij.

I biglietti (interi 25 e 18 euro, ridotti 8 euro per studenti, giovani sotto i 26 anni e over 65) saranno in vendita anche domani, giovedì 18 agosto, a partire dalle ore 19.15 presso il Teatro dei Rinnovati.

Per informazioni, tel. 0577 22091, www.chigiana.it

Ufficio stampa Accademia Musicale Chigiana
Agenzia Freelance
tel. 0577 219228 – 272123
Sonia Corsi
cell. 335 1979765
Agnese Fanfani
cell. 335 1979385
e-mail: relazioni@chigiana.it o info@agfreelance.it

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

18 agosto, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Musica classica, Musica da camera | , , , , | Lascia un commento

Le stelle chigiane brillano al Teatro dei Rinnovati mercoledì 10 agosto

Critica Classica di Marco del Vaglio:

A Siena nella notte di San Lorenzo brillano le stelle chigiane.
Domani, mercoledì 10 agosto, alle ore 21.15, al Teatro dei Rinnovati (con ingresso da via Salicotto n. 6), nell’ambito della 80ª Estate Musicale Chigiana, appuntamento con alcuni dei più luminosi “astri” della musica internazionale come Salvatore Accardo (violino), Bruno Giuranna (viola), Antonio Meneses (violoncello) e Franco Petracchi (contrabbasso), protagonisti di un eccezionale concerto che li vedrà sul palco con alcuni dei loro più talentuosi allievi ai corsi chigiani, già noti al pubblico senese.
Ad aprire il programma sarà il Quintetto in sol maggiore op. 77 B 49 per due violini, viola, violoncello e contrabbasso di Dvořák, con i quattro maestri e Francesca Dego al violino.
A seguire sarà la volta del Quintetto n. 4 in do minore K. 406 per archi di Mozart, che vedrà i maestri chigiani suonare in ensemble con Cecilia Ziano al violino e Daniel Palmizio alla viola.

I biglietti (interi 25 e 18 euro, ridotti 8 euro per studenti, giovani sotto i 26 anni e over 65) saranno in vendita anche domani, mercoledì 10 agosto, a partire dalle ore 19.15 presso il Teatro dei Rinnovati (ingresso da via Salicotto 6).

Per informazioni, tel.: 0577 22091, www.chigiana.it

Salvatore Accardo, Bruno Giuranna, Antonio Meneses e Franco Petracchi torneranno nuovamente sul palco giovedì 11 agosto, alle ore 21.15, nella suggestiva cornice della Basilica di San Lucchese a Poggibonsi, per un concerto ricco di emozioni nell’ambito della rassegna “Maestri Chigiani in Terra di Siena”.
La serata, organizzata dall’Accademia Chigiana in collaborazione con U.S Virtus, “E20”, Associazione culturale Virtus e Associazione culturale “Idee” e con il sostegno della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, si concluderà con un brindisi con buffet abbinato alle bollicine Carpenè Malvolti.

I biglietti (posto unico 20 euro) possono essere prenotati telefonando al numero 338 6699865.

Ufficio stampa Accademia Musicale Chigiana
Agenzia Freelance
tel. 0577 219228 – 272123
Sonia Corsi
cell. 335 1979765
Agnese Fanfani
cell. 335 1979385
e-mail: relazioni@chigiana.it o info@agfreelance.it

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

9 agosto, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Musica classica, Musica da camera, Prima del concerto | , , , , , , , , | Lascia un commento

Concerto straordinario di Maurizio Pollini per l’Accademia Chigiana martedì 9 agosto al Teatro dei Rinnovati a Siena

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Concerto straordinario di Maurizio Pollini per l’Accademia Musicale Chigiana.
C’è grande attesa per l’appuntamento in programma a Siena martedì 9 agosto, alle ore 21.15, in un Teatro dei Rinnovati che si preannuncia tutto esaurito.
Sarà l’unica data estiva in Italia del grande Maurizio Pollini, al suo dodicesimo concerto a Siena, testimonianza di un rapporto privilegiato con il pubblico senese e con l’Accademia Chigiana, dove è stato docente dei seminari estivi nel 2001 e nel 2002.
Il programma sarà interamente dedicato a Beethoven, con la Sonata in fa maggiore op. 54, la Sonata in do maggiore op. 53 “Waldstein”, la Sonata in fa diesis maggiore op. 78 e la Sonata in fa minore op. 57 “Appassionata”.
Nel concerto senese Pollini compie dunque una ricerca dedicata in particolare al periodo centrale dell’attività di Beethoven, quello tradizionalmente definito “eroico”, nel quale il maestro di Bonn mise a punto una scrittura la cui potenza drammatica e la cui comunicativa gli valse immediatamente il ruolo di compositore europeo di riferimento.

Dopo il successo ottenuto a soli diciotto anni al Concorso Chopin di Varsavia, Maurizio Pollini ha intrapreso una carriera sensazionale che lo ha condotto nelle principali sedi concertistiche internazionali, fino a diventare oggi un musicista leggendario, tra i più acclamati e richiesti in assoluto.
Nella vastità del repertorio dominato dall’artista, particolarmente apprezzato per l’esecuzione della musica del XX secolo – dalle avanguardie storiche di Berg, Webern o Schönberg fino a quelle contemporanee (Boulez, Berio, Nono) -, occupano un posto di speciale rilievo i romantici Schumann, Chopin e Liszt come pure Mozart, Beethoven e Bach.

La biglietteria sarà aperta il giorno del concerto.
Dalle ore 15.30 alle ore 18 sarà possibile ritirare i biglietti prenotati presso il botteghino di Palazzo Chigi Saracini (via di Città 89, Siena).
A partire dalle ore 19.15 sarà invece aperto il botteghino del Teatro dei Rinnovati.
Eventuali biglietti non ritirati verranno messi nuovamente in vendita prima dell’inizio del concerto presso la biglietteria del teatro.

Per informazioni, tel. 0577 22091 o www.chigiana.it

Ufficio stampa Accademia Musicale Chigiana
Agenzia Freelance
tel. 0577 219228 – 272123
Sonia Corsi
cell. 335 1979765
Agnese Fanfani
cell. 335 1979385
e-mail: relazioni@chigiana.it o info@agfreelance.it

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

8 agosto, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Musica classica, Musica da camera, Pianisti, Prima del concerto | , , , | Lascia un commento

Mercoledì 3 agosto il violoncellista Antonio Meneses e il pianista Gérard Wyss ospiti dell’80ª Estate Musicale Chigiana

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Le note del violoncello di Antonio Meneses per l’80ª Estate Musicale Chigiana.
A Siena domani, mercoledì 3 agosto, alle ore 21.15, al Teatro dei Rinnovati, il celebre violoncellista brasiliano sarà protagonista, con Gérard Wyss al pianoforte, del concerto che proporrà i Quattro Pezzi op. 70 per violoncello e pianoforte di Bruch, Fünf Stücke im Volkston op. 102 per violoncello e pianoforte di Schumann, le Variazioni concertanti op. 17 per violoncello e pianoforte di Mendelssohn, le Tres Cenas Cariocas per violoncello e pianoforte di Vicente e la Sonata in do maggiore op. 119 per violoncello e pianoforte di Prokof’ev.

I biglietti (interi 25 e 18 euro, ridotti 8 euro per studenti, giovani sotto i 26 anni e over 65) saranno in vendita anche domani, mercoledì 3 agosto, a partire dalle ore 19.15 presso il Teatro dei Rinnovati.

Per informazioni tel.: 0577 22091 o www.chigiana.it

Ufficio stampa Accademia Musicale Chigiana
Agenzia Freelance
tel. 0577 219228 – 272123
Sonia Corsi
cell. 335 1979765
Agnese Fanfani
cell. 335 1979385
e-mail: relazioni@chigiana.it o info@agfreelance.it

Antonio Meneses
Antonio Meneses, vincitore nel 1977 del Concorso Internazionale di Monaco e nel 1982 del primo premio e della medaglia d’oro al Concorso Čajkovskij di Mosca, suona regolarmente con le orchestre più famose e i direttori più prestigiosi del mondo.
Ricca è la sua discografia, in cui spicca il Concerto per violino e violoncello di Brahms con Anne-Sophie Mutter e il Don Chisciotte di Richard Strauss sotto la direzione di Herbert von Karajan.
Ha registrato le Sei Suites per violoncello solo di Bach per la Nippon Phonogram e il Trio con pianoforte di Čajkovskij per la EMI Angel.
Le sue registrazioni più recenti comprendono l’opera completa per violoncello e pianoforte di Villa-Lobos con Christina Ortiz, alcuni brani con Gérard Wyss e una nuova versione delle Sei Suites per violoncello solo di Bach, per la AVIE Records.
Meneses tiene numerose masterclass in Europa, America e Giappone.
Ha iniziato ad insegnare alla Hochschule der Künste di Berna nel 2007 e tiene dal 2001 la cattedra di violoncello (come già avvenuto nel 1997) all’Accademia Musicale Chigiana. Suona un violoncello Alessandro Gagliano costruito a Napoli intorno al 1730.

Gérard Wyss
Gérard Wyss ha studiato con Paul Baumgartner e Rolf Maser presso l’Accademia Musicale di Basilea, perfezionandosi poi nell’interpretazione dei Lieder e nella musica da camera, discipline di cui oggi è docente.
La sua vocazione per le esibizioni in accompagnamento ad altri musicisti lo ha portato a collaborazioni con Pierre Fournier e Arthur Grumiaux.
Oggi è molto richiesto anche come solista e come musicista da camera e si esibisce regolarmente con gli artisti più noti della scena internazionale.
Wyss è inoltre ospite regolare dei festival internazionali di Salisburgo, Stresa, Lucerna, Berlino e negli Stati Uniti, in Canada e Giappone.
Ha partecipato a numerose registrazioni per radio e per compagnie discografiche quali Denon, Novalis, Pan Classics, Philips, Tudor.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

2 agosto, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Musica classica, Musica da camera, Prima del concerto, Violoncellisti | , , , , , , , , , | Lascia un commento

Giovedì 21 luglio la 80ª Estate Musicale Chigiana ospita il pianista Joaquín Achúcarro

Critica Classica di Marco del Vaglio:

L’appuntamento con il celebre pianista spagnolo Joaquín Achúcarro è per domani, giovedì 21 luglio, alle ore 21.15, al Teatro dei Rinnovati per la 80ª Estate Musicale Chigiana.
Il concerto si aprirà con la Toccata in do maggiore BWV 564 di Bach nella trascrizione di Busoni per poi proseguire con la Sonata n. 30 in mi maggiore op. 109 di Beethoven.
Nella seconda parte del programma ci saranno tre pagine di Liszt, Liebestraum n. 3 “O Lieb”, Vals Oubliée n.1 e Funerailles, e ancora i Tre Preludi, opera postuma in re minore, op. 32, n. 5 in sol maggiore e op. 32 n. 12 in sol minore di Rachmaninov e i Due Studi op. 8 n. 5 in si maggiore e n. 12 in re diesis minore “Patetico” di Skrjabin.

I biglietti (interi 25 e 18 euro, ridotti 8 euro per studenti, giovani sotto i 26 anni e over 65) saranno in vendita anche domani, giovedì 21 luglio, a partire dalle ore 19.15 presso il Teatro dei Rinnovati.

Per informazioni
tel.: 0577 22091 o www.chigiana.it

Ufficio stampa Accademia Musicale Chigiana
Agenzia Freelance
tel. 0577 219228 – 272123
Sonia Corsi
cell. 335 1979765
Agnese Fanfani
cell. 335 1979385
e-mail: relazioni@chigiana.it o info@agfreelance.it
________________________________________________________________________________

Joaquín Achúcarro

Joaquín Achúcarro vanta 50 anni di carriera concertistica internazionale, nel corso della quale ha suonato in 60 paesi con più di 200 orchestre e 342 direttori.
La sua produzione discografica conta 26 titoli con opere di Beethoven, Brahms, Chopin, Schumann, Schubert, Ravel, Debussy, Falla, Granados, Musorgskij, Rachmaninov, Rodrigo, Turina e Bartók incise per RCA, BMG, Claves, Ensayo, Master of Arts, Arcobaleno e Yamaha. Per la Sony ha inciso il Concerto per pianoforte di Joaquìn Rodrigo nella versione da lui rielaborata su espresso desiderio del compositore. Achucarro si dedica anche con passione all’insegnamento: dal 1989 è docente di pianoforte all’Accademia Chigiana e tiene la Cattedra Speciale di Pianoforte “Joel Estes Tate” della Southern Methodist University di Dallas (Texas).
Nell’aprile 2008 un gruppo di persone e istituzioni ammiratrici di Achucarro ha creato sempre a Dallas la “Joaquín Achúcarro Foundation” allo scopo di perpetuare la sua eredità come artista e insegnante e di aiutare i giovani pianisti agli inizi della loro carriera. Tra le onorificenze ricevute spicca il titolo di “Artist for Peace 2000” conferitogli dall’Unesco a Parigi.
Nel 2003 il Re Juan Carlos di Spagna gli ha concesso la Grande Croce del Merito Civile.
Ha inoltre ricevuto in Spagna la Medaglia d’Oro delle Belle Arti e il Premio Nazionale di Musica.
Nel 2004 Bilbao, la sua città natale, lo ha nominato “Figlio Prediletto”, titolo non concesso a nessuno dal 1965.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

20 luglio, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Musica classica, Pianisti, Prima del concerto | , , , , , , , , , | Lascia un commento

Venerdì 15 luglio debutta a Siena la Camerata Salzburg diretta da Philipp von Steinäcker

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Debutta a Siena per la 68ª Settimana Musicale Senese uno dei più prestigiosi complessi europei, la Camerata Salzburg, diretta da Philipp von Steinäcker, in concerto venerdì 15 luglio, alle ore 21.15, al Teatro dei Rinnovati.
Prossimo a festeggiare nel 2012 i sessanta anni di attività, il complesso salisburghese è uno dei più rinomati nel panorama musicale internazionale e per il suo debutto senese presenta un programma che abbraccia oltre due secoli di storia della musica, dal sontuoso stile dei balletti di Jean-Philippe Rameau (l’opéra-ballet Les Fêtes d’Hébé risale al 1739) alle Danses concertantes di Igor Stravinskij, passando per la giovanile Serenata n. 1 di Johannes Brahms.

Les Fêtes d’Hébé ou Les Talents lyriques è un’ opéra-ballet di Jean-Philippe Rameau su libretto di Antoine-César Gautier de Montdorge, rappresentata il 25 marzo del 1739.
La Suite orchestrale che qui viene presentata nasce da una sapiente scelta di danze, numerose e varie.
Ci si concentra così su quanto di più interessante – anche secondo il giudizio dei contemporanei – conteneva questo sterminato spettacolo in un Prologo e tre Entrées, che da subito piacque moltissimo al pubblico parigino tanto da essere presentato per ben 80 volte già nel 1739 e per gli anni a seguire.

Le Danses concertantes vennero commissionate a Stravinskij quando si trovava negli Stati Uniti nel 1941 da Werner Janssen, direttore della Janssen Symphony Orchestra di Los Angeles e vennero eseguite per la prima volta a Los Angeles l’8 febbraio 1942.
In questa partitura confluiscono – facilmente ravvisabili – temi, ritmi e soprattutto scelte ‘stilistiche’ (di gusto e di valore), che ci riportano ad altre partiture famose del musicista russo come l’Histoire du soldat e il balletto Pulcinella, caratterizzate dalla presenza della componente ironica nella vicenda creativa di Stravinskij, che si compiace di ridicolizzare l’idea stessa di “musica colta” con i modi della banda e – nella componente visiva presente fin dai tempi di Pulcinella – con lo scombinato puzzle della commedia dell’arte.

Chiude il programma la Serenata op. 11 di Brahms, opera giovanile composta all’età di 25 anni, quando il musicista era al suo primo incarico di maestro di musica per la corte di Detmold, dove soggiornerà per i mesi autunnali dal 1857 al 1859.
Composta per un piccolo organico cameristico (1 flauto, 1 corno, 2 clarinetti, 1 fagotto e quartetto d’archi), la Sinfonia è formata da sei movimenti dal tono sereno e gioioso, con forti richiami ad altre composizioni di Haydn (Sinfonia London) e Beethoven (Sinfonia Pastorale, Seconda Sinfonia) e l’Ottetto di Mendelssohn

Info: tel. 0577-22091, tutto il programma su www.chigiana.it
Biglietti: 25 e 18 euro (ridotto 8 euro).

Ufficio stampa Settimana Musicale Senese 2011
Anna Dal ponte
cell. 346 0620710; 331 1835467
e-mail: dalann@tiscali.it
Sara Ciccarelli
cell. 339 7097061
e-mail: sara.ciccarelli@fastwebnet.it

Ufficio stampa Accademia Musicale Chigiana
Agenzia Freelance
tel. 0577 219228 – 272123
Sonia Corsi
cell. 335 1979765
Agnese Fanfani
cell. 335 1979385
e-mail: relazioni@chigiana.it o info@agfreelance.it

Cogliere la nota esatta è fondamentale per ogni oratore, ma per i musicisti è essenziale. L’arte, la sfida, l’essenza sono da ricercare oltre l’interpretazione di ciò che è “visibile”, scritto nella partitura. Qui è dove inizia la realtà della musica”.
È stato questo il principio guida che il leggendario violinista Sandor Vegh ha voluto dare all’ensemble Camerata Salzburg (originariamente fondato nel 1952 da Bernhard Paumgartner): principio che ha modellato l’identità stilistica della Camerata dal 1978 fino al 1997, anno della morte di Vegh.
A lui è succeduto Roger Norrington, Direttore Principale dal 1997 fino al 2006 e, in seguito, Leonidas Kavakos che nell’agosto 2006 è stato nominato Direttore Artistico della Camerata Salzburg, posizione che ha ricoperto fino al 2009.
Roger Norrington è comunque rimasto in stretto contatto con l’orchestra in veste di Conductor Laureate.
Dopo sessant’anni di storia, la Camerata Salzburg è divenuta a pieno titolo un’orchestra da camera della miglior tradizione.
Oggi consiste in una formazione di giovani e motivati musicisti i quali “suonano con un trasporto ed una gioia che è quasi contagiosa”.
Molti sono i solisti con cui la Camerata si è esibita; fra i più recenti Louis Langrée, Jonathan Biss, Elisabeth Leonskaja, Stefan Vladar, Anne-Sophie Mutter, Victoria Mullova, Hilary Hahn, Jian-Wang, Matthias Goerne, Emmanuel Pahud, Hakan Hardenberger e molti altri.
Le esibizioni hanno avuto luogo ad Aix-en-Provence, in Slovenia, in Olanda, in Italia, in Germania, in Grecia e in Asia.
La Camerata Salzburg viene regolarmente invitata al Festival Carinthischer Sommer, così come alla Mozartwoche di Salisburgo; questi eventi si aggiungono al proprio Festival “Begegnung”, della durata di tre giorni, nella città natale dell’Orchestra. Altre manifestazioni ormai consolidate sono il Festspiele di Salisburgo e una serie di concerti alla Konzerthaus a Vienna.

Il direttore Philipp von Steinäcker ha vinto il concorso di direzione Melgaard OAE Young Conductor Auditions a Londra ed è stato l’assistente dell’Orchestra of the Age of Enlightenment per un anno lavorando con direttori come Sir Simon Rattle, Vladimir Jurowski, Sir Roger Norrington.
Ha preparato l’Orchestra of the Age of Enlightenment per Vladimir Jurowski, la Symphonica Toscanini per Lorin Maazel, la Trondheim Symphony Orchestra per Daniel Harding ed ha assistito lo stesso Harding all’Orchestra della Radio Svedese di Stoccolma ed alla London Symphony Orchestra.
È stato l’assistente di Sir John Eliot Gardiner per la sua produzione di Pelléas e Mélisande all’Opéra Comique a Parigi.
Ad ottobre 2010 ha diretto il concerto finale dell’Orchestra dell’Accademia Gustav Mahler a Bolzano.
Nel 2011 Philipp von Steinäcker assisterà Sir John Eliot Gardiner per Der Freischütz all’Opéra Comique a Parigi e dirigerà una produzione de La Bohème a Londra e ai festival di Mentone e St. Raphael.
È fondatore e direttore dell’orchestra Musica Saeculorum in Alto Adige.
Con questo gruppo ha debuttato alle Settimane Mahleriane 2008 a Dobbiaco proseguendo negli anni successivi in un’impegnativa attività.
Steinäcker è cresciuto ad Amburgo ed ha iniziato i suoi studi presso la Musikhochschule di Lubecca.
Durante il liceo ha fatto il suo debutto alla Musikhalle di Amburgo come violoncellista ed è stato membro sia dell’Orchestra Giovanile Tedesca sia della Gustav Mahler Jugendorchester.
Dopo la maturità ha studiato presso la Musikhochschule di Vienna e soprattutto presso la Juilliard School di New York con Harvey Shapiro, dove ha compiuto gli studi con il titolo di Master of Music.
In seguito ha studiato il violoncello barocco presso il CNSM a Parigi nella classe di Christophe Coin.
Di recente ha compiuto i suoi studi di direzione d’orchestra con Mark Stringer e Yuchi Yoasa presso l’Università di Musica di Vienna.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

14 luglio, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Musica classica, musica sinfonica, Prima del concerto | , , , , , , | Lascia un commento

Giovedì 14 luglio Alexander Lonquich pianista e direttore dell’Orchestra da Camera di Mantova nell’ambito della 68ª Settimana Musicale Senese

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Atteso ritorno a Siena, per la 68ª Settimana Musicale Senese giovedì 14 luglio (ore 21.15) al Teatro dei Rinnovati, per Alexander Lonquich, figura di spicco del pianismo internazionale, nella doppia veste di pianista e direttore dell’Orchestra da Camera di Mantova.
Dopo il successo dell’anno scorso con l’esecuzione in una sola giornata dei cinque concerti per pianoforte di Beethoven, quest’anno sarà la volta di Chopin: in programma i due famosi Concerti per pianoforte e orchestra, il n. 1 in mi minore op. 11 e il n. 2 in fa minore op. 21.
Composto tra la primavera e l’estate del 1830, il Concerto in mi minore op. 11 venne pubblicato a Parigi nel 1833.
Divenne così il Primo Concerto, pur essendo stato composto dopo il suo gemello, il Concerto in fa minore op. 21 che dovette aspettare fino al 1836 pur essendo stato scritto tra il 1828 e il 1830.
La natura di queste due amatissime partiture, che da subito ottennero grande successo di pubblico, è caratterizzata da una scrittura decisamente orientata verso il protagonismo del pianoforte, a cui l’orchestra faceva da semplice supporto: per il giovane Chopin, appena ventenne, significava avvicinarsi ai gusti del pubblico in vista di un’importante tournée, nella quale avrebbe presentato i suoi lavori con orchestra, evidenziandone la sua straordinaria versatilità pianistica, prima a Breslavia, quindi a Vienna e poi a Monaco.

Info: tel. 0577-22091, tutto il programma su www.chigiana.it
Biglietti: 25 e 18 euro (ridotto 8 euro).

Ufficio stampa Settimana Musicale Senese 2011
Anna Dal ponte
cell. 346 0620710; 331 1835467
e-mail: dalann@tiscali.it
Sara Ciccarelli
cell. 339 7097061
e-mail: sara.ciccarelli@fastwebnet.it

Ufficio stampa Accademia Musicale Chigiana
Agenzia Freelance
tel. 0577 219228 – 272123
Sonia Corsi
cell. 335 1979765
Agnese Fanfani
cell. 335 1979385
e-mail: relazioni@chigiana.it o info@agfreelance.it

Fra i più importanti pianisti di oggi, Alexander Lonquich ha suonato in Giappone, Stati Uniti e nei principali centri musicali europei.
La sua attività lo vede impegnato con direttori d’orchestra quali Claudio Abbado, Ton Koopman, Heinz Holliger, etc. Particolare in tal senso è stato il rapporto mantenuto con Sandor Vègh e la Camerata Salzburg, di cui è tuttora regolare ospite nella veste di direttore-solista.
Un importante ruolo svolge inoltre la sua attività nell’ambito della musica da camera, che lo ha portato a collaborare fra gli altri con Heinrich Schiff, Heinz Holliger e Frank Peter Zimmermann, con cui ha ottenuto numerosi riconoscimenti dalla critica internazionale quali il Diapason d’Or 1992, il Premio Abbiati nel 1993 e il Premio Edison in Olanda nel 1994. Il suo repertorio spazia da Bach a Schumann e Chopin. Nel ruolo di direttore-solista collabora stabilmente con l’Orchestra da Camera di Mantova, e, tra le altre, con l’Orchestra della Radio di Francoforte, la Royal Philharmonic Orchestra, la Deutsche Kammerphilarmonie, la Camerata Salzburg, la Mahler Chamber Orchestra, l’Orchestre des Champs Elysées e la Filarmonica della Scala di Milano.
Ha inciso per la EMI e la ECM. Ai numerosi impegni concertistici Lonquich ha affiancato negli anni un intenso lavoro in campo didattico tenendo masterclass in Europa, Stati Uniti ed Australia.
Particolarmente attivo per la didattica, Lonquich si è dedicato intensamente nella conduzione di laboratori teatrali-musicali avvalendosi della collaborazione di artisti provenienti da linguaggi artistici diversi.
Tra le altre, particolarmente cara gli è stata l’esperienza del laboratorio Kinderszenen dedicato all’infanzia.

L’Orchestra da Camera di Mantova, che quest’anno ha il piacere di festeggiare i trent’anni di attività, si è imposta sin dal suo esordio all’attenzione del pubblico e della critica per brillantezza tecnica, assidua ricerca della qualità sonora, sensibilità ai problemi stilistici.
Vincitore nel 1997 del prestigioso Premio Abbiati quale miglior complesso da camera, nel corso della trentennale vita artistica l’orchestra ha collaborato con direttori e solisti di livello internazionale tra cui Kremer, Mintz, Accardo, Benedetti Michelangeli, Carmignola, Ughi, Maisky, Dindo, Brunello, Lonquich, Canino, Katia e Marielle Labeque, Lucchesini, oltre a Piazzolla e a Gazzelloni.
Protagonista di innumerevoli concerti in Italia e all’estero, si è esibita in teatri e sale da concerto della maggior parte dei paesi europei, Stati Uniti, Centro e Sud America, Asia. Nell’ultimo decennio l’attività nazionale e internazionale dell’orchestra si è incentrata sull’ideazione e realizzazione di importanti cicli monografici, tra i quali, innanzitutto, il “Progetto Beethoven” (2002-2004): diretta da Benedetti Michelangeli e affiancata da alcuni tra i più rinomati solisti italiani; il progetto nel 2004-05 con Alexander Lonquich, dedicato ai Concerti per pianoforte di Mozart; dal 2004 al 2007, di nuovo sotto la guida di Benedetti Michelangeli, ha intrapreso un ciclo incentrato sulla produzione sacra di Mozart.
In occasione del bicentenario della morte di Haydn, ha dato vita a un progetto triennale, intitolato “Haydn l’europeo che amava l’Italia”, attraverso il quale ha proposto un’ampia selezione dell’imponente produzione sinfonica, sacra e cameristica del genio di Rohrau. Nel 2010, bicentenario della nascita di Schumann, ha affrontato l’integrale delle Sinfonie del musicista tedesco, cogliendo riconoscimenti unanimi di pubblico e critica.
Ha effettuato registrazioni televisive e radiofoniche (Rai, Bayerischer Rundfunk, Rsti).
Nel settembre 2009 ha inciso, su commissione della rivista “Amadeus”, tre Sinfonie di Haydn.
Recentemente, per l’etichetta Hyperion, nell’ambito di un progetto discografico dedicato a Mozart, ha inciso con Angela Hewitt i primi tre Concerti per pianoforte e orchestra.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

13 luglio, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Concerti, Musica classica, Pianisti | , , , , , | Lascia un commento

Sabato 9 luglio inaugurazione della 68ª Settimana Musicale Senese con il Requiem tedesco di Brahms

Critica Classica di Marco del Vaglio:

L’Orchestre des Champs Elysées diretta da Philippe Herreweghe, insieme al Collegium Vocale Gent e Accademia Chigiana Siena inaugurano la 68ª Settimana Musicale Senese, sabato 9 luglio, al Teatro dei Rinnovati.
Il concerto, che sarà registrato da Rai Radio Tre, è dedicato a Johannes Brahms con l’esecuzione della più monumentale delle sue opere per coro e orchestra, Ein deutsches Requiem (Un Requiem tedesco) op. 45, preceduto da altre due pagine per coro e orchestra: Schicksalslied (Il canto del destino) op. 54 su testo di Friedrich Hölderlin e Begräbnisgesang (Canto funebre) op. 13 su testo di Michael Weiße.
L’esecuzione si avvale di due voci soliste di grande spicco nel panorama internazionale, il soprano Ilse Eerens e il baritono Andrew Foster-Williams.
Eseguito per la prima volta nel duomo di Brema nel 1868, Un Requiem tedesco è fra le composizioni più imponenti scritte da Brahms, che proprio grazie a questo lavoro ottiene fama europea e diventa musicista di riferimento nella seconda metà dell’Ottocento.
Strutturato in sette sezioni, su testi tratti dalla Bibbia, il lavoro alterna momenti di forte drammaticità al lirismo più intimo.
In apertura di concerto Schicksalslied (Il canto del destino) op. 54 che Brahms porta a termine nel 1871, tre anni dopo il successo di Un Requiem tedesco.
Composta su testo di Friedrich Hölderlin, la partitura rappresenta forse il momento più alto dell’esperienza sinfonico-corale di Brahms: riferimento poetico è la poesia altissima e visionaria di Hölderlin, attraverso l’impiego di un testo con un contenuto spirituale decisamente forte ma anche sostanzialmente laico e pessimistico.
A seguire il Begräbnisgesang (Canto funebre) op. 13, sicuramente uno dei frutti più belli della giovinezza di Brahms, evidente premessa di quel Requiem che sarebbe rimasta la sua creazione più significativa e popolare in questo campo.
Con questo concerto, Philippe Herreweghe torna a Siena per la terza volta nell’ambito della Settimana Musicale Senese, con il Collegium Vocale Gent e Accademia Chigiana Siena, ensemble corale nato tre anni fa da una importante collaborazione fra il direttore belga e l’Accademia Musicale Chigiana, che si è imposto nel giro di pochi anni come una delle più interessanti formazioni corali in ambito internazionale.
Il Coro è il risultato della fusione paritetica fra le due illustri istituzioni: il Collegium Vocale Gent, fondato nel 1970 e interprete storico della musica barocca, e l’Accademia Chigiana, depositaria di antiche e moderne tradizioni.
Animatore del Coro è Philippe Herreweghe, che nel 1970 fondò l’ensemble Collegium Vocale Gent dedicandosi soprattutto al repertorio barocco, e nel 1991 l’Orchestre des Champs Elysées. Nikolaus Harnoncourt e Gustav Leonhardt si accorsero subito della straordinaria personalità del maestro e lo invitarono a partecipare al progetto di registrazione di tutte le Cantate di Bach.
Il modo vitale e autentico con cui Herreweghe dirigeva ricevette ben presto l’entusiasmo della critica.
Da allora, instancabile è l’attività che lo ha portato a dirigere i suoi complessi in numerosissime tournée e incisioni discografiche.
Nel 1993 Herreweghe e il Collegium Vocale Gent sono stati nominati “Ambasciatori culturali delle Fiandre”.
L’anno successivo ha ottenuto l’Ordine belga di Officier des Arts et Lettres e nel 1997 la laurea “honoris causa” dall’Università di Lovanio.
Nel 2003 il Governo francese gli ha attribuito la “Légion d’Honneur”.
L’Orchestre des Champs Elysées si dedica all’interpretazione di un repertorio che spazia dalla metà del XVIII agli inizi del XX secolo (da Haydn a Mahler), utilizzando strumenti dell’epoca del repertorio eseguito. La fondazione del gruppo è avvenuta nel 1991 grazie all’iniziativa comune di Alain Durel, direttore del Teatro degli Champs-Élysées, e di Philippe Herreweghe. L’Orchestra degli Champs-Elysées è stata per numerosi anni “orchestra in residence” al Teatro degli Champs-Elysées a Parigi e al Palazzo delle Belle Arti di Bruxelles, esibendosi nelle più rinomate sale da concerto: il Musikverein di Vienna, il Concertgebouw di Amsterdam, il Barbican Centre di Londra, le filarmoniche di Monaco, di Berlino e di Colonia, l’Alte Oper di Francoforte, la Filarmonica di Berlino e Monaco, il Gewandhaus di Lipsia, il Lincoln Center di New York, il Parco della Musica a Roma e negli Auditorium di Lucerna e di Digione.

La 68ª Settimana Musicale Senese, organizzata dall’Accademia Musicale Chigiana con il sostegno finanziario e la collaborazione della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Regione Toscana, proseguirà fino a sabato 16 luglio ospitando come di consueto artisti e complessi di fama internazionale.
Haendel e Bach sono gli autori scelti per il concerto, domenica 10 luglio alla Chiesa Sant’Agostino, di uno dei più raffinati e vivaci complessi italiani di musica antica di oggi: l’Accademia Bizantina e il suo direttore Ottavio Dantone.
L’attività artistica quasi trentennale dell’ensemble ha visto coniugare con successo lo studio della prassi esecutiva su strumenti originali con un’attenta e rispettosa lettura della partitura, decretando il successo internazionale di questo complesso barocco.
Lunedì 11 luglio la prima novità della Settimana Musicale Senese, sempre attenta al teatro musicale contemporaneo: al Teatro dei Rinnovati la prima esecuzione assoluta, commissione dell’Accademia Musicale Chigiana, di Faust, tragedia soggettiva con musica di Silvia Colasanti su testo di Fernando Pessoa.
Scritta per attore, soprano ed ensemble, l’opera si presenta come una riflessione sul Faust in chiave contemporanea.
Così parla del suo nuovo lavoro la compositrice romana: “Cosa ne è stato del Faust illuminista che trova la salvezza nella conquista del Paradiso? In cosa si è trasformato l’ideale goethiano della conoscenza? Quale la sua evoluzione novecentesca? Il poema di Pessoa si presenta come il dramma di un’anima, bloccata nel suo nichilismo, nella sua incapacità di amare. Faust ci rispecchia: denuncia un uomo contemporaneo preda della sua strapotente cerebralità, schiavo della superbia dell’intelligenza, incapace di ‘sentire’ ciò che non riesce a ‘comprendere’”.
Scritta in 18 scene, l’opera attraversa e accompagna il solitario protagonista nell’eterna lotta tra l’Intelligenza e la Vita.
Faust è l’attore Ferdinando Bruni, sulla scena insieme al soprano Laura Catrani; l’Icarus Ensemble è diretto da Gabriele Bonolis; regia di Francesco Frongia, allestimento Compagnia Teatro dell’Elfo.
Silvia Colasanti, classe 1975, è oggi una delle migliori e promettenti compositrici italiane, vincitrice di prestigiosi premi e riconoscimenti internazionali che l’hanno portata a collaborare con le principali istituzioni concertistiche italiane ed estere, dall’Accademia Nazionale di Santa Cecilia al Théâtre des Champs-Élysées di Parigi; a maggio è tornata alla Konzerthaus di Berlino con un nuovo lavoro per orchestra d’archi.
Martedì 12 e mercoledì 13 luglio toccherà a un altro importante complesso barocco italiano, già ospite della Chigiana nelle edizioni passate: Europa Galante e il suo direttore Fabio Biondi presentano al Teatro dei Rozzi in prima ripresa italiana in tempi moderni La fede ne’ tradimenti, dramma per musica in tre atti di Attilio Ariosti su libretto di Girolamo Gigli.
Firma la regia Denis Krief, che si avvale di un cast internazionale con le voci di Roberta Invernizzi e Lucia Cirillo (soprani), Marianne Beate Kielland (mezzosoprano) e Johannes Weisser (basso).
Musicista molto conosciuto all’epoca, Ariosti nacque a Bologna nel 1666 e morì probabilmente nel 1729 in Inghilterra, dove si era trasferito per coprire l’incarico di compositore alla Royal Academy of Music di Londra.
Una vita turbolenta ne caratterizzò l’esistenza: fu monaco appartenente all’ordine dei Servi, virtuoso di viola d’amore, diplomatico imperiale, compositore e uomo di mondo.
Viaggiò molto in tutta Europa (Londra, Berlino, Vienna e Parigi), ma venne poi bandito dallo Stato pontificio per “cattiva condotta”.
Oltre che di cantate, oratori e serenate, il suo catalogo si compone soprattutto di opere teatrali, che ebbero notevole successo all’epoca.
La fede ne’ tradimenti venne eseguita per la prima volta a Berlino l’11 luglio 1701 in occasione del compleanno di Federico I di Prussia presso la corte di Sofia Carlotta elettrice di Brandeburgo.
Rappresenta la prima vera opera di Ariosti, composta secondo lo stile musicale dell’epoca; è su libretto del commediografo e satirico senese Girolamo Gigli, i cui scritti si caratterizzarono per una lingua assai diretta, una comicità vivace e spontanea nello stile della commedia dell’arte, spesso attraverso scherni mordaci.
Nel pieno rispetto dello stile corrosivo del Gigli, La fede ne’ tradimenti appare una parodia del dramma cavalleresco di foggia spagnoleggiante.
Gigli non eresse a nobile ideale la guerra tra il re Fernando di Castiglia e il re Sancio di Navarra, che comunque fa da imprescindibile sfondo storico, ma si concentrò su un’azione secondaria: l’opposta relazione amorosa tra Fernando e la figlia di Sancio, Sancia, qui chiamata Anagilda.
È proprio la protagonista femminile la vera eroina dell’opera: con le parole e con i fatti, è lei che porta Fernando dalle catene alla libertà e da sola porta l’opera a un lieto fine.
Gradito ritorno a Siena giovedì 14 luglio al Teatro dei Rinnovati anche per Alexander Lonquich, figura di spicco del pianismo internazionale, nella doppia veste di pianista e direttore dell’Orchestra da camera di Mantova.
Dopo il successo dell’anno scorso con l’esecuzione in una sola giornata dei cinque concerti per pianoforte di Beethoven, quest’anno sarà la volta di Chopin: in programma i due Concerti per pianoforte e orchestra.
Nuovo appuntamento al Teatro dei Rinnovati venerdì 15 luglio con la Camerata Salzburg diretta da Philipp von Steinäcker; prossimo a festeggiare nel 2012 i sessant’anni di attività, il complesso salisburghese è uno dei più rinomati nel panorama musicale internazionale.
Per il suo concerto a Siena presenta un programma con musiche di Stravinskij, Rameau e Brahms.
L’ultimo appuntamento della Settimana Senese sarà con Goran Bregovic sabato 16 luglio in piazza Jacopo della Quercia.
Con la Wedding and Funeral Band Bregovic presenta il suo ultimo album Champagne for Gypsies.
Folk balcanico ed elettronica, temi sacri e ritmi sfrenati: questi gli ingredienti del singolare successo del musicista di Sarajevo venuto alla ribalta grazie alle colonne sonore dei film di Kusturica.
È lo stesso Bregovic a definire la sua musica come una “miscela” assolutamente unica che nasce da una frontiera, come quella balcanica, in cui si incrociano la cultura ortodossa, cattolica e musulmana.
Completano il programma due eventi straordinari al Teatro dei Rinnovati: martedì 9 agosto torna il recital pianistico di Maurizio Pollini, un appuntamento che per i senesi si ripete ormai da molti anni e che segna il particolare legame del grande maestro con la città di Siena.
Il concerto quest’anno sarà dedicato a Beethoven con l’esecuzione di quattro sonate (l’op. 54, l’op. 53 Aurora o Waldstein, l’op. 78 e l’op. 57 Appassionata).
Martedì 6 settembre altro straordinario appuntamento con il concerto dell’Orchestra Filarmonica della Scala diretta da Daniel Barenboim: il grande maestro argentino-israeliano, che è stato un giovanissimo allievo dei corsi di perfezionamento della Chigiana, torna dopo tanti anni a Siena per dirigere il suo primo concerto nella città toscana.
Programma classico con Rossini, Mozart e Beethoven.

Info: tel. 0577-22091, www.chigiana.it

Biglietti: 25 e 18 euro (ridotto 8 euro).
Concerti straordinari del 9 agosto e 6 settembre 50 e 30 euro (ridotto 15 euro).

Ufficio stampa Settimana Musicale Senese 2011
Anna Dal ponte
cell. 346 0620710; 331 1835467
e-mail: dalann@tiscali.it
Sara Ciccarelli
cell. 339 7097061
e-mail: sara.ciccarelli@fastwebnet.it

Ufficio stampa Accademia Musicale Chigiana:
Agenzia Freelance
tel. 0577 219228 – 272123
Sonia Corsi
cell. 335 1979765
Agnese Fanfani
cell. 335 1979385
e-mail: relazioni@chigiana.it o info@agfreelance.it

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

7 luglio, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Canto, Concerti, Musica, Musica classica | , , , , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: