MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Venerdì 19 giugno il terzo appuntamento del ciclo “Organi Storici della Campania” ospita il duo Rea-Biancardi

Logo Associazione Scarlatti + Logo Conservatorio
Venerdì 19 giugno 2015, alle ore 18.30, terzo appuntamento con la XVII edizione del ciclo Organi Storici della Campania della Associazione Alessandro Scarlatti con un particolare concerto per organo e pianoforte.
Protagonisti il M° Maurizio Rea all’organo e il M° Salvatore Biancardi al pianoforte, ma soprattutto l’imponente strumento della Sala Scarlatti del Conservatorio San Pietro a Majella, che con le sue 4.500 canne è secondo a Napoli solo a quello (attualmente in restauro) dell’Auditorium RAI.
Nato dalle ceneri del precedente organo Balbiani, distrutto nell’incendio della sala Scarlatti nel 1973, lo strumento è un Tamburini-Zanin ed è stato progettato da Jean Guillou ed inaugurato nel 1983.

Il ciclo di concerti si concluderà domenica 28 giugno nella Basilica di Santa Chiara con il concerto del M° Angelo Castaldo, responsabile artistico della rassegna.

Nato nel 2001 e dedicato alla scoperta e alla valorizzazione del vasto patrimonio organario della nostra Regione, il ciclo Organi Storici della Campania ha spaziato negli anni in varie sedi in tutta la Campania come il Santuario di San Rocco a Lioni, la Chiesa di Santa Maria della Speranza a Battipaglia, la Chiesa di Sant’Antonio al Seggio di Aversa, il Santuario di Sant’Antonio di Afragola , la cinquecentesca Collegiata di San Michele a Solofra.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Infoline
Associazione Alessandro Scarlatti
081 406011
www.associazionescarlatti.it

Info Conservatorio:
www.sanpietroamajella.it
081 5644411

______________________________________________________

Programma

Venerdì 19 giugno, ore 18.30, Sala Scarlatti del Conservatorio San Pietro a Majella,

Maurizio Rea, organo
Salvatore Biancardi, pianoforte

Camille Saint-Saëns (1835 – 1921): Duos op.8

Ruth Watson Henderson (1932): Duet suite for piano and organ

Denis Bédard (1950): Duet suite for piano and organ

Flor Peeters (1903 – 1986): Concerto for organ and piano op.74

Maurizio Rea
Maurizio ReaFin da giovanissimo ha iniziato lo studio dell’organo presso il conservatorio di musica “S. Pietro a Majella” di Napoli.
Sotto la guida del M° Roberto Canali ha conseguito la Laurea di I livello in Organo e Composizione Organistica, con il massimo dei voti e la lode, presentando una tesi sulla vita e le opere di Maurice Duruflé.
Ha conseguito inoltre il “Diplôme Soliste, Mention Très Bien” presso la «Haute Ecole de Musique» di Ginevra (Svizzera) col M° A. Corti.
Ha seguito corsi organistici sotto la guida di Roberto Antonello, Marie-Claire Alain, Jan Raas, Ludger Lohmann, Guy Bovet, Francesco Finotti, ottenendo una borsa di studio dall’ “Associazione Amici dell’Organo” di Vicenza.
Premiato al primo concorso di composizione organizzato dalla Comunità Luterana di Napoli, è risultato vincitore del concorso organistico nazionale “città di Viterbo” nelle sezioni A e B (2004-2005), è stato inoltre l’unico Italiano a partecipare al concorso internazionale “Ville de Paris” nel 2007.
Ha partecipato a numerose rassegne organistiche in Italia e all’estero.
Collabora, inoltre, con diverse formazioni strumentali, orchestrali e corali.
Nel Gennaio 2010, l’Organista Compositore Graziano Fronzuto, gli dedica una Sonata per Organo, eseguita in prima assoluta nella Basilica del Carmine Maggiore in occasione dell’evento “Omaggio a Franco Michele Napolitano” per il 50° anniversario della morte.
Nel 2013 ha ideato, insieme con il M° Angelo Castaldo e grazie alla sensibilità culturale dei Padri Carmelitani, un percorso didattico – concerto alla scoperta dell’Organo del Carmine Maggiore di Napoli.
L’iniziativa chiamata “Nel cuore dell’Organo”, ha visto susseguirsi un folto numero di appassionati e ha permesso che la stessa iniziativa, pur con nome diverso, fosse riproposta in più parti d’Italia permettendo così la diffusione della Musica d’Organo.
Ha riscosso numerosi consensi di pubblico e di critica per la sua attività concertistica in Italia e all’Estero.
Affianca agli studi musicali, la ricerca musicologica, in corso di pubblicazione un intervento scritto in collaborazione con il M° Antonio Dell’Olio nel Volume: « Dramma scolastico e oratorio nell’Età barocca. Atti del Convegno internazionale di studi (Reggio Calabria, 5-6 ottobre 2014), a cura di Nicolò Maccavino, Reggio Calabria, Edizioni del Conservatorio di Musica “F. Cilea”, 2014» Prosegue l’affascinante lavoro di ricerca e riscoperta delle attività musicali intercorse tra il Conservatorio di S. Maria di Loreto e il Carmine Maggiore dal 1500 ad oggi.
Attualmente è Organista Titolare presso la Basilica Santuario del Carmine Maggiore in Napoli.

Salvatore Biancardi
Salvatore BiancardiPianista napoletano, ha studiato sotto la guida di Tita Parisi diplomandosi brillantemente presso il conservatorio “S. Pietro a Majella” di Napoli per poi perfezionarsi presso l’Accademia di Portogruaro con K. Bogino e Mariam Mika.
L’attività concertistica lo ha visto sia nelle vesti di solista che in formazioni cameristiche (strumentali e vocali) collaborando e suonando per Associazioni, Enti lirici, Assessorati e per il Ministero della Pubblica Istruzione.
Ha suonato in diverse registrazioni concertistiche in diretta con l’Orchestra Alessandro Scarlatti della RAI di Napoli.
Ha ampliato i suoi interessi anche ad altri campi inerenti la musica facendo l’assistente musicale alla regia e per la registrazione video di opere mentre per il teatro di Fermo è stato il maestro di sala, di palcoscenico e sostituto per molte stagioni.
Ha suonato nell’allestimento di vari spettacoli teatrali, tra cui citiamo a Napoli per il Teatro Mercadante, a Benevento per Città spettacolo, a Ravello per il Festival, a Milano per il Museo d’arte contemporanea, a Fermo per il Teatro dell’Aquila.
All’estero è stato ospite di diverse rassegne in Germania, Svezia, Albania, Svizzera e nell’occasione della visita dei reali di Svezia in Italia è stato invitato a tenere un concerto durante la loro visita a Capri.
Dal 2011 per l’Associazione Alessandro Scarlatti di Napoli con Rosario Totaro prepara il coro di voci bianche “ Gli Angiulilli di Napoli”.
E’ docente di Musica da Camera presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli.

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

15 giugno, 2015 Posted by | Agenda Eventi, Associazione "A. Scarlatti", Associazioni Musicali, Campania, Conservatori di Musica, Conservatorio "S.Pietro a Majella", Italia, Musica, Musica classica, Napoli, Organisti, Pianisti, Regioni | , , , , , , , , | Lascia un commento

Giovedì 16 giugno secondo appuntamento di “Voci nel Chiostro” con il Coro Mysterium Vocis ed il Coro di voci bianche “Gli Angiulilli di Napoli”

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Il secondo appuntamento con “Voci nel Chiostro”, la consueta rassegna corale della Associazione Alessandro Scarlatti, che si terrà giovedì 16 giugno alle ore 19.30 nella chiesa dei Santi Marcellino e Festo, vedrà protagonista il Coro Mysterium Vocis diretto da Rosario Totaro, con un intervento a sorpresa: al centro del programma intitolato “Il percorso della polifonia sacra nei secoli”, ci sarà il primo incontro con il pubblico del coro di voci bianche stabile di età scolare a cavallo tra elementari e medie inferiori che la Associazione Alessandro Scarlatti ha creato in collaborazione con l’ICS Paolo Borsellino (che si trova nella zona Mercato/Pendino) nell’ambito del progetto “La musica in mano ai criaturi”.
Questo progetto, nato nel 2008 con il sostegno di IntesaSanpaolo, seguendo l’assunto di Amnesty International “ i bambini imparano quello che vivono”, non mira unicamente a promuovere l’esperienza collettiva della musica secondo l’esperienza dell’ormai celebre “metodo Abreu” che associa la pratica musicale al riscatto sociale, ma anche, nel solco della tradizione della nostra Associazione che è nata nel 1919 dalla fondazione di una corale, a creare un coro che sia in grado di esibirsi anche a fianco di compagini professionali.
Il coro, che si chiama “Gli Angiulilli di Napoli”, è formato da circa 25 bambini, viene seguito in incontri bisettimanali da Salvatore Biancardi e Rosario Totaro, che svolge il ruolo di trait d’union tra il coro degli adulti e quello dei più piccoli.
Il compositore e didatta napoletano Gaetano Panariello ha composto per questo coro dei brani inediti che verranno eseguiti in prima esecuzione assoluta.

La rassegna prosegue poi con il suggestivo concerto dell’Ensemble Esedra, diretto da Ferdinando de Martino dedicato a Cecco Angiolieri e intitolato “S’i’ fosse foco”, ed infine un delicato omaggio al “Cantico dei cantici” offerto dalla tiorba di Pierluigi Ciapparelli e dalla voce di Valentina Varriale.

Il concerto è fuori abbonamento; i biglietti, del costo di 5 Euro, andranno in vendita un’ora prima dell’inizio del concerto presso la Chiesa dei Santi Marcellino e Festo

________________________________________________________________________________________

Programma

“Il percorso della polifonia sacra nei secoli”

Gregor Aichinger (1564 – 1628): Factus est repente

Hans Leo Hassler (1564-1612):
dalla Missa “Dixit Maria”
Kyrie\Gloria

Giovanni Pierluigi da Palestrina (1525 – 1594): O Domine Jesu Christe

Hans Leo Hassler:
dalla Missa “Dixit Maria”
Sanctus-Benedictus\Agnus Dei

William Byrd (1543 – 1623): Cibavit Eos

Luca Marenzio (1553 – 1599): O Rex Gloriae

Antonio Lotti (1666 – 1740): Jubilate

Gaetano Panariello: Kirie, prima esecuzione assoluta

da “Al lupo al lupo”, opera per ragazzi
Una volta c’era una gallina
La cicala e la formica
Uffa che pizza

Sanctus, prima esecuzione assoluta

Antonio Lotti: Ecce Panis

Leonardo Leo (1694 – 1744): Tu es sacerdos

Giacomo Meyerbeer (1791 – 1864): Pater noster

Francis Poulenc (1899 – 1963): Salve Regina

Argenzio Jorio: Spirito Sancto,ego sum panis

Gaetano Panariello: Ave Maria

Laszlo Halmos (1909 – 1997): Jubilate Deo universa terra

Coro Mysterium Vocis
Coro di voci bianche “Gli Angiulilli di Napoli”
Rosario Totaro, direttore
Salvatore Biancardi, pianoforte
Marco Mercurio, percussioni

Coro Mysterium Vocis

Dalla sua costituzione nel 1992, sotto la Direzione del M° Rosario Totaro, il coro ha svolto un’intensa attività concertistica, proponendo partiture desuete appartenenti alla tradizione musicale napoletana sei-settecentesca.
Numerose, nel corso degli anni, le partecipazioni a prestigiosi Festival e Rassegne: Festival di Cremona, Festival dell’Aurora di Crotone, Ravello Festival, Festival de Saint-Denis (Parigi) e le collaborazioni con Enti musicali di alto profilo artistico: accademia di Santa Cecilia di Roma, Teatro Sperimentale “A. Belli” di Spoleto, Teatro di San Carlo, Associazione Alessandro Scarlatti, Centro di Musica Antica Pietà de’ Turchini, Fondazione Franco Michele Napolitano, Nuova Orchestra Scarlatti.Il coro collabora abitualmente con il M° Antonio Florio e la sua Cappella della Pietà de’ Turchini.
Nell’ambito di questo proficuo rapporto di collaborazione, il coro ha partecipato, tra l’altro, alle registrazioni della casa discografica francese Opus 111 – Naïve: Vespro in festo Sancti Philippi Neri, su musiche di Provenzale e Veni Creator Spiritus su brani di Jommelli, Porpora e Cafaro nonché alla prima esecuzione moderna della Messa Pastorale di Pietrantonio Gallo (e del Dixit Dominus dello stesso autore. Nel 2007 il gruppo si è esibito con grande successo ad Helsinki (Finlandia) nell’ambito del prestigioso Festival Kirkko Soikoon, con un programma di musica sacra di scuola napoletana del ‘700.
A conclusione delle celebrazioni per i 250 anni dalla morte di Domenico Scarlatti il coro ha tenuto nel gennaio 2008 un concerto monografico sulle composizioni sacre dell’autore napoletano presso il centro di Musica Antica Pietà de’ Turchini di Napoli. A marzo il gruppo ha presentato l’Officio delle Tenebre del Venerdì Santo con l’integrale dei Responsori del Venerdì Santo di Gesualdo da Venosa, mentre a dicembre 2008 il coro ha tenuto un concerto di musiche napoletane in occasione dell’inaugurazione della mostra “La città cantante” presso la sala degli Angeli dell’Istituto Suor Orsola Benincasa di Napoli.
Dal 2008 al 2010 l’Associazione Mysterium Vocis ha presentato la sua stagione di concerti “La gabbia delle voci” presso la Chiesa di Santa Caterina da Siena in Napoli, gentilmente concessa dal Centro di Musica Antica Pietà de’ Turchini.
Nell’ultimo anno di attività si annoverano concerti presso il Conservatorio san Pietro a Maiella di Napoli, Palazzo Reale per la Rassegna La Collina dei Poeti, il Duomo di Avellino, l’Abbazia di Mercogliano per la Rassegna Musica in Irpinia e l’esecuzione, per la stagione 2010 del Centro di Musica Antica Pietà de’ Turchini del Requiem per coro, tastiera e vibrafono del M° Gaetano Panariello.

Coro di voci bianche “Gli angiulilli di Napoli”

Il progetto “La musica in mano ai criaturi”, che la Associazione Alessandro Scarlatti ha intrapreso nel 2008, si è sviluppato nella la formazione di un coro di voci bianche stabile di età scolare a cavallo tra elementari e medie inferiori in collaborazione con ICS. Paolo Borsellino di Napoli,. Il coro, formato da circa 30 bambini, viene seguito in incontri bisettimanali da Rosario Totaro e Salvatore Biancardi. Questo concerto, che vede la prima esecuzione di due brani composti appositamente dal M° Gaetano Panariello, rappresenta il primo incontro del coro con il pubblico.

Rosario Totaro

Nato a Napoli, si è diplomato al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli prima in pianoforte, sotto la guida di Carlo Ardissone, e successivamente in canto, con Tina Quagliarella.
Ha in seguito approfondito gli studi di canto con Michael Aspinall e con Claudine Ansermet.
Si è dedicato con passione alla direzione di coro, dapprima con Li chori in musica neapolitani e successivamente con il coro Mysterium Vocis di cui è l’attuale direttore, riscuotendo lusinghieri successi di pubblico e di critica.
Da molti anni collabora come tenore con la Cappella della Pietà de’ Turchini diretta da Antonio Florio, con cui ha partecipato ad importanti manifestazioni e stagioni concertistiche in Italia e nei maggiori centri musicali europei.
Con la stessa ha inoltre partecipato a numerose registrazioni per le case discografiche Symphonia di Bologna e Opus 111 – Naïve di Parigi. E’ docente presso il Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino

Salvatore Biancardi

Pianista napoletano, si è diplomato presso il conservatorio” S.Pietro a Majella” di Napoli sotto la guida di Tita Parisi e si è perfezionato poi presso l’Accademia di Portogruaro con K.Bogino.
L’attività concertistica lo ha visto sia nelle vesti di solista che in formazioni cameristiche (strumentali e vocali) collaborando e suonando per Associazioni-Enti lirici-Assessorati-Ministero
della pubblica Istruzione- RAI (con l’orchestra “A. Scarlatti”), Festival di Ravello, Città spettacolo di Benevento. Si è anche esibito in Germania- Svezia- Albania- Svizzera.
E’ docente di Musica da Camera presso il conservatorio di Napoli “ S. Pietro a Majella”

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

13 giugno, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Associazione "A. Scarlatti", Associazioni Musicali, Canto, Compositori, Gaetano Panariello, Mysterium vocis, Napoli | , , , , , | Lascia un commento

Domenica 20 marzo il ciclo “Romantici a confronto” ospita il duo Varriale-Biancardi

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Domenica 20 marzo 2011, alle ore 11.00, a Villa Pignatelli, secondo appuntamento del ciclo di concerti organizzato dall’Associazione Alessandro Scarlatti, intitolato “Romantici a confronto” dedicato a celebrare il bicentenario della nascita di Fryderyk Chopin (2010) e Franz Liszt (2011).
Il pianista Salvatore Biancardi accompagnerà la soprano Valentina Varriale, già apprezzata nel repertorio barocco, in una inedita veste romantica nell’esecuzione di romanze di Liszt e Chopin.

Prossimo appuntamento del ciclo domenica 27 marzo con il pianista Giulio De Luca che eseguirà un concerto intitolato “un viaggio in italia di Monsieur Liszt….in compagnia del Signor Rossini” che vedrà la partecipazione dell’esperto rossiniano Sergio Ragni.
Nel mese di aprile si prosegue con un recital interamente dedicato a Chopin di Giovanni Auletta domenica 3 aprile, e in conclusione con Francesco Caramiello e Antonello Cannavale che eseguiranno brani di Sgambati e Liszt per due pianoforti domenica 17 aprile.

L’intera rassegna è fuori abbonamento; i biglietti, del costo di 5€, andranno in vendita un’ora prima dell’inizio del concerto presso Villa Pignatelli

Programma

Fryderyk Chopin (1810-1849)
Mir aus den blicken
Der Reitersmann vor der Schlacht
Meine Freuden

Franz Liszt (1811–1886)
Der Fiserknabe (Friederich von Schiller)
Kling leise, mein lied (Nordmann)
Die Lorelei (Heinrich Heine)
Im Rhein, in schonen strome (Heinrich Heine)
Oh! Quand je dors (Victor Hugo)
S’il est un charmant gazon (Victor Hugo)
Enfant, si j’ètais roi (Victor Hugo)

___________________________________________________________

Valentina Varriale

Diplomatasi con il massimo dei voti al Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli, Valentina Varriale ha cominciato molto giovane la carriera solistica.
Ha cantato nei principali teatri italiani ed europei sotto la direzione di R. Alessandrini, O. Dantone, J. Savall, F. Bonizzoni, I Sonatori della Gioiosa Marca e collabora stabilmente con La Cappella della Pietà dè Turchini diretta da A. Florio esibendosi in numerosi festival ( Beaune, Montpellier, Pergolesi-Spontini, Santiago de Compostela, Citè de la Musique…).
Ha inciso per la Opus 111, la Eloquentia e la Glossa e recentemente ha vinto il primo premio del concorso “Benvenuto Franci” di Pienza.
Particolarmente interessata al repertorio barocco ha seguito masterclass del soprano Roberta Invernizzi mentre attualmente studia sotto la guida del soprano Maria Ercolano.

Salvatore Biancardi

Pianista napoletano, si è diplomato presso il conservatorio” S.Pietro a Majella” di Napoli sotto la guida di Tita Parisi e si è perfezionato poi presso l’Accademia di Portogruaro con K.Bogino.
L’attività concertistica lo ha visto sia nelle vesti di solista che in formazioni cameristiche (strumentali e vocali) collaborando e suonando per Associazioni-Enti lirici-Assessorati-Ministero
della pubblica Istruzione- RAI (con l’orchestra “A. Scarlatti”), Festival di Ravello, Città spettacolo di Benevento. Si è anche esibito in Germania- Svezia- Albania- Svizzera.
E’ docente di Musica da Camera presso il conservatorio di Napoli “ S. Pietro a Majella”.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

18 marzo, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Associazione "A. Scarlatti", Canto, Concerti, Musica, Musica da camera, Napoli, Villa Pignatelli | , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: