MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Dal 30 luglio al 4 agosto la XXIII edizione dell’Orsara Musica Jazz Festival

Dal 30 luglio al 4 agosto torna in provincia di Foggia per il ventitreesimo anno consecutivo l’Orsara Musica Jazz Festival, il festival jazz più longevo della Puglia, manifestazione che dal 1990 propone concerti, seminari, attività divulgative, conferenze e interazioni fra differenti espressioni artistiche.
Da alcuni anni si caratterizza come luogo di pratica musicale e riflessione sull’improvvisazione, caratteristica determinante del jazz, intesa anche come pratica di vita quotidiana.
Il festival nel corso degli anni ha abituato il numeroso pubblico a cartelloni per intenditori caratterizzati dalla presenza di grandi personalità musicali e numerosi progetti speciali, produzioni originali e concerti in esclusiva.
Il Festival prenderà il via con i seminari internazionali di musica jazz che, anche quest’anno, saranno condotti da docenti di rilievo internazionale: Jerry Bergonzi, considerato uno dei punti di riferimento del sax tenore moderno terrà una masterclass dal titolo “Inside Improvvisation”, il pianista e compositore di origini tedesche Antonio Ciacca interverrà sul tema “The Music Business”, l’appuntamento con la masterclass di canto sarà con Rachel Gould, una delle voci jazz più apprezzate negli Stati Uniti e in Europa, “La ritmica e l’interplay” é invece il titolo del workshop di Steve Kirby, contrabbassista statunitense che da oltre 25 anni suona e registra con i migliori musicisti della scena jazz mondiale, sullo stesso tema interverrà anche il batterista Greg Hutchinson musicista dalle doti tecniche poderose e impeccabili che traduce in uno swing raffinato.
La direzione dei corsi é affidata a Lucio Ferrara jazzista italiano che si é esibito con alcuni dei grandi nomi del jazz mondiale e che nell’ambito della rassegna di seminari terrà una masterclass di chitarra.
Novità assoluta di questa edizione é il corso di “Composition and Jazz Arrangement” di Michele Corcella, docente di Composizione presso il Conservatorio di Udine, pluripremiato in diversi concorsi di composizione é arrangiatore e direttore d’orchestra.
Inoltre al critico musicale Alceste Ayroldi é affidata una masterclass dal titolo “L’evoluzione degli standards”.
Le giornate dei workshop saranno chiuse ogni sera dalle jam session insieme ai docenti e sarà previsto un saggio finale che coinvolgerà tutti gli iscritti che riceveranno un attestato di frequenza.
Ma il festival ospita soprattutto quattro giorni di concerti che dalle ore 21.00 presso Largo San Michele vedranno sul palco grandi personalità musicali e alcuni progetti speciali.
Mercoledì 1 agosto il Festival si apre con il concerto dell’Orsara Jazz Student Performance.
Alle 22.00 appuntamento, in collaborazione con Festival D’Arte Apuliae, con Nicky Nicolai e Stefano Di Battista Quartet che presenteranno lo spettacolo “Io Mina e le altre”, nel quale rivisitano in chiave “fusion/jazz” i più gradi successi della cantante dagli esordi ad oggi.
Sul palco con la cantante e il sassofonista ci saranno anche Roberto Terenzi (piano), Roberto Pistolesi (batteria), Daniele Sorrentino (contrabbasso).
A seguire il quartetto incontrerà il sassofonista Jerry Bergonzi.
Giovedì 2 agosto, dopo l’apertura riservata agli studenti all’Orsara Jazz Student Performance, alle ore 22.00 concerto dedicato alle musiche di Thelonious Monk con la partecipazione del quintetto composto da Jerry Bergonzi (sax), Greg Hutchinson (batteria), Steve Kirby (contrabbasso), Antonio Ciacca (piano), Lucio Ferrara (chitarra).
Venerdì 3 agosto la serata si apre con Italian Surf Academy, gruppo composto da Marco Cappelli (chitarra), Francesco Cusa (batteria e percussioni), Luca Lo Bianco (basso).
Nel progetto “fingendo” di rivisitare il patrimonio tradizionale americano degli anni ‘60 e ‘70, il chitarrista sviluppa quel suono downtown che ha assimilato sperimentando al fianco dei più importanti nomi dell’area newyorchese.
Alle 22.00 sul palco l’ensemble guidato da Rino Zurzolo (contrabbassista napoletano che ha collaborato, tra gli altri con Gato Barbieri, Chet Baker, Bob Berg, Vladimir Denissenkov, don Cherry, Bill Cobham, Steve Gadd, Toots Thielemans, Trilok Gurtu, Ustad Nisha Khan, Nanà Vasconcellos, Giorgio Gaber, Mia Martini, Giorgia, Tullio De Piscopo, Enzo Gragnaniello, James Senese e Napoli centrale, Riccardo Zappa); e composto da Valentina Crimaldi (flauto), Riccardo Veno (fiati), Gianfranco Compagnoli (tromba), Elisabetta Serio (piano), Ciccio Merolla (percussioni), Toni Mambelli (batteria).
Il Festival si chiude sabato 4 agosto con il concerto finale degli allievi e delle allieve dei workshop e l’assegnazione del Lucky Award (ore 20.00 presso il Cortile Palazzo Baronale) e a seguire sempre in Largo San Michele con l’esibizione del quartetto guidato dal chitarrista statunitense Jonathan Kreisberg (chitarra) e composto da Orlando Le Fleming (basso), Will Vinson (sax alto), Colin Stranahan (batteria).

L’Orsara Musica Jazz Festival fa parte della rete dei Festival Five Festival Sud System, sostenuta dal Progetto Puglia Sounds – P.O. FESR Puglia 2007 – 2013 Asse IV.

Info
www.orsaramusica.it
Ufficio stampa
Società Cooperativa Coolclub
Piazza Baglivi 10, Lecce
Tel e Fax: 0832303707 – 3394313397
ufficiostampa@coolclub.it

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

20 luglio, 2012 Posted by | Jazz, Musica | , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Mercoledì 27 luglio terzo appuntamento della sezione jazz dei “Concerti d’estate a Villa Guariglia” con Stefano di Battista

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Terzo appuntamento, mercoledì 27 luglio, alle ore 21, con la sezione jazzistica dei “Concerti d’estate di Villa Guariglia organizzati da Tonia Willburger.
E’ questo il secondo anno che il Conservatorio Statale di Musica di Salerno “G. Martucci”, sotto l’egida dell’AFAM, e grazie al programma Erasmus i concerti sono aperti dagli ensemble della massime scuole jazzistiche d’Europa.
Mercoledì sarà di scena l’Austria con gli Aura: L Sculptures della Graz University of Music, formazione capitanata dalla vocalist Laura Winkler, con Adrian Kleinlosen al trombone, Benny Omerzell al pianoforte, Michael Ringer al contrabbasso e Valentin Schuster alla batteria i quali dopo il seminario che verrà tenuto in mattinata nell’auditorium di Villa Guariglia, proporranno intorno alle ore 21, il loro progetto groovy Nu jazz, ovvero l’uso dei soli e dell’improvvisazione quale motore creativo per nuovi ordini sonici, quale asse portante su cui si innestano tutte le correnti musicali attuali, come il downbeat, il lounging, la etnica, il future funk e la nu bossa, concretizzando quei nuovi panorami musicali che vengono definiti, appunto, nu jazz.
Parentesi enologica con la presentazione del raffinato e profumato vini della Casa di Baal, di Montecorvino Rovella, a cura del presidente dell’Enoteca Provinciale di Salerno Ferdinando Cappuccio, affidata alle due figlie di Annibale Salerno, Francesca e Giusy, in rappresentanza dell’azienda che prende il nome dal padre, che a noi piace immaginare come il Dio Baal identificato dai Fenici come l’energia della vita, che dalla madre terra si sprigiona per alimentare l’essere natura; favorendo la fertilità dei campi, regolando le piogge e le falde freatiche, unitamente al Caulì, dell’ Azienda “O’ Cammariello” di Chiara Strianese che coltiva un piccolo vigneto di Fiano, Falanghina e Biancolella, sincera espressione del territorio vietrese.

La ribalta di Villa Guariglia, sarà lasciata poi, ad una delle massime espressioni del jazz italiano, il sax contralto di Stefano Di Battista, che si presenterà in quartetto con Roberto Terenzi al pianoforte, Roberto Pistolesi alla batteria e Francesco Puglisi al contrabbasso, per accompagnarci in un viaggio musicale che parte dal suo Charlie Parker, sino ad un assaggio del suo ultimo lavoro dedicato alle grandi donne di ogni tempo.
Un confronto aperto quello che Stefano Di Battista instaura con la storia del jazz e i suoi protagonisti, in cui il sassofonista romano si mette infatti sulle tracce del leggendario Byrd e ne segue amorevolmente le orme.
Tra assoli torrenziali e ritmi vertiginosi, funambolici fraseggi e lunghe cavate melodiche, si tratta di pagine complesse e affascinanti e memorabili, quali “Night in Tunisia” o “Donna Lee”,che raccontano di un jazz giocato tra pathos e sentimento, suonato con tecnica straordinaria e grande cuore; rimanendo sempre fedeli al linguaggio, ma soprattutto allo spirito libero con cui Parker viveva il jazz, sino ad arrivare ad oggi, per rendere omaggio alle figure femminili, reali o letterarie, che si fossero distinte nel secolo scorso per affermazione di talento e lotta per il superamento degli steccati in cui la società maschile le aveva relegate, per regalarci un piccolo assaggio di Woman’s land.
Le muse ispiratrici di Stefano Di Battista per questo progetto sono state molteplici: da Rita Levi Montalcini, a cui viene dedicata una bossa-nova con la collaborazione di Ivan Lins, a Coco Chanel, omaggiata con un brano a metà strada tra café chantant ed una ironica rilettura degli stilemi swing. Poi ci sono la boppistica “Ella” e la coltraniana dedica all’eroina dell’Ulisse di Joyce, Molly Bloom, e ancora “Valentina Tereshkova”, robusta pagina di hard-bop che schizza la figura della storica astronauta sovietica, il tema scritto per l’ominide preistorico Lucy, quello per Lara Croft, la prima eroina dei videogiochi, la melodia di Anna Magnani.
Il leader conferma quella sua inconfondibile capacità di scrittura estremamente cantabile, sotto la quale si muovono sofisticazioni armoniche e salti cromatici, con quel modo disinvolto di spostarsi da un estremo all’altro del proprio registro strumentale, preservando però la voce suadente di un mainstream morbido e lussureggiante.
Continua il workshop di fotografia musicale teorico e pratico, affidato ai fotografi Nino Aleotti, Michele Mari e Francesco Truono, come anche il servizio navetta per e da Villa Guariglia, con partenza dal teatro Verdi di Salerno alle 20.00 e partenza da Villa Guariglia alla fine dell’evento.

Per info.:
ditta Rocciola: 347/ 4531429

L’Ufficio Stampa
Concita De Luca
Cell.: 328 0261294
Olga Chieffi
Cell-: 3478814172
sito web: www.eventsandmusic.it

Segreteria organizzativa:
CTA – Centro Turistico ACLI Vietri sul Mare
Piazza Matteotti
84019 Vietri sul Mare SA
telefono e fax: (+ 39) (0)89 211 285
mobile: (+ 39) 329 4158640
e-mail: ctavietri@libero.it oppure cta@comune.vietri-sul-mare.sa.it

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

25 luglio, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Jazz | , , , , , , , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: