MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Venerdì 7 febbraio inaugurazione della mostra “Economia” al Sarajevo Supermarket

economia x web
Venerdì 7 febbraio, alle ore 20.00, nell’home-studio di Sarajevo Supermarket (Piazza Gesù e Maria, 13bis – Napoli) inaugurazione della mostra Economia

Info
328 96 77 340
sarajevosupermarket@libero.it

Orari: tutti i giorni su appuntamento
Chiusura mostra: 28 febbraio 2014

Oggi, al tempo della crisi, tutto sembra girare attorno all’economia, e c’è chi ancora crede che spendere e consumare siano gli unici indicatori di salute di un Paese. Le contraddizioni di un capitalismo agonizzante sono sempre più profonde. A chi tocca gettare una luce demistificante sui rapporti sociali alienati e alienanti del presente? Forse anche agli artisti.

Economia, terza collettiva nell’home-studio napoletano di Sarajevo Supermarket, è nata per sperimentare nuove modalità di coinvolgimento degli artisti e di selezione delle opere, per contaminare tra loro visioni diverse, per allargare il nucleo degli artisti, degli operatori e del pubblico che contribuisce al progetto.
La mostra è il risultato di una open call diffusa via e-mail, sui social network e su vari siti specializzati, e del lavoro di selezione svolto da un Comitato Scientifico-Curatoriale composto da professionisti di diversi settori (dell’arte, dell’economia, dell’estetica filosofica), a cui hanno partecipato decine di artisti di ogni provenienza.

Il Comitato Scientifico-Curatoriale è composto da Raffaella Barbato (critico e curatore indipendente), Emiliano Brancaccio (ricercatore e docente di Economia politica), Diana Gianquitto (critico d’arte, curatrice, docente), Dario Giugliano (docente di estetica), Lorenzo Mantile (critico d’arte contemporanea e curatore), Stefano Taccone (critico e curatore indipendente, docente di storia dell’arte contemporanea).
Un testo di ciascuno accompagnerà la mostra.

Artisti:
Az.Namusn.Art (Sardegna, Londra)
Chiara De Marco (Barcellona, Firenze)
Elena Rondini (Roma, Carrara)
Francesco Elelino (Napoli)
Matteo Guidi – Andrés Galeano (Barcellona, Berlino)
Neal Peruffo (Napoli)
NoiSeGrUp (Brescia)
RhaZe (Milano)
Rosa Jijón (Roma, Quito)
Rose Sèlavy (Napoli)

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

Annunci

5 febbraio, 2014 Posted by | Agenda Eventi, Arte, Arte contemporanea, Campania, Italia, Napoli, Regioni | , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Noli me tange.re #1 spazio Di.st.urb. Scafati fino al 14 ottobre

Spazio Arte di Claudia Campagnano


comunicato stampa

NOLI ME TANGE.RE #1

Angela Barretta, Romina De Novellis, Angelika Fojtuch,

Regina José Galindo, Silvia Giambrone, MaraM, Mary Zygouri

A cura di: Raffaella Barbato

Inaugurazione: domenica 23 settembre 2012, h. 19.30

 

Dopo la pausa estiva, l’attività espositiva dello spazio Di.st.urb. riprende domenica 23 settembre alle ore 19:30, con una collettiva curata da Raffaella Barbato. Valicati i patri confini, Noli me tange.re #1 si propone come riflessione sul femminile, accostando i lavori di artiste che, a diverse latitudini, hanno fatto della donna il loro oggetto di ricerca. Il titolo della rassegna s’incunea nell’ambiguità della locuzione latina, indicata dal vangelo di Giovanni come frase che Gesù rivolse a Maria Maddalena subito dopo la resurrezione: Non mi toccare – nell’originaria interpretazione – e non mi trattenere – nuova traduzione – diventano così le due estremità che trattengono la ricerca di sette giovani artiste sul corpo e con il corpo, a raccontare la condizione femminile ancor oggi educata all’esercizio della sottomissione e del sacrificio. La gerarchizzazione dei ruoli introduce all’opera di Mary Zygouri, che attraverso un linguaggio citazionistico e visionario, indaga i giochi di ruolo consumati dietro le porte degli asfittici ambienti di lavoro. Romina De Novellis e Regina Jose Galindo, invece, tentano, attraverso la testarda ripetizione del gesto, la liberazione dal giogo della patriarcalità dei ruoli. Nel lavoro dell’artista americana l’azione arriva a coinvolgere il pubblico, rendendolo emotivamente partecipe della vicenda esistenziale della performer. Ma è nell’opera della francese che il gesto rivela la sua fallacia: esso non salva, lasciando piuttosto che le rose avvizziscano strofinando contro la gelida superficie del pregiudizio. Paralizzata e incapace di scardinare i tabù del maschilismo è anche la donna di Angelika Fojtuch, il cui lavoro segna, in rassegna, il passaggio dal corpo espediente di riflessione, al corpo oggetto d’indagine. Una via di fuga la offre invece il lavoro inedito di Angela Barretta, le cui donne, ridotte a merce sul mercato del vizio e del potere, riescono poi a liberarsi dai loro spauracchi di avvenenza, scoprendosi, con Silvia Giambrone, paghe della loro autentica imperfettibilità. A conclusione della riflessione proposta dalla curatrice, l’inedita performance della napoletana MaraM, la quale espone un punto di vista in rosa e dunque parzialissimo sulla precarietà degli ultimi tempi – anche come crisi di alcune strutture sociali (in primis, la famiglia).

Carla Rossetti

Di.st.urb

Di.st.urb. (Distretto di studi e relazioni urbane/in tempo di crisi), spazio dedicato alle arti visive annesso al circolo culturale Ferro3, si pone l’obbiettivo di attirare ed aggregare un ampio e diversificato gruppo, costantemente in fieri, di artisti, critici e curatori, nonché di intellettuali afferenti ad altri ambiti e discipline interessati al confronto con i linguaggi dell’arte, adottando una prospettiva globale, ma prestando la massima attenzione anche al territorio. Prima ancora che area espositiva, funzione che pure gli è assolutamente propria, esso va dunque inteso come un cantiere in cui soggettività differenti per formazione e vocazione concorrono nell’articolazione di un discorso sempre suscettibile di nuovi apporti e sconfinamenti, ma anche costantemente fedele a due linee-guida ben definite. Esse sono sintetizzabili nei termini di un’arte come esercizio di strenua messa in questione della sua stessa natura, nonché come pratica votata al continuo confronto con la dimensione socio- politica, il che, allo stato attuale, si traduce inevitabilmente nell’intreccio con i nodi costituiti dai molteplici volti – economico, ecologico, politico, sociale – della crisi mondiale in corso, che è in definitiva crisi irreversibile dei paradigmi sui quali da oltre due secoli si fonda la civiltà occidentale.

Circolo Arci Ferro3, Corso Nazionale 131 (primo Piano) Scafati (Sa)
Opening: dal 23 settembre al 14 ottobre | 11.30 – 13.00/18.00 – 22.00
Chiuso il lunedì

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

  Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

19 settembre, 2012 Posted by | Agenda Eventi, Art, Arte, Arte contemporanea, Campania, Claudia Campagnano, Giornalisti, Napoli, Spazio arte, Uncategorized | , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: