MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Napoli Photo Project

Spazio Arte di Claudia Campagnano


Comunicato Stampa

Venerdì 17 ottobre alle ore 19 a Sottopalco cafè, al Teatro Bellini di Napoli, per il vernissage Napoli Photo Project, la mostra fotografica di Giuseppe Divaio.
Ad Aprile 2013 Giuseppe Divaio lancia Napoli Photo Project. Progetto fotografico nato con un concept ben definito, mostrare a più persone possibile Napoli, quella reale, quella della sua gente, quella che fa innamorare chiunque abbia la possibilità di visitarla e che i media non mostrano quasi mai. A giugno 2013 Instagram piattaforma scelta per lanciare il progetto, nota le sue foto ed inserisce, per quindici giorni, Napoli Photo Project tra i “Suggested User” , scegliendolo tra 150 milioni di contatti da tutto il Mondo, definendo le foto “fantastiche” e l’account “da prendere come modello su instagram”. Attualmente Napoli Photo Project è seguito, con interesse, da migliaia di followers da tutto il Mondo.
Grazie e saluti,
Gabriella Galbiati
Napoli Photo Project 3

 

Napoli Photo Project 1

 

 

Napoli Photo Project 5

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo online cliccando sulla copertina oppure clikka qui. Potrai ascoltare anche le anteprime!!


Annunci

15 ottobre, 2014 Posted by | Agenda Eventi, Art, Arte, Arte contemporanea, Campania, Claudia Campagnano, Fotografia, Giornalisti, Napoli, Spazio arte, Uncategorized | , , , , , | Lascia un commento

“La Bouganville”: un ottimo ed accogliente B&B per gli artisti in tournée a Napoli

IMG_3525Si chiama “La Bouganville”, il Bed & Breakfast di Giuliano Castaldo, sito in Via A. Manzoni 155 Napoli. In zona panoramica (la collina di posillipo), tranquilla e silenziosa.
Ideale per il “mordi e fuggi” di coloro che si trovano a Napoli per motivi artistici (Concerti, mostre, spettacoli teatrali). A pochi passi dalla funicolare di mergellina (buon collegamento con il centro della città). Prezzi ottimi e gestione familiare, camere confortevoli ed un grazioso terrazzo dove sostare per la colazione o un po’ di relax, immerso nel verde e sotto una fantastica bouganville (motivo della scelta del nome). Ma il punto forte è la gestione del suo proprietario, che con la sua esperienza, ormai decennale, offre una calda accoglienza mettendo a proprio agio la clientela non solo italiana ma anche internazionale… tutto a prezzi contenuti!
Ci tenevo a pubblicizzare questo luogo sul mio portale, perchè in questi giorni è proprio qui che alloggio e mi trovo benissimo!

Visitate il sito www.bbnapo.it 

oppure www.labouganville.comwww.labouganville.com/blog

 

Email: info@labouganville.com
Tel. +39 0817692205
Cell. 3382227842
Fax  0817692205
Su Fb:
Clicca mi piace sulla pagina: BB-La-Bouganville-Napoli-Posillipo
Profilo:la.bouganville

Per essere informati e aggiornati sugli eventi iscriviti ai gruppi su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

 

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo online cliccando sulla copertina oppure clikka qui. Potrai ascoltare anche le anteprime!!

DISCLAIMER: Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

15 luglio, 2014 Posted by | Art, Arte, Associazioni Musicali, Campania, Concerti, Italia, Mostre, Music, Musica, Napoli, Pittura, Regioni, Teatro | , , , , | Lascia un commento

Napoli le forme di un paesaggio

Spazio Arte di Claudia Campagnano


 

Comunicato stampa

Napoli le forme di un paesaggio

a cura di Stefania Martirano

Mercoledì 19 dicembre ore 17:00 – Castel dell’ Ovo, Sala delle Carceri

Il confine inteso come marginalità, come esistenza periferica, costituisce il campo d’interesse della ricerca artistica di Salvatore Esposito (1956; vive e lavora a Napoli), in mostra da mercoledì 19 Dicembre 2012 presso gli spazi espositivi di Castel dell’Ovo con un nuovo progetto intitolato Napoli le forme di un paesaggio.

Nel 2009 il fotografo napoletano aveva presentato un lavoro sul travestitismo, documentando quella femminilità liberata come questione sociale e senza scadere in risvolti psicologici o intimistici – proprio come, agli albori degli anni Settanta, aveva insegnato la genovese Lisetta Carmi. Bagnoli,Italsider

Per la mostra nelle Sale delle Carceri di Castel dell’Ovo, da sociale il margine diventa geografico: protagonisti, negli scatti del napoletano, sono pudichi paesaggi che si concedono solo allo sguardo di frequentatori abituali e occasionali delle strade ferrate, quelli che sopravvivono a un passo dai porti maleodoranti della periferia affacciata sul golfo, coricati dietro impianti industriali in rovina.

L’idea è quella di cercare, nella mestizia del loro essere dimenticati, le relazioni che intrattengono con le abitudini di un’umanità meno chiacchierata, più periferica eppure ricca di potenza e coscienza.

Si tratta anche di un aggiornamento del repertorio visivo delle rappresentazioni mitizzanti o eccessivamente fustiganti che la storia dell’immagine italiana ha conosciuto nei secoli, in continuità con  le ricerche che furono di Walker Evans e le sperimentazioni sul paesaggio raccolte in Viaggio in Italia di Luigi Ghirri.

 

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

  Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

17 dicembre, 2012 Posted by | Agenda Eventi, Art, Arte, Arte contemporanea, Campania, Claudia Campagnano, Fotografia, Giornalisti, Napoli, Spazio arte, Uncategorized | , , , , , | Lascia un commento

Taccuino personale di Francesco Canessa:L’UNIVERSALITA’ DELLA MONNEZZA

RADIO3 è una radio di nicchia, autentica oasi nell’etere arroventato dai suoni scatenati di improbabili dj, barzellettieri e intervistatori telefonici.

La costruì per la Rai di Ettore Bernabei un figlio d’arte musicale, Paolo Donati – la mamma era la napoletana Maria Caniglia, storica voce della lirica – ora è retta da un vivacissimo uomo di lettere, Marino Sinibaldi. Propone trasmissioni di musica, letteratura, cinema senza che la forma o il linguaggio appesantiscano i contenuti. Per i suoi ascoltatori più mattinieri, il programma-cult s’intitola “Qui comincia”, ha inizio alle sei e alterna musica a racconti d’esiti d’arte, una mostra, un libro, riuniti sotto un comune denominatore. La sequenza della scorsa settimana comprendeva tra l’altro, “Leonard Bernstein, vita politica di un musicista americano”, “L’educazione all’ascolto”, “L’energia del vuoto”, “Traduzione, trasformazione, metamorfosi”. E tanto per stare nell’attualità, “Autoritratto dell’immondizia”.

Lo spunto veniva dal titolo di un libro che racconta del rapporto tra l’umanità e i propri rifiuti in tempi e luoghi diversi. L’autore è Lorenzo Pinna e ha in copertina una fotografia di una spiaggia dell’isola di Layson nelle Hawaii disseminata di rifiuti. Anzi, ha precisato la conduttrice Anna Minichetti, di “monnezza”. E l’uso del termine non deve meravigliare, visto che il vocabolo ha acquisito valenza universale, parte da Napoli, ma sta bene anche per le isole del Pacifico. Il discorso faceva da prologo all’ascolto dell’ouverture del “Barbiere di Siviglia” di Paisiello, e il nesso è assai opinabile, un po’ meno per la musica che seguiva e che con Napoli nulla aveva a che fare, una nenia popolare della Malesia e i “Canti della terra” di Mahler che un certo richiamo ambientalista contengono. Ma forse conviene considerare – sia pure per mera consolazione – che l’autorappresentazione è una costante storica di questa città che esaspera e mette a modello le proprie disgrazie con una teatralità che si rinnova col mutare dei tempi sul palcoscenico del mondo. Così anche per la presente sciagura, che ha ribattezzato in “monnezza” i rifiuti di quattro continenti. Fossi stato un fotografo d’agenzia, avrei fatto uno scatto milionario in piazza del Plebiscito, giorni fa all’imbrunire: qualcuno per protesta accatastava sacchetti, altri tentavano di incendiarli, altri ancora gridavano, mentre poco distante un ragazzino con la maglia azzurra targata Lavezzi sfidava imperturbabile ai calci di rigore un signore adulto, forse il papà, che stava in porta, situata contro una cancellata del Palazzo Reale con le statue di Carlo d’Angiò e Alfonso d’Aragona a fare da pali. In un’unica inquadratura sarebbero entrate miseria, passione e storia di una città che non ha alcuna voglia di diventare normale.

Francesco Canessa

Klikka qui per leggere gli altri articoli del Taccuino

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

1 luglio, 2011 Posted by | Cantanti, Canto, Francesco Canessa, Giornalismo, Giornalisti, Musica, Musica Lirica | , , , , , , | 1 commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: