MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Domenica 28 luglio, al Museo Archeologico Nazionale, concerto di Mario Nappi nell’ambito di “Aspettando…Piano City Napoli”

Locandina Aspettando Piano City Napoli - 28 luglio

“Aspettando…Piano City Napoli stavolta si concentra sul jazz e con il Live Tones Napoli Party propone, domenica 28 luglio, alle ore 11.30, nella spettacolare scenografia del Museo Archeologico, un concerto rigorosamente Piano Solo di Mario Nappi, musicista a pieno titolo inserito nel contesto del jazz italiano e dalla critica considerato tra i maggiori esponenti della New Generation.
Il Live Tones, che da anni diffonde, con le sue rassegne, la cultura musicale, sia essa campana, nazionale e internazionale, jazzistica e non, credendo che momenti alternativi alla visita museale siano linfa vitale alla promozione e divulgazione dei beni stessi e che l’operare in rete territoriale con Organizzazioni ed Istituzioni sia alla base della diffusione in questo caso musicale, ancora una volta offre al suo pubblico la cultura di qualità e l’amore per l’arte e il jazz.

Mario Nappi
Mario NappiUn pianismo giovane quello di Mario Nappi, di fresca percezione, dalle geometrie improvvisative che attingono al linguaggio del Jazz afroamericano riportandolo ai giorni nostri con una certa naturalezza e maturità; il risultato finale è un continuo sincretismo tra tradizione afroamericana, partenopea, e modernità, vige una vena compositiva tardo romantica a testimoniare la matrice euro colta che accomuna gli studi classici e quelli del jazz afroamericano.
Una ventata di freschezza e di nuove sonorità.
Nasce a Napoli e fin dalla giovane età intraprende lo studio della musica, dedicandosi al pianoforte e più avanti alla composizione strumentale e vocale.
Diplomato in pianoforte e diplomando in composizione presso il Conservatorio di Napoli San Pietro a Majella .
Nel 2008 consegue il diploma rilasciato dalla Yamaha Music Fondation di Milano.
Ha studiato armonia Jazz, improvvisazione e musica d’insieme con Antonio Solimene, Gianluigi Goglia e Sergio di Natale.
Nonostante la giovane età si è già esibito in numerosi festival di rinomanza internazionale come Le Petite Journal de Montparnasse (Parigi), Umbria Jazz, Festival dei due Mondi, Festival di Ravello, La Casa del Jazz, Auditorium Parco della Musica, Brindisi in Jazz, NICK LA ROCCA European Jazz Festival, Pomigliano Jazz , Tolfa Jazz , Fara Music Festival, Mercogliano Festival.
E’ coautore insieme a Sergio di Natale di “Il libro delle 10 melodie”, melodie arrangiate per vibrafono e pianoforte (ed. Musicali Wakepress).
E’ autore di un metodo didattico per lo studio delle scale moderne a mani unite: “Scale Moderne, trascritte e diteggiate” (ed. Musicali Wakepress).
Nel 2012 fonda il trio che porta il suo nome e vince il Premio Nazionale giovani talenti del jazz italiano Chicco Bettinardi al Piacenza Jazz 2013, il Premio del Pubblico e L’European Jazz Contest 2013 a Maastricht (Olanda).
Parallelamente all’attività di pianista, compositore e arrangiatore svolge anche un’intensa attività di docenza di pianoforte, armonia, improvvisazione e di solfeggio.

“Aspettando…Piano City Napoli”, si ricorda , nasce per promuovere uno dei Festival del pianoforte più innovativi e trendy d’Europa “Piano City” che, dopo Berlino e Milano, approda per la prima volta nel capoluogo Partenopeo il 4, 5 e 6 Ottobre 2013.
Per un week-end Napoli sarà inondata dal suono del pianoforte nei salotti delle case napoletane (House Concert) e nei più bei luoghi pubblici.
Una sola è la regola: si possono eseguire tutti i generi musicali dalla classica al jazz, alla musica pop alla sperimentale purchè con il solo pianoforte.
Molte le mani che interverranno sulle tastiere coinvolgendo celebri pianisti, pianisti emergenti e semplici amanti del pianoforte.
La manifestazione è voluta e promossa dalla storica Ditta Alberto Napolitano Pianoforti di Piazza Carità – con il patrocinio della Regione Campania, del Comune di Napoli – Assessorato alla Cultura, del Conservatorio San Pietro a Maiella e del FAI – sezione Campania, con il sostegno del Banco di Napoli – e rivolge un’attenzione particolare alla tradizione napoletana del pianoforte.

Per maggiori dettagli:
www.pianocitynapoli.it
www.facebook.com/pianocitynapoli
www.youtube.com/pianocitynapoli
www.twitter.com/pianocitynapoli

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Annunci

22 luglio, 2013 Posted by | Agenda Eventi, Campania, Concerti, Italia, Jazz, Musica, Napoli, Pianisti, Prima del concerto, Regioni | , , , , | Lascia un commento

Da martedì 16 a giovedì 25 ottobre la scultura “Il pescatore di perle” di Gloria Pastore esposta presso il Ridotto del teatro di San Carlo

In occasione della rappresentazione di “Les Pêcheurs de perles” di Georges Bizet, in programma al Teatro di San Carlo da martedì 16 a giovedì 25 ottobre, presso il Ridotto del Lirico napoletano sarà esposta la scultura “Il pescatore di perle” di Gloria Pastore.
Opera del 2010 (parte di una installazione esposta in una precedente mostra al Museo Archeologico Nazionale di Napoli), la scultura raffigura un pescatore di un mondo esotico e lontano, con il corpo segnato da tatuaggi tribali quale segno della sua antica cultura, metafora della ricerca della perfezione -le perle- nell’immenso “mare della vita”.
Un segno forte, una “presenza” che attrae per la sua diversità in un contesto – il ridotto del Teatro di San Carlo – che per un breve periodo si trasforma in palcoscenico per Il pescatore di perle di Gloria Pastore.
La scultura, immagine ed espressione della sensibilità contemporanea, esplicita, tra l’altro, il rapporto tra passato e presente attraverso il viaggio, inteso come storia, che diventa perciò anche disvelamento della realtà, così come nel melodramma di Bizet le dinamiche sentimentali tra Nourabad, Léïla e Zurga si risolvono nel disvelamento della verità narrata nel terzo Atto.
Il pescatore di perle di Gloria Pastore, è parte di una più vasta installazione, ideata nel 2010 per la mostra dallo stesso titolo presentata al Museo Archeologico Nazionale di Napoli; della scultura la stessa artista precisava:
«L’opera […] è una metafora del viaggio della vita, del cammino dell’uomo alla ricerca di se stesso e della perfezione; la perla è la perfezione, da trovare nell’immenso mare e da strappare al guscio imperfetto e duro che la contiene e la rete che trascina è il lungo percorso attraverso l’esistenza per raggiungere quel mistero; i tatuaggi sono codici di antiche culture […], messaggi di amore e di magia».
Il pescatore di perle è, dunque, «Uomo/viaggiatore, per i contatti e le vicende e le scoperte che il viaggiare propone […]. Lungo il cammino si è coperto infatti di segni impressi dagli incontri con tante diversità» ed il suo corpo «si è fatto serbatoio di memorie, contiene tempo ed esperienze; ma è tuttora bello e vigoroso: la stanchezza sembra non stia avendo ancora il sopravvento, la storia non è riuscita ancora ad avvilirlo. E quindi esso sembra poter sopportare ancora un futuro: altro cammino, altro tempo di ricerca, altro accumulo di dati e segni» (P. Di Maggio, M. De Gemmis, 2010), esperienze da trasferire a chi in seguito guarderà ed interpreterà quei segni, che rappresentano, innanzitutto, l’invito alla riflessione sul rapporto tra passato e presente.
Patrizia Di Maggio

Ufficio Stampa
Tel. +39 081-7972301
Fax +39 081-7972306
e-mail: ufficiostampa@teatrosancarlo.it
www.teatrosancarlo.it

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

15 ottobre, 2012 Posted by | Agenda Eventi, Arte, Teatro San Carlo | , , , , , | Lascia un commento

I “Pomeriggi in Concerto” di Napolinova chiudono all’insegna del pianismo pugliese con gli allievi del Master Internazionale tenuto da Antonio Pompa-Baldi

Nella “Sala delle Conferenze” del Museo Archeologico Nazionale di Napoli si è svolto l’ultimo appuntamento con la decima edizione estiva dei “Pomeriggi in Concerto” di Napolinova, rassegna la cui direzione artistica è affidata ad Alfredo de Pascale.
Protagonisti del saggio di chiusura sono stati i partecipanti del Master Internazionale di pianoforte, tenuto dal maestro Antonio Pompa-Baldi, foggiano trapiantato negli Usa, dove ricopre il ruolo di “Distinguished Professor of Piano” al Cleveland Institute of Music, nomina ricevuta per chiara fama.
Proprio Pompa-Baldi, prima di lasciare la ribalta ai suoi allievi, ha voluto dare un contributo personale all’incontro, descrivendo quanto sta avvenendo negli Usa per le celebrazioni legate al bicentenario della nascita di Liszt.
Il recital si è aperto con il trevigiano Luciano Boidi, appena quindicenne, ma già dotato di grande personalità, che ha eseguito il primo tempo della Sonata op. 10, n. 1 di Beethoven, gli Studi n. 1 e n. 4 di Liszt (dai dodici Études d’exécution transcendante, op. 1) ed il celeberrimo “Invito alla Danza” di Carl Maria von Weber, noto soprattutto nella versione orchestrata da Berlioz.
Abbiamo quindi ascoltato Francesca Testa, allieva del Conservatorio napoletano di S. Pietro a Majella, che si è ben confrontata con il movimento conclusivo della Sonata n. 8 in do minore, op. 13 di Beethoven, meglio conosciuta come “Patetica” e con uno Studio di Mendelssohn.
E’ stata poi la volta della tarantina Fernanda Damiano, una vecchia conoscenza, a dispetto dei suoi sedici anni, che ha interpretato la complessa Ballata n. 2 in si minore di Liszt, denotando grande concentrazione e notevole sicurezza interpretativa, indici di un cammino costante e progressivo verso la maturità artistica.
Ultimi due interpreti, Simona Aprile e Antonio Russo, anche loro pugliesi, con la pianista che ha affrontato il movimento iniziale della Fantasia, op. 17 di Schumann e Jeux d’eau di Ravel, destando impressioni molto favorevoli, in particolare nell’esecuzione del pezzo dell’autore francese.
Dal canto suo, Russo ha mostrato una buona solidità, dando vita ad una esibizione di notevole spessore, sia quando ha proposto il primo movimento della Sonata op. 10, n. 3 di Beethoven, sia nello Scherzo in si bemolle minore n. 2, op. 31 di Chopin.
Nel complesso il recital ha evidenziato l’elevato livello di tutti i partecipanti, frutto di una sinergia fra il talento dei singoli ed i consigli e suggerimenti forniti dal maestro Pompa-Baldi durante il breve ma intenso Master.
A tal proposito si deve constatare come, in ambito meridionale, da alcuni anni a questa parte, stia emergendo prepotentemente una scuola pianistica pugliese, molto vicina a togliere il primato a quella napoletana.
Chiudiamo con un paio di considerazioni, una sugli spettatori, l’altra relativa alla rassegna.
Riguardo al pubblico, sempre numerosissimo, risultava a tratti estremamente indisciplinato.
Nell’occasione l’apice è stato raggiunto da un videoamatore ed un fotografo, vicinissimi al pianoforte, che hanno rischiato di far perdere la concentrazione agli esecutori, e da una signora che ha portato il suo cane, dimostratosi per quasi l’intero concerto molto più silenzioso degli umani che lo circondavano, iniziando ad abbaiare solo durante la sonata conclusiva di Beethoven (con la padrona che, come se la cosa non la riguardasse, non ha pensato nemmeno un attimo di allontanarsi dalla sala insieme all’animale, attirandosi le sacrosante ire dei vicini).
Relativamente alla rassegna, essa ancora una volta ha raggiunto pienamente il suo scopo, che è quello di dare alle giovani promesse la possibilità di esibirsi davanti ad un pubblico, cosa che, soprattutto in un periodo come quello attuale, diventa sempre più difficile.
Se aggiungiamo il notevole riscontro di spettatori, e un livello costantemente buono dei musicisti, non possiamo che ringraziare il direttore artistico Alfredo de Pascale, artefice di una manifestazione, giunta ormai alla decima edizione, cifra che per Napoli rappresenta un vero e proprio record.

Marco del Vaglio

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

28 luglio, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Musica classica, Musica da camera, Napoli, Pianisti | , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Domenica 24 luglio il recital degli allievi del Master Internazionale di Pianoforte tenuto da Antonio Pompa-Baldi chiude i “Pomeriggi in Concerto” di Napolinova

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Domenica 24 luglio, alle ore 17.30, ultimo appuntamento con la decima edizione dei “Pomeriggi in Concerto” organizzati al Museo Archeologico Nazionale di Napoli dall’Associazione Napolinova.
Il programma prevede un incontro con il pianista Antonio Pompa-Baldi, “Distinguished Professor of Piano” al Cleveland Institute of Music, Professore Onorario del Conservatorio Nazionale Cinese di Pechino, acclamato dalla Critica americana come “il nuovo Messia del pianoforte” e “il talento maggiore degli ultimi 30 anni” e vincitore di alcuni dei più importanti concorsi Mondiali tra i quali: Van Cliburn, Cleveland e Marguerite Long, ed un concerto degli allievi del suo Master Internazionale di pianoforte.

Ingresso ad Inviti da ritirare al concerto fino ad esaurimento posti a partire dalle 17.15

Info:
cell.: 347.8430019
e-mail: Info@asociazionenapolinova.it

_______________________________________________________________________________________

Antonio Pompa-Baldi

Antonio Pompa-Baldi, acclamato dalla Critica americana come “il nuovo messia del pianoforte” e “il talento maggiore degli ultimi 30 anni”, si è affermato nel mondo dopo le vittorie ai concorsi Van Cliburn, Cleveland e Marguerite Long, precedute da quelle in Italia ai concorsi Speranza e Rina Sala Gallo.
Negli ultimi anni, con 80 concerti per stagione, si e’ esibito nelle città e nelle sale più prestigiose del Mondo ( New York – Carnegie Hall e Lincoln Center, Parigi – Salle Pleyel, Salle Gaveau, Theatre des Champs-Elysees, Salle Cortot, Londra, Stoccarda, Tokyo, Seoul, Pechino, Los Angeles, Chicago, Boston -Symphony Hall, Milano-Sala Verdi, Bologna, Roma, Houston, New Orleans, Philadelphia, Miami-Lincoln Theatre).
Ha riscosso grande successo alla Carnegie Hall di New York (Isaac Stern Auditorium), sia in recital sia con orchestra (1° concerto di Tchaikovsky).
Ha debuttato a Tokyo con i Berliner Symphoniker. Nel 2003, ha ricevuto due prestigiosi riconoscimenti: il titolo di Artista Steinway, e la nomina, per chiara fama, come “Distinguished Professor of Piano” al Cleveland Institute of Music.
Nell’estate del 2006, gli è stato conferito il titolo di Professore Onorario del Conservatorio Nazionale Cinese di Pechino.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

21 luglio, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Musica classica, Musica da camera, Napoli, Pianisti, USA | , , , , , | Lascia un commento

I “Pomeriggi in Concerto” di Napolinova propongono a sorpresa il duo formato da Catello Coppola e Aniello Iaccarino

Il secondo appuntamento dei “Pomeriggi in Concerto” di Napolinova, che hanno luogo nella “Sala delle Conferenze” del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, doveva essere dedicato al saggio conclusivo del Master di violoncello, ma problemi di natura organizzativa hanno fatto slittare l’evento.
A questo punto Alfredo de Pascale, direttore artistico della rassegna, non volendo annullare il concerto e privare così il pubblico dei napoletani di una delle pochissime occasioni di ascoltare musica in un periodo morto come quello attuale, ha pensato bene di invitare il duo formato da Catello Coppola (flauto) e Aniello Iaccarino (pianoforte).
I due giovanissimi interpreti hanno affrontato brani prevalentemente del Novecento, iniziando con la Sonata per flauto e pianoforte del ceco Bohuslav Martinů (1890-1959).
Scritta nel 1945, in un particolare momento della vita dell’autore che, esule negli Usa, era fortemente indeciso se rimanere lì, ritornare nella sua patria o prendere qualche altra strada, venne dedicata a George Laurent, all’epoca primo flauto della Boston Symphony Orchestra.
Tipica dello stile di Martinů, la Sonata si caratterizza, tra l’altro, per il movimento conclusivo (Allegretto poco moderato), il cui motivo deriva dal verso di un uccello notturno, il Caprimulgus vociferus, ascoltato dal compositore a Capo Cod nel Massachusetts dove risiedeva per una breve vacanza.
Dopo un salto all’indietro, con la Sonata in do minore, opera giovanile di Gaetano Donizetti (1797-1848), è stata la volta di Vocalise di Sergej Rachmaninov (1873-1943), posta a chiusura delle Quattordici liriche per voce e pianoforte, op. 34 (1915).
Il suo lirismo ha finito per oscurare il resto della raccolta, facendo sì che Vocalise fosse oggetto di numerose versioni, fra le quali anche una per flauto e pianoforte.
Il recital è terminato con la Sonatina di Eldin Burton (1913-1979), arrangiamento per flauto e pianoforte di un pezzo pianistico da lui composto come esercizio, quando era studente alla Juilliard School.
Il brano si aggiudicò nel 1948 una rassegna organizzata dal New York Flute Club, che aveva come premio la pubblicazione della composizione vincitrice a cura dell’editore Schirmer e, grazie a questo, risulta ancora in repertorio, unico nell’ambito della produzione, abbastanza scarna, del musicista statunitense.
Alcune considerazioni, ora, sugli interpreti, il flautista Catello Coppola ed il pianista Aniello Iaccarino, a cominciare dalla loro capacità di concepire, in tempi brevissimi, un programma insolito e ricco di brani di raro ascolto.
Una peculiarità confermata anche nel bis, rivolto a Aria di Otar Taktakishvili (1924-1989), autore a noi completamente sconosciuto, che però ha rappresentato una delle figure di maggior prestigio della musica georgiana del Novecento, avendo ottenuto numerosi premi, scritto l’inno del suo paese ed essendo anche stato eletto Ministro della Cultura.
Ma, oltre a proporre un panorama poco frequentato di buona musica del Novecento, i due esecutori hanno evidenziato elevata bravura e buon affiatamento, per cui si può dire che la scelta effettuata da Alfredo de Pascale si sia dimostrata vincente, e chi non è venuto, perché poco attratto dal violoncello, ha perso sicuramente una grande occasione per poter apprezzare due giovani talenti.
La rassegna proseguirà domenica 17 luglio, come da programma generale, con il tenore Delfo Menicucci e i partecipanti al suo Master Internazionale di Canto e Tecnica Vocale.

Marco del Vaglio

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

14 luglio, 2011 Posted by | Musica classica, Musica da camera, Napoli | , , , , , , , , , | Lascia un commento

La stagione estiva dei “Pomeriggi in Concerto” di Napolinova apre con la masterclass del violinista Manuel Meo

Primo appuntamento con la decima edizione estiva dei “Pomeriggi in Concerto”, organizzati da Alfredo de Pascale, direttore artistico dell’Associazione Napolinova.
Quest’anno, nei suoi quattro appuntamenti, la rassegna proporrà incontri monografici, il primo dei quali ha avuto come protagonista il violino, con il recital conclusivo degli allievi della masterclass di Manuel Meo.
I partecipanti, molto giovani, hanno quasi tutti suonato con il maestro, a cominciare da Maria Paola Opallo e Cosimo De Angelis, confrontatisi con due dei circa 50 duetti del compositore e violinista piemontese Giovanni Battista Viotti (1755-1824).
E’ stata poi la volta di Gabriella Maria Marchese che, accompagnata dal pianista Paolo Barbone, ha eseguito Nigun, secondo movimento della suite “Baal Shem”, scritta in ricordo del fondatore del movimento chassidico Baal-Shem Tov da Ernest Bloch (1880-1959), autore svizzero di origini ebraiche, divenuto poi cittadino statunitense.
Due i brani interpretati da Myriam Labiausse, un duetto di Viotti, con il maestro Meo e, insieme a Paolo Barbone, il movimento iniziale (Larghetto) della Sonata per violino in sol minore di Tartini, nota anche come “Il Trillo del Diavolo”, mentre in chiusura abbiamo ascoltato Federica Severini, che ha dato vita al quarto ed ultimo dei duetti di Viotti in programma.
Nel complesso i ragazzi hanno evidenziato grande talento e sono stati molto bravi a superare l’impatto emotivo con il pubblico, che gremiva in ogni ordine di posto la “Sala delle Conferenze” del Museo Archeologico Nazionale.
Conclusione, in una sorta di bis, con Manuel Meo e Paolo Barbone, brillantissimi interpreti della trascinante Tzigane, (1924) di Maurice Ravel, brano commissionato all’autore francese dal violinista Jelly d’Arányi, e appuntamento al prossimo concerto, domenica 10 luglio, dedicato al violoncello, che avrà come protagonisti gli alunni della masterclass di Sandro Meo.

Marco del Vaglio

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

6 luglio, 2011 Posted by | Concerti, Musica classica, Napoli, Violinisti | , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Dal 3 al 24 luglio al Museo Archeologico Nazionale la decima edizione dei “Pomeriggi in Concerto” di Napolinova

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Anche quest’anno, durante le domeniche di luglio, ancora una volta negli splendidi spazi del Museo Archeologico Nazionale, grazie alla gentile ospitalità della Soprintendenza per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei, Napolinova organizza la rassegna “Pomeriggi in Concerto”, giunta alla decima edizione e divenuta ormai un appuntamento fisso per i tanti appassionati durante l’estate napoletana, essendo l’unico appuntamento dedicato “solamente” alla musica classica e che, invece che proporre i “soliti” nomi, dà spazio a grandi solisti e a tanti giovani, offrendo ai “veri” appassionati di musica classica, ma anche a quelli che si avvicinavano per la prima volta, la possibilità di ascoltare e conoscere “gratuitamente” un repertorio sempre più di raro ascolto.

Questa manifestazione, nata con il titolo “Notti in Concerto” nel luglio ’97 al Museo di Capodimonte nel magnifico “Salone delle Feste”, in occasione della prima apertura notturna del Museo, si è poi svolta per vari anni al Museo di San Martino nell’antica “Sala del Refettorio” della Certosa, anche in orario pomeridiano, divenendo “Pomeriggi in Concerto”.

Si è poi tenuta a Villa Pignatelli, alla Chiesa di S. Severo al Pendino ed al Museo Archeologico Nazionale.

In particolare l’edizione di quest’anno si articolerà in quattro domeniche del prossimo luglio alle ore 17,30 e sarà ad ingresso gratuito.

Ogni concerto, approfittando dell’attività estiva di Napolinova che organizza durante il mese di Luglio una serie di master musicali, che avranno come docenti artisti di fama internazionale venuti a Napoli da tutto il Mondo, proporrà un diverso strumento musicale presentandone, come fatto in precedenti edizione per altri argomenti, sia il repertorio, con l’esibizione di questi grandi solisti e anche di tanti giovani talenti provenienti da tutta Italia venuti a partecipare ai master, sia la storia e lo sviluppo attraverso dei brevi incontri con questi grandi artisti che precederanno il concerto.

Il primo concerto-incontro, dedicato al violino, è con Manuel Meo, solista di grande valore e docente al Conservatorio di Milano, il secondo, invece, dedicato al violoncello, è con Sandro Meo, violoncellista e camerista di fama internazionale.

Il terzo, dedicato alla voce e al Bel Canto, sarà con il tenore Delfo Menicucci, solista e docente di fama internazionale, maestro anche di Andrea Bocelli.

Ultimo appuntamento, dedicato al pianoforte, con Antonio Pompa-Baldi, pianista italiano acclamato negli Stati Uniti e docente per chiara fama alla Cleveland University, una delle maggiori università americane, dove vedremo esibirsi solisti venuti a Napoli dall’Italia e dal Mondo.

(Comunicato del direttore artistico: Alfredo de Pascale)

Primo concerto: domenica 3 luglio, ore 17.30

Ingresso ad Inviti da ritirare al concerto fino ad esaurimento posti

L’ingresso sarà consentito dalle ore 17,15

info:

347.8430019

Info@asociazionenapolinova.it

__________________________________________________________________________________________

Programma generale

3 luglio, ore 17.30: “Omaggio al Violino”

Concerto e incontro con Manuel Meo e i partecipanti al Master internazionale di violino

Manuel Meo si è diplomato con lode al Conservatorio di Napoli.

Si è perfezionato con Grubert, Giles, Romano. Vincitore assoluto della Rassegna per Quartetto d’Archi di Vittorio Veneto, inizia presto un’attività esibendosi anche da solista e direttore per le maggiori Istituzioni italiane.

Ha registrato e suonato in tutto il Mondo (Inghilterra, Svizzera, Spagna, Brasile, Australia). Ha collaborato con Vernikov, Majsky, Christian, Bogino.

Da solista ha suonato sotto la direzione di Bellugi (Brahms), Pradella, Tournier, Maag con cui ha inciso Vecné Evangelium di Janacek.

E’ stato 1° violino solista d’importanti orchestre, collabora con la Piccola Sinfonica di Milano, per la quale a Giugno sarà Tutor nella preparazione di un’Orchestra giovanile come a Lanciano. Insegna violino al Conservatorio di Milano e ai corsi di Ravello e Altomonte.

Suona su un violino C. F. Landolfi del 1774.

10 luglio, ore 17.30: “Omaggio al Violoncello”

Concerto e incontro con Sandro Meo e i partecipanti al Master Internazionale di violoncello

Sandro Meo, vincitore di concorsi nazionali ed internazionali, ha suonato in tutto il mondo per rinomati festival ed associazioni (Carnegie Hall di New York, Wigmore hall di Londra, Musikhalle di Amburgo, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Maggio Musicale Fiorentino, Amici della Musica di Firenze).

Ha registrato per la RAI, per Radio Clasíca e per la BBC.

Ha inciso la Fantasia sulla Lucia di Lammermoor di Mercadante, i quartetti per piano e archi di Brahms, i trii di Schubert e Mendelssohn e i trii di Hummel per Warner, Fonit Symphonia.

Con il Trio Voces Intimae di cui è cofondatore ha rappresentato l’Italia al Festival Europa-Italia e all’inaugurazione del semestre di Presidenza italiana dell’U.E.

E’ direttore artistico e 1° violoncello della Philharmonia Mediterranea.

Tiene corsi in Italia e Spagna.

Dal 1986 è titolare di violoncello al Conservatorio di Cosenza.

17 luglio, ore 17.30: “Omaggio alla Lirica”

Concerto e incontro con Delfo Menicucci e i partecipanti al Master Internazionale di canto

Pianista collaboratore: Simonetta Tancredi

Avendo constatato su se stesso i benefici della “Tecnica di Affondo” appresa da Rina Del Monaco, moglie del grande tenore Mario, ha elaborato un proprio “metodo” grazie allo studio di meccanica e fisiologia dell’emissione vocale in sede medico/scientifica, collaborando con emeriti foniatri e specialisti (Fussi, Berioli, Panattoni) ed illustri cantanti (Dessì, Armiliato, Bocellii).

Molti suoi allievi, oggi in carriera, hanno iniziato lo studio con lui ed altri hanno riacquisito la funzionalità grazie al suo intervento.

La sua esperienza è condensata nel trattato “Scuola di canto – lirico e moderno”

Nel 2003 ha tenuto una relazione sull’affondo al convegno internazionale di canto e foniatria di Ravenna.

Dal ’95 è docente di canto al Conservatorio di Milano ed è direttore artistico del concorso internazionale “Trofeo La Fenice”.

Ha tenuto master in tutto il mondo

24 luglio ore 17.30: “Omaggio al Pianoforte”

Concerto e incontro con Antonio Pompa-Baldi e i partecipanti al Master Internazionale di pianoforte

Antonio Pompa-Baldi, acclamato dalla Critica americana come “il nuovo messia del pianoforte” e “il talento maggiore degli ultimi 30 anni”, si è affermato nel mondo dopo le vittorie ai concorsi Van Cliburn, Cleveland e Marguerite Long, precedute da quelle in Italia ai concorsi Speranza e Rina Sala Gallo.
Negli ultimi anni, con 80 concerti per stagione, si e’ esibito nelle città e nelle sale più prestigiose del Mondo ( New York – Carnegie Hall e Lincoln Center, Parigi – Salle Pleyel, Salle Gaveau, Theatre des Champs-Elysees, Salle Cortot, Londra, Stoccarda, Tokyo, Seoul, Pechino, Los Angeles, Chicago, Boston -Symphony Hall, Milano-Sala Verdi, Bologna, Roma, Houston, New Orleans, Philadelphia, Miami-Lincoln Theatre).
Ha riscosso grande successo alla Carnegie Hall di New York (Isaac Stern Auditorium), sia in recital sia con orchestra (1° concerto di Tchaikovsky).
Ha debuttato a Tokyo con i Berliner Symphoniker.
Nel 2003, ha ricevuto due prestigiosi riconoscimenti: il titolo di Artista Steinway, e la nomina, per chiara fama, come “Distinguished Professor of Piano” al Cleveland Institute of Music.
Nell’estate del 2006, gli è stato conferito il titolo di Professore Onorario del Conservatorio Nazionale Cinese di Pechino

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo

tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

27 giugno, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Concerti, Musica, Musica classica, Napoli, Pianisti, Violinisti, Violoncellisti | , , , , , , , | Lascia un commento

Napoli, Settimana della Cultura 2009

SOPRINTENDENZA SPECIALE
PER I BENI ARCHEOLOGICI DI NAPOLI E POMPEI

settimana-della-cultura
La cultura è di tutti: partecipa anche tu

L’ingresso ai musei e alle aree archeologiche
e la partecipazione a tutte le manifestazioni sono gratuiti

Da sabato 18 a domenica 26 aprile 2009


– Napoli, Terme di Vico Carminiello ai Mannesi, angolo via Duomo

“Visita all’insula romana con impianto termale dell’antica Neapolis”
Tutti i giorni su prenotazione
Per informazioni e prenotazioni 081 440942 (Ufficio Scavi Napoli)
In collaborazione con il Gruppo Archeologico Napoletano

– Acerra, Area archeologica dell’antica Suessula, via Calabricito
“Visita al foro dell’antica città di Suessula”
Tutti i giorni su prenotazione
Per informazioni e prenotazioni 081 440942 (Ufficio Scavi Napoli) e 081 5200541
In collaborazione con il Dipartimento dei Beni Culturali dell’Università degli Studi di Salerno e con l’Archeoclub d’Italia sede di Acerra

– Anacapri, Casa Rossa, ore 10,30-16
“Mostra di statue dalla Grotta Azzurra”
Esposizione, a cura di Valeria Sampaolo, delle statue di tritoni ritrovate nella Grotta Azzurra
Per informazioni tel. 081 8382193, 081 8370381, 3290936171, 3392187860
In collaborazione con il Comune di Anacapri

– Boscoreale, Antiquarium Nazionale “Uomo e ambiente nel territorio vesuviano”, via Settetermini 15

“Mostra ‘La groma’”
La mostra, a cura di Grete Stefani, intende approfondire l’aspetto della centuriazione del mondo romano con la presentazione, per la prima volta insieme, dei due reperti pompeiani che documentano lo strumento utilizzato dagli antichi per le misurazioni sul terreno, la “groma”.
Per informazioni tel. 081 5368796; prenotazione obbligatoria per i gruppi al tel. 848800288

– Giugliano in Campania, località Lago Patria
“Visite guidate al Parco Archeologico di Liternum”
a cura di Kosmos Archeo Service s.r.l.
Giorni feriali ore 9,30 e 11,30; giorni festivi ore 11,30 e 16,30
Per informazioni e prenotazioni tel. 081 4422273 (Servizio Educativo, lunedì-venerdì, ore 9-15)
In collaborazione con la Provincia di Napoli e il Comune di Giugliano in Campania

– Piano di Sorrento, Museo Archeologico Territoriale della Penisola Sorrentina “Georges Vallet”,
via Ripa di Cassano
“La lettura fantastica dei segni archeologici”
Visite guidate con l’intervento creativo di studenti. L’iniziativa, a cura di Tommasina Budetta, si avvale della consulenza di Attilio Bonadies.
Tutti i giorni su prenotazione
Informazioni e prenotazioni tel. 081 8087078
In collaborazione con l’Istituto Comprensivo Statale di Piano di Sorrento

– Sedi diverse

“Itinerario didattico tra natura e archeologia”
Un viaggio nel verde delle aree archeologiche, realizzato attraverso il ripristino dei giardini e degli antichi sentieri. Saranno proposti spettacoli e letture al tramonto. I luoghi del viaggio: Baia, Pozzuoli, Posillipo, Punta Campanella, Pompei, Ercolano, Oplontis, Capri. Coordinamento di Annamaria Ciarallo.
Per informazioni e prenotazioni tel. 081 8575347
In collaborazione con l’Assessorato al Turismo della Regione Campania

Sabato 18 aprile 2009

– Museo Archeologico Nazionale di Napoli, ore 11
“An introduction to the Naples Archaeological Museum”
by Valeria Pitterà and Luca Prosdocimo
Nell’ambito della XIV edizione degli “Incontri di Archeologia”, organizzati dal Servizio Educativo della Soprintendenza.
Info and reservation 081 4421522 (h. 10-14, except on Tuesday)
In collaboration with Pierreci

– Museo Archeologico Nazionale di Napoli, ore 11.30

“Viaggio in Grecia”
di e con Annie Pempinello e Salvatore Dota, e con Susanna Canessa, violoncello, voce e chitarra
Lo spettacolo, proposto dall’Associazione “Amici di Napoli”, è un viaggio poetico e musicale attraverso la Grecia, in compagnia dei testi di Alcmane e Leopardi, Kavafis e Foscolo, Saffo e Rilke, Alceo e Baudelaire, Dante e Primo Levi, Leonida e Lorenzo de’ Medici, Meleagro e Lee Masters, Teognide e Battiato…
Per informazioni e prenotazioni tel. 081 4422273 (Servizio Educativo, lunedì-venerdì, ore 9-15)
Con la collaborazione del Comune di Napoli

– Museo Archeologico Nazionale di Napoli, ore 17

“Un’ora al museo”
a cura degli Assistenti Museali
Lezioni utili per orientarsi nella comprensione del mondo antico e del museo.
Per informazioni e prenotazioni 081 4422149

Domenica 19 aprile 2009


– Museo Archeologico Nazionale di Napoli, ore 10,30

“Presentazione del libro d’artista ‘Taranterra’”
Intervengono l’antropologa Katia Ballacchino, il cantatore Marcello Colasurdo, l’archeologo della
musica Roberto Melini e lo psicanalista Antonio Vitolo; azione coreutica e musicale degli “Echi flegrei” con strumenti tipici della tradizione campana

Nel libro, edito da “ilfilodipartenope”, Mimmo Grasso propone in forma poetica una sintesi delle ricerche effettuate sul tema del dionisismo e della possessione. Incisioni di Mario Persico.
Per informazioni tel. 081 4422270 e 081 4422273 (Servizio Educativo, lunedì-venerdì, ore 9-15)
In collaborazione con Provincia di Napoli, Scuole Aperte (Regione Campania), Comune di Napoli e Istituto Patafisico Partenopeo

– Museo Archeologico Nazionale di Napoli, ore 16,30
“Alla scoperta del Museo”
a cura degli Assistenti Museali
Visite-gioco nelle collezioni del Museo: un’occasione per i piccoli visitatori di avvicinarsi al mondo antico.
Per informazioni e prenotazioni 081 4422149

Giovedì 23 aprile 2009

– Museo Archeologico Nazionale di Napoli, ore 15

“La colonia romana di Liternum: nuove acquisizioni e prospettive”
di Patrizia Gargiulo
Nell’ambito della XIV edizione degli “Incontri di Archeologia”, organizzati dal Servizio Educativo della Soprintendenza.
Per informazioni e prenotazioni tel. 081 4422273 (Servizio Educativo, lunedì-venerdì, ore 9-15)

Da sabato 25 a domenica 26 aprile 2009

– Bacoli, Teatro di Miseno e Sacello degli Augustali, ore 9-16
“Apertura al pubblico”
È possibile visitare, guidati da esperti, i due siti
Prenotazione obbligatoria tel. 081 5232726
In collaborazione con l’Associazione Misenum

– Bacoli, Grotta della Dragonara, ore 9-16
“Apertura al pubblico”
È possibile visitare il sito guidati da esperti
Prenotazione obbligatoria tel. 081 5232726
In collaborazione con l’Associazione Misenum


Domenica 26 aprile 2009

– Castello di Baia, Museo Archeologico dei Campi Flegrei, ore 9-14
“Castello di Baia: il Museo Archeologico dei Campi Flegrei”
Apertura delle nuove sale al pubblico
Prenotazione obbligatoria tel. 081 5233310

1 aprile, 2009 Posted by | Agenda Eventi, Amici di Napoli, Annie Pempinello, Art, Arte, Associazioni culturali, Associazioni Musicali, Attori e attrici, Campania, Concerti, Cultura, Danza, Italia, Letteratura, Music, Musica, Napoli, Poesia, Rassegne, Regioni, Scultura, Susanna Canessa, Violoncellisti | , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: