MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Giovedì 5 marzo ad Avellino due concerti del maestro Angelo Gilardino in prima esecuzione mondiale

Logo Conservatorio Avellino
Giovedì 5 marzo, alle 19.30, il Conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino ospiterà la prima esecuzione mondiale dei due ultimi concerti di Angelo Gilardino, una delle personalità di maggior spicco nel mondo della chitarra.
Le due composizioni, sono state dedicate ad alcuni chitarristi, conosciuti a livello internazionale come esecutori di assoluto pregio, che saranno sul palco insieme al flautista Romolo Balzani e all’Orchestra del Cimarosa: Piero Viti, Aniello Desiderio e Lucio Matarazzo.
Il “Concerto di Ventotene” per flauto, chitarra ed orchestra e il “Concerto del Sepeithos” per due chitarre ed orchestra, scritti entrambi nel 2013, sono tra le ultime opere di grande rilievo del compositore vercellese.
Entrambi i lavori sono dedicati alla città di Napoli e agli influssi della sua millenaria cultura sui luoghi limitrofi.

Il “Concerto di Ventotene” è dedicato alla piccola Isola di Ventotene, nell’Arcipelago Pontino, anticamente possedimento del Regno di Napoli e al M° Piero Viti, direttore artistico del Festival “Ventoclassic” nell’Isola di Ventotene, musicista di fama internazionale.

Il “Concerto del Sepeithos” evoca, nel titolo, il fiume che, sia nella mitologia che nella storia, attraversava Napoli.
Il fiume è immaginato dal compositore come il simbolo di un mondo leggendario che, dai tempi dell’antica Grecia fino al tardo Romanticismo, ha rappresentato uno dei più ricchi “topoi” dell’arte, della poesia, della musica e del teatro, nonché l’immenso scenario di una cultura sia aristocratica sia popolare che ha dato luogo a una tradizione nota in tutto il mondo.
Il Concerto è stato scritto e dedicato alle due figure più rilevanti della attuale scena chitarristica napoletana in campo internazionale, Aniello Desiderio e Lucio Matarazzo.

A dirigere l’Orchestra del Conservatorio Cimarosa sarà il M° Massimo Testa, che si è dichiarato onorato di presentare queste opere che portano in sé tutta la cultura musicale e popolare dei luoghi cui sono dedicate e costituiscono – ci ha spiegato – delle vere e proprie sfide per gli esecutori a causa dei ritmi ostinati, del cambio di metri, dei tempi veloci, che metteranno in luce la bravura dei chitarristi, del flautista e degli orchestrali.
Sul palco anche un antico strumento: la Celesta, che sarà suonata dal M° Giuseppe Di Capua.
L’orchestrazione è molto raffinata comprendendo, tra i 45 strumenti in organico una sezione di “fiati singoli”, dall’ottavino al fagotto, che è tipicamente novecentesca.

“Mi occupo da tanto tempo di musica contemporaneacommenta il M° Testae in questi concerti sento l’anima del Novecento non avanguardista, che attinge a una scrittura tradizionale e a ritmi popolari che non potranno non coinvolgere il pubblico. Credo che raccolgano in sé il senso dell’antico nella forma, lo stile moderno e una tematica contemporanea”.
Altrettando entusiasta, il direttore del Conservatorio Carmine Santaniello presenta l’evento come una occasione di crescita e di arricchimento artistico e ringrazia sia il M° Gilardino per il tributo fatto alle bellezze della nostra regione, e per aver permesso che Avellino diventasse il punto di partenza per la diffusione di quest’opera.

“Il mio ringraziamentodichiara Santaniello, che ha organizzato l’evento – va anche ai maestri Viti, Balzani, Desiderio, Matarazzo, al direttore Testa e a tutta la compagine orchestrale, composta da docenti e allievi di questo grande Conservatorio per la presenza e per l’entusiasmo con cui si sono dedicati alla preparazione del concerto e auguro loro buon lavoro”.

(Comunicato a cura dell’Ufficio Stampa del Conservatorio di Avellino)
_________________________________________________________

Annunci

24 febbraio, 2015 Posted by | Agenda Eventi, Avellino, Campania, Chitarristi, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Musica, Musica classica, musica sinfonica, Regioni | , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Dal’1 al 4 aprile al Conservatorio di Avellino III edizione de “La settimana della Musica da Camera”

Locandina Conservatorio Avellino - Settimana della musica da camera
Il Conservatorio Statale di Musica D. Cimarosa di Avellino organizza la terza edizione dell’evento “La settimana della Musica da Camera”, dall’1 al 4 aprile 2014, presso la Chiesa di San Generoso (via Francesco Tedesco – Avellino.
Tre i concerti che si terranno alle ore 19.00 presso la storica Chiesa della città di Avellino.
Tutte le mattine, inoltre, prove generali aperte al pubblico dalle 10 alle 13, con la presenza prevista anche di allievi delle scuole a indirizzo musicale del territorio.
La rassegna, a cura delle classi di musica da camera dei Maestri Massimo Testa e Pierfrancesco Borrelli, si conferma come un’ulteriore offerta didattico-musicale, inserita in una programmazione annuale già ampia e variegata, ma soprattutto sempre più valorizzata dalla volontà d ́innovazione e di promozione della dirigenza, nella persona dell’alacre ed entusiasta direttore, il M° Carmine Santaniello.
Sottotitolo della Rassegna “Insieme in Europa”, Culture a Confronto, a sottolineare un illuminato sguardo alle opere musicali del repertorio cameristico del nostro continente.
Per il 2014 l’attenzione si concentrerà su tre nazioni al centro oggi dell’interesse europeo, sotto l’aspetto sia culturale che politico, cioè RUSSIA, ITALIA, e soprattutto GERMANIA, anche nell’ottica delle celebrazioni dedicate quest’anno a Richard Strauss.

Martedì 1 aprile alle ore 19.00 il primo appuntamento,“RUSSIA”, con Simone Randazzo, clarinetto, Francesco Davide Salzano, fagotto, Claudio Siano, pianoforte, Catello Coppola, flauto, Katherina Yeremeyeva, pianoforte, Massimo Testa, violino, Yuko Okano, violino, Mattia Mennonna, viola, Nazarena Ottaiano, violoncello, Pierfrancesco Borrelli, pianoforte.
In programma musiche di Glinka, Taktakishvili, Shostakovich.

Mercoledì 2 aprile alle ore 19.00 secondo appuntamento, “GERMANIA” con Carmine Corbisiero, flauto, Livia Guarino, pianoforte, Marlena Szpak, soprano, Katherina Yeremeyeva, pianoforte, Yuko Okano, violino, Carmine Ruizzo, viola, Nunzio Aprile, fortepiano.
In programma musiche di J. C. Bach, R. Strauss, W. A. Mozart.
Con l’occasione sarà possibile assistere all’esecuzione mozartiana sullo storico fortepiano “Walter” del 1795 in dotazione al Conservatorio Cimarosa.

Giovedì 3 aprile, sempre alle ore 19.00, appuntamento con “ITALIA”, con Rino Faggella, chitarra, Mayumi Ueda, chitarra, Veaceslav Quadrini, violino, Francesco Davide Salzano, fagotto, Cinzia Simula, flauto, Simone Randazzo, clarinetto, Cristina Ambrosone, violino Piergiorgio Farese, chitarra, Serena Giordano, violoncello.
In programma musiche di Giuliani, Paganini, Gragnani.

Gran finale venerdì 4 aprile alle ore 19.00, di nuovo con la “GERMANIA”, con Cinzia Simula, flauto, Ilaria Venuto, violino, Luca De Prisco, fisarmonica Marlena Szpak, soprano, Raffaele Covino, clarinetto, Alfonso Tortora, pianoforte, Orsola Russo, mezzosoprano, Yuko Okano, violino, Carmine Ruizzo, viola, Giovanni Meriani, violoncello, Teresa Franza, pianoforte.
In programma musiche di J. S. Bach, Schubert, Mendelssohn, Wagner, Mozart .

L’ingresso è sempre libero

Ufficio stampa
393 5837525

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

31 marzo, 2014 Posted by | Agenda Eventi, Avellino, Campania, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Musica, Regioni | , , , , | Lascia un commento

Venerdì 4 ottobre l’ “Autunno in musica” del Conservatorio di Avellino parte con il recital del pianista Antonio Di Palma

Joseph Ascher

Joseph Ascher

Tutto pronto per la partenza della rassegna “Autunno in musica – I concerti di ottobre”.
Venerdì 4 ottobre, alle 19.30, nell’Auditorium del Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino , sarà il Recital pianistico di Antonio Di Palma ad aprire la serie di concerti dedicati a questa stagione.
Un’occasione di riguardo questa che vedrà esibirsi il virtuoso vicedirettore del Cimarosa con brani di Mozart, Beethoven e Ascher.
Se i primi due compositori sono noti al grande pubblico, il terzo è un assaggio da intenditori, come ci spiega il maestro Di Palma. “La scelta di proporre Joseph Ascher per aprire la rassegna è nata quasi per caso, quando ho avuto tra le mani le pagine che andrò a proporre e me ne sono letteralmente innamorato. Con questi brani, il compositore ha dato, infatti, una lettura in chiave pianistica della Traviata di Verdi restituendo una visione contemporanea di quella che diventò uno dei maggiori successi del genio di Busseto, commentandola con il suo strumento per proporla a corte e nei salotti buoni della Francia del tempo. Il Gran Capriccio, in programma, in particolare, appare scritto con tutto il cuore dall’autore, pur non avvicinandosi alle parafrasi fatte all’opera verdiana da Liszt o Thalberg. Si tratta, oltretutto, di un omaggio a Verdi, di cui ricorre il bicentenario dalla nascita, attraverso un’opera quasi mai eseguita del virtuoso compositore e pianista personale dell’imperatrice consorte Eugenia di Francia, moglie di Napoleone III e di cui non si trova nulla su YouTube. La composizione richiama i temi principali di Traviata, miscelandoli con effetti a sorpresa, il che risulta all’ascolto particolarmente interessante”.

E, sulla novità musicale proposta dal Conservatorio, per volontà del direttore Carmine Santaniello, in omaggio all’autunno è ancora Di Palma a fare un commento. “Questa rassegna è diversa dalle altre già proposte da alcuni anni dal Cimarosa: offre una panoramica di repertori che caratterizza in qualche modo l’Istituzione. Come è stato già ricordato dal coordinatore delle attività artistiche Carmelo Columbro, il nostro Conservatorio vanta un’ottima tradizione pianistica che parte dal primo direttore Vincenzo Vitale e passa per tanti grandi come Laura De Fusco, Francesco Nicolosi, Carlo Alessandro Lapegna, Gianluca Di Donato, Sandro De Palma e tanti altri pianisti di fama. Per cui iniziare con questo strumento era quasi un obbligo”.

L’appuntamento si prospetta interessante, vista l’offerta di perle musicali che sono state inserite nel programma dagli organizzatori.
Alla prima serata seguirà, infatti: venerdì 18 ottobre “Omaggio a L. Boccherini”, di cui verranno eseguiti i quintetti con chitarra da Gianluigi Giglio, Lucio Matarazzo, Stefano Magliaro e Aligi Alibrandi, e il quartetto d’archi suonato da Mario Dell’Angelo, Antonio Salerno, Simone Basso e Danilo Squitieri; mercoledì 23 ottobre, sarà la volta di “Rarità cameristiche del primo Romanticismo”, concerto eseguito dall’Ensemble da camera del Cimarosa, con Massimo Testa, Simone Basso, Mattia Mennonna, Danilo Squitieri, Vincenzo Lo Conte e Pierfrancesco Borrelli su musiche di J. N. Hummel e F. Mendelssohn-Bartholdy; per finire, venerdì 25 ottobre ancora una serata dedicata al pianoforte con Massimo Severino che interpreterà Chopin e Rachmaninov.

per info
Ufficio Stampa
3935837525

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

1 ottobre, 2013 Posted by | Agenda Eventi, Avellino, Campania, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Pianisti, Regioni | , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Venerdì 4 ottobre si apre l’ “Autunno in musica” del Conservatorio di Avellino

Conservatorio_teatro_apertoIl Cimarosa apre di nuovo il suo Auditorium alla città per proporre una novità.
Per la prima volta il Conservatorio di Avellino presenta “Autunno in musica – I concerti di Ottobre”.
“Si tratta di una rassegna nuova che – spiega il coordinatore delle attività artistiche dell’istituto, Carmelo Columbronasce proprio dal desiderio di dare continuità alle occasioni musicali rivolte al pubblico avellinese, già frequentatore delle rassegne che si svolgono qui da anni e che di solito si concentrano nel periodo estivo.
Parliamo, in particolare, di “Il Cimento dell’Armonia e dell’Invenzione” giunta quest’anno alla settima edizione o di “All’Ombra del Castello”, che ha la stessa età, o di “Contaminazioni Jazz”, più giovane, al suo secondo anno o ancora a rassegne nazionali come “Premio Nazionale delle Arti” che, per il secondo anno consecutivo, si è svolta qui da noi. A queste si aggiungono i diversi concerti che richiamano l’interesse, in particolare, del pubblico che ama la musica classica. Così, con l’intenzione di distribuire l’offerta musicale del Cimarosa in tutto l’arco dell’anno, abbiamo ideato quattro concerti, iniziando da un omaggio al pianoforte e terminando con un altro concerto pianistico, in considerazione del fatto che il primo direttore dell’Istituto fu il docente di piano Vincenzo Vitale, al quale si deve la creazione delle più grandi scuole pianistiche, cui hanno fatto poi riferimento grandi della musica come lo stesso Riccardo Muti”.

Ad aprire la rassegna che promette di qualificare ulteriormente l’offerta artistica dell’Istituto diretto da Carmine Santaniello sarà, infatti, un Recital pianistico dal titolo “Non solo pianoforte” a cura di Antonio Di Palma, su brani di Mozart, Beethoven e Asher, venerdì 4 ottobre; seguirà venerdì 18 ottobre “Omaggio a L. Boccherini”, di cui verranno eseguiti i quintetti con chitarra da Gianluigi Giglio, Lucio Matarazzo, Stefano Magliaro e Aligi Alibrandi, e il quartetto d’archi suonato da Mario Dell’Angelo, Antonio Salerno, Simone Basso e Danilo Squitieri; mercoledì 23 ottobre, sarà la volta di “Rarità cameristiche del primo Romanticismo”, concerto eseguito dall’Ensemble da camera del Cimarosa, con Massimo Testa, Simone Basso, Mattia Mennonna, Danilo Squitieri, Vincenzo Lo Conte e Pierfrancesco Borrelli su musiche di J. N. Hummel e F. Mendelssohn-Bartholdy; per finire, venerdì 25 ottobre ancora una serata dedicata al pianoforte con Massimo Severino che interpreterà Chopin e Rachmaninov.

per info
Ufficio Stampa
3935837525

23 settembre, 2013 Posted by | Agenda Eventi, Avellino, Campania, Concerti, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Regioni | , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Mercoledì 3 luglio con Rocco Zifarelli apre “Contaminazioni Jazz” al Conservatorio di Avellino con Rocco Zifarelli

Rocco Zifarelli
Ieri sera la chiusura della rassegna musicale “All’ombra del Castello” ha registrato il pienone all’arena all’aperto del Conservatorio Cimarosa.
In una atmosfera suggestiva sotto le mura del maniero dei Caracciolo, alle luci delle fiaccole, la scena è stata tutta per Verdi, celebrato attraverso una emozionante serie di scene d’opera tratte dalle più famose del grande musicista, eseguite dall’Orchestra sinfonica del Conservatorio diretta dal M° Massimo Testa e dalle voci soliste e coro del laboratorio lirico dell’Istituto Musicale.
Bella anche la scenografia e ben riuscita la regia di Giuseppe Sollazzo.

Ma stasera ha inizio un’altra coinvolgente avventura proposta dal Conservatorio, il Festival Contaminazioni Jazz del Conservatorio Cimarosa che aprirà con una serata dedicata all’incontro tra il Rock e il Jazz con l’esecuzione di brani di Hancock, Adderley, Pastorius, Metheny, Shorter e Scofield proposta dagli allievi della classe di Jazz del Conservatorio e con il concerto “Il Rock incontra il Jazz” che vedrà sul palco dell’Auditorium alle 19.30 Rocco Zifarelli (chitarra elettrica), Antonio De Luise (basso elettrico) e Lorenzo Petruzziello (batteria).
La rassegna continuerà domani giovedì 4 luglio alle 19.00, con il concerto “Two Piano- Improvvisando su Bach, Brahms e Liszt” eseguito da Giuseppe Di Capua e Francesco Nastro; venerdì 5 luglio, alle 19.30, con “Il Tango da Napoli a Buenos Aires” e sabato 6 luglio, sempre alle 19.30, con il concerto della Cimarosa Jazz Orchestra, guest star Giancarlo Schiaffini.

Per info
Ufficio Stampa
3935837525

________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

3 luglio, 2013 Posted by | Agenda Eventi, All'ombra del castello, Avellino, Campania, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Jazz, Musica, Musica classica, Musica da camera, Rassegne, Regioni | , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Dal 2 al 6 luglio una settimana ricca di musica al Conservatorio di Avellino con la chiusura di “All’ombra del Castello” e la rassegna “Contaminazioni Jazz”

Layout 1Dopo aver incontrato l’Orchestra di Fiati del Conservatorio, la fisarmonica di Giuliana Soscia e la voce di Marina Bruno nello spettacolo “Le Due Americhe” e l’Euphonium Quartet e la Brass Band del Conservatorio Cimarosa, l’ultima serata di “All’ombra del Castello”, martedì 2 luglio, sarà dedicata interamente a Verdi in occasione del bicentenario della nascita, con lo spettacolo VERDI S’AMUSE! diretto da Massimo Testa, per la regia di Giuseppe Sollazzo.
Fantasia musicale di una sera d’estate per presentare scene tratte dalle più importanti opere del repertorio verdiano con i solisti e il coro del laboratorio lirico, nato da un progetto del Conservatorio, che ha visto la collaborazione delle classi di Canto, di Arte Scenica, Accompagnamento pianistico, Esercitazioni Corali, Esercitazioni Orchestrali, Letteratura Italiana, M° Sostituto e Korrepetitor.

Conclusa la rassegna musicale, dal 3 al 6 luglio, alle 19.30, avrà luogo, presso il Conservatorio di Avellino, il Festival Contaminazioni Jazz giunto alla sua seconda edizione.
La kermesse mostrerà in quattro serate l’effetto della fusione di più generi musicali con il Jazz, appunto, sottolineando quella contaminazione originata dalla comunicazione tra sensibilità diverse che si verifica anche attraverso i secoli.
Come spiega Pino Jodice nella presentazione della manifestazione: “Un incontro musicale tra popoli, tra culture, è, quindi, un modo per creare una grande opportunità di scambio, di crescita e di diffusione delle proprie identità culturali che va affrontato nell’ottica del superamento e dell’integrazione delle “barriere delle frontiere” culturali, per dar vita ad un percorso comune. Un viaggio artistico e, dunque, spirituale, colmo di sorprese, le cui coordinate creativo- espressive navigano tra globalità, storicità, contemporaneità, multiculturalità, multimedialità, per una più intensa, cosciente e vibrante umanità”.

Ospiti di livello internazionale per un’occasione davvero speciale da Giancarlo Schiaffini, una cinquantennale pregevole esperienza nel Jazz come compositore, trombonista e tubista, entrato tra le voci della Biographical Encyclopedia of Jazz e nell’Enciclopedia della Musica Utet/Garzanti, a Giuliana Soscia, compositrice e fisarmonicista, insignita fra l’altro del XXXV Premio Personalità Europea in Campidoglio, a Rocco Zifarelli, chitarrista jazz membro della Orchestra di Santa Cecilia a Roma e collaboratore di Ennio Morricone, a Emanuele Smimmo, batterista jazz, che ha collaborato con una moltitudine di artisti di fama internazionale, a Francesco Nastro, pianista e docente presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli.
Padroni di casa, insieme a Pino Jodice, pianista e docente di Composizione Jazz al Conservatorio Cimarosa di Avellino e vincitore di prestigiosi premi in Italia e all’estero, Giuseppe Di Capua, pianista e docente di Teoria, Ritmica e Percezione e di diverse altre materie tra cui Acustica e psicoacustica e Pratica della notazione antica e contemporanea e Salvatore Santaniello, sassofonista e docente di Musica Jazz.
Tutte personalità di spicco nel panorama jazzistico internazionale.
La prima serata, mercoledì 3 luglio, alle 19.30, presenterà l’incontro tra il Rock e il Jazz, con l’esecuzione di brani di Hancock, Adderley, Pastorius, Metheny, Shorter e Scofield proposta dagli allievi della classe di Jazz del Conservatorio e con il concerto “Il Rock incontra il Jazz” eseguito da Rocco Zifarelli (chitarra elettrica), Antonio De Luise (basso elettrico) e Lorenzo Petruzziello (batteria).
Giovedì 4 luglio, alle 19.30, a incontrare il Jazz sarà la Musica Classica, con l’esecuzione di brani di Bach, Carmen-Rachmaninoff, Berlin, Gershwin, Fauré, Debussy da parte degli allievi della classe di Jazz e con il concerto “Two Piano- Improvvisando su Bach, Brahms e Liszt” eseguito da Giuseppe Di Capua e Francesco Nastro.
Venerdì 5 luglio, alle 19.30, sarà l’America Latina a incontrare il Jazz.
Gli allievi della classe di Jazz, per questa serata, eseguiranno brani di Henderson, Jobim, Hubbard, Gismonti, Pascoal, Corea.
Seguirà il Concerto “Il Tango da Napoli a Buenos Aires” eseguito da Giuliana Soscia e Pino Jodice Quartet con Francesco Angiuli al contrabbasso e Emanuele Smimmo alla batteria.
Sabato 6 luglio, alle 19.30, per finire, ciascun allievo del corso di composizione Jazz sarà chiamato a dirigere la Cimarosa Jazz Orchestra in una propria composizione; mentre la CJOrchestra, diretta e arrangiata da Pino Jodice, eseguirà brani di Davis e Evans.
Special Guest della serata Giancarlo Schiaffini.

Alle serate del festival saranno affiancate giornate di studio con il seminario di Chitarra Jazz moderna di Rocco Zifarelli, il 3 luglio, dalle 11.00 alle 14.00; il seminario di Batteria Latin-Jazz di Emanuele Smimmo, il 4 luglio dalle 11.00 alle 14.00 e il seminario “L’improvvisazione non si improvvisa” di Giancarlo Schiaffini, dalle 15.00 alle 18.00.

Per info
Ufficio Stampa
3935837525

________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

1 luglio, 2013 Posted by | Agenda Eventi, All'ombra del castello, Avellino, Campania, Concerti, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Giuseppe Verdi, Italia, Jazz, Musica, Musica da camera, Musica Lirica, Pianisti, Regioni | , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Mercoledì 26 giugno parte la settima edizione della rassegna “All’ombra del Castello” organizzata dal Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino

Locandina All'ombra del Castello 2013Una nuova proposta musicale giunge dal Conservatorio Cimarosa con la settima edizione della rassegna All’ombra del Castello.
Sotto le mura del maniero dei Caracciolo, nel cortile interno dell’Istituto, quattro serate ci inviteranno a godere dell’ascolto della migliore musica del Conservatorio.
Si parte mercoledì 26 giugno, alle 20.30, con l’Orchestra di Fiati del Cimarosa diretta da Paolo Ciacci.
Verranno eseguite musiche di Piazzolla, Vlak, Jenney, Lake, Delange, Reed, Ciacci e Verdi.

Già venerdì 28 giugno sarà la volta della seconda serata, dedicata a Le due Americhe con la voce di Marina Bruno, la voce narrante di Antonella Forino, Mario Dell’Angelo e Antonio Salerno (violini), Giuseppe Di Capua (pianoforte), Giuliana Soscia (fisarmonica), Simone Basso (viola), Antonio Colonna (violoncello) e Francesco Angiuli (contrabbasso).

Seguirà lunedì 1 luglio Euphonium Quartet e Brass Band, direttore Giovanni Aiezza e martedì 2 luglio Verdi s’amuse! a cura del laboratorio lirico verdiano con l’Orchestra sinfonica del Conservatorio diretta da Massimo Testa, drammaturgia e regia a cura di Giuseppe Sollazzo.
Sabato 29 giugno il Conservatorio Cimarosa sarà nuovamente protagonista della scena musicale irpina con il Concerto per il FAI presso il Palazzo Abbaziale di Loreto di Mercogliano, in cui, dopo la Visita guidata a cura del Fondo Ambiente Italiano all’archivio delle pergamene e alla Farmacia, che si svolgerà a partire dalle 18.00, e dopo la Presentazione delle Attività 2013/2014 della Delegazione FAI Avellino, rappresentata dall’architetto Raffaele Troncone, alle 19.30 sarà eseguito un ricco programma dall’Orchestra Giovanile del Cimarosa.
“Il connubio tra l’istituto di alta formazione musicale e la fondazione ambientalista –spiega l’architetto Tronconesi inserisce nel programma di promozione dell’ambiente irpino a partire dalle eccellenze che appartengono al territorio, frutto di quello che amo indicare come il genius loci”.
Partire dalla musica è certamente una scelta di gusto e l’Orchestra Giovanile, prodotto del lavoro e della passione dei maestri Patrizia Maggio, Pietro Calzolari, Simone Basso e Antonio Sinagra e della lungimiranza del direttore Carmine Santaniello, sta riscuotendo un successo inaspettato per una compagine così giovane, e per la qualità delle esecuzioni e per la rigorosa formazione didattica che tutti loro hanno alle spalle.

Per info
Ufficio Stampa
3935837525

________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

24 giugno, 2013 Posted by | Agenda Eventi, All'ombra del castello, Avellino, Campania, Concerti, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, musica sinfonica, Rassegne, Regioni | , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Domani ultimo appuntamento con il Seminario dedicato a Chopin al Conservatorio di Avellino

Si chiude domani 18 ottobre 2010 il ciclo di incontri dedicati alla figura di Fryderyk Chopin, del 
quale, quest’anno ricorre l’anniversario della nascita, presso il Conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino.
Il Seminario ideato e coordinato dalla Docente di Pianoforte M°Maria Pia Cellerino e sostenuto dal 
Conservatorio  è iniziato 
il 22 febbraio 2010, giorno della nascita (controversa, per altro) con una 
interessante Tavola Rotonda che ha sviscerato svariati aspetti del genio di 
Varsavia. Interventi interessantissimi,  e variegati introdotti dell’ideatrice 
e curatrice del Progetto, M° Maria Pia Cellerino. Alla Tavola Rotonda, moderata 
da Giovannipaolo Maione (docente di Storia della Musica al Conservatorio) hanno 
partecipato: la Prof.ssa Claudia Colombati, esperta chopinologa, 
dell’Università di Roma Tor Vergata (Roma), la Prof.ssa Silvia Bruni da 
Cracovia, la Dott.ssa Giovanna Tinaro dell’Archivio del Teatro di S. Carlo(Na). 
Benchè il  Seminario fosse riservato agli allievi di I e II Livello, ha aperto l’ascolto 
anche agli esterni. La grande affluenza del pubblico ha elettrizzato la 
mattinata che si è conclusa con un concerto interamente chopiniano da parte di 
un allievo di II Livello della Cellerino. Durante gli altri incontri, svolti nel corso dell’ Anno Accademico, molti altri allievi sia del Corso ordinario che dei Corsi universitari di I livello si sono esibiti seppure nel rispetto degli insegnamenti dei propri Docenti preparatori, dimostrando personalità e maturità  nella lettura di quello che forse rappresenta il massimo esponente della letteratura pianistica.
L’appuntamento di domani coincide con la data della dipartita del genio polacco avvenuta 
alle 2 di notte del giorno 17 ottobre 1849.
 Durante l’ultimo incontro si parlerà della Sonata in SIb min. op. 35 (quella 
con la marcia funebre) e del ricordo del grande compositore, da parte di alcuni 
affezionati allievi.
 L’esecuzione della Sonata op. 35 da parte del pianista Giuseppe Caputo e di 
alcuni Studi dell’op. 10 da parte di un allievo di II Livello, chiuderà 
l’appuntamento mattutino. Le esecuzioni riprenderanno il pomeriggio alle 15:30 con svariati brani eseguiti dagli allievi delle classi del Conservatorio. Sarà 
eseguita, quindi la Sonata in Si min. op. 58 dal pianista Giuseppe Caputo (che 
la mattina eseguirà l’op. 35). Il pomeriggio si chiuderà con l’esecuzione 
dell’Andante Spianato e Grande Polacca brillante op. 22 in versione originale 
per pianoforte e orchestra. Al pianoforte Umberto Barisciano. Orchestra diretta 
dal M° Massimo Testa (Docente del Conservatorio).
Progetto innovativo, questo e fiore all’occhiello della Ricerca Didattica del 
Conservatorio D. Cimarosa di Avellino.

Scarica il programma:Programma 18/10/10

 

Recensione Seminario F. Chopin: “Un poeta strumentale”

In data 18 ottobre presso il Conservatorio D. Cimarosa di Avellino, si è conclusa la serie di appuntamenti seminariali che hanno presentato, a partire dal 22 febbraio 2010, svariati aspetti di Fryderyk Chopin. Questo Seminario che è stato pensato e coordinato dal M° Maria Pia Cellerino (nella foto) per commemorare il 200° anniversario della nascita del genio polacco coincide, per un caso fortuito, anche con il  prestigioso Concorso F. Chopin che si tiene a Varsavia ogni cinque anni.
I lavori del 18 ottobre hanno coinciso con l’inizio della finale (18-19-20) del Concorso polacco che si è potuto seguire anche in diretta, grazie a  Internet.
Anche per questo appuntamento vi sono state due sessioni.: una mattutina e una pomeridiana.

Alle 10, nell’aula 41 del Conservatorio,  i lavori sono iniziati con un’ analisi della Sonata op. 35 (quella con la Marcia Funebre), da parte del M° Angelina Le Piane. Intervento molto interessante, quello della docente, che ha toccato anche aspetti storici relativi all’epoca di composizione della Sonata in questione. Non a caso per questo ultimo appuntamento la scelta è caduta su questa composizione che ha come fulcro la famosa Marcia Funebre. Alle due del mattino del 17 ottobre, infatti, il grande compositore volò tra gli angeli, lasciandoci un patrimonio artistico straordinario e unico nel suo genere. Una Musica “da parlare”.
Musica da suonare, “declamandola, però, con l’anima” e quindi….discorso musicale di un’anima che comunica le proprie emozioni.
Naturalmente dopo l’analisi della composizione è stata proposta l’esecuzione della Sonata op. 35 in SIb minore da parte del pianista Giuseppe Caputo, diplomatosi un paio d’anni or sono al Conservatorio, sotto la guida del M° Rosa Ondato.
L’uditorio ha così potuto verificare, istantaneamente, quanto era stato appena spiegato in teoria.

Un secondo intervento dal titolo esplicativo “F. Chopin attraverso i suoi allievi” è stato tenuto dal M° Maria Pia Cellerino. Attraverso testimonianze di alcuni dei suoi più importanti e conosciuti allievi, è stato fatto un ritratto affascinante del compositore, sia dal punto di vista didattico sia dal punto di vista  sociale.
Traendo spunto dall’interessante volume del  musicologo svizzero Jean-Jacques Eigeldinger: “Chopin vu par ses élèves, la Cellerino ha evidenziato quanto il genio polacco fosse amato dagli allievi, stralciandone alcuni brani per delinearne un quadro affascinante e carismatico.
Molte, poi, le informazioni sulla didattica del grande polacco, supportate da un lavoro di ricerca che l’uditorio ha condiviso grazie ad un rilevante numero di fotocopie distribuite dalla docente a supporto di quanto veniva spiegato.
Alla fine dell’intervento, una seconda esecuzione. Questa volta di alcuni Studi di Chopin da parte del pianista Guido Picariello.
Come di consueto, l’appuntamento pomeridiano è stato caratterizzato dall’ascolto di un vero e proprio Programma da Concerto, eseguito da allievi del Conservatorio,  secondo una precisa linea tematica. Le esecuzioni si sono avvalse di una esaustiva guida all’ascolto.

Chicca della serata, l’esecuzione dell’Andante Spianato e Polacca brillante op.22 in versione originale per pianoforte e orchestra. Al pianoforte un giovane allievo del Conservatorio: Umberto Barisciano. L’Orchestra “Progetto Chopin: un poeta strumentale” è stata diretta dal M° Massimo Testa, sempre sensibile a questo tipo di operazioni culturali.

***********************************

Nefeli,il nuovo Cd di Susanna Canessa da ora  scaricabile online su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

17 ottobre, 2010 Posted by | Agenda Eventi, Arte, Avellino, Campania, Concerti, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Direttori d'orchestra, Italia, Musica, Pianisti, Regioni | , , , , , , , , , | 19 commenti

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: