MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Domenica 14 dicembre la stagione dell’Associazione Alessandro Scarlatti ospita l’Europe Union Baroque Orchestra al Teatrino di Corte di Palazzo Reale

Logo Associazione Scarlatti 2014-2015
Domenica 14 dicembre, nel Teatrino di Corte di Palazzo Reale, alle ore 20.30, per il quarto concerto del ciclo di concerti dedicati alla musica composta per le corti europee nel’700 “Una balconata per la musica di corte”, in collaborazione con la Soprintendenza di Palazzo Reale, la Associazione Alessandro Scarlatti approfondisce il repertorio della musica di corte francese con il concerto dell’Europe Union Baroque Orchestra diretta da Lars Ulrik Mortensen.

Il pezzo più notevole di questo programma, se non dell’intero 18° secolo, è il particolarissimo brano “Les Elements” di Jean-Fery Rebel, a lungo leader dei 24 Violons du Roy, l’orchestra di Versailles che accompagnava Luigi XIII durante la giornata. “L’introduzione di questa sinfonia era naturale, era Caos stesso, questa confusione che regnava tra gli elementi prima l’istante in cui, soggetta alle leggi invariabili, hanno preso il loro posto prescritto nell’ordine della natura – ha scritto Rebel in una introduzione – Ho avuto il coraggio di unire la confusione degli elementi con confusione armonica. Ho cercato di far sentire tutti i suoni mescolati insieme, o meglio tutte le note dell’ottava insieme in un accordo.”
Di un periodo successivo, legata alla corte del Re Sole è la suite tratta da varie opere di Rameau in cui torna il tema della rappresentazione degli elementi della natura.

Ogni anno l’ Europe Union Baroque Orchestra invita 100 giovani musicisti provenienti da tutta Europa a prendere parte ad audizioni della durata di tre giorni.
I 25 candidati che vengono selezionati, normalmente provenienti da 13 o più paesi e di un’età media di 24 anni, trascorreranno sei mesi insieme, studiando e suonando attraverso tutta l’Europa al seguito dei maggiori specialisti della musica barocca, e trasmettendo al pubblico un contagioso ed immediato entusiasmo e tutta la freschezza tecnica dei migliori giovani strumentisti barocchi d’Europa.

Costo del biglietto

Intero: 20 Euro
Giovani: 8 Euro
Last minute: 3 Euro (giovani al di sotto dei 25 anni, biglietti messi in vendita un’ora prima del concerto)

Per informazioni:
www.associazionescarlatti.it; info@associazionescarlatti.it
Infoline: 081 406011

_________________________________________________________

Domenica 14 dicembre, ore 20.30 -Teatrino di Corte del Palazzo Reale di Napoli

European Union Baroque Orchestra
Lars Ulrik Mortensen, direttore e clavicembalo

Violini primi
Yotam Gaton (Ro)
Antonio De Sarlo (It)
Sarina Matt (Li)
Emma Lake (Uk)

Violini secondi
Jamiang Santi (It)
Alicja Sierpinska (Pl)
Saron Houben (Nl)
Nadine Henrichs (De)

Viole
Rafael Roth (De)
Andrea Angela Ravandoni (Se)

Violoncelli
Guillermo Turina Serrano (Es)
Nicola Paoli (It)
Contrabbasso
Lisa De Boos (Be)

Flauti
Emma Halnan (Uk)
Flavia Hirte (De)

Oboi
Jana Langenbruch (De)
Jan Hutek (Pl)

Fagotto
Andrew Burn (Uk)

Programma

La création du monde

Jean-Féry Rebel (1666-1747): Les éléments

Georges Muffat (1653-1704): Concerto grosso XII in sol maggiore “Propitia Sydera”

Jean-Féry Rebel: Les caractères de la danse

Jean-Philippe Rameau (1683-1764): La création du monde, suite di danze dalle opere “Zaïs”, “Les Boréades”,“Platée”

European Union Baroque Orchestra
Non ci sono altre orchestre come l’European Union Baroque Orchestra: l’EUBO si rinnova di consueto selezionando nuovi musicisti ad ogni anno e rendendo così unici i suoi progetti musicali.
Le performance dal vivo dell’EUBO godono di tutta la freschezza tecnica dei migliori giovani strumentisti barocchi d’Europa e trasmettono al pubblico un contagioso ed immediato entusiasmo.
I membri dell’EUBO arrivano da tutta Europa per vivere un’esperienza di lavoro che li mette a confronto con alcuni dei più importanti direttori della scena internazionale; per il 2014: Lars Ulrik Mortensen, Rachel Podger e Sergio Azzolini.
Le tournée dell’orchestra si svolgono in tutta l’Unione, dalle più celebrate sale da concerto alle pittoresche chiese di montagna e ai grandi festival internazionali di musica antica.
Nei punti cardine di questa esperienza musicale l’EUBO crea i suoi progetti in residenza: Echternach in Lussemburgo, Amilly in Francia, Kloster Michaelstein in Germania, Gent in Belgio, e Pavia con il Collegio Ghislieri in Italia.
L’attività dell’EUBO è sponsorizzata da “The Early Music Shop” e all’EUBO è stato affermato per sempre il titolo dell’Ambasciatore Culturale dell’Unione europea. Portabandiera dell’Europa, “l’EUBO è il simbolo perfetto della forza dell’integrazione: un sottile e potente strumento di armonizzazione tra i popoli e le nazioni” (Presidente José Manuel Barroso).

Lars Ulrik Mortensen
Inizia a studiare clavicembalo e basso figurato a Copenaghen alla Royal Danish Academy of Music, proseguendo poi a Londra con Trevor Pinnock.
Fa parte come clavicembalista degli ensemble di musica barocca London Baroque, dal 1988 al 1990, e Collegium Musicum 90, dal 1990 al 1993.
Dal 1991 al 1999 è direttore artistico dell’orchestra barocca Concerto Copenaghen, con cui lavora al Royal Opera di Copenaghen; dal 2004 è direttore artistico della European Union Baroque Orchestra
La sua carriera concertistica si divide tra l’attività di direttore d’orchestra, quella di clavicembalista solista e quella di musicista da camera insieme con altri artisti: con il violinista John Holloway e il violoncellista David Watkin ha costituito il Trio Veracini.
Accompagna frequentemente al clavicembalo il soprano Emma Kirkby, con la quale ha registrato alcune opere di Buxtehude, e il violoncellista Jaap ter Linden.
Le sue numerose registrazioni, alcune realizzate anche con The English Concert, sono dedicate in gran parte all’opera dei musicisti barocchi, da Bach a Buxtehude, da Vivaldi a Haydn, ed hanno ottenuto vari riconoscimenti internazionali.
È stato nominato “Musicista danese dell’anno” nel 2000, e ha ricevuto il premio francese Cannes Classique nel 2001 e il premio danese Musica nel 2002. L’incisione delle Variazioni Goldberg è stata premiata con il Diapason d’Or.
Nel 2007 ha ricevuto il premio Leonie Sonning’s Music Prize e il Danish Music Awards Classical “Orchestral CD of the year” per l’incisione dell’opera dei poco conosciuti compositori tedeschi Johan-Gottfried W. Palschau e Johann Abraham Peter Schulz.
Nel 2010 ottiene il Grammy Awards per il CD delle Cantate di Bach, con il mezzosoprano Anne Sofie von Otter.

______________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

11 dicembre, 2014 Posted by | Agenda Eventi, Associazione "A. Scarlatti", Associazioni Musicali, Campania, Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Napoli, Prima del concerto, Regioni | , , , , , , | Lascia un commento

Venerdì 15 luglio debutta a Siena la Camerata Salzburg diretta da Philipp von Steinäcker

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Debutta a Siena per la 68ª Settimana Musicale Senese uno dei più prestigiosi complessi europei, la Camerata Salzburg, diretta da Philipp von Steinäcker, in concerto venerdì 15 luglio, alle ore 21.15, al Teatro dei Rinnovati.
Prossimo a festeggiare nel 2012 i sessanta anni di attività, il complesso salisburghese è uno dei più rinomati nel panorama musicale internazionale e per il suo debutto senese presenta un programma che abbraccia oltre due secoli di storia della musica, dal sontuoso stile dei balletti di Jean-Philippe Rameau (l’opéra-ballet Les Fêtes d’Hébé risale al 1739) alle Danses concertantes di Igor Stravinskij, passando per la giovanile Serenata n. 1 di Johannes Brahms.

Les Fêtes d’Hébé ou Les Talents lyriques è un’ opéra-ballet di Jean-Philippe Rameau su libretto di Antoine-César Gautier de Montdorge, rappresentata il 25 marzo del 1739.
La Suite orchestrale che qui viene presentata nasce da una sapiente scelta di danze, numerose e varie.
Ci si concentra così su quanto di più interessante – anche secondo il giudizio dei contemporanei – conteneva questo sterminato spettacolo in un Prologo e tre Entrées, che da subito piacque moltissimo al pubblico parigino tanto da essere presentato per ben 80 volte già nel 1739 e per gli anni a seguire.

Le Danses concertantes vennero commissionate a Stravinskij quando si trovava negli Stati Uniti nel 1941 da Werner Janssen, direttore della Janssen Symphony Orchestra di Los Angeles e vennero eseguite per la prima volta a Los Angeles l’8 febbraio 1942.
In questa partitura confluiscono – facilmente ravvisabili – temi, ritmi e soprattutto scelte ‘stilistiche’ (di gusto e di valore), che ci riportano ad altre partiture famose del musicista russo come l’Histoire du soldat e il balletto Pulcinella, caratterizzate dalla presenza della componente ironica nella vicenda creativa di Stravinskij, che si compiace di ridicolizzare l’idea stessa di “musica colta” con i modi della banda e – nella componente visiva presente fin dai tempi di Pulcinella – con lo scombinato puzzle della commedia dell’arte.

Chiude il programma la Serenata op. 11 di Brahms, opera giovanile composta all’età di 25 anni, quando il musicista era al suo primo incarico di maestro di musica per la corte di Detmold, dove soggiornerà per i mesi autunnali dal 1857 al 1859.
Composta per un piccolo organico cameristico (1 flauto, 1 corno, 2 clarinetti, 1 fagotto e quartetto d’archi), la Sinfonia è formata da sei movimenti dal tono sereno e gioioso, con forti richiami ad altre composizioni di Haydn (Sinfonia London) e Beethoven (Sinfonia Pastorale, Seconda Sinfonia) e l’Ottetto di Mendelssohn

Info: tel. 0577-22091, tutto il programma su www.chigiana.it
Biglietti: 25 e 18 euro (ridotto 8 euro).

Ufficio stampa Settimana Musicale Senese 2011
Anna Dal ponte
cell. 346 0620710; 331 1835467
e-mail: dalann@tiscali.it
Sara Ciccarelli
cell. 339 7097061
e-mail: sara.ciccarelli@fastwebnet.it

Ufficio stampa Accademia Musicale Chigiana
Agenzia Freelance
tel. 0577 219228 – 272123
Sonia Corsi
cell. 335 1979765
Agnese Fanfani
cell. 335 1979385
e-mail: relazioni@chigiana.it o info@agfreelance.it

Cogliere la nota esatta è fondamentale per ogni oratore, ma per i musicisti è essenziale. L’arte, la sfida, l’essenza sono da ricercare oltre l’interpretazione di ciò che è “visibile”, scritto nella partitura. Qui è dove inizia la realtà della musica”.
È stato questo il principio guida che il leggendario violinista Sandor Vegh ha voluto dare all’ensemble Camerata Salzburg (originariamente fondato nel 1952 da Bernhard Paumgartner): principio che ha modellato l’identità stilistica della Camerata dal 1978 fino al 1997, anno della morte di Vegh.
A lui è succeduto Roger Norrington, Direttore Principale dal 1997 fino al 2006 e, in seguito, Leonidas Kavakos che nell’agosto 2006 è stato nominato Direttore Artistico della Camerata Salzburg, posizione che ha ricoperto fino al 2009.
Roger Norrington è comunque rimasto in stretto contatto con l’orchestra in veste di Conductor Laureate.
Dopo sessant’anni di storia, la Camerata Salzburg è divenuta a pieno titolo un’orchestra da camera della miglior tradizione.
Oggi consiste in una formazione di giovani e motivati musicisti i quali “suonano con un trasporto ed una gioia che è quasi contagiosa”.
Molti sono i solisti con cui la Camerata si è esibita; fra i più recenti Louis Langrée, Jonathan Biss, Elisabeth Leonskaja, Stefan Vladar, Anne-Sophie Mutter, Victoria Mullova, Hilary Hahn, Jian-Wang, Matthias Goerne, Emmanuel Pahud, Hakan Hardenberger e molti altri.
Le esibizioni hanno avuto luogo ad Aix-en-Provence, in Slovenia, in Olanda, in Italia, in Germania, in Grecia e in Asia.
La Camerata Salzburg viene regolarmente invitata al Festival Carinthischer Sommer, così come alla Mozartwoche di Salisburgo; questi eventi si aggiungono al proprio Festival “Begegnung”, della durata di tre giorni, nella città natale dell’Orchestra. Altre manifestazioni ormai consolidate sono il Festspiele di Salisburgo e una serie di concerti alla Konzerthaus a Vienna.

Il direttore Philipp von Steinäcker ha vinto il concorso di direzione Melgaard OAE Young Conductor Auditions a Londra ed è stato l’assistente dell’Orchestra of the Age of Enlightenment per un anno lavorando con direttori come Sir Simon Rattle, Vladimir Jurowski, Sir Roger Norrington.
Ha preparato l’Orchestra of the Age of Enlightenment per Vladimir Jurowski, la Symphonica Toscanini per Lorin Maazel, la Trondheim Symphony Orchestra per Daniel Harding ed ha assistito lo stesso Harding all’Orchestra della Radio Svedese di Stoccolma ed alla London Symphony Orchestra.
È stato l’assistente di Sir John Eliot Gardiner per la sua produzione di Pelléas e Mélisande all’Opéra Comique a Parigi.
Ad ottobre 2010 ha diretto il concerto finale dell’Orchestra dell’Accademia Gustav Mahler a Bolzano.
Nel 2011 Philipp von Steinäcker assisterà Sir John Eliot Gardiner per Der Freischütz all’Opéra Comique a Parigi e dirigerà una produzione de La Bohème a Londra e ai festival di Mentone e St. Raphael.
È fondatore e direttore dell’orchestra Musica Saeculorum in Alto Adige.
Con questo gruppo ha debuttato alle Settimane Mahleriane 2008 a Dobbiaco proseguendo negli anni successivi in un’impegnativa attività.
Steinäcker è cresciuto ad Amburgo ed ha iniziato i suoi studi presso la Musikhochschule di Lubecca.
Durante il liceo ha fatto il suo debutto alla Musikhalle di Amburgo come violoncellista ed è stato membro sia dell’Orchestra Giovanile Tedesca sia della Gustav Mahler Jugendorchester.
Dopo la maturità ha studiato presso la Musikhochschule di Vienna e soprattutto presso la Juilliard School di New York con Harvey Shapiro, dove ha compiuto gli studi con il titolo di Master of Music.
In seguito ha studiato il violoncello barocco presso il CNSM a Parigi nella classe di Christophe Coin.
Di recente ha compiuto i suoi studi di direzione d’orchestra con Mark Stringer e Yuchi Yoasa presso l’Università di Musica di Vienna.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

14 luglio, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Musica classica, musica sinfonica, Prima del concerto | , , , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: