MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Martedì 16 maggio la stagione IAAM propone il trio Coppola-d’Esposito-Iaccarino a Palazzo Carafa di Maddaloni


Martedì 16 maggio, alle ore 19.00, presso il Palazzo Carafa di Maddaloni (via Maddaloni, 6 – Napoli), nell’ambito della rassegna “MusicAscolto in Salotto”, organizzata dall’ Associazione IAAM, “Musica in trio” con la partecipazione di Catello Coppola (flauto), Antonino d’Esposito (viola), Aniello Iaccarino (pianoforte).
L’insolito trio composto da flauto, viola e pianoforte ci accompagnerà durante la serata attraverso i secoli con musiche di vari autori, che permetteranno di scoprire le sonorità tipiche dei tre strumenti.
Ad aprire il concerto sarà proposta una sonata di C.Ph. Bach per flauto e pianoforte, i due strumenti, poi, saranno accompagnati dai suoni caldi della viola per il resto del repertorio.
Alla fine del concerto, come sempre, gli spettatori potranno unirsi ai musicisti nella splendida biblioteca, dedicata al compositore napoletano Mario Pilati, per un ricco aperitivo all’insegna della giovialità e dello scambio.

Programma

C. Ph. E. Bach: Hamburger Sonata in sol maggiore

C. Lefebvre: Ballade

J. Ibert: Deux Interludes

B. Martinů: Trio

Contributo: 10 euro

Per maggiori info
cell.: 3454317836
eventi@iaam.it
www.iaam.it
fb: iaam

________________________________________________________

Annunci

12 maggio, 2017 Posted by | Agenda Eventi, Associazione IAAM, Associazioni Musicali, Campania, Concerti, Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Napoli, Palazzo Carafa di Maddaloni, Regioni, Sale da concerto | , , , , , , , , | Lascia un commento

Martedì 15 e mercoledì 16 novembre l’Associazione Alessandro Scarlatti propone due appuntamenti sul “Don Chisciotte”

don-chisciotte
La Associazione Alessandro Scarlatti dedica due appuntamenti a ricostruire l’universo musicale del Don Chisciotte di Miguel de Cervantes del quale ricorrono i 400 anni dalla morte.

Martedì 15 novembre, alle ore 17, in collaborazione con l’Istituto Cervantes di Napoli, in via Nazario Sauro 23 (sede dell’istituto), si terrà un incontro nell’ambito del ciclo divulgativo “Parliamo di Musica” a cura della ispanista Encarnación Sánchez dal titolo “La musica del Chisciotte”.
La conferenza sarà dedicata al contenuto musicale del libro: Cervantes crea una straordinaria armonia acustica intorno al suo eroe, e la musica del libro concorre a definire la profondità psicologica dei personaggi.
Al suo fianco il M° Enrico Marrucci approfondirà la produzione musicale scaturita dal personaggio di Don Chisciotte nei secoli successivi al romanzo, partendo dal 1694 con Purcell, proseguendo con le produzioni operistiche fino al musical “The man of La Mancha”, al film del 1933 di Georg Wilhelm Pabst e alla canzone di Guccini.

Mercoledì 16 novembre, alle ore 21, nel Teatro di Corte di Palazzo Reale, il baritono Enrico Marrucci sarà accompagnato dal pianista Gianni Gambardella in concerto-viaggio, a dimostrazione ulteriore di quanto la figura di Don Chisciotte appaia universale ed abbia ispirato compositori di paesi ed epoche diversi.

In programma la rilettura in chiave napoletana di Paisiello, le canzoni di Ravel commissionate per il film di Pabst che poi gli preferì Ibert, de Falla con il “Retablo de Maese Pedro” e l’austriaco Wilhelm Kienzl.

Costo del biglietto
Intero: 15 Euro
Ridotto giovani ( under 30); 10 Euro
Last minute: 3 Euro (under 25) in vendita un’ora prima del concerto.

Infoline
081 406011
www.associazionescarlatti.it
info@associazionescarlatti.it

_________________________________________________________

Mercoledì 9 novembre 2016
Teatro di Corte di Palazzo Reale – ore 21.00

Enrico Marrucci, baritono
Gianni Gambardella, pianoforte

Programma

I Viaggi Musicali di Don Chisciotte

Jacques Ibert (1890 – 1962): Quatre Chansons de Don Quichotte
Chanson du départ de Don Quichotte
Chanson à Dulcinée
Chanson du Duc
Chanson de la mort de Don Quichotte

Marcel Delannoy (1898 – 1962): Trois Chansons
Chanson du Vigneron
Chanson du Matelot
Chanson du Galérien

Maurice Ravel (1875 – 1937): Don Quichotte à Dulcinée
Chanson Romanesque
Chanson épique
Chanson à boire

Giovanni Paisiello (1740 – 1816): Don Chisciotte della Mancia
“Venga pur, ma zitto zitto…” (aria di Sancio)

Jules Massenet (1842 – 1912): Don Quichotte
“Les femmes, Chevalier, c’est tout mensonge et ruses!” (Sancho)
“Riez, allez, riez du pauvre idéologue” (Sancho)
“Quand apparaissent les étoiles” (Don Quichotte)
“Je suis le chevalier errant” (Don Quichotte)

Manuel de Falla (1876 – 1946): El retablo de Maese Pedro
“Oh, bellaco, villano”

Wilhelm Kienzl (1857 – 1941): Don Quixote
“Bin der Ritter, Don Quixote”

Enrico Marrucci
enrico-marrucciÈ nato a Wilmington negli USA da genitori italiani e, dopo la laurea e il dottorato in Ingegneria Chimica a Napoli, inizia la sua carriera con la vittoria nel concorso di Spoleto nel 1996.
Dopo il debutto in Falstaff (Ford) a Spoleto è stato scritturato presso molti dei più importanti teatri italiani, come Torino, Genova, Trieste, Palermo, Roma, Napoli, Verona, Cagliari, Firenze, Catania e all’estero in Dresda, Valladolid, Bonn, Kiel, Vienna, Montecarlo, Rio de Janeiro, Dublino, Atene, Tours, dividendo la scena con importanti cantanti: Carreras, Kabaivanska, Raimondi, Alagna, Dessì, Dara, Corbelli, Sumi Jo, Serra.
Ha inoltre lavorato con importanti direttori come Zubin Mehta, Renato Palumbo, Nello Santi, Fabio Luisi, Gianluigi Gelmetti, Evelino Pidò, José Cura.
Il suo repertorio include ruoli brillanti, come Malatesta, Belcore, Leporello, Papageno, Marcello, Silvio, Sharpless, Ping, Falke, Escamillo, Valentin, Gugliemo, John Plake, Melitone, Faninal, Harlekin, Mercutio, ma anche verdiani e altri ruoli drammatici come Conte di Luna, Renato, Nabucco, Rodrigo, Ford, Amonasro, Jago, Ezio, Germont, Macbeth, Don Carlo in Forza, Tonio, Scarpia, Zurga, i 4 cattivi in Hoffmann.
Ultimamente è stato impegnato nel debutto del ruolo di Nabucco, Roméo et Juliette (Capulet) in Arena di Verona e successivamente Falke in Die Fledermaus di Strauss, Renato nel Ballo in Maschera in vari teatri svizzeri e successivamente Jago nell’Otello a Darmstadt, Ford nel Falstaff (a Tours) e Germont in Traviata (a Montpellier).
Nell’ultima stagione tra le altre cose si è esibito al San Carlo di Napoli in Turandot (Ping) e ancora in Arena di Verona come Capulet.
Alcune sue rappresentazioni sono state pubblicate in DVD, con TDK (L’elisir d’amore) e Deutsche Grammophon (Pagliacci con Roberto Alagna) e CD, con la Kicco Music (La Rondine e Les Contes D’Hoffmann).

Gianni Gambardella
Gianni GambardellaNapoletano, ha studiato direzione d’orchestra, composizione e pianoforte, diplomandosi con il massimo dei voti presso il Conservatorio S. Pietro a Majella della sua città.
Ha tenuto concerti per diversi enti musicali nazionali tra cui il Teatro S. Carlo di Napoli, il Teatro Lirico di Cagliari, l’Emilia Romagna Festival, la RAI, il Ravello Festival, l’Accademia Montis Regalis ed altri; si è esibito anche all’estero in Francia, Spagna, Repubblica Ceca Canada Germania e in Inghilterra, a Londra, dove lo scorso anno ha suonato la Rapsodia in blu di Gershwin accompagnato dalla London Euphonia Orchestra.
Ha diretto la prima assoluta mondiale de “I Pittagorici” di Paisiello, alla guida dell’Orchestra da Camera di Napoli in occasione delle celebrazioni del bicentenario della Repubblica partenopea.
In Francia ha diretto diverse produzioni liriche: l’Elisir d’Amore di Donizetti al Theatre de St. Cloud, Le comte Ory di Rossini all’Académie Internationale de Paris, il Faust di Gounod, al Centre Cerisaie de Paris, Lucia di Lammermoor di Donizetti all’Auditorium du Conservatoire de Versailles.
E’ stato direttore del gruppo “Jazz at the Philarmonic” dei Cameristi del Teatro San Carlo di Napoli con il quale ha affrontato un repertorio di contaminazione di songs del repertorio americano rivisitate nel linguaggio classico e per cui ha scritto anche numerosi arrangiamenti.
Ha collaborato come pianista lirico nell’ambito del progetto “Musica del Risorgimento” dei Cameristi della Scala di Milano per le celebrazioni dei 150 anni della Repubblica Italiana nel 2011 con cui ha inciso un CD distribuito nel marzo 2011 dalla rivista musicale Amadeus.
E’ docente di Accompagnamento pianistico presso il Conservatorio F. Morlacchi di Perugia.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

11 novembre, 2016 Posted by | Agenda Eventi, Associazione "A. Scarlatti", Associazioni Musicali, Campania, Concerti, Italia, Letteratura, Libri, Musica, Musica classica, Musica da camera, Napoli, Regioni | , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Martedì 15 ottobre al Conservatorio di Avellino seconda parte di “Immagini vocali e Musica simmetrica di un percorso ben delineato” a cura di Maria Pia Cellerino

foto (5)“Immagini vocali e Musica simmetrica di un percorso ben delineato” è l’intrigante titolo della seconda parte della rassegna a cura del M° Maria Pia Cellerino.
Durante questo secondo appuntamento “come nei caleidoscopi formati da due specchi la cui forma dell’immagine risultante all’occhio dell’osservatore ricorda un fiore a sei petali, così le ricorrenze musicali del 2012 (nostro ipotetico caleidoscopio)spiega il M° Cellerinopossono consentirci di visualizzare un fiore musicale con altrettanti petali rappresentati da sei grandi compositori: C. Debussy, A. Honegger, J. Ibert, J. Massenet, S. Thalberg, J. Wieniawski”.
Così martedì 15 ottobre, alle 19.30, l’auditorium del Conservatorio di Avellino ospiterà il concerto che sarà eseguito dagli allievi delle classi di pianoforte dei maestri Cellerino, Grimaldi, La Pegna e Ondato, di flauto dei maestri R. Maggio, Rella e Lombardi e di chitarra del maestro Matarazzo.

La prima serata della mini rassegna analizzò, lo scorso 20 settembre, lo spirito dell’opera di Debussy, attraverso gli interventi di Maria Pia Cellerino e le brillanti performance dei bravi musicisti, allievi del Conservatorio, permettendo al pubblico di assaporare con più consapevolezza il repertorio presentato e di comprendere il senso del tema proposto.

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

11 ottobre, 2013 Posted by | Agenda Eventi, Avellino, Campania, Concerti, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Pianisti | , , , , , , | Lascia un commento

Venerdì 3 agosto si inaugura la mini-rassegna “Nel segno della donna” nell’ambito della XV edizione dei “Concerti d’estate di Villa Guariglia”

Caroline Haffner Murat

Venerdì 3 agosto, prenderà il via, nell’ambito della XV edizione dei “Concerti d’estate di Villa Guariglia”, promossi da Antonia Willburger, la mini-rassegna “Nel segno della donna”.
La serata prevede un doppio appuntamento: alle ore 19, nell’ambito del progetto “L’Arte della Felicità le ragioni del sentimento.Musica Arte poesia in una confluenza di versi, forme e suoni”, fortemente voluto da Barbara Cussino, dirigente dei Musei provinciali e per la progettazione della stessa Barbara Cussino, Vittoria Bonani e Floriana Gigantino, rispettivamente funzionarie del servizio Biblioteche e del servizio Musei, si svolgerà un reading poetico di versi di Carmen Grattacaso, Sigismondo Nastri, Francesco Iannone e Mario Fresa, con interventi coreografici a cura dell’Artestudio di Loredana Mutalipassi e la partecipazione del flautista Pasquale Occhinegro, neo-diplomato del conservatorio “G. Martucci” di Salerno, che punteggerà le letture con pagine di Claude Debussy, Francis Poulenc e Jacques Ibert.
A seguire verrà proiettato l’istant-movie firmato da Michele Schiavino ed Erminia Pellecchia, per la consulenza artistica di Pasquale De Cristofaro e Olga Chieffi, “Filmfelicità”, un viaggio nei Musei e nelle biblioteche della provincia di Salerno, prezioso corredo del catalogo pubblicato in occasione della mostra proposta dalla settore musei e Biblioteche della provincia di Salerno per la XLII edizione del Giffoni Film Festival.
Alle ore 21, il concerto di Caroline Haffner Murat, pianista con due cognomi altisonanti: il primo la riconosce erede del borgomastro salisburghese Sigmund Haffner, dedicatario della amata sinfonia mozartiana, il secondo discendente di Gioacchino Murat generale francese e re della città di Napoli, di cui s’innamorò perdutamente.
La Principessa si dividerà tra Fryderyk Chopin e Franz Liszt.
Il programma principierà con due notturni, il secondo in mi bemolle dell’op. 9 che ha il tono di una lettera amorosa per la fanciulla tenuta all’oscuro della fiamma suscitata in Chopin e il n.1 in do dell’opera 48 dalla conclusione tragica in cui si pensa al finale di Romeo e Giulietta.
Si continuerà con le due ballate, l’ op.38, caratterizzata da un’evidente simmetria strutturale, fondata sull’alternarsi di sezioni fra loro spiccatamente contrastanti, e da uno straordinario lussureggiare di modulazioni, mediante enarmonie, di quinte eccedenti, di appoggiature, di ardite dissonanze nuovissime per l’epoca e l’op. 47, una delle composizioni chopiniane più complete, in cui l’abituale contrasto è molto meno netto, il pathos meno accentuato, il tono nel complesso assai meno tragico, col suo vivo, ben marcato ritmo di danza che sostiene l’intera composizione.
La pianista ha scelto, quindi, di eseguire lo Scherzo n. 2 op. 31 in Si bemolle minore, sicuramente il più popolare, assai articolato e complesso nell’architettura e nell’armonia, con una ampia gamma di intonazioni, e caratteri espressivi che vi si susseguono senza soluzione di continuità.
A seguire, i primi tre preludi dell’ op. 28: il primo, in do maggiore Agitato, che ci riporta alla mente il primo preludio del Clavicembalo ben temperato di Bach, costruito sulla ripetizione modulante di un’unica figurazione, il secondo in La minore un Lento, a lungo considerato la più problematica composizione di Chopin, per le arditezze armoniche dell’accompagnamento, per la staticità della melodia e per la sconsolata mestizia dell’insieme, e per chiudere il terzo in Sol maggiore, un Vivace caratterizzato da un fluente ostinato affidato alla mano sinistra, mentre la destra esegue una delicata melodia a valori prevalentemente lunghi.
Ancora due ballate concluderanno il lungo omaggio al genio polacco, la prima op. 23, una delle sue opere più selvagge e caratteristiche, il cui attacco in La bemolle maggiore è la celebrata sesta napoletana, la “blue note” melanconica del tempo, e l’ultima, l’op. 52, un magnifico poema polifonico di modernità assoluta, il cui sfondo impreciso e nostalgico ha carattere quasi impressionista.
Finale en travesti con le melodie popolari di Venezia e Napoli, supplemento al secondo volume degli Anni di pellegrinaggio di Franz Liszt.
Due le visioni veneziane, Gondoliera, parafrasi della canzone “La biondina in gondoleta” e Canzone, fantasia su “Nessun maggior dolore” dall’Otello di Rossini, mentre l’immagine di Napoli è affidata alla Tarantella, spettacolare e tumultuosa scorribanda tra i vicoli, da cui non poteva non provenire una mandolinata ispirata da un tema di Cottrau.

Ingresso libero

Per info.:
CTA di Vietri sul Mare
Piazza Matteotti
84019 Vietri sul Mare .
tel. e fax: 089 211285
ctavietri@libero.it
cta@comune.vietri-sul-mare.sa.it
www.eventsandmusic.it

E’ disponibile una navetta per i concerti in partenza alle ore 20 dal teatro Verdi di Salerno, con ritorno dopo il termine del concerto.

L’ ufficio stampa:
Concita De Luca
cell.:393/9034488
Olga Chieffi
cell.:347/8814172

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

1 agosto, 2012 Posted by | Cinema, Letteratura, Musica, Musica classica, Musica da camera, Pianisti | , , , , , , , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: