MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Mercoledì 27 luglio terzo appuntamento della sezione jazz dei “Concerti d’estate a Villa Guariglia” con Stefano di Battista

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Terzo appuntamento, mercoledì 27 luglio, alle ore 21, con la sezione jazzistica dei “Concerti d’estate di Villa Guariglia organizzati da Tonia Willburger.
E’ questo il secondo anno che il Conservatorio Statale di Musica di Salerno “G. Martucci”, sotto l’egida dell’AFAM, e grazie al programma Erasmus i concerti sono aperti dagli ensemble della massime scuole jazzistiche d’Europa.
Mercoledì sarà di scena l’Austria con gli Aura: L Sculptures della Graz University of Music, formazione capitanata dalla vocalist Laura Winkler, con Adrian Kleinlosen al trombone, Benny Omerzell al pianoforte, Michael Ringer al contrabbasso e Valentin Schuster alla batteria i quali dopo il seminario che verrà tenuto in mattinata nell’auditorium di Villa Guariglia, proporranno intorno alle ore 21, il loro progetto groovy Nu jazz, ovvero l’uso dei soli e dell’improvvisazione quale motore creativo per nuovi ordini sonici, quale asse portante su cui si innestano tutte le correnti musicali attuali, come il downbeat, il lounging, la etnica, il future funk e la nu bossa, concretizzando quei nuovi panorami musicali che vengono definiti, appunto, nu jazz.
Parentesi enologica con la presentazione del raffinato e profumato vini della Casa di Baal, di Montecorvino Rovella, a cura del presidente dell’Enoteca Provinciale di Salerno Ferdinando Cappuccio, affidata alle due figlie di Annibale Salerno, Francesca e Giusy, in rappresentanza dell’azienda che prende il nome dal padre, che a noi piace immaginare come il Dio Baal identificato dai Fenici come l’energia della vita, che dalla madre terra si sprigiona per alimentare l’essere natura; favorendo la fertilità dei campi, regolando le piogge e le falde freatiche, unitamente al Caulì, dell’ Azienda “O’ Cammariello” di Chiara Strianese che coltiva un piccolo vigneto di Fiano, Falanghina e Biancolella, sincera espressione del territorio vietrese.

La ribalta di Villa Guariglia, sarà lasciata poi, ad una delle massime espressioni del jazz italiano, il sax contralto di Stefano Di Battista, che si presenterà in quartetto con Roberto Terenzi al pianoforte, Roberto Pistolesi alla batteria e Francesco Puglisi al contrabbasso, per accompagnarci in un viaggio musicale che parte dal suo Charlie Parker, sino ad un assaggio del suo ultimo lavoro dedicato alle grandi donne di ogni tempo.
Un confronto aperto quello che Stefano Di Battista instaura con la storia del jazz e i suoi protagonisti, in cui il sassofonista romano si mette infatti sulle tracce del leggendario Byrd e ne segue amorevolmente le orme.
Tra assoli torrenziali e ritmi vertiginosi, funambolici fraseggi e lunghe cavate melodiche, si tratta di pagine complesse e affascinanti e memorabili, quali “Night in Tunisia” o “Donna Lee”,che raccontano di un jazz giocato tra pathos e sentimento, suonato con tecnica straordinaria e grande cuore; rimanendo sempre fedeli al linguaggio, ma soprattutto allo spirito libero con cui Parker viveva il jazz, sino ad arrivare ad oggi, per rendere omaggio alle figure femminili, reali o letterarie, che si fossero distinte nel secolo scorso per affermazione di talento e lotta per il superamento degli steccati in cui la società maschile le aveva relegate, per regalarci un piccolo assaggio di Woman’s land.
Le muse ispiratrici di Stefano Di Battista per questo progetto sono state molteplici: da Rita Levi Montalcini, a cui viene dedicata una bossa-nova con la collaborazione di Ivan Lins, a Coco Chanel, omaggiata con un brano a metà strada tra café chantant ed una ironica rilettura degli stilemi swing. Poi ci sono la boppistica “Ella” e la coltraniana dedica all’eroina dell’Ulisse di Joyce, Molly Bloom, e ancora “Valentina Tereshkova”, robusta pagina di hard-bop che schizza la figura della storica astronauta sovietica, il tema scritto per l’ominide preistorico Lucy, quello per Lara Croft, la prima eroina dei videogiochi, la melodia di Anna Magnani.
Il leader conferma quella sua inconfondibile capacità di scrittura estremamente cantabile, sotto la quale si muovono sofisticazioni armoniche e salti cromatici, con quel modo disinvolto di spostarsi da un estremo all’altro del proprio registro strumentale, preservando però la voce suadente di un mainstream morbido e lussureggiante.
Continua il workshop di fotografia musicale teorico e pratico, affidato ai fotografi Nino Aleotti, Michele Mari e Francesco Truono, come anche il servizio navetta per e da Villa Guariglia, con partenza dal teatro Verdi di Salerno alle 20.00 e partenza da Villa Guariglia alla fine dell’evento.

Per info.:
ditta Rocciola: 347/ 4531429

L’Ufficio Stampa
Concita De Luca
Cell.: 328 0261294
Olga Chieffi
Cell-: 3478814172
sito web: www.eventsandmusic.it

Segreteria organizzativa:
CTA – Centro Turistico ACLI Vietri sul Mare
Piazza Matteotti
84019 Vietri sul Mare SA
telefono e fax: (+ 39) (0)89 211 285
mobile: (+ 39) 329 4158640
e-mail: ctavietri@libero.it oppure cta@comune.vietri-sul-mare.sa.it

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

25 luglio, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Jazz | , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Dal 13 luglio al 5 agosto ritorna il Martucci Jazz festival nell’ambito della XIV edizione dei “Concerti d’estate di Villa Guariglia”

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Gabriele Mirabassi

Ritorna il Martucci Jazz festival nella XIV edizione dei “Concerti d’estate di Villa Guariglia e, per la sua seconda edizione, raddoppia presentando al pubblico le diverse scuole di jazz europee, i cui maestri terranno nella stessa giornata delle performance, dei seminari, unitamente a stelle rilucenti del firmamento italiano e internazionale.
Data d’esordio fissata per il 13 luglio, quando sul palco della terrazza apriranno la serata gli eredi di quei perseguitati Swingjugend, rappresentati dalla Weimar Academy of music Jazz Ensemble, capitanati dal contrabbassista Manfred Bründl, latori del più moderno mainstream di questo genere, per cedere il testimone, all’ultimo progetto del clarinettista Gabriele Mirabassi, che incontrerà gli Aca Seca, un trio che unisce la sua forte preparazione accademica all’apertura trasversale nei confronti della musica per modellare e organizzare le sonorità tipiche dell’America Latina, offrendo,così, una caleidoscopica immagine musicale del Sud America che si nutre del proprio retroterra culturale.
Il 22 luglio sarà ospite il Groningen University Jazz Ensemble, al seguito del loro maestro, il chitarrista Frank Wingold, il quale schizzerà la propria scena musicale, vitale, spesso sorprendente e molto variegata dal punto di vista stilistico.
Ritroveremo, invece, il canto della Sirena Parthenope negli ex-voto del sassofonista Marco Zurzolo e della sua band, da sempre alla ricerca nella stratificazione profonda delle sue ragioni native, della sua Napoli, dei colori , delle influenze, delle atmosfere, dei suoni tipici, di tutto ciò che ci elegge il centro del Mare Nostrum.
Le differenti fonti musicali utilizzate sono comunque sempre ricondotte all’interno di un linguaggio coerente e personale che è quello proprio di Marco Zurzolo, estremamente ricco di elementi tematici, timbrici, di stilemi differenti, ma sempre coerente e stilisticamente omogeneo e di immediata fruizione.
Il 27 luglio saranno di scena gli Aura:L Sculptures, ambasciatori delle strade maestre del jazz austriaco, provenienti dalla Graz University of Music, agli ordini della vocalist Laura Winkler, per cercare con loro nuovi suoni il suo suono, attraverso composizioni dal malinconico carattere scandinavo, i quali incontreranno la semplicità e la naturalezza d’approccio del sax alto di Stefano Di Battista, che si presenterà nella sua formazione d’elezione, il quartetto per proporre una scaletta che attraverserà tutte le ere di questo genere, non abbandonando mai la traccia profonda dell’hard-bop.
Balzo oltreoceano il 29 luglio con il basso virtuoso e la voce di Alfredo Paixao e del suo trio, per una serata dal sabor latino, introdotta dai padroni di casa del Martucci Jazz Ensemble.
Alfredo Paixao schizzerà l’ America vista da diversi angoli e scorci, America intesa come ‘Continente Americano’, dal grande Brasile al Venezuela, passando per il Messico fino ad arrivare alla California che è terra incrocio di linguaggi e culla del ‘Cool’ della West Coast, in tutti i suoi colori e nelle sue infinite possibilità espressive, dando vita ad un progetto originale unico che è un ‘World Jazz’ di finissima fattura.
Giovedì 4 agosto la Martucci “High Marchin’ jazz band” animerà le vie di Vietri sul mare prima di mischiarsi ai profumi del gran galà dei sapori, nella villa comunale, mentre il giorno successivo applaudiremo il celebrato magistero danese con il sassofonista newyorkese Marc Bernstein e la Southern Denmark Academy of music jazz Ensemble, in un progetto basato sulle influenze della tradizione musicale ebraica e sui suoi stilemi.
Villa Guariglia presenterà anche un workshop di fotografia, curato da Photofabrica e dai fotografi Francesco Truono, Michele Mari e Nino Aleotti, legati ai concerti di questa sezione.

L’ Ufficio Stampa
Olga Chieffi
cell.: 347/8814172

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

2 luglio, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Concerti, Jazz, Musica | , , , , , , , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: