MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Mercoledì 19 ottobre i “Concerti di Autunno” ospitano la pianista Nicole Brancale

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Mercoledì 19 ottobre, alle ore 20.30, terzo appuntamento con la rassegna “Concerti di Autunno” promossi dalla Comunità Evangelica Luterana di Napoli con la direzione artistica di Luciana Renzetti.
In programma presso la Chiesa Luterana di via Carlo Poerio in Napoli, il recital pianistico di Nicole Brancale, classe 1982, e già affermata interprete ed ospite presso prestigiose istituzioni musicali e festival internazionali.
La pianista eseguirà una selezione di brani firmati da Frédéric Chopin, Franz Liszt e Alberto Ginastera: “Barcarolle op.60”, “Grande Valse Brillante op. 34 N° 1”, “Valse op.70 n. 2” di Frédéric Chopin, “Tarantella da Venezia e Napoli” di Franz Liszt, “Danze Argentine op. 2” di Alberto Ginastera, e poi nuovamente Franz Liszt con “Vallée d’Obermann”, Frédéric Chopin con “Andante spianato e polacca brillante, op.22”, e nel finale “Waltz from Faust” di Franz LisztGounod

Ingresso libero

Ufficio Stampa
Paolo Popoli
tel.: 329.6197910
email: paolopopoli@gmail.com

Comunità Evangelica Luterana
Chiesa: Via Carlo Poerio, 5 – Napoli
Ufficio: Largo Terracina, 1 – Napoli
Tel +39-081-66-3207
Fax +39-081-660909
email: info@lutero.org

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Annunci

18 ottobre, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Chiesa Luterana, Concerti, Musica, Musica classica, Musica da camera, Prima del concerto | , , , , , , | Lascia un commento

Venerdì 12 agosto l’ultimo appuntamento dei “Concerti al Tramonto” ospita la pianista diciassettenne Leonora Armellini

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Ultimo appuntamento con la stagione musicale dei Concerti al Tramonto di Villa San Michele.
Dopo l’enorme successo del recital di Marzia Tramma, venerdì 12 agosto, alle ore 20.00, sulla suggestiva terrazza panoramica, la giovanissima pianista Leonora Armellini, che a soli diciassette anni vanta nel suo curriculum un applauditissimo debutto alla Carnegie Hall di New York, chiuderà la serie affrontando brani dal reportorio di autori tra i più amati e noti di tutti i tempi: Beethoven, Clara Wieck Schumann, Schumann e Chopin.
Anche la pianista padovana contribuirà ad arricchire il cartellone della rassegna di nomi prestigiosi.
Nonostante la giovanissima età, infatti, Leonora è richiestissima in tutti i teatri e festival internazionali per il suo singolare approccio al pianoforte che lascia incantati chiunque abbia il provilegio di ascoltarla. Vincitrice di numerosi concorsi, è un’esperta conoscitrice del repertorio chopiniano e fine esecutrice delle musiche di Beethoven, di cui darà prova al pubblico anacaprese.

La rassegna Concerti al Tramonto, realizzata con il sostegno del Consiglio della Cultura dello Stato Svedese, con il patrocinio dell’Ambasciata di Svezia e con il contributo di Progetto Piano, si svolgerà ogni venerdì fino al 12 agosto e ospiterà una straordinaria varietà di artisti, accomunando la cultura italiana a quella svedese.

Per l’acquisto dei biglietti (prezzo € 15,00; ridotto ragazzi e studenti € 5,00) basta recarsi alla biglietteria dalle 18,30 o, in prevendita, presso il bookshop del museo, tutti i giorni dalle 9 alle 18.
Per chi viene da Napoli vi è la possibilità di rientro con l’ultima corsa marittima.

Per informazioni

Ufficio stampa
Luca Grossi
Villa San Michele
V.le Axel Munthe 34
80071 – Anacapri (NA)
Tel.: +39 081 837 1401
Fax: +39 081 837 3279
sito web: www.villasanmichele.eu

__________________________________________________________________

Leonora Armellini

Leonora Armellini nasce a Padova il 25 giugno 1992.
A quattro anni inizia lo studio del pianoforte con la Prof.ssa Laura Palmieri, sotto la cui guida, a soli dodici anni, consegue il Diploma di pianoforte con il massimo dei voti, la lode e la menzione onorevole.
Nel luglio 2009 si diploma con il massimo dei voti e la lode presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, sotto la guida del M° Sergio Perticaroli.
Approfondisce in particolare il repertorio chopiniano con il Maestro polacco Marian Mika e ha partecipato a Masterclass con i maestri Lilya Zilberstein, Pietro De Maria, Elisso Virsaladze, Jeffrey Swann, Claudio Martinez Mehner e Matti Raekallio.
Frequenta inoltre il corso superiore di Composizione nel Conservatorio “C. Pollini” di Padova sotto la guida del M° Giovanni Bonato.
E’ iscritta all’ultimo anno del Liceo Classico.
A partire dai sei anni, vince il primo premio assoluto di categoria in numerosi concorsi nazionali e internazionali.
Ha tenuto più di 200 concerti in tutta Italia in sedi prestigiose e a Londra, Vienna, Parigi e New Delhi. Nel giugno del 2009 ha debuttato a New York con un recital alla Carnegie Hall, riscuotendo un grande successo di pubblico e critica.
Nel febbraio 2010 è stata invitata a partecipare alla rassegna “Jeunes Virtuoses à Ennejma Ezzahra” di Tunisi.
Ha collaborato come solista con numerose orchestre con direttori quali Zoltan Pesko, Anton Nanut, Alexander Rabinovich-Barakowsky, Damian Iorio, Daniele Giorgi, Giordano Bellincampi, Christopher Franklin, Corrado Rovaris ed altri, eseguendo Concerti di Mozart, Haydn, Schumann, Clara Schumann, Chopin, Tchaikovsky, Gershwin.
Si dedica anche alla musica da camera, suonando un vasto repertorio dal duo con violino o violoncello al quintetto con archi, collaborando anche con diversi artisti.
Tra il 2007 e il 2009 ha inciso dal vivo, con l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’integrale delle opere per pianoforte e orchestra di Chopin.
Recentemente è stato anche pubblicato un CD live del Concerto KV 595 di Mozart.
Ha partecipato a trasmissioni televisive per reti nazionali e regionali, e ha tenuto un recital solistico nell’ambito dei “Concerti della Domenica al Quirinale” trasmesso in diretta da Radio 3.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

10 agosto, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Musica classica, Musica da camera, Pianisti | , , , , , , , , | Lascia un commento

Martedì 19 luglio ai “Concerti d’estate a Villa Guariglia” il giovane pianista Pietro Gatto

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Martedì 19 luglio (Ingresso Libero), il terzo appuntamento della sezione classica dei “Concerti d’estate di Villa Guariglia organizzati da Tonia Willburger, con il contributo della Provincia di Salerno, del Centro Studi “Raffaele Guariglia”, del Comune di Vietri sul Mare, della Camera di Commercio di Salerno,della Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana, dell’Ept di Salerno e con la collaborazione tecnica è della Regione Campania, della Coldiretti Salerno e dell’Enoteca Provinciale di Salerno, accenderà, alle ore 21, i riflettori del palcoscenico di Villa Guariglia sul vincitore del premio di esecuzione pianistica “A. Napolitano” Città di Salerno 2011, Pietro Gatto, un prodotto del conservatorio di Salerno e della nostra Costiera.
Pietro Gatto ha scelto d’iniziare il suo rècital con la Sonata n.3, op.58 in si minore di Fryderyk Chopin, datata 1844, un anno di grande prostrazione spirituale e singolarmente povero dal punto di vista compositivo, che praticamente non vide la nascita di nessun altro lavoro ad eccezione di questo.
Rispetto a quel grande e straordinario precedente costituito dalla Sonata n. 2 in si bemolle minore, op. 35, quest’ opera si pone come parziale superamento o, almeno, come recupero di una concezione più meditata e meno autobiografica, stilisticamente più unitaria, depurata di quegli elementi “morbosi” che, nella Sonata op. 35, avevano suscitato le perplessità di un sincero ammiratore di Chopin come Robert Schumann.
Formata dai tradizionali quattro movimenti, la Sonata op. 58 fu dedicata da Chopin alla contessa de Perthuis, moglie di quel conte de Perthuis cui Chopin aveva dedicato, anni prima, le Quattro Mazurke op. 24.
Il pianista proporrà poi, la Sonata in do diesis minore, op. 27 n. 2 «Chiaro di luna», di Ludwig Van Beethoven, celebrante nella inconsueta disposizione dei suoi movimenti, – ha scritto nel 1802 la Allgemeine Musikalische Zeitung– «in ciò ch’esso ha di eccellente e di suo particolare».
E, in effetti, non solo la Sonata inizia con un Adagio sostenuto, ma si apre con una indicazione rivelatrice del modo nuovo di pensare il suono del pianoforte.
Quando Beethoven scrive «si deve suonare tutto questo pezzo delicatissimamente e senza sordino», non dice semplicemente che il pezzo va suonato facendo uso del pedale di risonanza, ma anche che l’uso del pedale deve combinarsi con un certo modo di attaccare il tasto.
Del primo movimento della Sonata e della sua peculiare sonorità pianistica, Hector Berlioz fa cenno in un articolo del 1837 poi raccolto in A travers chantsLa mano sinistra dispiega dolcemente larghi accordi di un carattere solennemente triste, la cui durata consente alle vibrazioni del pianoforte di spegnersi gradualmente su ognuno di loro; sopra, le dita inferiori della mano destra eseguono un disegno arpeggiato di accompagnamento ostinato la cui forma quasi non muta dalla prima all’ultima battuta, mentre le altre dita fanno sentire una specie di lamento, efflorescenza melodica di questa oscura armonia».
Il gentile ritmo ternario dell’Adagio trova il suo naturale respiro cantabile all’interno d’una semplice forma tripartita, A – B – A’, in cui la sezione centrale, variando il movimento delle terzine di crome dell’accompagnamento, suona come un delicato svolgimento modulante della sezione principale.
La ripresa del tema avviene all’insegna di impercettibili mutamenti di luce e di una lieve intensificazione dell’espressione, mentre la breve coda conclusiva insiste sull’inciso iniziale della melodia eseguito al basso a guisa di un pedale da cui si stacca e su cui ricade per due volte il movimento delle terzine, così come si era ascoltato nell’episodio centrale.
Definito una volta da Liszt «un fiore fra due abissi», l’Allegretto in re bemolle maggiore ha le dimensioni e il carattere espressivo rasserenato di un intermezzo che, con la grazia danzante del suo tema e la simmetria della forma, sembra rievocare certo stile galante del Settecento.
Sulla fragilità crepuscolare dell’Allegretto sì abbatte invece con inaudita violenza l’impetuoso dilagare del Presto agitato conclusivo, in cui quanto di represso era nei tempi precedenti, e nell’Adagio sostenuto in particolare, sembra erompere con un empito di rabbiosa energia.
Costruito in forma-sonata, il Presto agitato si basa su due temi di carattere fra loro contrastante.
Al primo tema in do diesis minore – un energico arpeggio che sale fino a schiantarsi su un accordo violentemente ribattuto – segue un secondo tema dal profilo ansiosamente incalzante.
Conclusione di un discorso che Beethoven, però, allontana con una coda estremamente audace in cui, all’ennesima violenta ripercussione dell’accordo del primo tema, la stessa materia musicale sembra frantumarsi in una impressionante serie di accordi arpeggiati di settima diminuita.
Una nuova serie di arpeggi e una scala cromatica aventi carattere di cadenza approdano a due battute con l’indicazione «Adagio», in cui il precipitoso moto del finale sembra arrestarsi, per quindi finalmente dar luogo all’ultima, impetuosa volata del tema principale, che la Sonata conclude con la perentoria violenza del suo accordo ribattuto.
La serata verrà conclusa dalla Sonata n. 5 in fa diesis minore, op. 53, composta nel 1907 da Aleksandr Skrjabin.
In calce a questa sonata il compositore pose alcuni versi tratti dal teso poetico del Poema dell’estasi, a testimonianze la comunione ideale che lega le due opere: “Vi chiamo alla vita/nascoste ispirazioni/ a voi, sepolte/nelle oscure profondità/a voi timorosi/germi di Vita/porto audacia!.
E’ questa una concezione messianica dell’arte, di un’attitudine spirituale tendente all’esaltazione mistica, espressa da un originale vocabolario armonica. La quinta sonata ha alcune peculiarità che ben definiscono il suo carattere di opera di transizione: fra le sonate di Skrjabin è l’ultima con le alterazioni in chiave e la prima in un solo movimento, dove prevale la tendenza all’integrazione delle differenti parti in un blocco unico, nell’alternanza di movimenti lenti e rapidi. La scrittura armonica del brano è quasi interamente costituita da accordi di nona e di undicesima con quinte alterate, che tendono a offuscare le tradizionali funzioni tonali.

Il dopo-concerto sarà firmato da 8 ristoranti tra Vietri sul Mare, Salerno e Sieti (Dal Pescatore, Enoteca Segetum, Il Principe e la Civetta, La Locanda del Cantastorie, L’Antica Pagliera, L’Argonauta e Taverna Santa Maria De Domno) in cui si rinnoverà quel felice connubio che solo musica e buona cucina riescono a realizzare.

Concerti d’estate è anche solidarietà: fino al 2 agosto (serata in cui saranno presenti anche alcuni bambini e la direttrice dell’orfanotrofio di Zhodino, Bielorussia) gli amici della rassegna di Villa Guariglia contribuiranno all’acquisto di un pianoforte per iniziare alla musica i piccoli.

Quest’anno la rassegna si avvarrà anche di un servizio navetta per e da Villa Guariglia, con partenza dal teatro Verdi di Salerno alle 20.00 e partenza da Villa Guariglia alla fine dell’evento.

Per info.:
ditta Rocciola: 347/ 4531429

L’Ufficio Stampa
Concita De Luca
Cell.: 328 0261294
Olga Chieffi
Cell-: 3478814172
sito web: www.eventsandmusic.it

Segreteria organizzativa:
CTA – Centro Turistico ACLI Vietri sul Mare
Piazza Matteotti
84019 Vietri sul Mare SA
telefono e fax: (+ 39) (0)89 211 285
mobile: (+ 39) 329 4158640
e-mail: ctavietri@libero.it oppure cta@comune.vietri-sul-mare.sa.it

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

17 luglio, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Concerti, Musica classica, Pianisti, Salerno | , , , , , | Lascia un commento

Giovedì 14 luglio Alexander Lonquich pianista e direttore dell’Orchestra da Camera di Mantova nell’ambito della 68ª Settimana Musicale Senese

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Atteso ritorno a Siena, per la 68ª Settimana Musicale Senese giovedì 14 luglio (ore 21.15) al Teatro dei Rinnovati, per Alexander Lonquich, figura di spicco del pianismo internazionale, nella doppia veste di pianista e direttore dell’Orchestra da Camera di Mantova.
Dopo il successo dell’anno scorso con l’esecuzione in una sola giornata dei cinque concerti per pianoforte di Beethoven, quest’anno sarà la volta di Chopin: in programma i due famosi Concerti per pianoforte e orchestra, il n. 1 in mi minore op. 11 e il n. 2 in fa minore op. 21.
Composto tra la primavera e l’estate del 1830, il Concerto in mi minore op. 11 venne pubblicato a Parigi nel 1833.
Divenne così il Primo Concerto, pur essendo stato composto dopo il suo gemello, il Concerto in fa minore op. 21 che dovette aspettare fino al 1836 pur essendo stato scritto tra il 1828 e il 1830.
La natura di queste due amatissime partiture, che da subito ottennero grande successo di pubblico, è caratterizzata da una scrittura decisamente orientata verso il protagonismo del pianoforte, a cui l’orchestra faceva da semplice supporto: per il giovane Chopin, appena ventenne, significava avvicinarsi ai gusti del pubblico in vista di un’importante tournée, nella quale avrebbe presentato i suoi lavori con orchestra, evidenziandone la sua straordinaria versatilità pianistica, prima a Breslavia, quindi a Vienna e poi a Monaco.

Info: tel. 0577-22091, tutto il programma su www.chigiana.it
Biglietti: 25 e 18 euro (ridotto 8 euro).

Ufficio stampa Settimana Musicale Senese 2011
Anna Dal ponte
cell. 346 0620710; 331 1835467
e-mail: dalann@tiscali.it
Sara Ciccarelli
cell. 339 7097061
e-mail: sara.ciccarelli@fastwebnet.it

Ufficio stampa Accademia Musicale Chigiana
Agenzia Freelance
tel. 0577 219228 – 272123
Sonia Corsi
cell. 335 1979765
Agnese Fanfani
cell. 335 1979385
e-mail: relazioni@chigiana.it o info@agfreelance.it

Fra i più importanti pianisti di oggi, Alexander Lonquich ha suonato in Giappone, Stati Uniti e nei principali centri musicali europei.
La sua attività lo vede impegnato con direttori d’orchestra quali Claudio Abbado, Ton Koopman, Heinz Holliger, etc. Particolare in tal senso è stato il rapporto mantenuto con Sandor Vègh e la Camerata Salzburg, di cui è tuttora regolare ospite nella veste di direttore-solista.
Un importante ruolo svolge inoltre la sua attività nell’ambito della musica da camera, che lo ha portato a collaborare fra gli altri con Heinrich Schiff, Heinz Holliger e Frank Peter Zimmermann, con cui ha ottenuto numerosi riconoscimenti dalla critica internazionale quali il Diapason d’Or 1992, il Premio Abbiati nel 1993 e il Premio Edison in Olanda nel 1994. Il suo repertorio spazia da Bach a Schumann e Chopin. Nel ruolo di direttore-solista collabora stabilmente con l’Orchestra da Camera di Mantova, e, tra le altre, con l’Orchestra della Radio di Francoforte, la Royal Philharmonic Orchestra, la Deutsche Kammerphilarmonie, la Camerata Salzburg, la Mahler Chamber Orchestra, l’Orchestre des Champs Elysées e la Filarmonica della Scala di Milano.
Ha inciso per la EMI e la ECM. Ai numerosi impegni concertistici Lonquich ha affiancato negli anni un intenso lavoro in campo didattico tenendo masterclass in Europa, Stati Uniti ed Australia.
Particolarmente attivo per la didattica, Lonquich si è dedicato intensamente nella conduzione di laboratori teatrali-musicali avvalendosi della collaborazione di artisti provenienti da linguaggi artistici diversi.
Tra le altre, particolarmente cara gli è stata l’esperienza del laboratorio Kinderszenen dedicato all’infanzia.

L’Orchestra da Camera di Mantova, che quest’anno ha il piacere di festeggiare i trent’anni di attività, si è imposta sin dal suo esordio all’attenzione del pubblico e della critica per brillantezza tecnica, assidua ricerca della qualità sonora, sensibilità ai problemi stilistici.
Vincitore nel 1997 del prestigioso Premio Abbiati quale miglior complesso da camera, nel corso della trentennale vita artistica l’orchestra ha collaborato con direttori e solisti di livello internazionale tra cui Kremer, Mintz, Accardo, Benedetti Michelangeli, Carmignola, Ughi, Maisky, Dindo, Brunello, Lonquich, Canino, Katia e Marielle Labeque, Lucchesini, oltre a Piazzolla e a Gazzelloni.
Protagonista di innumerevoli concerti in Italia e all’estero, si è esibita in teatri e sale da concerto della maggior parte dei paesi europei, Stati Uniti, Centro e Sud America, Asia. Nell’ultimo decennio l’attività nazionale e internazionale dell’orchestra si è incentrata sull’ideazione e realizzazione di importanti cicli monografici, tra i quali, innanzitutto, il “Progetto Beethoven” (2002-2004): diretta da Benedetti Michelangeli e affiancata da alcuni tra i più rinomati solisti italiani; il progetto nel 2004-05 con Alexander Lonquich, dedicato ai Concerti per pianoforte di Mozart; dal 2004 al 2007, di nuovo sotto la guida di Benedetti Michelangeli, ha intrapreso un ciclo incentrato sulla produzione sacra di Mozart.
In occasione del bicentenario della morte di Haydn, ha dato vita a un progetto triennale, intitolato “Haydn l’europeo che amava l’Italia”, attraverso il quale ha proposto un’ampia selezione dell’imponente produzione sinfonica, sacra e cameristica del genio di Rohrau. Nel 2010, bicentenario della nascita di Schumann, ha affrontato l’integrale delle Sinfonie del musicista tedesco, cogliendo riconoscimenti unanimi di pubblico e critica.
Ha effettuato registrazioni televisive e radiofoniche (Rai, Bayerischer Rundfunk, Rsti).
Nel settembre 2009 ha inciso, su commissione della rivista “Amadeus”, tre Sinfonie di Haydn.
Recentemente, per l’etichetta Hyperion, nell’ambito di un progetto discografico dedicato a Mozart, ha inciso con Angela Hewitt i primi tre Concerti per pianoforte e orchestra.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

13 luglio, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Concerti, Musica classica, Pianisti | , , , , , | Lascia un commento

Grande successo del recital pianistico di Genny Basso nella Cappella del Vasari

Il penultimo concerto della XV edizione del Festival Pianistico di Napolinova, curato da Alfredo de Pascale, ha ospitato il napoletano Genny Basso, che si è confrontato con un programma costituito da brani di Mozart, Beethoven, Chopin e Liszt
In apertura abbiamo ascoltato la Sonata in la maggiore K. 331 di Mozart, composta a Parigi nel 1778, che inizia con un tema e sei variazioni di grande suggestione e, dopo un Minuetto, si chiude con il “Rondo alla Turca”, uno dei motivi più famosi della produzione del genio di Salisburgo.
Molto conosciuta anche la successiva Sonata n. 14, in do diesis minore op. 27, n. 2 (1801), che Beethoven dedicò alla contessa diciassettenne Giulietta Guicciardi.
Definita dall’autore “sonata quasi una fantasia”, in quanto non seguiva rigorosamente gli schemi del genere, è passata alla storia con l’appellativo “Al chiaro di luna”, che si deve al critico musicale Ludwig Rellstab, secondo un’usanza tipicamente romantica di fornire un titolo che, in un certo senso, aiutasse ad inquadrare la composizione.
Dopo l’intervallo, breve incursione nella produzione chopiniana, con due Notturni, in mi minore n. 19 (1827) e in do diesis minore, n. 20 (1830), entrambi pubblicati postumi.
Il secondo, in particolare, venne dedicato da Chopin alla sorella maggiore Ludwika e contiene temi che il musicista sviluppò nel Concerto per pianoforte ed orchestra n. 2.
La conclusione del recital è stata rivolta, doverosamente, a Liszt (del quale si celebrano i duecento anni dalla nascita), con l’ Étude d’exécution transcendante n. 11 in re bemolle maggiore “Armonie du soir” e la Rapsodia Ungherese n. 2 in do diesis minore.
Il primo appartiene ad una raccolta di dodici pezzi, frutto di una lunga gestazione durata dal 1826 al 1852, dove si possono intravedere i primi germi dell’impressionismo, mentre la seconda risulta la più celebre fra le diciannove rapsodie, tributo dell’autore alla tradizione folcloristica del suo paese.
Veniamo, quindi, all’interprete, che ha proposto per la maggior parte brani familiari anche a chi frequenta poco le sale da concerto, fornendo una buona prova e dimostrando di essere particolarmente a suo agio nei movimenti lenti, come l’Adagio sostenuto della sonata beethoveniana, e nei brani intimi e raccolti quali i due Notturni di Chopin.
Pubblico numerosissimo, che ha gremito la Cappella del Vasari (con i problemi che ne conseguono e che stavolta non approfondiamo, anche se, in proporzione, le cose sono andate un po’ meglio), ed ha più volte applaudito l’artista, fino ad una vera e propria ovazione finale.
Il Festival si chiude oggi con un altro pianista napoletano, Massimo Tomei, figlio d’arte che ha già riscosso numerosi e meritati successi, la cui proposta sarà rivolta al Liszt trascrittore e compositore.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

5 giugno, 2011 Posted by | Concerti, Musica, Pianisti | , , , , , , , | Lascia un commento

Giovedì 19 maggio Nicola Ormando al Festival Pianistico di Napolinova

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Giovedì 19 maggio, alle ore 18.30, nella Cappella del Vasari della Chiesa di Sant’Anna dei Lombardi, terzo appuntamento con la XV edizione del Festival Pianistico, organizzato dall’Associazione Napolinova, con il concerto di Nicola Ormando dal titolo “Franz Liszt fra passato e presente”

In programma musiche di Bach, Bach-Liszt, Bach-Busoni, Chopin

Ingresso libero

Per informazioni:
tel.: 347.8430019
e-mail:info@associazionenapolinova

_________________________________________________________________________________________

Programma

J. S. Bach: Fantasia Cromatica e Fuga in re minore BWV 903

J. S. Bach/F. Liszt: Preludio e Fuga in la minore BWV 543

J. S. Bach/F. Busoni: Preludio Corale “Ich ruf’ zu dir, Herr Jesu”

F. Chopin: Sonata in si minore, op. 58

Nicola Ormando

Nato a Montesano sulla Marcellana (SA), ha intrapreso lo studio del pianoforte giovanissimo, diplomandosi ventenne a pieni voti presso il Conservatorio “G. Martucci” di Salerno sotto la guida del Maestro Gian Carlo Cuciniello; presso lo stesso Conservatorio ha conseguito con menzione la Laurea di Secondo Livello Sperimentale (BSSII) in Discipline Musicali (Scuola di Pianoforte, indirizzo Solistico/Interpretativo).
Ha frequentato master-class tenute dai Maestri V. Balzani, A. Ciccolini, A. Pompa-Baldi; ha al suo attivo numerose esibizioni sia in veste di solista sia di accompagnatore; ha ricevuto premi e riconoscimenti a competizioni pianistiche nazionali e internazionali.
Attualmente si perfeziona col Maestro Vincenzo Balzani ai Corsi di Alto Perfezionamento dell’Associazione Napolinova
E’ laureato in Ingegneria Elettronica presso l’Università degli Studi “Federico II” di Napoli.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

18 maggio, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Musica, Musica classica, Musica da camera, Napoli, Pianisti | , , , , , , , , | Lascia un commento

Domenica 10 aprile 2011 concerto della pianista Maria Grazia Ritrovato per gli Incontri Musicali dello Zonta International

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Domenica 10 aprile, alle ore 11.00, al Circolo Ufficiali della Marina Militare (Via Cesario Console 3 bis), nell’ambito degli Incontri Musicali organizzati dallo Zonta International – 28° Distretto-Area 3 Napoli, si terrà un concerto della pianista Maria Grazia Ritrovato.

In programma musiche di Haydn, Ritrovato, Chopin, Liszt, Rachmaninov

Contributo di beneficenza: Euro 10,00

_______________________________________________

Programma

Haydn: Sonata n. 11 in sol maggiore

Ritrovato: Reciproco Rondo’

Chopin
Valzer op. 69 n.1
Fantasia-Improvviso op. 66

Liszt
Consolation n.3
Studio da concerto n.3” Un sospiro”

Rachmaninov: Preludio op. 23 n. 5

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**
il Video Ufficiale dal CD
NEFELI di Susanna Canessa:

CALEB MEYER
watch on YouTube!Click here

7 aprile, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Concerti, Musica, Musica classica, Musica da camera, Napoli, Pianisti | , , , , , | Lascia un commento

Domenica 3 aprile il pianista Giovanni Auletta ospite della rassegna “Romantici a confronto”

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Domenica 3 aprile 2011, alle ore 11.00 a Villa Pignatelli, il ciclo di concerti organizzato dall’Associazione Alessandro Scarlatti, intitolato “Romantici a confronto”, dedicato a celebrare il bicentenario della nascita di Fryderyk Chopin (2010) e Franz Liszt (2011), prosegue con un recital del pianista Giovanni Auletta tutto dedicato a musiche di Chopin.
In programma le quattro Ballate, che Chopin probabilmente scrisse ispirandosi ad altrettanti poemi del celebre poeta polacco Mickiewicz.
L’utilizzo del termine ‘ballata’ per composizioni musicali esclusivamente strumentali può essere connesso con quel desiderio dei musicisti romantici di creare delle corrispondenze tra la musica e la poesia anche servendosi di intitolazioni comuni alle due arti.
La presentazione della prima ballata scatenò comunque un vero putiferio: Schumann la definì “una delle sue opere più selvagge e caratteristiche”.
In programma anche la Polacca op. 26 n. 1 e la Sonata n.2, che comprende la celebre Marcia Funebre.

L’intera rassegna è fuori abbonamento; i biglietti, del costo di 5 Euro, andranno in vendita un’ora prima dell’inizio del concerto presso Villa Pignatelli.

Programma

Fryderyk Chopin
Polacca op. 26 n. 1 in do diesis minore
Sonata op. 35 in si bemolle minore
Ballata n. 1 op. 23 in sol minore
Ballata n. 2 op. 38 in fa maggiorelaminore
Ballata n. 3 op. 47 in la bemolle maggiore
Ballata n. 4 op. 53 in fa minore

Costo del biglietto: 5 Euro

Giovanni Auletta

Nato a Napoli si è diplomato sotto la guida del M° Sergio Fiorentino con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio S. Pietro a Majella.
Nel 1996 si è diplomato sotto la guida del M° Sergio Perticaroli con il massimo dei voti e la lode presso l’Accademia di S. Cecilia di Roma. Nel dicembre 1989 ha ricevuto il premio speciale “De Ritis” dall’Associazione “Il Globo” di Napoli e la Targa d’oro “Martucci” come migliore diplomato italiano.
E’ risultato vincitore di concorsi pianistici quali: Concorso Internazionale “Schumann” di Macugnaga; Concorso Internazionale “Ennio Porrino” di Cagliari; Concorso Internazionale “Schubert” di Dortmund (Germania); Concorso Internazionale “Città di Senigallia”.
Svolge un’intensa attività concertistica sia come solista che in formazioni da camera che lo ha portato ad esibirsi sia in Italia per importanti Associazioni ed Enti quali: “Accademia S. Cecilia” di Roma, Teatro Dell’Opera Fondazione di Roma, “Associazione Scarlatti” di Napoli “Associazione Internazionale Chopin”, “Società dei Concerti” di Milano, “Associazione il Globo” di Napoli, “Estate Musicale Sorrentina”, “Istituto S. Cecilia” di Portogruaro, “Opera Universitaria” Università degli studi Federico II° di Napoli, “Associazione Musicale” di Pesaro, Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli, “Università Bocconi” di Milano, “Teatro Carlo Felice” di Genova, che all’estero in città quali Vienna, Parigi, Amsterdam, Madrid, Barcellona, Valencia, Dortmund, Berlino,Tokyo, Miami etc.
Ha inciso per la Emi Classics un doppio cd di opere di F.P.Tosti che ha ricevuto un premio speciale dalla critica e dall’Istituto Tostiano di Ortona.
Dal novembre 1996 in occasione di una registrazione dal vivo per la Radio Iberica è membro del prestigioso Quartetto con pianoforte Hemera, nato a Madrid nel 1981 ha al suo attivo una importante attività sia in Spagna che in ambito internazionale.
È laureato e specializzato con lode in Musicologia presso la Scuola di Paleografia Musicale di Cremona. È docente per la cattedra di Pianoforte presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

31 marzo, 2011 Posted by | Associazione "A. Scarlatti", Concerti, Musica, Musica classica, Musica da camera, Napoli, Pianisti, Villa Pignatelli | , , | Lascia un commento

Mercoledì 30 marzo il pianista Gabriele Troise ospite dei “Pomeriggi in Concerto” di Napolinova

Critica Classica di Marco del Vaglio:

L’Associazione Napolinova propone mercoledì 30 marzo, alle ore 18.00, nella Sala Chopin (piazza Carità, 6), nell’ambito dei “Pomeriggi in Concerto”, il recital del pianista Gabriele Troise, che eseguirà musiche di Mozart, Schubert, Liszt, Chopin

Ingresso libero

info: 3478430019

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

29 marzo, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Concerti, Musica, Musica classica, Musica da camera, Napoli | , , , , , , , | Lascia un commento

Domenica 20 marzo il ciclo “Romantici a confronto” ospita il duo Varriale-Biancardi

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Domenica 20 marzo 2011, alle ore 11.00, a Villa Pignatelli, secondo appuntamento del ciclo di concerti organizzato dall’Associazione Alessandro Scarlatti, intitolato “Romantici a confronto” dedicato a celebrare il bicentenario della nascita di Fryderyk Chopin (2010) e Franz Liszt (2011).
Il pianista Salvatore Biancardi accompagnerà la soprano Valentina Varriale, già apprezzata nel repertorio barocco, in una inedita veste romantica nell’esecuzione di romanze di Liszt e Chopin.

Prossimo appuntamento del ciclo domenica 27 marzo con il pianista Giulio De Luca che eseguirà un concerto intitolato “un viaggio in italia di Monsieur Liszt….in compagnia del Signor Rossini” che vedrà la partecipazione dell’esperto rossiniano Sergio Ragni.
Nel mese di aprile si prosegue con un recital interamente dedicato a Chopin di Giovanni Auletta domenica 3 aprile, e in conclusione con Francesco Caramiello e Antonello Cannavale che eseguiranno brani di Sgambati e Liszt per due pianoforti domenica 17 aprile.

L’intera rassegna è fuori abbonamento; i biglietti, del costo di 5€, andranno in vendita un’ora prima dell’inizio del concerto presso Villa Pignatelli

Programma

Fryderyk Chopin (1810-1849)
Mir aus den blicken
Der Reitersmann vor der Schlacht
Meine Freuden

Franz Liszt (1811–1886)
Der Fiserknabe (Friederich von Schiller)
Kling leise, mein lied (Nordmann)
Die Lorelei (Heinrich Heine)
Im Rhein, in schonen strome (Heinrich Heine)
Oh! Quand je dors (Victor Hugo)
S’il est un charmant gazon (Victor Hugo)
Enfant, si j’ètais roi (Victor Hugo)

___________________________________________________________

Valentina Varriale

Diplomatasi con il massimo dei voti al Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli, Valentina Varriale ha cominciato molto giovane la carriera solistica.
Ha cantato nei principali teatri italiani ed europei sotto la direzione di R. Alessandrini, O. Dantone, J. Savall, F. Bonizzoni, I Sonatori della Gioiosa Marca e collabora stabilmente con La Cappella della Pietà dè Turchini diretta da A. Florio esibendosi in numerosi festival ( Beaune, Montpellier, Pergolesi-Spontini, Santiago de Compostela, Citè de la Musique…).
Ha inciso per la Opus 111, la Eloquentia e la Glossa e recentemente ha vinto il primo premio del concorso “Benvenuto Franci” di Pienza.
Particolarmente interessata al repertorio barocco ha seguito masterclass del soprano Roberta Invernizzi mentre attualmente studia sotto la guida del soprano Maria Ercolano.

Salvatore Biancardi

Pianista napoletano, si è diplomato presso il conservatorio” S.Pietro a Majella” di Napoli sotto la guida di Tita Parisi e si è perfezionato poi presso l’Accademia di Portogruaro con K.Bogino.
L’attività concertistica lo ha visto sia nelle vesti di solista che in formazioni cameristiche (strumentali e vocali) collaborando e suonando per Associazioni-Enti lirici-Assessorati-Ministero
della pubblica Istruzione- RAI (con l’orchestra “A. Scarlatti”), Festival di Ravello, Città spettacolo di Benevento. Si è anche esibito in Germania- Svezia- Albania- Svizzera.
E’ docente di Musica da Camera presso il conservatorio di Napoli “ S. Pietro a Majella”.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

18 marzo, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Associazione "A. Scarlatti", Canto, Concerti, Musica, Musica da camera, Napoli, Villa Pignatelli | , , , , | Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: