MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Domenica 26 giugno nella Basilica di Santa Chiara concerto del maestro Angelo Castaldo per il ciclo “Organi Storici della Campania” della Associazione Alessandro Scarlatti

Logo Associazione Alessandro Scarlatti 2015-2016
Domenica 26 giugno, alle ore 19.45, per il quarto appuntamento della XVII edizione di Organi Storici della Campania, la rassegna della Associazione Alessandro Scarlatti dedicata alla scoperta e alla valorizzazione del vasto patrimonio organario della nostra Regione, concerto del M° Angelo Castaldo nella Basilica di Santa Chiara.
Tutti gli strumenti della Basilica di Santa Chiara furono distrutti durante i bombardamenti anglo-americani nel 1942.
Lo strumento attuale risale al 1962, ed è tra i più prestigiosi dei tanti operanti nella nostra città.
Il programma, intitolato “Max Reger e il suo tempo” è dedicato a celebrare gli anniversari di tre autori a cavallo tra Ottocento e Novecento: Ottorino Respighi, Ferruccio Busoni e appunto Max Reger.

Il concerto conclusivo della rassegna si terrà sabato 2 luglio a Salerno nella storica Chiesa dell’Annunziata, costruita nel 1627 sulle rovine di una vecchia chiesa di fine quattrocento.

Dedicato alla scoperta e alla valorizzazione del vasto patrimonio organario della nostra Regione, il ciclo “Organi Storici della Campania “ ha spaziato negli anni in varie sedi della Campania come il Santuario di San Rocco a Lioni, la Chiesa di Santa Maria della Speranza a Battipaglia, la Chiesa di Sant’Antonio al Seggio di Aversa, il Santuario di Sant’Antonio di Afragola , la cinquecentesca Collegiata di San Michele a Solofra.

Il concerto è gratuito

Infoline
Associazione Alessandro scarlatti
081 406011
www.associazionescarlatti.it

_________________________________________________________

Domenica 26 giugno, ore 19.45 – Basilica di Santa Chiara

Angelo Castaldo, organo

Programma

“Max Reger e il suo tempo”

Ottorino Respighi (1879 – 1936): Preludio in re minore (1910)

Ferruccio Busoni (1866 – 1924): Praeludium und Doppelfuge zum Choral, op.7 e op. 76 (1880)

Max Reger (1873 – 1916): Introduktion und Passacaglia (1889)

Marco Enrico Bossi (1861 – 1925)
Thème et Variations op. 115 (1898)
Ave Maria op. 104, n.2

Hendrik Andriessen (1892 – 1981): Toccata (1917)

Angelo Castaldo
Angelo Castaldo 2Nato a Napoli nel 1973.
Si è diplomato brillantemente in Pianoforte, Organo e Composizione organistica, Clavicembalo, Musica Corale e Direzione di Coro.
Parallelamente agli studi musicali ha portato avanti anche gli studi universitari: ha infatti conseguito, con il massimo dei voti e la lode, la Laurea in Lettere Moderne presso l’Ateneo Federico II di Napoli, il Master in Musicologia e la Specializzazione Biennale in Filologia Musicale presso l’Università “Tor Vergata” di Roma.
Ha vinto una Borsa di Studio della Regione Basilicata per i Seminari “Musica e Filosofia” di Potenza.
In qualità di organista solista ha suonato nei maggiori Festival Organistici italiani ed all’estero nelle più importanti cattedrali europee: Varsavia, Fulda, Monaco, Kiev, Tallinn, Tampere, Londra, Edimburgo, Copengahen, Praga, Budapest, Malaga.
Ha tenuto diverse tournée negli Stati Uniti ed in Sudamerica suonando a Boston, Chicago, Philadelphia, S. Francisco, New York, Montevideo, San Paolo del Brasile. Ha suonato infine in Australia, nelle Cattedrali di St. Patrick e St. Andrew’s a Sydney.
Il 1° gennaio 2006 ha tenuto il “Concerto di Capodanno” nella Cattedrale di Washington (USA), trasmesso in diretta radiofonica nazionale, ed a cui RAI International ha anche dedicato uno “speciale”.
E’ stato invitato in giurie di Concorsi Organistici Internazionali ed ha tenuto Masterclasses in Polonia (Filarmonica di Danzica), Lituania (Vilnius Music Academy), Russia (Università di San Pietroburgo), Svezia (Piteå Music University), Lettonia (Riga Music Academy), U.S.A. (Boston University).
Giornalista – pubblicista dal 1993, è stato critico musicale del quotidiano “Napoli Sera” e collabora con il bimestrale “Arte Organaria e Organistica” delle “Edizioni Carrara” di Bergamo per la quale ha anche curato le prime edizioni a stampa e le revisioni critiche della “Fantasia a due organi” di M. E. Bossi, della “Sonata per organo” di G. B. Pergolesi e sta ultimando la revisione critica dell’integrale per organo (4 voll.) di G. Cotrufo.
Per le edizioni “Eurarte” ha curato le prime edizioni di brani di Capocci, Napolitano, Marchetti, Gubitosi.
Per le edizioni “Esarmonia” sta curando la pubblicazione della collana “Splendori del ‘700 napoletano” con oltre 50 brani per organo e cembalo di Pergolesi, Scarlatti, Fenaroli, Durante, Leo e Sigismondo.
E’ autore, infine, di un trattato teorico-pratico sullo studio del Solfeggio e compositore di musiche per organo.
Ha registrato CD solistici in Germania, USA, Australia.
Ha inciso per “La Bottega Discantica” un cd al grande organo della Cattedrale di Napoli, dedicato a compositori napoletani del ‘900.
E’ organista e maestro di cappella della Basilica di S. Chiara in Napoli.
Insegna Organo e Composizione Organistica presso il Conservatorio “Palestrina” di Cagliari, dove è tra l’altro coordinatore del “Laboratorio Organi Storici” (LabOs) per la studio e la tutela del patrimonio organario cagliaritano.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

20 giugno, 2016 Posted by | Agenda Eventi, Associazione "A. Scarlatti", Associazioni Musicali, Campania, Concerti, Italia, Musica, Napoli, Organisti, Regioni | , , , , , , , | Lascia un commento

Dal 4 al 10 giugno il Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino propone tre appuntamenti bachiani con gli allievi delle classi di Pianoforte Principale e di Lettura della Partitura

Locandina omaggio a bach
Rieccoci e benvenuti all’ultima parte di un progetto che con la collaborazione di più forze del Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino ha inteso celebrare, nel suono parlante di molti e selezionati allievi, l’arte somma di Johann Sebastian Bach.
Questa sesta stagione finalmente approda dopo ambiziose e ormai compiute realizzazioni; e a memoria storica e a vanto del nostro Istituto rammentiamo le integrali dei due libri del Clavicembalo ben Temperato, il progetto dedicato alle grandi Trascrizioni, l’integrale delle Partite e quindi delle Toccate per tastiera, tra le moltissime opere del sommo Kantor eseguite in diverse formazioni.
Stavolta (a guisa di antipasto) desideriamo cogliere l’occasione per rendere omaggio, con alcune trascrizioni, all’arte (e alla devozione per Bach) di cinque tra i più grandi pianisti/compositori del secolo scorso.
I tedeschi Walter Rummel (1887-1953), e Wilhelm Kempff (1895-1991), entrambi discendenti da famiglie di musicisti, furono artisti di spiritualità somma.
Un soffio di profonda umanità permea le trascrizioni pianistiche qui presentate: un estratto dal coro finale della cantata BWV 22 “Mortificaci attraverso la grazia” per Rummel, ed il preludio corale BWV 727, originariamente per organo (“La mia tensione è allo spasimo”), per Kempff.
E ancora dall’organo (numero due della raccolta di dieci preludi corali) proviene il lavoro di Ferruccio Busoni (1866-1924), erudito quanto geniale (e controverso) “ritrascrittore” bachiano: il preludio BWV 645 (“Svegliatevi, la Voce chiama”).
Scintillante nel virtuosismo e scorciata (solo 3 danze delle 7 originali) ma proiettata verso filigrane ed alchimie timbriche squisitamente novecentesche è la trascrizione di Sergei Rachmaninov (1873-1943) dalla Partita per violino n. 3 in Mi, BWV 1006.
Infine, l’Arioso in Lab (originariamente “Largo”, dal concerto per clavicembalo in Fa minore BWV 1056, di chiara derivazione da Antonio Vivaldi) nella trascrizione di Alfred Cortot (1877-1962) è un pezzo di cantabilità struggente, diretta emanazione della straordinaria e vibratile espressione alla tastiera dell’illustre pianista e didatta francese.
Giacché siamo in argomento, sono presenti all’ascolto in questa rassegna anche due concerti di Bach per clavicembalo in versione integrale (eseguiti al pianoforte), rispettivamente il concerto in re minore BWV 1052 per un clavicembalo e quello in do minore BWV 1062 per due clavicembali e orchestra (ridotta al secondo pianoforte).
Bach quindi non era soltanto maestro nell’arte, squisitamente tedesca, delle toccate, delle fughe o dei canoni; ma faceva proprie, studiandone i modelli e riappropriandosene fino a trasferirle nella tessitura strumentale o in quella per tastiera sola, gli stilemi afferenti ad altre scuole nazionali, come dimostra l’idiomatico Concerto alla maniera italiana in tre movimenti, BWV 971, qui pure proposto.
Siamo dunque, come ogni anno, al “filo rosso” che attraversa il progetto.
Se ritorniamo alla matrice “cosmopolita” e “transnazionale” di Bach, andando indietro fino al 1802, ritroviamo che il primo importante biografo di Johann Sebastian Bach, tal Johann Nikolaus Forkel, proprio riconoscendo a Bach tale trasversalità culturale, rinominò le sei Suites per tastiera BWV 812-817 (prima in nessun altro modo contrassegnate), Suites “francesi” perchè in certo modo ispirate dalla musica transalpina.
Quelle stesse sei composizioni che con un po’di orgoglio abbiamo il piacere di presentarvi nella presente rassegna in forma integrale.
Le Suites francesi di Bach, veri “esercizi” nelle forme di danza, hanno in realtà come sorelle altre due raccolte: quelle “inglesi” e quelle “tedesche” (ossia le Partite); e la moderna musicologia non assegna più ad esse una derivazione netta di impronta francese (che a rigor del vero andrebbe assai di più alle Partite), ma piuttosto di scuola italiana.
Tuttavia l’architettura formale ingloba, al centro dello schema formale classico della Suite (Allemanda, Corrente, Sarabanda, Giga) un buon numero di “Galanteries” cioè di danze in voga alla corte di Versailles (Minuetto, Gavotta, Bourrèe, Loure) che, presenti solo in numero di due nella prima suite, passano a quattro di esse nell’ultima.
Di impianto relativamente agile (mancano i Preludi, presenti nelle Suites inglesi, e i grandi “preamboli” delle Partite), e tecnicamente poco meno impegnative delle consorelle, tradiscono una probabile finalità didattica: alcune di esse erano infatti incluse nel Notenbuchlein per Anna Magdalena e in quello per Wilhelm Friedmann.
Ma, in ogni situazione, esse recano intatte le stimmate della grande invenzione e creativa bellezza di Johann Sebastian Bach.
Infine, il Capriccio sulla lontananza del fratello dilettissimo BWV 992 in programma, opera giovanile pubblicata infine da Carl Czerny nel 1839, può apparentarsi alla Suite non nel senso della raccolta di danze, ma comunque di una “collana” di diversi movimenti a guisa di Toccata (i primi a carattere lento, fino ad una vivace aria “di postiglione” e ad una fuga ad imitazione della precedente), a carattere dichiaratamente didascalico.
Esso esprime con straordinario pathos, tradotto in suoni estratti dalla tastiera, la “sensucht” che pervade il giovane Bach all’idea della partenza del caro fratello Johann Jacob per terre irrimediabilmente lontane.
Alcune parti del Capriccio sono qui proposte nella rielaborazione di Ferruccio Busoni a saldare un anello immaginario tra la notazione originale di Bach e l’affascinante stimolo alla sua trascrizione.
Ancora una volta, un sentito grazie a coloro che hanno contribuito a rendere concreta questa piccola, preziosa, festa musicale.
Buon ascolto.

(nota a cura del maestro Giuseppe De Fusco)
_________________________________________________________

Programma generale

Giovedì 4 giugno – aula 41

Programma

J.S. Bach – Französische Suiten

Suite 1 BWV 812
Allemande – Courante – Sarabande – Menuet I – Menuet II – Gigue
Carlo Martiniello VII corso

Suite 2 BWV 813
Allemande – Courante – Sarabande – Air – Menuet – Gigue
Antonella D’Argenio IX corso

Suite 3 BWV 814
Allemande – Courante – Sarabande – Anglaise – Menuet – Trio – Gigue
Rosa Maione VI corso

Suite 4 BWV 815
Allemande – Courante – Sarabande – Gavotte – Menuet – Air – Gigue
Carlo Martiniello VII corso

Classe di pianoforte M° Adriana Aprea

“la musica aiuta a non sentire dentro il silenzio che c’è fuori” (J. S. Bach)

Lunedì 8 giugno

Programma

J.S. Bach – Französische Suiten e trascrizioni

Arioso dal Concerto per clavicembalo n° 5 in Fa minore, BWV 1056
Trascr. Alfred Cortot

Wachet auf, ruft uns die Stimme, BWV 645 (“Svegliatevi, la Voce chiama”) da 10 preludi corali per organo
Trascr. Ferruccio Busoni
(Giuseppe De Fusco)

Suite 5 BWV 816
Allemande – Courante – Sarabande – Gavotte – Bourrèe – Loure – Gigue
Cristina Iorillo ( classe pf  M° Aprea)
I liv. Direzione d’orchestra

Capriccio sulla lontananza del fratello dilettissimo BWV 992
Arioso- Andante(fugato)- Adagiosissimo- (Preludio)- Aria di postiglione- Fuga (all’imitazione della cornetta di postiglione)
Antonio Gomena (De Fusco: IV corso)

Suite 6 BWV 817
Allemande – Courante – Sarabande – Gavotte – Polonaise – Menuet – Bourrèe – Gigue
Marianna Nappo ( Aprea: VIII corso)

Partita per violino n° 3 in Mi, BWV 1006
trascr. Sergei Rachmaninov
Preludio – Gavotta – Giga
Pier Carmine Garzillo (De Fusco: VI corso)

“J.S.Bach: l’inizio e la fine di tutta la musica” (M. Reger)

Mercoledì 10 giugno

Programma

Le trascrizioni e il Concerto

Ertödt’ uns durch dein Güte ( “Mortificaci attraverso la grazia”) dal coro finale della cantata BWV 22
trascr. Walter Rummel

Preludio corale BWV 727 Herzlich tut mich verlangen (“La mia tensione è allo spasimo”)
trascr. di Wilhelm Kempff
Daria Scia (De Fusco: VI corso)

Italienisches Konzert BWV 971 (revisione S. Fiorentino)
Allegro – Andante – Presto
Cristina Iorillo (classe pf M° Aprea)
I liv. Direzione d’orchestra

Konzert in do min BWV 1062 für zwei Klaviere
(trascrizione di Bach dal concerto originale per due violini, viola e basso continuo)
Rosa Maione – Marianna Nappo
(Aprea)

Konzert in re min BWV 1052 für zwei Klaviere
Allegro – Adagio – Allegro
Cristina Iorillo – Carlo Martiniello
(Aprea)

“il fine ultimo di tutta la musica non è altro che la gloria di Dio” (J. S. Bach)
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

2 giugno, 2015 Posted by | Agenda Eventi, Avellino, Campania, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Pianisti, Regioni | , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Giovedì 21 luglio la 80ª Estate Musicale Chigiana ospita il pianista Joaquín Achúcarro

Critica Classica di Marco del Vaglio:

L’appuntamento con il celebre pianista spagnolo Joaquín Achúcarro è per domani, giovedì 21 luglio, alle ore 21.15, al Teatro dei Rinnovati per la 80ª Estate Musicale Chigiana.
Il concerto si aprirà con la Toccata in do maggiore BWV 564 di Bach nella trascrizione di Busoni per poi proseguire con la Sonata n. 30 in mi maggiore op. 109 di Beethoven.
Nella seconda parte del programma ci saranno tre pagine di Liszt, Liebestraum n. 3 “O Lieb”, Vals Oubliée n.1 e Funerailles, e ancora i Tre Preludi, opera postuma in re minore, op. 32, n. 5 in sol maggiore e op. 32 n. 12 in sol minore di Rachmaninov e i Due Studi op. 8 n. 5 in si maggiore e n. 12 in re diesis minore “Patetico” di Skrjabin.

I biglietti (interi 25 e 18 euro, ridotti 8 euro per studenti, giovani sotto i 26 anni e over 65) saranno in vendita anche domani, giovedì 21 luglio, a partire dalle ore 19.15 presso il Teatro dei Rinnovati.

Per informazioni
tel.: 0577 22091 o www.chigiana.it

Ufficio stampa Accademia Musicale Chigiana
Agenzia Freelance
tel. 0577 219228 – 272123
Sonia Corsi
cell. 335 1979765
Agnese Fanfani
cell. 335 1979385
e-mail: relazioni@chigiana.it o info@agfreelance.it
________________________________________________________________________________

Joaquín Achúcarro

Joaquín Achúcarro vanta 50 anni di carriera concertistica internazionale, nel corso della quale ha suonato in 60 paesi con più di 200 orchestre e 342 direttori.
La sua produzione discografica conta 26 titoli con opere di Beethoven, Brahms, Chopin, Schumann, Schubert, Ravel, Debussy, Falla, Granados, Musorgskij, Rachmaninov, Rodrigo, Turina e Bartók incise per RCA, BMG, Claves, Ensayo, Master of Arts, Arcobaleno e Yamaha. Per la Sony ha inciso il Concerto per pianoforte di Joaquìn Rodrigo nella versione da lui rielaborata su espresso desiderio del compositore. Achucarro si dedica anche con passione all’insegnamento: dal 1989 è docente di pianoforte all’Accademia Chigiana e tiene la Cattedra Speciale di Pianoforte “Joel Estes Tate” della Southern Methodist University di Dallas (Texas).
Nell’aprile 2008 un gruppo di persone e istituzioni ammiratrici di Achucarro ha creato sempre a Dallas la “Joaquín Achúcarro Foundation” allo scopo di perpetuare la sua eredità come artista e insegnante e di aiutare i giovani pianisti agli inizi della loro carriera. Tra le onorificenze ricevute spicca il titolo di “Artist for Peace 2000” conferitogli dall’Unesco a Parigi.
Nel 2003 il Re Juan Carlos di Spagna gli ha concesso la Grande Croce del Merito Civile.
Ha inoltre ricevuto in Spagna la Medaglia d’Oro delle Belle Arti e il Premio Nazionale di Musica.
Nel 2004 Bilbao, la sua città natale, lo ha nominato “Figlio Prediletto”, titolo non concesso a nessuno dal 1965.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

20 luglio, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Musica classica, Pianisti, Prima del concerto | , , , , , , , , , | Lascia un commento

Giovedì 19 maggio Nicola Ormando al Festival Pianistico di Napolinova

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Giovedì 19 maggio, alle ore 18.30, nella Cappella del Vasari della Chiesa di Sant’Anna dei Lombardi, terzo appuntamento con la XV edizione del Festival Pianistico, organizzato dall’Associazione Napolinova, con il concerto di Nicola Ormando dal titolo “Franz Liszt fra passato e presente”

In programma musiche di Bach, Bach-Liszt, Bach-Busoni, Chopin

Ingresso libero

Per informazioni:
tel.: 347.8430019
e-mail:info@associazionenapolinova

_________________________________________________________________________________________

Programma

J. S. Bach: Fantasia Cromatica e Fuga in re minore BWV 903

J. S. Bach/F. Liszt: Preludio e Fuga in la minore BWV 543

J. S. Bach/F. Busoni: Preludio Corale “Ich ruf’ zu dir, Herr Jesu”

F. Chopin: Sonata in si minore, op. 58

Nicola Ormando

Nato a Montesano sulla Marcellana (SA), ha intrapreso lo studio del pianoforte giovanissimo, diplomandosi ventenne a pieni voti presso il Conservatorio “G. Martucci” di Salerno sotto la guida del Maestro Gian Carlo Cuciniello; presso lo stesso Conservatorio ha conseguito con menzione la Laurea di Secondo Livello Sperimentale (BSSII) in Discipline Musicali (Scuola di Pianoforte, indirizzo Solistico/Interpretativo).
Ha frequentato master-class tenute dai Maestri V. Balzani, A. Ciccolini, A. Pompa-Baldi; ha al suo attivo numerose esibizioni sia in veste di solista sia di accompagnatore; ha ricevuto premi e riconoscimenti a competizioni pianistiche nazionali e internazionali.
Attualmente si perfeziona col Maestro Vincenzo Balzani ai Corsi di Alto Perfezionamento dell’Associazione Napolinova
E’ laureato in Ingegneria Elettronica presso l’Università degli Studi “Federico II” di Napoli.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

18 Mag, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Musica, Musica classica, Musica da camera, Napoli, Pianisti | , , , , , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: