MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Enoch Arden,melologo di Strauss per l’Associazione “A.Scarlatti”

spiaggia

10 luglio 2008, ore 19,30

l’Associazione “Alessandro Scarlatti” di Napoli

per la Rassegna

“Voci nel chiostro”

Chiesa di San Marcellino e Festo

presenta

ENOCH ARDEN

Melologo per pianoforte e voce recitante, op. 38
Musica di Richard Strauss, testo di Alfred Tennyson
Elaborazione per violoncello e pianoforte di Gaetano Panariello
Traduzione italiana e adattamento di Bruno Cagli

con

Duo “Jacqueline du Pré”

Susanna Canessa, violoncello – Natale Palena, pianoforte

Annie Pempinello, voce recitante

“Nato dalla penna del più illustre dei poeti vittoriani, Enoch Arden fu pubblicato come poema in versi nel 1864, riscuotendo subito tale successo da divenire un vero best seller. R. Strauss lo riprese alla fine del secolo nella traduzione tedesca di A. Strodtmann per farne una suggestiva recitazione per voce sola e pianoforte (“melologo”, in italiano; “Melodrama”, o “Monodrama”, in tedesco).
La prima rappresentazione avvenne nel Mathildensaal di Monaco il 24 marzo 1897, al piano lo stesso Strauss, con Ernst von Possart, famoso attore, amico di Strauss e dedicatario dell’opera, nel ruolo di narratore. Il successo trionfale rinfocolò l’interesse (peraltro mai sopito) per Enoch Arden, e fece sì che per altri quarant’anni lo stesso soggetto venisse riproposto a più riprese da vari compositori e librettisti nei teatri europei. (Nella sola Germania fra il 1864 e il 1914 se ne pubblicarono dodici diverse traduzioni).

Enoch Arden: Il soggetto
Racconto commovente e dolcissimo, Enoch Arden narra la storia di tre fanciulli, Enoch (“un rude figlio di marinaio reso orfano da un naufragio”), Philipp (“il figlio unico del mugnaio”), ed Annie (“la ragazzina più graziosa nel piccolo porto”) che spesso giocano insieme sulla spiaggia tra i relitti portati dal mare. Divenuti adolescenti Enoch e Philipp s’innamorano di Annie. Ella a Philipp preferisce Enoch – divenuto a sua volta marinaio – e lo sposa. Un giorno però Enoch s’imbarca per un lungo viaggio… Ne nasce una bellissima storia, semplice, dai contorni netti ma interiormente travagliata, con uno schietto sapore di leggenda.

L’arte sofisticata di Tennyson (definito il più grande word painter della letteratura inglese) allestisce per l’ascoltatore una regia di immagini e di simboli che, affacciandosi morbidamente dal tessuto della trama si snodano con efficacia avvolgente attraverso un ritmo che ha la naturalezza di una sapiente sceneggiatura. Sullo sfondo il mare, col suo muggito inquietante e ossessivo, fa da cornice alle vicende dei protagonisti e incarna la natura profonda, ineluttabile, dei sentimenti e del destino.” (Presentazione a cura di Pietro De Luigi)

6 luglio, 2008 Posted by | Agenda Eventi, Annie Pempinello, Art, Arte, Associazione "A. Scarlatti", Associazioni Musicali, Attori e attrici, Campania, Compositori, Concerti, Gaetano Panariello, Italia, Music, Musica, Musica da camera, Napoli, Poesia, Rassegne, Regioni, Susanna Canessa, Teatro, Violoncellisti | | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: