MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Dal 13 al 16 settembre l’Orchestra del Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino propone lo “Stabat Mater” di Pergolesi, nella versione di Paisiello, ad Avellino, Montevergine e Napoli


Giovedì 13 settembre nel Duomo di Avellino (ore 20.30),  sabato 15 settembre nel Santuario di Montevergine (ore 20.30) e domenica 16 settembre nella Cappella del Tesoro di San Gennaro nel Duomo di Napoli (ore 19.30), l’Orchestra del Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino, diretta da Maestro Giuseppe Camerlingo, con la partecipazione dei solisti Rosalba Eroico (soprano), Marina Esposito (contralto), Pasquale Tizzani (tenore) e Roberto Gaudino (basso), propone lo Stabat Mater di Pergolesi nella versione di Giovanni Paisiello.

Domenica, 16 del corrente, nella Chiesa dell’Arcivescovado si celebrerà la festività dei dolori di Maria Vergine. La mattina, alle 10 ore di Francia, vi sarà messa cantata con musica del cavalier Paisiello, maestro di cappella della cattedrale. Sarà cantato in tale occasione lo “Stabat” dell’immortale Pergolese, a cui lo stesso Paisiello ha aggiunto alcuni istromenti da fiato, senza dipartirsi dall’originale dell’autore.
Corriere di Napoli n° 505 – Mercoledì 12 settembre 1810

Nel 1810, quando diede alle stampe ed eseguì nella cattedrale di Napoli una sua trascrizione dello Stabat Mater dell’immortale Pergolese, Giovanni Paisiello, nato a Taranto nel 1740, aveva alle spalle una lunga carriera internazionale e poteva considerarsi l’ultimo e acclamato testimone di una civiltà musicale napoletana che aveva conquistato l’Europa e il mondo intero.
Di questa gloriosa tradizione, Giambattista Pergolesi (Jesi 1710, Napoli 1736) era l’emblema, e la sua figura artistica era entrata nel mito immediatamente dopo la sua precoce morte.
Due erano le composizioni di Pergolesi che erano diventate popolari in una misura impensabile, in un’epoca che non conosceva ancora il concetto di repertorio in musica come lo intendiamo oggi: La serva padrona, nel genere teatrale buffo, e lo Stabat Mater, nella musica sacra.
Ricchissimo di immagini, banco di prova per gli effetti descrittivi che suggerisce, il testo latino dello Stabat, attribuito a Jacopone da Todi, è stato intonato da centinaia di musicisti fino ai nostri giorni.
Ma certamente quello di Pergolesi è il più celebre e il più eseguito.
Nessun’opera, quanto lo Stabat Mater di Pergolesi, subì tante riduzioni e tanti adattamenti, non solo da parte degli innumerevoli interpreti che, secondo le circostanze e le disponibilità materiali, lo eseguivano nelle chiese, nelle sale da concerto o in case private, ma anche per mano di altri compositori, che molto spesso ne alteravano la purezza.
E’ quanto mai opportuna quindi la precisazione quasi enfatica che Paisiello fa apporre sul frontespizio della sua edizione stampata a Parigi nel 1810: ..senza dipartirsi dell’originalità…
Precisazione che può farci sorridere oggi, visto che aggiungeva arbitrariamente gli strumenti a fiato, modificava alcuni assetti della tessitura degli archi, distribuiva alcune arie e duetti sulle voci di tenore e basso (assenti in Pergolesi) facendole poi cantare insieme al soprano e al contralto nell’Amen finale, modificava parzialmente alcuni frammenti delle melodie, inseriva indicazioni dinamiche, di fraseggio e di andamento assenti in Pergolesi, introduceva nuove figure d’accompagnamento.
Dunque si trattava di interventi che alteravano sensibilmente il testo pergolesiano, ma tuttavia senza tradirlo.
Dopo 74 anni (1736-1810) Paisiello rivendicava l’originalità dello Stabat Mater del Pergolese e di certo aveva tutta l’autorevolezza per farlo, per la sua collocazione storica, per il prestigio internazionale, ma soprattutto per la sua sensibilità profondamente consapevole nell’interpretare lo spirito della tradizione di cui faceva parte.
La maestria delicata nell’uso dei fiati gli assicurava la completa aderenza ai sentimenti espressi dalla musica di Pergolesi.
Valga come esempio la splendida orchestrazione del Quando corpus morietur con quei colori caleidoscopici sempre cangianti come i vetri di un rosone, che sembrano accompagnarci verso la “gloria del paradiso”.

Per la nostra generazione, educata al rispetto per il testo originale, doveroso a causa di tante inopportune e fuorvianti incrostazioni accumulatesi nei secoli, l’ascolto di questa trascrizione ci offre un’ottima opportunità di godere del capolavoro pergolesiano in una diversa prospettiva.
Per gli esecutori è una sfida perché obbliga ad un’interpretazione articolata su tre dimensioni diacroniche: noi-Pergolesi, noi-Paisiello, Paisiello-Pergolesi.
In ultima analisi, ci invita anche a superare il mito dell’ “Urtext” e a considerare un testo musicale non solo come testo statico e cristallizzato una volta per tutte dal compositore, da osservare come in una teca, ma anche come un organismo che vive nel tempo e pertanto sempre mutevole e dinamico.

Annunci

6 settembre, 2018 Posted by | Agenda Eventi, Avellino, Campania, Concerti, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Musica, Musica classica, Napoli, Regioni | , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Concerti a Napoli dal 19 al 25 dicembre 2016

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Pietro Platania (1828-1907)

Pietro Platania (1828 – 1907)

Questi gli appuntamenti previsti dal 19 al 25 dicembre 2016:

Lunedì 19 dicembre, alle ore 18.00, nella Sala Scarlatti del Conservatorio, concerto del “San Pietro a Majella Brass Ensemble & Friends”, diretto da Joel Borrelli-Boudreau

In programma musiche di Susato, Haendel, Gabrieli e Mascagni

Ingresso libero
________________________________________________________

Lunedì 19 dicembre, alle ore 19.00, presso il Centro Culturale Domus Ars (via Santa Chiara 10c), la IAAM (Italian Association for Arts and Music) propone “Musicascolto: concerto di danze da ascoltare e…” con la partecipazione dell’ensemble IAAM, formato da Concetta Pellegrino (flauto dolce), Ludovica Ambroselli e Chiara De Sio Cesari (violini), Claudia Iorio (viola), Giuliano Colace (violoncello), Alisa Primanova (pianoforte), diretto da Mirella Giordano

In programma musiche di Ciaikovskij, Bartók, Prokofiev, Gardel, Satie

Costo del biglietto: 12 Euro
________________________________________________________

Lunedì 19 dicembre, alle ore 19.30, al Circolo Artistico Politecnico (piazza Trieste e Trento, 48), per “I Lunedì Musicali 2016”, “Omaggio a Mozart” con la partecipazione di Alberto Maria Ruta (violino), Rossella Bertucci (viola), Simona Padula (pianoforte)
Introduce Stefano Valanzuolo

Ingresso gratuito a invito
________________________________________________________

Martedì 20 dicembre, alle ore 18.00, al Teatro di Corte di Palazzo Reale, in collaborazione con il Comando Forze Operative Sud, concerto dal titolo “Natale al Fronte”, con l’Orchestra di Fiati del San Pietro a Majella diretta da Paolino Addesso.

In programma musiche di Giuseppe Verdi, Vincenzo Bellini, Gioacchino Rossini ed E. A. Mario (Giovanni Ermete Gaeta) elaborate per l’organico di fiati.

Ingresso libero
________________________________________________________

Martedì 20 dicembre, alle ore 19.00, nel Teatro Nicolini dell’Accademia di Belle Arti (via S. Maria di Costantinopoli, 107), nell’ambito della rassegna “Le passioni di Carlo”, “The jazz night. Jazz music, live painting, art performances”

Programma

ore 19.00: The Caponi Brothers Swing Band in Dreaming of a Caponi Christmas
Omaggio in jazz alla tradizione musicale natalizia americana ed inglese.

Goldie Dee e Dominic: voci
Vincenzo Bernardo: batteria
Aldo Capasso: contrabbasso
Bruno Salicone: pianoforte

ore 20.00: Ada Montellanico Quartet in “Omaggio a Billie Holiday”
Ada Montellanico: voce
Enrico Zanisi: pianoforte
Jacopo Ferrazza: contrabbasso
Ermanno Baron: batteria

ore 21.00: Marco De Gennaro trio feat. Javier Girotto in “Dynamic Session”
Javier Girotto: sax soprano
Marco De Gennaro: pianoforte
Francesco Galatro: contrabbasso
Stefano De Rosa: batteria

Ingresso libero
A seguire degustazione di vini dalle vigne metropolitane di Napoli.
________________________________________________________

Martedì 20 dicembre, alle ore 20.00, con replica mercoledì 21 dicembre, alle ore 18.00, al Teatro di San Carlo allestimento dell’opera in quattro quadri La Bohéme di Giacomo Puccini su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica

Direttore: Valerio Galli
Regia: Francesco Saponaro
Assistente alla regia: Raffaele Di Florio
Scene e Costumi Lino Fiorito
Light Designer: Pasquale Mari

Personaggi ed interpreti

Mimì: Irina Lungu / Olga Busuioc
Rodolfo: Francesco Demuro / Giordano Lucà
Musetta: Ellie Dehn / Carmen Romeu
Marcello: Artur Rucinski / Bruno Taddia
Schaunard: Giulio Mastrototaro
Colline: Roberto Tagliavini / Alessandro Guerzoni
Benoît / Alcindoro: Matteo Ferrara

Produzione del Teatro di San Carlo
Orchestra, Coro e Coro di Voci Bianche del Teatro di San Carlo

Costo del biglietto

Giorni Feriali (Tariffa IV)

Intero
da 95 a 35 Euro
Palco Reale: 300 Euro

CRAL ed Enti convenzionati, Gruppi dalle 10 alle 20 persone
da 86 a 32 Euro
Palco Reale: 270 Euro

Gruppi oltre 20 persone
Da 81 a 30 Euro
Palco Reale: 255 Euro

Programmi di Membership
Da 76 a 28 Euro
Palco Reale: 240 Euro

Giovani under30 / Anziani over65 *
Ultime due file di platea: 30 Euro
Palchi laterali: 25 Euro

*con reddito minimo come da circolare INPS n.1 del 9 gennaio 2015 e/o titolari di Social Card
________________________________________________________

Martedì 20 dicembre, alle ore 20.00, nella chiesa di Santa Caterina a Formiello (piazza Enrico de Nicola, 49), per la rassegna “Musica nei Luoghi Sacri”, concerto dell’Orchestra Giovanile Napolinova, diretta da Francesco D’Ovidio, con la partecipazione di Imma Valeria Caputo (soprano) e Michelangelo Massa (violino solista)

A. Scarlatti: Cantata “Pastorale per la Nascita di Nostro Signore”

G. Torelli: Concerto grosso op. 8 n. 6 “Pastorale per il Santissimo Natale”

A. Vivaldi: Concerto per violino e archi “Il riposo per il Santissimo Natale”

A. Corelli: Concerto grosso op. 6 n. 8 “Per la notte di Natale”

P. A. Locatelli: Concerto grosso op. 1 n. 8 “Per la Notte di Natale”

Il concerto sarà preceduto, alle ore 19.00, da una visita guidata

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria, fino ad esaurimento posti disponibili, telefonando, dal lunedì alla domenica (dalle 9.00 alle 19.00) ai seguenti numeri:
da fisso 800 600 601
da cellulari 06 39967650

________________________________________________________

Martedì 20 dicembre, alle ore 21.30, presso il Centro Culturale Domus Ars (via Santa Chiara 10c), per la rassegna “I Giorni delle Calende”, concerto di Natale del Cedric Shannon Rives and Brother in Gospel

Costo del biglietto: 12 Euro

Per informazioni
infoeventi@domusars.it
081 3425603

________________________________________________________

Mercoledì 21 dicembre, alle ore 18.00, nella Sala Scarlatti del Conservatorio, concerto dal titolo “Natale in Jazz” con il “San Pietro a Majella Vocal Ensemble & Saxophone Quartet” diretto da Giuppi Paone.

Ingresso libero
________________________________________________________

Mercoledì 21 dicembre, alle ore 19.00, presso il Centro Culturale Domus Ars (via Santa Chiara 10c), per la rassegna “I Giorni delle Calende” concerto dal titolo “Chitarra Sirena” con la partecipazione di Enzo Amato (chitarra), Rosario Scotti Di Carlo (percussioni) e Carolina Aterrano (danzatrice)

In programma musiche di Enzo Amato

Costo del biglietto: 10 Euro

Per informazioni
infoeventi@domusars.it
081 3425603

________________________________________________________

Mercoledì 21 dicembre, alle ore 19.30, nella Basilica dell’Immacolata al Gesù Vecchio (via G. Paladino 38, Napoli), concerto dell’Ensemble Vocale di Napoli, diretto da Antonio Spagnolo, dal titolo “Verbum caro factum est”

In programma musiche dell’Avvento

Ingresso libero
________________________________________________________

Mercoledì 21 dicembre, alle ore 21.00, al Teatro di Corte di Palazzo Reale, per la stagione 2016-2017 dell’Associazione Alessandro Scarlatti, concerto dell’Orchestra Scarlatti/Lab Barocco, diretta da Antonio Florio, con la partecipazione di Federica Pagliuca e Olga Cafiero (soprani), Daniela Salvo (mezzosoprano), Leopoldo Punziano (tenore) e Carlo Feola (basso)

Programma

G. Veneziano
Miserere a 4 voci con violini
Fuga per organo
Litanie Beatae Mariae Virginis a 5 voci con 3 violini, viola e basso continuo

F. Provenzale: “In conspectu angelorum” a 2 voci con violini

C. Caresana (1640 – 1709)
da “La Pastorale a 5 con stromenti”
“Hor che lucide e serene” duetto
“Odi, come zeffiretti” aria
Terzetto dei Pastori

da “La Veglia” a 6 voci con violini
Ballo detto “Barrera”
“Dormi o ninno” ninna nonna

da “La Tarantella a 5 con violini”: “Per la Nascita del Verbo” tarantella a 5 voci

Costo del biglietto
Intero: 15 Euro
Ridotto giovani (under 30): 10 Euro
Last minute: 3 Euro (under 25) in vendita un’ora prima del concerto

________________________________________________________

Giovedì 22 dicembre, alle ore 18.00, nella Sala Scarlatti del Conservatorio, concerto dell’ “Orchestra e Coro del San Pietro a Majella”, diretti da Giuseppe Mallozzi, con la partecipazione dei solisti Angela Luglio, Angela Schisano e Antonio Landolfi

Programma

Carmine Giordano: Quem vidistis pastores

W. A. Mozart: Ave Verum

Ingresso libero
________________________________________________________

Giovedì 22 dicembre, alle ore 20.00, nella chiesa dell’ Ascensione a Chiaia (piazzetta Ascensione), concerto del Coro Polifonico Luna Nova

In programma musiche di S. Alfonso de’ Liguori, Saint-Saëns, Willcocks, Haendel-Mason, Adam, Leontovich, Woodward.

Ingresso a offerta libera a favore dell’associazione “I bambini di Manina del Madagascar”.
________________________________________________________

Giovedì 22 dicembre, alle ore 21.00, al Teatro di San Carlo, “Natale in Jazz”, Concerto di Natale in favore dei piccoli pazienti dell’Ospedale Pediatrico Santobono con la partecipazione della Big Barra Band diretta da Paul Gaspar e del Coro di Voci Bianche del Teatro di San Carlo, diretto da Stefania Rinaldi e con Roberta Nastri e Sara Aluthdarage (voci soliste) e Pasquale Maddaluno (contrabbasso).

Programma

Claudio Monteverdi: Toccata da Orfeo
It’s the Most Wonderful Time of the Year
My Favorite Things
Medley Natalizio (piano e coro)
 – arrangiamento di Luigi Del Prete
Santa Claus is Coming to Town – arrangiamento di Paul Gaspar
con la Big Barra Band ed il Coro di Voci Bianche

Satin Doll
Don’t Get Around Much Anymore
My Funny Valentine
Things Ain’t What They Used to Be
con la Big Barra Band

W. A. Mozart: Ave Verum in Jazz
Bob Chilcott: A little Jazz Mass

Coro di Voci Bianche e pianoforte
Sara Aluthdarage, voce solista
Contrabbasso, Pasquale Maddaluno

TBA con sezione ritmica a cura di Luigi Di Nunzio
Let it Snow – arrangiamento di Paul Gaspar
con la Big Barra Band
Roberta Nasti, voce solista

Moon River
I Love the Lord
Have Yourself a Merry Little Christmas
Over the Rainbow
Coro di Voci Bianche e pianoforte
Sara Aluthdarage, voce solista
Contrabbasso: Pasquale Maddaluno

Christmas Song – arrangiamento di Paul Gaspar
Jingle Bells – arrangiamento di Paul Gaspar
con la Big Barra Band

Have a Holly Jolly Christmas – arrangiamento di Paul Gaspar
con la Big Barra Band ed il Coro di Voci Bianche

Costo del biglietto: da 25 a 10 Euro
________________________________________________________

Venerdì 23 dicembre, alle ore 19.15, nella chiesa di San Domenico Maggiore (piazza San Domenico Maggiore), concerto del duo formato da Carlo Dumont (violino) e Ernesto Pagliano (organo)

Programma

J. S. Bach: Praeludium in sol BWV 568 per organo

H. I. F. von Biber: Mystery Sonata I “L’Annunciazione” per violino e organo

D. Zipoli: Pastorale in do per organo

J. S. Bach: Pastorale in fa BWV 590 per organo

H. I. F. von Biber: Passacaglia per violino solo

J. S. Bach: Ciaccona per violino solo

H. I. F. von Biber: Mystery Sonata III “Natività” per violino e organo

Ingresso libero
________________________________________________________

Venerdì 23 dicembre, alle ore 20.00, nella chiesa di Santa Caterina a Formiello (piazza Enrico de Nicola, 49), concerto del Coro Mysterium Vocis, diretto da Rosario Totaro con la partecipazione di Fiorella Orazzo (voce recitante)

Programma

Anonimo (XIV sec.): Personent hodie

Anonimo (XIV sec.): L’unico figlio

Anonimo (XV sec.): Gaudete Christus nascetur

Hans Leo Hassler: Laetentur coeli

P. Nenna: In Nativitate Domini

Anonimo (XVIII sec.): Nitida stella

Sant’Alfonso Maria de’ Liguori – P. Gallo
Pastorale di Natale e Amen (dalla Messa Pastorale di Pietrantonio Gallo)
(elaborazione di Marco Palumbo)

D. De Risi: Adoro Te devote

R. Di Marino: Beata Viscera Mariae Virginis

G. Longobardi: Ave Maria

László Halmos: Jubilate Deo universa terra

G. Panariello
Videntes stellam
Quem vidistis pastores
Hodie Christus natus est
O Magnum Mysterium

Testi di D.M. Turoldo, F.G. Lorca, L. Somma, H. Heine.

Ingresso libero
________________________________________________________

Venerdì 23 dicembre, alle ore 20.00, presso il Museum Shop (largo Corpo di Napoli, 3), concerto dal titolo Partenopeincanto “il Gioco del Natale”, con la partecipazione di Francesca Curti Giardina (mezzosoprano), Gennaro Sica (percussioni), Salvatore D’ Esposito (chitarra), Gennaro Cardone (mandolino)

Costo del biglietto: 5 Euro
________________________________________________________

Venerdì 23 dicembre, alle ore 20.00, nella chiesa di Sant’Eligio Maggiore (via Sant’Eligio), per la rassegna “Musica nei Luoghi Sacri”, concerto del Coro Vocalia e dell’Orchestra Discantus Ensemble, diretti da Luigi Grima, con la partecipazione di Daniela Innamorati (mezzosoprano)

Programma

G. Holst: Christmas Day – Choral Fantasy on Old Carols

J. Rutter: Magnificat per mezzosoprano, coro e orchestra

Il concerto sarà preceduto, alle ore 19.00, da una visita guidata

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria, fino ad esaurimento posti disponibili, telefonando, dal lunedì alla domenica (dalle 9.00 alle 19.00) ai seguenti numeri:
da fisso 800 600 601
da cellulari 06 39967650

________________________________________________________

Domenica 25 dicembre, alle ore 19.00, presso il Centro Culturale Domus Ars (via Santa Chiara 10c), concerto di Natale “La Cantata dei Pastori”, a cura di Carlo Faiello con Franco Javarone, Antonella Morea, Fiorenza Calogero, Massimo Masiello & Piccola Orchestra Domus Ars, formata da Arcangelo Caso (violoncello), Lello Ferraro (voce – tammorra), Martina Mollo (fisarmonica – pianoforte), Edo Puccini (chitarra) e Arturo Sica (violino)

Musiche di Carlo Faiello, Roberto De Simone e canti della tradizione
Scene e Costumi: Bruno De Luca

Costo del biglietto: 13 Euro
________________________________________________________

Domenica 25 dicembre, alle ore 20.00, al Duomo di Napoli, concerto natalizio dei Cantori di Posillipo, diretti da Gaetano Raiola

Ingresso libero
________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

18 dicembre, 2016 Posted by | Agenda Eventi, Associazione "A. Scarlatti", Associazione IAAM, Associazioni Musicali, Campania, Concerti, Conservatori di Musica, Conservatorio "S.Pietro a Majella", Italia, Musica, Musica Jazz, Musica Lirica, Mysterium vocis, Napoli, Prima del concerto, Regioni, Teatri, Teatro San Carlo | , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Concerti a Napoli dal 26 settembre al 2 ottobre 2016

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Michele Carafa

Michele Carafa (1787-1872)

Questi gli appuntamenti previsti dal 26 settembre al 2 ottobre 2016:

Lunedì 26 settembre, alle ore 18.00, presso il Circolo Artistico Politecnico (piazza Trieste e Trento, 48), per “I Lunedì Musicali”, concerto del soprano Dorothy Manzo e del tenore Paolo Plantulli, accompagnati dalla pianista Silvia Siniscalchi, con la partecipazione di Enrico Siniscalchi (voce recitante)
Introduzione di Renata Maione

In programma musiche di Puccini, Verdi, Alfano, Mascagni e poesie di Salvatore di Giacomo

Ingresso gratuito per i soci, associati e ragazzi fino ai 15 anni di età.
Per gli ospiti è previsto un contributo
Per info: tel. 081 426543

_________________________________________________________

Martedì 27 settembre, alle ore 18.00 (Turno B), con repliche mercoledì 28 settembre, alle ore 20.00 (Fuori abbonamento), venerdì 30 settembre, alle ore 20.30 (Turno C/D) e domenica 2 ottobre (Turno F – ore 17.00) al Teatro di San Carlo, per la stagione lirica estiva 2016, allestimento dell’opera “Le nozze di Figaro” di Wolfgang Amadeus Mozart su libretto di Lorenzo Da Ponte

Direttore: Ralf Weikert
Regia: Chiara Muti
Scene: Ezio Antonelli
Costumi: Alessandro Lai
Assistente alla Regia: Raffaele Di Florio

Personaggi e interpreti

Il Conte di Almaviva: Simone Alberghini (27 e 30 settembre, 2 ottobre) / Christian Senn (mercoledì 28 settembre)
La Contessa di Almaviva: Cinzia Forte / Eleonora Buratto (2 ottobre)
Susanna: Rosa Feola (27 e 30 settembre, 2 ottobre) / Maria Mudriak (mercoledì 28 settembre)
Figaro: Alessandro Luongo (27 e 30 settembre, 2 ottobre) / Marko Mimica (mercoledì 28 settembre)
Cherubino: Marina Comparato (27 e 30 settembre, 2 ottobre) / Giuseppina Bridelli (mercoledì 28 settembre)
Marcellina: Laura Cherici (27 e 30 settembre, 2 ottobre) / Marilena Laurenza (mercoledì 28 settembre)
Bartolo: Fabrizio Beggi
Basilio: Bruno Lazzaretti
Don Curzio: Saverio Fiore
Barbarina: Giulia Semenzato
Antonio: Matteo Peirone / Marco Camastra

Allestimento del Teatro di San Carlo in coproduzione con il Teatro Petruzzelli di Bari

Orchestra e Coro del Teatro di San Carlo

Costo del biglietto

Intero: da 50 a 28 Euro
Ridotto: da 44 a 24 Euro (titolari Carte dei programmi di Membership, gruppi di almeno 10 persone membri di enti, CRAL ed associazioni convenzionati con il Teatro di San Carlo)
Gruppi: da 38 a 22 euro

Giovani under 30 /Over 65*
Platea (III settore): 25 Euro
Palchi: 15 Euro

*Anziani over 65 con reddito minimo (come da circolare INPS n.1 del 9 gennaio 2015) e / o Social Card
_________________________________________________________

Sabato 1 ottobre, alle ore 13.00, a Palazzo Zevallos Stigliano (v. Toledo, 185), nell’ambito della rassegna “E’ aperto a tutti quanti”, concerto del pianista Raimondo Mazzeo

Programma

M. Clementi: Sonata op. 26 n. 2

P. I. Čajkovskij: Aprile, da “Le stagioni” op. 37b

R. Schumann: Valzer op. 124

E. Granados: Bolero

F. Poulenc: XV Improvisation

Ingresso libero
_________________________________________________________

Sabato 1 ottobre, alle ore 18.30, a Palazzo Venezia (v. Benedetto Croce, 19) per l’inaugurazione degli “Incontri Musicali a Palazzo Venezia”, organizzati dall’Accademia Musicale Europea e dall’Ass. PA.VE., concerto dal titolo “Folle Amore! Folle Ebbrezza”, con la partecipazione del soprano Romina Casucci, accompagnata al pianoforte da Luciano Ruotolo

In programma musiche di Giacomo Puccini

Contributo organizzativo: 10 Euro (comprensivo di aperitivo e visita guidata)

Prenotazione obbligatoria
Info:
0815528739
palazzovenezianapoli@gmail.com

_________________________________________________________

Sabato 1 ottobre, alle ore 20.00, al Duomo di Napoli, per la stagione 2016-2017 del Teatro di San Carlo, concerto del Coro e dell’Orchestra del Teatro di San Carlo

Programma

Gaetano Manna: Cantata per la traslazione del sangue del Glorioso San Gennaro per soli, coro e orchestra

Ingresso libero fino ad esaurimento posti
_________________________________________________________

Sabato 1 ottobre, alle ore 20.30, presso il Museum Shop (largo Corpo di Napoli, 3), per “Musica nel Corpo di Napoli”, concerto di Pina Cipriani dal titolo “Napolinscena”.

In programma canzoni della tradizione napoletana antica e moderna

Costo del biglietto: 10 Euro (comprensivo di degustazione)
_________________________________________________________

Domenica 2 ottobre, alle ore 10.30, con repliche alle ore 11.30 e alle ore 12.30, al Museo Diocesano (Largo Donnaregina), Tableaux vivants dall’opera di Michelangelo Merisi, accompagnati dalle musiche di Mozart, Vivaldi, Bach e Sibelius

Costo del biglietto (cumulativo con la visita al Museo Diocesano)
Intero: 10 Euro
Ridotto gruppi: 8 Euro
Ridotto giovani: 6 Euro (dai 7 ai 18 anni)
Gratis fino a 6 anni

Info e prenotazioni: 081 5571365
_________________________________________________________

Domenica 2 ottobre, alle ore 11.30, presso Gallerie d’Italia – Palazzo Zevallos Stigliano (via Toledo, 185), per il ciclo “I suoni della storia 1916 Musiche dal naufragio”, Mauthausen 1915–’18, concerto del minimoEnsemble, formato da Daniela del Monaco (contralto) e Antonio Grande (chitarra), con la partecipazione di Enzo Salomone (voce recitante)
Ricerche storiche e progetto a cura di Beniamino Cuomo

Programma

A. Califano – E. Cannio: ‘O surdato ‘nnammurato

O. Spadaro: Ninna nanna delle dodici mamme

S. Gambardella – G. Ottaviano: ‘O marenariello

G. Capurro – E. Di Capua: ‘O sole mio

P. Brumana: Valzer Mauthausen (chitarra)

T. Cottrau: Santa Lucia

E. A. Mario: La serenata del cuoco

V. Bellini (attr.): Fenesta ca lucive

E. A. Mario: Presentimento

Anonimo: E anche al mi marito tocca andare (filastrocca)

E. De Curtis – G. De Curtis: Torna a Surriento

Costo del biglietto: 5 Euro
_________________________________________________________

Domenica 2 ottobre, alle ore 12.30, nella chiesa di S. Maria del Soccorso all’Arenella (piazza Arenella, 4), concerto del soprano Filomena Scala, accompagnato all’organo da Keith Goodman

Programma

G. B. Pergolesi: Salve Regina (rev. Giovanni Borrelli)

Ingresso libero
_________________________________________________________

Domenica 2 ottobre, alle ore 18.00, a Villa Pignatelli, concerto inaugurale della stagione della Fondazione Pietà de’ Turchini dal titolo “Trumpet Stravaganza”, con la partecipazione dell’Ensemble Concerto de’ Cavalieri, diretto da Marcello Di Lisa e di Andrea di Mario (tromba barocca).

In programma musiche di Corelli, Albinoni, Vivaldi, Torelli, Händel

Ingresso libero
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

25 settembre, 2016 Posted by | Agenda Eventi, Associazione "A. Scarlatti", Associazioni Musicali, Campania, Concerti, Fondazione Pietà dei Turchini, Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Musica Lirica, Napoli, Opera, Palazzo Venezia, Regioni, Sale da concerto, Teatri, Teatro San Carlo, Villa Pignatelli | , , , , , , , , | Lascia un commento

La rassegna “Organi Storici della Campania” chiude con un maestoso omaggio alla scuola francese da parte del maestro Vincenzo De Gregorio

Il recupero del concerto di monsignor Vincenzo De Gregorio nel Duomo di Napoli, slittato per motivi tecnici, dovuti ad un fulmine che aveva messo fuori uso la centralina elettrica dell’organo, ha chiuso la rassegna “Organi Storici della Campania”, organizzata dall’Associazione Alessandro Scarlatti.
Il celebre organista ha presentato un programma prevalentemente rivolto al repertorio francese, apertosi però con un omaggio a Franz Liszt nel bicentenario dalla nascita.
E’ molto probabile che il soggiorno parigino dell’autore ungherese, risalente agli anni dell’adolescenza, abbia lasciato anche ricordi legati all’organo, sviluppati però in un secondo momento, con il conforto di approfondimenti e studi personali, in quanto quasi tutti i brani, scritti per harmonium, datano dal 1861 in poi.
Quelli proposti nel recital comprendevano Der Papst hymnus S.261 (1863), sul tema composto dall’austriaco Viktorin Hallmayer nel 1857, che fu l’inno del Vaticano fino al 1950, quando venne sostituito dalla Marcia Pontificale di Gounod, Évocation à la Chapelle Sixtine S.658 (1862), dove rivivevano gli echi del Miserere di Allegri e dell’Ave Verum di Mozart e Angelus! Prière aux anges gardiens, S.672c (1877), caratteristico per la suggestiva descrizione del fruscìo di ali posta all’inizio ed alla fine del pezzo.
Da brani pensati per harmonium, a composizioni della gloriosa scuola transalpina, concepite per i monumentali Cavaillé-Coll, partendo da Alexandre Guilmant (1837-1911), figura prestigiosa legata al rinnovamento del movimento organistico dell’Ottocento, per la sua attività che lo vide eccellere anche come interprete, docente e musicologo.
Nonostante ciò, oggi la sua fama risulta abbastanza offuscata, ed è un vero peccato, se pensiamo che pezzi di straordinaria intensità quali Communion (creato per accompagnare i fedeli durante la Comunione) o Marche funèbre e Chant seraphique, grandioso affresco che fa riferimento al Giudizio Universale, si ascoltano molto raramente.
Sicuramente più conosciuto, anche se non per il suo decisivo apporto alla letteratura organistica, César Franck (1822-1890), belga trapiantato in Francia, del quale è stato eseguito un piacevole Andantino (1889), di chiara matrice pianistica ed il Corale n. 1 in mi minore, primo dei Tre corali scritti nel 1890, che rappresentano, nel loro complesso, una sorta di testamento spirituale dell’autore.
Chiusura con Litanies, op. 13 di Jehan-Ariste Alain (1911-1940), del quale si celebra il centenario della nascita.
Caduto sul fronte francese durante l’ultimo conflitto mondiale, proveniva da una famiglia di grandi tradizioni musicali, con il padre Albert compositore ed organista di ottimo livello e la sorella minore, Marie-Claire (1926), tuttora vivente, che va annoverata fra gli organisti più celebri del Novecento, per non parlare degli altri due fratelli, Marie-Odile (1914-1937) e Olivier (1918-1994), soprano e pianista la prima e compositore, organista e musicologo il secondo.
Il brano proposto, risalente al 1937, rappresenta uno dei pezzi più conosciuti del suo repertorio e si basa sulla ripetizione quasi ossessiva di un motivo di impetrazione (non a caso, il primo titolo pensato da Alain era Supplications), con ritmi che attingono anche al jazz e sembrano a tratti appartenere agli anni ’70.
Veniamo, quindi, al protagonista della serata, Vincenzo De Gregorio, che solo da qualche anno ha ricominciato ad esibirsi in concerti pubblici, dopo una lunga pausa dovuta ai suoi innumerevoli impegni istituzionali, fra i quali ricordiamo il lungo e proficuo mandato come direttore del Conservatorio di Napoli nel periodo 2000-2008.
Un ritorno che fa sicuramente bene all’intero movimento organistico cittadino, in quanto grazie alla sua vasta esperienza, il maestro è in grado di proporre recital che non solo vivono sulla sua indiscutibile bravura, ma su programmi molto ben strutturati, pensati specificatamente per le caratteristiche dell’organo suonato in quel momento, avvalendosi inoltre di brevi ed esaurienti spiegazioni relative ai brani eseguiti, ovvero quanto di meglio ci si potesse attendere nell’ambito della conclusione di una rassegna breve ma molto interessante.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

1 luglio, 2011 Posted by | Associazione "A. Scarlatti", Concerti, Musica classica, Napoli, Organisti | , , , , , , , | Lascia un commento

Domenica 26 giugno la rassegna “Organi Storici della Campania” chiude con il concerto di Vincenzo De Gregorio

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Domenica 26 giugno, alle ore 19.30, in Duomo, si chiude la rassegna “Organi Storici della Campania”, organizzata dall’Associazione Alessandro Scarlatti, con il recupero del concerto di Vincenzo De Gregorio, annullato a seguito dei danni subiti dallo storico organo della Cattedrale, colpito da un fulmine durante un temporale alla fine di maggio.
La storia dell’organo del Duomo risale al 1545 quando il cardinale Farnese fece collocare un primo strumento, opera di De Palma, al di sopra del pulpito.
Sul lato opposto, al di sopra del trono marmoreo, fu costruito un altro strumento, nel 1652 per opera degli organari napoletani Pompeo e Martino De Franco.
Tali strumenti furono sostituiti nel 1767 da due organi “gemelli” costruiti da Fabrizio Cimino, cui si aggiunse, nel 1782 un organo corale, opera di Francesco Cimino, per meglio sostenere il canto dei canonici.
Nel 1843, l’organaro veneto Quirico Gennari costruì un nuovo organo sulla cantoria sovrastante il trono marmoreo, dotato di 32 registri.
L’altro organo Cimino rimase praticamente intatto (sia pur in stato di abbandono) fino al 1931, anno in cui l’organaro cremonese Giuseppe Rotelli unificò i tre organi preesistenti in un unico strumento, completamente elettrificato nel 1963.
Le nuove esigenze degli spazi celebrativi, richiamate dalla riforma liturgica conseguente il Concilio Vaticano II e il degrado dello strumento nel frattempo intervenuto, avevano reso urgente il restauro dei tre corpi d’organo e la diversa collocazione di quello posto alle spalle dell’altare maggiore. L’intervento iniziato durante l’episcopato del Cardinale Michele Giordano e continuato e concluso dal Cardinale Crescenzio Sepe, ha comportato il restauro radicale dei due corpi sonori, collocati al di sopra del pulpito e del trono marmoreo, e la creazione del terzo corpo sonoro interamente nuovo costituito da uno strumento autonomo a trasmissione meccanica, collocato nel transetto della Cappella di S. Aspreno, dove canta il coro che anima le liturgie e guida l’assemblea.

Il concerto è gratuito.

_______________________________________________________________________________________

Programma

Franz Liszt (1811 – 1886)
Der Papst hymnus
Evocation à la Chapelle Sixtine
Angelus

Alexandre Guilmant (1837 – 1911)
Communion
Marche funèbre e Chant seraphique

César Franck (1822 – 1890)
Andantino
Corale n. 1 in mi maggiore

Jehan Alain (1911 – 1940): Litanies, op. 13

Vincenzo De Gregorio

Nato in Capri, allievo di Emilia Gubitosi, ha compiuto gli studi organistici con A. Santini ed E. Marchetti e quelli di Composizione con A. Di Martino e V. Tosatti.
Insegnante nel Conservatorio di Napoli, ha diretto il Conservatorio di Avellino per 11 anni e dal 2000 al 2008 il San Pietro a Majella di Napoli.
Ha suonato in festival e rassegne in molti paesi europei ed ha collaborato come organista con l’Orchestra Scarlatti della Rai e con quella del teatro di San Carlo con i direttori: Franco Caracciolo, Peter Maag, Pierlugi Urbini, Piero Bellugi, Massimo Pradella.
Dopo essere stato per lungo tempo organista della Basilica di S. Chiara, è organista e maestro di Cappella del Duomo di Napoli nonché Abate Prelato della Real Cappella del Tesoro di San Gennaro.
Ha fondato e dirige il Coro di Canto Gregoriano della Basilica di S. Maria Maggiore della Pietrasanta in Napoli.
Dal 2010 è il Consulente per la musica dell’Ufficio Liturgico Nazionale della Conferenza Episcopale Italiana.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

23 giugno, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Associazione "A. Scarlatti", Musica, Musica classica, Napoli, Organisti | , , , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: