MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Dal 2 al 6 luglio una settimana ricca di musica al Conservatorio di Avellino con la chiusura di “All’ombra del Castello” e la rassegna “Contaminazioni Jazz”

Layout 1Dopo aver incontrato l’Orchestra di Fiati del Conservatorio, la fisarmonica di Giuliana Soscia e la voce di Marina Bruno nello spettacolo “Le Due Americhe” e l’Euphonium Quartet e la Brass Band del Conservatorio Cimarosa, l’ultima serata di “All’ombra del Castello”, martedì 2 luglio, sarà dedicata interamente a Verdi in occasione del bicentenario della nascita, con lo spettacolo VERDI S’AMUSE! diretto da Massimo Testa, per la regia di Giuseppe Sollazzo.
Fantasia musicale di una sera d’estate per presentare scene tratte dalle più importanti opere del repertorio verdiano con i solisti e il coro del laboratorio lirico, nato da un progetto del Conservatorio, che ha visto la collaborazione delle classi di Canto, di Arte Scenica, Accompagnamento pianistico, Esercitazioni Corali, Esercitazioni Orchestrali, Letteratura Italiana, M° Sostituto e Korrepetitor.

Conclusa la rassegna musicale, dal 3 al 6 luglio, alle 19.30, avrà luogo, presso il Conservatorio di Avellino, il Festival Contaminazioni Jazz giunto alla sua seconda edizione.
La kermesse mostrerà in quattro serate l’effetto della fusione di più generi musicali con il Jazz, appunto, sottolineando quella contaminazione originata dalla comunicazione tra sensibilità diverse che si verifica anche attraverso i secoli.
Come spiega Pino Jodice nella presentazione della manifestazione: “Un incontro musicale tra popoli, tra culture, è, quindi, un modo per creare una grande opportunità di scambio, di crescita e di diffusione delle proprie identità culturali che va affrontato nell’ottica del superamento e dell’integrazione delle “barriere delle frontiere” culturali, per dar vita ad un percorso comune. Un viaggio artistico e, dunque, spirituale, colmo di sorprese, le cui coordinate creativo- espressive navigano tra globalità, storicità, contemporaneità, multiculturalità, multimedialità, per una più intensa, cosciente e vibrante umanità”.

Ospiti di livello internazionale per un’occasione davvero speciale da Giancarlo Schiaffini, una cinquantennale pregevole esperienza nel Jazz come compositore, trombonista e tubista, entrato tra le voci della Biographical Encyclopedia of Jazz e nell’Enciclopedia della Musica Utet/Garzanti, a Giuliana Soscia, compositrice e fisarmonicista, insignita fra l’altro del XXXV Premio Personalità Europea in Campidoglio, a Rocco Zifarelli, chitarrista jazz membro della Orchestra di Santa Cecilia a Roma e collaboratore di Ennio Morricone, a Emanuele Smimmo, batterista jazz, che ha collaborato con una moltitudine di artisti di fama internazionale, a Francesco Nastro, pianista e docente presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli.
Padroni di casa, insieme a Pino Jodice, pianista e docente di Composizione Jazz al Conservatorio Cimarosa di Avellino e vincitore di prestigiosi premi in Italia e all’estero, Giuseppe Di Capua, pianista e docente di Teoria, Ritmica e Percezione e di diverse altre materie tra cui Acustica e psicoacustica e Pratica della notazione antica e contemporanea e Salvatore Santaniello, sassofonista e docente di Musica Jazz.
Tutte personalità di spicco nel panorama jazzistico internazionale.
La prima serata, mercoledì 3 luglio, alle 19.30, presenterà l’incontro tra il Rock e il Jazz, con l’esecuzione di brani di Hancock, Adderley, Pastorius, Metheny, Shorter e Scofield proposta dagli allievi della classe di Jazz del Conservatorio e con il concerto “Il Rock incontra il Jazz” eseguito da Rocco Zifarelli (chitarra elettrica), Antonio De Luise (basso elettrico) e Lorenzo Petruzziello (batteria).
Giovedì 4 luglio, alle 19.30, a incontrare il Jazz sarà la Musica Classica, con l’esecuzione di brani di Bach, Carmen-Rachmaninoff, Berlin, Gershwin, Fauré, Debussy da parte degli allievi della classe di Jazz e con il concerto “Two Piano- Improvvisando su Bach, Brahms e Liszt” eseguito da Giuseppe Di Capua e Francesco Nastro.
Venerdì 5 luglio, alle 19.30, sarà l’America Latina a incontrare il Jazz.
Gli allievi della classe di Jazz, per questa serata, eseguiranno brani di Henderson, Jobim, Hubbard, Gismonti, Pascoal, Corea.
Seguirà il Concerto “Il Tango da Napoli a Buenos Aires” eseguito da Giuliana Soscia e Pino Jodice Quartet con Francesco Angiuli al contrabbasso e Emanuele Smimmo alla batteria.
Sabato 6 luglio, alle 19.30, per finire, ciascun allievo del corso di composizione Jazz sarà chiamato a dirigere la Cimarosa Jazz Orchestra in una propria composizione; mentre la CJOrchestra, diretta e arrangiata da Pino Jodice, eseguirà brani di Davis e Evans.
Special Guest della serata Giancarlo Schiaffini.

Alle serate del festival saranno affiancate giornate di studio con il seminario di Chitarra Jazz moderna di Rocco Zifarelli, il 3 luglio, dalle 11.00 alle 14.00; il seminario di Batteria Latin-Jazz di Emanuele Smimmo, il 4 luglio dalle 11.00 alle 14.00 e il seminario “L’improvvisazione non si improvvisa” di Giancarlo Schiaffini, dalle 15.00 alle 18.00.

Per info
Ufficio Stampa
3935837525

________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Annunci

1 luglio, 2013 Posted by | Agenda Eventi, All'ombra del castello, Avellino, Campania, Concerti, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Giuseppe Verdi, Italia, Jazz, Musica, Musica da camera, Musica Lirica, Pianisti, Regioni | , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Lunedì 1 e martedì 2 luglio ultimi due appuntamenti con la rassegna “All’ombra del Castello” organizzata dal Conservatorio di Avellino

Locandina All'ombra del Castello 2013Lunedì 1 Luglio 2013, alle ore 18.30, “All’ombra del Castello” proporrà, nel cortile interno del Cimarosa, un’altra splendida serata all’insegna del ritmo con gli “Euphonium quartet” e “Brass Band” del Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino.
Gli “Euphonium Quartet”, con Giovanni Aiezza, Giuliano Cerbarano, Mauro Verrillo, Luigi Izzo e “Brass Band” con le trombe di Emanuele Del Prete, Michelangelo Gallinella, Domenico Longo, Saverio Ferraro, Emiliano Martino, Angelo D’Alessio, Antonio Franzese, Luigi Pellegrino, Vincenzo Di Nuzzo; i tromboni di Mauro Verrillo, Gennaro Cibelli, Umberto Marro; l’eufonio di Giuliano Cerbarano, Gaetano De Caro; le tube di Giuseppe Petrillo, Luigi Izzo; la batteria di Daniele Verrillo, direttore Giovanni Aiezza, eseguiranno musiche di: Ito Yasuhide, K. Jenkins, G. Verdi, D. Ionel, J. Zituik, T. Hutchinson, J. De Haan, A.Waignein, Bob Thiele , Claude François e Paul Anka.
Anche se il tempo non sta concedendo serate clementi, finora i concerti si sono regolarmente svolti nell’Auditorium Vincenzo Vitale, ma ci si augura che per i prossimi due appuntamenti si possa godere delle serate estive all’aperto all’insegna della buona musica.
Così martedì 2 luglio sarà la volta, a partire dalle ore 20.30, di uno spettacolo articolato dedicato al bicentenario verdiano.
In “VERDI S’AMUSE!” i solisti e il Coro del Laboratorio Lirico Verdiano e l’Orchestra sinfonica del Conservatorio D. Cimarosa rappresenteranno, attraverso una fantasia musicale, una selezione di scene tratte dalle più importanti opere del repertorio verdiano tra cui: Nabucco, Rigoletto, Il Trovatore, La Traviata, Un Ballo In Maschera, Macbeth, Don Carlos, Aida, Otello, Falstaff.
Maestro del Coro è Virgilio Agresti, la direzione musicale è affidata a Massimo Testa e la drammaturgia e regia sono curate da Giuseppe Sollazzo.
Hanno collaborato alla realizzazione dello spettacolo le classi di Canto dei Maestri: Anselmi, Baiano, Natale, Tizzani e Turco.
Il Laboratorio Lirico Verdiano del Conservatorio, nato quest’anno in occasione della celebrazione dell’anniversario del musicista, è finalizzato allo studio, all’approfondimento e alla realizzazione scenica del melodramma nell’ottica di un migliore approccio alla professione, quindi ha interessato tutte le figure che concorrono alla rappresentazione di un opera.
Grazie a un intenso lavoro di concertazione di scene d’opera, sotto la cura del direttore d’orchestra Massimo Testa e del regista Giuseppe Sollazzo, ha preso vita lo spettacolo “VERDI S’AMUSE!”, con scene tratte dalle più importanti opere di Verdi accompagnate dalla lettura di lettere originali, che condurrà per mano il pubblico nelle atmosfere verdiane, tra un sorriso e un trascinante momento musicale.
La settimana però si presenta ricchissima di impegni per il Cimarosa.
Dopo la due giorni dedicata alla rassegna “All’ombra del Castello”, prenderà subito il via Il Festival Contaminazioni Jazz II edizione, che dal 3 al 6 luglio porterà in scena quattro spettacoli di assoluto pregio per gli amanti del genere, con ospiti di rilievo come Rocco Zifarelli, cui saranno affiancati momenti di approfondimento pomeridiani e il cui programma è già consultabile sul sito www.conservatoriocimarosa.org.

per info
Ufficio Stampa
3935837525

________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

29 giugno, 2013 Posted by | Agenda Eventi, All'ombra del castello, Avellino, Campania, Concerti, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Musica Lirica, Regioni | , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: