MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Martedì 16 maggio la stagione IAAM propone il trio Coppola-d’Esposito-Iaccarino a Palazzo Carafa di Maddaloni


Martedì 16 maggio, alle ore 19.00, presso il Palazzo Carafa di Maddaloni (via Maddaloni, 6 – Napoli), nell’ambito della rassegna “MusicAscolto in Salotto”, organizzata dall’ Associazione IAAM, “Musica in trio” con la partecipazione di Catello Coppola (flauto), Antonino d’Esposito (viola), Aniello Iaccarino (pianoforte).
L’insolito trio composto da flauto, viola e pianoforte ci accompagnerà durante la serata attraverso i secoli con musiche di vari autori, che permetteranno di scoprire le sonorità tipiche dei tre strumenti.
Ad aprire il concerto sarà proposta una sonata di C.Ph. Bach per flauto e pianoforte, i due strumenti, poi, saranno accompagnati dai suoni caldi della viola per il resto del repertorio.
Alla fine del concerto, come sempre, gli spettatori potranno unirsi ai musicisti nella splendida biblioteca, dedicata al compositore napoletano Mario Pilati, per un ricco aperitivo all’insegna della giovialità e dello scambio.

Programma

C. Ph. E. Bach: Hamburger Sonata in sol maggiore

C. Lefebvre: Ballade

J. Ibert: Deux Interludes

B. Martinů: Trio

Contributo: 10 euro

Per maggiori info
cell.: 3454317836
eventi@iaam.it
www.iaam.it
fb: iaam

________________________________________________________

Annunci

12 Mag, 2017 Posted by | Agenda Eventi, Associazione IAAM, Associazioni Musicali, Campania, Concerti, Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Napoli, Palazzo Carafa di Maddaloni, Regioni, Sale da concerto | , , , , , , , , | Lascia un commento

Mercoledì 30 novembre il Duo “Sein und Zeit” ospite dei Concerti di Autunno

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Mercoledì 30 novembre, alle ore 20.30, nuovo appuntamento con la rassegna “Concerti di Autunno” 2011, promossa dalla Comunità Evangelica Luterana di Napoli con la direzione artistica di Luciana Renzetti.
In programma presso la Chiesa Luterana di via Carlo Poerio in Napoli, il concerto del Duo “Sein und Zeit” formato da Danilo Squitieri, violoncellista dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, e Fiorenzo Pascalucci, affermato pianista in campo nazionale ed estero.
Il programma della serata propone tre interessanti pagine di autori contemporanei dell’Est Europa: “Suite Italienne” di Igor Stravinskij, “Variazioni su un tema di Rossini” di Bohuslav Martinů e la “Sonata in sol minore op.19” di Sergej Rachmaninov.

Prossimo concerto della Comunità Evangelica Luterana, mercoledì 7 dicembre, evento che chiude la rassegna “Concerti di Autunno” 2011.
Sul palco, Francesco Di Donna al pianoforte e Luca Signorini, primo violoncello del Teatro di San Carlo, impegnati nell’esecuzione di brani di Fauré, Debussy e Franck.

Ingresso libero

Ufficio Stampa
Paolo Popoli
tel.: 329.6197910
email: paolopopoli@gmail.com

Comunità Evangelica Luterana
Chiesa: Via Carlo Poerio, 5 – Napoli
Ufficio: Largo Terracina, 1 – Napoli
Tel +39-081-66-3207
Fax +39-081-660909
email: info@lutero.org

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

29 novembre, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Chiesa Luterana, Musica, Musica classica, Musica da camera, Napoli, Prima del concerto | , , , , , , , , , | Lascia un commento

Sabato 26 novembre l’ “Autunno Musicale” della Nuova Orchestra Scarlatti dedica il suo spazio al Novecento

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Sabato 26 novembre, alle ore 19.00, nel Museo Diocesano di Napoli (Largo Donnaregina), nuovo appuntamento con l’Autunno Musicale della Nuova Orchestra Scarlatti intitolato “Rhapsody”.
Una rapsodia di accenti diversi, legati da un filo di suggestioni comuni, dalle luci di Broadway al jazz che incontra le forme classiche in pagine del ‘900 musicale più felice e comunicativo: il Gershwin dei Preludi (il primo con i suoi ritmi latini, il secondo, «una specie di ninna nanna blues», il terzo con il suo sincopato nutrito all’ombra di Debussy), e poi anche il Gershwin di I Got Rhythm, elettrizzante araldo della ‘Swing Era’, e della avvolgente malinconia ‘blues’ di The Man I Love; l’ironia infantile – fiorita tra i fuochi della Prima Guerra mondiale – dei pezzi facili di Stravinskij, proposti in un’originale trascrizione che offre gli stessi allegri e contrastanti colori dell’Histoire du soldat (non mancano una Polka che evoca il mondo dei Ballets Russes di Diaghilev, uno scarnificato Valse alla Satie, una Napolitana al ritmo di tarantella).
A Stravinskij fanno eco le miniature musicali di Bohuslav Martinů, aperte dalla malizia ‘belle époque’ di uno Shimmy.
Martinů (1890-1959) è un musicista ceco tra i più prolifici e interessanti del XX secolo, trapiantato prima nella Parigi degli anni ’20, poi negli Stati Uniti tra le due guerre; in lui l’umore stravinskiano si colora di una vivacità e di una spontaneità di accenti che attinge anche alle radici della musica popolare centroeuropea.
La spontaneità è un credo poetico per Martinů, che vi aderisce con una partecipazione creativa, e anche una profondità, degne di un Bartók: cose che ritroveremo in una delle sue invenzioni più originali, dal singolare ensemble, il Quartetto per clarinetto, corno, violoncello e tamburo piccolo, nato nella primavera del 1924.
Il Quartetto esordisce con un tema danzante del clarinetto sul ritmo militaresco del tamburo nell’Allegro moderato, prosegue con la suggestione arcaica del recitativo del violoncello nel Poco andante, e si chiude con una festa popolare di poliritmie (5/8, 4/8, 6/8, 3/8 …) al rullo di tamburo.
Un programma del genere non poteva concludersi che con la Rhapsody in Blue di Gershwin, celebratissima icona sonora del ‘900, fin dall’indimenticabile glissando del clarinetto; una pagina fortunata (anch’essa del 1924), di cui l’autore stesso diceva: «Ho costruito la Rapsodia come una specie di caleidoscopio musicale dell’America, con il nostro miscuglio di razze, il nostro favoloso brio nazionale, i nostri blues, la nostra follia metropolitana …»
Interprete della Rhapsody è il napoletano Enrico Fagnoni, riconosciuto come uno fra i più dotati e poliedrici pianisti della sua generazione.

I biglietti, del costo di Euro 14.00, sono acquistabili presso il botteghino del Museo Diocesano da un’ora prima del concerto e presso le abituali prevendite

Nuova Orchestra Scarlatti
tel/fax 081.410175
info@nuovaorchestrascarlatti.it
www.nuovaorchestrascarlatti.it
Ufficio stampa
Luisa Maradei (333.5903471)

_______________________________________________________

Programma

G. Gershwin: Tre preludi

I. Stravinskij: Balalaika, Polka, Valse, Napolitana, Galop

B. Martinů: Shimmy, Chanson, Waltz

G. Gershwin
The Man I Love
I Got Rhythm

B. Martinů: Quartetto per clarinetto, corno, violoncello e tamburo piccolo

G. Gershwin: Rhapsody in Blue per pianoforte e orchestra

voce: Maria Sole Gallevi
clarinetto: Gaetano Russo
corno: Luca Martingano
violoncello: Manuela Albano
tamburo: Domenico De Marco

Nuova Orchestra Scarlatti
direttore: Francesco D’Ovidio
pianoforte: Enrico Fagnoni

_______________________________________________________

Autunno musicale 2011 della Nuova Orchestra Scarlatti – Prossimi appuntamenti

Sabato 3 dicembre, ore 11.30/17.00/19.00 – TABLEAUX VIVANTS
Caravaggio e i Caravaggeschi
musiche di Durante, Pergolesi, Scarlatti e al.
TEATRI 35
NUOVA ORCHESTRA SCARLATTI

Sabato 10 dicembre, ore 19.00 – BENVENUTI AL SUD Film Concerto
musiche di Scipione, Bacalov, Morricone, Rota e al.
NUOVA ORCHESTRA SCARLATTI
direttore Giuseppe Lanzetta
_______________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

21 novembre, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Concerti, Musica, Musica classica, Napoli | , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

I “Pomeriggi in Concerto” di Napolinova propongono a sorpresa il duo formato da Catello Coppola e Aniello Iaccarino

Il secondo appuntamento dei “Pomeriggi in Concerto” di Napolinova, che hanno luogo nella “Sala delle Conferenze” del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, doveva essere dedicato al saggio conclusivo del Master di violoncello, ma problemi di natura organizzativa hanno fatto slittare l’evento.
A questo punto Alfredo de Pascale, direttore artistico della rassegna, non volendo annullare il concerto e privare così il pubblico dei napoletani di una delle pochissime occasioni di ascoltare musica in un periodo morto come quello attuale, ha pensato bene di invitare il duo formato da Catello Coppola (flauto) e Aniello Iaccarino (pianoforte).
I due giovanissimi interpreti hanno affrontato brani prevalentemente del Novecento, iniziando con la Sonata per flauto e pianoforte del ceco Bohuslav Martinů (1890-1959).
Scritta nel 1945, in un particolare momento della vita dell’autore che, esule negli Usa, era fortemente indeciso se rimanere lì, ritornare nella sua patria o prendere qualche altra strada, venne dedicata a George Laurent, all’epoca primo flauto della Boston Symphony Orchestra.
Tipica dello stile di Martinů, la Sonata si caratterizza, tra l’altro, per il movimento conclusivo (Allegretto poco moderato), il cui motivo deriva dal verso di un uccello notturno, il Caprimulgus vociferus, ascoltato dal compositore a Capo Cod nel Massachusetts dove risiedeva per una breve vacanza.
Dopo un salto all’indietro, con la Sonata in do minore, opera giovanile di Gaetano Donizetti (1797-1848), è stata la volta di Vocalise di Sergej Rachmaninov (1873-1943), posta a chiusura delle Quattordici liriche per voce e pianoforte, op. 34 (1915).
Il suo lirismo ha finito per oscurare il resto della raccolta, facendo sì che Vocalise fosse oggetto di numerose versioni, fra le quali anche una per flauto e pianoforte.
Il recital è terminato con la Sonatina di Eldin Burton (1913-1979), arrangiamento per flauto e pianoforte di un pezzo pianistico da lui composto come esercizio, quando era studente alla Juilliard School.
Il brano si aggiudicò nel 1948 una rassegna organizzata dal New York Flute Club, che aveva come premio la pubblicazione della composizione vincitrice a cura dell’editore Schirmer e, grazie a questo, risulta ancora in repertorio, unico nell’ambito della produzione, abbastanza scarna, del musicista statunitense.
Alcune considerazioni, ora, sugli interpreti, il flautista Catello Coppola ed il pianista Aniello Iaccarino, a cominciare dalla loro capacità di concepire, in tempi brevissimi, un programma insolito e ricco di brani di raro ascolto.
Una peculiarità confermata anche nel bis, rivolto a Aria di Otar Taktakishvili (1924-1989), autore a noi completamente sconosciuto, che però ha rappresentato una delle figure di maggior prestigio della musica georgiana del Novecento, avendo ottenuto numerosi premi, scritto l’inno del suo paese ed essendo anche stato eletto Ministro della Cultura.
Ma, oltre a proporre un panorama poco frequentato di buona musica del Novecento, i due esecutori hanno evidenziato elevata bravura e buon affiatamento, per cui si può dire che la scelta effettuata da Alfredo de Pascale si sia dimostrata vincente, e chi non è venuto, perché poco attratto dal violoncello, ha perso sicuramente una grande occasione per poter apprezzare due giovani talenti.
La rassegna proseguirà domenica 17 luglio, come da programma generale, con il tenore Delfo Menicucci e i partecipanti al suo Master Internazionale di Canto e Tecnica Vocale.

Marco del Vaglio

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

14 luglio, 2011 Posted by | Musica classica, Musica da camera, Napoli | , , , , , , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: