MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Mercoledì 17 dicembre l’Associazione Alessandro Scarlatti ospita il concerto natalizio dell’Ensemble Vocale di Napoli

Logo Associazione Scarlatti 2014-2015
Mercoledì 17 dicembre, alle ore 21, nell’Auditorium di Castel Sant’Elmo per il concerto di Natale la Associazione Alessandro Scarlatti ospita l’Ensemble Vocale di Napoli, diretto da Antonio Spagnolo.

Nato nel 1983, l’Ensemble Vocale di Napoli testimonia con i suoi tre decenni di attività – ha appena festeggiato i 30 anni dalla fondazione – l’impegno e la passione profusi da un gruppo di musicisti, studenti e professionisti nel percorso verso la realizzazione di un progetto: studiare e approfondire con impegno professionale e cura degli aspetti tecnici e filologici il vastissimo materiale della musica corale. Percorso che ha portato l’Ensemble a diventare una importante realtà artistica della nostra città.

Uno dei temi conduttori della stagione concertistica 2014/2015 della Associazione Alessandro Scarlatti è stato dedicato alla grande musica corale: dopo il successo del concerto inaugurale del Coro dell’Accademia di Santa Cecilia, in febbraio un concerto interamente dedicato ai Mottetti di Bach sarà eseguito dal Coro della Radio Svedese.
In questo filone si inserisce quindi il concerto natalizio dell’Ensemble Vocale di Napoli, che e si presenta con un organico di più di 40 voci in un programma che prevede suggestivi brani a cappella di autori del Novecento e il tradizionale “Silent night, Holy night” di Franz Grüber.

Costo del biglietto

Platea I settore: 25 Euro
Platea II settore: 20 Euro
Platea III settore
Intero: 15 Euro
Giovani: 8 Euro
Last minute: 3 Euro (giovani al di sotto dei 25 anni, biglietti messi in vendita un’ora prima del concerto)

Per informazioni:
www.associazionescarlatti.it; info@associazionescarlatti.it
Infoline: 081 406011

_________________________________________________________

Programma

Mercoledì 17 dicembre, ore 21.00 – Auditorium di Castel Sant’Elmo
Ensemble Vocale di Napoli
direttore, Antonio Spagnolo

Frank Martin (1890 – 1974): Messa per doppio coro a quattro voci

John Tavener (1944 – 2013)
The lamb
Today the virgin

Franz Grüber (1787-1863): Silent Night (elaborazione Jakub Neske)

Karl Jenkins (1944): Mottetti per coro a cappella
Cantate Domino
Laudamus Te
Ave Maria
Lullay
Exsultate jubilate

Branko Starc (1954): Omnes gentes plaudite manibus

Ensemble Vocale di Napoli – 30 anni di storia
Costituito nel 1983, svolge un’intensa attività concertistica, frutto di una costante ricerca vocale ed esecutiva.
Alla letteratura musicale antica si affianca l’esplorazione di pagine significative del repertorio corale, tra l’età barocca e la produzione musicale contemporanea a cappella.
L’Ensemble ha collaborato con diverse formazioni strumentali per la realizzazione di opere del repertorio corale in stile concertato.
Ha partecipato, riscuotendo univoci consensi, a importanti rassegne e concorsi nazionali ed internazionali quali la Rassegna internazionale di Canto Corale di Alghero (primo premio nel 1991 e nel 1992).
Vincitore del XII Concorso nazionale Guido D’Arezzo (1995), l’Ensemble ha al suo attivo varie incisioni discografiche (Fonit Cetra, Fonè, Opus111, Niccolò) e prestigiose collaborazioni con il Maestro Roberto De Simone ed il Maestro Antonio Florio.
Ha pubblicato per la Niccolò un’inedita raccolta di madrigali di Scuola Napoletana dal titolo “Spesso gli lego” e un disco di Balli e Villanelle coll’Ensemble Strumentale “Il Labirinto”.
E’ stato diretto in importanti produzioni da S. Accardo (“Così fan tutte” di W.A.Mozart), R. Clemencic (Mottetti di Pergolesi), P. Maag (“Requiem” di Mozart ”Passione secondo San Giovanni“ di Bach), M. Pradella (Gloria di Vivaldi), Vladimir Spivakov (Messa dell’Incoronazione di W. A. Mozart).
Ha preso parte alle Stagioni concertistiche della Rai di Napoli (1987-1990-1991), dell’Associazione Alessandro Scarlatti di Napoli (nel 1988 e dal 1996 al 2008 ), del Centro di Musica Antica della Pietà de turchini (2000-2001-2002) e dello Sferisterio di Macerata (1998).
Nel dicembre 1998 ha partecipato alla produzione del Requiem di Mozart con l’orchestra “I Cameristi del Teatro della Scala” diretti dal M° Gaetano Cuccio.
Ha realizzato per il “Maggio dei Monumenti” a Napoli importanti produzioni negli anni 2000 – 2001 2002 – 2003 – 2004, tra esse lo “Stabat Mater a 10 voci” per soli, coro e basso continuo di Domenico Scarlatti e la “Messa di S. Cecilia” per soli, coro ed orchestra di Alessandro Scarlatti.
Nel Giugno 2003 è stato ospite delle celebrazioni nel Duomo di Milano, in occasione dei 600 anni della Cappella Musicale, eseguendo, in due concerti, il “Miserere” di Leonardo Leo e la “Missa pro Defunctis” di Alessandro Scarlatti insieme a pagine significative della musica sacra di F. Poulenc e
B. Britten. E’ del luglio 2006 la partecipazione in Vaticano alla Celebrazione del 500° Anniversario della posa della prima pietra della Basilica di San Pietro con la prima esecuzione assoluta dell’Oratorio per soli,
coro e orchestra “Petros Eni” di Antonio Pappalardo nella Basilica di San Pietro, Città del Vaticano. Ha partecipato inoltre all’esecuzione della” Via Crucis” di F. Listz nella primavera 2004 e nel marzo 2011 a Siena per l’Accademia Chigiana, con la direzione del M° Michele Campanella con il quale, nel maggio 2006, ha eseguito la “Petite Messe Solennelle” di G. Rossini a Pechino e Shangai in occasione dell’anno dell’Italia in Cina, con repliche nel 2007 a Perugia e nel 2008 a Siena, per l’Accademia
Chigiana. Nel 2008 ha realizzato la prima esecuzione italiana di “Passio” di Arvo Pärt. Nel 2012 è stato invitato dal Pontificio Istituto di Musica Sacra a tenere il concerto conclusivo dei lavori del Convegno Internazionale “Umbra Mortis Vitae Aurora” nella Basilica Lateranense di Roma.

Antonio Spagnolo
Diplomato in canto, ha compiuto gli studi di Composizione e Direzione Corale con il M° Enrico Buondonno.
Ha partecipato ai Corsi di Direzione “R. Goitre” con Giovanni Acciai e ai seminari di musica antica di Firenze con il gruppo “Pro Cantione Antiqua di Londra”.
Ha fatto parte della commissione giudicatrice del Concorso Internazionale di Canto Corale di Alghero, essendo stato premiato nel 1991 con il Diapason d’argento.
Ha collaborato con il M° René Clemencic alla registrazione per Ricordi-Fonit Cetra dei “Tre Mottetti” di Pergolesi e dell’Oratorio ”La Passione” del Giordanello, per la Opus 111, con la direzione del M° Alessandro de Marchi.
Ha diretto nel novembre 1998 e nel dicembre 2000 l’Orchestra Scarlatti di Napoli nella “Messa di S.Cecilia” per soli, coro ed orchestra di Alessandro Scarlatti.
Nel 2008 ha diretto la prima esecuzione italiana di “Passio” di Arvo Pärt.
Nel settembre 2009 è stato invitato a condurre l’atelier di Musica Veneziana, nelle “Settimane Internazionali di Musica Corale” di Europa Cantat.
E’ alla guida dell’Ensemble Vocale di Napoli dal 1984.
______________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

Annunci

15 dicembre, 2014 Posted by | Agenda Eventi, Associazione "A. Scarlatti", Associazioni Musicali, Auditorium Castel S. Elmo, Campania, Concerti, Italia, Musica, Musica classica, Napoli, Regioni | , , , , , , | Lascia un commento

“Voci nel Chiostro” si apre con un Liszt essenziale ed ascetico

Foto Vincenzo Caiazzo

Abbiamo già fatto notare come gli anniversari servano sia a recuperare dall’oblio autori poco noti, sia a mettere in luce pezzi sconosciuti di grandi compositori.
Nel 2011, ad esempio, una delle ricorrenze più celebrata riguarda il bicentenario della nascita di Franz Liszt (1811-1886), grazie al quale è stato possibile ascoltare, in varie occasioni, alcune pagine della sua vasta produzione.
L’Associazione Alessandro Scarlatti, che già aveva proposto brani rari del repertorio lisztiano, nell’ambito del ciclo “Romantici a confronto”, ha voluto aprire, nel segno del compositore ungherese, anche la consueta rassegna estiva “Voci nel Chiostro”, che si svolge nella chiesa dei Santi Marcellino e Festo.
Due i brani in programma, il breve O Sacrum convivium in mi maggiore R 515 e la Via Crucis R 534, pezzo forte della serata, affidati all’Ensemble Vocale di Napoli, diretto da Antonio Spagnolo ed accompagnato al pianoforte da Stefano Innamorati.
Si tratta di pagine legate alla produzione conclusiva, in quanto la prima risalirebbe al 1884, mentre la seconda, dopo una lunga gestazione, venne completata a Budapest nel 1879, ma pubblicata postuma nel 1939.
In entrambi i casi esse coincidono con il periodo in cui Liszt aveva indossato gli abiti talari, e cercava di adattare anche la sua musica a questa nuova posizione, liberandola da ridondanze e orpelli, ed evidenziando in pieno quel misticismo, più o meno latente, riscontrabile anche in molte delle sue opere giovanili.
Il linguaggio diventava, soprattutto nella Via Crucis, di una asciuttezza stupefacente, ancor più se paragonato a tanti pezzi pianistici o sinfonici, complessi e basati su estremi virtuosismi, e volgeva lo sguardo a Bach ed alla musica dei primi secoli, precorrendo nel contempo una stagione, che avrebbe trovato rispondenza nel Novecento, in autori del calibro del polacco Gorecki, dell’estone Pärt e del britannico Tavener.
Un repertorio di questo tipo nasconde notevoli insidie, nel momento in cui viene presentato al pubblico, poiché molto labile risulta il confine fra un’esecuzione coinvolgente ed una, invece, terribilmente noiosa.
E qui bisogna innanzitutto fare un enorme plauso a Stefano Innamorati, artefice di una interpretazione costantemente ricca di tensione, perfettamente assecondata dal formidabile Ensemble Vocale di Napoli, diretto da Antonio Spagnolo, sicuramente una delle eccellenze musicali di Napoli.
Ottima, inoltre, la prova dei quattro solisti, il contralto Daniela del Monaco (nell’occasione mezzosoprano, impegnata in entrambi i pezzi), i soprani Ellida Basso e Francesca Zurzolo, ed il baritono Giuseppe De Liso, che hanno anche loro contribuito ad esaltare una composizione di Liszt, degna apertura del ciclo 2011 di “Voci nel Chiostro”.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

14 giugno, 2011 Posted by | Associazione "A. Scarlatti", Canto, Concerti, Musica, Musica classica, Napoli | , , , , , | Lascia un commento

Giovedì 9 giugno si apre la rassegna “Voci nel Chiostro” 2011

Critica Classica di Marco del Vaglio:

“Voci nel Chiostro”, l’appuntamento estivo della Associazione Alessandro Scarlatti con la musica corale, che ha luogo nella splendida chiesa dei Santi Marcellino e Festo, offre un programma come sempre assai vario di proposte.
La rassegna si inaugura giovedì 9 giugno, alle ore 19.30, con la Via Crucis di Liszt, nei 200 anni dalla nascita del compositore ungherese, nella esecuzione dell’Ensemble Vocale di Napoli diretto da Antonio Spagnolo con Stefano Innamorati al pianoforte.
La figura di Franz Liszt viene spesso associata a quella del grande virtuoso, protagonista degli eventi mondani della sua epoca trascurando il fatto che la produzione musicale del compositore ungherese è sempre stata influenzata da elementi sacri.
Sono molte le sue composizioni ricche di suggestioni religiose; e questo aspetto della sua personalità e della sua produzione artistica, lo rende una figura unica nel panorama del romanticismo europeo.
Liszt compose la sua “Via Crucis” fra il 1878 e il 1879 a Roma, sull’onda della commossa suggestione provata partecipando al rito del Venerdì Santo in Colosseo, come egli stesso dichiara nella introduzione al brano.

La rassegna prosegue con una carrellata di autori antichi e moderni nel concerto del coro Mysterium Vocis, diretto da Rosario Totaro, con una partecipazione a sorpresa del neonato coro di voci bianche della Associazione Alessandro Scarlatti.
Tra medioevo e rinascimento il terzo, suggestivo concerto dell’Ensemble Esedra, diretto da Ferdinando de Martino ed infine un delicato omaggio al “Cantico dei cantici” offerto dalla tiorba di Pierluigi Ciapparelli e dalla voce di Valentina Varriale.

Il concerto è fuori abbonamento; i biglietti, del costo di 5 Euro, andranno in vendita un’ora prima dell’inizio del concerto presso la Chiesa dei Santi Marcellino e Festo

________________________________________________________________________________________

Programma

Franz Liszt (1811 – 1886): O Sacrum convivium in mi maggiore R515
Daniela del Monaco, mezzosoprano

Via Crucis R534
Stefano Innamorati, pianoforte
Giuseppe De Liso, baritono

Ensemble Vocale di Napoli
Antonio Spagnolo, direttore

Daniela del Monaco

Nata a Napoli, si è diplomata in canto con B. Nisticò, specializzandosi poi con W. Ferrari (Napoli), M.L.Cioni (Milano), M. King (Bruxelles); parallelamente ha compiuto gli studi universitari, laureandosi in Filosofia con una tesi in Storia della Musica. Come interprete di opere del ‘700, o in recital di musica da camera e Liederistica (in particolare con il pianista Marco Rapetti), ha cantato per la Fenice di Venezia, il Comunale di Treviso, il Semper Oper di Dresda, il Massimo di Palermo, il Teatro di Tirana, l’Accademia Chigiana di Siena, l’Associazione Scarlatti di Napoli, la Fondazione Gulbenkian di Lisbona, ed in Germania, Belgio, Francia, Svizzera, Brasile.
Dall’86 con l’ ensemble barocco “Cappella della Pietà dei Turchini” è stata ospite di Festival internazionali e di sedi prestigiose (Teatro S. Carlo di Napoli, Accademia di S. Cecilia di Roma, Konzerthaus di Vienna, Cité de la Musique di Parigi, ecc.).
Ha inciso CD per le etichette Symphonia, Virgin – Emi, Nuova Era, Opus 111.
Dal ’96 collabora con il chitarrista Antonio Grande ad un progetto sulla canzone napoletana: risultato di questo lavoro – e di numerosissimi concerti in Italia ed all’estero –è stato il CD “Napoli inCanto”, (Opus 111), più volte ristampato e premiato dalla rivista francese specializzata Diapason.
Dal 2005 ha cantato nella “Petite Messe solennelle” di G.Rossini con la concertazione e direzione di Michele Campanella in Sud America, Cina, Istanbul.
Canta in duo con l’organista Roberta Schmid.
E’ docente di Canto presso il Conservatorio “S.Pietro a Majella“ di Napoli.

Stefano Innamorati

Napoletano, ha intrapreso gli studi musicali sotto la guida di Raffaele Nastro, diplomandosi prima in Pianoforte e poi in Clavicembalo col massimo dei voti al Conservatorio di San Pietro a Majella, dove ha infine conseguito con il massimo dei voti e la lode il Diploma Accademico di II Livello in Discipline Musicali – Pianoforte sotto la guida di Massimo Bertucci.
Si è laureato in Lettere classiche con il massimo dei voti e la lode con una tesi in Storia della Musica presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, dove ha conseguito anche la specializzazione all’insegnamento per l’indirizzo Musica e Spettacolo. Vincitore di importanti concorsi nazionali ed internazionali come solista ed in gruppo cameristico (“Sorrento” 1985, “Stresa” 1986”, “Capri” 1987, Vietri sul Mare – Costa Amalfitana 2000, “Riviera Etrusca” 2001, “Campi Flegrei 2001 ecc.), ha proseguito gli studi di perfezionamento pianistico con Carlo Bruno.
Ha seguito, inoltre, corsi di perfezionamento con Sergio Fiorentino, Jürg von Vintschger, Luigi Chiapperino ed ha preso parte a masterclasses di Aldo Ciccolini e Piero Rattalino.
Si è esibito in Italia e all’estero sia in qualità di solista che in formazioni cameristiche ed orchestrali. All’attività concertistica affianca quella di ricerca nel campo musicologico e storico-musicale.
Ha al suo attivo numerose conferenze-concerto, pubblicazioni e collaborazioni con vari enti ed associazioni (tra cui: Accademia Musicale Napoletana, Associazione Alessandro Scarlatti, Conservatorio San Pietro a Majella, Teatro di San Carlo, Università degli Studi di Napoli Federico II, Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro) e ha prestato servizio in qualità di docente di Storia e tecnologia degli strumenti nell’ambito del Biennio Specialistico presso il Conservatorio “C. Gesualdo da Venosa” di Potenza. Particolarmente significativa la collaborazione al volume NAPOLI 1799, a cura di R. De Simone.

Ensemble Vocale di Napoli

Costituitosi nel 1983 svolge una intensa attività concertistica frutto di una costante ricerca vocale ed esecutiva.
Alla letteratura musicale antica si affianca l’esplorazione di pagine significative tratte dal repertorio corale compreso tra l’età barocca ed il mondo contemporaneo.
L’Ensemble collabora con diverse formazioni strumentali per la realizzazione di opere del repertorio corale in stile concertato.Ha partecipato, riscuotendo indiscussi successi, ad importanti rassegne e concorsi nazionali ed internazionali come la Rassegna internazionale di Canto Corale di Alghero (primo premio nel 1991 e nel 1992).
Vincitore del XII Concorso nazionale Guido D’Arezzo (1995) l’Ensemble ha al suo attivo varie incisioni discografiche (FonitCetra, Fonè, Opus111, Niccolò) e prestigiose collaborazioni con il M° Roberto De Simone ed il M°Antonio Florio.
Ha pubblicato per la Niccolò una inedita raccolta di madrigali dal titolo “Spesso gli lego” e un disco di Balli e Villanelle di scuola Napoletana insieme all’ensemble strumentale “Il Labirinto”
E’stato diretto in importanti produzioni da S.Accardo ( “Così fan tutte” di W.A.Mozart) R.Clemencic (Mottetti di Pergolesi) , P.Maag (“Requiem” di Mozart-”Passione secondo Giovanni“di Bach) , M.Pradella (Gloria di Vivaldi) , V.Spivakov (Messa della Incoronazione di Mozart) .
Ha preso parte alle Stagioni concertistiche della Rai di Napoli (1987-1990-1991), della Associazione Alessandro Scarlatti (nel 1988 e dal 1996 al 2008 ),del Centro di Musica Antica della Pietà de turchini (2000-2001-2002) e dello Sferisterio di Macerata (1998).
Nel dicembre 1998,ha partecipato al Requiem di W. A. Mozart con l’orchestra “I cameristi del Teatro della Scala”con la direzione del M° Gaetano Cuccio.
Ha realizzato per il “Maggio dei Monumenti”, prestigiosa rassegna a cura del Comune di Napoli importanti produzioni negli anni 2000 – 2001 – 2002-2003-2004 tra cui lo “Stabat a 10 voci” per coro soli e basso continuo di Domenico Scarlatti e la “Messa di S.Cecilia” per soli, coro ed orchestra di Alessandro Scarlatti.
Nel Giugno 2003 è stato ospite delle celebrazioni nel Duomo di Milano,in occasione dei 600 anni della Cappella Musicale, eseguendo due concerti il “Miserere” di Leonardo Leo e la “Missa pro Defunctis” di Alessandro Scarlatti, e il secondo dedicato alla musica sacra di Poulenc e Britten.
E’ del luglio 2006 la partecipazione in Vaticano alla Celebrazione del 500° Anniversario della posa della prima pietra della Basilica di San Pietro con la prima esecuzione assoluta dell’ Oratorio per soli, coro e orchestra “ Petros eni” di Antonio Pappalardo nella Basilica di San Pietro, Città del Vaticano
Ha partecipato inoltre alla esecuzione della “Via Crucis” di F. Liszt nella primavera 2004 e a marzo 2011 a Siena per l’Accademia Chigiana con la direzione del M° Michele Campanella con il quale, nel maggio 2006, ha portato la “Petite Messe Solennelle” di G.Rossini a Pechino e Shangai in occasione dell’anno dell’ Italia in Cina,e nel 2007 a Perugia e nel 2008 a Siena per l’Accademia Chigiana.

Antonio Spagnolo

Diplomato in canto, ha compiuto gli studi di Composizione e Direzione Corale con il M° Enrico Buondonno. Ha partecipato ai Corsi di Direzione “R. Goitre” ed ai seminari di musica antica con il gruppo “Pro Cantione Antiqua di Londra”.
Ha fatto parte della commissione giudicatrice del Concorso Internazionale di Canto Corale di Alghero, essendo stato premiato nel 1991 con il Diapason d’argento.
Ha collaborato con il M° René Clemencic alla registrazione per Ricordi-Fonit Cetra dei “Tre Mottetti” di Pergolesi e dell’Oratorio ”La Passione” del Giordanello, per la Opus 111, con la direzione del M° Alessandro de Marchi, Ha diretto nel novembre 1998 e nel dicembre 2000 l’Orchestra Scarlatti di Napoli nella “Messa di S.Cecilia” per soli, coro ed orchestra di Alessandro Scarlatti.
Nel settembre 2009 è stato invitato a condurre l’atelier di Musica Veneziana, nelle “Settimane Internazionali di Musica Corale” di Europa Cantat.
E’alla guida dell’Ensemble dal 1984.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

7 giugno, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Associazione "A. Scarlatti", Concerti, Ensemble vocali, Musica, Musica classica, Napoli | , , , , , , , | Lascia un commento

Domenica 22 maggio l’Ensemble Vocale di Napoli ospite della rassegna “Ce moys de May”

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Domenica 22 maggio, alle ore 12.00, nella Chiesa di S. Maria Maggiore alla Pietrasanta (Piazza Pietrasanta, 18 – Napoli), terzo appuntamento della rassegna “Ce moys de May” (quattro passeggiate musicali nel repertorio profano) con il concerto dell’ Ensemble Vocale di Napoli, diretto da Antonio Spagnolo

In programma musiche di Janequin, di Lasso,Werrecore, G. Gabrieli, A. Banchieri, Ravel, Pärt, Debussy, Genée.

Costo del biglietto: 10 Euro
____________________________________________________________________________________

Programma

Clément Janequin (1485-1558)
Ce mois de may
Le chant des oyseaux

Orlando di Lasso (1532-1594): La nuict froide et sombre

H. M. Werrecore (?-1588): La bataglia ‘taliana (I parte)

Giovanni Gabrieli (1557-1612): Lieto godea (madrigale a doppio coro)

Adriano Banchieri (1568-1634): Contrappunto bestiale alla mente

Maurice Ravel (1875-1937): Trois chansons (Nicolette, Tois Beaux Oiseaux du Paradis, Ronde)

Arvo Pärt (1935): Dopo la vittoria

Claude Debussy (1862-1918): Trois chansons de Charles d’Orleans (Dieu! qu’il la fait bon regarder, Quant j’ai ouy le tambourin, Yver, vous n’estes qu’un villain)

Richard Genée (1823-1895): Insalata italiana

————————————————————————————————-

Francesca Zurzolo, Ellida Basso, Marcella del Monaco, Silvia Tarantino,
Ciro Farella, Guido Ferretti, Giuseppe De Liso, Sergio Petrarca, soli del coro.

Ensemble Vocale di Napoli

Soprani: Ellida Basso, Ester Castaldo, Wanda Ferraro, Alessandra Lanzetta,
Leslie Visco, Francesca Zurzolo.

Contralti: Lucio Carlevalis, Luisa Daniele, Susanna De Micco,
Marcella del Monaco, Andreina Morra, Silvia Tarantino.

Tenori: Gennaro Del Gaudio, Ciro Farella. Guido Ferretti, Felice Mondo,
Edgardo Visciola.

Bassi: Giuseppe De Liso, Giuseppe Di Maio, Sergio Petrarca, Michele Rossi,
Pietro Vitiello, Mark Weir.

Direttore Antonio Spagnolo

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

20 Mag, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Canto, Musica, Musica classica, Napoli | , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: