MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

A Siena un venerdì grasso nel segno delle risate con il concerto di Carnevale dell’Accademia Chigiana

Critica Classica di Marco del Vaglio:  

A Siena una pioggia di risate con il concerto di Carnevale dell’Accademia Chigiana.

Sarà un venerdì grasso indimenticabile, all’insegna dell’umorismo più irriverente unito al virtuosismo e alla grande musica, con “uno show adatto ad un pubblico dagli 8 agli 88 anni, capace di catturare musicofili, musicisti e anche quelli che al solo nome di Mozart fuggono inorriditi”.

Igudesman e Joo, il duo che ha stregato YouTube con più di 15 milioni di contatti, arriva a Siena con l’Orchestra della Toscana per “A Big Nightmare Music”, versione per orchestra da camera di “A Little Nightmare Music”, lo spettacolo di Aleksey Igudesman (violino) e Hyung-ki Joo (pianoforte) che dal 2004 ha letteralmente conquistato il pubblico di tutto il mondo.

L’appuntamento all’insegna della risata, prima tappa della tournée in Toscana, è per venerdì 4 marzo, alle ore 21, al Teatro dei Rozzi.
Sul palco con il duo e l’Ort ci sarà anche Andrei Pushkarev, direttore musicale e percussionista.

I musicisti Aleksey Igudesman (violino) e Hyung-ki Joo (pianoforte) hanno travolto il mondo con i loro spettacoli, un’esilarante miscela di musica classica, commedia e cultura popolare. La coppia – intervistata anche dalla CNN – buca con naturalezza gli schermi televisivi dei Paesi più diversi. E si trova a suo agio tanto in una classica sala da concerto quanto in mezzo a uno stadio gremito da 18.000 fan.

Aleksey e Hyung-ki si sono conosciuti da bambini sui banchi della Yehudi Menuhin School. Diventano presto ottimi amici e partner di composizione, coltivando il sogno di rendere la musica classica orecchiabile e accessibile a un pubblico sempre più giovane e ampio.

Nel 2004, seguendo le tracce di maestri come Victor Borge e Dudley Moore, creano la piccola rivoluzione chiamata “A Little Nightmare Music“.
Da allora, Igudesman e Joo hanno suonato con le maggiori orchestre sinfoniche del mondo e in alcuni dei più importanti festival e palcoscenici.
I grandi nomi della musica classica – da Emanuel Ax a Janine Jansen, Gidon Kremer, Mischa Maisky, Viktoria Mullova fino a Julian Rachlin – hanno fatto irruzione nei loro pazzi sketch musicali.

Di recente Igudesman e Joo hanno suonato per gli 80 anni di Bernard Haitink, uno dei più celebrati direttori d’orchestra viventi. “Sono quasi morto dalle risate – ha detto il maestro – e vorrei invitarli per il mio 85esimo compleanno. Ma forse è una mossa troppo spericolata. Sono grandi musicisti che regalano un grande divertimento”.

Gli spettacoli di Igudesman e Joo abbattono le frontiere della musica classica.
L’anno scorso hanno girato l’Europa in tournée con leggende pop come Robin Gibb (Bee Gees), Midge Ure (Ultravox, promotore con Bob Geldof di Live Aid e Band Aid), Tears for Fears, Simple Minds e Kim Wilde. Aleksey Igudesman ha suonato individualmente con il premio Oscar Hans Zimmer e il pluri-premiato ai Grammy Bobby McFerrin. Hyung-ki Joo ha lavorato con Vangelis – una statuetta a Hollywood – ed è stato scelto dalla leggenda Billy Joel per arrangiare e registrare le sue composizioni classiche per un cd che ha poi scalato le classifiche musicali. Aleksey e Hyung-ki hanno anche collaborato diverse volte con l’ex-James Bond Roger Moore per eventi dell’Unicef. E di recente hanno calcato la scena con John Malkovich in “The Music Critic”. Nel 2010 la televisione pubblica tedesca ZDF ha trasmesso il loro documentario-show “Tutto quello che avete sempre voluto sapere sulla musica classica”.

Andrei Pushkarev, direttore musicale e percussionista di “A Big Nightmare Music”, nel 1995 ha vinto il primo premio come vibrafonista nella competizione New Names of Ucraine. È percussionista dal 1999 della Baltic Chamber Orchestra Kremerata Baltica, con cui si è esibito nel tutto il mondo. Ha partecipato come solista timpanista all’incisione del cd After Mozart, vincitore del Grammy Award (2001) e del Echo Award (2002). Collabora con Gidon Kremer e con altri insigni musicisti come Yo Yo Ma, Yuri Bashmet, Martha Argerich, Michel Portal, Yury Temirkanov, Peter Sadlo, Katia Skanavi e Mario Brunello.

I biglietti per assistere al concerto (interi 25, 21 o 18 euro, ridotti 8 euro per studenti, giovani sotto i 26 anni e over 65) saranno in vendita giovedì 3 marzo dalle ore 16 alle ore 18.30 a Palazzo Chigi Saracini e venerdì 4 marzo a partire dalle ore 16 al teatro dei Rozzi.

Per informazioni è possibile rivolgersi all’Accademia Musicale Chigiana, tel.: 0577 22091, www.chigiana.it

Ufficio stampa Accademia Chigiana:
Agenzia Freelance
tel.: 0577 219228 – 272123
Sonia Corsi
cell.: 335 1979765
Agnese Fanfani
cell.: 335 1979385
e-mail: relazioni@chigiana.it o info@agfreelance.it

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

3 marzo, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Concerti, Musica | , , , , , | Lascia un commento

Siena, i corsi dell’Accademia Chigiana “soffiano” su 80 candeline

Critica Classica di Marco del Vaglio:
Siena, i corsi dell’Accademia Chigiana “soffiano” su 80 candeline

Prenderà il via il prossimo 4 luglio l’80ª edizione dei prestigiosi corsi chigiani, una delle esperienze più longeve a livello internazionale nell’ambito del perfezionamento musicale e una vera e propria fucina di talenti: dalle aule dello storico Palazzo Chigi Saracini sono passati i più grandi interpreti del ‘900 e proprio qui hanno studiato e studiano i più talentuosi giovani artisti contemporanei, tra cui Silvia Colasanti, Antonino Fogliani, Christopher Franklin, Sol Gabetta, Janine Jansen, Sayaka Shoji, Anna Tifu.

All’Accademia Chigiana torneranno anche quest’anno ad insegnare i nomi più celebri della musica internazionale.
Le novità di questa edizione interesseranno tre corsi: quello di clarinetto, che vedrà come nuovo docente Alessandro Carbonare, quello di pianoforte, con la celebre pianista russa Lilya Zilberstein che si affiancherà allo storico docente Joaquín Achúcarro, ed infine, dopo il successo del seminario tenuto lo scorso anno, quello di musica da camera con pianoforte che vedrà impegnato il pianista tedesco Alexander Lonquich.

Nell’estate 2011 i docenti che saliranno in cattedra a Palazzo Chigi Saracini saranno per il corso di canto Renato Bruson (17–30 agosto) e Raina Kabaivanska (27 luglio-13 agosto), per il corso di chitarra e musica da camera Oscar Ghiglia (4-30 luglio), per il corso di clarinetto Alessandro Carbonare (11-28 luglio), per la classe di composizione Azio Corghi (11-15 luglio e 26-30 luglio), per il corso di composizione di musica per film Luis Bacalov (2–23 agosto), per il corso di contrabbasso Franco Petracchi (8–23 agosto).

Il corso di direzione d’orchestra sarà affidato anche quest’anno a Gianluigi Gelmetti, che, come tradizione, si avvarrà della Sofia Festival Orchestra (periodo A 18-30 luglio, periodo B 1–27 agosto), offrendo così ai suoi allievi l’occasione di cimentarsi con la direzione di un’orchestra di grande prestigio.
Per il corso di flauto ci sarà Patrick Gallois (25 luglio-6 agosto), per il corso di musica da camera con pianoforte Alexander Lonquich (4-16 luglio), per quello di pianoforte Joaquin Achucarro (18-30 luglio) e Lilya Zilberstein (1–13 agosto), per il corso di quartetto d’archi e musica da camera Günter Pichler del Quartetto Alban Berg (18 luglio–6 agosto), per il corso di viola Juri Bashmet (7–19 luglio), per quello di viola e musica da camera Bruno Giuranna (17–31 agosto), per il corso di violino Salvatore Accardo (11–31 agosto), Boris Belkin  (21 luglio–11 agosto) e Giuliano Carmignola (4-20 luglio), per il corso di violoncello David Geringas (17-31 agosto) e Antonio Meneses (25 luglio–13 agosto).

Continua così una lunga tradizione che ha portato l’Accademia Chigiana ad acquisire fama internazionale nel campo della didattica musicale. I corsi estivi, fondati nel 1932 dal Conte Guido Chigi Saracini, sono seguiti ogni anno da allievi provenienti da ogni parte del mondo: nel 2010 sono state circa 50 le nazioni rappresentate.
Merito dell’offerta formativa, che comprende tutti i principali strumenti e ambiti musicali, e della qualità e professionalità dei docenti – alcuni appartenenti ormai alla tradizione dell’Accademia Chigiana, altri di più recente inserimento – selezionati tra i migliori nel panorama musicale internazionale.
Inoltre l’Accademia, oltre ad offrire un consistente numero di borse di studio, è da sempre molto attenta alla valorizzazione dei suoi giovani; in quest’ottica offre loro numerose occasioni per sottoporsi alla “prova del pubblico” con saggi, concerti – anche in ensemble formati da maestri e allievi – accordi e collaborazioni con altre istituzioni musicali o vere e proprie tournée, sia in Italia sia all’estero.
L’esperienza più recente in questo costante impegno è “Talenti chigiani 2010”, la rassegna inserita nel cartellone dell’88ª Micat in Vertice attualmente in corso, che vede i più promettenti allievi dei corsi estivi impegnati nel ciclo integrale delle sonate per violino e pianoforte di Beethoven.

Le domande di iscrizione all’80ª edizione dei corsi chigiani devono pervenire entro il 15 maggio per il corso di direzione d’orchestra ed entro il 31 maggio per quello di composizione.
Per tutti gli altri, il termine ultimo per presentare le richieste è il 10 giugno.

Tutte le informazioni sul bando d’iscrizione, sulle tasse previste e sulle date degli esami di ammissione a ogni singolo corso sono consultabili on-line sul sito dell’Accademia, www.chigiana.it

Per informazioni tel. 0577 22091

Ufficio stampa Accademia Chigiana:
Agenzia Freelance
tel.: 0577 219228 – 272123
Sonia Corsi
cell.: 335 1979765
Agnese Fanfani
cell.: 335 1979385
e-mail: relazioni@chigiana.it o info@agfreelance.it

Per leggere tutti gli articoli della Rubrica “Critica Classica” Klikka qui

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

2 marzo, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Associazioni Musicali, Giornalisti, Italia, Marco Del Vaglio, Musica, Regioni | , , | Lascia un commento

n.2 Donne in musica: MATILDE CAPUIS di Marco del Vaglio

Matilde Capuis di Marco del Vaglio

Nata a Napoli nel 1913, ma residente da più di quarant’anni a Torino, Matilde Capuis ha iniziato i suoi studi musicali a Venezia, con il maestro Gabriele Bianchi, per poi completarli al Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze.
Successivamente ha frequentato i Corsi di Perfezionamento della prestigiosa Accademia Chigiana di Siena, sotto la guida del maestro Vito Frazzi, il che le ha permesso di eccellere in vari settori musicali. Infatti, come pianista ha suonato per molti anni con il violoncellista Ugo Attilio Scabia ed ha accompagnato il soprano Susanna Ghione.
Non va trascurato, inoltre, il suo impegno nell’insegnamento, portato avanti nel periodo 1969-1983 al Conservatorio G. Verdi di Torino, dove ha coperto la cattedra di Teoria ed in seguito quella di Composizione.
La produzione della Capuis risulta incentrata particolarmente sulla musica da camera, ma comprende anche brani orchestrali, fra i quali ricordiamo la Sinfonia in sol maggiore e il Concentus brevis per oboe ed orchestra d’archi, e composizioni sacre, come Il pianto della Madonna per soli, coro e orchestra.
Dal punto di vista stilistico, la compositrice mostra di prediligere l’ Ottocento, rimanendo comunque aperte alle istanze del Novecento senza però mai sconfinare nell’atonalità.
Una posizione isolata, nel panorama italiano, che spiega il motivo per cui solo negli ultimi anni la compositrice ha ottenuto, nel nostro paese, quella visibilità da tempo raggiunto all’estero, soprattutto in Germania.
Ricordiamo infine che le principali case editrici del settore hanno pubblicato suoi lavori e, dal 1994, la casa editrice tedesca Furore-Verlag ha acquisito tutte le sue partiture inedite.

Marco del Vaglio

Per leggere gli altri articoli della Rubrica clicca qui

16 giugno, 2010 Posted by | Arte, Compositori, Cultura, Giornalisti, Marco Del Vaglio, Musica, Musica da camera, Pianisti | , , , , , , , | 1 commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: