MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Presentata a Roma Lech Lechà – Settimana di Arte, Cultura e Letteratura Ebraica, manifestazione pugliese in programma per fine agosto

Logo Lech Lecha' 2013
Ha suscitato ampio e rinnovato interesse l’annuncio dell’edizione 2013 della manifestazione Lech Lechà 2013– Settimana di Arte, Cultura e Letteratura Ebraica in programma dal 25 agosto al 2 settembre 2013 nelle città pugliesi di Trani, Barletta, Brindisi, Manfredonia, San Nicandro Garganico, Sogliano Cavour; in calendario anche un appuntamento romano.
E proprio nella Capitale si è tenuta mercoledì 31 luglio la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa presso il Centro Bibliografico dell’Unione Comunità Ebraiche Italiane, sul Lungotevere Sanzio.
Alla conferenza erano presenti l’avv. Renzo Gattegna, Presidente dell’UCEI (Unione Comunità Ebraiche Italiane), Pier Luigi Campagnano, Presidente della Comunità Ebraica di Napoli, l’avv. Cosimo Yehuda Pagliara, esponente di spicco della comunità ebraica pugliese, e Francesco Lotoro, direttore artistico della manifestazione.
Dalla conferenza è emerso chiaramente come gli obiettivi principali della Settimana di arte, cultura e letteratura ebraica Lech Lechà 2013 siano il ritorno, la diffusione e la conoscenza dell’ebraismo e dei suoi valori nel Sud muovendo dalla recente ‘rinascita’ della storica comunità ebraica di Trani, riappropriatasi dopo secoli dell’antica sinagoga di Scolanova.
A tal proposito – come ha ricordato il Presidente Gattegna – “anni fa riscoprire le radici ebraiche in diverse regioni d’Italia sembrava a molti solo un sogno. In tanti hanno però accolto con noi la sfida di tale riscoperta e oggi quel sogno è diventato realtà in quanto è cresciuta l’attenzione nei confronti della cultura ebraica. Abbiamo riaperto la sinagoga a Trani, diventata punto di riferimento per gli ebrei di Puglia e per tutti coloro che vogliono conoscere la cultura ebraica. Voglio però precisare che la nostra non vuole essere opera di proselitismo, ma soltanto la scoperta di una cultura che per molti anni è stata dimenticata anche nelle scuole, forse perché ricorda momenti tragici della storia d’Italia. La finalità di iniziative come Lech Lechà è dunque quella di far emergere una realtà che merita di essere portata a conoscenza di tutti, soprattutto dei giovani.”

La conferenza romana ha quindi dato eco ai saluti e agli apprezzamenti di Pasquale Cascella, sindaco di Barletta, una delle città che ospitano e patrocinano la Settimana di arte, cultura e letteratura ebraica.
Gattegna ha infatti voluto ringraziare Cascella “sindaco di Barletta ed ex portavoce e primo consigliere dell’attuale Presidente della Repubblica, che ha riservato grande attenzione alla comunità ebraica di Roma durante il primo settennato di Napolitano. Oggi, anche se non presente a questa conferenza, ha voluto farci arrivare un suo messaggio…”.
Si è quindi proceduto alla lettura del messaggio di Cascella il quale ha sottolineato come “riscoprire e valorizzare la presenza ebraica nelle regioni meridionali d’Italia significa tornare alle antiche radici che affondano in queste nostre terre. In particolare, in Puglia trovano testimonianze preziose nel tessuto urbano, nel patrimonio artistico e culturale, nella stessa lingua e nelle diverse identità delle nostre comunità. Una manifestazione come la Settimana dell’arte, cultura e letteratura ebraica rappresenta sicuramente un’occasione per ritrovarsi e riflettere. Ognuna delle nostre città che partecipano alla rassegna, come Barletta, può e deve fornire il suo contributo affinché si possano riannodare i fili della pace e della collaborazione tra i popoli.”

Su questo punto l’avv. Cosimo Yehuda Pagliara, che ha moderato l’incontro, ha ribadito come sia in atto “un risveglio dell’ebraismo in Puglia…Lo notiamo perché in questi 10 anni abbiamo visto crescere l’interesse per qualcosa che non riguarda solo il passato, incrementarsi l’attenzione per qualcosa che ‘esiste’, che è presente e che fa parte della vita, della quotidianità degli ebrei. In passato tutto ciò sembrava solo un sogno, oggi è realtà. La presenza ebraica in Puglia, a dire il vero non è mai scomparsa del tutto, ma questo risveglio di memoria e di interesse fa si che la vita ebraica torni ad essere percepita come un aspetto della quotidianità”.

La parola è quindi passata al direttore artistico della manifestazione, Francesco Lotoro, il quale ha illustrato alcuni dei ben 111 eventi che compongono il cartellone di Lech Lechà 2013: “fra gli altri eventi che compongono il ricco cartellone di questa edizione, posso citare i convegni Ebraismo e Islam con l’imam Yahya Pallavicini e Presupposti di giustizia nella disobbedienza civile con il magistrato Ferdinando Imposimato, Luigi Pannarale e il rabbino capo di Roma Riccardo Di Segni, in programma per il 27 e 29 agosto presso la Biblioteca G. Bovio di Trani; poi la presentazione del libro di Anna Foa ‘Diaspora’ (edito da Laterza) in programma il 26 agosto presso la Sala Rossa del Castello di Barletta; la conferenza Il Dibbuk nella tradizione mistica ebraica con Tullio Levi e Fabrizio Lelli, in programma il 27 agosto presso il Palazzo Nervegna di Brindisi; sempre Tullio Levi sarà protagonista con Ugo Volli e Rav Scialom Bahbout dell’incontro Israele e la Diaspora previsto per il 28 agosto alla Biblioteca ‘Bovio’ di Trani.
Importante anche l’allestimento dell’opera lirica Der Kaiser von Atlantis scritta nel campo di Terezin da Viktor Ullmann, che sarà rappresentata domenica 25 agosto per la prima volta nella sua versione definitiva presso il Cineteatro Impero di Trani, con la regia di Gianluigi Belsito.
E poi il Corso di Ebraismo articolato in corso-base (la mattina) e corso avanzato (il pomeriggio), nell’ambito di un vasto programma generale che prevede anche visite guidate, proiezione di film (fra gli altri ‘Yentl’, di Barbra Streisand e ‘The Believer’ di Henry Bean saranno due fra i capolavori in programma per la rassegna ‘Un ebreo a Hollywood’), appuntamenti con la cucina Kasher presso il ristorante Il Marchese del Brillo di Trani, Shabbat all’aperto con una serie di eventi in piazza.
La seconda edizione di Lech Lechà si avvierà a conclusione il 31 agosto a Trani con una lezione sulla Cabalà tenuta da Daniel Eldar e introdotta da Rav Scialom Bahbout; seguirà La Notte dell’Ebraismo Tranese con danze e musiche per tutti coloro che vorranno partecipare, promenade su Via La Giudea (antico quartiere ebraico di Trani) accompagnati da animatori in abiti d’epoca e grigliata finale di carne kasher.
Gli eventi pugliesi, saranno seguiti dall’appuntamento romano dell’1 settembre presso la Sala Consiglio Comunità Ebraica, dove alle 18.30 si terrà la conferenza Economia e Cabalà, due mondi incredibilmente vicini con Rav Scialom Bahbout e Daniel Eldar.
Lech lechà 2013 si concluderà lunedì 2 settembre a Roma presso la Sala Protomoteca del Campidoglio, dove alle 20.00 si terrà il concerto-spettacolo Bravo! Da Capo! Il Cabaret nei Lager durante la 2° Guerra Mondiale con l’Orchestra Musica Concentrationaria diretta dal M° Paolo Candido.”

Promosso e sostenuto dall’Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia, dalla Comunità ebraica di Napoli e dal Comune di Trani (che ha inserito Lech Lechà nelle iniziative del 950mo anniversario della promulgazione degli Statuti Marittimi), Lech Lechà 2013 è patrocinato dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, dai Comuni di Barletta, Brindisi, Manfredonia, San Nicandro Garganico, Sogliano Cavour, attestandosi come uno dei più importanti eventi dell’ebraismo italiano e momento ideale per la promozione dei valori dell’interculturalità.

Ufficio stampa
Luciana Doronzo cell. 3470095976
Enzo Garofalo cell. 328/1443279
email: settimanaculturaebraica@gmail.com
traniebraica@fastwebnet.it

info
direttore artistico
Francesco Lotoro
cell. 3402381725

presidente commissione scientifica
Rav Shalom Bahbout
cell. 3663165622

coordinatore per il Salento
Cosimo Y. Pagliara
cell. 330877878

segreteria organizzativa
Luciana Doronzo; Grazia Tiritiello
cell. 331/3989353

Lech Lechà è promosso anche su Facebook

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Annunci

31 luglio, 2013 Posted by | Agenda Eventi, Arte, Festival, Letteratura, Musica, Musica classica, Poesia, Puglia, Teatro | , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Martedì 28 giugno presentazione a Barletta del libro con cd di Grazia Tiritiello “Ricorda cosa ti ha fatto Amalek”

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Martedi 28 giugno 2011, alle ore 20.30, presso la Sala della Comunità S. Antonio (Via S. Antonio – Barletta), sarà presentato il libro + CD “Ricorda cosa ti ha fatto Amalek, storia di Jakov Gheler e della Resistenza del ghetto di Varsavia” di Grazia Tiritiello (Editrice Rotas, Barletta, con la voce narrante di Angelo De Leonardis, l’introduzione di Francesco Lotoro e la postfazione di Rav Shalom Bahbout e Rav Roberto Della Rocca).
Alla serata, moderata da Riccardo Losappio, Presidente della Sala Comunità S. Antonio Barletta, parteciperanno l’autrice del libro insieme a Rav Shalom Bahbout, Rabbino Capo della Comunità Ebraica di Napoli e dell’Italia meridionale, che terrà una lectio dal titolo “Gli Ebrei, l’Umanità e Amalek”, mentre il baritono e narratore Angelo De Leonardis leggerà stralci del libro ed il quartetto d’archi I Suoni del Sud, con il soprano Anna Maria Stella Pansini eseguiranno musiche tratte dal CD allegato.
Al termine della presentazione del libro sarà offerto al pubblico un piccolo buffet kasher

Per ulteriori informazioni

Musica Judaica
Istituto di Letteratura musicale concentrazionaria
via dell’Industria 93
76121 BARLETTA
tel/fax: +39 0883950639
cell: +39 3402381725
e-mail: musicaconcentrazionaria@fastwebnet.it

_____________________________________________________________________________________________

Quale legame intercorre tra Amalek e il Terzo Reich? Nessuno, se ci limitiamo a una visione storica, geografica e documentaristica; ma ci sono eventi e uomini consegnati alla posterità a guisa di monito, esempi unici nel male.
Amalek, discendente di Edom, è stato il più spietato nemico del popolo ebraico dopo il passaggio del Mar Rosso e il più vigliacco, poichè attaccò Israele non sul fronte (dov’erano i più giovani, atti a combattere) ma nelle retrovie (dove si attardavano anziani, donne e bambini inabili alle armi).
L’attacco di Amalek non era stato preceduto da alcuna provocazione o minaccia da parte del popolo ebraico.
Il Terzo Reich è stato il nuovo Amalek della Storia e il più spietato nemico della popolazione ebraica d’Europa; nei riguardi della popolazione ebraica non combattè ad armi pari e si accanì contro persone tanto indifese quanto pienamente partecipi dei valori sociali, intellettuali e morali della Germania.
Ma c’è un altro inquietante parallelismo tra Amalek e il Reich e riguarda la misera fine di entrambi; nel Rotolo di Ester si parla di Hamàn (potente dignitario del re persiano Achashverosh e discendente di Amalek) che con l’inganno spinse il suo re a emettere l’ordine di distruggere il popolo ebraico al quale apparteneva la regina Ester.
Ester riuscì a capovolgere le sorti di Israele smascherando le trame di Hamàn e ottenendo la pena capitale per lui e i suoi dieci figli: Parsandata, Dalfon, Aspata, Porata, Adalia, Aridata, Parmasta, Arisai, Aridai e Vaizata.
Colpisce la coincidenza con i dieci “figli” del Reich, condannati alla pena capitale dal tribunale di Norimberga: Jodl, Keitel, von Ribbentrop, Rosenberg, Frick, Seyss-Inquart, Kaltenbrunner, Frank, Sauckel, Streicher (Goering si suicidò prima dell’esecuzione, Bormann fu condannato in contumacia).
Pura casualità? Pura combinazione che il 27 gennaio 1945, giorno in cui l’Armata sovietica liberò Auschwitz, fosse Shabbath e che la parashà di quello Shabbath fosse quella di Beshallach che narra della liberazione del popolo ebraico dalla schiavitù d’Egitto?

Grazia Tiritiello racconta la storia di Jakov Gheler nel suo libro + CD “Ricorda cosa ti ha fatto Amalek” (Editrice Rotas, Barletta); nel CD, Jakov Gheler assume la voce di Angelo De Leonardis e narra la propria storia di ingegnere edile di Lodz, combattente della Resistenza nel ghetto di Varsavia che, con un matrimonio alle spalle e al tramonto della vita ha soltanto desiderio; tornare in Eretz, lo Stato di Israele.
Nel CD la narrazione si arricchisce di musiche scritte nei Ghetti e nei Campi di concentramento tratte dai 24 CD-volumi dell’Enciclopedia discografica della musica concentrazionaria KZ Musik.

Grazia Tiritiello

Nata a Barletta nel 1961, Grazia Tiritiello è presidente dell’Istituto Musica Judaica di Barletta e responsabile artistica delle Mostre Terezìn e Lunga vita alla Vita! tenute con ampio successo di pubblico e critica in numerose città.
Direttore di scena dello spettacolo teatrale Brundibàr di Hans Kràsa, appartiene alla Comunità ebraica di Napoli.
Autrice dei Lunari ebraici di Trani 5766 e 5767, è coautrice del libretto dell’opera in 2 atti Misha e i Lupi di Francesco Lotoro; con quest’ultimo ha scritto il libro Gli Ebrei nel Terzo Reich (Rotas, 2004) e l’Album fotografico Brundibár – Theresienstadt 1943 (Rotas, 2007).
Attori e uomini di teatro come Arnoldo Foà, Michele Placido, Milo Vallone e Pino Bruno hanno già prestato la propria voce narrante del suo libro Ricorda cosa ti ha fatto Amalek.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

25 giugno, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Musica, Musica classica, Musica da camera, Puglia | , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Trani, Incontro con la poesia e la musica alla Libreria “La Maria del Porto”

Sabato 27, marzo 2010 ore 18,30
Libreria La Maria del Porto
via Statuti Marittimi, 42
Trani (Bari)

Incontro con la poesia e la musica

la poetessa Rossella Tempesta

e la violoncellista e folksinger Susanna Canessa
presentano

“L’impaziente”“Nefeli”

la poetessa Rossella Tempesta e la violoncellista /folksinger Susanna Canessa insieme in una performance che fonde poesia e musica. Rossella Tempesta legge i suoi versi da “L’impaziente” accompagnata dalle canzoni folk raccolte nel Cd “Nefeli” cantate dalla stessa musicista Susanna Canessa.

“L’impaziente”

raccolta di poesie di Rossella Tempesta

“Una voce che è prima di tutto impaziente di cantare la vita, in tutte le sue sfaccettature, nelle sue maree e nei suoi inabissamenti, cambiando necessariamente di volta in volta tonalità, altezza, ritmi del suo movimento. Quella di Rossella Tempesta è una poesia pregna di odori, colori, profumi e sfumature, del paesaggio e dell’anima, o meglio delle anime della poetessa, dell’umano e di ciò che dell’Oltre è dato intravedere” (dalla prefazione di Chiara De Luca).
Per maggiori Info su “L’impaziente” clicca qui

“Nefeli”

nuovo album di Susanna Canessa

E’ un viaggio attraverso la musica classica e la musica folk. Ho unito il mio essere violoncellista alla passione di folksinger in brani (tutte cover) che raccontano semplici storie d’amore come North, Fenesta vascia, Luna rossa, Non potho reposare; storie di violenza sulle donne come Caleb Mayer; amori passionali come El preso numero nueve, appartenente alla tradizione popolare messicana; storie mitologiche come Il tango di Nefeli; Llegò con tres heridas, canzone contro la guerra augurandomi che questa possa finire e trasformarsi in Un mondo d’amore, con un inno alla libertà  Donna Donna ed alla vita Gracias a la vida.
Per maggiori info e per ascoltare le anteprime del Cd “Nefeli” clicca qui

Rossella Tempesta è nata a Napoli. Vissuta a Terlizzi, Milano, Cattolica e Rimini attualmente risiede fra Napoli e Formia. Si occupa di Poesia e Cultura anche promuovendone la divulgazione con eventi e iniziative corali. Suoi testi e interventi appaiono sulle riviste “La Mosca di Milano”, “Graphie”, “ClanDestino”, “AttraVerso”, “Poesia”, “Poeti e Poesia”. Per la sua poesia ha ricevuto i premi “Dario Bellezza”, “Salvatore Quasimodo”, “Miramare Poesia”, “Hostaria dal Terzo”, “Sandro Penna”. Fra le sue opere i volumi Alla tua porta prefazione di Davide Rondoni (Walter Raffaelli, Rimini 2000) e Passaggi di Amore prefazione di Elio Pecora (Edizioni della Meridiana, Firenze 2007)

Violoncellista, ha iniziato gli studi a Napoli con il M° G. Caramia.
Ha continuato a Parigi con il M° Alain Meunier, seguendo anche i suoi corsi di perfezionamento in Italia. Si è diplomata al Conservatorio “S. Pietro a Majella” di Napoli. Ha svolto intensa attività artistica  in orchestre sinfoniche, come la “A. Toscanini” e la “Filarmonica Marchigiana”, in gruppi da camera, da solista e in  formazione di otto violoncelli insieme al M° A.Meunier esibendosi al Festival di Ravello, Parigi, Caserta, Capri e al Teatro S. Carlo di Napoli.
E’ fondatrice del Trio con pianoforte “Jacqueline du Pré” con il quale si è esibita  in prestigiose sale da concerto tra cui, a Napoli, il Teatro S. Carlo e il Teatro di Corte, in antiche chiese e chiostri  ed in altre città come Milano, Como, Gaeta, Anacapri, Reggio Calabria, Fano e Cosenza. Recente il suo spettacolo teatrale di musica e cinema “Music in the movies” replicato più volte per importanti Rassegne e “Enoch Arden” melologo di Strauss per l’Associazione “A.Scarlatti” e la Rassegna “MozArt Box”. Unisce le sue doti di violoncellista solista a quelle  di cantante negli spettacoli di musica, canto e poesia come “Viaggio in Grecia”( andato in scena nei luoghi archeologici più suggestivi). Nel ruolo di Folksinger non esita ad imbracciare anche la chitarra e gran successo riscuotono i sui concerti  “Gracias a la vida!”e “Love,amore…amor!”. Titolare della Cattedra di “Teoria Solfeggio e Dettato Musicale” e  tiene corsi di “violoncello” “Editoria multimediale”, “Informatica musicale”, presso il Conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino. A novembre 2009 è uscito il suo album “Nefeli” musica folk…e un po’ di Classica prodotto insieme a “Ca’Bianca” Ed.Musicali.

25 marzo, 2010 Posted by | Agenda Eventi, Arte, Cantanti, Canto, Italia, Letteratura, Libri, Musica, Poesia, Poeti, Puglia, Regioni, Rossella Tempesta, Susanna Canessa, Violoncellisti | , , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: