MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Giovedì 19 luglio la rassegna “Concerti d’estate di Villa Guariglia in tour” propone “L’Energia della Terra”, ricordo del poeta Marco Amendolara


Il suono, l’immediatezza della voce, del corpo e del luogo attraverseranno giovedì 19 luglio, alle ore 21, nella cornice dell’Area Archeologica di Fratte la poesia di Marco Amendolara.
L’ingresso è libero.
Nell’ambito della XXI edizione dei “Concerti d’Estate di Villa Guariglia in tour”, firmati da Antonia Willburger e organizzati dal Cta di Salerno, l’Associazione “Marco Amendolara”, nell’anno celebrativo del decennale della scomparsa del poeta salernitano, propone “L’Energia della Terra”, un racconto corale tra poesia, musica e danza, in cui il verso di Amendolara sarà affidato a rappresentanti di diversi mondi, frequentati dall’intellettuale.
Ad inaugurare la serata il saluto della ideatrice della rassegna, Antonia Willburger, e del presidente dell’Associazione Marco Amendolara, Alfredo Nicastri.
L’evento, coordinato da Alfonso Amendola e Antonella Valitutti, entrerà nel vivo con Rino Mele, il quale traccerà un profilo critico dell’opera di Marco Amendolara.
Le ultime raccolte di poesie di Amendolara contengono la sorpresa del rifiuto, l’amaro stupore che il mondo fosse diverso e non potesse seguirlo in un discorso per lui così felicemente ovvio, perché immediatamente coincidente con la vita.
Le sue immagini seguitano a fiorire formalmente con lo stesso distacco, ma uno sguardo che ne penetrasse l’ultima scaturigine, ne scoprirebbe un esile stelo che potrebbe chiamarsi trepidazione della propria diversità.
Lo stelo c’è ma è un presupposto tutto personale e il lettore che non ne fosse informato sarebbe autorizzato ad affermarne l’inesistenza e a interpretare l’immagine nelle chiavi più disparate.
È qui la chiave di quella natura ove si rivela il reale contenuto della passione di Marco Amendolara, il suo indisciplinato eros, poiché tutta la sua poesia è un florilegio di versi d’amore.
Il verso di Marco sarà affidato all’interpretazione di quanti lo hanno conosciuto in vita, di altri che lo hanno vissuto attraverso l’opera: Massimiliano Amato, Linda Barone, Luca Brescia Morra, Attilio Bonadies, Barbara Cangiano, Gemma Criscuoli, Fabrizo Demma, Anna de Rosa, Francesco Forte, Luca Lanzetta, Andrea Manzi, Erminia Pellecchia, Paolo Romano, Gianfranco Rotonda, Marco Russo, Alessandra Serra, Toto Valitutti, Abhik Matteo Zito.
L’opera postuma di Amendolara sarà trasposta in danza dai ballerini del New Space of Dance.
Thierry Verger, guru del modal underground, ospite del M° Francesco Boccia ha donato una coreografia alle sue allieve, Francesca Alberti, Margherita Buonomo, Eleonora Marfella, Lucia Aprile, Martina Iannuzzelli, Camilla Liguori, Giada Ciccullo, Alessandra Mastrogiovanni, Alessandra Cavallo, Danila Flauti, “L’Energia della Terra”, da cui prende il nome l’intera serata, ispirata dall’opera postuma di Marco Amendolara “Il corpo e l’orto”.
Per Thierry Verger ogni giorno è puro spazio vitale, poesia coreografica estremamente sofisticata, in cui per l’uomo moderno la fine delle certezze ha creato certo scompiglio determinando ciò che oggi è l’evidenza: un movimento , un genere di valore, che suscita “maraviglia”.
Le musiche saranno quelle di Claude Debussy, ruotanti attorno al Prélude à l’après-midi d’un faune.

La ventunesima edizione dei “Concerti d’estate di Villa Guariglia in Tour” è organizzata dal CTA di Salerno in collaborazione con la Provincia di Salerno, i Comuni di Salerno, Baronissi, Cava de’ Tirreni, Cetara, Minori e Sarno; la Coldiretti-Camera di Commercio, la Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana, le ACLI provinciali di Salerno; le associazioni Porto delle Nebbie, Marco Amendolara e Amici dei Concerti di Villa Guariglia. La Regione Campania ha messo il suo sigillo con il patrocinio morale.
Anche quest’anno si conferma la stretta collaborazione con il Conservatorio di Musica “Giuseppe Martucci” di Salerno.

Info per i media: (3939034488) – (3478814172)

19 luglio, 2018 Posted by | Arte, Campania, Danza, Italia, Poesia, Poeti, Regioni, Salerno | , , , , , , , | Lascia un commento

Martedì 5 dicembre al Conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino presentazione del libro di Rossella Luongo “Ieri e domani”


È giunto l’atteso appuntamento con l’ultimo libro della poetessa Rossella Luongo.
Domani, martedì 5 dicembre, alle ore 17.00, presso il Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino la presentazione di “Ieri e domani”, la raccolta di liriche che traccia il profilo di una vita spesa nella passione per l’arte, quella di una donna in bilico tra concretezza e sogno, che danza tra la carriera di avvocato e l’amore per la musica, di un’autrice ricca di personalità, con una missione “nei sentieri della pace”.
A parlare del libro sarà Gianvincenzo Cresta, compositore e docente del “Cimarosa”, poiché la musica per la Luongo, che è pianista e allieva del M° Raffaela Perrotta, è capace di veicolare il messaggio creativo, risiedendo nella sfera più intima del poeta.
La presentazione, condotta dalla giornalista e musicologa Eleonora Davide, sarà aperta dai saluti del vice direttore del Conservatorio Antonio Di Palma e arricchita dagli intermezzi musicali del soprano Angela Iannuzzi che, insieme alla pianista e docente Concetta Varricchio, toccherà le corde dell’anima, mentre una piccola esposizione temporanea del poeta e pittore Prisco de Vivo solleciterà l’immaginazione in questo percorso di immersione artistica a tutto tondo.
Alla fine della serata l’autrice sarà lieta di fare un brindisi con gli intervenuti.

Rossella Luongo rivive parte della sua vita attraverso le poesie composte tra il 2007 e il 2017, ripercorrendo dall’ieri al domani il suo percorso di maturazione stilistica e umana. Lo spazio dedicato alle figlie Alessandra e Federica Ladislai, con i loro pensierini, e alla poesia della madre Irene Graziano completa il racconto e sottolinea il tema del libro – Ieri e domani – attraverso il passaggio generazionale.
La maternità, la famiglia, gli affetti, i dolori e le gioie divengono arte nei versi della Luongo che torna al lavoro di scrittura dopo il successo editoriale del romanzo Latte acido, pubblicato nel 2012, e un lungo periodo di riflessione.
Rossella Luongo svolge la professione di avvocato presso il proprio Studio Legale ed è giornalista pubblicista dal 1995.
Attualmente è in corso di studi per il conseguimento della Laurea Specialistica in Discipline Musicali (Pianoforte) presso il “Conservatorio Domenico Cimarosa” di Avellino.
Ha pubblicato le seguenti raccolte di poesia: La Fata e il Poeta (Fermenti ed., Roma, 2007), Canti metropolitani (Samuele ed., Fanna PN, 2009), Ipotesi di contrasto (Perrone ed., Roma, 2010), Passaggi di piccole cose (Joker ed., Novi Ligure AL, 2011).
In narrativa, ha realizzato un eBook di racconti dal titolo Borderline (Narcissus Self-publishing, 2011), riprodotto anche su carta in tiratura limitata, che raccoglie sette storie “osservate da dimensioni e prospettive surreali e illuminate da luci speciali, in cui la realtà si affaccia sulla soglia dell’impossibile”.
Ha pubblicato un romanzo di formazione, lirico-psicologico, dal titolo Latte acido (Edizioni della Sera, Roma 2012), “la storia sincera, diretta, appassionata di una giovinezza del Sud (Paolo di Paolo)”, laddove cronache intense e drammatiche si stemperano in toni composti e appassionati, attraverso valori e sentimenti comuni, una sorta di “reportage narrativo” sulle storie giovanili degli anni novanta, dove lo spaccato di una gioventù disagiata, destabilizzata e priva di progetti si staglia sullo sfondo di una “Irpinia rigogliosa”, in un viaggio attraverso la memoria delle tradizioni campane e i “sogni bucati” di un gruppo di liceali che si affaccia ai doveri della maturità. Un’avventura dell’anima raccontata consapevolmente, intimamente “in prima persona, con una scrittura precisa e densa che incide come un bisturi l’anima del lettore. Il risultato è un’istantanea in bianco e nero di un oggi carico di incertezza (Gabriella Genisi).

Sito web: www.rossellaluongo.it

4 dicembre, 2017 Posted by | Agenda Eventi, Avellino, Campania, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Libri, Musica, Musica da camera, Poesia, Regioni | , , , , , , , | Lascia un commento

Dal 21 al 24 settembre a Narni la decima edizione di “Alchimie e linguaggi di donne”, Festival della Letteratura-saggistica-arte al femminile


Si svolgerà a Narni, dal 21 al 24 settembre, la decima edizione di “Alchimie e linguaggi di donne”, Festival di letteratura-saggistica-arte al femminile ideato da Esther Basile, che si avvale dell’egida del Parlamento Europeo e dell’Istituto Italiano per gli Studi filosofici di Napoli, in collaborazione con l’Archivio di Stato di Napoli, la Soprintendenza Archivistica per la Campania, la Biblioteca Nazionale di Napoli, la Biblioteca di Terni e il Comune di Sangemini.
Affidato alla direzione artistica della dott.ssa Maria Rosaria Rubulotta, in costante collaborazione con l’avv. Roberta Isidori, che ha ricoperto il ruolo di assessore alle Pari Opportunità e poi di consigliera, la manifestazione ha già ottenuto riconoscimenti di alto valore come le due medaglie del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e, buon ultimo, l’inserimento nel Superfestival del Salone del Libro di Torino nel Maggio 2017.
L’argomento di quest’anno “Alle radici dei diritti”, si gioverà dell’apporto di numerose personalità della letteratura e dell’arte e avrà, fra gli eventi principali, sabato 23 settembre, alle ore 16.00, al Museo Eroli di Narni un Tavolo Tematico dal titolo: “L’Europa, i diritti, i percorsi, le conquiste delle donne”, al quale interverranno, fra gli altri Adriana Buffardi, Vittoria Franco, Luisa Festa, Roberta Isidori, Rossella Del Prete, Giuliana Sgrena, Maria Rosaria De Divitiis, Mauro Giancaspro, Tiziana Bartolini, Paola Ortensi, Maria Stella Rossi, Gioconda Marinelli, Cinzia Capristo, Elio Pecora, Roberto Deidier, Esther Basile, Maria Ester Mastrogiovanni e Dorothy Volpe, Lucia Stefanelli

Il Festival ha visto avvicendarsi, nei suoi dieci anni di attività, numerosissime personalità nazionali ed internazionali, che hanno portato il loro contributo su argomenti come Archivi delle Donne, Letterature migranti, Le Filosofe del Novecento, Il tema del Nomadismo, La nuova banalità del Male, Il Femminicidio, Donne e Mediterraneo, La condizione carceraria femminile, Le Madri della Costituente ed approfondimenti su poeti e scrittori quali Pier Paolo Pasolini, Elsa Morante, Natalia Ginzburg, Sandro Penna, Amelia Rosselli e Anna Maria Ortese, curati dai critici letterari Elio Pecora e Roberto Deidier.

Vanno inoltre ricordate le presenze di Dacia Maraini, Barbara Alberti, Adele Cambria, Marosia Castaldi, Maria Rosa Cutrufelli, Giuliana Sgrena, Lia Levi, Boghos Zékiyan, Goffredo Fofi, Meri Lao, Monica Farnetti, Maria Serena Sapegno, Sandra Petrignani, Wanda Marasco, Bruno Galluccio, Lucia Stefanelli Cervelli, Gioconda Marinelli, Clara Sereni, Lidia Curti, Gabriella Musetti, Carla Arconte, Adriana Assini, Clara Schiavoni, Simona Bertocchi, Maria Ester Mastrogiovanni, Fania Cavaliere, Lia Migale, Adelia Battista, Silvana Sonno, Tommasina Soraci, Maria Stella Rossi, Iaia De Marco, Roberto Stopponi, Roberto Nini.

Nel campo della pittura sono state ospitate Roberta Basile, Giovanna Piromallo, Anna Paola Catalani, Silia Pellegrino che hanno esposto le loro opere, così come Le artigiane di Terni dirette da Silvia Imperi, la scultrice Teresa Mangiacapra con il gruppo storico delle Nemesiache presente ogni anno alla Biennale di Venezia.

Ancora, si segnalano i video a cura di Grazia Morace, Carlo Damasco, Tiziana Bianchi, la mostra di foto permanente di Maria Rosaria Rubulotta, Le Poete della Tenda Berbera dirette da Rita Felerico, che hanno per molti anni trovato accoglienza presso la dimora della signora Paola Casco e famiglia, nel suo giardino, a Stifone: M. T. Caporaso, A. La Volpe, G. Dell’Aria, M. Grande, L. Ferro, M. Marmo, C. Slobodanka, L. Nugnes, A. Liberatore, G. Marinelli, N. Bonapace, B. Gentile, C. Dolci, S. Di Mare, S. Cervone, A. Pugliese, C. Caputo, A.Schiavone, F. Coppola, M. Felici, N.Fasano.

Fra i musicisti hanno fornito il loro costante contributo il duo formato da Susanna Canessa e Monica Doglione, il sassofonista Nicola Rando, i chitarristi Lino Blandizzi, Marcello Appignani, Luca Ricatti, Patrizia Lopez e Patrizia Nicolai.

Numerose anche le case editrici partecipanti: Mondadori, Thyrus dell’Umbria, Alieno di Perugia, Mondadori, Il Saggiatore e Passigli, Einaudi, Guida, Homo Scrivens (Aldo Putignano), Minimum fax, Vita Activa da Trieste, Neri Pozza, Terre d’Ulivo da Lecce (Elio Scarciglia),Treves, Pironti, Libreria delle Donne di Napoli.

Nel complesso un Festival di ampio respiro, unico nel suo genere, che anche quest’anno, dal 21 al 24 settembre, approfondisce tematiche sociali, storiche, letterarie, filosofiche, con partecipazioni di spicco, valorizzando la produzione intellettuale e artistica femminile, con la presenza di studiose e studiosi arrivati da tutta Italia e anche dall’estero.

20 settembre, 2017 Posted by | Agenda Eventi, Arte, Biblioteca Nazionale, Canto, Chitarristi, Cultura, Italia, Letteratura, Letteratura contemporanea, Libri, Monica Doglione, Musica, Pittura, Poesia, Regioni, Scultura, Susanna Canessa, Umbria | , , , , , , , , , | Lascia un commento

Sabato 24 settembre Susanna Canessa e Monica Doglione in concerto per la nona edizione del Festival della letteratura di Narni

manifesto-duets-with-contaminations
Sabato 24 settembre, alle ore 21.00, nell’ambito del IX Festival Internazionale della letteratura-saggistica-filosofia- arte al femminile “Alchimie e linguaggi di donne”, ideato da Esther Basile, che si terrà a Narni dal 22 al 25 settembre 2016, la Chiesa di San Domenico ospita il concerto di Susanna Canessa e Monica Doglione dal titolo DUETS…with Contaminations!

A seguire letture di Anna Maria Ackermann, Elio Pecora in musica e canto, letture di Milena Vukotic, Monologo di Arnolfo Petri: “Caligola” da Camus e interventi musicali di Lino Blandizzi (chitarra) e Nicola Rando (sax).

Introduce Roberto Nini

Ingresso libero
duo-canessa-doglione
A volte le musiche s’incontrano, generi diversi accomunati da una melodia simile si fondono come in un gioco di parole.
Cambiare stile ad un brano Classico, folk, pop e mescolare quegl’ingredienti certi di un brano radicato nel suo genere…Tutto questo è
Duets with…CONTAMINATIONS!

Pagina Facebook: Duets Susanna Canessa Monica Doglione

Scarica il Programma completo del Festival Internazionale della letteratura-saggistica-filosofia- arte al femminile  programma-completo-festival-di-narni-2016

Un “assaggio”  di Contaminazioni:

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

21 settembre, 2016 Posted by | Agenda Eventi, Cantanti, Concerti, Folk music, Letteratura, Monica Doglione, Musica, Poesia, Susanna Canessa | , , , , , , , , | Lascia un commento

Domenica 18 settembre a Palazzo Zevallos il ciclo dell’Associazione Alessandro Scarlatti “I suoni della storia” ospita il Quartetto Gagliano ed il chitarrista Edoardo Catemario

locandina-i-suoni-della-storia-2016-quartetto-gagliano
Domenica 18 settembre, alle ore 11.30, nella splendida sede di Gallerie d’Italia – Palazzo Zevallos Stigliano (via Toledo, 185 – Napoli), secondo appuntamento del ciclo “I suoni della storia” intitolato “1916: Musiche dal naufragio”.
Traendo spunto dal centesimo anniversario della scomparsa di Enrique Granados, perito nell’affondamento del piroscafo Sussex durante la Prima Guerra Mondiale, la rassegna spazia all’interno del grande repertorio della musica ispanica o ispirata alle tradizioni spagnole.

Protagonista del concerto sarà il Quartetto Gagliano, che aprirà con il Quartetto n.1 di Arriaga, autore ingiustamente poco conosciuto, che è stato definito “il Mozart spagnolo”.
Seguirà il celebre Quintetto di Boccherini “Fandango”, che vede la illustre partecipazione di Edoardo Catemario alla chitarra.

La rassegna presenta la consueta interazione tra musica e parola, con letture che inquadrano poeticamente e culturalmente i programmi musicali, evidenziando per contrasto lo smarrimento dell’individuo al cospetto dei grandi avvenimenti storici.
L’attore Raffaele Ausiello leggerà brani tratti da “Trafalgar” di Benito Pérez Galdós, e poesie di Federico García Lorca e Luis Cernuda, scelte ed in parte tradotte per l’occasione da Encarnación Sánchez García e Diana Gargano.

Biglietto unico: 5 Euro

Infoline
081 406011
www.associazionescarlatti.it

_________________________________________________________

Domenica 18 settembre 2016
Gallerie d’Italia – Palazzo Zevallos Stigliano – ore 11.30
“I Suoni della Storia” – “1916: Musiche dal naufragio”, nell’anniversario della scomparsa di Enrique Granados

Programma

Quartetto Gagliano
Carlo Dumont e Sergio Carnevale, violini
Gianfranco Conzo, viola
Raffaele Sorrentino, violoncello

Edoardo Catemario, chitarra
Raffaella Caianiello, nacchere
Raffaele Ausiello, voce recitante

Juan Crisóstomo de Arriaga ( 1806 – 1826): Quartetto n.1 in re minore

Luigi Boccherini: Quintetto con chitarra in re maggiore G.448 “Fandango”

Quartetto Gagliano
quartetto-gagliano-foto-2Il Quartetto d’archi Gagliano, che con il proprio nome rende omaggio alla più celebre famiglia di liutai napoletani, vede confluire al suo interno consolidate esperienze cameristiche e precedenti esperienze professionali nell’ambito della musica da camera: i violinisti Carlo Dumont e Sergio Carnevale, il violista Gianfranco Conzo ed il violoncellista Raffaele Sorrentino.
La prima formazione iniziò a lavorare insieme nel 1987 grazie all’incoraggiamento del Gabrieli String Quartet di Londra, seguendo i “Corsi di Perfezionamento Strumentale e di Interpretazione Musicale” a Sermoneta e suonando al Festival Pontino.
Nel 1995, dopo essere stato ascoltato dal Quartetto Alban Berg, il quartetto è stato invitato a perfezionarsi con loro presso la Musikhochschule di Lubecca (Germania), lavorando con Günter Pichler, Thomas Kakuska e Valentin Erben.
Nel 1997 grazie all’ “Amadeus Scholarship Fund”, gli viene assegnata una borsa di studio che gli consente di studiare con il Quartetto Amadeus presso la Royal Academy of Music di Londra.
Parallelamente all’attività didattica, il quartetto ha svolto attività concertistica, suonando nelle principali città europee (Londra, Ginevra, Lubecca, Amsterdam, Barcellona, Roma, Parigi, Lugano, Sofia, Bruxelles, Budapest), tenendo sia recital, che cicli monografici (Boccherini 2005, Mozart 2006, Haydn e Mendelssohn 2009, Schumann 2010), partecipando a tournée e festival internazionali.
Interprete del più significativo repertorio quartettistico, il Quartetto Gagliano suona sovente con strumentisti ospiti, con cui collabora in diverse formazioni dal quintetto all’ottetto, tra cui si ricorda Bruno Giuranna, Antony Pay, Ursula Hollinger, Peter-Lukas Graf, Jean-François Tollier, Alessandro Carbonare, Bruno Mezzena.
Il quartetto, il cui repertorio spazia da “L’Arte della Fuga” di J. S. Bach fino alle più recenti avanguardie, con l’obiettivo di ampliare il repertorio tradizionale, si dedica costantemente al lavoro di ricerca per la riscoperta della musica da camera di autori di scuola napoletana (Giuseppe Martucci, Franco Alfano, Alessandro e Achille Longo, Mario Pilati, etc.), eseguendo e registrando lavori spesso inediti.
Nella stagione 2013/14 il quartetto ha presentato, partendo dal Festival di Cartagine (Tunisi), un programma di raro ascolto dedicato al percorso che, dalle prime forme strumentali cinquecentesche a quattro voci, conduce fino al ‘700 alla nascita del quartetto d’archi in Italia.
Nel 2014 l’International Yehudi Menuhin Foundation ha invitato il quartetto a suonare Rossini, Verdi e Puccini in occasione dell’annuale gala di fine anno, presso il Théatre du Parc di Bruxelles.
Per la stagione 2015/16 il quartetto Gagliano è Quartet in Residence presso il Centro di Musica Antica “La Pietà de’ Turchini” di Napoli, con un programma rivolto alla didattica e alla produzione di progetti speciali (tra cui Gli ultimi quartetti di Beethoven e la Scuola Napoletana).

Edoardo Catemario

Foto Quagli

Foto Quagli

Nato a Napoli, ha intrapreso lo studio della chitarra all’età di cinque anni.
Ha studiato dapprima con Salvatore Canino, poi con Pedata, Tomás, Aruta e Maria Luisa Anido.
Pianoforte e analisi con Titina De Fazio ed interpretazione con i compositori latinoamericani Leo Brouwer e Oscar Casares.
Chitarrista estremamente versatile, passa con disinvoltura dal repertorio romantico (suonato su strumenti originali) a quello barocco , al novecento storico alla musica contemporanea e d’avanguardia.
Il suo repertorio include una enorme quantità di pezzi solistici, oltre che la quasi totalità del repertorio da camera e 42 concerti per chitarra ed orchestra.
Vanta al suo attivo numerosi primi premi di concorsi nazionali ed internazionali.
Ha vinto, tra l’altro, il primo premio dei prestigiosissimi concorsi “Andrés Segovia” di Almuñecar (Granada) nel 1991 e di Alessandria nel 1992.
Catemario si è esibito in concerti, emissioni radiofoniche e televisive nonché nei maggiori festival di musica da camera ed è apparso in numerose trasmissioni televisive e radiofoniche per le maggiori reti nazionali europee TVE2 (Spagna), RTF3 (Francia), RAI1 e RAI3 (Italia).
Ha suonato in prima assoluta composizioni a lui dedicate tra cui: “El Kalasha de AValokitesvara” di Eduardo Morales Caso, “Drei lieder” di Alexander Mullenbach, “Cuadernos de Danzas” di Mauricio Sotelo, “Memorie di una maschera” di Patrizio Marrone”, “Carpe Diem” di Gerard Drozd“ e “I racconti di Mamma Orca” di Roberto De Simone.
E’ stato ospite in qualità di solista di grandi orchestre ed affianca alla sua carriera da solista una intensa attività cameristica.
La sua produzione discografica include lavori per: DECCA records, ARTS Music e Koch Schwann.
Le sue registrazioni hanno vinto numerosi premi della critica fra le quali: Cinque stelle di “Musica” (Italia), Scelta del mese di CD classica (Italia), Scelta dell’editore di Guitart (Italia), Joker di Crescendo (Belgio) fra le altre…
Nel Gennaio 2004 la sua incisione del Concerto n.1 di Giuliani è stata allegata al BBC Music Magazine.
Ha tenuto Master Classes in Germania, Francia, Spagna, Italia, USA, Regno Unito, Australia ed Austria.
Ha collaborato con il Mozarteum di Salisburgo durante la “Sommer Akademie” tra il 2001 ed il 2007 e con La Royal Academy di Londra dove viene regolarmente invitato.
E’ stato titolare della cattedra di perfezionamento ed interpretazione presso il “Conservatoire International de Paris” (Parigi, Francia) dal 1995 fino al Giugno del 2001.

Raffaele Ausiello
raffaele-ausielloInizia e continua la sua formazione tra Torre del Greco e Napoli.
Laureato in Lettere Moderne e specializzato in Filologia Moderna, fin dai tempi del Liceo, contemporaneamente agli studi, intraprende e approfondisce il mestiere e l’arte della recitazione con il prof. Nicola Di Lecce, il prof. Antonio Borriello (noto esperto di Samuel Beckett), Carlo Cerciello (direttore del Laboratorio Teatrale Permanente del Teatro Elicantropo di Napoli).
Segue stages e workshops tenuti da Renato Carpentieri, Orlando Cinque, Cesar Brie, Nicole Kerberger, Anna Redi, Paola Tortora, Michele Monetta, Pierpaolo Sepe, Armando Punzo, Davide Iodice, Pino Carbone, e tanti altri.
In Teatro è stato diretto, tra gli altri, da Carlo Cerciello (lavorando anche al fianco di Isa Danieli), Renato Carpentieri, Luciano Melchionna, Francesco Saponaro, Pino Carbone, Raffaele Di Florio, Walter Manfré, Giovanna Facciolo, Anna Redi.
Nel 2010, assieme a Giuseppe Cerrone, Stefano Ferraro, Aniello Mallardo e Antonio Piccolo fonda il collettivo teatrale Teatro in Fabula, che oltre ai vari impegni teatrali ha collaborato con Lorenzo D’Amelio alla formazione del cast de “L’evento”, un lungometraggio indipendente girato nel Sannio nel 2013.
Oltre che ne “L’evento”, è stato protagonista e coprotagonista in diversi cortometraggi, nonché nel lungometraggio “Nei molti Mondi”, un videodramma a spettatore unico di Guido Acampa e Gabriele Frasca, proiettato alla Galleria Civica di Modena e prossimamente edito dalla Sossella Editore.
In televisione va citata almeno la partecipazione come attore guest nel ruolo di Fabrizio Jovinelli in una decina di puntate (2008) della soap di RAI3”Un posto al sole”.
Per la sua attività teatrale ottiene il Premio Nike come attore emergente nel 2010 e il Premio Domenico Rea nel 2012.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

15 settembre, 2016 Posted by | Agenda Eventi, Associazione "A. Scarlatti", Associazioni Musicali, Campania, Concerti, Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Napoli, Poeti, Regioni | , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Domenica 28 giugno al Castello di Prata Sannita la II edizione del Premio “L’iguana” dedicato alla Ortese

Locandina Premio Castello di Prata Sannita
Domenica 28 giugno 2015 si terrà la Premiazione del Premio Castello di Prata Sannita (Ce) L’IGUANA – Omaggio ad Anna Maria Ortese (Seconda edizione)

Cerimonia di Premiazione: ore 11.00
Sezioni: Narrativa – Poesia edita – Poesia Inedita – Fotografia – Corto/Video – Composizione Musicale

Letture di brani dalle opere vincitrici a cura di Lucia Stefanelli, Riccardo De Luca, Arnolfo Petri.

Alle ore 16.00:
Performance di Musica e Canto nel cortile del Castello di Prata con:
Marcello Appignani, Lino Blandizzi, Susanna Canessa, Giulia Capolino, Monica Doglione, Nicola Rando, Maurizio Santilli.

Infine alle ore 18.00:
Incontri all’Antico Mulino di Prata Sannita:

Linguaggi visivi e teatrali – Proiezione dei video e dei corti che hanno partecipato al Premio L’Iguana – Castello di Prata Sannita.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

25 giugno, 2015 Posted by | Agenda Eventi, Arte, Campania, Canto, Caserta, Fotografia, Italia, Letteratura, Libri, Monica Doglione, Musica, Poesia, Poeti, Regioni, Susanna Canessa | , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Martedì 15 luglio a Pignataro Maggiore (CE) gli “Amici della Musica” propongono la terza edizione del Reading di Poesia nell’ambito della rassegna “Suoni d’Estate”

Manifesto Suoni d'Estate 15 luglio 2014
Si svolgerà martedì 15 luglio, con inizio alle ore 21.15, nel Cortile del Palazzo Vescovile il Reading di Poesia “Il risveglio della parola poetica a Napoli”, organizzato dall’ “Amici della Musica” di Pignataro Maggiore (Ce) all’interno della XXXIX Stagione Musicale “Suoni d’Estate”.
Il tradizionale appuntamento con il suggestivo mondo della poesia è giunto ormai alla III Edizione e va configurandosi, di anno in anno, come un tassello insostituibile nella versatile programmazione artistica dell’Associazione “Amici della Musica”.
La serata sarà sapientemente condotta da Giovanni Nacca e Fabiola Serino che avranno il compito di introdurre e presentare i quattro prestigiosi autori: Stelvio Di Spigno, Eugenio Lucrezi, Vera D’Atri e Bruno Galluccio, un quartetto di voci poetiche tra le più significative del panorama nazionale.
Gli interventi musicali saranno a cura del M. Rossella Vendemia.
Raffinate note di poesia, dunque, nella splendida cornice del settecentesco Palazzo Vescovile di Pignataro Maggiore: martedì 15 luglio ore 21.15, con ingresso libero.

Stelvio Di Spigno vive a Napoli dove è nato nel 1975.
È laureato e addottorato in Letteratura Italiana presso l’Università “l’Orientale” di Napoli.
Ha scritto articoli e saggi su Leopardi, Montale, Gadda, Pavese, Zanzotto, Claudia Ruggeri e sulla post-avanguardia poetica italiana, insieme alla monografia Le “Memorie della mia vita” di Giacomo Leopardi – Analisi psicologica cognitivo-comportamentale (L’Orientale Editrice, Napoli 2007).
Ha collaborato all’annuario critico “I Limoni” con recensioni e note con Giuliano Manacorda.
Per la poesia, ha pubblicato la silloge Il mattino della scelta in Poesia contemporanea. Settimo quaderno italiano, a cura di Franco Buffoni (Marcos y Marcos, Milano 2001), i volumi di versi Mattinale (Sometti, Mantova 2002, Premio Andes; 2a ed. accresciuta, Caramanica, Marina di Minturno 2006, Premio Calabria), Formazione del bianco, (Manni, Lecce 2007, finalista Premio Sandro Penna), La nudità (Pequod, Ancona 2010), Qualcosa di inabitato, con Carla Saracino (EDB, Milano 2013).

Eugenio Lucrezi è nato a Salerno nel 1952.
Svolge la professione di medico.
È anche musicista, suonando in diverse band napoletane.
Pubblica le raccolte poetiche Arboraria (Altri Termini, Napoli, 1989); L’air (Anterem, Verona, 2001) e il romanzo Quel dì finiva in due (Manni, Lecce, 2000). Scrive su riviste letterarie, quotidiani e settimanali.
Numerosi sono i suoi interventi critici su «Risvolti».

Vera D’Atri è nata a Roma nel 1948.
Vive a Napoli dal 1992.
Solo dopo molti anni si occupa sorprendentemente di scrittura redigendo racconti e alcune brevi poesie facenti parte della raccolta Abitare Sparta con cui ottiene una menzione di merito al premio Lorenzo Montano 17a edizione.
Pubblica in seguito una piccola silloge poetica per le Edizioni della Biblioteca a cura di Giovanni Pugliese intitolata Il museo di vaniglia, e nel 2009 Una data segnata per partire, con prefazione di Rossella Tempesta (Kolibris, Bologna).
Oltre a vari racconti pubblicati in antologie e su riviste, scrive il romanzo Buona bella brava (Robin Edizioni, 2010) recensito da Enzo Rega su l’Indice dei libri.
Suoi testi sono su riviste, inserti culturali e numerosissimi blog.
E’ presente, inoltre, nell’antologia La giusta collera, edita da CFR e su “Alter ego – Poeti al MANN” ed è tra i vincitori di numerosi concorsi letterari.
Per la poesia è finalista al Premio Mazzacurati-Russo delle Edizioni d’If 2012-2013 con la plaquette Tutte donne che verrà a far parte del Registro curato da Gabriele Frasca.
Nel 2013 esce Una tenace invadenza (Libro Aperto Edizioni) ed è tra i vincitori del premio di poesia Michele Sovente.

Bruno Galluccio è nato a Napoli dove tuttora vive.
Laureato in fisica ha lavorato nell’industria occupandosi di comunicazioni e sistemi spaziali.
È tra le voci più significative del panorama poetico nazionale.
La sua attività di poeta trova sbocco editoriale nel felice esordio presso la casa editrice Einaudi avvenuto nel 2009 con il volume Verticali, con il quale ha vinto nello stesso anno il Premio Pisa – Sezione Poesia.
E’ direttore artistico della rassegna “Una piazza per la poesia” che si svolge a Napoli.
A gennaio 2014 verrà pubblicato un suo nuovo volume di poesia sempre presso Einaudi.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

14 luglio, 2014 Posted by | Agenda Eventi, Campania, Caserta, Italia, Musica, Poesia, Regioni | , , , , , , , , , , | Lascia un commento

NOIANOIR Il nuovo lavoro discografico dei “Pennelli di Vermeer” edito dalla Marotta&Cafiero Recorder

noianoir, anteprima copertinaL’etichetta discografica indipendente Marotta&Cafiero Recorder è lieta di comunicare che il gruppo Pennelli di Vermeer sta per tornare sulla scena musicale con un nuovo sorprendente cd NoiaNoir. Due giovani realtà del territorio napoletano si incontrano per dar vita ad un’opera originale e pronta a criticare attraverso il rock la società odierna. La Marotta&Cafiero Recorder, infatti, è nata solo ad ottobre ma ha già pubblicato tre lavori discografici importanti e appoggia in pieno il progetto del gruppo partenopeo.

Portavoce di un filone definito dalla critica “rock pittorico”, l’eclettica band Pennelli di Vermeer, dopo la parentesi musico-teatrale de La Sacra Famiglia, torna con un terzo disco, un concept album musicalmente trasversale i cui testi denunciano in chiave ironica la speculazione attuata dal “sistema dell’informazione” intorno ai casi di cronaca nera. L’album, la cui stampa è stata co-prodotta attraverso la piattaforma di crowdfunding Produzioni dal basso, sarà reperibile dal prossimo giugno nei migliori negozi di dischi, online e nelle librerie Marotta&Cafiero, di cui una ha sede nel foyer del Teatro Bellini di Napoli e l’altra nell’Istituto Vittorio Veneto di Scampia. La presentazione ufficiale avrà luogo venerdì 6 giugno 2014 presso gli spazi del PompeiLab, dove la band si esibirà in un concerto live. Prima ancora però il 2 giugno al Meeting del Mare a Marina di Camerota i Pennelli di Vermeer avranno l’onore di suonare per la seconda volta per l’opening-act del concerto di Franco Battiato e il 16 giugno presenterà il CD al Marotta&Cafiero store, sito nel foyer del Teatro Bellini di Napoli.

Ufficio Stampa Marotta&Cafiero
Gabriella Galbiati
ufficiostampa@marottaecafiero.it – 320 21 66 484

NOAINOIR:

Sinossi del concept/album

Un misterioso caso di omicidio, quello della soubrette televisiva Mrs Rose, sconvolge un intero quartiere, diventando – in breve – tormentone mediatico. Dall’omicidio all’indagine, dalla cattura dell’assassino al suo processo, NoiaNoir è prima di tutto un “noir sociale” che si snoda attraverso 12 canzoni e due intermezzi musicali, nei quali emergono fattori e comportamenti umani accomunati da un solo indizio: la noia. D’altronde, solo una società annoiata può perdersi nei risvolti di un caso di omicidio. La spregiudicatezza dei media, interessati a questo caso solo per trarne profitto economico, fa sì che la realtà si mescoli alla finzione e che la paura e il sospetto dilaghino al punto da chiedersi: “Chi è il vero colpevole? Il killer o il “sistema” dell’informazione?”.

Scaletta dei brani del cd/concept NOIANOIR

Ouverture, Ray Chat, Mrs Rose, Intermezzo uno, Scoop, Boredom, Orrido Tour, La paura, Torquemada, Mostrografia, Intermezzo due, Criminal Boy, Show Case, Animi Anonimi.

Credits del cd/concept NOIANOIR

Testi: Pasquale Sorrentino (eccetto testi delle tracks n. 2, 6, 9, 12 di Pasquale Sorrentino & Giorgio Volpe); Musiche: Pasquale Sorrentino; Arrangiamenti: Pennelli di Vermeer; Band: Pasquale Sorrentino (voce, chitarre, ukulele), Stefania Aprea (voce), Pasquale Palomba (chitarre), Raffaele Polimeno (piano, keyboards, moog), Maurizio D’Antonio (basso elettrico), Marco Sorrentino (batteria e voce).

Musicisti ospiti:

Enrico Vicinanza (controtenore nella track n. 3), Giovanni Vicinanza (chitarra elettrica nella track n. 2), Antonio Ostuni (chitarra elettrica nella track n. 7), Rosario Federico (theremin nelle track n. 4 e 11). Sezione d’archi: Fulvio Di Nocera (contrabbasso), Catello Tucci (violoncello), Ilario Ruopolo (violino),

Contributi attoriali: Gennaro Maresca, Roberto Pappalardo, Floriana D’Ammora, Pasquale Sorrentino, Stefania Aprea.

Illustrazioni: Antonella Ruggiero Progetto grafico: Andrea Iozzino

Produzione esecutiva dei brani: Pasquale Sorrentino, Stefania Aprea e Marco Sorrentino (eccetto tracks n. 3, 5 e 10 prodotte da Giovanni Vicinanza)

Stampa del cd: Produzioni dal basso / Marotta & Cafiero Editori Distribuzione e Ufficio Stampa: Marotta&Cafiero Editori

Contatti Pennelli di Vermeer:

www.facebook.com/pennellidivermeerfanpage

https://it.wikipedia.org/wiki/Pennelli_di_Vermeer

http://www.youtube.com/ipvermeer – ipvermeer@yahoo.it

PENNELLI DI VERMEER

Pennelli di Vermeer è un progetto musicale e non solo; è un’opera aperta, sempre in evoluzione dove transitano, si scontrano e si fondono il rock, il teatro, la canzone d’autore. L’unica parola che contraddistingue il progetto è contaminazione, di generi, di linguaggi espressivi, di umori e di persone. Siamo un laboratorio musico/teatrale privo di confini (gli unici sono quelli del palcoscenico) dove l’Arte è intesa come esperienza esistenziale, ricerca, TERAPIA!” (P. Sorrentino, voce autore e compositore della band)

Nota Biografica:

Dalla prima uscita discografica con l’Ep Tramedannata (2007) al primo Cd La primavera dei sordi (2008), prodotti entrambi dall’etichetta napoletana La canzonetta/Sintesi 3000, i Pennelli di Vermeer si caratterizzano subito per un percorso all’insegna della contaminazione tra i generi musicali: rock, progressive, musica cantautoriale ma, anche elettronica e folk, si fondono generando quelle tessiture sonore che fanno dei Pennelli di Vermeer portavoce di un filone definito dalla critica col nome di rock pittorico. Su queste trame sonore si articolano i testi ora ironici, ora visionari e grotteschi, ora impegnati, scritti dal compositore e autore della band Pasquale Sorrentino. Nel 2010 debuttano in teatro con il b-side project di teatro/canzone dal tiolo “La sacra famiglia” – Tragicommedia Musicale in 3 atti, di cui Pasquale Sorrentino è autore, compositore e arrangiatore. Nello stesso anno, lo spettacolo, vedrà la pubblicazione e la distribuzione del dvd prodotto dall’etichetta napoletana La canzonetta/Sintesi 3000.

Discografia Ufficiale

2007 -Tramedannata (La Canzonetta/Sintesi 3000);

2008 – La primavera dei sordi (La Canzonetta/Sintesi 3000);

2014 – NoiaNoir (Marotta & Cafiero Editori).

Compilation

2005 – Underground Parade (Musa Records);

2006 – AA.VV. Arezzo Wave Love Festival (Ondanomala/Edel);

2006 – AA.VV. Napoli Sound System vol. 2 (La Canzonetta/Self);

2009 – AA.VV. PofiRock Compilation 2006-2007 (PofiRock);

2011 – DECAMERON: Ten Days in 100 Novellas (Musea Records).

Video

2005 – La pipa operaia – regia di Mario Amura;

2008 – Manifesto cm 70×100 – regia di Federico Gravina.

DVD

2010 – La sacra famiglia – Tragicommedia Musicale in 3 atti (La canzonetta/Sintesi 3000).

Premi, partecipazioni e riconoscimenti

2005 – Premio della Critica al Festival Scrivendo Canzoni di Sermide (MN); 2005 – Premio “Miglior testo” al Festival Aritmia Mediterranea di Molfetta (BA); 2005 – Premio “Miglior gruppo” dello Stereolab Music Festival di Mercato San Severino (SA); 2005 – Finalisti nazionali del Festival Rock Targato Italia, Milano; 2005 – Partecipazione live al Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza (RA); 2006 – Vincitori del Festival Giovani Suoni di Napoli; 2006 – Premio della Critica al PofiRock Festival di Pofi (FR); 2006 – Partecipazione live al Meeting del Mare di Marina di Camerota (SA) e opening-act al concerto di Franco Battiato;

2006 – Finalisti nazionali all’Arezzo Wave Love Festival, in qualità di vincitori di Arezzo Wave Campania; 2006 – Partecipazione live al Premio Carosone di Napoli (tra gli ospiti: Noa & Solis String Quartet, Carmen Consoli, Giovanni Allevi, Giorgio Conte, Giuliano Palma, Enzo Avitabile, ecc); 2008 – Opening-act al concerto-evento di Pino Daniele (Vai Mò Tour) in Piazza Plebiscito a Napoli l’8 luglio;

2008 – Opening-act al concerto della Premiata Forneria Marconi al Palinuro Coast Music Festival; 2009 – Partecipazione live al concerto di solidarietà A Torino c’ero anch’io in Piazza del Gesù a Napoli, insieme ai 99 Posse, 24 Grana, Jovine, Sangue Mostro e Lucariello; 2009 – Premio Speciale della SIAE Sergio Endrigo al Biella Festival di Biella; 2009 – Premio speciale alle audizioni di Piedigrotta conferito dal musicista Enzo Avitabile presidente della giuria; 2010/2012 – Debutto e tour nei teatri del b-side project dal titolo La sacra famiglia – tragicommedia musicale in tre atti di cui viene pubblicato e distribuito il dvd.

pennelli-5

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

28 maggio, 2014 Posted by | Agenda Eventi, Art, Arte, Compositori, Concerti, Letteratura, Music, Musica, Napoli, Pittura, Poesia, Teatri, Teatro, Teatro Bellini | , , , , , , , , | Lascia un commento

Concerti a Napoli dal 10 al 16 febbraio 2014

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Francesco Florimo

Francesco Florimo

Questi gli appuntamenti previsti dal 10 al 16 febbraio 2014:

Lunedì 10 febbraio, alle ore 18.00, presso il Circolo Artistico Politecnico (piazza Trieste e Trento, 48), per l’inaugurazione della rassegna “I Lunedì Musicali”, concerto del “Duo Alba”, formato dalle pianiste Anna Longobardi e Francesca Bellocchio

In programma musiche per pianoforte a quattro mani di Moszkowski, Strauss e Ciaikovskij

Per accedere ai concerti, munirsi di un tesserino, che dovrà essere esibito all’ingresso.
E’ possibile richiedere il tesserino presso la segreteria dell’Associazione, dal lunedi al venerdi, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20.

_________________________________________________________

Martedì 11 febbraio, alle ore 17.30, al Teatro Diana (via Luca Giordano, 64), inaugurazione della rassegna “Diciassette & Trenta Classica”, con il concerto dell’Orchestra da camera “I Solisti di Napoli”, diretti da Susanna Pescetti, con la partecipazione di Cecilia Laca (violino solista)
Immagini di Francesco Bellofatto

Programma

A. Vivaldi: Le quattro stagioni

Costo del biglietto
I settore: 12 Euro
II settore: 10 Euro

_________________________________________________________

Giovedì 13 febbraio, alle ore 18.00, nella Sala Chopin (piazza Carità, 6), “Omaggio alla Lirica”

In programma arie e duetti dalle opere liriche più famose

Ingresso libero fino ad esaurimento posti
_________________________________________________________

Giovedì 13 febbraio, alle ore 21.00, nell’Auditorium di Castel S. Elmo, per la stagione dell’Associazione Alessandro Scarlatti, concerto de “I Turchini di Antonio Florio”, con la partecipazione del soprano Maria Grazia Schiavo

In programma musiche di Gian Francesco De Majo

Costo del biglietto

Platea I settore: 25 Euro
Platea II settore: 20 Euro
Platea III settore
Intero: 15 Euro
Giovani: 8 Euro
Last minute: 3 Euro (giovani al di sotto dei 25 anni, biglietti messi in vendita un’ora prima del concerto)

_________________________________________________________

Venerdì 14 febbraio, alle ore 20.30, nella Chiesa di San Rocco a Chiaia (piazza San Pasquale), nell’ambito della stagione del Centro di Musica Antica Pietà de’ Turchini, “Invisible Cities Project” con la partecipazione di Mauro Squillante (mandolino), Sante Tursi (chitarra), Cristina Recupito e Igor Canto (reading) e Martina Troise (Live Art performance)

In programma brani per mandolino e chitarra ispirati al libro di Calvino “Le città invisibili”

Costo del biglietto: 10 Euro
_________________________________________________________

Venerdì 14 febbraio, alle ore 20.30, nella chiesa di San Giovanni Maggiore (rampe San Giovanni Maggiore) per la rassegna “Il Venerdì c’è musica in Basilica!”, concerto dal titolo “Arpa, mon amour”, in collaborazione con il Conservatorio di Salerno

In programma musiche di Haendel, Bellini, Hoffmann

Ingresso a offerta libera
_________________________________________________________

Sabato 15 febbraio, alle ore 17.00, presso l’Istituto dei Fiori (via Belvedere, 33), primo concerto nell’ambito di “Armonia”, progetto di avvicinamento della musica ai bambini, con la partecipazione di Maria Grazia Ritrovato (pianoforte) e Cristina Messere (voce recitante)

In programma la favola musicale “Il segreto del quarto porcellino” su musiche di Maria Grazia Ritrovato e testi di Mario Buonoconto

Costo del biglietto: 5 Euro
Abbonamento ai tre concerti della rassegna: 12 Euro

_________________________________________________________

Sabato 15 febbraio, alle ore 20.30 (Turno S), con replica domenica 16 febbraio, alle ore 18.00 (Turno P), al Teatro di San Carlo, per la stagione sinfonica 2013-2014, concerto dell’Orchestra del Teatro di San Carlo, diretta da Yutaka Sado con la partecipazione del violinista David Garrett

Programma

Johannes Brahms: Concerto in Re maggiore per violino e orchestra op. 77

Antonín Dvořák: Sinfonia n.8 in sol maggiore op. 88

Costo del biglietto

Intero: da 60 a 26 Euro
Ridotto: da 56 a 24 Euro (titolari Carte dei programmi di Membership, gruppi di almeno 10 persone membri di enti, CRAL ed associazioni convenzionati con il Teatro di San Carlo)
Giovani under 30 (palchi laterali): 20 Euro
Giovani under 18 (palchi laterali): 15 Euro

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

9 febbraio, 2014 Posted by | Agenda Eventi, Arte, Associazione "A. Scarlatti", Associazioni Musicali, Auditorium Castel S. Elmo, Campania, Centro di musica antica "Pietà dei turchini", Concerti, Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, musica sinfonica, Napoli, Poesia, Regioni, Sale da concerto, Teatro Diana, Teatro San Carlo | , , , | Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: