MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Il duo Meunier-Le Bozec ripropone lo spirito delle “Serate di Musica d’insieme”

Alain Meunier e Anne Le Bozec sono stati gli ottimi protagonisti del recente appuntamento con la rassegna dell’Associazione Alessandro Scarlatti, nel primo dei due concerti rivolto all’integrale delle Sonate per violoncello e pianoforte di Ludwig van Beethoven.
Nell’ambito dei cinque brani che costituiscono la produzione beethoveniana dedicata a questo organico, sono state eseguite la Sonata in fa maggiore, op. 5 n.1, risalente al 1796 e le due Sonate appartenenti all’op. 102 (n. 1 in do maggiore e n. 2 in re maggiore), completate nel 1815.
E’ indubbio che i quasi venti anni che le separano sono una distanza notevole, per cui la prima ricade nel periodo giovanile o “primo periodo”, secondo una schematizzazione accettata da una parte dei musicologi, mentre l’op. 102 apre il cosiddetto terzo periodo, quello della piena maturità, ricco di lavori proiettati verso un futuro remoto, che ancora oggi sono oggetto di studi molto approfonditi.
Ciò si traduce in un’atmosfera più spensierata nel primo caso e maggiormente ricca di spunti innovativi e di soluzioni sperimentali nel secondo,
In ogni caso, prescindendo dalle sensazioni differenti che possono trasmettere, tutte le sonate hanno in comune un elemento fondamentale, relativo alla valorizzazione del violoncello che, per la prima volta in questo particolare ambito cameristico, non risulta più mero strumento di accompagnamento, ma viene considerato alla pari del pianoforte, con il quale dialoga o si fonde, riuscendo talora a ritagliarsi anche degli ampi spazi, dove risulta assoluto protagonista.
Un concetto fortemente innovativo per l’epoca, probabilmente favorito da incontri con violoncellisti come Jean-Pierre Duport e Joseph Lincke, anche se poi i dedicatari furono, per l’op. 5, il re di Prussia Federico Guglielmo II, a sua volta discreto violoncellista, e per l’op. 102 la contessa Marie von Erdödi.
Naturalmente, per eseguire nel migliore dei modi brani del genere, sono necessarie notevoli doti solistiche, un perfetto affiatamento, grande sensibilità ed una buona dose di esperienza, tutte qualità che contraddistinguono sia un veterano come Alain Meunier, sia una giovane interprete quale Anne Le Bozec.
Per tale motivo questo incontro fra generazioni diverse ci è sembrato quasi un revival delle indimenticabili “Serate di Musica d’insieme”, che si svolgevano a villa Pignatelli sempre nell’ambito della stagione dell’Associazione Scarlatti, interrottesi purtroppo lo scorso anno, alle quali entrambi i musicisti hanno partecipato, il primo nella duplice veste di esecutore e direttore artistico.
Pubblico numeroso, che ha apprezzato molto il concerto, applaudendo a lungo i due artisti e chiusura con un paio di bis, anch’essi rivolti alla produzione di Beethoven, con i quali è terminata una serata di ottima musica.

Marco del Vaglio
______________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

16 novembre, 2011 Posted by | Alain Meunier, Associazione "A. Scarlatti", Musica, Musica classica, Musica da camera, Napoli, Violoncellisti | , , | Lascia un commento

Domenica 13 novembre il duo Meunier-Le Bozec ospite della stagione dell’Associazione Alessandro Scarlatti con un programma beethoveniano

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Dopo aver ascoltato le tre Sonate per violino e pianoforte di Shlomo Mintz e la Settima Sinfonia della Spira Mirabilis, ancora un programma tutto dedicato a Beethoven per il pubblico della Associazione Alessandro Scarlatti.
L’integrale delle Sonate per violoncello e pianoforte del compositore di Bonn era stata proposta in tre concerti fra il 2001 e il 2003: è tempo quindi di riproporla, affidandola alle cure di un beniamino degli appassionati napoletani di musica da camera come Alain Meunier, affiancato da un’altra dei protagonisti delle ultime edizioni delle Serate di Musica d’Insieme alla Villa Pignatelli, Anne Le Bozec, che domenica 13 novembre nell’Auditorium di Castel Sant’Elmo, alle ore 21, eseguiranno il primo di due concerti (il secondo si terrà nella prossima stagione).
Alain Meunier, nel pieno della sua maturità artistica, uno degli ultimi eredi della prestigiosa scuola violoncellistica francese (Navarra, Fournier,Tortelier) è considerato in Francia un mostro sacro del violoncello; docente di fama internazionale, ha messo la sua esperienza e le sue intuizioni a disposizione dei più prestigiosi concorsi internazionali come quelli di Evian e di Bordeaux o il Concorso Rostropovich.
Tra il 1998 e il 2010 ha guidato come direttore artistico le Serate di Musica d’Insieme a Villa Pignatelli.
Al suo fianco la giovane e schiva Anne Le Bozec, che è stata la prima pianista francese a superare il prestigioso Lied Konzertexamen presso l’Accademia di Weimar.

Prezzo del biglietto

I settore: 25 Euro
II settore: 20 Euro
III settore
Intero: 15 Euro
Ridotto giovani: 8 Euro
Last minute (giovani al di sotto dei 31 anni): 3 Euro, in vendita un’ora prima del concerto
.

Per informazioni:
www.associazionescarlatti.it;
info@associazionescarlatti.it
Infoline: 081 406011

_________________________________________

Programma

Ludwig van Beethoven (1770-1827)
Sonata in fa maggiore op. 5 n.1
Sonata in do maggiore op. 102 n.1
Sonata in re maggiore op. 102 n.2

Alain Meunier

Foto Marco Musella

Se si dovesse definire Alain Meunier con una parola sola, “eclettismo” è quella che si imporrebbe. Ma anche curiosità, libertà, apertura di spirito.
Numerosi musicisti contemporanei hanno composto per lui; nondimeno, egli resta interprete attento del repertorio classico e romantico, e se a lungo ha privilegiato la musica da camera, attualmente a tali esperienze si affianca una profonda propensione per il repertorio solistico.
Nato nel 1942, allievo del grande violoncellista Maurice Maréchal, si è formato al Conservatoire National Supérieur de Musique di Parigi, dove ha ottenuto quattro primi premi: in violoncello, piccolo complesso orchestrale, musica da camera, estetica musicale; nel medesimo Conservatorio è stato a lungo docente di musica da camera.
Fedele dal 1964 all’Accademia Chigiana di Siena (prima come allievo, poi come professore); per lungo tempo frequentatore assiduo del Festival di Marlboro; “pilastro”, fin dalla fondazione e per molti anni, delle Settimane di Musica d’insieme di Napoli così come degli Incontri internazionali di Asolo.
Fra le sue numerose incisioni discografiche si segnalano il Trio op. 11 di Beethoven, con Rudolf Serkin al pianoforte e Richard Stoltzman al clarinetto, le Sonate per violoncello e pianoforte di Debussy, di Hindemith e di Malipiero, il “Quatuor pour la fin du temps” di Messiaen e le Sonate a quattro di Rossini .
Recentemente ha registrato le Suites per violoncello solo di Bach, che hanno ricevuto ottime recensioni dalla stampa specializzata.
È direttore artistico del famoso Concours International de Quatuor à cordes di Bordeaux, oltre che delle Serate di Musica d’Insieme di Villa Pignatelli a Napoli per l’Associazione Alessandro Scarlatti e del Festival di Entrecasteaux in Francia.
In sintesi, lo si ritrova dovunque la musica di ieri e di oggi si fa, si muove, vive.

Anne Le Bozec
Dopo avere ottenuto tre primi premi al Conservatorio di Parigi, è stata la prima pianista francese a superare il Lied-Konzertexamen in Germania, sotto la guida di Hartmut Höl, vincendo quindi numerosi premi internazionali fra cui il Liedwettbewerb (Stoccarda), il premio per il migliore pianista accompagnatore intitolato a Lili Boulanger (Parigi), e la Duo Competition “Schubert und die Moderne” (Graz).
Ospite regolare di numerosi importanti festival in Europa e in Asia, suona sia come solista sia con musicisti come i cantanti Amel Brahim-Djelloul, Didier Henry, Philippe Huttenlocher, la flautista Sandrine Tilly, i violocellisti Alain Meunier e Emmanuelle Bertrand, ma anche con altri come in particolare la danzatrice di flamenco Sharon Sultan.
È docente al Conservatorio di Parigi e alla Musikhochschule di Karlsruhe.
Fra le sue incisioni, di particolare successo i recital “1001 Nights” con il soprano Amel Brahim-Djelloul, e “Goût de Renaissance” con il baritono Didier Henry.

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

11 novembre, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Alain Meunier, Associazione "A. Scarlatti", Auditorium Castel S. Elmo, Musica, Musica classica, Musica da camera, Napoli, Prima del concerto, Violoncellisti | , , , | Lascia un commento

Premio il “Globo d’oro” al violoncellista Alain Meunier alla Biblioteca Nazionale di Napoli

Sabato 21 marzo, ore 11,00

Sala Rari – Biblioteca Nazionale di Napoli

Il Direttore della Biblioteca Nazionale e L’Associazione “Il Globo”

cerimonia di consegna del globo d’oro all’artista violoncellista

ALAIN MEUNIER

con la partecipazione di

Susanna Canessa, violoncello

Annie Pempinello, voce recitante

meunier-2Se qualcuno potesse riassumere in una sola parola Alain Meunier, uno degli ultimi veri eredi della prestigiosa scuola violoncellistica francese (Gendron, Navarra, Fournier, Tortelier), lo si potrebbe definire “eclettico”. Alain Meunier è all’apogeo della sua maturità artistica, musicista fin nel profondo della sua anima, generoso, delicato, un vero cultore delle discipline umanistiche e con una grande apertura mentale.
Appassionato difensore dei compositori contemporanei, si destreggia con abilità nel repertorio classico e romantico. Uno schietto interesse per la musica da camera lo ha portato ad esibirsi nelle più prestigiose sale da concerto d’Europa. E’ ospite abituale nei più importanti festival musicali francesi, come anche a Marlboro e Sarasota (USA) e al Festival Internazionale di Musica di Napoli (Italia).
Fra le sue numerose incisioni discografiche si segnalano il Trio op.11 di Beethoven, realizzata con Rudolf Serkin (pianoforte) e Richard Stoltzman (clarinetto), le Sonate per violoncello e pianoforte di Debussy, di Hindemith e di Malipiero, il “Quatuor pour la fin du temps” di Messiaen e le Sonate a quattro di Rossini .
Recentemente ha registrato le Suites per violoncello solo di Bach, che hanno ricevuto ottime recensioni dalla stampa specializzata.
Compactdisc Magazine: ” La densità dello schietto approccio di Alain Meunier, la sobrietà del suo stile, la ricchezza e la purezza della sua esecuzione dimostrano la massima dimensione dell’espressività e della nobiltà seduttrice. L’atmosfera brillante e riflessiva è estremamente percepibile.”
Le Monde de la Musique: “Alain Meunier ci ha regalato un’interpretazione d’incanto delle Suites per Violoncello solo di Bach, facendoci percepire uno spirito colto, un rigore costruttivo e un’esaltazione meditativa ereditata dalla grande tradizione esecutiva di Casals e Tortelier”.
Repertoire: “Parlando di J.S. Bach, la cosa più sorprendente senza alcun dubbio è venuta dalla
registrazione di Alain Meunier delle Suites per Violoncello Solo, eseguite come se fosse stato seduto su una nuvola”.
Alain Meunier (1942) si è diplomato presso il Conservatorio Nazionale Superiore di Parigi e ha vinto quattro primi premi. Insegna Musica da Camera al Conservatorio di Parigi e tiene numerosi masterclass negli Stati Uniti, in Europa e in Giappone. Dal 1964 Alain Meunier è stato prima allievo e poi docente all’Accademia Chigiana di Siena. Fa parte del Trio Europa, assieme a Pavel Vernikov (violino) e Christian Ivaldi (pianoforte).
Alain Meunier è il direttore artistico del Concorso Internazionale per Quartetto d’archi di Bordeaux.
(Fonte: http://www.neisuonideiluoghi.it)

16 marzo, 2009 Posted by | Agenda Eventi, Alain Meunier, Annie Pempinello, Arte, Associazione "Il Globo", Associazioni culturali, Attori e attrici, Biblioteca Nazionale, Campania, Cultura, Italia, Musica, Napoli, Poesia, Regioni, Susanna Canessa, Violoncellisti | | Lascia un commento

MASTERCLASS di Violoncello e Musica da Camera del M°Alain Meunier al Conservatorio di Avellino

Conservatorio Statale di Musica “D. Cimarosa”
Istituto di Alta Cultura
Via Circumvallazione 156
83100

MASTERCLASS di Violoncello e Musica da Camera

M° Alain Meunier

17 – 18 – 19 marzo 2009

Aperta  a tutti gli strumentisti e cantanti diplomandi e diplomati che vogliano approfondire il proprio repertorio sia violoncellistico che cameristico (qualsiasi formazione) con un grande concertista di fama Internazionale.meunier-2
Quote di frequenza*:
•    Allievi Effettivi Violoncello– Euro 150
•    Allievi Effettivi Musica da Camera – Euro 100 (a componente)
•    Allievi Uditori – Euro 50
•    Pianisti Accompagnatori (al Violoncello o ai cantanti) – Euro 50
Posti disponibili Allievi Effettivi: 12 (Il gruppo da camera
è considerato un posto disp.)
Posti disponibili Allievi Uditori: 30
Termine iscrizioni: 10 marzo 2009
La quota dovrà essere versata mediante bollettino postale su c/c n°13254834
intestato al Conservatorio Statale di Musica “D. Cimarosa”Avellino indicando nella causale: “Partecipazione Masterclass del M° A. Meunier”.
A tutti gli allievi effettivi sarà rilasciato un Attestato di Frequenza al corso.
Il Conservatorio “D.Cimarosa” riconosce a tutti gli Allievi Effettivi 5 Crediti Formativi spendibili per le discipline affini dei Corsi di I, II livello e II livello abilitante.
Il corso si svolgerà dalle 12,00 alle 18,30
Gli Allievi Effettivi potranno concordare gli orari di lezione prima dell’inizio del Corso direttamente con la prof.ssa Susanna Canessa (martedì e venerdì) in Conservatorio oppure  tramite l’indirizzo e-mail sotto indicato.
Il modulo d’iscrizione è disponibile presso:
– La Segreteria Didattica ( dott. D’Alessandro)
– Online all’indirizzo: http//susannacanessa.wordpress/didattica.com
– Tramite mail: masterclass@susannacanessa.com
va compilato e consegnato, unitamente alla ricevuta dell’avvenuto pagamento, anche a mezzo Raccomandata con ricevuta di ritorno entro i termini su indicati.
Referente del Corso: doc. Susanna Canessa
*Gli alunni e i docenti interni del Conservatorio “D. Cimarosa” potranno frequentare gratuitamente come Allievi Uditori ed avranno uno sconto sulla quota di frequenza di Euro 50  gli Allievi di Violoncello e di Euro 20 gli Allievi di Musica da Camera.

Scarica la locandina:master-meunier-locandina
Scarica il modulo d’iscrizione:modulo-masterclass-meunier

BIOGRAFIA
Se qualcuno potesse riassumere in una sola parola Alain Meunier, uno degli ultimi veri eredi della prestigiosa scuola violoncellistica francese (Gendron, Navarra, Fournier, Tortelier), lo si potrebbe definire “eclettico”. Alain Meunier è all’apogeo della sua maturità artistica, musicista fin nel profondo della sua anima, generoso, delicato, un vero cultore delle discipline umanistiche e con una grande apertura mentale.
Appassionato difensore dei compositori contemporanei, si destreggia con abilità nel repertorio classico e romantico. Uno schietto interesse per la musica da camera lo ha portato ad esibirsi nelle più prestigiose sale da concerto d’Europa. E’ ospite abituale nei più importanti festival musicali francesi, come anche a Marlboro e Sarasota (USA) e al Festival Internazionale di Musica di Napoli (Italia).
Fra le sue numerose incisioni discografiche si segnalano il Trio op.11 di Beethoven, realizzata con Rudolf Serkin (pianoforte) e Richard Stoltzman (clarinetto), le Sonate per violoncello e pianoforte di Debussy, di Hindemith e di Malipiero, il “Quatuor pour la fin du temps” di Messiaen e le Sonate a quattro di Rossini .
Recentemente ha registrato le Suites per violoncello solo di Bach, che hanno ricevuto ottime recensioni dalla stampa specializzata.
Compactdisc Magazine: ” La densità dello schietto approccio di Alain Meunier, la sobrietà del suo stile, la ricchezza e la purezza della sua esecuzione dimostrano la massima dimensione dell’espressività e della nobiltà seduttrice. L’atmosfera brillante e riflessiva è estremamente percepibile.”
Le Monde de la Musique: “Alain Meunier ci ha regalato un’interpretazione d’incanto delle Suites per Violoncello solo di Bach, facendoci percepire uno spirito colto, un rigore costruttivo e un’esaltazione meditativa ereditata dalla grande tradizione esecutiva di Casals e Tortelier”.
Repertoire: “Parlando di J.S. Bach, la cosa più sorprendente senza alcun dubbio è venuta dalla
registrazione di Alain Meunier delle Suites per Violoncello Solo, eseguite come se fosse stato seduto su una nuvola”.
Alain Meunier (1942) si è diplomato presso il Conservatorio Nazionale Superiore di Parigi e ha vinto quattro primi premi. Insegna Musica da Camera al Conservatorio di Parigi e tiene numerosi masterclass negli Stati Uniti, in Europa e in Giappone. Dal 1964 Alain Meunier è stato prima allievo e poi docente all’Accademia Chigiana di Siena. Fa parte del Trio Europa, assieme a Pavel Vernikov (violino) e Christian Ivaldi (pianoforte).
Alain Meunier è il direttore artistico del Concorso Internazionale per Quartetto d’archi di Bordeaux.
(Fonte: http://www.neisuonideiluoghi.it)

24 febbraio, 2009 Posted by | Agenda Eventi, Alain Meunier, Avellino, Campania, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Musica, Musica da camera, Regioni, Susanna Canessa, Villa Pignatelli, Violoncellisti | | Lascia un commento

Napoli, le serate di musica d’insieme a Villa Pignatelli

Villa PignatelliVenerdì 14 e Sabato 15 marzo 2008 ore 21.00

Igor Stravinskij: Histoire du soldat, suite per violino, clarinetto e pianoforte
Maurice Ravel: Duo per violino e violoncello
Sergej Taneniw: Quartetto op. 20

Lunedì 17 e Martedì 18 marzo 2008 ore 21.00

Nino Rota: Trio per clarinetto, violoncello e pianoforte
Francis Poulenc: Sonata per clarinetto e pianoforte
Erich Wolfgang Korngold: Quintetto op. 15

Sylvie Gazeau e Priya Mitchell, violini
Bruno Boano, viola
Umberto Clerici e
Alain Meunier, violoncelli
Christian Ivaldi e
Massimo Somenzi, pianoforte
Antony Pay, clarinetto

Per maggiori info: Associazione A. Scarlatti

11 marzo, 2008 Posted by | Agenda Eventi, Alain Meunier, Arte, Associazione "A. Scarlatti", Associazioni Musicali, Campania, Italia, Musica, Napoli, Rassegne, Regioni, Sale da concerto, Villa Pignatelli, Violoncellisti | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: