MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Un flash mob da record chiude il progetto My fair Lady sostenuto da Generali e dedicato agli studenti delle Scuole di tutta la regione

Un flash mob da record, ispirato al musical My Fair Lady, in scena in questi giorni con grande successo al Teatro di San Carlo, partirà domani martedì 13 febbraio alle ore 12 da Piazza del Plebiscito, sarà presente il sindaco e presidente della Fondazione Luigi de Magistris. Una performance da primato che vedrà protagonisti un’orchestra di oltre 600 elementi, composta di studenti dei licei musicali, un corpo di ballo composto da oltre 80 ballerini dei licei coreutici e un coro di oltre 800 allievi, tutti provenienti da scuole dell’intera regione. Numeri incredibili per un flash mob che sarà il punto di arrivo di un percorso formativo iniziato lo scorso settembre e che, con il sostegno di Generali Italia e grazie ad Alternanza Scuola /Lavoro, ha visto giovani studenti e ragazzi studiare musica insieme e avvicinarsi al processo di vera e propria “creazione” di uno spettacolo. Un’officina creativa dunque quella nata grazie al laboratorio My Fair Lady, in linea con la mission del progetto di accostare sempre più i giovani all’arte. “Siamo molto contenti di collaborare con il San Carlo su progetti educativi dedicati ai ragazzi, che danno valore all’esperienza Alternanza Scuola /Lavoro con occasioni concrete di apprendimento” ha commentato Lucia Sciacca, Direttore Communication and Social Responsibility di Generali Italia -. Con il Teatro San Carlo condividiamo il convincimento che creare occasioni formative e di coinvolgimento dei giovani nell’arte e nella cultura rappresenti un elemento di crescita dell’individuo e di conseguenza di sviluppo delle comunità”. Il progetto My Fair Lady è a cura della Direzione Affari Istituzionali e Marketing del Teatro di San Carlo.

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

12 febbraio, 2018 Posted by | Agenda Eventi, Art, Arte, Canto, Concerti, Coreografi, Coristi, Cultura, Danza, Music, Musica, Musical, Napoli, Teatro San Carlo | , , , , , , | Lascia un commento

Al Castello del Parco Fienga, teatro, danza, musica e pittura. Apre i battenti la 2a edizione di Centrale dell’Arte

Al Castello del Parco Fienga, teatro, danza, musica e pittura
Apre i battenti la 2a edizione di Centrale dell’Arte
Per un mese, il Castello medievale nocerino al centro della vita culturale della provincia.
Omaggio a Pasolini e a Piero Ciampi, il concerto di Mesolella (Avion Travel), Peppe Lanzetta, Antonio Onorato e tanti altri…

Venerdì 11 luglio – Sabato 2 agosto 2014
Castello del Parco Fienga – Nocera Inferiore (Sa)

centrale-dell-arte-castello-fienga-nocera-inferiore-11-7-2014Venerdì 11 luglio alle ore 20.30 presso il Castello del Parco Fienga di Nocera Inferiore, prende il via la seconda edizione della rassegna “Centrale dell’Arte”. Il progetto, curato dall’associazione “Teatro Grimaldello” e patrocinato dal Comune di Nocera Inferiore, presenta un ampio cartellone di eventi che spaziano dal teatro alla musica, dalla danza alle mostre di arte contemporanea. Quello di venerdì 11 è il primo di quattro appuntamenti. Le altre date sono sabato 19 luglio, venerdì 25 luglio e sabato 2 agosto. Quattro serate, in cui lo spettacolo e l’arte diventano volano per promuovere e riscoprire il patrimonio culturale del territorio, in particolare per valorizzare una delle location più suggestive della Regione Campania: il Castello medievale di Nocera Inferiore. La direzione artistica è di Antonio Grimaldi.

“L’omaggio a Pasolini e a Piero Ciampi conferma il carattere underground del nostro progetto” spiega il direttore artistico della rassegna, Antonio Grimaldi. “Il nostro è un Festival degli assetati. Così come Pasolini diceva di essere assetato di corpi, noi siamo assetati d’arte, cioè abbiamo bisogno di queste discipline per non interrompere il nostro percorso di scoperta territoriale, culturale e di talenti. Ma è anche un progetto di resistenza, la resistenza è un rito nel senso di ripetizione, come quando il bambino fa il primo passo, cade e poi si rialza. L’arte è questo, una continua lotta”. Soddisfatto anche il sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato. “Una bella e importante manifestazione voluta dagli amici della Centrale dell’Arte e Giuseppe Di Maio, alla quale ho voluto che la nostra amministrazione desse il suo patrocinio e il nostro pieno sostegno, per confermare la nostra Nocera come luogo e città di cultura”. Tra i personaggi più rappresentativi, Peppe Lanzetta, che così saluta l’inizio della rassegna: “È strepitoso il ritorno di una serie di eventi d’alto profilo a Nocera, in una location come il Castello. A Nocera, grazie al professore Francesco Forte, ho sempre portato avanti progetti importanti. Spero si possa ritornare anche l’anno prossimo”.

Le tappe della Rassegna. Si parte venerdì 11 luglio ore 20.30, con la mostra pittorica di Giovanni Alfano (a curare il settore mostre della rassegna è Antonella Ferraro); a seguire, alle ore 21.00 la pièce teatrale tratta da “Uccelli” di Aristofane, a cura della compagnia teatrale Asylum “Uccelli quasi senza parole” di Massimo Maraviglia e Mimmo Grasso con la partecipazione di Ettore Nigro. Chiude la prima serata, il Super Modal Jazz Project, che vede protagonisti Antonio Onorato, Alessandro La Corte (pianoforte), Dario Deidda (basso), Carla Marciano (sax alto/sopranino), Giampiero Virtuoso (batteria). Si passa a sabato 19 luglio, serata ancora una volta dedicata a teatro e musica. Ore 21.00, l’omaggio a Pier Paolo Pasolini con lo spettacolo “Nel nome del padre” con Paolo Aguzzi, Antonio Grimaldi (che ne firma anche la regia), Cristina M.Pagliara e Annarita Vitolo. Lo spettacolo è stato vincitore del premio “Le voci dell’anima 2012” Città di Rimini dell’omonimo festival. Segue alle ore 22.00 la performance di body art “Il Colore nudo”, a cura del Teatro Grimaldello: art work di Giovanni Boccia. Chiudono la seconda serata alle 22.30, i componenti degli Avion Travel, Fausto Mesolella (chitarra, voce) e Mimì Ciaramella (percussion), accompagnati dalla chitarra hawaiana di Ferdinando Ghidelli. La terza serata, venerdì 25 luglio, è all’insegna della danza e della letteratura. Inaugura il terzo round, alle ore 20.30 la compagnia napoletana di danza-teatro “DanzaFlux”, con la performance “Phatos”, che vede protagonista Fabrizio Varrale, supportato dalle coreografie di Chiara Alborino. Punta di diamante, alle 21.30, lo spettacolo di Peppe Lanzetta: L’urlo. L’attore, scrittore e drammaturgo viene accompagnato dalla chitarra di Jennà Romano, in un istrionico spettacolo su Napoli nel suo stile crudo e rabbioso. Ad arricchire la cornice della serata, la personale di Lello Ronca “La luce nell’arte”. La manifestazione chiude i battenti sabato 2 agosto, ancora tra il grande jazz, il teatro irriverente della compagnia Grimaldello e un potente omaggio all’opera di Dostoevskij e Twain. La serata si apre con la personale “Reflection” di Ferdinando Fedele, artista nocerino trapiantato a Roma; alle ore 20.45 tocca al Teatro Grimaldello con la performance “Origine” tratto dal romanzo di Mark Twain “Adamo e Eva”, interpretata da Elvira Buonocore e Massimo Villani. Alle ore 21.00 lo spettacolo del gruppo Manovalanza, intitolato “La storia di niente e di nessuno”, omaggio al grande scrittore russo Fedor Dostoevskij, tratto dal romanzo “I Demoni”: con Fiorenzo Madonna, per la regia di Adriana Follieri. Chiude alle ore 22.00, il concerto jazz “Sound of Silence”: Giovanni Amato, Alessandro La Corte (pianoforte), Marco de Tilla (contrabbasso), Luigi Del Prete (batteria). Ogni serata prevede un’ambientazione musicale a cura di Carmine Domenicano.

Due parole sul Castello
Il Castello del Parco è collocato su una collina al centro della città di Nocera Inferiore in provincia di Salerno. Esso costituiva il fulcro difensivo realizzato dai principi longobardi di Salerno per proteggere  la loro capitale dagli attacchi dei bizantini di Napoli e Amalfi, oltre che dai saraceni. Le prime notizie ufficiali di un nucleo abitativo sulla collina, risultano da un documento del 984 della Badia di Cava. La “città fortezza” ebbe un ruolo importante nelle lotte per il dominio dell’Italia meridionale. Al suo interno, fu imprigionata Elena degli Angeli vedova del re Manfredi di Svevia. Nel 1385, il Papa Urbano VI vi fu assediato per otto mesi dalle truppe del re Carlo III di Durazzo. Passò per le mani di vari feudatari fino al 1521, quando fu acquistata con la città da Tiberio Carrafa, primo duca di Nocera. Nel 1806, fu venduta ai de Guidobaldi, i quali ne ricavarono una residenza dedicata alla Vergine. Nell’800 fu acquistata dai Fienga, che ne spianarono una parte costruendovi la villa residenziale. Nel 1975 è stata infine acquistata dal comune di Nocera Inferiore.
Cos’è Centrale dell’Arte
Il progetto “Centrale dell’Arte”, alla sua seconda edizione, è ideato e promosso dall’Associazione “Teatro Grimaldello”. Un luogo ideale dove resistono e si incontrano le diverse anime dell’arte contemporanea: teatro, pittura, danza, musica.

SCARICA IL PROGRAMMA:programma-centrale-arte-2014

Per ulteriori info:
https://www.facebook.com/pages/Centrale-Dellarte/394169514028671?fref=ts

Responsabile Ufficio Stampa:
Davide Speranza – teatrogrimaldello@hotmail.it/davidespes@libero.it – cell. 3397263428

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Guarda il video ufficiale di Susanna Canessa CALEB MEYER: https://www.youtube.com/watch?v=BPx7f-oM_rw

10 luglio, 2014 Posted by | Arte, Campania, Compositori, Concerti, Coreografi, Danza, Italia, Musica, Regioni, Salerno | , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

dal 25 al 29 ottobre al Teatro Bertolt Brecht: LABORATORIO INTENSIVO CON AUGUSTO OMOLU’

Il Teatro Bertolt Brecht, officina culturale della Regione Lazio dal 2008, nell’ambito delle iniziative della SCUOLA DI TEATRO, ed in collaborazione con CENTRO STUDI TEATRI D’ARTE MEDITERRANEI,  organizza a Formia dal 25 al 29 ottobre  un seminario pratico tenuto dall’attore-danzatore AUGUSTO OMOLU’  dell’Odin Teatret diretto da Eugenio Barba. Il laboratorio è rivolto a quanti intendono approfondire la conoscenza delle tecniche relative al lavoro dell’attore ed al suo allenamento quotidiano fisico e mentale.

Prossimi appuntamenti con seminari intensivi per allievi attori, con CLAUDIA CONTIN sulla commedia dell’arte e con MARIO BARZAGHI  sul lavoro dell’attore.

Il costo del laboratorio è di € 100 escluso ospitalità. Convenzioni con B&B .

Per info e prenotazioni  Maurizio 3939499965,

Chiara 3334745589

tbbformia@libero.it

www.teatrobertoltbrecht.it

IL LAVORO DI AUGUSTO OMOLU’

Nasce a Salvador de Bahia, Brasile. Nel 1976 inizia a studiare danza nel gruppo “Balé Folclorico” del SESC, diretto da Mestre King e nel1978 lavora con il gruppo “Viva Bahia” diretto dalla professoressa Emilia Biancardi. Nel 1979 è nella Scuola di Ballo del Teatro Castro Alves (Ebatéca), balletto classico. Direttore e coreografo del gruppo “Chama”, Direttore artistico di danza del “bloco” afro Muzenza nella edizione del carnevale 1984, professore fondatore della Scuola di danza della Fundaçao Cultural dello Stato di Bahia, Direttore artistico e coreografo del gruppo ospite al carnevale di Nizza (Francia) del 1991 con Gilberto Gil. Professore e coreografo titolare del “Progetto Axé”. Dal 1993 collaboratore alla ISTA (International Symposium Theater Anthropology) di Eugenio Barba. Professore e coreografo del Balè Foclorico da Bahia, Coreografo dell’anniversario dei 500 anni del Brasile, Fondatore del progetto IAÔ per bambini di strada , che a tutt’oggi dirige. Nel 2001 entra come attore/ballerino nel gruppo di ricerca teatrale Odin Teatret diretto da Eugenio Barba. Dal 2002, tiene in Europa e negli Stati Uniti seminari sulla Danza degli Orixás.

Spettacoli di Augusto Omolù

AXE’, ENERGY, MOVEMENT: ACTION AND REACTIONWorkshop on dramatic movement within the approach of Theatrical AnthropologyUnder the guide and direction of Augusto Omolù, intensive physical, dynamic, spiritual work dedicated to Axè (= Energy) and connected to the world of Orixas, an often unexplored world but costantly present in our private, emotional, professional, life.Thanks to a subtle and deep approach of getting in contact with the different energies belonging to each Orixa, underline the dramatic possibilities peculiar to the psychodinamic work of the Dance of Orixas.The work will be focused on the dialectic between two opposite strengths: the intense and powerful one (towards outside) peculiar to bodily expression and the other (towards inside) which, being in contrast with the first one, succeds in giving it a shape. Thanks to this formal discipline it can have then a real and effective communicative strength.Following the line of Eugenio Barba’s Theatrical Anthropology, and the previous acting method of C. Stanislavski, we’ll aim to look for the authentic and explosive (explosive because disciplinated) roots of the communication power of the dramatic gesture, the scenical presence, the eloquence of the body. In a psychodinamic synthesis, as in a perfect harmony of a mosaic, the Axè could find a way to voice in the expressive urgencies of everyone, without loosing the subtle and ineffable quality of its own purity.

AXE’, ENERGIA, MOVIMENTO: AZIONE E REAZIONE

Seminari sulla drammaturgia del movimento entro lo schema dell’Antropologia Teatrale sotto la guida e la direzione di Augusto Omolù.Un intenso lavoro seminariale dedicati all’Axé (energia) fisico, dinamico, spirituale, connesso al mondo degli Orixàs, mondo per lo più inesplorato e invece costantemente presente nelle nostre vite, anagrafiche, emotive, professionali. Attraverso un sottile e approfondito percorso di presa di contatto e di appropriazione delle diverse energie peculiari ai differenti Orixàs, ci si sofferma in particolar modo sulle possibilità drammaturgiche insite nel lavoro psicodinamico della Danza degli Orixàs. Il lavoro si concentra sulla dialettica che esiste e si sprigiona tra le due opposte spinte: la spinta (rivolta all’esterno) della espressione corporea, intensa, vigorosa, e la spinta (volta verso l’interiorità) di una forza di reazione che opponendosi all’azione dinamica della prima riesce a modellarla, a darle forma, a imbrigliarla in una disciplina formale, regalandole così reale efficacia e forza comunicativa. Sul filo rosso dell’Antropologia Teatrale di Eugenio Barba, e prima ancora, del metodo attoriale tracciato da Constantin Stanislavski, vengono cercate le radici più autentiche, esplosive (ed esplosive perché disciplinate) della comunicatività del gesto drammaturgico, della presenza scenica, dell’eloquenza del corpo. In una sintesi psicodinamica all’interno della quale, come in una perfetta armonia di tessere di un mosaico, l’Axé del grande universo degli Orixàs trovi modo di esprimersi nelle urgenze espressive di ognuno, senza per questo perdere la qualità sottile e ineffabile della propria purezza.

 

 

Per essere informati e aggiornati sugli eventi iscriviti ai gruppi su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

4 ottobre, 2011 Posted by | Art, Arte, Attori e attrici, Coreografi, Danza, Formia, Lazio, Music, Teatro | , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il Grande Musical “Novecento Napoletano” all’Auditorium “Sant’Alfonso Maria De Liguori” Piazza S. Alfonso Pagani (SA)




Martedì 07 dicembre 2010 ore 21:00

“Novecento Napoletano”

all’auditorium  “S.Alfonso Maria dei Liguori”

Piazza S.Alfonso – Pagani (Sa)

Un progetto di Lello Scarano e Bruno Garofalo
Scritto da Bruno Garofalo con la collaborazione di Raffaele Esposito e Angiolina K. Campanelli

Con
Federico Salvatore – Rosaria De Cicco – Carmine De Domenico –

Salvatore Misticone – Susy Sebastiano – Massimo Masiello –

Salvatore Meola – Raffaela Carotenuto – Alessandra Iorio –

Alessia Cacace – Christian Moschettino e tanti altri

Regia di Bruno Garofalo
Direttore d’orchestra M° Ciro Cascino
Coreografie di Enzo Castaldo
Costumi Mariagrazia Nicotra
Banda Musicale “Città di Acerra” diretta dal M°Modestino De Chiara
Arrangiamento musicali M° Tonino Esposito

Altri appuntamenti nella sezione news/eventi  sul sito

www.carminededomenico.it

 

***********************************

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

6 dicembre, 2010 Posted by | Agenda Eventi, Attori e attrici, Campania, Cantanti, Canto, Coreografi, Cultura, Danza, Direttori d'orchestra, Italia, Musica, Musical, Registi, Sale da concerto, Salerno, Teatro | , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: