MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Giovedì 19 luglio la rassegna “Concerti d’estate di Villa Guariglia in tour” propone “L’Energia della Terra”, ricordo del poeta Marco Amendolara


Il suono, l’immediatezza della voce, del corpo e del luogo attraverseranno giovedì 19 luglio, alle ore 21, nella cornice dell’Area Archeologica di Fratte la poesia di Marco Amendolara.
L’ingresso è libero.
Nell’ambito della XXI edizione dei “Concerti d’Estate di Villa Guariglia in tour”, firmati da Antonia Willburger e organizzati dal Cta di Salerno, l’Associazione “Marco Amendolara”, nell’anno celebrativo del decennale della scomparsa del poeta salernitano, propone “L’Energia della Terra”, un racconto corale tra poesia, musica e danza, in cui il verso di Amendolara sarà affidato a rappresentanti di diversi mondi, frequentati dall’intellettuale.
Ad inaugurare la serata il saluto della ideatrice della rassegna, Antonia Willburger, e del presidente dell’Associazione Marco Amendolara, Alfredo Nicastri.
L’evento, coordinato da Alfonso Amendola e Antonella Valitutti, entrerà nel vivo con Rino Mele, il quale traccerà un profilo critico dell’opera di Marco Amendolara.
Le ultime raccolte di poesie di Amendolara contengono la sorpresa del rifiuto, l’amaro stupore che il mondo fosse diverso e non potesse seguirlo in un discorso per lui così felicemente ovvio, perché immediatamente coincidente con la vita.
Le sue immagini seguitano a fiorire formalmente con lo stesso distacco, ma uno sguardo che ne penetrasse l’ultima scaturigine, ne scoprirebbe un esile stelo che potrebbe chiamarsi trepidazione della propria diversità.
Lo stelo c’è ma è un presupposto tutto personale e il lettore che non ne fosse informato sarebbe autorizzato ad affermarne l’inesistenza e a interpretare l’immagine nelle chiavi più disparate.
È qui la chiave di quella natura ove si rivela il reale contenuto della passione di Marco Amendolara, il suo indisciplinato eros, poiché tutta la sua poesia è un florilegio di versi d’amore.
Il verso di Marco sarà affidato all’interpretazione di quanti lo hanno conosciuto in vita, di altri che lo hanno vissuto attraverso l’opera: Massimiliano Amato, Linda Barone, Luca Brescia Morra, Attilio Bonadies, Barbara Cangiano, Gemma Criscuoli, Fabrizo Demma, Anna de Rosa, Francesco Forte, Luca Lanzetta, Andrea Manzi, Erminia Pellecchia, Paolo Romano, Gianfranco Rotonda, Marco Russo, Alessandra Serra, Toto Valitutti, Abhik Matteo Zito.
L’opera postuma di Amendolara sarà trasposta in danza dai ballerini del New Space of Dance.
Thierry Verger, guru del modal underground, ospite del M° Francesco Boccia ha donato una coreografia alle sue allieve, Francesca Alberti, Margherita Buonomo, Eleonora Marfella, Lucia Aprile, Martina Iannuzzelli, Camilla Liguori, Giada Ciccullo, Alessandra Mastrogiovanni, Alessandra Cavallo, Danila Flauti, “L’Energia della Terra”, da cui prende il nome l’intera serata, ispirata dall’opera postuma di Marco Amendolara “Il corpo e l’orto”.
Per Thierry Verger ogni giorno è puro spazio vitale, poesia coreografica estremamente sofisticata, in cui per l’uomo moderno la fine delle certezze ha creato certo scompiglio determinando ciò che oggi è l’evidenza: un movimento , un genere di valore, che suscita “maraviglia”.
Le musiche saranno quelle di Claude Debussy, ruotanti attorno al Prélude à l’après-midi d’un faune.

La ventunesima edizione dei “Concerti d’estate di Villa Guariglia in Tour” è organizzata dal CTA di Salerno in collaborazione con la Provincia di Salerno, i Comuni di Salerno, Baronissi, Cava de’ Tirreni, Cetara, Minori e Sarno; la Coldiretti-Camera di Commercio, la Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana, le ACLI provinciali di Salerno; le associazioni Porto delle Nebbie, Marco Amendolara e Amici dei Concerti di Villa Guariglia. La Regione Campania ha messo il suo sigillo con il patrocinio morale.
Anche quest’anno si conferma la stretta collaborazione con il Conservatorio di Musica “Giuseppe Martucci” di Salerno.

Info per i media: (3939034488) – (3478814172)

Annunci

19 luglio, 2018 Posted by | Arte, Campania, Danza, Italia, Poesia, Poeti, Regioni, Salerno | , , , , , , , | Lascia un commento

Un flash mob da record chiude il progetto My fair Lady sostenuto da Generali e dedicato agli studenti delle Scuole di tutta la regione

Un flash mob da record, ispirato al musical My Fair Lady, in scena in questi giorni con grande successo al Teatro di San Carlo, partirà domani martedì 13 febbraio alle ore 12 da Piazza del Plebiscito, sarà presente il sindaco e presidente della Fondazione Luigi de Magistris. Una performance da primato che vedrà protagonisti un’orchestra di oltre 600 elementi, composta di studenti dei licei musicali, un corpo di ballo composto da oltre 80 ballerini dei licei coreutici e un coro di oltre 800 allievi, tutti provenienti da scuole dell’intera regione. Numeri incredibili per un flash mob che sarà il punto di arrivo di un percorso formativo iniziato lo scorso settembre e che, con il sostegno di Generali Italia e grazie ad Alternanza Scuola /Lavoro, ha visto giovani studenti e ragazzi studiare musica insieme e avvicinarsi al processo di vera e propria “creazione” di uno spettacolo. Un’officina creativa dunque quella nata grazie al laboratorio My Fair Lady, in linea con la mission del progetto di accostare sempre più i giovani all’arte. “Siamo molto contenti di collaborare con il San Carlo su progetti educativi dedicati ai ragazzi, che danno valore all’esperienza Alternanza Scuola /Lavoro con occasioni concrete di apprendimento” ha commentato Lucia Sciacca, Direttore Communication and Social Responsibility di Generali Italia -. Con il Teatro San Carlo condividiamo il convincimento che creare occasioni formative e di coinvolgimento dei giovani nell’arte e nella cultura rappresenti un elemento di crescita dell’individuo e di conseguenza di sviluppo delle comunità”. Il progetto My Fair Lady è a cura della Direzione Affari Istituzionali e Marketing del Teatro di San Carlo.

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

12 febbraio, 2018 Posted by | Agenda Eventi, Art, Arte, Canto, Concerti, Coreografi, Coristi, Cultura, Danza, Music, Musica, Musical, Napoli, Teatro San Carlo | , , , , , , | Lascia un commento

Le Armonie di Partenope 2018|Programma completo della Rassegna a cura di PartenArt da gennaio a maggio presso la Domus Art a Napoli

 

L’Associazione culturale PartenArt, operante dal 2013 nell’ambito della progettazione e realizzazione di eventi culturali ed artistici, è lieta di comunicare che dal 27 gennaio 2018, prenderà il via la rassegna di concerti “LE ARMONIE DI PARTENOPE”. Con un variegato ventaglio di proposte, la PartenArt promuove sei eventi di pregevole spessore musicale e artistico, offrendo al pubblico una programmazione ”alternativa” rispetto alle tradizionali stagioni concertistiche, con dei programmi che possano soddisfare le diverse esigenze di gusti degli ascoltatori. Un percorso combinato di epoche e stili musicali, di interpretazioni strumentali e generi compositivi diversi.

Tutti i concerti della rassegna, che terminerà il 26 maggio, si svolgeranno di sabato alla Domus Ars – Centro d’Arte, Cultura e Musica (Napoli – via Santa Chiara 10/c).

Abbonamento a 6 concerti €.65

Biglietti da €.12

 

 


Tutti i concerti della Rassegna, si svolgeranno alle 20,30 alla Domus Ars – Centro d’Arte, Cultura e Musica (Via Santa Chiara 10/C – Napoli).
Per informazioni, acquisto abbonamento e biglietti,
Tel. 0813425603
infoeventi@domusars.it
infopartenart@libero.it

Direzione artistica, Gianni Mola
Progettazione e realizzazione, PartenArt

PROGRAMMA DELLA RASSEGNA

Sabato 27 gennaio 2018 – ore 20,30

MEDITAMBURI in “Antichi viaggiatori”

Emidio Ausiello, percussioni – Gabriele Borrelli, percussioni – Michele Maione, percussioni e sequenze – Paolo Cimmino, voce e percussioni – Ashai Lombardo, coreografie.

 

Sabato 10 febbraio 2018 – ore 20,30

EMILIA ZAMUNER QUARTET “Omaggio a Pino Daniele”

Emilia Zamuner, voce – Paolo Zamuner (pianoforte), Lorenzo Scipioni (contrabbasso), Michele Sperandio (batteria),

 

Sabato 10 marzo 2018 – ore 20,30

DEA ENSEMBLE – “Lu Tiempo Antico”

Fabio Fiorillo, voce— Angelo Nocerino, voce — Lello Russo, voce— Serena Pisa, voce— Antonio Zuozo, chitarra— Franco Porzio, chitarra

 

Sabato 14 aprile 2018 – ore 20,30

IL CINQUETTO – “La comicità in frac”

Giuseppe Carotenuto, violino — Salvatore Lombardo, violino— Nicola Marino, violino— Angelo Casoria, violino — Giovanni Stocco, contrabbasso

 

Sabato 12 maggio 2018 ore 20,30

NEAPOLIS BRASS SEXTET – “Fotogrammi sonori”

Francesco Amoroso, tromba— Vincenzo Leurini, tromba— Luca Martingano, corno— Domenico Brasiello, trombone—Alexandre Cerdà, tuba—Luca De Rosa, percussioni

 

Sabato 26 maggio 2018 ore 20,30

WIND SYMPHONIETTA – “Monografie del ‘900”

Direttore, Gianni Mola

Voce narrante, Carmine Tremolaterra

Musiche di Bartok, Grieg, Shostakovich, Katchaturian, Prokofiev

*************

Iscriviti al blog MusicArTeatro

I nostri gruppi su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

5 gennaio, 2018 Posted by | Agenda Eventi, Art, Arte, Arte contemporanea, Associazione PartenArt, Associazioni culturali, Associazioni Musicali, Campania, Cultura, Italia, Jazz, Music, Musica, Musica classica, Musica Jazz, Napoli, Prima del concerto, Rassegne, Regioni, Tango | , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Venerdì 15 dicembre a Padova Summertime Choir e Medici con l’Africa Cuamm contro la mortalità infantile e la distruzione dell’ambiente


Il rosso e il verde, i tradizionali colori del Natale, assumeranno nuovi importanti significati in occasione dell’atteso tradizionale appuntamento concerto organizzato dal Summertime Choir, venerdì 15 dicembre, alle ore 21.00 alla Kioene Arena di Padova.

Il rosso, il cuore, la solidarietà.
Anche quest’anno il ricavato del concerto sarà devoluto all’Associazione Medici con l’Africa Cuamm per il progetto “Prima le mamme e i bambini. 1.000 di questi giorni” che intende prendersi cura dei primi 1.000 giorni di vita del bambino, dal periodo che va dall’inizio della gravidanza fino ai suoi primi due anni di vita.
In Africa 1 bambino ogni 3, con meno di 5 anni d’età, è malnutrito e così anche 1 donna incinta ogni 3. L’obiettivo del programma di Medici con l’Africa Cuamm è quello di integrare l’accesso al parto sicuro con interventi nutrizionali efficaci.
L’intervento punta all’educazione alimentare sia durante la gravidanza che nel bambino appena nato, dando attenzione ad alcune malattie che pregiudicano lo sviluppo del feto, come l’ipertensione e garantendo interventi essenziali ed efficaci anche per la mamma.

«Mamme e bambini sono in Africa le categorie sociali più deboli e indifese – spiega don Dante Carraro, direttore del Cuamm – e noi abbiamo scelto di stare accanto a loro, garantendo i “mattoni” di un servizio sanitario: il parto sicuro, la vita del neonato, la lotta alla malnutrizione acuta che uccide e a quella cronica che abbruttisce. Questo è l’obiettivo del programma “Prima le mamme e i bambini. 1000 di questi giorni” che stiamo realizzando in 7 paesi africani a sud del Sahara. Siamo gente che si sporca le mani, sul posto, e per fare bene il nostro lavoro abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti. Per questo per noi è molto bello e importante l’appuntamento del concerto di Natale dei Summertime, ormai una tradizione per Padova. Ci aiuta ad aprirci alla città, a coinvolgere più persone nella nostra missione, anche con dei momenti di festa e condivisione, per dare voce, tutti insieme, all’Africa e alla sua gente».

Il verde, la Terra, l’Ambiente.
Quest’anno i Summertime vogliono anche farsi portavoce e cassa di risonanza di chi, studiando e conoscendo a fondo l’ambiente naturale attraverso la fotografia, intende tutelare e valorizzare la natura, l’ambiente e il paesaggio.
In collaborazione con Nico Zaramella ed alcuni dei più noti fotografi naturalisti del mondo, è nato quindi il progetto “Earth” che mira a sensibilizzare le persone verso un rapporto equilibrato tra l’attività umana e la natura.
Questo ha portato anche ad una scelta di repertorio che avrà anche cura dei temi legati alla salvaguardia dell’ambiente e che consentirà la proiezione di contributi video con fotografie scattate dai fotografi che saranno presenti in sala a promuovere l’evento.
Sarà inoltre valutato l’impatto ambientale del concerto e dell’attività associativa dell’anno, e per contrastare il consumo energetico verrà piantato un numero di alberi che consentano di coprire la quantità di anidride carbonica emessa per la realizzazione del concerto.

Per realizzare due progetti così ambiziosi i Summertime hanno riunito sul palco della Kioene Arena di Padova 40 cantanti, 22 orchestrali diretti dal M° Fabrizio Castania, 10 ballerini capitanati da Etienne Jean Marie, e 7 musicisti.
Parteciperanno inoltre grandi ospiti nazionali e internazionali che hanno rinunciato al loro cachet convinti dell’importanza di questi obbiettivi: Koryn Hawthorne, giovanissima finalista a The Voice USA; Jermaine Paul, vincitore di The Voice USA e candidato al Grammy con Alicia Keys; Tobias Hug, già beatboxer e basso del famoso gruppo a cappella “The swingle singers” e ora arrangiatore di successo nella serie-musical Glee; Peder Karlsson, mentore musicale e consigliere del gruppo vocale XXL Perpetuum Jazzile e fondatore del The real Group.
Peder, ospite perfetto per rappresentare il messaggio di “Earth”, fa anche parte della rete di attivisti End Ecocide Sweden, che collabora con l’avvocato inglese Polly Higgins,

Dall’Italia arrivano invece Aba, finalista di Xfactor 2013, promotrice dell’evento e da sempre legata alla famiglia Summertime nonostante abbia proseguito, dopo i programmi televisivi, con la propria carriera solista internazionale; e il Venice Vocal Jam (VVJ), gruppo vocale a cappella italiano, che spazia dal jazz al pop/rock alla musica spirituale, sia in lingua italiana che in dialetto Veneto.

«Puntiamo come sempre ad essere artisticamente innovativi – conclude Walter Ferrulli, Direttore Artistico del Summertime Choir – Con un coro sempre più energico e talentuoso ed un repertorio che partendo dal Gospel contemporaneo, attraverserà tutti i generi musicali per suscitare emozioni forti».

L’evento gode del patrocino della Provincia e del Comune di Padova ed è realizzato realizzato grazie alla partnership con Despar.
Partner dell’iniziativa sono: Fairness, Banca Mediolanum, O bag, Vergati.
È realizzato inoltre con il contributo di: Anaci, Avis Padova, Centro Infiniti Padova, Sticar.
Partner Tecnici: Organic Pure Care, Four Points by Sheraton Hotel, Kripa, Angoli di Mondo, Ettore Franceschi PH, Ninety9 Design Studio. Media Partner: Sgaialand, Radio Bella&Monella.

Per informazioni
Infoline: 349.355.01.94
Segreteria organizzativa:
info@summertimechoir.com
www.natalesummertime.com

Biglietti
Poltronissima Platea: 35€
Poltrona Platea: 30€
Platea numerata: 25€
Tribuna Aria (non numerata): 15€ – ridotto under 12: 10€
Tribuna Tribuna Fuoco numerata: 20€
Tribuna Acqua numerata: 25€
Tribuna Terra Premium numerata: 35€
Under 6: ingresso gratuito
Disabile e accompagnatore: ingresso gratuito previa prenotazione a biglietti@summertimechoir.com

I biglietti sono disponibili nei punti vendita Ticketone e online su ticketone.it
Oppure, senza diritti di prevendita scrivendo a biglietti@summertimechoir.com.
Biglietti disponibili anche presso la segreteria di Medici con l’Africa CUAMM, (Via San Francesco 126, Padova), Bar Patrizio, Via Kennedy, Campodarsego (PD)
.

Summertime Choir
Dal 1991, anno di fondazione, il Summertime Choir ha viaggiato per l’Italia e l’Europa con i suoi concerti carichi di musica ed energia, coinvolgendo migliaia di spettatori in quello che ormai è diventato il secondo nome del coro, il “Treno dell’energia”.
Per 4 anni sono stati ospiti di Papa Giovanni Paolo II per il concerto di Natale in Vaticano, hanno partecipato a numerose altre trasmissioni televisive, tra le quali, l’Ice Christmas Gala, davanti a diecimila persone al Mediolanum Forum e milioni di telespettatori da casa (lo spettacolo è stato trasmesso su Canale 5) e la più recente apertura dell’ultima edizione di ITALIA’S GOT TALENT. Da diversi anni auto-organizzano il concerto di fine anno per regalare il ricavato ad associazioni onlus del territorio (importante è stata la collaborazione con Nuova Famiglia, ma anche Cuamm, Città della Speranza, Hospice Pediatrico di Padova, IOV, AISMME, AVO, Croce Verde, AISME Onlus, ecc.), con un crescente successo di pubblico.
La regia e la direzione artistica è affidata a Walter Ferrulli.

Walter Ferrulli
Walter Ferrulli entra nel coro nel 1991 come corista e dopo una rapida crescita come tastierista, pianista rapper e produttore artistico, diviene direttore artistico nel 2000.
Compositore di molti brani inediti del gruppo collabora col maestro Renato Serio per l’esecuzione del brano Say You Will che viene proposto in aula Nervi a Roma durante il concerto Natale in Vaticano in onda su Rai Uno in prima serata.
Nel tempo sviluppa l’idea di uno show che avvicini il coro e la band ad una orchestra classica e nel 2002 esordisce al teatro Verdi di Padova con il Christmas Gospel Show.
Il nuovo spettacolo cresce di anno in anno registrando il sold-out in molti teatri italiani e nel 2011 i Summertime, si esibiscono al PalaFabris di Padova davanti a 4500 persone in uno dei concerti più emozionanti della storia del gospel italiano divenendo a livello artistico uno dei cori gospel di riferimento per le nuove realtà corali nascenti in Italia ed in Europa, successo confermato con l’ultimo spettacolo del 2016, con ottimo riscontro di critica e pubblico.

Medici con l’Africa Cuamm
Nata nel 1950, Medici con l’Africa Cuamm è la prima Ong in campo sanitario riconosciuta in Italia e la più grande organizzazione italiana per la promozione e la tutela della salute delle popolazioni africane.
Realizza progetti a lungo termine in un’ottica di sviluppo.
A tale scopo si impegna nella formazione in Italia e in Africa delle risorse umane dedicate, nella ricerca e divulgazione scientifica e nell’affermazione del diritto fondamentale della salute per tutti. In oltre 65 anni di storia: 1.569 sono le persone inviate nei progetti: di queste 422 sono i ripartiti una o più volte; 5.021 gli anni di servizio effettuati, con una media di 3 anni per ciascuna persona inviata; 1.053 gli studenti ospitati nel collegio: di questi 688 italiani e 280 provenienti da 34 paesi diversi; 217 gli ospedali serviti; 41 i paesi d’intervento; 163 i programmi principali realizzati in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e varie agenzie internazionali.
Attualmente è presente con 180 operatori, impegnati in 42 progetti, in Angola, Etiopia, Mozambico, Sierra Leone, Sud Sudan, Tanzania, Uganda.
A livello nazionale e internazionale Medici con l’Africa Cuamm è membro di Medicus Mundi International, la federazione internazionale di organismi di cooperazione in campo sanitario.
È inoltre parte anche di Link 2007, associazione che riunisce undici delle principali Ong italiane.

14 dicembre, 2017 Posted by | Agenda Eventi, Canto, Danza, Fotografia, Musica, Musica Jazz | , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Concerti a Napoli dal 2 all’8 ottobre 2017

Antonio Braga (1929 – 2009)

Questi gli appuntamenti previsti dal 2 all’8 ottobre 2017:

Mercoledì 4 ottobre, alle ore 13.30, a Palazzo Zevallos Stigliano (via Toledo, 185), per la rassegna “E’ aperto a tutti quanti”, concerto dei pianisti Davide Totaro e Lidia De Migno

Programma

I parte – Davide Totaro

F. Schubert: Sonata op. post. 120 in la maggiore

F. Chopin:
Notturno op. 9 n. 2
Notturno op. 27 n. 1

II parte – Lidia De Migno

L. van Beethoven: Sonata n. 31 in la bemolle maggiore, op. 110
F. Liszt: Un sospiro
L. De Migno: Romanza in mi minore

Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili
________________________________________________________

Mercoledì 4 ottobre, alle ore 20.30, nella Chiesa Evangelica Luterana (v. Carlo Poerio, 5), per l’inaugurazione dei “Concerti di Autunno”, omaggio a Maurice Béjart nel decennale della scomparsa, con il ricordo dell’étoile Luciana Savignano e la partecipazione straordinaria dell’attore Corrado Oddi.
Proiezioni e commenti di Mara Fusco.

Ingresso libero
________________________________________________________

Venerdì 6 ottobre, alle ore 19.30, nella chiesa dell’Immacolata al Vomero (piazza Immacolata), per l’inaugurazione dell’Ottobre organistico francescano, organizzato dall’Associazione Trabaci, concerto del maestro Pietro Mascellino

Programma

J. S. Bach
Preludio e fuga in do maggiore BWV 531
Preludio al corale “Von Gott will ich nicht lassen” (Da Dio non voglio distaccarmi) BWV 658

O. Messiaen: Le Banquet Céleste

C. Franck: Preludio, fuga e variazione in si minore, op. 18

F. Liszt: Preludio e Fuga (sopra B-A-C-H)

Ingresso libero
________________________________________________________

Venerdì 6 ottobre, alle ore 20.30, presso la Casina Pompeiana della Villa Comunale, Riccardo, Brunello e Susanna Canessa propongono “Tre In Uno 2018” , con la partecipazione di Francesco De Laurentiis, evento destinato alla raccolta fondi per la Chiesa di Gesù e Maria, a cura dell’Associazione “Euforika” di Napoli

Contributo: 20 Euro (comprensivo di aperitivo a tema offerto dall’antico Tarallificio Poppella)

Prenotazione obbligatoria
(messaggio SMS o WhatsApp ai numeri +39 375 508 1283 e + 39 335 625 3349)

________________________________________________________

Sabato 7 ottobre, alle ore 13.00, a Palazzo Zevallos Stigliano (via Toledo, 185), per la rassegna “E’ aperto a tutti quanti”, concerto del soprano Silvia D’Errico, del tenore Valerio Ilardo, del basso Marino Orta, del tenore Raffaele Risi e del soprano Elena Rosaria Rullino, accompagnati al pianoforte da Carlo Feola

Programma

G. B. Pergolesi: “Lo conosco a quegli occhietti”, da “La serva padrona”

C. W. Gluck: “Spiagge amate”

G. Fauré: “Lydia”

J. Strauss: “Mein Herr Marquis”

G. Pennino: “Pecchè? ”

G. B. Pergolesi:
“Per te io ho nel core”
“Contento tu sarai”
(da “La serva padrona”)

A. Scarlatti: “All’acquisto di gloria”

G. Sarti: “Lungi dal caro bene”

B. Galuppi: “Se voi m’amate”, da “Il filosofo di campagna”

G. Verdi: “Saper vorreste”, da “Un ballo in maschera”

W. A. Mozart: “Porgi amor” da “Le nozze di Figaro”

G. Puccini “Vissi d’arte”, da “Tosca”

F. P. Tosti
L’ultima canzone
‘A vucchella

Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili
________________________________________________________

Sabato 7 ottobre, alle ore 19.00, nella chiesa di San Gennaro all’Olmo (via San Gregorio Armeno, 35), per la Stagione dell’Associazione Corale Giubileo, concerto degli allievi della Masterclass tenuta dal M° Pier Carmine Garzillo e dal M° Gianluca Blasio.

Info: +39 392 627 8988
scalafilomena71@gmail.com
www.coralegiubileo.it

________________________________________________________

Sabato 7 ottobre, alle ore 20.30 (Turno A), con replica domenica 8 ottobre, alle ore 17.00 (Turno F), al Teatro di San Carlo, per la stagione lirica 2016-2017, allestimento del melodramma in un prologo e tre atti “Simon Boccanegra” di Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piave, dal dramma omonimo di Antonio García Gutiérrez, con aggiunte e revisioni di Arrigo Boito

Direttore: Stefano Ranzani
Regia, scene e costumi: Sylvano Bussotti, ripresi da Paolo Vettori

Personaggi ed interpreti
Simon Boccanegra: Ambrogio Maestri (7 ottobre) / Amartuvshin Enkhbat (8 ottobre)
Jacopo Fiesco: John Relyea (7 ottobre) / Giorgio Giuseppini (8 ottobre)
Amelia: Myrtò Papatanasiu (7 ottobre) / Davinia Rodriguez (8 ottobre)
Gabriele Adorno: Saimir Pirgu (7 ottobre) / Leonardo Caimi (8 ottobre)
Paolo Albiani: Gianfranco Montresor (7 ottobre) / Gezim Myshketa (8 ottobre)
Il capitano dei balestrieri: Antonello Ceron
L’ancella di Amelia: Milena Josipovic

Orchestra e Coro del Teatro di San Carlo

Costo del biglietto

Turno A

Intero (Tariffa II)
da 130 a 40 Euro
Palco Reale: 400 Euro

CRAL ed Enti convenzionati, Gruppi dalle 10 alle 20 persone (Tariffa XVII A)
da 117 a 36 Euro
Palco Reale: 360 Euro

Gruppi oltre 20 persone (Tariffa XVIII A)
Da 111 a 34 Euro
Palco Reale: 340 Euro

Programmi di Membership (Tariffa XIX A)
Da 104 a 32 Euro
Palco Reale: 320 Euro

Turno F

Intero (Tariffa III)
da 110 a 35 Euro
Palco Reale: 400 Euro

CRAL ed Enti convenzionati, Gruppi dalle 10 alle 20 persone (Tariffa XVII B)
da 99 a 32 Euro
Palco Reale: 360 Euro

Gruppi oltre 20 persone (Tariffa XVIII B)
Da 94 a 30 Euro
Palco Reale: 340 Euro

Programmi di Membership (Tariffa XIX B)
Da 88 a 28 Euro
Palco Reale: 320 Euro

Giovani under 30 / Anziani over 65 * (Tariffa X)
Ultime due file di platea: 30 Euro
Palchi laterali: 25 Euro

*con reddito minimo come da circolare INPS n.1 del 9 gennaio 2015 e/o titolari di Social Card
________________________________________________________

Sabato 7 ottobre, alle ore 21.00, con replica domenica 8 ottobre, alle ore 18.30, all’Arca’s Teatro (via Veterinaria, 63) concerto-spettacolo dal titolo “ ‘A cchiù bella, viaggio nel cuore di Napoli” con il Trio Esperidi, formato da Francesca Curti Giardina (mezzosoprano), Tiziana Minervini (chitarra classica) e Maria Aiello (flauto traverso), che accompagnerà le performance teatrali dell’attore e regista Mario Pirera con la partecipazione di Gabriela Cerino in voce e gli allievi del laboratorio/teatro gli Oscenici, diretto da Alessandra Vitulli e Loredana De Maio.

Ingresso: 10 euro
________________________________________________________

Domenica 8 ottobre, alle ore 10.30, presso la sede della Fondazione Banco di Napoli (via dei Tribunali n. 213) l’Associazione Mousikè, in collaborazione con Meridonare, presenta il Progetto di Crowdfunding “Classical Naples” volto a restituire la centralità di Napoli nel mondo musicale, celebrando i Maestri della Scuola Napoletana attraverso una grande competizione pianistica internazionale

Ingresso libero

E’ gradito un cenno di adesione ai seguenti contatti:
online www.associazionemousike.com
Tel.: +393402399453

________________________________________________________

Domenica 8 ottobre, alle ore 10.30, con repliche alle ore 11.30 e alle ore 12.30, al Museo Diocesano (Largo Donnaregina), Tableaux vivants dall’opera di Michelangelo Merisi, accompagnati dalle musiche di Mozart, Vivaldi, Bach e Sibelius

Costo del biglietto (cumulativo con la visita al Museo Diocesano)
Intero: 10 Euro
Ridotto gruppi: 8 Euro
Ridotto giovani: 6 Euro (dai 7 ai 18 anni)
Gratis fino a 6 anni

Info e prenotazioni: 081 5571365
________________________________________________________

Domenica 8 ottobre, alle ore 11.00, nella veranda neoclassica di Villa Pignatelli (Riviera di Chiaia, 200), per il primo appuntamento con il Maggio del Pianoforte, concerto del pianista Beniamino Iozzelli

Programma

F. J. Haydn: Sonata in do maggiore, Hob. XVI:50

A. Skrjabin: Sonata n. 4 in fa diesis maggiore, op. 30

F. Chopin: Studi op. 10, nn. 8, 9, 10, 11, 12

R. Schumann: Études symphoniques, op. 13

Costo del biglietto
Intero: 15 Euro
Ridotto: 10 Euro

________________________________________________________

Domenica 8 ottobre, alle ore 20.30, presso il Centro Culturale Domus Ars (via Santa Chiara, 10), per l’appuntamento inaugurale della rassegna Scarlatti Contemporanea, organizzata dall’Associazione Alessandro Scarlatti, concerto dell’Ensemble di contrabbassisti Ludus Gravis, formato da Daniele Roccato (solista e concertatore), Stefano Battaglia, Paolo Di Gironimo, Simone Masina, Andrea Passini, Giacomo Piermatti, Francesco Platoni, Alessandro Schillaci

Programma

S. Gubaidulina
Due Studi per contrabbasso solo
Quaternion (versione per quattro contrabbassi di Daniele Roccato in prima esecuzione assoluta)

F. Perocco: Dai canti immaginari per otto contrabbassi
Nuova composizione commissionata da Ravenna Festival e Associazione Alessandro Scarlatti di Napoli

F. Cifariello Ciardi: Cupio dissolvi per otto contrabbassi e voci registrate
Nuova composizione commissionata da Ravenna Festival e Associazione Alessandro Scarlatti di Napoli

S. Gubaidulina: Mirage: The Dancing Sun per otto contrabbassi
(versione per quattro contrabbassi di Daniele Roccato)

Costo del biglietto: 5 Euro
________________________________________________________

Domenica 8 ottobre, alle ore 20.30, nella chiesa di San Ferdinando (piazza Trieste e Trento, 5), in occasione del quarto centenario dalla pubblicazione dell’Atalanta Fugiens di Michael Maier, concerto dell’Ensemble Comtessa de Dia, diretto dal maestro Ferdinando de Martino, con la partecipazione dell’attore Paolo Cresta (voce recitante)

In programma brani tratti dall’Atalanta Fugiens di Michael Maier

Ingresso libero
________________________________________________________

1 ottobre, 2017 Posted by | Agenda Eventi, Associazione "A. Scarlatti", Associazione Trabaci, Associazioni Musicali, Campania, Canto, Chiesa Luterana, Compositori, Concerti, Danza, Giuseppe Verdi, Italia, Maggio della Musica, Musica, Musica classica, Musica da camera, Musica Lirica, Napoli, Opera, Regioni, Riccardo Canessa, Sale da concerto, Susanna Canessa, Teatri, Teatro San Carlo, Villa Pignatelli | , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Giovedì 17 agosto a Camerota appuntamento con il musical “Cercasi Cenerentola” messo in scena da “La meglio Gioventù”


Camerota verrà calata in quel particolare mood degli anni tra i Cinquanta e i Sessanta, periodo scelto per la rivisitazione della fiaba Cenerentola nel musical firmato dal Pooh Stefano D’Orazio, che andrà in scena giovedì 17 agosto, alle ore 21.45, sul palcoscenico del teatro all’aperto Kamaraton.
E’ questo l’ormai abituale appuntamento di mezz’estate con il musical proposto dall’Associazione “La Meglio Gioventù”, con il patrocinio del Comune di Camerota e il sostegno di un folto cartello di mecenati privati, che di anno in anno riesce a coinvolgere l’intero paese nella produzione di uno spettacolo, che si lascia godere e applaudire.
Quest’anno, archiviata la produzione de’ La Sirenetta, dedicata ai più piccoli, la scelta è caduta su Cercasi Cenerentola, scritto da Saverio Marconi e da D’Orazio, affidato alla regia di Lucrezia Pellegrino, che presenta diversi elementi che ormai identificano l’impronta di quest’ultimo, due su tutti la raffica di battute ostentatamente caricate e la presenza di una protagonista femminile volitiva, un po’ ribelle, certamente non disposta a sottomettersi agli uomini, alla società, alla sorte che le sembra destinata.
La storia si snoda, pur tra tante diversità, all’interno di paletti “entro e non oltre” i quali rimanere e andare, per essere fedeli agli avvenimenti così come sono radicati nell’immaginario collettivo, grazie all’evoluzione della originaria storia popolare attraverso Basile, dove Cenerentola-Zezolla diventa perfino assassina, Perrault, i fratelli Grimm, fino ad arrivare alla versione Disney.
La cifra stilistica dello spettacolo, è quella della comicità sopra le righe: non potrebbe essere altrimenti con un Principe interpretato da Alessandro Magliano, che ribalta, da copione, il punto di vista della narrazione diventandone protagonista.
Ci si trova così davanti ad una storia che, seppure adattissima ai bambini, non sembra essere rivolta specificamente a loro, come si potrebbe pensare, in cui il principe interagisce con gli spettatori creando uno sfasamento temporale.
Abbattendo la famosa quarta parete, il 2017 irrompe negli anni Cinquanta, in diversi momenti dello spettacolo.
Gli spettatori, per tutto il tempo della commedia, diventano il popolo di Microbia, il non meglio specificato minuscolo Regno tra il Danubio Blu ed il Mingardo.
Tutto questo fa sì che la riuscita di alcune scene sia affidata direttamente al pubblico femminile “pescato” in platea dal principe: se la scelta è azzeccata si ride parecchio e si assiste a situazioni esilaranti.
Per quanto riguarda l’aspetto vocale, la scelta è stata quella di non far cantare il principe, che si esibisce esclusivamente in pezzi rap.
Da ascoltare e ricordare, il duetto d’amore, “Che notte stanotte” e la canzone “Colpo di fulmine”, cantata da Rodrigo, il maggiordomo saggio interpretato da Vincenzo Sgueglia, preparati dal Vocal Coach Teresa D’Alessandro.
Tina Berardinelli sarà una Cenerentola dal giusto mix di forza, ironia, cui farà da contrasto il trio Avidoni che rappresenta uno dei punti di forza dello spettacolo: si tratta di Antima Magliano, la matrigna Velenia, Noemi Sgueglia, Anastasia e Emilia Volpe, Genoveffa.
Non si è voluto cedere al facile cliché della cattiveria associata alla bruttezza: qui saremo, infatti davanti a tre belle donne, come vuole anche la versione dei fratelli Grimm.
Nel ruolo della Fata, qui Clementina, c’è Roberta Nicolella, un po’ pasticciona, un po’ donna organizzatrice di vite altrui dal piglio deciso e sbrigativo, un po’ alla ricerca della sensualità.
Completano il cast Giuseppe Cammarano, il simpatico cagnolino Gedeone trasformato in umano autista, Francesco D’ Angelo, il maggiordomo scansafatiche, Fabio D’Angelo il maialino, Domenico Mastrolonardo il cavallo, Vittorio Scarpitta la mucca, Gianmarco Ciociano la gallina, con la partecipazione speciale di Don Antonio Toriello, docente d’oboe del Conservatorio “G. Martucci” di Salerno, nonché parroco di Licusati, in qualità di speaker.
Le coreografie di Emilia Volpe, ideate insieme a Cristina Pellegrino e Irene Bove, puntano sull’energia, i costumi sono firmati da Pina Mea, Valentina Ciccarino e Sabina Valiante, le scene di Tommaso del Gaudio e Sabina Valiante , supportato da Fabio D’Angelo, Anna Magliano, Tina Berardinelli, Vincenzo Sgueglia, Vittorio Scarpitta e Biagio Scarpitta, colpiscono per l’atmosfera incantata e sognante, con gli effetti speciali del team audio e luci, Master sound service, di Cristian Del Gaudio e Romeo Iannuzzi.

Ingresso: Euro 5

Info:
346 5149593 o 346 5149649
e-mail: lamegliogioventu.camerota@gmail.com


Ufficio Stampa:
Olga Chieffi 347/8814172
Monica De Santis 392/6925559

_______________________________________________________

16 agosto, 2017 Posted by | Agenda Eventi, Campania, Cantanti, Canto, Danza, Italia, Musica, Musical, Regioni, Salerno | , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Concerti a Napoli dal 27 giugno al 3 luglio 2016

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Niccolò van Westerhout

Niccolò van Westerhout

Questi gli appuntamenti previsti dal 27 giugno al 3 luglio 2016:

Martedì 28 giugno, alle ore 21.30, all’Arena Flegrea (via John Fitzgerald Kennedy, 54), per il Napoli Teatro Festival 2016, concerto-spettacolo dal titolo “Love Stories” con la partecipazione di Katia e Marielle Labèque (pianoforti), Raphael Séguinier e Gonzalo Grau (percussioni), David Chalmin (chitarra elettrica)
Coreografia: Yaman Okur
Ballerini: Maëlle Dufour, Peter Bordage, Hugo De Vathaire, Mahamadou Gassama, Jean-Baptiste Matondo, Antonio Mvuani‐Gaston, Jackson Ntcham

Programma

L. Bernstein (arr. Irwin Kostal): West Side Story per due pianoforti e percussioni

D. Chalmin: Star-Cross’d Lovers

Costo del biglietto: 15 Euro
_________________________________________________________

Mercoledì 29 giugno, alle ore 20.30, a Villa Pignatelli, concerto “Music for Mark and for young persons” in ricordo di Mark Weir con la partecipazione di Roberta Invernizzi, Craig Marchitelli, Martin Pickard, Nicholas Robinson, Tommaso Rossi, Campet Singers, Antonio Spagnolo e l’ensemble Vocale di Napoli, Davide Troìa con il Coro Femminile “Exultate Deo”
Note introduttive: Stefano Valanzuolo

In programma musiche di Bennett, Britten, Dowland, Fauré, Geminiani, Johnson, Merula, Monteverdi, Piazzolla, Purcell, Vivaldi

Ingresso a offerta libera
Il ricavato della serata sarà interamente devoluto, a nome di Mark Weir all’orchestra Giovanile Sanitansamble

_________________________________________________________

Mercoledì 29 giugno, alle ore 20.30, presso il Museo Diocesano (largo Donnaregina), concerto della Rotary Youth Chamber Orchestra, diretta da Luca Signorini (violoncello solista).

In programma musiche di Mozart, Vivaldi, Boccherini, Walton

Costo del biglietto: 6 Euro (comprensivo di visita al Museo dalle ore 19.30)
_________________________________________________________

Giovedì 30 giugno, alle ore 19.00, presso la Terrazza sui giardini di Palazzo Reale, nell’ambito della Stagione Extra del Teatro di San Carlo, concerto del pianista Genny Basso

Programma

W. A. Mozart: Rondo in re maggiore K 485

F. Chopin
Mazurka in la minore op. 67, n. 4
Mazurka in fa minore op. 63, n. 2
Mazurka in do diesis minore op. 63, n. 3

I. Albéniz:
Granada
Asturias

(dalla Suite Española op. 47)

C. Debussy
Rêverie
L’Isle Joyeuse

M. Castelnuovo-Tedesco: Piedigrotta 1924
IV – Voce luntana (Fenesta ca lucive)

F. Liszt: Tarantella, da Venezia e Napoli (Fenesta vascia)

R. Sacco – Anonimo: Te voglio bene assaje (arr.: Genny Basso)

A. Sisca – S. Cardillo: Core ‘ngrato (arr.: Genny Basso)

G. Turco – L. Denza: Funiculì Funiculà (arr.: Genny Basso)

Costo del biglietto
Intero: 15 Euro
Ridotto: 12 Euro (titolari delle Carte dei programmi di Membership, gruppi di almeno 10 persone e membri di enti, CRAL ed associazioni convenzionati con il Teatro di San Carlo)

_________________________________________________________

Giovedì 30 giugno, alle ore 20.30, nella veranda neoclassica di Villa Pignatelli, per il Maggio della Musica concerto dal titolo “Parientes” con la partecipazione di Peppe Servillo (voce), Javier Girotto (sax soprano e baritono) e Natalio Mangalavite (piano, tastiere, voce).

Costo del biglietto
Intero: 20 Euro
Ridotto: 15 Euro
Ridotto giovani: 10 Euro

_________________________________________________________

Venerdì 1 luglio, alle ore 20.30, con replica sabato 2 luglio, alle ore 20.30, presso il Museum Shop (largo Corpo di Napoli, 3), per Convivio Armonico 2016 – sezione “Musica nel Corpo di Napoli dal ‘600 ad oggi” concerto di Pina Cipriani dal titolo “Napolinscena”.

In programma canzoni della tradizione napoletana antica e moderna

Costo del biglietto: 10 Euro
_________________________________________________________

Sabato 2 luglio, alle ore 18.30, nella Sala Maria Longo (via Armanni 16 – adiacenze Ospedale degli Incurabili), concerto dell’Orchestra San Giovanni e del Coro Vox Artis, diretti da Keith Goodman

In programma musiche di Arcadelt, Bach, Bartók, Bruckner, Mozart, Verdi.

Contributo d’ingresso: 10 Euro
_________________________________________________________

Sabato 2 luglio, alle ore 19.00, presso la Terrazza sui giardini di Palazzo Reale, nell’ambito della Stagione Extra del Teatro di San Carlo, concerto del Coro di Voci Bianche Lab, diretto da Stefania Rinaldi

Programma non pervenuto

Costo del biglietto: 10 Euro
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

26 giugno, 2016 Posted by | Agenda Eventi, Associazioni Musicali, Campania, Concerti, Danza, Italia, Maggio della Musica, Musica, Musica classica, Musica da camera, Napoli, Regioni, Sale da concerto, Teatri, Teatro San Carlo, Villa Pignatelli | , , , , , , , , , | Lascia un commento

Mercoledì 20 aprile la rassegna del Conservatorio di Avellino “Parole di Musica” ospita la presentazione del libro “I Ballets Russes di Diaghilev tra storia e mito” a cura di Patrizia Veroli e Gianfranco Vinay

Copertina libro Ballets Russes
Mercoledì 20 aprile, alle ore 15.00, il Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino presenterà un altro incontro di pregio per il ciclo letterario “Parole di Musica”: quello con I Ballets Russes di Diaghilev tra storia e mito, a cura di Patrizia Veroli e Gianfranco Vinay (Roma, Edizioni dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, 2013).
La rassegna, organizzata dal Corso accademico di II livello in “Discipline storico critiche e analitiche della musica” e coordinata dal prof. Antonio Caroccia, presenta le novità editoriali nel mondo musicale e musicologico attraverso incontri con gli autori.
Per Gianvincenzo Cresta, docente del Conservatorio che da anni collabora con istituzioni francesi che promuovono le sue composizioni musicali – ultima in ordine di tempo, il 12 febbraio scorso, la trasmissione in diretta da Radio France della prima esecuzione del suo Hinneni, ad opera dell’Orchestra Filarmonica dell’emittente di Stato- e che colloquierà con i curatori dell’opera, è di fondamentale importanza interfacciarsi con culture e tradizioni musicali diverse dalle nostre per offrire ai nostri allievi un panorama ampio della cultura del nostro tempo.
«Il chilometro zero non paga, non serve la filiera corta, non basta utilizzare le nostre risorse interne, per quanto degne di merito – dichiara il M° Cresta -. E l’operazione che il nostro istituto sta facendo, portando qui ad Avellino personaggi del calibro di Gianfranco Vinay, ha una grande importanza per il futuro di chi si affida alla nostra formazione».
Vinay è, infatti, uno dei più grandi musicologi italiani, che oggi è un riferimento europeo nel settore, di cui è riconosciuto una delle voci più autorevoli.
È italiano ma vive a Parigi dove insegna all’Università.
Alla presentazione parteciperà anche la coreografa, studiosa e saggista di danza, Patrizia Veroli che ha collaborato alla stesura del volume.

L’ingresso, come sempre, è libero.

Riguardo al volume: una manciata di saisons russes a Parigi, tra il 1909 e il 1929, hanno rappresentato una sorta di big bang delle nuove forme di spettacolo del XX secolo, prendendo le distanze dal teatro simbolista a cui il pubblico era assuefatto.
Questo libro è dedicato all’avventura artistica dei Ballets Russes di Serge Diaghilev, pubblicato per celebrare i cent’anni dal debutto del Sacre du printemps, il balletto che più di ogni altro ha segnato la cultura coreografica del Novecento.

Per info:
Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino
via Circumvallazione, 156
Ufficio Stampa
Eleonora Davide: (+39) 333.7179479
Gerardo De Fabrizio: (+39) 333.7517491

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

16 aprile, 2016 Posted by | Agenda Eventi, Avellino, Campania, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Danza, Italia, Libri, Musica, Musica classica, Regioni | , , , , , , | Lascia un commento

Oggi Domenica 3 aprile concerto del Trio “Tango Creatiòn”per la Findazione Ordine Ingegneri


Domenica 3 aprile alle ore 18.30 nella splendida Basilica di San Giovanni Maggiore la Fondazione Ordine ingegneri Napoli presenta un accattivante concerto di tango con il trio “Tango Creatiòn” , formato da Michela Tintoni violino, Francesca Perrotta pianoforte e Massimo de Stephanis contrabbasso che ci accompagneranno in un viaggio nella storia del tango con brani di : Firpo, Mores, Caballero, Cobián, Cadicamo, Stamponi, Troilo, Piazzolla e due brani della compositrice A. Segal scritti appositamente per “Tango Creation”, formazione nata nel 2008 dopo lunghissima esplorazione dell’universo tanguero e dopo oltre dieci anni di collaborazione con Quejas de Bandoneón (cd “Quejas de Bandoneón”, “2”, “tango3”; concerti in tutta Italia, Germania, Svizzera, Turchia, tournée Usa 2002), decidono di riunirsi e di rileggere il repertorio dei classici del Tango Argentino, dagli anni ’20 di Carlos Gardel, a Troilo e Di Sarli, fino al Tango Nuevo del grande Astor Piazzolla.Il trio affiatato sa trascinare con grande energia, passione ed incantare con raffinatezza ogni genere di pubblico.

Per partecipare è previsto un contributo a favore delle opere sociali della Basilica di € 10 (per gli iscritti all’Ordine degli Ingegneri € 5)

Sarà inoltre possibile visitare la mostra “Civiltà del Crocifisso”: una rassegna di Crocifissi e Crocifissioni nella storia della pittura occidentale, riproduzioni fotografiche di alta qualità di quarantotto famose opere di maestri del passato e della scena artistica contemporanea, da Cimabue e Giotto fino a Salvador Dalì e Marc Chagall, passando per Masaccio, Raffaello, Andrea Mantegna e Francisco Goya. La mostra, organizzata dalla Fondazione Ordine Ingegneri Napoli è stata personalmente allestita dal Presidente Luigi Vinci per dare l’occasione di godere in un unico luogo della visione di opere d’arte famose, conservate nei più importanti musei del mondo, e che negli ultimi nove secoli hanno rappresentato il simbolo della sofferenza dell’uomo, dell’umanità di Cristo, della civilità e cultura occidentale.

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

 

3 aprile, 2016 Posted by | Agenda Eventi, Art, Arte, Campania, Italia, Music, Musica, Napoli, Regioni, Tango | , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Al Teatro Politeama di Napoli “Y Olé!”, travolgente novità del coreografo francese José Montalvo

Foto Patrick Berger

Foto Patrick Berger

Prodotto dal Théâtre National de Chaillot di Parigi, in collaborazione con Les Théâtres de la Ville de Luxembourg, il balletto “Y Olé!”, del coreografo francese José Montalvo, è approdato in esclusiva nazionale a Napoli, nell’ambito della stagione del Teatro Stabile.
Lo spettacolo, costituito da un dittico, prevedeva una prima parte interamente rivolta a “La sagra della primavera”, che esordì nel 1913, al Théâtre des Champs-Elysées, nell’ambito della stagione dei Balletti russi di Sergej Djagilev, avvalendosi della musica di Igor Stravinskij, delle scenografie di Nikolaj Konstantinovič Roerich e della coreografia di Vaclav Nijinsky.
La “prima” provocò vibranti proteste fra gli spettatori, che non gradirono le sonorità, molto ardite per l’epoca (ancora oggi di grande modernità e difficili da metabolizzare per la maggior parte degli appassionati di musica classica), che contraddistinguevano i temi concepiti dall’autore russo.
Va iinoltre ricordato come la traduzione italiana sia abbastanza infelice, in quanto il titolo originale, Le Sacre du printemps, non si riferiva sicuramente ad una sagra paesana, ma ad un rito sacrificale pagano.
E’ lo stesso Stravinskij a raccontarlo in una sua biografia, dove afferma, fra l’altro: “Un giorno, in modo assolutamente inatteso giacché la mia mente era occupata da cose affatto diverse, intravidi nell’immaginazione lo spettacolo di un grande rito sacro pagano: i vecchi saggi, seduti in cerchio, osservano la danza di morte di una vergine che essi stanno sacrificando per propiziarsi il Dio della primavera”.
Proprio conoscendo tutti questi presupposti, si poteva maggiormente apprezzare l’originalità della versione concepita da Montalvo dove, a parte l’inserimento di danze quali il flamenco e l’hip-hop, apparse quanto mai calzanti e affatto irriverenti, l’arrivo della primavera non era più obbligatoriamente collegato ad un sacrificio umano, ma veniva raffigurato come una festa della vita.
Non a caso il filmato che scorreva alle spalle dei ballerini, parte integrante della scenografia, riportava la progressiva crescita di un albero che, dalle poche radici iniziali, si manifestava in tutta la sua potenza nel momento della fioritura primaverile.
Una brevissima interruzione, legata al cambio di scena, precedeva la seconda parte dello spettacolo, dedicata ai ricordi d’infanzia di Montalvo, figlio di esuli politici spagnoli, fuggiti in Francia all’avvento del regime franchista.
In questo caso si alternavano canti popolari iberici e standard americani, mentre sullo sfondo scorrevano in prevalenza immagini di una piccola barca a remi, talora vuota, altre volte riempita da più persone (che faceva capolino per un po’ anche sul palcoscenico), e volti di persone anziane, in rappresentanza degli antenati del coreografo.
Nel complesso questa parte risultava meno unitaria della prima, ma ugualmente trascinante, per la continua proposizione di ritmi spagnoli, ed ancora più ricca di simbologie, se si pensa solo alla costante presenza della barca, chiaro riferimento al viaggio ed all’esilio.
Non ci resta che ringraziare José Montalvo, autore dell’ennesimo balletto di grande genialità, e nominare tutti gli insuperabili protagonisti di “Y Olé!”, Karim Ahansal, Rachid Aziki, Abdelkader Benabdallah, Emeline Colonna, Anne-Elisabeth Dubois, Serge Dupont Tsakap, Fran Espinosa, Samuel Florimond, Elizabeth Gahl, Rocío Garcia, Florent Gosserez, Rosa Herrador, Chika Nakayama, Lidia Reyes, Beatriz Santiago, Denis Sithadé Ros, la cui estrema bravura ha contribuito all’ottima riuscita di uno spettacolo che ha entusiasmato il numerosissimo pubblico presente al Teatro Politeama.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

26 febbraio, 2016 Posted by | Agenda Eventi, Campania, Danza, Francia, Italia, Musica, Musica classica, Napoli, Parigi, Regioni, Teatri, Teatro Politeama | , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: