MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

IL CINQUETTO Comicità in frac, nuovo appuntamento della Rassegna “Le Armonie di Partenope” alla “Domus Ars”

30441036_10215637079911040_6952546995516997632_n (1)

Sabato 14 aprile, alle 20,30 alla Domus Ars preparatevi al concerto più pazzo del mondo, non crederete ai vostri occhi e alle vostre orecchie! Un concerto dove virtuosismo e comicità raggiungono livelli estremi… preparatevi per un concerto divertente e incredibile!

30571826_10215637078230998_8598091001183076352_n

IL CINQUETTO “Comicità in frac”

Salvatore Lombardo, Giuseppe Carotenuto, Angelo Casoria, Nicola Marino, violini
Gianni Stocco, contrabbasso

Produzione e realizzazione PartenArt
Direzione artistica Gianni Mola
Sabato 14 aprile 2018 – ore 20,30 Domus Ars – Via Santa Chiara10/c – Napoli
Biglietto: €.15 Ridotto bambini fino a 12 anni: €.5
Vendita biglietti: Domus Ars Tel. 081 342 5603
infoeventi@domusars.it
infopartenart@libero.it
Evento Facebook: clicca qui

 

*****************************************

Iscriviti al blog MusicArTeatro

Seguici su:
if_Chat_communication_facebook_line-icon_social_web_2903275
MusicArTeatro

if_Chat_communication_facebook_line-icon_social_web_2903275


MusicArTeatro Eventi a Napoli


@Music_Ar_Teatro

11 aprile, 2018 Posted by | Agenda Eventi, Art, Arte, Campania, Concerti, Cultura, Italia, Jazz, Music, Musica, Musica classica, Musica da camera, Napoli, Prima del concerto, Regioni, Swing, Violinisti | , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

EMILIA ZAMUNER QUARTET “Omaggio a Pino Daniele”|Secondo appuntamento della Rassegna “Le Armonie di Partenope” alla “Domus Ars”

 

EMILIA ZAMUNER QUARTET
“Omaggio a Pino Daniele”
Direzione Artistica Gianni Mola
Produzione e realizzazione PartenArt
Sabato 10 febbraio 2018 – ore 18
Domus Ars – via Santa Chiara 10/C Napoli
Ticket €12

 

 

Dopo il successo del concerto inaugurale dei Meditamburi, la rassegna “Le Armonie di Partenope”, prodotta e realizzata dalla PartenArt, con la direzione artistica di Gianni Mola, continua con un’ospite di eccezione: Emilia Zamuner, l’astro nascente del canto jazz. Sarà, infatti, l’atteso concerto dell’artista napoletana a calamitare l’attenzione del pubblico in un appuntamento da non perdere.
La sua performance, che sarà arricchita dal prezioso contributo di Paolo Zamuner al pianoforte, Lorenzo Scipioni al contrabbasso e Massimo Del Pezzo alla batteria, darà vita ad una serata suggestiva, interamente dedicata al compianto Pino Daniele, nel terzo anniversario della sua scomparsa.
Una serata celebrativa in cui Emilia, rileggendo con il suo personalissimo stile vocale i capolavori di uno dei più grandi cantautori del nostro blues e del nostro pop, non mancherà certamente di regalarci un’atmosfera magica, pregnante di forti e vibranti emozioni.

 

 

Ticket €12
Per informazioni, acquisto abbonamento e/o biglietti
Tel. 0813425603
infoeventi@domusars.it
infopartenart@libero.it
Evento Facebook: clicca qui

 

 

*************

Iscriviti al blog MusicArTeatro

I nostri gruppi su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

1 febbraio, 2018 Posted by | Agenda Eventi, Art, Arte, Campania, Cantanti, Canto, Concerti, Cultura, Italia, Jazz, Music, Musica, Musica Jazz, Napoli, Prima del concerto, Regioni, Swing | , , , , , , , , | Lascia un commento

Teano Jazz Festival: XXI Edizione dal 13 al 15 dicembre

Teano Jazz  2013 XXI edizione

foto

The Swing Tree, Alessandro Tedesco quartet e l’Emmet Cohen, Giuseppe Venezia, Elio Coppola  Trio sono le formazioni che si esibiranno dal 13 al 15 dicembre presso la chiesa di San Pietro in Aquariis di Teano per la XXI edizione del Teano Jazz.

Edizione forzatamente ridotta per numero di serate e formazioni coinvolte, ma non per qualità della programmazione che, anche in momenti “di crisi”, è all’altezza di uno dei festival più longevi d’Italia.

Dalle atmosfere della swing era, riproposte in maniera filologicamente accurata da The Swing Tree si passa al quartetto di Alessandro Tedesco, promotore di un jazz contemporaneo e contaminato,  per chiudere con Emmet Cohen, giovane pianista di Miami dalle notevoli doti tecniche e dall’innato senso della melodia e del blues.

Il 27 dicembre chiuderà la rassegna un evento speciale che vedrà  l’esibizione nel Duomo di Teano del gruppo gospel Michael M. Smith & Friends.

PROGRAMMA

Venerdì 13 dicembre Ore 20,30

The Swing Tree

Oscar Montalbano (chitarra manouche)

Marco Sannini (tromba, cornetta)

Marco De Tilla (contrabbasso)

Sabato 14 dicembre  Ore 20,30

Alessandro Tedesco Quartet

Harmozein

Alessandro Tedesco (trombone)

Giovanni Francesca (chitarra elettrica)

Davide Costagliola (basso)

Giampiero Franco( batteria)

Domenica 15 dicembre Ore 20,30

Evento speciale

Emmet Cohen, Giuseppe Venezia, Elio Coppola Trio

Emmet Cohen (piano)

Elio Coppola (batteria)

Giuseppe Venezia (contrabbasso)

Teano – Duomo

 

Venerdì 27 dicembre Ore 19,30

Evento speciale

Michael M. Smith & Friends

Gruppo Gospel

Ciara Parker (voce)

Slater Johnson (voce)

Elizabeth Terrell (voce)

Brandon Knight ( voce)

Margarita Rodarte (voce)

Michael  M. Smith (piano,voce)

 

Info: Tel/fax.    0823 885354  – 0823 885775
Cell. 348 6992617 – 339 3986809
website: www.teanojazz.org  – email: teanojazz@libero.it

Ingresso libero per tutti i concerti

Per essere informati e aggiornati sugli eventi iscriviti ai gruppi su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo online cliccando sulla copertina oppure clikka qui. Potrai ascoltare anche le anteprime!!

12 dicembre, 2013 Posted by | Agenda Eventi, Art, Arte, Campania, Italia, Jazz, Music, Musica, Prima del concerto, Regioni, Swing | , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La rassegna di MusicArTeatro chiude con un omaggio al Trio Lescano

La storia di Alexandrina Eveline “Alessandra”, Judik “Giuditta” e Catharina “Caterinetta” Leschan, le tre sorelle olandesi che formavano il Trio Lescano, è stata oggetto, nel settembre del 2010, di una miniserie televisiva dal titolo “Le ragazze dello swing”.
Premettiamo di non aver visto questa fiction in quanto amiamo poco un genere che, se da una parte ha il grande merito di portare alla ribalta fatti e personaggi di un certo rilievo, spesso dimenticati, dall’altra li fa emergere quasi sempre in un’ottica rispondente più alle necessità dell’audience che alla verità storica.
Ad ogni modo, è probabile che anche Susanna Canessa abbia visto lo sceneggiato, e sia stata spinta ad approfondire il repertorio ed i segreti di un trio, che spopolò in Italia nel decennio 1936-46, grazie alla bravura delle interpreti, supportate da autori ed orchestre di assoluto valore.
Così, l’ultimo appuntamento della rassegna organizzata da MusicArTeatro al Mumble Rumble, nell’ambito del SALT (Spazio Aggregazione Libero Trasversale), ideata dalla già citata Susanna Canessa e da Rosalia Catapano, e curata da Lello Merola, in collaborazione con Photocity Edizioni e Imprenditori di Sogni, si è tradotto in un suggestivo tuffo nel passato.
La serata ha avuto inizio con uno spazio letterario dedicato a Maria Carolina Visconti, classe 1920, autrice del libro “Altri tempi” (Boopen Edizioni), intervistata da Aldo Putignano.
Un’introduzione, quanto mai appropriata, ad un concerto dal significativo titolo di “Altri tempi …omaggio al Trio Lescano”, apertosi con “Il pinguino innamorato” e “Tulipan”.
Quest’ultima, versione italiana di “Tuli-tulip-time” (scritta da Maria Grever e Jack Lawrence e interpretata dalle statunitensi Andrew Sisters), si avvaleva delle parole di Riccardo Morbelli, mirabilmente adattate ad una canzone che faceva riferimento all’Olanda, per cui diventò uno dei motivi maggiormente amati e proposti dal trio Lescano.
Dal numeroso repertorio del gruppo erano tratti anche altri celebri motivi quali “Non dimenticar le mie parole” (di Bracchi – D’Anzi), “Tornerai” (di Olivieri–Rastelli), “Maramao perché sei morto” (di Consiglio-Panzeri), ed i bis conclusivi “Pippo non lo sa” (di Kramer- Panzeri- Rastelli) e “Ma le gambe” (di Bracchi – D’Anzi).
Ma il concerto è stato anche l’occasione per ricordare Lucia Mannucci, scomparsa lo scorso marzo all’età di 92 anni, componente femminile del Quartetto Cetra.
Di questo indimenticabile ed inimitabile gruppo sono state eseguite “Musetto”, che si deve a Domenico Modugno, “Un bacio a mezzanotte” (di Garinei – Giovannini -Kramer) e “Ma le voleva bene” (di Savona – Cichellero – Giacobetti).
Infine, uno sguardo agli anni ’60, con “La notte è piccola”, confezionata da Castellano e Pipolo, insieme al maestro Canfora, per la sigla del varietà “Studio Uno”, portata al successo dalle Gemelle Kessler.
Veniamo ora agli interpreti, differenti a seconda del gruppo considerato, per cui il trio femminile era composto da Susanna Canessa, Monica Doglione e Clelia Liguori, mentre le canzoni dei “Cetra” erano affidate ad un quartetto costituito da Brunello Canessa, Alessandro Canessa, Francesco Canessa junior e Monica Doglione che, a sua volta, impersonava anche una delle Kessler, duettando con Clelia Liguori.
La parte strumentale era invece affidata a Brunello Canessa (chitarra elettrica e basso), Alessandro Canessa (batteria) e Susanna Canessa (chitarra elettrica e batteria).
Nel complesso si sono dimostrati tutti bravissimi, confrontandosi con un repertorio che può apparire semplice solo a chi non si rende conto che, dietro motivi caratterizzati spesso da testi banali (ma la banalità era una condizione necessaria per non incorrere nella censura del regime fascista), ci fosse una struttura musicale di elevatissimo livello, alla quale contribuivano musicisti, cantanti e orchestre di grande professionalità.
Professionalità riscontrabile anche nell’esibizione alla quale abbiamo assistito, dove si è chiaramente percepito l’enorme lavoro preliminare, portato avanti da Susanna Canessa, consistente in ricerche e approfondimenti minuziosi, trasferiti in seguito agli altri componenti.
Vanno ancora ricordati l’esordio ufficiale del giovane Francesco Canessa jr, dotato di una voce tale da assicurargli un promettente futuro in ambito lirico, e la presenza della grande attrice Anna Maria Ackermann, che ha letto alcuni passi del libro della Visconti.
In conclusione una serata di buona musica leggera di una volta, apportatrice di un po’ di nostalgia nei confronti di un periodo politicamente buio, ma musicalmente felice, rievocato anche dallo scorrere delle immagini d’epoca che accompagnavano il concerto, frutto di un’accurata selezione di Adriana Palombi.

Marco del Vaglio

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

6 aprile, 2012 Posted by | Imprenditori di sogni, Monica Doglione, Mumble Rumble, Musica, Napoli, Susanna Canessa, Swing | , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

Mercoledì 22 febbraio parte la Rassegna Buda’s Bar Jazz&bossa al Penguin café

Buda’s Bar

Jazz&Bossa al Penguin Café

Mercoledì 22 febbraio parte la Rassegna “Buda’ Bar” Jazz&Bossa presso il rinomato  Penguin Cafè, in via Santa Lucia, Napoli.
Progetto di Massimo Buda (nella foto).
Di seguito tutti gli appuntamenti.

mer. 22 febbraio

ANGELA LUGLIO QUARTET

Angela Luglio Voce

Paolo Palopoli Chitarra

Salvatore Ponte Contrabbasso

Massimo Buda Batteria

La band propone una rivisitazione degli stili del jazz vocale dalle songs degli anni

’30 e ’40 passando attraverso la bossa nova degli anni ’60 fino al pop , interpretato

in chiave jazzistica, degli anni ’70, ’80 e’90.

sab. 3 marzo

QUOTATI IN BOSSA – Nuje simme pazzi

featuring Angela Luglio

Vincenzo Andreone Voce e sax tenore

Sergio Montagna Pianoforte

Maurizio Sosti Chitarra                                                                                                        

Stefano Petrucelli Basso                                                                                                       

Massimo Buda Batteria

Angela Luglio Voce

Un viaggio nelle composizioni di Pino Daniele colorite dalle sonorità dei ritmi

sudamericani e dai fraseggi dello swing.

sab. 24 marzo

FROM NEW YORK TO RIO

Ondina Sannino Voce

Riccardo Distasi Pianoforte

Salvatore Ponte Contrabbasso

Massimo Buda Batteria

Con Ondina Sannino alla voce il quartetto propone brani

scelti dal ricchissimo repertorio di una delle voci più straordinarie della storia del jazz, unica nel coniugare uno stile essenziale con una gamma infinita di sfumature espressive

giov. 19 aprile

JAZZ & BROADWAY

Ondina Sannino Voce

Riccardo Distasi Pianoforte

Salvatore Ponte Contrabbasso

Massimo Buda Batteria

La vocalist Ondina Sannino celebra in questo concerto

alcuni tra i più famosi musical tra gli anni ‘30 e ‘40 da cui

provengono brani che sono entrati a far parte del repertorio ”standard” del Jazz

sab. 28 aprile

QUOTATI IN BOSSA – Chet Baker songs

Vincenzo Andreone Voce e sax tenore

Gio’ Caramiello Tromba

Sergio Montagna Pianoforte

Maurizio Sosti Chitarra                                                                                                        

Stefano Petrucelli Basso                                                                                                       

Massimo Buda Batteria

La sensualità vocale e le note sussurrate del grande trombettista di Yale, riproposte

nelle canzoni standard della tradizione del jazz e nei classici della musica brasiliana.

sab. 5 maggio

PEPPE ESPOSITO BLACKSHOP —A Crooner Journey

Peppe Esposito  Voce

Salvatore Pezzotti Piano

Salvatore Ponte Contrabbasso

Massimo Buda   Batteria

Un viaggio nel repertorio dei crooners internazionale degli

anni ’40 ad oggi; un cocktail di classiche songs, da Bennett

a Sinatra fino a Mario Biondi con una spruzzata di Brasile.

ven. 11 maggio

ELLA FITZGERALD TRIBUTE CONCERT

Ondina Sannino Voce

Riccardo Distasi Pianoforte

Salvatore Ponte Contrabbasso

Massimo Buda Batteria

Ondina Sannino con il quartetto propone un viaggio musicale

a cavallo tra le due Americhe, dove l’intensa vitalità dello

swing si incontra con il colore, il calore e la rilassatezza della bossa nova brasiliana

Penguin café
Via Santa Lucia, 88
Prenotazione consigliata: 0817646815
info@penguincafe.it
http://www.penguincafe.it
Tutti gli appuntamenti intorno alle 21

19 febbraio, 2012 Posted by | Agenda Eventi, Art, Chitarristi, Compositori, Concerti, Jazz, Music, Musica, Napoli, Penguin café, Pianisti, Prima del concerto, Pubs, Rassegne, Swing | , | Lascia un commento

La Favolosa Orchestra Colmajer al Penguin Café

Venerdi 2 maggio 2008
Penguin Cafè
Via Santa Lucia 88
80132 – Napoli
ph. +39.081.7646815

La Favolosa Orchestra Colmajer

Zebb Colmajer – Pianoforte
Ettore Carloni – Chitarra e Voce
Clemente Colmajer – Basso
Papèl Colmajer – Violino
Mimmo Jacob Colamjer – Batteria

“La Favolosa Orchestra Colmajer”, fondata da Peppe
Iervolino, nasce per rendere omaggio a quegli artisti
italiani che, durante gli anni ‘50, pur prendendo spunto
dalla crescente ondata di swing, jazz e bebop proveniente
dagli States, crearono un genere tutto italiano, in un
esplosivo mix di musica per quell’epoca modernissima e di
testi fra il leggero ed il surreale, che dipingevano l’uomo
italiano di quei tempi, tra il duro ed il bamboccione, tra
il romantico ed il conquistatore. Tra i principali artisti
dell’epoca, la FOC prende soprattutto spunto da Buscaglione,
Kramer, Chiosso, Arigliano.
Oltre Iervolino al pianoforte gli altri componenti sono
Brunello Canessa (chitarra e voce), Enzo Cascella (basso),
Francesco De Laurentiis (violino) e Leopoldo Brancaccio
(batteria). Gli pseudonimi con cui si presentano gli artisti
del quintetto sono un omaggio ai loro nonni e genitori,
dalla Colmajer concertista nonna di Iervolino al Carloni
attore nonno di Canessa.

30 aprile, 2008 Posted by | Art, Arte, Campania, Italia, Jazz, Music, Musica, Napoli, Penguin café, Pubs, Regioni, Swing | | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: