MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Concerti a Napoli dall’8 al 14 giugno 2015

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Nicola Sala

Nicola Sala

Questi gli appuntamenti previsti dall’8 al 14 giugno:

Lunedì 8 giugno, alle ore 18.00, nella Sala Scarlatti del Conservatorio, per il “Maggio della Musica e dei Monumenti”, concerto dal titolo “Jommelli remix” a cura della scuola di Musica Elettronica

Ingresso libero
_________________________________________________________

Lunedì 8 giugno, alle ore 19.00, nella chiesa di San Giovanni dei Fiorentini (via P. Bertini, adiacenze Piazza degli Artisti), concerto dell’Ensemble Vocale e Strumentale Axia, diretto da Andrea Guerrini, con la partecipazione di Bernadette Siano (soprano), Angela Camilleri (contralto), Armando Valentino (tenore) e Francesco Esposito (basso)

In programma la Messa di Requiem in re minore KV 626 di Wolfgang Amadeus Mozart (revisione di Daniele Baione della trascrizione di Peter Lichtenthal)

Ingresso libero
_________________________________________________________

Martedì 9 giugno, alle ore 18.00, al Teatro di Corte di Palazzo Reale, nell’ambito della mostra storica su Gioacchino Murat, l’Institut Français di Napoli propone un concerto del duo formato da Janina Baechle (mezzosoprano) e Marcelo Amaral (pianoforte)

Programma

F. Schubert
An den Mond D 193 op. 57 n. 3
Des Mädchens Klage D 191
Meeresstille D 216

V. Bellini
Vaga luna
Malinconia, ninfa gentile

G. Paisiello: Il mio ben quando verrà, Aria di Nina dall’opera “Nina, o sia La pazza per amore”

G. Donizetti: Le Crépuscule

P. Viardot: Hai Luli

G. Meyerbeer: Sicilienne

F. Liszt
O lieb wie lang du lieben kannst
Comment, disaient-ils
Oh quand je dors

H. Berlioz: da Les Nuits d’été
Le spectre de la rose
Sur les lagunes
L’ile inconnue

Ingresso libero – posti limitati
Prenotazione obbligatoria presso la segreteria dell’Institut Français (via Crispi, 86)
tel. 081 66 96 65

_________________________________________________________

Mercoledì 10 giugno, alle ore 18.00, nella Sala Chopin (piazza Carità, 6), per i “Pomeriggi in Concerto” dell’Associazione Napolinova, recital del violinista Gennaro Cardaropoli

Programma

J. S. Bach: Sonata I BWV 1001

N. Paganini: Capriccio n. 1 op. 1

E. Ysaÿe: Sonata op. 27 n. 4

N. Paganini: Capriccio n. 13 op. 1

N. Milstein: Paganiniana

J. S. Bach: Partita II BWV 1004

N. Paganini: Nel cor più non mi sento

Ingresso libero
_________________________________________________________

Mercoledì 10 giugno, alle ore 18.00, nella Sala Scarlatti del Conservatorio, concerto finale e proclamazione del vincitore della IV edizione del Premio di composizione “Antonio Falconio”

Ingresso libero
_________________________________________________________

Mercoledì 10 giugno, alle ore 20.30, al Teatro di Corte di Palazzo Reale, in occasione del semestre di presidenza lettone del Consiglio d’Europa, concerto straordinario dell’Associazione Alessandro Scarlatti con la partecipazione del pianista Georgijs Osokins

Programma

Domenico Scarlatti (1685 – 1757):
Sonata in re minore K. 213
Sonata in fa minore K. 466

Pēteris Vasks (1946): Vasaras vakara mūzika (Musica per una sera d’estate)

Ādolfs Skulte (1909 – 2000): Arietta (trascrizione di Georgijs Osokins)

Fryderyk Chopin (1810 – 1849):
Barcarolle in fa diesis maggiore op. 60
Rondò in fa maggiore op. 5 “à la mazur”
Walzer in fa maggiore op. 34 n. 3
Variazioni in la maggiore “Souvenir de Paganini” op.post.
Mazurka in do diesis minore op. 41 n. 4
Mazurka in do diesis minore op. 50 n. 3
Polonaise in la bemolle maggiore op. 53 “Eroica”

Costo del biglietto

Intero: 20 Euro
Ridotto giovani: 8 Euro
Last minute (fino a 25 anni): 3 Euro
Abbonati stagione Associazione Alessandro Scarlatti 2014-2015: ingresso gratuito

_________________________________________________________

Giovedì 11 giugno, alle ore 18.00, presso la Cappella del Real Monte Manso di Scala (v. Nilo, 34), per la rassegna “Organi storici della Campania”, organizzata dall’Associazione Alessandro Scarlatti, concerto di Carlo Maria Barile

Programma

C. Gesualdo Da Venosa: Canzon francese del principe

R. Rodio: Seconda ricercata

G. M. Trabaci
Canzon franzesa prima
Versetti “secondo tono”
Gagliarda VIII
Durezze et ligature
Toccata VIII tono

A. de Cabezón: Diferencias sobre la pavana italiana

B. Storace
Aria sopra la spagnoletta
Ballo della battaglia

Ingresso libero
_________________________________________________________

Giovedì 11 giugno, alle ore 20.30, al Salone Margherita (v. Verdi, 6), nell’ambito della stagione del “Maggio della Musica”, concerto del pianista Ratko Delorko

Programma

G. Gershwin
Tre Preludi per pianoforte
Songbook per pianoforte
Tre brani dall’opera “Porgy and Bess”
Rhapsody in Blue

Costo del biglietto: 20 Euro
_________________________________________________________

Venerdì 12 giugno, alle ore 18.00, nella Sala Scarlatti del Conservatorio di San Pietro a Majella, nell’ambito dei “Venerdì Musicali 2015”, concerto dell’Orchestra di Fiati San Pietro a Majella, diretta da David J. Latour e Francesco Vizioli

In programma musiche di Gershwin, Brahms, Sibelius

Ingresso libero
_________________________________________________________

Domenica 14 giugno, alle ore 19.30, nella chiesa dei Santi Marcellino e Festo (largo San Marcellino), per la rassegna AMI Scarlatti?, concerto della Orchestra Scarlatti Young

In programma musiche di Scarlatti, Pergolesi, Haydn, Mozart

Costo del biglietto
Intero: 12 Euro
Ridotto Ami-Scarlatti: 8 Euro

_________________________________________________________

Domenica 14 giugno, alle ore 19.45, nella Basilica di S. Chiara (v. S. Chiara, 49/c), per la rassegna “Organi storici della Campania”, organizzata dall’Associazione Alessandro Scarlatti, concerto di Angelo Castaldo

Programma

C. Franck
Corale in mi maggiore
Andantino in sol minore

F. A. Guilmant
Grand chœur “à la Händel” op. 18 n. 1
Deuxième méditation op. 20 n. 2

G. Pierné: Prélude op. 29 n. 1

C. Tournemire: Choral-improvisation sur les “Victimae Paschali laudes”

G. Litaize: Passacaille sur le nom de Flor Peeters

Ingresso libero

CONCERTO RIMANDATO A DOMENICA 28 GIUGNO
________________________________________________________

Domenica 14 giugno, alle ore 20.00, presso la Basilica dello Spirito Santo (piazza Sette Settembre – angolo via Toledo), per la chiusura della rassegna “Musica allo Spirito Santo”, in collaborazione con la classe di composizione del Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino (docente Maestro Giacomo Vitale), concerto del Coro Mysterium Vocis, diretto da Rosario Totaro, con la partecipazione di Valentina Varriale (soprano), Pier Carmine Garzillo e Tommaso Rega (pianoforte)

Programma

V. Albi: Era de maggio – Variazione I
M. Costa: Era de maggio
O. di Lasso: ‘Sto core mio
G. da Nola: Quando vi veggio andar donn’in carretta
B. Donato: Nu police
A. Willaert: Vecchie letrose
D. De Risi: Era de maggio – Variazione II
V. Tammaro: Era de maggio – Variazione III
M. Scala: Era de maggio – Variazione IV
D. Cimarosa: Che terrore, che paura… (da “I finti nobili”)
Anonimo: Ritornello delle lavandaie del Vomero
Anonimo: Michelemmà
Anonimo: Lu cardillo – trascrizione di P. Labriola (1820 – 1900)
F. Campanella o G. Donizetti: Te voglio bene assaje
Anonimo: Cicerenella
L. Bellino: Era de maggio – Variazione V
R. Capriglione: Era de maggio – Variazione VI
P. C. Garzillo: Era de maggio – Variazione VII
Anonimo: Angelarè
M. Pilati:
‘O vico
Divuzzione

Anonimo: A la fiera de Mast’Andrea
G. Vitale: Era de maggio – Variazione VIII

Costo del biglietto: 5 Euro
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

7 giugno, 2015 Posted by | Agenda Eventi, Associazione "A. Scarlatti", Associazioni Musicali, Campania, Concerti, Conservatori di Musica, Conservatorio "S.Pietro a Majella", Italia, Musica, Musica classica, Musica corale, Musica da camera, Mysterium vocis, Napoli, Regioni | , , , , , , , | Lascia un commento

Mercoledì 10 giugno l’Associazione Alessandro Scarlatti propone il pianista Georgijs Osokins nell’ambito del concerto organizzato in occasione del semestre lèttone di Presidenza del Consiglio dell’Unione Europea

Logo Associazione Scarlatti + simbolo presidenza lettone
Mercoledì 10 giugno 2015, alle ore 20.30, presso il Teatro di Corte di Palazzo Reale, si terrà un concerto straordinario della Associazione Alessandro Scarlatti.
L’evento, in collaborazione con l’Ambasciata della Repubblica di Lettonia e con la Soprintendenza di Palazzo Reale, celebra il semestre lèttone di Presidenza del Consiglio Europeo; interverranno alla serata Ministro dell’Economia della Lettonia Dana Reizniece-Ozola e l’Ambasciatore della Repubblica di Lettonia Artis Bērtulis.

Interprete del concerto, dedicato alla diffusione della cultura musicale lèttone, sarà il giovane e brillante pianista Georgijs Osokins, più volte vincitore di premi nell’ambito di concorsi internazionali.
In programma si intrecciano brani di autori appartenenti alla tradizione nordeuropea: da Fryderyk Chopin a Pēteris Vasks a Ādolfs Skulte, accostati a Domenico Scarlatti, a sottolineare l’incontro tra le diverse culture europee.

Costo del biglietto
Intero: 20 Euro
Ridotto giovani: 8 Euro
Last minute (fino a 25 anni): 3 Euro

Questo concerto sostituisce quello previsto per il gennaio 2015, completando il numero in abbonamento: gli abbonati potranno accedere portando con sé la tessera di abbonamento 2014/2015.

Infoline:
Associazione Alessandro Scarlatti
081 406011
www.associazionescarlatti.it

_________________________________________________________

Mercoledì 10 giugno, ore 20.30, Teatrino di Palazzo Reale
Concerto straordinario per il semestre lèttone di Presidenza del Consiglio Europeo

Programma

Domenico Scarlatti (1685 – 1757)
Sonata in re minore K. 213
Sonata in fa minore K. 466

Pēteris Vasks (1946): Vasaras vakara mūzika (Musica per una sera d’estate)

Ādolfs Skulte (1909 – 2000): Arietta (trascrizione di Georgijs Osokins)

Fryderyk Chopin (1810 – 1849)
Barcarolle in fa diesis maggiore op. 60
Rondò in fa maggiore op. 5 “à la mazur”
Walzer in fa maggiore op. 34 n. 3
Vriazioni in la maggiore “Souvenir de Paganini” op.post.
Mazurka in do diesis minore op. 41 n. 4
Mazurka in do diesis minore op. 50 n. 3
Polonaise in la bemolle maggiore op. 53 “Eroica”

Georgijs Osokins
Georgijs OsokinsNato nel 1995 è il più giovane di una famiglia di pianisti accanto al padre Sergey e al fratello Andrejs.
Malgrado la giovane età ha ottenuto riconoscimenti internazionali sia in Europa che in Cina, dove nel 2014 ha vinto il Premio Internazionale Chopin per giovani pianisti, ottenendo un particolare apprezzamento da parte di Dmitry Bashkirov.
Attualmente è tra gli 84 pianisti selezionati per il Premio Chopin di Varsavia, che si terrà nell’ottobre del 2015.
Ha inoltre vinto il Concorso Internazionale Alexander Scriabin a Parigi nel 2009, il Concorso di Jurmala in Léttonia nel 2010 ed ha ricevuto il premio Speciale Chopin al Concorso di Monza nel 2010. Nel 2013 in Polonia ha ricevuto il Premio Speciale Tatiana Shebanova per l’esecuzione del Quarto Concerto di Beethoven.
Ha tenuto il suo concerto di debutto all’età di 10 anni con la Latvian National Symphony Orchestra, e si sta attualmente perfezionando presso la prestigiosa Juilliard School di New York.
Ha tenuto concerti con la Orchestra Sinfonica di Lvov in Ucraina, con la Armenian Philarmonic Orchestra, con l’Orchestra da Camera Wratislavia e con l’Orchestra Sinfonica di Częstochowa in Polonia.
In questa stagione ha tenuto recital in Germania, Francia, Inghilterra e Polonia.
La registrazione live del suo recital nella Grand Guild Hall di Riga è stato pubblicato dalla casa discografica Dux Recording in collaborazione con Fazioli Pianos.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

5 giugno, 2015 Posted by | Agenda Eventi, Associazione "A. Scarlatti", Associazioni Musicali, Campania, Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Napoli, Regioni | , , , , , , , | Lascia un commento

Dal 4 al 10 giugno il Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino propone tre appuntamenti bachiani con gli allievi delle classi di Pianoforte Principale e di Lettura della Partitura

Locandina omaggio a bach
Rieccoci e benvenuti all’ultima parte di un progetto che con la collaborazione di più forze del Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino ha inteso celebrare, nel suono parlante di molti e selezionati allievi, l’arte somma di Johann Sebastian Bach.
Questa sesta stagione finalmente approda dopo ambiziose e ormai compiute realizzazioni; e a memoria storica e a vanto del nostro Istituto rammentiamo le integrali dei due libri del Clavicembalo ben Temperato, il progetto dedicato alle grandi Trascrizioni, l’integrale delle Partite e quindi delle Toccate per tastiera, tra le moltissime opere del sommo Kantor eseguite in diverse formazioni.
Stavolta (a guisa di antipasto) desideriamo cogliere l’occasione per rendere omaggio, con alcune trascrizioni, all’arte (e alla devozione per Bach) di cinque tra i più grandi pianisti/compositori del secolo scorso.
I tedeschi Walter Rummel (1887-1953), e Wilhelm Kempff (1895-1991), entrambi discendenti da famiglie di musicisti, furono artisti di spiritualità somma.
Un soffio di profonda umanità permea le trascrizioni pianistiche qui presentate: un estratto dal coro finale della cantata BWV 22 “Mortificaci attraverso la grazia” per Rummel, ed il preludio corale BWV 727, originariamente per organo (“La mia tensione è allo spasimo”), per Kempff.
E ancora dall’organo (numero due della raccolta di dieci preludi corali) proviene il lavoro di Ferruccio Busoni (1866-1924), erudito quanto geniale (e controverso) “ritrascrittore” bachiano: il preludio BWV 645 (“Svegliatevi, la Voce chiama”).
Scintillante nel virtuosismo e scorciata (solo 3 danze delle 7 originali) ma proiettata verso filigrane ed alchimie timbriche squisitamente novecentesche è la trascrizione di Sergei Rachmaninov (1873-1943) dalla Partita per violino n. 3 in Mi, BWV 1006.
Infine, l’Arioso in Lab (originariamente “Largo”, dal concerto per clavicembalo in Fa minore BWV 1056, di chiara derivazione da Antonio Vivaldi) nella trascrizione di Alfred Cortot (1877-1962) è un pezzo di cantabilità struggente, diretta emanazione della straordinaria e vibratile espressione alla tastiera dell’illustre pianista e didatta francese.
Giacché siamo in argomento, sono presenti all’ascolto in questa rassegna anche due concerti di Bach per clavicembalo in versione integrale (eseguiti al pianoforte), rispettivamente il concerto in re minore BWV 1052 per un clavicembalo e quello in do minore BWV 1062 per due clavicembali e orchestra (ridotta al secondo pianoforte).
Bach quindi non era soltanto maestro nell’arte, squisitamente tedesca, delle toccate, delle fughe o dei canoni; ma faceva proprie, studiandone i modelli e riappropriandosene fino a trasferirle nella tessitura strumentale o in quella per tastiera sola, gli stilemi afferenti ad altre scuole nazionali, come dimostra l’idiomatico Concerto alla maniera italiana in tre movimenti, BWV 971, qui pure proposto.
Siamo dunque, come ogni anno, al “filo rosso” che attraversa il progetto.
Se ritorniamo alla matrice “cosmopolita” e “transnazionale” di Bach, andando indietro fino al 1802, ritroviamo che il primo importante biografo di Johann Sebastian Bach, tal Johann Nikolaus Forkel, proprio riconoscendo a Bach tale trasversalità culturale, rinominò le sei Suites per tastiera BWV 812-817 (prima in nessun altro modo contrassegnate), Suites “francesi” perchè in certo modo ispirate dalla musica transalpina.
Quelle stesse sei composizioni che con un po’di orgoglio abbiamo il piacere di presentarvi nella presente rassegna in forma integrale.
Le Suites francesi di Bach, veri “esercizi” nelle forme di danza, hanno in realtà come sorelle altre due raccolte: quelle “inglesi” e quelle “tedesche” (ossia le Partite); e la moderna musicologia non assegna più ad esse una derivazione netta di impronta francese (che a rigor del vero andrebbe assai di più alle Partite), ma piuttosto di scuola italiana.
Tuttavia l’architettura formale ingloba, al centro dello schema formale classico della Suite (Allemanda, Corrente, Sarabanda, Giga) un buon numero di “Galanteries” cioè di danze in voga alla corte di Versailles (Minuetto, Gavotta, Bourrèe, Loure) che, presenti solo in numero di due nella prima suite, passano a quattro di esse nell’ultima.
Di impianto relativamente agile (mancano i Preludi, presenti nelle Suites inglesi, e i grandi “preamboli” delle Partite), e tecnicamente poco meno impegnative delle consorelle, tradiscono una probabile finalità didattica: alcune di esse erano infatti incluse nel Notenbuchlein per Anna Magdalena e in quello per Wilhelm Friedmann.
Ma, in ogni situazione, esse recano intatte le stimmate della grande invenzione e creativa bellezza di Johann Sebastian Bach.
Infine, il Capriccio sulla lontananza del fratello dilettissimo BWV 992 in programma, opera giovanile pubblicata infine da Carl Czerny nel 1839, può apparentarsi alla Suite non nel senso della raccolta di danze, ma comunque di una “collana” di diversi movimenti a guisa di Toccata (i primi a carattere lento, fino ad una vivace aria “di postiglione” e ad una fuga ad imitazione della precedente), a carattere dichiaratamente didascalico.
Esso esprime con straordinario pathos, tradotto in suoni estratti dalla tastiera, la “sensucht” che pervade il giovane Bach all’idea della partenza del caro fratello Johann Jacob per terre irrimediabilmente lontane.
Alcune parti del Capriccio sono qui proposte nella rielaborazione di Ferruccio Busoni a saldare un anello immaginario tra la notazione originale di Bach e l’affascinante stimolo alla sua trascrizione.
Ancora una volta, un sentito grazie a coloro che hanno contribuito a rendere concreta questa piccola, preziosa, festa musicale.
Buon ascolto.

(nota a cura del maestro Giuseppe De Fusco)
_________________________________________________________

Programma generale

Giovedì 4 giugno – aula 41

Programma

J.S. Bach – Französische Suiten

Suite 1 BWV 812
Allemande – Courante – Sarabande – Menuet I – Menuet II – Gigue
Carlo Martiniello VII corso

Suite 2 BWV 813
Allemande – Courante – Sarabande – Air – Menuet – Gigue
Antonella D’Argenio IX corso

Suite 3 BWV 814
Allemande – Courante – Sarabande – Anglaise – Menuet – Trio – Gigue
Rosa Maione VI corso

Suite 4 BWV 815
Allemande – Courante – Sarabande – Gavotte – Menuet – Air – Gigue
Carlo Martiniello VII corso

Classe di pianoforte M° Adriana Aprea

“la musica aiuta a non sentire dentro il silenzio che c’è fuori” (J. S. Bach)

Lunedì 8 giugno

Programma

J.S. Bach – Französische Suiten e trascrizioni

Arioso dal Concerto per clavicembalo n° 5 in Fa minore, BWV 1056
Trascr. Alfred Cortot

Wachet auf, ruft uns die Stimme, BWV 645 (“Svegliatevi, la Voce chiama”) da 10 preludi corali per organo
Trascr. Ferruccio Busoni
(Giuseppe De Fusco)

Suite 5 BWV 816
Allemande – Courante – Sarabande – Gavotte – Bourrèe – Loure – Gigue
Cristina Iorillo ( classe pf  M° Aprea)
I liv. Direzione d’orchestra

Capriccio sulla lontananza del fratello dilettissimo BWV 992
Arioso- Andante(fugato)- Adagiosissimo- (Preludio)- Aria di postiglione- Fuga (all’imitazione della cornetta di postiglione)
Antonio Gomena (De Fusco: IV corso)

Suite 6 BWV 817
Allemande – Courante – Sarabande – Gavotte – Polonaise – Menuet – Bourrèe – Gigue
Marianna Nappo ( Aprea: VIII corso)

Partita per violino n° 3 in Mi, BWV 1006
trascr. Sergei Rachmaninov
Preludio – Gavotta – Giga
Pier Carmine Garzillo (De Fusco: VI corso)

“J.S.Bach: l’inizio e la fine di tutta la musica” (M. Reger)

Mercoledì 10 giugno

Programma

Le trascrizioni e il Concerto

Ertödt’ uns durch dein Güte ( “Mortificaci attraverso la grazia”) dal coro finale della cantata BWV 22
trascr. Walter Rummel

Preludio corale BWV 727 Herzlich tut mich verlangen (“La mia tensione è allo spasimo”)
trascr. di Wilhelm Kempff
Daria Scia (De Fusco: VI corso)

Italienisches Konzert BWV 971 (revisione S. Fiorentino)
Allegro – Andante – Presto
Cristina Iorillo (classe pf M° Aprea)
I liv. Direzione d’orchestra

Konzert in do min BWV 1062 für zwei Klaviere
(trascrizione di Bach dal concerto originale per due violini, viola e basso continuo)
Rosa Maione – Marianna Nappo
(Aprea)

Konzert in re min BWV 1052 für zwei Klaviere
Allegro – Adagio – Allegro
Cristina Iorillo – Carlo Martiniello
(Aprea)

“il fine ultimo di tutta la musica non è altro che la gloria di Dio” (J. S. Bach)
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

2 giugno, 2015 Posted by | Agenda Eventi, Avellino, Campania, Conservatori di Musica, Conservatorio "D. Cimarosa", Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Pianisti, Regioni | , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: