MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Al Teatro Immacolata intenso spettacolo del Voxy Trio, accompagnato da Brunello Canessa ed Emiliano Barrella

Voxy Trio al Teatro Immacolata 1
Nuovo appuntamento, al Teatro Immacolata, con il Voxy Trio, formato da Susanna Canessa, Monica Doglione e Clelia Liguori che, supportato da Brunello Canessa (voce, chitarra e basso) ed Emiliano Barrella (batteria e percussioni), si è confrontato con un repertorio molto ampio, compreso fra il folk americano e le canzoni del Quartetto Cetra, passando per i Beatles, la tradizione napoletana classica e i successi del Trio Lescano.
Apertura con un trittico rivolto al cantautore e chitarrista statunitense James Taylor, formato da “Is That the Way You Look?”, contenuta nella raccolta Flag (1979), “Carolina in my mind” (1968), tratta dall’album di esordio, intitolato James Taylor e diventata una sorta di inno non ufficiale dello stato nel quale l’artista è cresciuto (North Carolina), e “Sweet Baby James”, dall’omonimo disco del 1970.
Il successivo “Don’t Think Twice, It’s All Right” (1962), si deve ad un’altra leggenda della musica americana, Bob Dylan, ed è un pezzo autobiografico in quanto originato dalla sua tormentata storia d’amore con l’artista e attivista Suze Rotolo.
Toccava poi ai Beatles, con “Ob-La-Di, Ob-La-Da”, scritta da Paul McCartney nel 1968 e pubblicata nell’ambito della raccolta nota come “The White Album”.
Un salto nel Portogallo con “O infante”, portato al successo da Dulce Pontes, che è anche autrice della musica, utilizzando una lirica contenuta in Mensagem, poema di Fernando Pessoa.
Prima dell’intervallo, breve ritorno nel repertorio americano, con “The water is wide”, che affonda le sue radici nella tradizione popolare britannica del XVII secolo ed è stata cantata da una serie di artisti fra i quali Joan Baez, Bob Dylan, James Taylor e Pete Seeger, e “Shower the people” di James Taylor (dall’album “In the Pocket”, 1976).

Voxy Trio al Teatro Immacolata 2
La seconda parte è iniziata nel segno della canzone napoletana classica, con le intense versioni di tre celebri motivi di inizio Novecento, ‘A Vucchella (1907), nata dalla collaborazione fra Gabriele D’Annunzio e Francesco Paolo Tosti, Voce ‘e notte (1903), di Edoardo Nicolardi ed Ernesto De Curtis e “Uocchie c’arraggiunate” (1904) di Alfredo Falcone Fieni e Rodolfo Falvo, il primo affidato a Susanna Canessa e gli altri due a Clelia Liguori.
E’ stata quindi la volta di “Maruzzella” (1955), nota canzone di Renato Carosone e Enzo Bonagura, seguita da “Terra mia”, che nel 1977 diede il titolo all’album di esordio di Pino Daniele, entrambe interpretate da Susanna Canessa, mentre questo secondo trittico si chiudeva con Brunello Canessa che eseguiva “Lo guarracino”, tarantella in dialetto di autore ignoto, risalente alla fine del Settecento, incentrata su una storia d’amore fra la castagnola nera (lo guarracino) e la sardina, che generava una gigantesca zuffa marina, alla quale prendevano parte circa un’ottantina fra pesci, molluschi e crostacei differenti.
Una curiosa incursione nella musica classica, con il Duetto buffo di due gatti per due soprani, il cui testo era costituito unicamente da miagolii felini su motivi di Rossini, precedeva il finale rivolto a “La gelosia non è più di moda” (di Mario Schisa, Mario Panzeri e Nino Rastelli, 1939), e “Camminando sotto la pioggia”, di Pasquale Frustaci, Erminio Macario e Carlo Rizzo (1941), due celebri canzoni del Trio Lescano, gruppo formato dalle sorelle olandesi, di origini ebree, Alexandrina Eveline (“Alessandra”), Judik (“Giuditta”) e Catharina (“Caterinetta”) Leschan.

Da sin.: Clelia Liguori, Brunello Canessa, Susanna Canessa, Emiliano Barrella e Monica Doglione

Da sin.: Clelia Liguori, Brunello Canessa, Susanna Canessa, Emiliano Barrella e Monica Doglione

Uno sguardo, ora agli interpreti, iniziando dalle tre componenti del Voxy Trio, Susanna Canessa, Monica Doglione e Clelia Liguori, caratterizzate da un perfetto affiatamento, grande intensità esecutiva ed estrema versatilità nell’affrontare un repertorio così ampio e complesso.
Non è stato da meno Brunello Canessa che, nonostante fosse febbricitante, ha ben accompagnato il trio con il suo basso, fornendo anche un prezioso apporto vocale, raggiungendo l’apice nel “guarracino”, pezzo molto difficile dal punto di vista mnemonico.
Bravissimo anche il percussionista Emiliano Barrella, caratterizzato da uno straordinario senso del ritmo, che gli permette di interagire, al meglio e senza problemi, anche con artisti di provata esperienza.
Pubblico entusiasta, falcidiato dall’influenza e ostacolato dalle piogge abbattutesi copiose sulla città in questi giorni, che ha chiesto a gran voce il bis ed è stato accontentato con la proposizione di “Luna Rossa”, di Vincenzo De Crescenzo e Vian (pseudonimo di Antonio Viscione), che esordì nel 1950 alla Festa di Piedigrotta e con “Però mi vuole bene” (di Savona-Cichellero-Giacobetti, 1964), nota canzone del “Quartetto Cetra”.
Ricordiamo, infine, le belle e variopinte immagini dei quadri di Patrizia Balzerano (presente in sala), di argomento partenopeo, che hanno fatto da sfondo alla panoramica legata alla canzone napoletana, contribuendo anch’esse alla riuscita di uno spettacolo di alto livello, ricco di atmosfere e suggestioni, che solo la buona musica, purché affidata a grandi interpreti, può dare.
______________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

Annunci

8 febbraio, 2015 Posted by | Campania, Cantanti, Folk music, Italia, Monica Doglione, Musica, Napoli, Patrizia Balzerano, Pittori e pittrici, Pittura, Regioni, Susanna Canessa | , , , , , , , , , | Lascia un commento

Concerti a Napoli dal 9 al 15 febbraio 2015

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Adam de la Halle

Adam de la Halle

Questi gli appuntamenti previsti dal 9 al 15 febbraio 2015:

Venerdì 13 febbraio, alle ore 17.30, al Teatro Diana (v. Luca Giordano, 64), per l’inaugurazione della rassegna “Diciassette e Trenta Classica”, concerto dal titolo “Capolavori della Cameristica in casa Mozart”, con la partecipazione di Alberto Maria Ruta (violino), Rossella Bertucci (viola), Maria Libera Cerchia e Antonello Cannavale (pianoforti)

In programma musiche di Mozart

Costo del biglietto
Platea: 12 Euro
Galleria: 10 Euro

Abbonamenti ai 7 concerti della stagione
Poltronissima: 50 Euro
Poltroncina: 40 Euro
Poltronissima Ridotta (valido per abbonati del Teatro Diana e Plazaforum): 40 Euro

_________________________________________________________

Venerdì 13 febbraio, alle ore 18.00, nella chiesa dei Santi Marcellino e Festo (largo San Marcellino, 10), per la rassegna “I Concerti di Federico” incontro con la musicologa Rosanna Dalmonte e concerto del pianista Mario Coppola

In programma musiche di Brahms, Schumann, Liszt

Costo del biglietto: 12 Euro

Per gli studenti l’ingresso è gratuito previa prenotazione obbligatoria e si effettua on line attraverso i link:
http://www.eventbrite.it/o/adisu-federico-2-7616665033
http://www.adisufederico2.it/web/

_________________________________________________________

Venerdì 13 febbraio, alle ore 18.00, presso la chiesa di san Rocco a Chiaia (via Riviera di Chiaia, 254), nell’ambito del Festival Internazionale di Musica Antica “Soave sia il vento”, curato dalla Fondazione Pietà de’ Turchini, Paola De Simone e Claudio Toscani presentano il libro “Devozione e Passione: Alessandro Scarlatti nella Napoli e Roma barocca” (Turchini Edizioni 2014) a cura di Luca Della Libera e Paologiovanni Maione

Ingresso libero
_________________________________________________________

Sabato 14 febbraio, alle ore 11.30, nella chiesa di Santa Caterina da Siena (via S. Caterina, 38), nell’ambito del Festival Internazionale di Musica Antica “Soave sia il vento”, curato dalla Fondazione Pietà de’ Turchini, per il ciclo “Il suono della parola”, incontro con Alessandro Baricco e Michele Dall’Ongaro

Ingresso libero con prenotazione obbligatoria da effettuare scrivendo a soavesiailvento@concerteria.it entro giovedì 12 febbraio
_________________________________________________________

Sabato 14 febbraio, alle ore 17.30, con replica domenica 15 febbraio, alle ore 17.30, presso la sede dell’Humaniter (piazza Vanvitelli, 15), nell’ambito della stagione dell’Associazione Musica Libera, concerto del duo chitarristico formato da Giuseppe Aversano e Rosario Ascione

In programma musiche di Cimarosa, Durante, Jommelli, Paradisi, Denza, Tosti, Labriola, Donizetti, Lama

Costo del biglietto: 5 Euro
_________________________________________________________

Sabato 14 febbraio, alle ore 18.00, presso la Basilica di San Giovanni Maggiore (largo San Giovanni Maggiore – angolo via Mezzocannone), l’Accademia Musicale Napoletana propone, in occasione della Festa di san Valentino, un incontro-recital con il pianista Alexander Hintchev

In programma musiche di Ciaikovsky, Chopin, Schumann, Liszt

Ingresso libero fino ad esaurimento di posti
_________________________________________________________

Sabato 14 febbraio, alle ore 18.00, presso la chiesa di san Rocco a Chiaia (via Riviera di Chiaia, 254), nell’ambito del Festival Internazionale di Musica Antica “Soave sia il vento”, curato dalla Fondazione Pietà de’ Turchini, per il ciclo “Ad occhi aperti”, proiezione del film “Tutte le mattine del mondo” di Alain Corneau
Introduce Eduardo Savarese

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti
_________________________________________________________

Sabato 14 febbraio, alle ore 21.00, a Palazzo Zevallos Stigliano (via Toledo, 185), per la chiusura del Festival Internazionale di Musica Antica “Soave sia il vento”, curato dalla Fondazione Pietà de’ Turchini, concerto dal titolo “Un virtuoso alla moda: Nicola Grimaldi detto Nicolini”, con la partecipazione del contralto Teresa Iervolino e dell’Ensemble Talenti Vulcanici, diretto da Stefano Demicheli

In programma musiche di Händel, Manzo, Sarro, Porpora, Hasse

Costo del biglietto: 10 Euro
______________________________________

Domenica 15 febbraio, alle ore 10.45, presso la chiesa di Sant’Aniello a Caponapoli (Largo Sant’Aniello a Caponapoli), per l’inaugurazione della rassegna “Incontri Musicali 2015”, organizzata dall’Associazione “Musica Reservata”, in collaborazione con Legambiente Campania, concerto-seminario dal titolo “Impressioni mandolinistiche” con la partecipazione del Melis Mandolin Quartet, formato da Salvatore Della Vecchia e Carla Senese (mandolini), Marcello Smigliante Gentile (mandola e mandoloncello) e Riccardo Del Prete (chitarra).

Programma

S. Della Vecchia: A life’s pictures

M. de Falla: La vida breve

H. Oswald: Tarantella op. 14, n. 3

D. Sepe: Quattro Girolimoni

F. Gallucci: Napoli-Rio

M. Severino: The branched tree

A. Piazzolla: Oblivion (arr. Della Vecchia)

G. Rossini: Ouverture da “Il barbiere di Siviglia”

Costo del biglietto
Contributo di 10 Euro per il restauro della chiesa

Contributo per l’intera stagione (6 concerti-seminario)
Intero: 50 Euro
Ridotto tesserati Legambiente: 40 Euro
Ridotto studenti: 30 Euro

______________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

imagesSu Twitter: @Music_Ar_teatro

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirliclikka qui

8 febbraio, 2015 Posted by | Agenda Eventi, Campania, Italia, Musica, Musica classica, Musica da camera, Napoli, Regioni, Teatri, Teatro Diana | , , , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: