MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Venerdì 8 giugno “La casa morta” di Yannis Ritsos al Teatro Grande del Parco di Pausilypon nell’ambito del Napoli Teatro Festival Italia

Venerdì 8 giugno, ore 21, va in scena al Teatro Grande del Parco di Pausilypon “La casa morta”, testo di Yiannis Ritsos, regia di Pierpaolo Sepe, protagonista Cristina Donadio.
Una pioggia torrenziale di simboli, intermittenze e cortocircuiti della memoria, un ritmo fiammeggiante e cadenzato: sono i versi di Yannis Ritsos, uno dei più grandi poeti greci del ventesimo secolo, che il regista napoletano Pierpaolo Sepe porta in scena nel teatro grande del Parco Archeologico di Pausilypon.
Mescolando passato e presente, letteratura e vita, immaginazione e realtà lo spettacolo proietta il pubblico in una dimensione lirica e sospesa.
“Il tempo si riannoda e si immobilizza in questo testo funambolico – afferma il regista Pierpaolo Sepe – Qualcuno torna in una casa, torna, arriva, da ovunque e quell’ovunque è Sparta e quei dove in cui arriva è Ago o Tebe. Due sorelle sono incastrate in quella “casa morta”, popolata di morti, due sorelle in due stanze a ponente. Un corridoio e una scala in caso fosse necessario uscire verso il crepuscolo. Una sorella invisibile non compare mai… L’altra incontra colui che arriva, il nunzio mandato dallo zio. L’arrivo del nunzio è l’istante ancora libero – prosegue Sepe – l’attimo che spacca il mondo, che lo sospende nella speranza vana che ciò che non è ancora non sia necessariamente per essere. Il ricordo della felicità passata cristallizzata nei gesti quotidiani della casa e il presagio della morte atroce che la segnerà con lo stigma eterno”.
Regista napoletano da sempre attento alla drammaturgia contemporanea, Pierpaolo Sepe propone un teatro con forti finalità politiche e sociali, alla continua ricerca di nuovi linguaggi espressivi.
Tra i suoi ultimi spettacoli: Anna Cappelli, Il corsaro nero, Le cinque rose di Jennifer.

REPLICHE
9 giugno – ore 21.00

LOCANDINA
LA CASA MORTA
Di
Yiannis Ritsos
regia
Pierpaolo Sepe
drammaturga
Francesca Manieri
costumi
Annapaola Brancia d’Apricena
disegno luci
Cesare Accetta
trucco
Vincenzo Cucchiara

assistente costumista
Stefania Pisano
responsabile tecnico
Salvator e Del Gaudio
produzione esecutiva
Pasquale Liguori
con
Cristina Donadio
Arianna D’Angiò
Luca Trezza
produzione
Fondazione Campania dei Festival – Napoli TeatroFestival Italia
in coproduzione con
Fondazione Salerno Contemporanea, Teatro Stabile d’Innovazione
Ufficio stampa
Napoli Teatro Festival Italia
t. +39 081 19560383

Raffaella Tramontano: +39 392 8860966

Viola Tizzano: +39 339 8146592

Ivan Morvillo: +39 393 9687733

Valeria Prestisimone: +39 339 2082696

Melina Chiapparino: +39 389 4353167

Valentina Orellana: +39 366 6210582

__________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Annunci

7 giugno, 2012 Posted by | Agenda Eventi, Napoli, Teatro | , , , , | Lascia un commento

Da venerdì 8 giugno “Museo delle utopie” nella Grotta di Seiano nell’ambito del Napoli Teatro Festival Italia

Foto Fabio Donato

Venerdì 8 giugno, alle ore 18.30, il Napoli Teatro Festival Italia, inaugura con Museo delle utopie il Parco Archeologico di Pausilypon, luogo simbolo della manifestazione di quest’anno.
Uno spettacolo itinerante che si svolge nella monumentale grotta di Seiano, una grotta lunga 700 metri, un luogo dal passato affascinante e dalla bellezza paesaggistica sconvolgente che diventerà la scenografia naturale al testo di Pietro Favari la cui messa in scena è firmata da Giuseppe Sollazzo.
La drammaturgia parte da una domanda: apocalisse o utopia?
Mentre la politica sembra in ostaggio delle speculazioni finanziarie e le ideologie roba d’antiquariato, Favari ritiene interessante rivisitare e incontrare le “utopie” filosofiche di Platone, le “utopie” rinascimentali che volevano che i cittadini fossero tutti uguali e le “utopie” libertarie e libertine concepite nel secolo dei lumi e che precedono quelle social umanitarie pensate nell’Ottocento.
E infine le contro utopie novecentesche, il sogno di una società perfetta trasformato in un incubo.
Ogni utopia è composta da un breve monologo interpretato da un attore in costume, e sarà ospitata in un diverso luogo della grotta dove saranno gli spettatori a decidere il percorso scegliendo liberamente secondo la propria curiosità.
Tra le tredici “utopie” che si affronteranno: “Le donne al parlamento” di Aristofane, “Utopia” di Tommaso Moro, il “Mito della caverna” da “La Repubblica” di Platone, “Francesi ancora uno sforzo” del marchese de Sade, “Eufonia” di Hector Berlioz, “Il diritto della pigrizia” di Paul Lafargue, e per ultima “1984”, di George Orwell.
A fare da guida a questa sorta di percorso temporale tra le utopie un conduttore d’eccezione: Karl Marx, scelto perché critico nei confronti degli utopisti, che introdurrà gli spettatori alle diverse stazioni fornendo notizie sulle utopie e sui loro autori.

REPLICHE
8, 9 giugno – ore 18.30, 19.00
12, 13, 17, 18 giugno – ore 17.15, 17.45

LOCANDINA

Museo delle Utopie
di Pietro Favari
adattamento, installazioni e
regia di Giuseppe Sollazzo
Con gli utopisti
MARX I Paolo Panaro
MARX II MASSIMILIANO ROSSI
MAO li yangPRASSAGORA
Caterina Pontrandolfo
TOMMASO MORO Gabriele Saurio
HECTOR BERLIOZ MARIO SANTELLA
MAMMA BERLIOZ Filomena Diodati
PAUL LAFARGUE VINCENZO MUSICO’
LAURA MARX CLAUDIA LIMATOLA
PROSTITUTA CANTANTE Olga Cafiero
PROSTITUTA DANZATRI CE
Roberta Cacace
PROSTITUTA BOLOGNESE Clio Abate
MARINETTI Antonio Taiuti
GULLIVER Eddie Roberts
PRIORA Manuela Morosini
GRANDE FRATELLO Giuliano Ferrara
(in video)
E inoltre
UN POLITICO Michele Romeo di Tuosto
MOGLIE POLITICO
Margherita Romeo
MARINETTI II/MILitare I
Giovanni Quaranta
MILITARE II Nicola Pagano
INFERMIERE I Pasquale Catalano
INFERMIERE II Mario Pellone
Installazioni
Fahrenheit 2012, Happy Hour sulla Luna, Migliora te stesso per migliorare il mondo, Con la prossima bomba intelligente comprero’ un trenino elettrico, Tunnel degli ebrei, Anche il mio nemico contribuisce alla mia felicita’
Video tratti da
Alphaville di Jean-Luc Godard
In cerca della poesia di Giuseppe Bertolucci
Naqoy qatsi di Godfrey Reggio
1984 di Michael Redford
Totò principe di Danimarca di Leo de Berardinis
Papageno di Lotte Reiniger
Disegno luci
Guido Levi
Montaggio video
Giuseppe De Vita
Costumi
Concetta Nappi
Sartoria
Lorenzo Zambrano
Parrucche
Mario Audello
calzature c.t.c.
Responsabili allestimenti
Teresa Cibelli, Antonio Gatto
Direttori di scena
Ermanno Pischedda,
Margaret Radi
Scenografia/attrezzeria realizzate
da Ufficio tecnico del
Napoli Teatro Festival Italia
In collaborazione con
Corto circuito scenografie
Produzione Fondazione Campania dei Festival – Napoli Teatro Festival Italia
Si ringrazia
Giuliano Ferrara, Gianluca Rame, Nuala Oliveira, Teatro Spazio Uno, Flavia francioso,
Anna Ciotti, Giuseppe Soria, Adelaide D’Afiero, Lucia Imperato, l’Associazione Il Canto Di Virgilio, Rachele Cimmino, Luciana Florio, Giuseppe Rocca, Pippo Cangiano, Antonella Morea, Patrizia Spinosi, Pina Giarmanà, Claudio Cuomo, Francesco Squeglia

Ufficio stampa
Napoli Teatro Festival Italia
t. +39 081 19560383

Raffaella Tramontano: +39 392 8860966

Viola Tizzano: +39 339 8146592

Ivan Morvillo: +39 393 9687733

Valeria Prestisimone: +39 339 2082696

Melina Chiapparino: +39 389 4353167

Valentina Orellana: +39 366 6210582

__________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

7 giugno, 2012 Posted by | Agenda Eventi, Napoli, Teatro | , , , , | Lascia un commento

Da venerdì 8 giugno Welcome on board, omaggio ironico alla categoria degli steward e delle hostess al Napoli Teatro Festival Italia

Venerdì 8 giugno, alle ore 19.30 al Royal Continental (con repliche il 15 e il 22 stesso luogo e stessa ora, il 13 giugno alle 14 alle Terme di Agnano, il 14 e il 21 giugno alle ore 19 in M Gallery Palazzo Caracciolo) prende il via uno dei progetti speciali del Napoli Teatro Festival Italia di quest’anno, Welcome on board.
Un progetto che nasce da un’idea di Gennaro Cimmino ed è firmato nella regia e nella coreografia da Francesco Nappa.
“Girare il mondo è la tua passione? Sei pronto a vivere con la valigia in mano? Diventa assistente di volo”.
Uno slogan che ha sempre fatto sognare.
Il lavoro degli assistenti di volo, infatti, è storicamente considerato facile, divertente, e remunerativo.
Welcome on board è un omaggio a questa categoria di lavoratori ed è firmato da un ex steward,appunto, Gennaro Cimmino che racconterà una serie di storie di “vita vissuta” con grande ironia.
Un ragazzo che finalmente trova l’anima gemella, ma dall’altra parte del globo.
Una ragazza che, per la fatica o lo stress di tante ore di volo, va incontro a problemi di disagio psicologico, una ballerina che diventa hostess, ma che fa di tutto per continuare a ballare nei teatri, un uomo che non riesce ad arrivare a tempo in clinica per assistere alla nascita del primo figlio, una donna in via di separazione che rischia di perdere l’affidamento dei figli perché il suo lavoro è considerato poco compatibile con la loro educazione.
Il lavoro dell’assistente di volo, infatti, è sicuramente diverso dagli altri.
Non è facile essere sempre sorridenti, nascondere la fatica e lo stress.
Ma chi fa l’assistente di volo è tenuto a “sorridere sempre”: si è pagati per questo.

«Negli anni Ottanta, quando ancora danzavo – scrive Gennaro Cimmino – partecipai a un bando di concorso per assistenti di volo. Fui scelto e, dopo un lungo corso di addestramento, fui assunto. Erano gli anni dell’esplosione internazionale del “Made in Italy”, anni in cui tutti aspiravano a quel tipo di lavoro, internazionale e glamour. Nei corsi di addestramento periodici, i nostri istruttori ci dicevano che noi assistenti di volo eravamo i messaggeri del “Nuovo Stile Italiano nel Mondo”. In effetti sono stato quasi in tutto il mondo, e ho provato stupore e meraviglia guardando nuovi orizzonti geografici e spirituali, a volte immergendomi nella vita di luoghi e paesi che in altro modo non avrei mai potuto visitare. Ho sempre avuto molto rispetto per questa professione, che ho amato profondamente. È proprio per questo che ho deciso di raccontarla in uno spettacolo. Avendo fatto per anni un’esperienza in prima persona, so bene che grande distanza ci sia tra l’immagine ideale che si ha di un assistente di volo e il duro lavoro di una hostess o di uno steward. Nello spettacolo sono rappresentati entrambi gli aspetti, su due piani drammaturgici: il cliché e il lavoro reale».

REPLICHE
15, 22 giugno ore 19.30 HOTEL ROYAL CONTINENTAL
13 giugno ore 14.00 TERME DI AGNANO
14, 21 giugno ore 19.00 M GALLERY PALAZZO CARACCIOLO

LOCANDINA
Welcome on Board
PROGETTO A CURA di
Gennaro Cimmino
REGIA E COREOGRAFIA
Francesco Nappa
Produzione Fondazione Campania dei Festival – Napoli Teatro Festival Italia
In coproduzione con Körper
In collaborazione con Royal Continental Hotel, Terme di Agnano, M Gallery Palazzo Caracciolo Napoli, Hotel Constantinopoli 104, Renaissance Naples Hotel Mediterraneo

Ufficio stampa
Napoli Teatro Festival Italia
t. +39 081 19560383

Raffaella Tramontano: +39 392 8860966

Viola Tizzano: +39 339 8146592

Ivan Morvillo: +39 393 9687733

Valeria Prestisimone: +39 339 2082696

Melina Chiapparino: +39 389 4353167

Valentina Orellana: +39 366 6210582

__________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

7 giugno, 2012 Posted by | Agenda Eventi, Napoli, Teatro | , , | Lascia un commento

Venerdì 8 giugno “Un giorno tutto questo sarà tuo” di Davide Iodice, nell’ambito del Napoli Teatro Festival Italia

Foto Lucia Dovere

Venerdì 8 giugno, ore 19.30, va in scena al Teatro San Ferdinando “Un giorno tutto questo sarà tuo”, lo spettacolo che il regista napoletano Davide Iodice presenta in anteprima al Napoli Teatro Festival Italia come frutto del laboratorio Figli, condotto da ottobre 2011 a marzo 2012 e conclusosi con una residenza presso La Corte Ospitale di Rubiera.
Un processo creativo che ha indagato il passaggio e ‘l’eredità’ generazionale articolandosi in più fasi e coinvolgendo, insieme al gruppo di attori e danzatori della compagnia, i loro genitori.
Una ‘drammaturgia dei vissuti’ che a partire dalla ‘registrazione emotiva’ di biografie, memorie, ‘visioni’ private, ha rilasciato lentamente, nella ‘camera oscura’ della Scena, il suo precipitato di senso e sentimento, nel tentativo di redimere un tempo altrimenti perduto.
“In scena ci sono Tania e sua madre insegnante e pittrice – spiega Davide Iodice – Stefano e suo padre artigiano e ‘ballerino’, Davide e sua madre che recita a memoria Leopardi mentre mette ordine tra le cose e le conserva…”.
Interni, privati che si fanno emblematici, minimi e visionari nello stesso tempo, che messi insieme danno vita a un racconto italiano.
“Penso alla storia degli ultimi settant’anni del nostro Paese, della nostra società – continua Iodice – da una prospettiva intima, quella dei nostri padri e delle nostre madri, con i loro acciacchi, le loro fragilità, le loro utopie grandi e piccole, il loro mondo, le loro storie, la loro malinconia, i loro sogni, il loro corpo in scena, e noi figli loro, quanto diversi, quanto uguali, quanto incomprensibili.
Noi la mappa, loro i cartografi, noi promessa e fallimento, noi la quadratura del cerchio a un grado imprevisto, loro un’era, noi un permanente sarà. Uno scavo emotivo, sentimentale.
Un lascito, un saluto”.

REPLICHE
9 giugno – ore 19.30
10 giugno – ore 20.30

LOCANDINA
Drammaturgia e Regia
Davide Iodice
con
Ilenya Caleo e suo padre Paolo, Davide Compagnone e sua madre Anna, Alessandra Fabbri e suo padre Alessandro, Tania Garribba e sua madre Luisa, Stefano Miglio e suo padre Giuseppe e con Mattia Castelli
Scene e Maschere
Tiziano Fario

Costumi
Enzo Pirozzi
Luci
Angelo Grieco
Suono
Diego Iacuz
Direttore di Scena
Marcello Iale
Macchinista
Luigi Sabatino
Attrezzista
Gennaro Staiano
Sarta
Roberta Mattera
Produzione
Fondazione Campania dei festival – Napoli Teatro Festival Italia, Teatro Stabile di Napoli
residenza creativa presso
La Corte Ospitale di Rubiera
Si ringrazia
Valeria e Andrea Parrella, Vincenzo Del Prete, Luigi Biondi

Ufficio stampa
Napoli Teatro Festival Italia
t. +39 081 19560383

Raffaella Tramontano: +39 392 8860966

Viola Tizzano: +39 339 8146592

Ivan Morvillo: +39 393 9687733

Valeria Prestisimone: +39 339 2082696

Melina Chiapparino: +39 389 4353167

Valentina Orellana: +39 366 6210582

__________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

7 giugno, 2012 Posted by | Agenda Eventi, Napoli, Teatro | , , | Lascia un commento

Venerdì 8 giugno “Igiene dell’assassino” di Amélie Nothomb al Teatro Nuovo per il Napoli Teatro Festival Italia

Il regista Alessandro Maggi

Venerdì 8 giugno, ore 21.30 va in scena al Teatro Nuovo “Igiene dell’assassino”, della scrittrice belga Amélie Nothomb, regia di Alessandro Maggi, protagonisti Eros Pagni e Federica Di Martino.
Lo spettacolo è una prima assoluta prodotta dalla Fondazione Campania dei Festival – Napoli Teatro Festival Italia in coproduzione con il Teatro Stabile d’Abruzzo diretto da Alessandro Preziosi.
Un testo particolare, scritto interamente in forma di dialogo, quasi l’autrice pensasse già a una trasposizione in teatro.
Il premio Nobel per la letteratura Prétextat Tach è affetto dalla rarissima “sindrome di Elzenveiverplatz” (nome inventato dall’ autrice), un cancro alle cartilagini che gli lascia solo due mesi di vita.
La stampa di tutto il mondo implora un’intervista con lo scrittore, recluso da anni.
Il segretario di Tach fissa un incontro al giorno: quattro giornalisti si succedono dal 14 al 17 gennaio 1991.
Dagli incontri emerge uno scrittore misogino, cinico, intollerante e provocatore; accolto in una stanza buia, il giornalista è messo fin da principio a disagio ed è in breve tempo distrutto dalla dialettica sadica e spietata del premio Nobel.
Il 18 gennaio si presenta una giornalista e i ruoli d’improvviso sembrano invertirsi.
A differenza dei precedenti, la giornalista mostra di conoscere bene lo scrittore, di aver letto i suoi libri, e imposta l’intervista con uno scopo preciso: scavare nel passato di Tach, ispirata dal suo unico racconto lasciato incompiuto e presumibilmente autobiografico, intitolato proprio Igiene dell’assassino.

REPLICHE
9 giugno ore 21,30
10 ore 21,45

LOCANDINA
Igiene dell’assassino
di
Amélie Nothomb © Editions Albin Michel – Paris
traduzione
Biancamaria Bruno (pubblicata da Edizioni Voland)
adattamento e regia
Alessandro Maggi
scene e costumi
Marta Crisolini Malatesta
musiche
Antonio Di Pofi
luci
Valerio Tiberi

con
Eros Pagni
Federica Di Martino
assistente alla regia
Giovanna Guida
assistente scene e costumi
Laura Giannisi
si ringrazia
LaQTV per gli studi televisivi, Link Academy,
Accademia Belle Arti di L’Aquila per le sale di prova
costumi
Sartoria Farani
scene
L’Aquila Scena
Spazio Scenico
trasporti
Mauro Ramazzotti
produzione
Fondazione Campania dei Festival -Napoli Teatro Festival Italia
in coproduzione con
Teatro Stabile d’Abruzzo

Ufficio stampa
Napoli Teatro Festival Italia
t. +39 081 19560383

Raffaella Tramontano: +39 392 8860966

Viola Tizzano: +39 339 8146592

Ivan Morvillo: +39 393 9687733

Valeria Prestisimone: +39 339 2082696

Melina Chiapparino: +39 389 4353167

Valentina Orellana: +39 366 6210582

__________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

7 giugno, 2012 Posted by | Agenda Eventi, Teatro | , , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: