MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Taccuino personale di Francesco Canessa: CENERENTOLA DA SALERNO A TORINO

Cenerentola da Salerno a Torino
(da Repubblica ed.Napoli del 3 giugno 2012)

Sarà perché siamo in anno bisestile, quello che arriva una volta ogni quattro, ma il 3 e il 4 giugno c’è l’opera in tv. E non su un canale qualsiasi, in un’ora buona solo per chi soffre d’insonnia, ma su Rai uno e in prima serata. Niente pacchi, buste o danze sotto le stelle, ma la musica di Rossini e la storia di Cenerentola presentata da Andrea Andermann, il superproduttore melomane inventore della formula “L’opera sui luoghi dell’opera”. La vedranno in diretta in 148 paesi, compresa la Tanzania, e questa inclusione è sottolineata con orgoglio dagli organizzatori. Ebbero eguale successo in mondovisione le precedenti imprese del Nostro a conferma di quanto, tra i tanti beni culturali che offre l’Italia, il più gettonato è l’opera lirica. Per prima toccò nel 1992 alla pucciniana “Tosca” girata nella chiesa di Sant’Andrea della Valle, a Palazzo Farnese e ovviamente Castel Sant’Angelo, ove Cavaradossi trascorre l’ultima ora e muore disperato. La seconda fu nel 2002  “La Traviata” e la città non poteva essere che Parigi ove Violetta folleggiava di gioia in gioia prima di incontrare Alfredo. Nel 2010 venne “Rigoletto” e Andermann portò le telecamere a Mantova fra le meraviglie rinascimentali  del Palazzo Ducale e  di Palazzo Te, mentre al Ponte San Giorgio, sulle rive del Mincio, fece restaurare a spese della produzione una antica costruzione per farne la casa di Sparafucile, ove il Duca va per cantare la donna è mobile. Non per nulla, in occasione della presentazione dell’evento il sindaco della città Nicola Sodano aveva dichiarato che la scelta di Andermann avrebbe portato a Mantova investimenti per due milioni di Euro.
Con la Cenerentola di Rossini arriva dunque il quarto appuntamento.
La location è Torino, Palazzo Reale ed anche Stupinigi e Villa dei Laghi, vicino la Venaria Reale, tutti ricchi e suggestivi luoghi sabaudi  Il sindaco Piero Fassino ha ringraziato pubblicamente Andermann, ma sulla misura degli investimenti è stato più riservato del collega mantovano. C’è però anche un sindaco che c’è rimasto male ed è quello di Salerno, perché la formula “l’opera sui luoghi dell’opera” in questo caso è stata accantonata. La vicenda di Cenerentola, così come la raccontano Rossini e il suo librettista Ferretti, si svolge infatti a Salerno, non a Torino. Anzi, il personaggio del tenore don Ramiro, protagonista e deus ex machina di tutta la vicenda, è addirittura il Principe di Salerno. Che sarà stato tuttalpiù un Borbone – casato di cui Rossini era al servizio in quegli anni come direttore dei Regi Teatri di Napoli – certamente non un Savoia. La locandina ci dice anche che il famoso ballo della fuga a mezzanotte si svolge in un “casino di delizie del principe distante mezzo miglio”. Al massimo poteva essere verso Vietri, non certo a Stupinigi. A meno che don Ramiro, al pari di tanti altri campani, non fosse emigrato a Torino ed entrato alla Fiat.

Francesco Canessa

Klikka qui per leggere gli altri articoli del Taccuino

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Annunci

4 giugno, 2012 - Posted by | Agenda Eventi, Arte, Canto, Musica, Musica classica, Musica Lirica, Opera | , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: