MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Opus Reticulatum, fotografie di Malja Brando

Spazio Arte di Claudia Campagnano

 

 

Nell’ambito della rassegna di mostre Cum Finis – oltre i confini del sensibile, presso il Salotto Antichità Scippa, venerdì 11 maggio alle 18.30 si presenta la personale fotografica di Malja Brando, dal titolo Opus Reticulatum.

Napoli, le sue origini nell’antichità classica, il mito, la storia che si legge sulla magia ortogonale dell’impianto urbanistico della città e che riflette il modo di organizzare il muro degli antichi: la rete. Negli scatti della Brando una rete fatta di ombre, luci e riflessi, si sovrappone alle antiche pietre, evocatrici di origini. Il passato vissuto e il futuro sognato.

Questa prima personale dell’artista è dedicata all’opera reticolata, all’opus reticulatum, che è alle basi della forma della nostra città.

La Paparo edizioni seguirà l’evento pubblicando nella prossima uscita del trimestrale IoLeggo le foto di Malja Brando. Mentre l’inaugurazione della mostra sarà trasmessa in diretta dal canale online livestream del salotto: livestream.com/salottoscippa

 

Salotto Antichità Scippa
Via Vannella Gaetani 20
Inaugurazione 11 maggio 18.30
12 maggio – 6 giugno, lunedì – sabato 10.00 – 13.00 e 15.00 – 19.00

Malja Brando napoletana, da sempre amante della fotografia, è alla sua prima personale. I suoi lavori sono visibili sul sito www.photonapoli.it

 

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

  Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

9 maggio, 2012 Posted by | Agenda Eventi, Art, Arte, Arte contemporanea, Campania, Claudia Campagnano, Giornalisti, Napoli, Spazio arte, Uncategorized | , | Lascia un commento

Palazzo Venezia di Napoli…tra arti e mestieri

Si è svolta lo scorso mese una particolare manifestazione dal titolo “Per una festa di Primavera a Napoli…… tra arti e mestieri”, organizzata nella splendida cornice di Palazzo Venezia, sito in via Benedetto Croce, sede per quattro secoli dell’ambasciata veneta nel Regno di Napoli.
Scopo dell’evento era quello di porre in evidenza alcune delle eccellenze cittadine rappresentate da artisti ed artigiani che hanno il coraggio e la determinazione necessari per mantenere vive le tradizioni partenopee.
Così i partecipanti erano dapprima accolti dalle opere del pittore Massimo Gargiulo, che dipinge da quasi cinquanta anni, ispirate alle bellezze di Napoli e della Costiera sorrentina, per poi incontrare, nel percorso espositivo, l’ “Umanità di cartapesta” di Claudio Cuomo, le ceramiche e le terracotte dei fratelli Buccino, autori del recente restauro di Palazzo Venezia, che hanno costituito l’omonima associazione che si prefigge di valorizzare il centro storico di Napoli, gli oggetti fabbricati con materiali poveri dal Laboratorio Creativo “Iron Angels”, situato nel cuore del rione Sanità, e gli strumenti della antica tradizione napoletana costruiti nell’Officina della Tammorra, la cui gestione è affidata a Paola Gargiulo.
All’evento era presente anche Tiziana Grassi, dell’ “Ospedale delle Bambole”, che ha raccontato la storia del particolarissimo negozio situato in via S. Biagio dei Librai, nato alla fine dell’Ottocento con lo scopo di aggiustare le bambole rotte, ed i suoi progetti futuri per mantenere vivo un giocattolo che rischia seriamente l’estinzione.
La serata è stata allietata anche da due spettacoli, il primo tenuto sulla terrazza da alcuni “ballatori di tammorra” invitati dall’Officina della Tammorra, che hanno eseguito danze della tradizione popolare, narrando storie ad esse legate e spiegando anche come, da un luogo all’altro, vi possano essere differenze nell’interpretazione e nel ritmo.
Il secondo, svoltosi nella Casina pompeiana adiacente al giardino pensile, affidato a tre artisti molto bravi, l’attore Vincenzo Merolla, il cantante e chitarrista Fulvio de Innocentiis ed il cantante “macchiettista” Pierangelo Fevola, che si sono alternati, proponendo figure appartenenti all’universo teatrale di Raffaele Viviani e canzoni note e meno conosciute del repertorio classico napoletano.
Dopo tanta arte e cultura, chiusura nel segno della tradizione gastronomica, con una serie di “sfizi” della cucina napoletana, sia rustici, sia dolci, provenienti dal laboratorio dei Rescigno, a coronamento di una serata abbastanza particolare, che ha sicuramente centrato gli obiettivi prefissati, per cui ci auguriamo il ripetersi di iniziative del genere, animate dal medesimo spirito ed entusiasmo, come quella dell’Associazione di volontariato “A ruota libera”, che ha inaugurato di recente, presso il Pio Monte della Misericordia, la “Casa delle Arti e dei Mestieri”, dove i più grandi artigiani napoletani potranno esporre le loro opere e dove, da questo mese, partiranno laboratori di formazione all’artigianato per i giovani dai 18 ai 30 anni.

Marco del Vaglio

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

9 maggio, 2012 Posted by | Arte, Folk music, Musica | , , , , , , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: