MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Lunedì 28 novembre a Napoli la trascinante orchestra Simón Bolívar diretta da Diego Matheuz

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Lunedì 28 novembre si annuncia una serata memorabile per il pubblico napoletano, che al Teatro di San Carlo alle ore 20.30 potrà finalmente ascoltare dal vivo, diretta da Diego Matheuz, la ormai celebre Orchestra Sinfonica del Venezuela Simón Bolívar, nata del rivoluzionario “metodo Abreu” che sta cambiano l’approccio alla musica classica e non di una generazione.
Il concerto, realizzato grazie alla collaborazione tra Associazione Alessandro Scarlatti e Fondazione Teatro di San Carlo, segna la prima tappa al sud di una tournée che sta attraversando tutta l’Italia da Milano a Palermo.
Sul podio, a dirigere la giovane orchestra nata setacciando migliaia di talenti da strada, il giovanissimo direttore Diego Matheuz cresciuto all’interno di questo “Sistema” per diventare uno dei talenti più promettenti della sua generazione.
Le sue caratteristiche, un’energia inesauribile, la capacità di spaziare nel vasto repertorio musicale, mettendo in ogni esecuzione una passione trascinante.
L’Orchestra Sinfonica del Venezuela Simón Bolívar nasce trent’anni fa grazie allo sforzo di José Antonio Abreu.
Il “sistema Abreu” è un modello didattico musicale, che consiste in un sistema di educazione musicale pubblica, diffusa e capillare, con accesso gratuito e libero per bambini e fanciulli di tutti i ceti sociali, che mira ad organizzare sistematicamente l’educazione musicale ed a promuovere la pratica collettiva della musica attraverso orchestre sinfoniche e cori, come mezzo di organizzazione e sviluppo della comunità.
A questa esperienza, che coinvolge duecentoquarantamila giovani musicisti, molti dei quali tolti dal mondo poverissimo dei barrios e delle favelas, ha dato il suo massiccio apporto Claudio Abbado, esponendosi in prima persona a favore di questa grande avventura sudamericana.
Dal 2010 è stato creato anche in Italia, proprio per volontà di Claudio Abbado, un Sistema delle Orchestre e Cori Infantili e Giovanili con sede centrale a Roma presso Federculture e sede didattica presso la Scuola di Musica di Fiesole.
Sono già stati riconosciuti 16 nuclei in tutta Italia, coordinati da referenti istituzionali e artistici in ogni singola regione.
Anche la Campania è pronta a partire con una propria rete in collaborazione con istituzioni pubbliche e private

Per informazioni
Teatro di San Carlo
Responsabile Comunicazione e Ufficio Stampa
Laura Valente
Tel: 081 7972326 – 202
l.valente@teatrosancarlo.it

Associazione Alessandro Scarlatti
Ufficio Stampa
Chiara Eminente
Tel.: 081 406011
info@associazionescarlatti.it

Costo del biglietto

Platea e Palco reale: 60 Euro
I e II Fila: 40 Euro
III e IV Fila: 30 Euro
V e VI Fila: 20 Euro
Giovani under 31 (solo balconata): 10 Euro
____________________________________________

Programma

Maurice Ravel (1875 – 1937): Daphnis et Chloé (Suite n. 2)

Evencio Castellanos (1915 – 1984): Santa Cruz de Pacairigua, suite orchestrale (1954)

Hector Berlioz (1803 – 1869): Symphonie fantastique, op. 14

Orchestra Sinfonica del Venezuela Simón Bolívar
E’ stata fondata da José Antonio Abreu e un gruppo di amici musicisti, che sono stati ispirati dagli ideali di Simón Bolívar.
L’orchestra è composta da oltre 200 giovani musicisti di età compresa tra i 17 e i 26 anni, ed è il fiore all’occhiello del programma accademico orchestrale della Fondazione dello Stato per il Sistema venezuelano della Orchestre Giovanili e dei Bambini (o FESNOJIV).
FESNOJIV coinvolge circa 250.000 membri in tutto il paese in un sistema di orchestre pre-scuola (dai 4 a 6 anni), più di 90 orchestre di bambini (dai 7 ai 16 anni), oltre 130 orchestre giovanili (dai 16 ai 20 anni) e oltre 30 orchestre sinfoniche di adulti professionisti.
Il 75 per cento di questi bambini vive sotto la soglia di povertà. “Per i bambini con cui lavoriamo, la musica è praticamente l’unico mezzo per un destino sociale dignitoso. Povertà significa solitudine, tristezza, l’anonimato. Un’orchestra significa gioia, la motivazione, il lavoro di squadra, l’aspirazione al successo.” (José Antonio Abreu)
FESNOJIV impiega oltre 15.000 insegnanti di musica, e comprende anche la formazione per liutai, per l’amministrazione artistica e i nuovi media.
Il programma accademico orchestrale di FESNOJIV permette ai musicisti della Orchestra Sinfonica del Venezuela Simón Bolívar di esplorare un repertorio impegnativo, attraverso masterclass e concerti che coinvolgono solisti delle più importanti orchestre e istituzioni artistiche, tra cui i membri dei Berliner Philharmoniker, l’Accademia Sibelius in Finlandia, Bachakademie Stuttgart e il New England Conservatory di Boston.
Hanno anche collaborato con direttori d’orchestra internazionali, tra cui Sir Simon Rattle e Claudio Abbado, e lavorano per sei mesi all’anno con Gustavo Dudamel, il loro direttore musicale a sua volta un prodotto di FESNOJIV.
La Orchestra Sinfonica del Venezuela Simón Bolívar ha girato più volte in Germania, esibendosi in sedi importanti, tra cui la Filarmonica di Berlino e la Essen Philharmonie.
Si è anche esibita al Parco della Musica di Roma, al Teatro Massimo di Palermo e al Festival di Pasqua di Lucerna.
Nell’estate del 2007, è apparsa ai BBC Proms, al Festival di Edimburgo e in tour in Germania, tra cui il Festival dello Schleswig Holstein e la Semperoper di Dresda.
Nell’autunno 2007 l’orchestra ha intrapreso un grande tour con concerti sold-out in Messico, Los Angeles, San Francisco, Boston, e Carnegie Hall di New York, dove l’orchestra era diretta da Gustavo Dudamel e Sir Simon Rattle, nell’ambito del Festival “Berlin in Lights”, seguito da un tour molto applaudito in Spagna. Nell’estate 2008 l’Orchestra ha suonato nei festival più importanti e nelle grandi città europee, tra cui Berlino, Francoforte, Lucerna, Baden-Baden, Helsinki, e ha avuto una residenza di straordinario successo al Festival di Salisburgo.
Nel dicembre 2008, l’Orchestra Sinfonica del Venezuela Simón Bolívar ha fatto il suo debutto in Asia con concerti a Pechino, Seul e Tokyo.
Il tour più recente della SBYO, in aprile, ha visto l’orchestra in residenza a Houston, Washington, Chicago e Londra, alla Royal Festival Hall.
La Orchestra Sinfonica del Venezuela Simón Bolívar e Gustavo Dudamel incidono per la Deutsche Grammophon, e hanno pubblicato le registrazioni delle sinfonie di Beethoven n. 5 e 7, di Mahler la Sinfonia n. 5, “Fiesta”, con opere di compositori latino-americani, e un disco dedicato a Tschaikovsky con la Sinfonia n. 5 e Francesca da Rimini.

Diego Matheuz
Il ventisettenne direttore e violinista Diego Matheuz è cresciuto musicalmente all’interno del Sistema venezuelano ed è già ampiamente conosciuto come uno dei talenti più promettenti del Sud America.
Ormai radicato in Italia, nell’ottobre del 2008 Diego Matheuz ha debuttato con l’Orchestra Mozart di Claudio Abbado a Bologna.
Un anno dopo è stato nominato il loro Direttore Principale Ospite.
Nel settembre 2009 con l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia sostituisce Antonio Pappano in tournée a Milano, Torino e Lucerna.
Continua un rapporto stretto con entrambe le orchestre con regolari esibizioni nelle stagioni successive a Roma, Bologna, Ferrara e in altri teatri in Italia.
Altri debutti italiani hanno incluso l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino, il Maggio Musicale Fiorentino, Orchestra Filarmonica della Scala e il concerto finale del Festival di Spoleto nel luglio 2010.
Nell’ottobre 2010 Diego Matheuz ha fatto il suo debutto professionale operistico nel Rigoletto al Teatro La Fenice di Venezia.
Nel settembre 2011 è stato nominato Direttore Principale del teatro veneziano e dirigerà due opere liriche e concerti vari per stagione a Venezia a partire da La Traviata e La Bohème.
Fuori d’Italia, la stagione 2010/11 per Diego Matheuz comprende concerti a Londra con la Royal Philharmonic Orchestra, a Berlino con l’Orchestra Filarmonica della Scala in tour e con la Radio di Francoforte, la Stockholm Philharmonic, Israel Philharmonic e la Mahler Chamber Orchestra.
Nell’estate 2011 ha diretto la Saito Kinen Orchestra di Seiji Ozawa in Giappone e in tour in Cina.
Durante la stagione 2011/12 Diego Matheuz debutta a Londra, Vienna, Parigi, Amsterdam, Germania, Spagna, Australia e Canada con orchestre quali la Philharmonia, Orchestra da Camera di Vienna, Filarmonica della Radio olandese, la Filarmonica di Amburgo, Radio di Francoforte, Orchestre Philharmonique de Radio France, Melbourne Symphony e la National Arts Centre Orchestra di Ottawa.
In Italia, ritorna con l’Orchestra Filarmonica della Scala, il Maggio Musicale Fiorentino e l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, oltre a continuare i suoi impegni regolari con l’Orchestra Mozart.
Nel novembre 2011 è in tour con l’Orchestra Simon Bolivar del Venezuela in Italia e il 1 gennaio, 2012 dirige il prestigioso concerto di Capodanno al Teatro La Fenice, trasmesso in diretta televisiva RAI.
Nato nel 1984, Matheuz ha iniziato lo studio del violino nella sua città di Barquisimeto prima di trasferirsi a Caracas. Il suo debutto internazionale come direttore d’orchestra ha avuto luogo con l’Orchestra Giovanile Simón Bolívar del Venezuela il 14 marzo 2008 nel prestigioso Festival Casals di Puerto Rico.

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

25 novembre, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Associazione "A. Scarlatti", Concerti, Musica, Musica classica, musica sinfonica, Napoli, Teatro San Carlo | , , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: