MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Taccuino personale di Francesco Canessa: SALVO D’ACQUISTO NON E’ UN COMICO

  SALVO D’ACQUISTO NON E’ UN COMICO

 da Repubblica Napoli del 17-x-2001

In principio a far ridere in palcoscenico erano soltanto i maschi. Quello del comico era ruolo per uomini, dal Maccus plautino alle Maschere della Commedia dell’Arte, Pulcinella, Arlecchino, al Mamo ottocentesco. Forse furono Mozart e Shikaneder a rompere per primi la consegna creando per Papageno un doppio femminile, Papaghena. Avvicinandoci al nostro tempo, fu la giovanissima Titina De Filippo a creare al Teatro Nuovo sopra Toledo – negli anni della Compagnia Molinari, storico laboratorio di attori moderni – un tipo di comicità femminile che facesse da contraltare al fascino esotico delle soubrettes alla francese, avvolte da piume e paillettes. Poi man mano, specie con l’avanzare dei derivati del palcoscenico, i microfoni della radio, lo schermo grande e lo schermo piccolo, altre attrici comiche hanno conquistato spazio e successo, Tina Pica o Dina Galli, Bice Valori o Sandra Mondaini, sino a Franca Valeri, impareggiabile maestra di ironia ancora felicemente in attività. Nella dilagante banalità televisiva che ci sovrasta e che fa perno su conduttori e intrattenitori, il meccanismo e il linguaggio cabarettistico, un tempo relegato ai piccoli spazi e alla piccola cultura, oggi è divenuto dominante. E le donne-comiche, l’aggettivo è diventato sostantivo, perchè l’arte dell’attore nel novello mestiere televisivo s’intende superato, sono aumentate a dismisura. Un settimanale  ha provato la scorsa settimana ad intervistarne alcune: Luciana Littizzetto, Caterina Guzzanti ultima arrivata dopo la sorella Sabina e il fratello Corrado; Marina Massironi, Victoria Cabello, Teresa Mannino, Debora Villa, Carla Signoris, consorte del celeberrimo Maurizio Crozza ed autrice di due libri dal titolo intricante, “Ho sposato un deficiente” e “Meglio vedove che male accompagnate”. Ma l’intervista di copertina è a Geppi Cucciari (nella foto), al momento sugli allori per il successo della sua striscia su La7 che precede il seguitissimo telegiornale di Mentana. Tiene gli intervistati incorniciati nel bordo di un finto frigorifero e fa della propria cadenza sarda uso appropriato alla tagliente satira politica su cui è modulato il suo show. E’ divertente, ha successo. Ma venerdì scorso, la sera dell’ultimo salvataggio del governo sul filo del numero legale, lei e i suoi autori sono andati malamente fuori le righe. Lo studio era dominato da un fotomontaggio nel quale il viso di Berlusconi appariva sottolineato dalla scritta <SALVO D’ACQUISTO>. L’allusione era palese, ma servirsi del nome del carabiniere napoletano trucidato dai tedeschi per far ridere o sorridere alle spalle del premier era sbagliato, oltre che spiacevole. Basta leggere la motivazione della medaglia d’oro al valor militare concessa al giovane sottufficiale del Vomero: ”Esempio luminoso di altruismo, spinto fino alla suprema rinunzia della vita, sul luogo stesso del supplizio dove, per barbara rappresaglia, erano stati condotti 22 ostaggi civili del territorio della sua stazione, non esitava a dichiararsi unico responsabile di un presunto attentato contro le Forze armate tedesche. Affrontava così da solo, impavido, la morte imponendosi al rispetto dei suoi stessi carnefici e scrivendo una nuova pagina indelebile di purissimo eroismo nella storia gloriosa dell’Arma.”  No, un uomo così non si trasforma in una gag. E non solo: il Tribunale ecclesiastico ha in corso per lui un processo di beatificazione. Per ora è definibile soltanto “Servo di Dio”, ma la causa non è finita. E ci basta per ammonire  la Cucciari con un vecchio adagio: Scherza coi fanti e lascia stare i santi!

Francesco Canessa

Klikka qui per leggere gli altri articoli del Taccuino

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

19 ottobre, 2011 - Posted by | Arte, Francesco Canessa, Giornalisti, Musica | , , , , , , , , , ,

Al momento, non c'è nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: