MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Mercoledì 19 ottobre una conferenza ed un concerto nell’ambito della rassegna “Il Nuovo L’Antico” di Bologna Festival

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Mercoledì 19 ottobre, prosegue il ciclo di concerti e conferenze dedicato a Pierre Boulez, nell’ambito della rassegna “Il Nuovo,L’Antico” di Bologna Festival, con un doppio appuntamento: alle ore 17, Dipartimento di Musica e Spettacolo in via Barberia 4, il professor Raffaele Pozzi (Università di Roma 3) tiene una conferenza dedicata alla formazione musicale e intellettuale di Pierre Boulez nella Parigi del secondo dopoguerra, ai suoi rapporti con gli artisti e gli intellettuali che maggiormente lo influenzarono. La conferenza, dal titolo Paris libéré! Formazione ed esordi di Pierre Boulez, è ad ingresso libero.

Si prosegue alle ore 20.30, all’Oratorio San Filippo Neri, con il concerto dell’Überbrettl Ensemble e Pierpaolo Maurizzi (pianoforte e direzione) impegnati in un programma che alterna lavori cameristici di Debussy con brani di Boulez.
Si distinguono Dérive 1 – pagina di grande ricchezza sonora e impegno tecnico, scritta da Boulez nel 1984 – oltre a Improvisé pour le Dr. K. e Domaines per clarinetto solo, brano raramente eseguito nella sua versione solistica.
Tre, i pezzi di Debussy eseguiti in questa occasione: dai perfetti impasti timbrici della Sonata per flauto, viola ed arpa alla Prima rapsodia per clarinetto e pianoforte, alla Sonata per violoncello e pianoforte, pagina di intensa poesia in cui Debussy riserva al violoncello un ruolo protagonistico.
programma

Il Progetto Debussy-Boulez (21 settembre – 27 ottobre)
Il progetto Debussy-Boulez si articola in 5 concerti e un ciclo di 4 conferenze intitolato Ai confini della terra fertile.
È il ritratto di un grande maestro del nostro tempo, posto a confronto con il suo ideale referente storico, Claude Debussy, autore particolarmente amato dal Boulez compositore e direttore.
Intorno ad alcune delle opere più significative di Boulez, tra cui Dérive 1 e Dérive 2, nei programmi dei concerti figurano anche quelle di autori vicini al suo pensiero musicale, quali Béla Bartók, Anton Webern e Olivier Messiaen, con cui ha studiato composizione negli anni Quaranta, al Conservatorio di Parigi.
Contestualmente, tra il 21 settembre e il 27 ottobre, si svolge il ciclo di conferenze Ai confini della terra fertile realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Musica e Spettacolo dell’Università di Bologna e il Cimes. Quattro musicologi – tra cui uno dei maggior studiosi di Boulez, Robert Piencikowski – riflettono sul pensiero estetico e sull’attività compositiva di Boulez, infaticabile animatore dell’avanguardia musicale dal 1945 ad oggi.
Le conferenze sono tutte ad ingresso libero, sino ad esaurimento posti disponibili. Si tengono alle ore 17, al Dipartimento di Musica e Spettacolo, in via Barberia 4.

Prossimo appuntamento
Progetto Debussy-Boulez – Giovedì 27 ottobre: ore 17 conferenza tenuta da Paolo Dal Molin; ore 20.30 concerto del Divertimento Ensemble e Andrea Pestalozza
.

Costo del biglietto del concerto
Posto unico: Euro 15; giovani fino ai ventisei anni: euro 8

Informazioni
Bologna Festival
via Lame 58
40122 Bologna
tel.: 051 6493397
sito web: www.bolognafestival.it

Biglietteria
c/o Bologna Welcome (Piazza Maggiore 1/E) tel 051 231454
Tutti i giorni dalle 12 alle 19

Ufficio Stampa Bologna Festival
Paola Soffià
tel.: 051 6493397
cell.: 328 7076143
e-mail: stampa@bolognafestival.it
______________________________________________________________

Pierpaolo Maurizzi
Pianista e direttore, deve la sua formazione musicale a Lydia Projetti, Dario De Rosa e Piero Guarino.
Ha fondato e fa parte del Trio Brahms e dello Überbrettl Ensemble.
Un’intensa e poliedrica attività cameristica lo vede collaborare con artisti come Uri Caine, Attanasiu Ciulei, Lorna Windsor, Cristina Zavalloni, Maddalena Crippa, Leonardo De Lisi, Mattia Petrilli e il Nuovo Quartetto Italiano.
È ospite di festival internazionali, teatri e istituzioni concertistiche in Italia e all’estero, tra cui la Biennale di Venezia, Wiener Festwochen, Festival Aspekte di Salisburgo, Settimane Mahler di Dobbiaco, Bologna Festival, Festival di Brescia e Bergamo, Ravenna Festival, Festival Monteverdi di Cremona, Amici della Musica di Firenze, lG.O.G di Genova, Accademia Filarmonica di Roma.
Ha lavorato con Peter Stein alla produzione del Pierrot lunaire e dei Brettl-Lieder di Schönberg.
Come solista ha suonato sotto la direzione di Peter Hirsch, Fabiano Monica, Umberto Benedetti Michelangeli, Mikka Eichenholz, Francesco La Licata e Giorgio Magnanensi.
Ha realizzato registrazioni radiofoniche per RAI, RTSI, SDR e ORF.
Per lui hanno composto Paolo Aralla, Guido Boselli, Alberto Caprioli, Arnaldo De Felice, Giorgio Magnanensi e Luca Mosca.
È titolare del corso di musica da camera al Conservatorio di Parma dal 1986.

Überbrettl Ensemble
A Berlino, nel 1910, Arnold Schönberg assunse la direzione artistica del noto cabaret fondato da Bierbaum, Wolzogen e Hartleben, lo Überbrettl.
Nel 1998 i cinque musicisti impegnati con Maddalena Crippa nell’esecuzione del Pierrot Lunaire messo in scena da Peter Stein al Teatro Massimo di Palermo, hanno deciso di chiamare il loro complesso cameristico con il nome del cabaret diretto da Schönberg.
Dopo il debutto al Festival sul Novecento di Palermo il complesso si è esibito nell’ambito delle principali rassegne concertistiche italiane, sempre con unanime favore della critica, che ne apprezza la «qualità esecutiva, pertinenza e maturità stilistica».
Ospite del Festival delle Nazioni di Città di Castello, delle Settimane Mahler di Dobbiaco, di Ravenna Festival e di Bologna Festival, l’Überbrettl si è esibito anche ai Wiener Festwochen, alle Festwochen di Gmunden, al Ruhrfestspiele di Recklinghausen e al Festival di Oporto.
Il vasto repertorio dell’ensemble spazia dal classicismo viennese alla musica contemporanea, spesso proponendo opere in prima esecuzione assoluta.
Alcuni dei concerti con programmi dedicati ad autori contemporanei sono stati trasmessi da Rai Radio3.
Particolare attenzione viene data a tutte le trascrizioni che Schönberg e i suoi allievi elaborarono per il Verein für musikalische Privataufführungen di Vienna.
Tra le loro incisioni, il Pierrot Lunaire e la Kammersymphonie op. 9 di Schönberg nell’elaborazione per cinque strumenti di Webern.

Seguici su Facebook:

MusicArTeatro

MusicArTeatro Eventi a Napoli

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

17 ottobre, 2011 - Posted by | Musica, Musica classica, Musica da camera, Prima del concerto | , , , , , , , , ,

Al momento, non c'è nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: