MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Martedì 6 settembre la prima volta a Siena di Barenboim nel duplice ruolo di solista e di direttore della Filarmonica della Scala

Critica Classica di Marco del Vaglio:

A Siena cresce l’attesa per il concerto straordinario di Daniel Barenboim con la Filarmonica della Scala, per l’Accademia Musicale Chigiana, in programma martedì 6 settembre, alle ore 21.15 , in un Teatro dei Rinnovati già da tempo sold out, appuntamento sponsorizzato dalla Banca Monte dei Paschi di Siena, puntualmente presente agli eventi di rilievo della città, .
Proprio per questo, in piazza Jacopo della Quercia (ingresso libero) verrà allestito un maxischermo per seguire in diretta il concerto del grande maestro argentino-israeliano, il quale dirigerà per la prima volta nella città che lo vide giovanissimo allievo dei corsi di perfezionamento dell’Accademia Chigiana.
Insieme alla Filarmonica della Scala, Daniel Barenboim nella doppia veste di pianista e direttore regalerà grandi emozioni con un programma che si aprirà con l’ouverture della Semiramide di Rossini, a cui seguirà il Concerto per pianoforte e orchestra n. 26 in re maggiore K. 537 “dell’Incoronazione” di Mozart e gran finale con la Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 55 “Eroica” di Beethoven.
Con questi tre capolavori Barenboim fissa i pilastri della musica europea di fine Settecento e primo Ottocento, che tra l’arte austro-tedesca portata a vette altissime da Mozart e da Beethoven non può prescindere da quella non meno colta e avveduta del nostro Rossini.
L’indagine esemplificativa di Barenboim si estende anche nel campo della forma, potendo diramarsi tra la musica per teatro, il dialogo tra strumento solista e orchestra e il grande affresco puramente sinfonico.

Per il concerto del 6 settembre i biglietti sono già esauriti.
Martedì 6 settembre dalle ore 15.30 alle ore 18 sarà possibile ritirare i biglietti prenotati presso il botteghino di Palazzo Chigi Saracini (via di Città 89, Siena).
A partire dalle ore 19.15 sarà invece aperto il botteghino del Teatro dei Rinnovati.
Eventuali biglietti non ritirati verranno messi nuovamente in vendita prima dell’inizio del concerto presso la biglietteria del teatro.

Per informazioni:
tel. 0577 22091, oppure www.chigiana.it

Ufficio stampa Accademia Musicale Chigiana
Agenzia Freelance
tel. 0577 219228 – 272123
Sonia Corsi
cell. 335 1979765
Agnese Fanfani
cell. 335 1979385
e-mail: relazioni@chigiana.it o info@agfreelance.it

__________________________________________________________________

Daniel Barenboim
Pianista, direttore d’orchestra, scrittore, ambasciatore delle Nazioni Unite per la Pace e impegnato in prima persona nella pacificazione tra israeliani e palestinesi con la West-Eastern Divan Orchestra fondata insieme a Edward Said nel 1999, Daniel Barenboim è uno dei più acclamati artisti internazionali.
Nato a Buenos Aires nel 1942, a cinque anni prende le prime lezioni di pianoforte con la madre, per poi proseguire gli studi musicali col padre, che sarà anche il suo unico insegnante.
A sette anni dà il suo primo concerto ufficiale nella sua città natale. Nel 1952 si trasferisce con la sua famiglia in Israele.
A undici anni è a Salisburgo per partecipare alle masterclass di Igor Markevitch. Durante l’estate del 1954 incontra Wilhelm Furtwängler e suona per lui.
Il grande direttore scriverà: “Il ragazzo Barenboim, all’età di 11 anni, è un fenomeno”.
Nei due anni successivi studia armonia e composizione con Nadia Boulanger a Parigi. Nel 1956 è allievo del Corso di Direzione d’orchestra all’Accademia Musicale Chigiana di Siena. Debutta come pianista all’età di dieci anni a Vienna e a Roma, a cui seguono Parigi, Londra e New York sotto la direzione di Leopold Stokowski.
Da allora compie regolari tournée in Europa, negli Stati Uniti, in Sud America, in Australia e in Estremo Oriente.
Nel 1954 inizia a incidere i primi dischi come pianista.
Negli anni Sessanta registra i Concerti per pianoforte di Beethoven con Otto Klemperer, quelli di Brahms con John Barbirolli, nonché tutti quelli di Mozart con la English Chamber Orchestra nel doppio ruolo di pianista e direttore.
Dopo il suo debutto come direttore nel 1967 con la Philharmonia Orchestra di Londra, viene invitato da tutte le orchestre sinfoniche d’Europa e d’America.
Fra il 1975 e il 1989 è Direttore musicale dell’Orchestre de Paris.
Debutta in campo operistico nel 1973 con Don Giovanni al Festival di Edimburgo, e nel 1981 a Bayreuth, dove si esibisce regolarmente per diciotto anni fino al 1999.
Dal 1991 al 2006 è stato Direttore principale della Chicago Symphony Orchestra.
Nel 2006 i musicisti di quest’ultima lo hanno nominato Direttore onorario a vita.
Dal 1992 è Generalmusikdirektor della Staatsoper Unter den Linden di Berlino, di cui è stato anche Direttore artistico dal 1992 al 2002.
Nel 2000 la Staatskapelle di Berlino lo ha nominato Direttore principale a vita. Musicisti della Staatskapelle hanno partecipato attivamente alla creazione di un asilo musicale da lui fondato a Berlino nel settembre 2005.
Nel 1999 assieme all’intellettuale palestinese Edward Said, scrittore e professore di letteratura comparata, fonda il workshop “West-Eastern Divan” che ogni estate invita giovani musicisti d’Israele e dei Paesi arabi a lavorare insieme in orchestra. Attraverso la comune esperienza musicale, il workshop intende creare un dialogo tra le diverse culture del Vicino Oriente.
Dagli inizi, collaborano al Progetto, in qualità di insegnanti, musicisti della Staatskapelle di Berlino.
Nell’estate 2005 la West-Eastern Divan Orchestra ha tenuto a Ramallah (Palestina) un concerto di significato storico, trasmesso dalla televisione e registrato su dvd.
Da qualche tempo ha avviato un progetto per l’educazione musicale nei territori palestinesi, che comprende la fondazione di un asilo musicale e l’istituzione di un’orchestra giovanile palestinese.
Nel 2002 con Said è stato premiato a Oviedo (Spagna) con il prestigioso Príncipe de Asturias, quale riconoscimento del loro impegno per la pace.
Ha ricevuto numerosi premi e alte onorificenze: il Toleranzpreis della Evangelische Akademie Tutzing, il Großes Verdienstkreuz mit Stern della Repubblica Federale Tedesca, la Medaglia Buber-Rosenzweig, il Premio per le Arti del Knesset israeliano, il Premio per la Pace della Fondazione Geschwister Korn und Gerstenmann e il Premio per la Pace dell’Assia. È stato inoltre insignito del Kulturgroschen, massimo riconoscimento del Kulturrat tedesco, del Premio Internazionale Ernst von Siemens e della Goethe-Medaille.
Nel 2006 ha ricevuto una laurea honoris causa dall’Università di Oxford, nel 2007 le insegne di Commandeur de la Légion d’honneur.
Nell’ottobre 2007 la Casa imperiale giapponese lo ha onorato del Praemium Imperiale per la Cultura e le Arti.
Di recente è stato nominato Ambasciatore delle Nazioni Unite per la Pace dal Segretario Generale Ban Ki Moon. Insieme alla Staatskapelle e al Coro della Staatsoper, nel 2003 è stato premiato con un Grammy per la registrazione di Tannhäuser di Wagner.
Dalla stagione 2007-08 avvia una stretta collaborazione con il Teatro alla Scala in qualità di Maestro scaligero, dirigendo regolarmente opere e concerti, oltre a suonare in concerti da camera.
Nella stagione della Filarmonica debutta nel novembre 2007: da allora è tornato ogni stagione, guidando inoltre l’orchestra nel debutto alla Philharmonie di Berlino e in tournée in Grecia, Lussemburgo, Svizzera e Turchia.
Nel novembre 2011 dirigerà il concerto inaugurale della stagione 2011-12 e nel 2012 riporterà l’orchestra alla Salle Pleyel di Parigi.
Ha pubblicato quattro libri: A Life in Music e Paralleli e paradossi, scritto in collaborazione con Edward Said, La musica sveglia il tempo, sull’estetica e sulla democrazia della musica, e nel dicembre 2008 Dialoghi su musica e Teatro – “Tristano e Isotta”, con il regista Patrice Chéreau.

Filarmonica della Scala
La Filarmonica della Scala è una compagine indipendente fondata da Claudio Abbado insieme ai musicisti scaligeri nel 1982 con l’obiettivo di sviluppare il repertorio sinfonico nel contesto della grande tradizione operistica del Teatro.
Ha instaurato rapporti di collaborazione con i maggiori direttori della scena internazionale e oltre ai concerti al Teatro alla Scala, la Filarmonica realizza numerose tournée, che hanno complessivamente superato gli 800 concerti fuori sede dalla fondazione.
Impegnata nella diffusione della musica presso le nuove generazioni, l’orchestra apre alle scuole le prove di tutti i concerti della stagione.
È al fianco delle principali istituzioni scientifiche e associazioni di volontariato della città di Milano, per le quali realizza prove aperte e concerti dedicati.
È regolarmente impegnata per il festival MiTo in concerti in grandi spazi che hanno avvicinato un vastissimo pubblico alla musica sinfonica.
La Filarmonica ha realizzato una consistente produzione discografica per Sony, Decca, Emi.
Di particolare rilievo sono le Sinfonie di Beethoven con Carlo Maria Giulini, le Cantate di Rossini con Riccardo Chailly e l’integrale sinfonica beethoveniana diretta da Riccardo Muti.
I concerti della Stagione della Filarmonica sono regolarmente trasmessi in differita televisiva da Rai3, in diretta radiofonica da Radio3 e su medici.tv.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Annunci

4 settembre, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Musica, musica sinfonica, Pianisti | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: