MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Mercoledì 27 luglio terzo appuntamento della sezione jazz dei “Concerti d’estate a Villa Guariglia” con Stefano di Battista

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Terzo appuntamento, mercoledì 27 luglio, alle ore 21, con la sezione jazzistica dei “Concerti d’estate di Villa Guariglia organizzati da Tonia Willburger.
E’ questo il secondo anno che il Conservatorio Statale di Musica di Salerno “G. Martucci”, sotto l’egida dell’AFAM, e grazie al programma Erasmus i concerti sono aperti dagli ensemble della massime scuole jazzistiche d’Europa.
Mercoledì sarà di scena l’Austria con gli Aura: L Sculptures della Graz University of Music, formazione capitanata dalla vocalist Laura Winkler, con Adrian Kleinlosen al trombone, Benny Omerzell al pianoforte, Michael Ringer al contrabbasso e Valentin Schuster alla batteria i quali dopo il seminario che verrà tenuto in mattinata nell’auditorium di Villa Guariglia, proporranno intorno alle ore 21, il loro progetto groovy Nu jazz, ovvero l’uso dei soli e dell’improvvisazione quale motore creativo per nuovi ordini sonici, quale asse portante su cui si innestano tutte le correnti musicali attuali, come il downbeat, il lounging, la etnica, il future funk e la nu bossa, concretizzando quei nuovi panorami musicali che vengono definiti, appunto, nu jazz.
Parentesi enologica con la presentazione del raffinato e profumato vini della Casa di Baal, di Montecorvino Rovella, a cura del presidente dell’Enoteca Provinciale di Salerno Ferdinando Cappuccio, affidata alle due figlie di Annibale Salerno, Francesca e Giusy, in rappresentanza dell’azienda che prende il nome dal padre, che a noi piace immaginare come il Dio Baal identificato dai Fenici come l’energia della vita, che dalla madre terra si sprigiona per alimentare l’essere natura; favorendo la fertilità dei campi, regolando le piogge e le falde freatiche, unitamente al Caulì, dell’ Azienda “O’ Cammariello” di Chiara Strianese che coltiva un piccolo vigneto di Fiano, Falanghina e Biancolella, sincera espressione del territorio vietrese.

La ribalta di Villa Guariglia, sarà lasciata poi, ad una delle massime espressioni del jazz italiano, il sax contralto di Stefano Di Battista, che si presenterà in quartetto con Roberto Terenzi al pianoforte, Roberto Pistolesi alla batteria e Francesco Puglisi al contrabbasso, per accompagnarci in un viaggio musicale che parte dal suo Charlie Parker, sino ad un assaggio del suo ultimo lavoro dedicato alle grandi donne di ogni tempo.
Un confronto aperto quello che Stefano Di Battista instaura con la storia del jazz e i suoi protagonisti, in cui il sassofonista romano si mette infatti sulle tracce del leggendario Byrd e ne segue amorevolmente le orme.
Tra assoli torrenziali e ritmi vertiginosi, funambolici fraseggi e lunghe cavate melodiche, si tratta di pagine complesse e affascinanti e memorabili, quali “Night in Tunisia” o “Donna Lee”,che raccontano di un jazz giocato tra pathos e sentimento, suonato con tecnica straordinaria e grande cuore; rimanendo sempre fedeli al linguaggio, ma soprattutto allo spirito libero con cui Parker viveva il jazz, sino ad arrivare ad oggi, per rendere omaggio alle figure femminili, reali o letterarie, che si fossero distinte nel secolo scorso per affermazione di talento e lotta per il superamento degli steccati in cui la società maschile le aveva relegate, per regalarci un piccolo assaggio di Woman’s land.
Le muse ispiratrici di Stefano Di Battista per questo progetto sono state molteplici: da Rita Levi Montalcini, a cui viene dedicata una bossa-nova con la collaborazione di Ivan Lins, a Coco Chanel, omaggiata con un brano a metà strada tra café chantant ed una ironica rilettura degli stilemi swing. Poi ci sono la boppistica “Ella” e la coltraniana dedica all’eroina dell’Ulisse di Joyce, Molly Bloom, e ancora “Valentina Tereshkova”, robusta pagina di hard-bop che schizza la figura della storica astronauta sovietica, il tema scritto per l’ominide preistorico Lucy, quello per Lara Croft, la prima eroina dei videogiochi, la melodia di Anna Magnani.
Il leader conferma quella sua inconfondibile capacità di scrittura estremamente cantabile, sotto la quale si muovono sofisticazioni armoniche e salti cromatici, con quel modo disinvolto di spostarsi da un estremo all’altro del proprio registro strumentale, preservando però la voce suadente di un mainstream morbido e lussureggiante.
Continua il workshop di fotografia musicale teorico e pratico, affidato ai fotografi Nino Aleotti, Michele Mari e Francesco Truono, come anche il servizio navetta per e da Villa Guariglia, con partenza dal teatro Verdi di Salerno alle 20.00 e partenza da Villa Guariglia alla fine dell’evento.

Per info.:
ditta Rocciola: 347/ 4531429

L’Ufficio Stampa
Concita De Luca
Cell.: 328 0261294
Olga Chieffi
Cell-: 3478814172
sito web: www.eventsandmusic.it

Segreteria organizzativa:
CTA – Centro Turistico ACLI Vietri sul Mare
Piazza Matteotti
84019 Vietri sul Mare SA
telefono e fax: (+ 39) (0)89 211 285
mobile: (+ 39) 329 4158640
e-mail: ctavietri@libero.it oppure cta@comune.vietri-sul-mare.sa.it

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Annunci

25 luglio, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Jazz | , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Martedì 26 luglio per la 80ª Estate Musicale Chigiana Alessandro Carbonare in concerto con Monaldo Braconi

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Sarà il clarinetto di Alessandro Carbonare il prossimo protagonista della 80ª Estate Musicale Chigiana.
L’appuntamento con l’affascinante concerto che vedrà anche Monaldo Braconi al pianoforte è per domani, martedì 26 luglio, alle ore 21.15, nel cortile di Palazzo Chigi Saracini (via di Città 89, Siena).
Il programma si aprirà con la Phantasiestücke op. 73 per clarinetto e pianoforte di Schumann e con la Sonata in mi bemolle maggiore op. 120 n. 2 per clarinetto e pianoforte di Brahms.
Nella seconda parte Caleidoscopio per clarinetto con Le api di Pasculli, la prima esecuzione assoluta di Tango Escondido di Anton Giulio Priolo, Sholem Aleikem di Kovács nella revisione di Feidman e FZ for Alex di Frank Zappa – Andrea Chenna.

I biglietti (posto unico 18 euro, ridotti 8 euro per studenti, giovani sotto i 26 anni e over 65) saranno in vendita anche domani, martedì 26 luglio, a partire dalle ore 19.15 presso Palazzo Chigi Saracini.
Per informazioni tel. 0577 22091 o www.chigiana.it

Ufficio stampa Accademia Musicale Chigiana
Agenzia Freelance
tel. 0577 219228 – 272123
Sonia Corsi
cell. 335 1979765
Agnese Fanfani
cell. 335 1979385
e-mail: relazioni@chigiana.it o info@agfreelance.it

Alessandro Carbonare
Primo clarinetto dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia dal 2003, Alessandro Carbonare ha vissuto a Parigi, dove per 15 anni ha occupato il posto di primo clarinetto solista all’Orchestre National de France.
Nello stesso ruolo ha avuto anche importanti collaborazioni con i Berliner Philarmoniker.
Si è imposto nei più importanti concorsi internazionali e dal suo debutto con l’Orchestre del la Suisse Romande di Ginevra si è esibito come solista, tra le altre, con l’Orchestra Nazionale di Spagna, la Filarmonica di Oslo, l’Orchestra della Radio Bavarese di Monaco, l’Orchestre National de France, la Wien Sinfonietta, l’Orchestra della Radio di Berlino, la Tokyo Metropolitan Orchestra e con tutte le più importanti orchestre italiane.
Ha registrato gran parte del repertorio per Harmonia Mundi e JVC Victor e ha dato grande impulso alla musica contemporanea per clarinetto, commissionando nuovi concerti a Ivan Fedele, Salvatore Sciarrino, Luis De Pablo e Claude Bolling.
Ulteriore testimonianza di questo impegno è proprio la prima esecuzione assoluta di Tango Escondido di Priolo in occasione del concerto a Palazzo Chigi Saracini: Priolo, compositore romano perfezionatosi con Giacomo Manzoni e al Royal College of Music di Londra, è molto attivo anche come autore di colonne sonore.
Appassionato cultore della musica da camera, Alessandro Carbonare è da sempre membro del Quintetto Bibiena e collabora regolarmente con rinomati artisti.
Da sempre attratto non solo dalla musica esclusivamente “classica”, da alcuni anni si esibisce con il pianista jazz Enrico Pieranunzi anche in programmi “alternativi”.
È stato guest professor in alcuni tra i più importanti Conservatori di tutto il mondo e ha fatto parte delle giurie di tutti i più rinomati concorsi internazionali per clarinetto.
Su personale invito di Claudio Abbado, ha accettato il ruolo di primo clarinetto nell’Orchestra del Festival di Lucerna e nell’Orchestra Mozart con la quale, sempre sotto la direzione di Abbado, ha recentemente eseguito e registrato per Deutsche Grammophon il Concerto K 622 al clarinetto di bassetto di Mozart.
Il suo impegno sociale lo vede sostenere progetti che possano contribuire al miglioramento della società attraverso l’educazione musicale, come il progetto sociale dell’Orchestra Simon Bolivar e delle orchestre infantili del Venezuela di Claudio Abbado.
È da poco uscito il suo primo cd per Decca, “The Art of the Clarinet” e il canale satellitare Sky Classica gli ha dedicato un ritratto per la serie I Notevoli.
Da quest’anno è docente di clarinetto all’Accademia Chigiana.

Monaldo Braconi
Monaldo Braconi si è diplomato con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio di Musica Santa Cecilia di Roma e si è poi perfezionato con Massimiliano Damerini, Oleg Malov (presso il Conservatorio Rimskij-Korsakov di S. Pietroburgo), Riccardo Brengola (all’Accademia Chigiana di Siena), Sergio Perticaroli e Felix Ayo (all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma), ricevendo ovunque importanti riconoscimenti.
Collabora con importanti ensemble ed è stato invitato a partecipare al 1° e al 2° Festival della Musica Contemporanea Italiana di Pechino, dove ha ottenuto grande successo.
In veste di solista è stato recentemente protagonista, tra gli altri, del “Grande Concerto commemorativo per la strage della stazione”, del concerto nell’ambito del Festival “EUROPALIA” a Bruxelles e dell’evento tenutosi presso l’Auditorium Pio di Roma, dove ha eseguito il Concerto per la mano sinistra di Ravel con l’Orchestra Sinfonica Nazionale Ucraina di Kiev, trasmesso da Rai Uno e da Radio Tre Rai.
Braconi è regolarmente invitato dai più importanti festival in Italia e all’estero, in particolare in Russia dove esegue, spesso in prima assoluta, opere di autori russi ed italiani.
Ha riscosso ovunque ampi consensi di pubblico e ha al suo attivo numerose registrazioni radiofoniche e televisive.
Tra le numerose registrazioni le più recenti sono un cd per Decca con il clarinettista Alessandro Carbonare e uno per Amadeus con il fratello Simonide Braconi, prima viola dell’Orchestra del Teatro Alla Scala di Milano, dedicato alle composizioni di Johannes Brahms per viola e pianoforte, oltre a un cd dedicato a musiche russo-sovietiche.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

25 luglio, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Musica classica, Musica da camera | , , , , , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: