MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

L’esordio napoletano di Roberto Canali chiude la prima parte dei “Vespri d’organo”

Nella chiesa di Santa Caterina a Chiaia si è chiusa la prima parte della rassegna “Sette secoli di musica sacra per organo a Napoli-Vespri d’organo”, organizzata dall’Associazione Trabaci, la cui direzione artistica è affidata a Mauro Castaldo.
Ospite dell’appuntamento, il maestro Roberto Canali che, nonostante sia da alcuni anni titolare della cattedra di Organo e Composizione organistica presso il Conservatorio di “S. Pietro a Majella”, non si era mai esibito a Napoli.
L’organista ha dato vita ad un recital incentrato sul repertorio tedesco, aprendo con due pezzi bachiani il Preludio e fuga in do maggiore BWV 545, scritto durante gli anni trascorsi alla corte di Guglielmo Ernesto di Sassonia-Weimar, e la versione organistica del Largo ma non tanto, tempo centrale del Concerto in re minore per 2 violini e orchestra BWV 1043.
E’ stata poi la volta della Fantasia a gusto Italiano in fa maggiore, appartenente alla produzione di Johann Ludwig Krebs (1713-1780), autore oggi sconosciuto, ma molto quotato ai suoi tempi, che fu fra i migliori allievi di Bach.
Un salto nell’Ottocento, ci ha portato a tre dei Sei Studi per Pedalflügel, op. 56 (1845), di Robert Schumann (1810-1856).
Tale rara incursione in campo organistico dell’autore tedesco, si deve al fatto che, nel 1843, egli acquistò dal costruttore Louis Schone un Pedalflügel, strumento costituito da un normale pianoforte, al quale veniva aggiunta una pedaliera simile a quella dell’organo.
Il predominio germanico è stato temporaneamente interrotto dallo Scherzo in sol minore, op. 49 n. 2 di Marco Enrico Bossi (1861-1925), in assoluto il maggior compositore per organo italiano degli ultimi due secoli, che ha preceduto due pagine poco note di Felix Mendelssohn-Bartholdy (1809-1847), tratte da manoscritti originali risalenti al 1844, l’Andante con variazioni in re maggiore e l’Allegro (corale e fuga) in re minore/re maggiore, .
Nel complesso una serata di estremo interesse, sia per la rarità dei brani proposti, sia per la presenza di un organista molto bravo come Roberto Canali, che ha evidenziato solidità interpretativa e grande versatilità, per cui ci auguriamo di poterlo risentire al più presto.

Marco del Vaglio

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

10 giugno, 2011 Posted by | Associazione Trabaci, Associazioni Musicali, Musica, Napoli, Organisti | , , , , , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: