MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Giovedì 9 giugno si apre la rassegna “Voci nel Chiostro” 2011

Critica Classica di Marco del Vaglio:

“Voci nel Chiostro”, l’appuntamento estivo della Associazione Alessandro Scarlatti con la musica corale, che ha luogo nella splendida chiesa dei Santi Marcellino e Festo, offre un programma come sempre assai vario di proposte.
La rassegna si inaugura giovedì 9 giugno, alle ore 19.30, con la Via Crucis di Liszt, nei 200 anni dalla nascita del compositore ungherese, nella esecuzione dell’Ensemble Vocale di Napoli diretto da Antonio Spagnolo con Stefano Innamorati al pianoforte.
La figura di Franz Liszt viene spesso associata a quella del grande virtuoso, protagonista degli eventi mondani della sua epoca trascurando il fatto che la produzione musicale del compositore ungherese è sempre stata influenzata da elementi sacri.
Sono molte le sue composizioni ricche di suggestioni religiose; e questo aspetto della sua personalità e della sua produzione artistica, lo rende una figura unica nel panorama del romanticismo europeo.
Liszt compose la sua “Via Crucis” fra il 1878 e il 1879 a Roma, sull’onda della commossa suggestione provata partecipando al rito del Venerdì Santo in Colosseo, come egli stesso dichiara nella introduzione al brano.

La rassegna prosegue con una carrellata di autori antichi e moderni nel concerto del coro Mysterium Vocis, diretto da Rosario Totaro, con una partecipazione a sorpresa del neonato coro di voci bianche della Associazione Alessandro Scarlatti.
Tra medioevo e rinascimento il terzo, suggestivo concerto dell’Ensemble Esedra, diretto da Ferdinando de Martino ed infine un delicato omaggio al “Cantico dei cantici” offerto dalla tiorba di Pierluigi Ciapparelli e dalla voce di Valentina Varriale.

Il concerto è fuori abbonamento; i biglietti, del costo di 5 Euro, andranno in vendita un’ora prima dell’inizio del concerto presso la Chiesa dei Santi Marcellino e Festo

________________________________________________________________________________________

Programma

Franz Liszt (1811 – 1886): O Sacrum convivium in mi maggiore R515
Daniela del Monaco, mezzosoprano

Via Crucis R534
Stefano Innamorati, pianoforte
Giuseppe De Liso, baritono

Ensemble Vocale di Napoli
Antonio Spagnolo, direttore

Daniela del Monaco

Nata a Napoli, si è diplomata in canto con B. Nisticò, specializzandosi poi con W. Ferrari (Napoli), M.L.Cioni (Milano), M. King (Bruxelles); parallelamente ha compiuto gli studi universitari, laureandosi in Filosofia con una tesi in Storia della Musica. Come interprete di opere del ‘700, o in recital di musica da camera e Liederistica (in particolare con il pianista Marco Rapetti), ha cantato per la Fenice di Venezia, il Comunale di Treviso, il Semper Oper di Dresda, il Massimo di Palermo, il Teatro di Tirana, l’Accademia Chigiana di Siena, l’Associazione Scarlatti di Napoli, la Fondazione Gulbenkian di Lisbona, ed in Germania, Belgio, Francia, Svizzera, Brasile.
Dall’86 con l’ ensemble barocco “Cappella della Pietà dei Turchini” è stata ospite di Festival internazionali e di sedi prestigiose (Teatro S. Carlo di Napoli, Accademia di S. Cecilia di Roma, Konzerthaus di Vienna, Cité de la Musique di Parigi, ecc.).
Ha inciso CD per le etichette Symphonia, Virgin – Emi, Nuova Era, Opus 111.
Dal ’96 collabora con il chitarrista Antonio Grande ad un progetto sulla canzone napoletana: risultato di questo lavoro – e di numerosissimi concerti in Italia ed all’estero –è stato il CD “Napoli inCanto”, (Opus 111), più volte ristampato e premiato dalla rivista francese specializzata Diapason.
Dal 2005 ha cantato nella “Petite Messe solennelle” di G.Rossini con la concertazione e direzione di Michele Campanella in Sud America, Cina, Istanbul.
Canta in duo con l’organista Roberta Schmid.
E’ docente di Canto presso il Conservatorio “S.Pietro a Majella“ di Napoli.

Stefano Innamorati

Napoletano, ha intrapreso gli studi musicali sotto la guida di Raffaele Nastro, diplomandosi prima in Pianoforte e poi in Clavicembalo col massimo dei voti al Conservatorio di San Pietro a Majella, dove ha infine conseguito con il massimo dei voti e la lode il Diploma Accademico di II Livello in Discipline Musicali – Pianoforte sotto la guida di Massimo Bertucci.
Si è laureato in Lettere classiche con il massimo dei voti e la lode con una tesi in Storia della Musica presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, dove ha conseguito anche la specializzazione all’insegnamento per l’indirizzo Musica e Spettacolo. Vincitore di importanti concorsi nazionali ed internazionali come solista ed in gruppo cameristico (“Sorrento” 1985, “Stresa” 1986”, “Capri” 1987, Vietri sul Mare – Costa Amalfitana 2000, “Riviera Etrusca” 2001, “Campi Flegrei 2001 ecc.), ha proseguito gli studi di perfezionamento pianistico con Carlo Bruno.
Ha seguito, inoltre, corsi di perfezionamento con Sergio Fiorentino, Jürg von Vintschger, Luigi Chiapperino ed ha preso parte a masterclasses di Aldo Ciccolini e Piero Rattalino.
Si è esibito in Italia e all’estero sia in qualità di solista che in formazioni cameristiche ed orchestrali. All’attività concertistica affianca quella di ricerca nel campo musicologico e storico-musicale.
Ha al suo attivo numerose conferenze-concerto, pubblicazioni e collaborazioni con vari enti ed associazioni (tra cui: Accademia Musicale Napoletana, Associazione Alessandro Scarlatti, Conservatorio San Pietro a Majella, Teatro di San Carlo, Università degli Studi di Napoli Federico II, Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro) e ha prestato servizio in qualità di docente di Storia e tecnologia degli strumenti nell’ambito del Biennio Specialistico presso il Conservatorio “C. Gesualdo da Venosa” di Potenza. Particolarmente significativa la collaborazione al volume NAPOLI 1799, a cura di R. De Simone.

Ensemble Vocale di Napoli

Costituitosi nel 1983 svolge una intensa attività concertistica frutto di una costante ricerca vocale ed esecutiva.
Alla letteratura musicale antica si affianca l’esplorazione di pagine significative tratte dal repertorio corale compreso tra l’età barocca ed il mondo contemporaneo.
L’Ensemble collabora con diverse formazioni strumentali per la realizzazione di opere del repertorio corale in stile concertato.Ha partecipato, riscuotendo indiscussi successi, ad importanti rassegne e concorsi nazionali ed internazionali come la Rassegna internazionale di Canto Corale di Alghero (primo premio nel 1991 e nel 1992).
Vincitore del XII Concorso nazionale Guido D’Arezzo (1995) l’Ensemble ha al suo attivo varie incisioni discografiche (FonitCetra, Fonè, Opus111, Niccolò) e prestigiose collaborazioni con il M° Roberto De Simone ed il M°Antonio Florio.
Ha pubblicato per la Niccolò una inedita raccolta di madrigali dal titolo “Spesso gli lego” e un disco di Balli e Villanelle di scuola Napoletana insieme all’ensemble strumentale “Il Labirinto”
E’stato diretto in importanti produzioni da S.Accardo ( “Così fan tutte” di W.A.Mozart) R.Clemencic (Mottetti di Pergolesi) , P.Maag (“Requiem” di Mozart-”Passione secondo Giovanni“di Bach) , M.Pradella (Gloria di Vivaldi) , V.Spivakov (Messa della Incoronazione di Mozart) .
Ha preso parte alle Stagioni concertistiche della Rai di Napoli (1987-1990-1991), della Associazione Alessandro Scarlatti (nel 1988 e dal 1996 al 2008 ),del Centro di Musica Antica della Pietà de turchini (2000-2001-2002) e dello Sferisterio di Macerata (1998).
Nel dicembre 1998,ha partecipato al Requiem di W. A. Mozart con l’orchestra “I cameristi del Teatro della Scala”con la direzione del M° Gaetano Cuccio.
Ha realizzato per il “Maggio dei Monumenti”, prestigiosa rassegna a cura del Comune di Napoli importanti produzioni negli anni 2000 – 2001 – 2002-2003-2004 tra cui lo “Stabat a 10 voci” per coro soli e basso continuo di Domenico Scarlatti e la “Messa di S.Cecilia” per soli, coro ed orchestra di Alessandro Scarlatti.
Nel Giugno 2003 è stato ospite delle celebrazioni nel Duomo di Milano,in occasione dei 600 anni della Cappella Musicale, eseguendo due concerti il “Miserere” di Leonardo Leo e la “Missa pro Defunctis” di Alessandro Scarlatti, e il secondo dedicato alla musica sacra di Poulenc e Britten.
E’ del luglio 2006 la partecipazione in Vaticano alla Celebrazione del 500° Anniversario della posa della prima pietra della Basilica di San Pietro con la prima esecuzione assoluta dell’ Oratorio per soli, coro e orchestra “ Petros eni” di Antonio Pappalardo nella Basilica di San Pietro, Città del Vaticano
Ha partecipato inoltre alla esecuzione della “Via Crucis” di F. Liszt nella primavera 2004 e a marzo 2011 a Siena per l’Accademia Chigiana con la direzione del M° Michele Campanella con il quale, nel maggio 2006, ha portato la “Petite Messe Solennelle” di G.Rossini a Pechino e Shangai in occasione dell’anno dell’ Italia in Cina,e nel 2007 a Perugia e nel 2008 a Siena per l’Accademia Chigiana.

Antonio Spagnolo

Diplomato in canto, ha compiuto gli studi di Composizione e Direzione Corale con il M° Enrico Buondonno. Ha partecipato ai Corsi di Direzione “R. Goitre” ed ai seminari di musica antica con il gruppo “Pro Cantione Antiqua di Londra”.
Ha fatto parte della commissione giudicatrice del Concorso Internazionale di Canto Corale di Alghero, essendo stato premiato nel 1991 con il Diapason d’argento.
Ha collaborato con il M° René Clemencic alla registrazione per Ricordi-Fonit Cetra dei “Tre Mottetti” di Pergolesi e dell’Oratorio ”La Passione” del Giordanello, per la Opus 111, con la direzione del M° Alessandro de Marchi, Ha diretto nel novembre 1998 e nel dicembre 2000 l’Orchestra Scarlatti di Napoli nella “Messa di S.Cecilia” per soli, coro ed orchestra di Alessandro Scarlatti.
Nel settembre 2009 è stato invitato a condurre l’atelier di Musica Veneziana, nelle “Settimane Internazionali di Musica Corale” di Europa Cantat.
E’alla guida dell’Ensemble dal 1984.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Annunci

7 giugno, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Associazione "A. Scarlatti", Concerti, Ensemble vocali, Musica, Musica classica, Napoli | , , , , , , , | Lascia un commento

Mercoledì 8 giugno il Coro della Pietrasanta, diretto da Rosario Peluso, propone una panoramica sulla scuola napoletana dal ‘500 al ‘900

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Mercoledì 8 giugno, alle ore 19.30, nella Chiesa di Santa Maria Donnalbina (Via Donnalbina – Napoli), il Coro della Pietrasanta, diretto da Rosario Peluso, terrà un concerto dal titolo “ ‘Sto Core Mio – degli Antiqui e de’Moderni nella Scuola Napoletana dal ‘500 al ‘900” organizzato dalla Società Polifonica della Pietrasanta.

In programma musiche di Lasso, Giovanni Domenico da Nola, Nenna, Cambio, Clausetti, Altieri, Marrone, Iosia ed altri

Ingresso libero

Comunicazione Società Polifonica della Pietrasanta
Mario Jovele
e-mail: coro_pietrasanta@libero.it
sito web: www.coropietrasanta.it
tel.: +393391794490

_____________________________________________________________________________________

La continuità della musica napoletana colta nel nuovo progetto della Società Polifonica della Pietrasanta

Ha inizio il progetto sulla musica antica e moderna del Coro della Pietrasanta, sotto la direzione di Rosario Peluso, con questo che sarà il primo dei concerti di un percorso di ricerca più ampio che, nel tempo, si arricchirà di brani di nuova scrittura ed amplierà il repertorio con altre composizioni del glorioso passato napoletano.
“Degli Antiqui e de’Moderni” intende riallacciare i fili del passato con il presente, sulle tracce della nostra identità più profonda: questo il senso dell’operazione culturale della SpP, che ha esplorato la ricchezza dei secoli addietro e sollecitato il vivace presente della realtà musicale napoletana, coinvolgendo alcuni docenti del Conservatorio di S. Pietro a Majella, con l’obiettivo di ritrovare i sotterranei legami tra gli esponenti di una delle scuole compositive più gloriose d’Europa.
La sperimentazione di modalità esecutive diverse arricchisce l’esecuzione di musica antica con la sensibilità moderna per il suono e lo spazio e la ricerca di nuove musiche apre altre prospettive alla coralità.
Ecco, quindi, che le celebrate villanelle napoletane, i madrigali di corte, la polifonia sacra si accostano alle scoperte timbriche dei compositori contemporanei e la “scuola” conferma la sua leggenda: la musica napoletana non è morta nel ‘700, ma continua ad avere linfa vitale, si aggiorna, trova cose da dire, soprattutto nel campo dell’eleganza stilistica ed armonica.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

7 giugno, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Canto, Concerti, Musica | , , , , | Lascia un commento

Muti dirige La Stagione Armonica a Salisburgo

Lunedì 13 giugno alle ore 11 presso la Felsenreitschule di Salisburgo La Stagione Armonica parteciperà all’esecuzione del Requiem in do minore di Luigi Cherubini nell’ambito del Festival di Pentecoste, insieme con l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, sotto la direzione del maestro Riccardo Muti.

«Sarà questa un’occasione irripetibile perascoltare un’importante pagina di musica – precisa il maestro Sergio Balestracci – in cui l’interpretazione magistrale del maestro Muti mette in evidenza al più alto grado la qualità di base della Stagione Armonica, la chiarezza delle linee e la forza commossa dell’interpretazione».

La Stagione Armonica, ensemble vocale padovano specializzato nel repertorio rinascimentale barocco, nei suoi venti anni diattività ha partecipato ai più importanti festival e rassegne in Italia e all’estero. Oltre che del proprio gruppo vocale e strumentale, l’Ensemble si avvale della collaborazione di cantanti solisti e strumentisti tra i più rinomati specialisti del repertorio barocco. Dal 1996, è diretta e preparata da Sergio Balestracci che ne ha assunto la direzione artistica.
Il complesso padovano torna sul palco del Festival di Pentecoste salisburghese due anni dopo la sua prima collaborazione che li vide presentare un Requiem di Paisiello, illustre rappresentante della scuola napoletana cui per cinque anni il Festival di Salisburgo è stato dedicato.

Insieme all’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini e sotto la direzione del maestro Riccardo Muti, La Stagione Armonica si cimenterà nel Requiem in do minore di Cherubini, uno dei vertici della musica sacra di tutti i tempi, al centro delle celebrazioni di quest’anno. Composto a Parigi nel 1815, fu eseguito per la prima volta nella cattedrale di Saint Denis per celebrare Luigi XVI giustiziato ventitre anni prima dalla rivoluzione francese.

La collaborazione con Muti non terminerà con questo Festival, ma proseguirà nel mese di luglio (6 luglio, Teatro Municipale di Piacenza; 7 luglio, Pala De André di Ravenna; 9 luglio, Nairobi per ‘Le vie dell’Amicizia Ravenna-Nairobi’) con un programma dedicato alle principali arie tratte dal repertorio operistico italiano
Ufficio stampa
Studio Pierrepi
Alessandra Canella
Via del Vescovado 79
35141  Padova
049-8753166
canella@studiopierrepi.it

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

7 giugno, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Austria, Concerti, Coristi, Direttori d'orchestra, Ensemble vocali, Festival, Music, Musica, Musica classica, musica sinfonica, Riccardo Muti, Salisburgo | , , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: