MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Domenica 29 maggio il Coro Polifonico “Beata Virgo Maria”, diretto da Elena Scala, ospite dei “Vespri d’organo”

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Domenica 29 maggio, alle ore 19.30, nella Chiesa dell’Immacolata al Vomero, penultimo appuntamento, prima della pausa estiva, con la V edizione della rassegna “Sette secoli di musica sacra per organo a Napoli – Vespri d’organo”, organizzata dall’Associazione Trabaci, il cui direttore artistico è Mauro Castaldo.
Protagonisti del concerto il Coro Polifonico “Beata Virgo Maria”, diretto da Elena Scala, accompagnato all’organo da Mauro Castaldo, ed il tenore Abele Leonardo.
La serata si aprirà con quattro brani “a cappella”, nell’ordine il gregoriano Gaudeamus, Gaudeamus omnes in domino di Anonimo, Regina Coeli del tedesco Gregor Aichinger (1565-1628) e Domine Deus di Michael Haydn (1737-1805), fratello del più noto Franz Joseph.
Un breve intermezzo organistico, con il Trumpet tune in re maggiore del britannico Henry Purcell (1659-1695), precederà la seconda parte dove si alterneranno brani per differenti organici (coro, coro e organo, tenore e organo, coro, tenore ed organo), appartenenti ad un repertorio che spazia da Ave Vera Virginitas del franco-fiammingo Josquin des Pres (1450-1521) ad una Salve Regina di Paolo Serrao (1820-1907), calabrese attivo a Napoli.
Non mancherà una finestra bachiana, con i corali Wer nur den lieben Gott lasst walten e Herzlich thut mich verlangen, mentre il programma terminerà con Surrexit Christus hodie, tratto dalla raccolta Harmonia Caelestis del principe e compositore ungherese Pál Esterházy (1635-1713).

Prossimo appuntamento della rassegna, venerdì 3 giugno, alle ore 19.30, nella Chiesa di Santa Caterina a Chiaia, con il concerto del maestro Roberto Canali

L’ingresso è libero

Per ulteriori informazioni
Associazione Organistica Giovanni Maria Trabaci
Via Duca di San Donato, 28 – Napoli
Tel.: 081.5634518
Cell.: 339.5389103
e.mail: associazionetrabaci@alice.it
sito web: www.associazionetrabaci.it

_________________________________________________________________________________________________________

Programma

Tradizione gregoriana: “Gaudeamus” (coro a cappella)

Anonimo: “Gaudeamus omnes in domino” (coro a cappella)

G. Aichinger: “Regina Caeli” (coro a cappella)

M. Haydn: “Domine Deus” (coro a cappella)

H. Purcell: Trumpet Tune in re maggiore (organo)

G. Caccini: “Ave Maria” (tenore, coro e organo)

Josquin des Prez: “Ave Vera Virginitas” (coro a cappella)

C. Gounod: “Adoro Te Devote” (tenore e organo)

J. S. Bach:
Wer nur den lieben Gott lasst walten (organo e coro
Hertzlich thut mich verlangen (organo e coro)

F. Schubert: “Ave Verum” (tenore, coro e organo)

P. Serrao: “Salve Regina” (tenore e organo)

P. Esterhazy: “Surrexit Christus hodie” (coro a cappella)

Elena Scala

Elena Scala ha studiato pianoforte e composizione.
Ha conseguito il diplomata in Musica Corale e Direzione di Coro sotto la guida del Maestro Carmine Pagliuca presso il conservatorio “Niccolò Piccinni” di Bari ed il diploma di Didattica della Musica presso il conservatorio San Pietro a Majella di Napoli.
Ha fondato e diretto l’associazione culturale musicale “ADEM” con lo scopo di diffondere la cultura e l’insegnamento della musica.
Ha frequentato i corsi di formazione sulla metodologia e pratica “ORFF-SCHULWERK”.
Ha partecipato, come corista, a numerose rappresentazioni del coro del Conservatorio di Musica di Napoli sotto la direzione del Maestro Elsa Evangelista ed è stata corista del coro polifonico “Beata Virgo Maria” del quale dal 2007 ha assunto la direzione.
Il coro formato da cantori non professionisti che svolgono il loro servizio liturgico animando le funzioni religiose della Parrocchia dell’Immacolata al Vomero. Nell’ambito del proprio cammino si è esibito in vari concerti spirituali ed è vincitore, nell’anno 2008 del premio “Miglior coro a cappella” e “Migliore interpretazione” nel CONCORSO CORALE DI NAPOLI organizzato dall’Associazione organistica “Trabaci”.

Mauro Castaldo

Mauro Castaldo ha compiuto gli studi musicali nei Conservatori di Benevento e Napoli conseguendo i Diplomi in Pianoforte, Organo, Clavicembalo, Composizione e Direzione d’Orchestra. Particolarmente significativa a tal riguardo è stata la figura del M° Francesco d’Avalos per lo studio della Composizione e della Direzione d’Orchestra.
Ha frequentato diversi corsi di perfezionamento tra i quali Clavicembalo e Musica per Film, dell’ Accademia Musicale Chigiana di Siena, tenuti da Kenneth Gilbert ed Ennio Morricone.
Nel 1991 ha vinto il Premio di Composizione “Terenzio Gargiulo”. È autore di varie composizioni che spaziano dalla letteratura solistica a quella cameristica ed orchestrale. Ha tenuto il suo primo concerto nel 1984.
Da molti anni svolge la maggior parte della propria attività concertistica a Napoli ed in Campania al fine di valorizzare il patrimonio organario e la letteratura organistica dell’Italia meridionale.
È fondatore e presidente dell’Associazione Organistica “Giovanni Maria Trabaci”. È direttore stabile del “Coro Polifonico Santa Caterina a Chiaia”, nonché organista della Chiesa dell’Immacolata al Vomero di Napoli. È Titolare della Cattedra di Organo e Composizione Organistica al Conservatorio di Musica “Nicola Sala” di Benevento.

Abele Leonardo

Abele Leonardo, che ha mostrato giovanissimo un attitudine musicale non comune, viene indirizzato allo studio del canto lirico.
Segue diverse master-class e tra gli insegnanti vi è il M° Arrigo Pola. La sua carriera concertistica da solista trova ispirazione nel repertorio operistico, in quello sacro e nella migliore tradizione della canzone classica napoletana.
Ha partecipato a diversi eventi in Italia e all’estero e tra questi: nel 2001 ha cantato in Vaticano per il Giubileo, nel 2002 ha preso parte alle trasmissioni della RAI “Ci vediamo in tv” di Paolo Limiti, nel 2002 a Edimburgo in Scozia ha preso parte come personaggio principale al Musical “Anonimo Napoletano” di Patrizio Ranieri Ciu per la regia di Giancarlo Nicotra, ha partecipato inoltre in qualità di attore a diverse produzioni nazionali.
Si è dedicato, altresì, in qualità di direttore artistico all’organizzazione delle attività musicali di Telese Terme (BN), città di cui è originario. Nel 2009 gli è stato assegnato il Premio “Artelesia”. Ha al suo attivo diverse registrazioni tra cui quelle per la RAI – Radio Televisione Italiana.

 

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

28 Mag, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Associazione Trabaci, Associazioni Musicali, Canto, Ensemble vocali, Italia, Musica, Napoli | , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Da martedì 31 maggio su Sky Classica “La Princesse Jaune” di Camille Saint-Saëns e “La scuola di guida” di Nino Rota

Critica Classica di Marco del Vaglio:

L’Accademia Musicale Chigiana di Siena protagonista su Sky Classica.
La produzione di “Piccoli amori”, straordinario successo della 67ª Settimana Musicale Senese, conquista il canale 728 del bouquet Sky, che trasmette ogni giorno dieci blocchi tematici con il meglio dell’opera, dei concerti e della danza.
Da martedì 31 maggio infatti andranno in onda ben dieci repliche del progetto “Piccoli amori”, ovvero le due opere di rara esecuzione La Princesse Jaune di Camille Saint-Saëns e La scuola di guida di Nino Rota, prodotte dall’Accademia Chigiana e andate in scena a Siena lo scorso luglio.
La programmazione di Sky Classica inizia martedì 31 maggio alle ore 20.30 con La Princesse Jaune di Camille Saint-Saëns, opéra-comique in un atto su libretto di Louis Gallet, revisione di Bruno Moretti, regia e impianto visivo di Mietta Corli, light designer Guido Levi, con Maria Costanza Nocentini soprano e Carlo Allemano tenore, l’Orchestra della Toscana, Giuliano Carella direttore.
Rappresentata per la prima volta all’Opéra di Parigi nel 1872 e legata come ambientazione al gusto “orientale” molto di moda nella Parigi di secondo Ottocento, sarà poi trasmessa in replica l’1, 3, 4 e 5 giugno.

Da mercoledì 8 giugno (ore 22 circa) sarà la volta de La scuola di guida di Nino Rota con Raina Kabaivanska soprano e Giuseppe Sabbatini tenore, in onda a chiusura della trasmissione Contrappunti condotta da Carlo Boccadoro che dedica una puntata monografica al celeberrimo soprano bulgaro.
Scritta su testo di Mario Soldati e commissionata da Giancarlo Menotti per il Festival dei due Mondi di Spoleto del 1959, La scuola di guida di Nino Rota si avvale dell’orchestrazione di Bruno Moretti dallo spartito originale per canto e pianoforte, regia e impianto visivo di Mietta Corli, light designer Guido Levi, l’Orchestra della Toscana, Giuliano Carella direttore.
La puntata di Contrappunti dedicata a Raina Kabaivanska al cui termine viene messa in onda La scuola di guida verrà replicata il 9, 11, 12 e 13 giugno.

Ufficio stampa Accademia Chigiana:
Agenzia Freelance
tel.: 0577 219228 – 272123
Sonia Corsi
cell.: 335 1979765
Agnese Fanfani
cell.: 335 1979385
e-mail: relazioni@chigiana.it o info@agfreelance.it

__________________________________________________________________________________

Date e orari di trasmissione su Sky Classica (canale 728)

La Princesse Jaune

31/05: ore 20.30
01/06: ore 8.30
03/06: ore 12.20
04/06: ore 18.05
05/06: ore 21.55

La scuola di guida

08/06: ore 22 circa
09/06: ore 1.15 circa
11/06: ore 13.00 circa
12/06: ore 19 circa
13/06: ore 19.50

 

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

28 Mag, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Musica, Musica classica, Musica Lirica | , , , , , , , , | Lascia un commento

Domenica 29 maggio l’Ensemble “Le Musiche da Camera” a Emozioni Napoli 2011

Critica Classica di Marco del Vaglio:

Domenica 29 maggio, alle ore 17.00, nella chiesa del Pio Monte della Misericordia (v. Tribunali, 253), nell’ambito della rassegna Emozioni Napoli 2011, Vesuvio Teatro, in collaborazione con Area Arte presenta il concerto dell’Ensemble “Le Musiche da Camera” dal titolo “Salve Regina” con la partecipazione di Rosa Montano (mezzosoprano), Renata Cataldi (flauto traversiere), Egidio Mastrominico (violino di concerto), Federico Valerio (violino), Fernando Ciaramella (viola), Leonardo Massa (violoncello), Ottavio Gaudiano (contrabbasso) e Debora Capitanio (clavicembalo)

In programma musiche di Marchitelli, Porpora, Mascitti, Perez

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Per ulteriori informazioni
Area Arte
Associazione Culturale Mediterranea
Centro di ricerca sul ‘700 Napoletano
Via S.Pasquale a Chiaia, 49
Napoli
Tel.: 081-405000 – 081-426161
Cell.: 3472430342
e-mail: areaarte@lemusichedacamera.it;ensemble@lemusichedacamera.it
sito web: www.lemusichedacamera.it

Teatro Sancarluccio
Via San Pasquale a Chiaia, 49
80121 Napoli
Tel: 081405000
Fax: 081426161
e-mail: sancarluccio@teatrosancarluccio.com
Sito web: www.teatrosancarluccio.com
__________________________________________________________________________________________________________

Musica sacra su testi mariani nel settecento napoletano (nota di Egidio Mastrominico)

“…Vanno distinte nettamente il canto d’uso e la musica d’arte: l’uno è il canto della Liturgia indirizzato precisamente a fomentare la divozione del popolo, l’altro è la Musica che la Chiesa permette per accrescere la pompa delle gran Solennità, la quale Musica non è tanto uno stimolo della devozione quanto un sacro trattenimento del popolo”. (Don Antonio Eximeno, da “Dell’ origine e delle regole della musica, 1774).
Significativa è la definizione delle differenze fra la musica Liturgica e la musica Sacra data dal gesuita Eximeno nel 1774, e particolarmente appropriata alla presentazione del programma del concerto proposto. Verranno eseguite infatti opere di ispirazione Mariana basate sull’antifona “Salve Regina” e composte da alcuni dei maggiori compositori del Settecento Napoletano.
La Salve Regina è l’ incipit dell’ultima e più popolare delle quattro antifone mariane (Alma Redemptoris mater, Ave Regina Coelorum, Regina Coeli laetare, Salve Regina) ed ebbe enorme fortuna nella musica religiosa del XVIII sec. intonata prevalentemente nella forma del mottetto solistico per voce ed archi, forma che ebbe un contributo specifico dalla scuola napoletana nella prima metà del Settecento.
Le Salve Regina presentate per voce sola ed archi sono di Nicola Porpora sommo esponente della vocalità settecentesca di scuola napoletana, e quella inedita di Davide Perez, del quale nel 2011 ricorre il 300° anniversario della nascita
A contrappuntare la sezione vocale saranno eseguite tre opere strumentali: in apertura una sonata di Pietro Marchitelli violinista della Cappella Reale napoletana, il famoso “Petrillo” che, si racconta, fece sfigurare il sommo Corelli nel suo soggiorno napoletano, ancora poi una Sonate a tre per due violini e continuo, dal carattere arcaicamente “corelliano”, composta dal violinista-compositore napoletano Michele Mascitti, nipote del Marchitelli ed anch’egli in organico alla Cappella Reale napoletana ed in seguito attivo ed apprezzato a Parigi.
Chiude la proposta strumentale un’altra rarità assoluta, il concerto per Flauto traversiere ed archi di Davide Perez.

Programma

P. Marchitelli (1643-1729): Sonata* (dalle 14 sonate 1743)

N. Porpora (1686-1768): Salve Regina in re maggiore a canto solo con archi e basso continuo

M. Mascitti: (1660 ca. – 1760): Sonata a tre in re maggiore, op. 4, n. IX

D. Perez:
Concerto per flauto e archi in sol maggiore (prima esecuzione moderna) §
Salve Regina, a voce sola con istromenti (prima esecuzione moderna)
*

* Trascrizione moderna a cura di Egidio Mastrominico
§ Trascrizione moderna a cura di Renata Cataldi

Ensemble “Le Musiche da Camera”
Costituito nel 1993 da musicisti napoletani dediti alla ricerca nel campo della musica antica, “Le Musiche da Camera” sin dalla fondazione ha indirizzato la propria attività alla riscoperta di brani inediti o poco conosciuti di compositori napoletani dei secoli XVII e XVIII, con esecuzioni basate sul recupero della prassi esecutiva barocca. I componenti dell’ensemble si sono formati alla scuola di specialisti nella prassi esecutiva barocca e classica, e collaborano altresì con importanti istituzioni ed ensemble barocchi. Le fonti su cui si basa il lavoro esecutivo dell’ensemble sono, nella maggior parte dei casi, manoscritti e copie a stampa originali;
“Le Musiche da Camera” ha presentato in prima esecuzione moderna numerose opere di compositori del Settecento napoletano presso festival e rassegne di rilevanza nazionale e invitato da enti ed associazioni quali: UNESCO, Regione Campania, Comune, Provincia ed EPT di Napoli, Sovrintendenza BB.AA. di Caserta, Sovrintendenza BB.AA di Napoli, Sovrintendenza BB.AA. di Salerno e Avellino, Scuola HOLDEN – HoldenArt, Museo Cappella di Sansevero, Greenpeace ecc, riscuotendo lusinghieri consensi di pubblico e di critica (articoli sui maggiori quotidiani cittadini e nazionali).
Dal 2001 assieme all’associazione “Area Arte”, che gestisce l’attività dell’ensemble, hanno dato vita alla rassegna “Convivio Armonico”, giunta alla IX edizione, presso il Teatro Sancarluccio di Napoli, ed in quest’ambito nello stesso anno è stato avviato il progetto “L’Intermezzo Ritrovato”, che ha visto gli allestimenti, in prima esecuzione moderna, degli intermezzi “Eurilla e Beltramme” di D. Sarro, “Morano e Rosicca” di F. Feo ed “Erighetta e Don Chilone” di L.Vinci, nel 2007 de “La Dirindina” di D.Scarlatti, replicata anche nell’ambito del Teatro Festival Italia 2007 e per lo “Scarlatti Festival” organizzato dal Comitato Napoletano per le Celebrazioni Scarlattiane, e nel 2010 de “La Serva Padrona” per l’anno Pergolesiano.
L’ensemble svolge attività divulgativa con cicli di concerti per le scuole della Campania, e particolare importanza ha rivestito la serie di Lezioni-Concerto “Musica e musicisti al Palazzo Reale nel Settecento”, realizzate con la collaborazione della Sovrintendenza B.B.A.A. di Napoli e con l’ Assessorato alla Cultura della Regione Campania presso il Palazzo Reale di Napoli.
“Le Musiche da Camera” ha registrato per l’etichetta Tactus gli Hamilton-Trios di Emanuele Barbella, ben accolto dalla stampa specializzata (“Most enthusiastically recommended.” Fanfare Magazine, “..lettura equilibrata e notevole la perizia tecnica messa in gioco” 4 stelle sul mensile “Musica”), primo di una serie di CD dedicati al violinista e compositore napoletano, e per l’etichetta Bongiovanni gli intermezzi “Eurilla e Beltramme” di Domenico Sarro, primo Cd della serie “Gli Intermezzi ritrovati”, che ha raccolto ottimi riscontri stampa (…realizzazione del continuo fantasiosa ed ariosa…”Musica”, Questa riproposta moderna – una vera novità – ha trovato una realizzazione molto elegante nel Teatro di Corte di Caserta….”Suono).

 

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

28 Mag, 2011 Posted by | Agenda Eventi, Area Arte, Le musiche da camera, Musica, Musica classica, Musica da camera | , , , , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: