MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Canto Jazz: “Ascolto funzionale e ascolto estetico” a cura di Sandra Evangelisti alla “fonoteca:”di Napoli

La

presenta

Ascolto funzionale e ascolto estetico:

quando “la  necessità spiega lo stile”

a cura di
Sandra Evangelisti

L’apprendimento del canto, in generale, avviene prevalentemente per via imitativa. Le registrazioni lasciate dai grandi interpreti del passato e non solo, sono pertanto, per noi, una fonte inesauribile di esempi dei modi più svariati di usare le sonorità nel jazz. È, tuttavia, un errore molto diffuso quello di imitare “acriticamente” le sonorità usate dai propri idoli con conseguenze spesso “disastrose” sia da un punto di vista “funzionale” che “estetico”. Molte tra le voci che hanno fatto “la storia del jazz”, infatti, erano qualcosa di più di semplici “voci sporche”. Erano voci letteralmente distrutte e non semplicemente a causa di un utilizzo “scorretto” della tecnica vocale. Dietro queste voci, infatti, c’erano dei corpi danneggiati dal fumo, dall’alcool o dalla droga e delle vite scalfite dalla rabbia che, in molti casi, nasceva dalle discriminazioni razziali che molti di loro hanno continuato a subire anche nei periodi in cui la loro arte aveva raggiunto il massimo del consenso. Per cui riconoscere quanto determinate sonorità siano dovute ad alterazioni di natura organica o quanto, invece, siano la conseguenza di un semplice “malfunzionamento” del “vocal tract” diventa di fondamentale importanza al fine di stabilire quali tra queste sonorità possano essere “riprodotte” e quali, invece, no. Imparare ad “Ascoltare” le voci che amiamo cercando di comprendere l’eziologia dei suoni che le caratterizzano invece di limitarci ad imitarle “acriticamente” dovrebbe, dunque, essere considerato come un più corretto atteggiamento da tenersi ai fini di una sana crescita vocale.
Con questa serie di seminari mi propongo di guidare all’ascolto e all’esplorazione di alcune di quelle sonorità che possono definirsi caratteristiche dello stile vocale da me preso in esame. Ma come? Per quanto riguarda l’ascolto si tratta di andare a rintracciare tutte quelle sonorità che non soltanto hanno caratterizzato le grandi voci del jazz prese nella loro individualità ma che possono, addirittura, essere considerate come caratteristiche distintive di un intero stile vocale. In che modo, invece, è possibile “esplorare” tali sonorità senza correre il rischio di danneggiarsi la voce? Prima di tutto attraverso lo studio dell’apparato fonatorio. Studio che non deve essere affrontato con fini terapeutici ma ponendosi come obiettivo semplicemente quello della conoscenza. Da tale lavoro si passerà, quindi, allo studio degli organi articolatori e del loro funzionamento. Anche in questo caso l’obiettivo non sarà quello di “imparare a…” ma di affinare, mediante una maggiore consapevolezza, la capacità propriocettiva nei confronti di tutte quelle parti del nostro corpo coinvolte durante la fonazione. Questo lavoro è molto importante perché non solo ci consente di analizzare i vari modi in cui gli organi fonatori possono interagire tra di loro dando vita ad effetti sonori differenti, quanto anche di “riconoscere”, e, nel caso, “riprodurre” i suoni che ascoltiamo nelle registrazioni dei brani che decidiamo di studiare.

mercoledì 6 ottobre ‘10  dalle h. 17.00 alle h. 18.30
ci sarà un incontro introduttivo
presso
fonoteca: Via Morghen, 31/C

Napoli   tel.: 0815560338

e-mail   info@fonoteca.net

Per informazioni rivolgersi a:
Sandra Evangelisti, e-mail:evasama@tin.it tel. 333 66 06 575
http://www.jazzitalia.net/Artisti/sandraevangelisti.asp

L’INGRESSO È LIBERO

***********************************

Nefeli,il nuovo Cd di Susanna Canessa da ora disponibile alla “fonoteca:” oppure scaricabile online su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Annunci

1 ottobre, 2010 Posted by | Agenda Eventi, Art, Arte, Campania, Cantanti, Canto, Italia, Jazz, Music, Musica, Napoli, Regioni | , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: