MusicArTeatro

comunicazione eventi di Musica Arte e Teatro

Stasera “LA SERVA PADRONA” al Sancarluccio di Napoli

TEATRO SANCARLUCCIO

Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Dipartimento dello Spettacolo
Regione Campania – Provincia di Napoli
38° STAGIONE DI TEATRO, MUSICA  2009-10

Area Arte
Associazione Culturale Mediterranea
Centro di ricerca sul ‘700 Napoletano

presenta

CONVIVIO ARMONICO 2010

GLI ANNIVERSARI

G.B. Pergolesi: 300 anni della nascita

Sabato 13 (ore 21,15) e Domenica 14 febbraio ore (18,30)

“Le Musiche da Camera”
Ensemble Barocco con strumenti d’epoca
presenta

“LA SERVA PADRONA”

musica di
Giovan Battista PERGOLESI
libretto di
Gennarantonio FEDERICO
con
Minni DIODATI, soprano  -Serpina
Giusto D’AURIA, baritono – Uberto

Raffaele RAFFIO – Vespone

Regia di
Rosa MONTANO

scena
Lello Acanfora
costumi
Maria Pennacchio
make-up artist
Nunzia Romano

Dopo il doveroso omaggio nell’edizione 2009 al sommo Händel, il 2010 si presenta ricco di personalità musicali della scuola napoletana da ricordare ed omaggiare. Iniziamo, e non poteva essere altrimenti, con l’anniversari dei 300 anni della nascita di Giovan Battista Pergolesi. Ed Area Arte – Le Musiche da Camera, che con il progetto L’Intermezzo Ritrovato ha una ormai lunga frequentazione con il genere (con le prime messinscene in epoca moderna dell’EURILLA E BELTRAMME  di Sarro – anche registrata  per la Bongiovanni – , e di MORANO E ROSICCA di Feo ed ENRIGHETTA E DON CHILONE di Vinci, nonchè di un originale allestimento de LA DIRINDINA di Domenico Scarlatti per le celebrazioni napoletane dell’anniversario scarlattiano), non poteva rinunciare a dare inizio alle celebrazioni Pergolesiane con la proposta della sua opera  più conosciuta, assieme allo Stabat Mater, l’intermezzo “La Serva Padrona”, in scena  dal 13 al 14 febbraio.

La Serpina sarà una frizzante Minni Diodati e Uberto sarà interpretato da Giusto D’Auria, con l’apporto dell’indolente e petulante Vespone di Raffaele Raffio La frizzante regia sarà curata da Rosa Montano. A cura dell’ensemble “Le Musiche da Camera” la parte strumentale.

Un avvenimento da non perdere.

—————————————————————————-
AREA ARTE – Ensemble Le Musiche da Camera

Egidio Mastrominico, violino di concerto
Raffaele Tiseo, Vincenzo Bianco, Gianluca Pirro/violini
Fernando Ciaramella, viola
Leonardo Massa, violoncello/ Ottavio Gaudiano, contrabasso
Debora Capitanio, clavicembalo
________________________________________________________________

PROSSIMO APPUNTAMENTO
.
23 marzo

AULODIE
Musiche e letture tra terra e cielo
Renata CATALDI, flauto
Luigi IACUZIO, voce recitante
Testi da SABA, PENNA, CAMPANA, RIMBAUD, GRAZIA DELEDDA
Musiche di Telemann, Bach, Debussy, Jolivet,Honneger

Da sempre la musica per flauto è legata alla rappresentazione di un immaginario magico. Il concerto parte da questo presupposto per sconfinare in un mondo fantastico che si nutre delle metafore letterarie di poeti come Leopardi, Rimbaud, Campana, Saba, Penna, Grazia Deledda.
Il programma  pone musica e letteratura in un comune universo poetico che si interroga sul mondo naturale e le sue forze creatrici, ma anche su che cosa è l’arte e sul significato della musica.

Area Arte
Associazione Culturale Mediterranea
Centro di ricerca sul ‘700 Napoletano
Ensemble Le Musiche da Camera
Via S.Pasquale a Chiaia, 49  Napoli
081/405000 – 081426161/ 0815404757 – 347 2430342
http://www.lemusichedacamera.it

Associazione  iscritta nel Registro Regionale Operatori dello Spettacolo L.R.6/2007

LE ATTIVITA’ DI AREA ARTE E LE MUSICHE DA CAMERA SONO
DEDICATE ALLA MEMORIA DEL MUSICISTA E POETA
FRANCO NICO

sul sito www.lemusichedacamera.it e su www.teatrosancarluccio.com la programmazione completa ed altre informazioni

Via S.Pasquale a Chiaia, 49  Napoli
081/405000 – 081426161

13 febbraio, 2010 Posted by | Agenda Eventi, Arte, Campania, Cantanti, Canto, Ensemble da camera, Italia, Le musiche da camera, Musica, Musica da camera, Napoli, Regioni, Teatri, Teatro "Sancarluccio" | , , , | Lascia un commento

Lucia Oreto ricorda il Trio Sancarlino alla Libreria Treves

Lucia Oreto ricorda il Trio Sancarlino

alla Libreria Treves

Piazza del Plebiscito

Lunedì 15 Febbraio 2010, ore 18

Lunedì 15 Febbraio 2010, alle ore 18, alla Libreria Treves (Piazza del Plebiscito – Napoli), sarà presentato il libro “Il Trio Sancarlino”, scritto da Lucia Oreto, pubblicato dall’Istituto Grafico Editoriale Italiano di Rodolfo Rubino.

L’incontro con l’artista Lucia Oreto sarà moderato e curato da Maurizio Vitiello; relatori: Pino Cotarelli e Rosario Ruggiero.

Scheda sul libro “Il Trio Sancarlino”,

pubblicato dall’Istituto Grafico Editoriale Italiano,

a cura di Maurizio Vitiello.

A Napoli ci sono stati, ci sono e ci saranno sempre piccoli gruppi di teatranti.

E’ da tempo che l’editore-poeta Rodolfo Rubino organizza e pubblica i ricordi di poeti e di artisti napoletani.

La sua casa editrice, l’Istituto Grafico Editoriale Italiano, riesce a proporre indiscutibili novità e rarità.

Il libro di Lucia Oreto ricorda i momenti teatrali ed umani de “Il Trio Sancarlino”, in cui anche lei è stata protagonista, come Colombina, con Pasquale Esposito, ultimo Don Anselmo Tartaglia, ed Antonio Sigillo, ultimo Pulcinella.

Fondamentalmente, a questi suoi due carissimi maestri della commedia dell’arte è dedicato questo libro.

Lucia Oreto li ricorda e li ringrazia per averle trasmesso passione, amore e dedizione all’arte.

Il libro che si apre con una prefazione di Giulio Mendozza, presenta articoli da ritagli di giornali, foto, locandine, aneddoti, note, un’intervista di Marilena Pitta a Lucia Oreto, una silloge di poesie e altro, e tutto questo diventa memoria, che non dovrebbe più subire oblio.

Lucia Oreto ha conosciuto tanti personaggi del mondo teatrale e della canzone napoletana, da Nino Taranto a Pupella Maggio, da Rosalia Maggio a Nunzio Gallo, da Renato De Falco a Salvatore Tolino, solo per fare qualche nome …

Lucia Oreto, in conclusione, scrive “Ci vorrebbero pagine intere per annotare aneddoti sul Trio Sancarlino. Una cosa è certa. E’ che mi mancano moltissimo, Pasquale Esposito, con la sua verve, l’ironia, il senso dell’humour in tutte le situazioni; Antonio Sigillo, con la sua pacatezza, la sua dolcezza, i suoi racconti sul teatro ed i suoi utili insegnamenti. Due personalità opposte. Ma l’una all’altra complementare, che sulle scene creavano un afflato unico da artisti veraci. Spero, con questo mio contributo, modesto, ma sentito, di riuscire a tramandare il teatro del popolo, teatro delle maschere napoletane: Pulcinella, Colombina e Don Anselmo Tartaglia.”

La garbata e brava Lucia Oreto non ha dimenticato gli amici ed i suoi passi sulla scena, che ancora continuano in serate ed in omaggi; anche quest’anno ha partecipato con entusiasmo a serate culturali e di intrattenimento musicale riscuotendo calorosi applausi.

o delle maschere napoletane: Pulcinella, Colombina e Don Anselmo Tartaglia.”

La garbata e brava Lucia Oreto non ha dimenticato gli amici ed i suoi passi sulla scena, che ancora continuano in serate ed in omaggi; anche quest’anno ha partecipato con entusiasmo a serate culturali e di intrattenimento musicale riscuotendo calorosi applausi.

13 febbraio, 2010 Posted by | Agenda Eventi, Art, Arte, Campania, Cultura, Italia, Letteratura, Libri, Napoli, Regioni | , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: